Aborto in Costituzione, Fine della Libertà Francese, Via alla Dittatura. Silvana De Mari..

21 Marzo 2024 Pubblicato da 12 Commenti

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum curiae, offriamo alla vostra attenzione questo articolo della dottoressa Silvana De Mari, che ringraziamo per la cortesia. Buona lettura e diffusione.

§§§

PARIGI NEL DISASTRO.

A Parigi si è illuminata la Tour Eiffel, la gente ha ballato per le strade felice. Finalmente, mentre siamo sull’orlo di una guerra nucleare e stiamo sprofondando nell’islamismo più atroce e aggressivo, l’aborto è diventato un diritto costituzionale. L’aborto è il crimine più vile, il bimbo viene ucciso mentre è nel luogo che dovrebbe essere più sicuro al mondo per volontà della persona che dovrebbe essere la sua prima protettrice. Essendo antifisiologico, tuta la civiltà deve diventarne complice, fornendo gratuitamente sale operatorie e medicinali. L’introduzione dell’aborto tra i diritti costituzionali vieta l’obiezione di coscienza che non può che diventare reato, ma potrebbe anche vietare ogni libro, articolo o predica che condanni l’aborto o cerchi di dissuadere da questa decisione.

Il filosofo francese Henri Hude ha spiegato l’esistenza di due pericoli, di cui forse chi ha legiferato non si è reso conto, o forse se ne è reso conto benissimo, e allora vuol dire che è stato fatto un grande passo verso la dittatura più micidiale.

Ci sono due possibili conseguenze che, entrambe portano alla rottura del patto sociale.

Le donne hanno avuto l’impressione che questo aumentasse il loro potere di autodeterminazione, ma in realtà levando ogni sia pur minimo valore alla vita del bambino, e considerandolo non soggetto, ma oggetto giuridico di cui è lecita la distruzione in qualsiasi momento e con qualsiasi motivazione, si è aperta la porta al diritto dello Stato di pretendere una politica demografica attraverso l’obbligo di aborto.

Un diritto fondamentale può diventare oggetto di dovere essenziale e, conseguentemente, di obbligo giuridico. Costituzionalizzando un diritto, lo Stato proclama e dichiara che l’aborto non è un male minore, che deve essere eseguito in determinati tempi perché altrimenti diventa un danno per il nascituro. Lo stato dichiara che l’aborto non fa male a nessuno, perché il nascituro è in tutto e per tutto equiparato a un tumore o una cisti parassitaria.

L’aborto diventa un bene come è un bene estirpare un tumore. Se qualcuno rifiutasse di farsi estirpare un tumore, potrebbe essere  interdetto e sottoposto di autorità all’intervento. Se l’individuo ha diritto inalienabile all’aborto, lo stesso diritto lo ha lo Stato.

La seconda conseguenza è l’abolizione de diritto di parola e di discussione. Non potremo più chiederci se l’embrione è una persona (lo è, ma i laici si interrogano), occorrerà negare che il feto è una persona (sul fatto che il feto sia un persona nemmeno i laici hanno dubbi). Ricordare che il feto è perfettamente in grado di percepire il dolore e la paura della morte sarà reato.

Pubblicare articoli sul dolore fetale o sulla ricchezza della vita emotiva e cognitiva fetale porterà alla distruzione di carriere accademiche, ma anche a alle aule di tribunale. Come sottolinea il filosofo Hude il divieto di obiezione critica su un argomento così controverso come l’aborto, spesso condannato anche da menti molto laiche, non può che essere l’inizio dell’abolizione totale della libertà di parola.

