ALFIE E IL TWEET DEL PONTEFICE. SUPER EX: ERA IL MINIMO SINDACALE…

11 aprile 2018 Pubblicato da --
Marco Tosatti

 

In queste ore a Londra dei giudici decidono se applicare o meno la condanna a morte per Alfie Evans, già decisa dai medici di un discusso ospedale, contro la volontà dei genitori che vorrebbero cercare altre cure per il loro figlio di due anni. Sapete come la pensiamo: si tratta di un esproprio statuale di quello che è più sacro per ciascuno di noi, e cioè la speranza. Veramente il volto di questa dittatura di menzogne in cui viviamo e a causa della quale spesso moriamo è tremendo e grottesco, imbellettato di parole come diritti, democrazia, e ipocrisia. Ci ha scritto Super Ex (Ex di Movimento per la Vita, Ex di Avvenire e si molte altre cose, ma non ancora Ex cattolico, anche se c’è da dire che ce la mettono tutta per farlo diventare anche questo…) in tema di Alfie, e del Pontefice regnante. Eccolo.

Caro Marco,

tutti i giornali parlano dell’intervento di Bergoglio per Alfie Evans. Di cosa si tratta? Di un’omelia? Di un Angelus? Di un’ intervista interminabile a Scalfari? Di un appuntamento con i suoi genitori, a Roma, in Vaticano? Di un invito ai medici a rispettare la vita? Di un monito ai giudici: “attenti, la vita non è vostra proprietà!”?

Nulla di tutto ciò. Stiamo parlando di un tweet. Un cinguettio, pio pio…flebile flebile.

Se il passato insegna qualcosa, sappiamo cosa è successo per Charlie Gard: richiesto da migliaia e migliaia di persone, e da giornali a tutta pagina, Bergoglio si scomodò, solo all’ultimo… anche allora con un tweet! Fu spontaneo, sentito, zeppo di passione? Probabilmente fu soltanto perchè gli venne spiegato che tacere del tutto diventava incredibilmente imbarazzante e controproducente. Per Charlie un cinguettio impersonale, in zona Cesarini; dopo Charlie, la legge sul biotestamento in italia: in questo caso neppure in tweet (forse in Vaticano non c’era segnale per la rete). Per Alfie, ripetiamolo, un tweet.

Ora, che a Bergoglio di eutanasia, aborto, matrimoni e adozioni gay non importi nulla, si è capito. Baterebbero le nomione di Paglia e Galantino a dimostrarlo.

Ma che vi siano cattolici pro life che continuano a rilanciare il tweet di Bergoglio pro Alfie quasi avesse compiuto un gesto eroico, un sovraumano atto di ribellione e di coraggio contro la cultura di morte, fa davvero sorridere!

Il cattolicesimo non disprezza la ragione e il buon senso, doni di Dio: per questo sarebbe meglio che chi ritiene inopportuno criticare Bergoglio per il suo assordante silenzio, evitasse, appunto, di parlare. Meglio tacere, che dire e ribadire che “il papa ha parlato in difesa di Alfie”: per favore, no! Guardiamo la realtà in faccia, perchè è attraverso di essa che Dio ci parla.

Si può notare la verità, si può tacere, ma fingere di credere ad un tweet è mentire.


Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.

LIBRI DI MARCO TOSATTI SU AMAZON

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo.

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

Tag: , , , , ,

Categoria: ,

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

79 commenti

  • Lo spettro di QC ha detto:

    Stanotte il papà di Alfie Evans ha fatto un blitz nell’ospedale, cercando di portare via il bambino per metterlo su un aereo. Dev’essere successo un finimondo, con polizia e manifestanti.
    Qui una breve cronaca.
    http://www.lanuovabq.it/it/via-alfie-dallospedale-ma-la-polizia-blocca-luscita
    Qualcuno sa gli ulteriori sviluppi?

  • Adriana ha detto:

    @ don Ezio,
    “laudetur”… finalmente non si sente così sicuro…Ma è equilibrato non sentirsi sicuro né da una parte né dall’altra… finchè non emerga tutta la piattaforma sottomarina del pensiero.
    Sulla frastornante prolissità dei testi curiali simili a circolari ministeriali , eccepisco alla sua osservazione che non è chiaro se sia biglinesca o apologetizzante . Mi limito a citare il “succoso” testo di Luca (16,30 ,31):”Hanno Mosè e i profeti ascoltino quelli.” “Se non ascoltano Mosè e i profeti ,non crederanno neppure se uno dei morti resuscitasse” . Neppure se parlasse uno Spettro
    resuscitato.