Aggiungo io che l’abolizione totale della libertà di religione, perché l’aborto volontario, ora costituzionalizzato e quindi messo al di sopra di ogni critica, nel cristianesimo è un crimine che grida vendetta Dio. Gesù Cristo ha sottolineato: tutto quello che farete più piccolo di Me, lo avrete fatto Me. Cristo buttato dai rifiuti speciali è diventato un bene costituzionale. Concludo questo articolo con una considerazione mia: pubblicare la fotografia di una donna con un neonato in braccio, continuerà ad essere lecito, o potrebbe essere considerato un sistema per creare sensi di colpa o tristezza a chi sta attuando un suo diritto garantito dalla Costituzione? Le immagini della Madonna nelle poche chiese francesi ancora non demolite o non trasformate in moschee, potrebbero non essere al sicuro. Un’ultima considerazione: se l’aborto è diritto costituzionale per una donna altrettanto granitico deve essere il diritto per un uomo a non mantenere un figlio se non desidera farlo. La sessualità di una donna non può essere appesantita dalla responsabilità di un figlio non voluto. La sessualità di un uomo non può essere appesantita dalla responsabilità di un figlio non voluto.  L’irresponsabilità deve essere uguale per tutti.

§§§

Aiutate Stilum Curiae

IBAN: IT79N0200805319000400690898

BIC/SWIFT: UNCRITM1E35

§§§

 

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , , , ,

Categoria:

12 commenti

  • Giovanni ha detto:

    Siamo sul Titanic, l’iceberg ha già colpito, l’orchestrina suona, ma al posto di calare scialuppe di salvataggio ed indossare giubbotti salvagente, ballano……. Storicamente quando i pazzi guidano i ciechi il risultato diventa letale.

    • Rolando ha detto:

      Ma anche quando i ciechi guidano i pazzi! Se la tua illuminata logica vale.
      Parce Domine, parce populo tuo ne in aetermum confundatur!

      • Giovanni ha detto:

        I pazzi possono guidare i ciechi perché il loro problema non risiede nella vista, ma i ciechi come fanno a guidarli se non vedono ?

        • Rolando ha detto:

          Da te stesso, Giovanni, con le tue stesse parole esprimi bene l’equivoco che è la caratteristica di ogni dottrina di fede.

  • Rolando ha detto:

    Ma è stato il popolo francese a voler sancire quel diritto in Costituzione o il Potere di turno?
    Sono riluttante a pensare che la maggioranza dei cittadini Francesi lo volesse sancito in Costituzione.
    Tuttavia ogni Potere non conosce limiti.

  • Sempliciotto (già BP) ha detto:

    W la Francia, una volta di più avanguardia di civiltà.

    • Rolando ha detto:

      Direi viva le francesi ed i francesi che se lo trovano in Costituzione come Diritto. Non come Dovere. Divina Libertà. Ma per la Femmina soltanto? Povero maschio: che colpo al Divino Patriarcato!
      Certo il maschio ha ancora un’arma. Dio ce ne scampi, semmai è capace di condurci alla pienezza dell’Umanità!
      A farci comprendere che solo l’Amore è Vita beata.
      Preghiamo Dio che ci liberi da Dio.

    • gladio ha detto:

      Toh’ , il sor Pasciuto…è proprio vero , chi non muore si rivede!
      Come sta sor Pasciuto ? Vedo che le spara sempre grosse, vuol dire che gode di buona salute, bene, bene…, e la sua sposa? e il figliolo che fa? Lo manda sempre al ” centro sociale ” o al ” collettivo” affichè cresca in saggezza e in virtù tale e quale il suo babbo ? Si faccia sentire di tanto in tanto, sor Pasciuto, che così si stà un po’ allegri. Le auguro salute!

      • Marco Tosatti ha detto:

        Lui scrive, ogni tanto, ma sono premuroso, e per non mettere in evidenza implacabile le sue caratteristiche diciamo così non eccelse spesso lo cancello…

  • Fantasma di Flambeau ha detto:

    La Grande Putain qui dévore ses enfants.
    https://www.ricognizioni.it/occidente-isola-dei-morti-che-divora-se-stessa/
    -Sul tema, prima del Bombardamento etico di Costanzo Preve, venne pubblicato in quegli anni un libro doppiamente profetico: Fuori dall’Occidente di Alberto Asor Rosa, dove il tema della guerra, che si riproporrà con tutte le altre guerre puntualmente inscenate dall’impero statunitense, viene messo in relazione con l’Apocalisse di San Giovanni.
    Doppiamente profetico, perché da un lato vediamo previsti in controluce più o meno tutti fenomeni di cui siamo oggi impotenti spettatori. Dall’altro, perché associa lo svolgimento mostruoso degli avvenimenti presenti e presentiti, che di fatto si sono succeduti dalla prima guerra del Golfo ai giorni nostri, al quadro apocalittico giovanneo, cioè alla visione profetica della lotta estrema tra Bene e Male. In questo spazio temporale, la degenerazione del pensiero “occidentale” si è dispiegata in pieno come volontà di potenza di quel nuovo Occidente politicamente definito che ha risucchiato in sé l’antico Occidente europeo ormai reso impotente sia materialmente sia intellettualmente in quanto sottomesso del tutto al primo.-
    https://www.renovatio21.com/nato-israele-aborto-ucraina-partigiani-ue-pd-e-radicali-nella-stessa-foto-grazie-dottor-viale/

    Ue, 21 marzo 2024: “Vertice di guerra”, “imperativa”, “noi crediamo”, “come per il Covid”.
    https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2024/03/21/scholz-putin-sbaglia-se-pensa-che-non-sosterremo-lucraina_ba3178b2-35de-4c69-8c06-a27e0c75c835.html
    -L’Europa si prepara a fronteggiare le minacce di Putin. Quello che si apre oggi è un Vertice di guerra con l’obiettivo di preparare i cittadini a possibili crisi di sicurezza. “Serve un approccio che tenga conto di tutti i rischi”, si legge nella bozza di conclusioni.
    Il Consiglio Europeo sottolinea la necessità “imperativa” di una “preparazione militare-civile rafforzata nonché coordinata” e di una “gestione strategica delle crisi nel contesto dell’evoluzione del panorama delle minacce”.-
    -“Noi crediamo nell’Europa. E crediamo in una difesa europea. Gli eurobond per la difesa sono una buona idea, così come è stato fatto per il Covid. La difesa europea è un percorso che necessita anche di un sostegno finanziario, credo che abbiamo buone ragioni per convincere anche gli altri Paesi” sugli eurobond.-

    “L’Europa, una unione nata per la pace” https://www.youtube.com/watch?v=EMvvhInpi1Y
    https://www.imolaoggi.it/2024/03/19/prodi-parigi-metta-atomica-a-disposizione/
    e la prosperità.
    https://www.informagiovani-italia.com/euro_cosa_ne_e_stato_di_un_sogno.htm
    https://www.nicolaporro.it/prodi-sono-servo-dellue-tranquillo-ce-neravamo-accorti/
    https://www.youtube.com/watch?v=nDorzPkYtTU

    Tutto ma proprio tutto in uno spot (2001-1:03), una foto e tre vignette.
    https://www.youtube.com/watch?v=Vt040JZ7u18
    https://www.catholicnewsagency.com/news/253489/how-the-satanic-new-york-city-courthouse-statue-is-all-about-abortion
    https://twitter.com/Urbangolo/status/669224204181618689

  • Massimo trevia ha detto:

    E bergiglio che dice al suo amichetto Macron? Ah,lapsus freudiano……lo ho chiamato…..Bergiglio ,ma la loro coscienza non ne ha la purezza! SON TIZZONI D’INFERNO E NELLA FAMOSA FOTO L’ABBRACCIO FU PROPRIO MASSONICO!!!!

    • Rolando ha detto:

      Macché inferno! Non è più un luogo, non ha tizzoni e men che meno “fogo”. Lo ha detto San Giovanni Paolo II.
      L’inferno è qui e le bombe sono le dottrine religiose. Man mano che si dimenticano ed escono dalla genetica della cosiddetta cultura, ci si avvia spediti verso il traguardo della Resurrezione della comune umanità: NEKESSITAS ME URGET.
      Il Katecon è un concetto del lato oscuro di Dio, che tanto piace all’uomo cui nasce Gelosia. All’uomo di Potere che è “un sacco di merda” come testualmente scrive santa Caterina da Siena nei Dialoghi della divina Provvidenza. Bisogna far attenzione a non esserne i chierichetti. Puzzereste.

Lascia un commento