    • Lo spettro di don Ezio ha detto:

      Appunto, sapendo che il mio essere sacerdote qui dentro conta nulla anzi è controproducente, tanto vale che parli come spettro, almeno per difendere la bandiera.

  • g.vigni ha detto:

    Per me il peccato di omissione è sempre peccato mortale.
    Nel bel paese, inteso non in senso caseario, ma alla A. Stoppani l’omissione è un must, alias alta diplomazia.
    Ninti sacci, ninti vitti, ninti intisi.
    Abbiamo un’erma crisoelefantina, il divo giulio, che dell’omissione ne ha fatto un capolavoro, governando per decenni. Il ns. era uso andare ogni giorno alla prima S.Messa. La fede, in primis.
    Il digiuno ed il silenzio sono la gloria dei Santi Monaci, accidentalmente anche di cotal Galileo, ergo anche del “quidam de populo”. I sanitari che ti staccano i tubi nutrienti ed idratanti ed il ventilatore non fanno altro che agevolarti nella via della santità. Ringraziamoli per la cura e la solerzia.
    E’ ovvio che “qui tacet sentire videtur”. La grandeur dell’omissione.
    En passant : “Se tu non parli perché l’empio si corregga della sua condotta, egli morrà per colpa sua, ma del sangue suo chiederò conto a te. Se invece tu hai ammonito l’empio a riguardo della sua condotta affinché se ne correggesse e tuttavia non si ritrasse dalla sua via, egli morrà per sua colpa, ma tu salverai la tua vita” (Ez. 33, 8/9).

    G. Vigni

  • Lucy ha detto:

    Ci sono ” vite non degne di essere vissute ” per le quali è necessaria ” la morte per compassione”.
    “La vita di Alfie è inutile e perchè non soffra è bene che muoia”.
    C’è differenza tra queste due affermazioni?No , si equivalgono.
    La prima è del programma Aktion T4 di Hitler del 1939 , la seconda di alcuni ospedali inglesi del2017/2018.
    Però una differenza abissale c’è.
    Circa la prima si levó potente la voce della Chiesa Cattolica nella figura di un GIGANTE come il Leone di Münster Clement Von Galen che nel 1941 a rischio della propria vita si scagliò contro l’eutanasia delle “vite inutili” ; circa la seconda c’è il silenzio assordante, salvo un ambiguo tweet di Bergoglio, della neo chiesa compresa quella a cui sarebbe spettato dire qualcosa , quella inglese.Avevamo dei GIGANTI che parlavano , ora abbiamo NANI muti.

  • Kosmo ha detto:

    Ma no, aspettate!
    Sicuramente ci sono manovre sotterranee che troppo clamore mediatico rischierebbe di mandare all’aria.
    E poi, si sa che la Gran Bretagna è una nazione contraria al Papa, quindi per dispetto farebbe il contrario di quello che chiede il papa.
    Com è che diceva quel tale su queste pagine?

    • Lo spettro di QC ha detto:

      Ero io ma non ho parlato di manov4e sotterranee, ma del fatto che l’ospedale vaticano ha mandato là i medici e si è offerto di accogliere il bambino.
      Ho anche detto che una via diplomatica sarebbe stata più prudente dei pubblici anatemi. Mi sarò sbagliato.
      Non sto a sottolineare che solo i fessi possono pensare che un giudice disapplichi la legge del suo paese perchè glielo chiede/ordina il Papa, per di più con tuoni e fulmini.
      Rimani pure nella tua ingenuità (che ben conosciamo) e continua pure a strumentalizzare la vicenda per polemiche personali (che ti si addice).
      Io, che ho seguito il caso, ho riportato molti aggiornamenti anche qui e ho notato la più bieca indifferenza di tutti quelli che adesso blaterano perchè di parla di ”papa” o di ”lega”.
      L’unico che abbia risposto ad un mio intervento è stato l’Abbè Tosatti, che aveva un’informazione diversa dalla mia.
      Saluti.

      • Lo spettro di QC ha detto:

        Scusa. Mi hanno risposto altri due per bacchettarmi sull’uso improprio del termine presidi. Vedere sotto.

      • Kosmo ha detto:

        Ah quindi eri tu, o meglio la tua ennesima identità fake
        https://www.marcotosatti.com/2018/03/01/oggi-il-verdetto-su-alfie-appello-al-papa-mail-e-telefonate-a-santa-marta-e-in-segreteria-di-stato/#comment-37961

        Non sto a sottolineare che solo i fessi possono pensare che un giudice disapplichi la legge del suo paese perchè glielo chiede/ordina il Papa, per di più con tuoni e fulmini.
        Invece i mafiosi se glielo ordina il papa, tremano e si convertono e diventano agnellini, giusto?
        E quelli che si vogliono fare la terza guerra mondiale ad un solo cenno del papa, ripongono tutte le armi e fanno ritorno alla base vero?
        Oh quantomeno, se il suddetto giudice “quota” (come piace dire a voi ggggggggiovani) il papa affermando che la vita di Alfie (o chi per esso) non merita di essere vissuta, un sussulto io lo farei… Ma non si tratta di “migranti”, quindi, che vuoi che sia…

      • GMZ ha detto:

        Caro Spettro,
        nessuno crede che se il papa avesse parlato forte e chiaro in difesa di Alfie, i giudici avrebbero sicuramente desistito dall’uccidere il bambino.
        Ma l’agire del papa non deve basarsi su calcoli probabilistici, no? Non è che Giovanni Paolo II stesse lì col pallottoliere, calcolando le probabilità di successo delle sue tirate.
        E tutti siamo testimoni del fatto che quando Francesco vuole farsi sentire, ci riesce eccome; e se anche non vede soddisfatte le sue richieste, non per questo desiste dal proporle e riproporle, ad libitum.

        Oggi ci sono giudici che si richiamano alle parole del papa (col benestare di SRE Mons. Paglia) per motivare sentenze omicide. E il papa? Il papa se ne frega.

        Grazie comunque per gli aggiornamenti sugli sforzi diplomatici che son stati portati avanti per cercare di salvare Alfie: ad un certo punto, erano l’unica cosa che teneva in vita la mia povera speranza; posso immaginare lo sconforto di chi se n’è fatto carico, fallendo, mentre i vertici della Chiesa… tuittavano.

        Caro Spettro, questa è la Chiesa con la Bonino che tiene conferenze in chiesa; stupirsi di quanto accade è da bambini: chapeau!

        • Lo spettro di QC ha detto:

          Gli aggiornamenti non erano sugli sforzi diplomatici, che essendo diplomatici non so neppure se siano stati fatti (li ho auspicati, pensando che rimangono i mezzi migliori).
          Gli aggiornamenti erano sullo stato del procedimento. Ne ho pubblicato uno sotto, dopo aver seguito ora per ora l’udienza di ieri e siamo finiti a parlare di “presidi”.
          Avevo postato una risposta a Kosmo che poteva spiegare meglio la mia posizione sui temi posti e che avrebbe potuto fungere da risposta anche per te, ma l’Abbé Tosatti ha preferito non pubblicarla e non potrei riscriverla perché 1) contrasterebbe con la Sua inappellabile decisione conforme a diritto divino, il cui motivo non sto a spiegarti se non non mi pubblica nemmeno questo; 2) non mi ricordo nel dettaglio cosa avessi scritto.
          Saluti.

  • Flora ha detto:

    Dov’è quel triplo grido megafonato a Lampedusa a favor di telecamere mondiali:”VERGOGNA! VERGPGNA! VERGOGNA!”?

  • Flora ha detto:

    Grazie, Enza. È un video che rincuora e nutre e disseta.

  • GMZ ha detto:

    Per chi non ha voglia di andare a farsi un giro tra i cinguettii del Santuit Padre, ecco il tuit incriminato:
    “Papa Francesco @Pontifex_it 4 apr
    E’ la mia sincera speranza che possa essere fatto tutto il necessario per continuare ad accompagnare con compassione il piccolo Alfie Evans e che la profonda sofferenza dei suoi genitori possa essere ascoltata. Prego per Alfie, per la sua famiglia e per tutte le persone coinvolte”.
    Che verve, che smalto!
    E mi sia concesso: stesso identico stile della “smentita scalfarosa”. Che cosa sta dicendo, Francesco? In che cosa consisterebbe codesto “accompagnamento”? Meglio non saperlo, mi sa…

  • nat ha detto:

    Ma non lo ha appena detto nell’ultima Esortazione sulla santità che va bene difendere la vita innocente, ma alla fin fine ciò che conta davvero è la vita dei poveri che si dibattono nella miseria, nella tratta?
    Quindi un “tuit” nella fattispecie, è adeguato alla bisogna.
    Gli angelus, le omelie, le dichiarazioni , insomma l’artiglieria pesante verrà utilizzata per altre circostanze più pregnanti.

  • Gabriella Marconi ha detto:

    un commento molto preciso ,quello di Super ex è una cosa molto desolante che il papa affidi il suo pensiero a un cinguettio ,noi semplici fedeli ci sentiamo sempre più allo sbaraglio.Noi possiamo essere uniti ai genitori del piccolo con la preghiera ,un rosario recitato confidando l ‘intercessione dei Santi e di Maria.

  • roberto donati ha detto:

    Si vede che a santa Marta hanno preso gusto con l’uccellino!

  • Lo spettro di QC ha detto:

    Mentre cinguettate di cose importanti, il Giudice Hayden – dopo aver visto i filmini che circolavano in questi giorni ed aver ricevuto aggiornamenti medici, pare – ha appena confermato il provvedimento ritenendo ormai del tutto compromessa la vita del bambino.
    Nella sua relazione oltre a dichiarare tutta la sua compassione per il padre, dichiaratamente immaturo per avere solo 21 anni appena compiuti, ha difeso i medici dell’ospedale che ne avrebbero eroicamente sopportato le “angherie”, dettate dall’emotività.
    Ad ogni buon conto, da quel che mi riferiscono i miei informatori, non sarà resa pubblica la data del distacco dei presidi.

    • GMZ ha detto:

      Salve Spettro,
      ora li chiamiamo “presidi”? E sia, ma specifichiamo: “presidi sproporzionati e motivati da accanimento terapeutico”.
      Papale papale (è il caso di dirlo).

      • Lo spettro di QC ha detto:

        Se c’è un termine tecnico più appropriato me lo dica. Non sono un esperto.

        • Alessandro2 ha detto:

          Glielo dico io: omicidio.

          • GMZ ha detto:

            Allora riformuliamo l’ultima frase dell’intervento dello Spettro: “ad ogni buon conto, da quel che mi riferiscono i miei informatori, non sarà resa pubblica la data dell’omicidio”.
            Sì, Alessandro2 e Spettro, ora ci siamo.
            Ossequi.

          • Lo spettro di QC ha detto:

            Intendevo un termine più appropriato di ”presidi” per indicare gli strumenti che lo tengono in vita. Non sono ancora Papa e non c’è bisogno di fingere fraintendimenti. Saluti.

          • Lo spettro di QC ha detto:

            Ah ok, messa in questi termini va bene.
            In ogni caso, secondo indiscrezioni, la data potrebbe essere domani.

        • massanera ha detto:

          O Spettro, ma una Chiesa inglese che tace su un caso del genere non ti fa senso? Se non parlano di questo, su cosa avranno qualcosa da dire? Ma la stessa Chiesa universale non ritiene che un caso del genere costituisca un punto di non ritorno da non sottovalutare? Ma è davvero la Chiesa dei nostri Padri? Ma lo senti il grande dolore che ha invaso la nostra Chiesa perché non la sentiamo più nostra, ma qualcosa di profondamente diverso?

          • Alessandro2 ha detto:

            No, la risposta è no, a tutte le domande. Qui sta il dramma nel dramma: Spettro è il cattolico medio di oggi. Siamo noi gli anomali.

          • Lo spettro di don Ezio ha detto:

            Massanera,
            quando il Papa parla che la vita va difesa dal concepimento fino alla sua fine naturale e lo fa molto spesso parla come Chiesa universale. Quindi, stia tranquillo su questo.
            Quanto alla Chiesa inglese, se non è intervenuta – siamo sicuri? – è un’omissione grave. Può darsi che sia ormai una chiesa spettrale, ma in senso diverso dal motivo per cui qui io mi firmo.
            E’ intervenuto invece Avvenire, quotidiano della Conferenza Episcopale Italiana:
            https://www.avvenire.it/famiglia-e-vita/pagine/alfie-polizia-interviene

          • Alessandro2 ha detto:

            Caro Tosatti, se “cattolico medio di oggi” provoca nel nostro amico tanto astio da passare subito all’offesa ed alla minaccia fisica – per la quale avendone gli estremi (ma l’anonimato protegge anche lui!) passerei senz’altro alla querela – significa che ho colto nel segno. Per quanto mi riguarda, penso non scriverò più in un blog che ospita persone di questa caratura e la invito a considerare contromisure proporzionate alla gravità del messaggio a me diretto.
            Grazie per quello che fa, tenga duro e mi stia bene.

          • wp_7512482 ha detto:

            Alessandro, non trovo il commento di Massanera che l’ha offeso. In particolare sulla minaccia fisica. Mi da qualche indicazione in più, per favore?

  • Adriana ha detto:

    @ DEUTERO,
    la prossima volta mostra al Rev. l’indagine testuale sull” Exultate et
    gaudete” nella Nuova Bussola quotidiana . I passi presi a prestito
    da Santi che furono le colonne del Cattolicesimo ,rivoltati per
    far loro dire quello che mai intesero dire ! Questa è più che
    disonestà intellettuale : è luciferca.
    http://www.lanuovabq.it/it/una-esortazione-tante-citazioni-sbagliate-non-a-caso

    • Adriana ha detto:

      @ DEUTERO,
      e già che ci sei mostragli anche l’articolo firmato Marco Tosatti:
      “Confusione nella Chiesa appello anche dall’ Olanda( in Ecclesia)
      sempre in questo ultimo numero di Nuova Bussola quotidiana.
      Quanto all’innocente Alfie ci sono anche commenti sulle carenze dell’Ospedale dove è ricoverato.
      Vale

  • Maria Cristina ha detto:

    Menomale che ai tempi diGesu’non c’era il registratore e neppure tweet. Ve lo immaginate Caifa a twittare#LiberaBarabba e Ponzio Pilat o a ritwittare#quidestveritas.

    • Vittorio ha detto:

      Gesu’ fu condannato dai sacerdoti ebrei e ucciso dai secolari romani. Concorda? L’ ho capita oggi, non scherzo.

  • Gian ha detto:

    La penso esattamente come Super Ex e spero che sempre più gente si tolga le croste dagli occhi riguardo a monsieur Bergoglio, con buona pace dei bergoglioni ostinati e forse anche pervicaci.

  • laura cadenasso ha detto:

    p.s.: mi scuso per avere spedito 2 volte il mio commento, per errore !

  • ESDRA ha detto:

    COME LE CONDOGLIANZE E GLI AUGURI SU FACEBOOK, NON COSTANO NULLA E SI FA BELLA FIGURA…

  • laura cadenasso ha detto:

    Gaudete et exsultate verso la santità. Il SANTO Padre ha parlato con un tweet e tanto basta. Per Francesco le troppe chiacchiere sono terrorismo (Omelia a Santa Marta del 04/09/2015). Lui è di poche parole ma sempre CHIARO. Evidentemente continua molto convinto sulla sua strada. Escludendo il Padreterno, scommetterei su chi riesce a fermarlo !

  • laura cadenasso ha detto:

    Gaudete et exsultate verso la santità, partendo dalle piccole cose. Il SANTO Padre ha parlato con un tweet e tanto basta. Per Francesco le troppe chiacchiere sono terrorismo (Omelia a Santa Marta del 04/09/2015). Lui è di poche parole ma sempre chiaro. Evidentemente continua molto convinto sulla sua strada. Escludendo il Padreterno, scommetterei su chi riesce a fermarlo !

  • marco bianchi ha detto:

    Ricevo la news del blog da poco tempo.Devo dire che leggo tutto quello che arriva,ma senpre con maggior disgusto.Non ho mai apprezzato Bergoglio,ma non credevo potesse raggiungere questi livelli.Non segue il disegno di Dio ma quello di Soros e soci.Passa tranquillamente di eresia in eresia.telefona,piange.Per cristiani bruciati vivi in Pakistan? O trucidati in altre parti del mondo dai suoi amati islamici? Ci mancherebbe.Per casi vergognosi come questo,un messaggio alla regina?Un intervento sul governo? No.Un tweet.Se il bambino venisse ucciso piangerà? Telefonerà ai genitori?.Lui che quando fa queste cose le sbandiera a tutto il mondo? Forse si,se qualche addetto alle pubbliche relazioni gli dirà che va fatto.Deve pur salvaguardare e la sua immagine di bontà.Se non gli daranno il Nobel,prima o poi un Oscar alla carriera non glielo leva nessuno.

    • GMZ ha detto:

      Telefonò a Pietro Maso. Si seppe in un battibaleno.
      Era la strategia di comunicazione del papa della ggente, che ti “stalkerava” al telefono: telefonava a tutti, chiamò anche Vanna Marchi e le rifilò (lui a lei!) una confezione di Bogumil.
      Oggi, se va bene, un tuit.
      Bonne nuit!

    • Enza ha detto:

      https://www.youtube.com/watch?v=kA6fEGSrgpQ
      Grande il Benedetto, capite perchè l’hanno distrutto?

    • Adriana ha detto:

      @ MARCO BIANCHI,
      per intanto gli hanno dato un altro premio.
      “Premio Carlo Magno o Premio Kalergi nel 2016 “.
      “Tributo al suo straordinario impegno a favore della Pace,della Comprensione, e della MISERICORDIA”.
      Presenti :Merkel , Renzi, il Pres. Comitato direttivo del Premio :Jurgen Linden e il Sindaco di Aquisgrana :Marcel Philipp.
      Il Presidente dell’Europarlamento :Martin Schultz ;della Commissione UE : Jean Claude Junker; del Consiglio Europeo Donald Task. Nel suo discorso di ringraziamento Bergoglio
      parla di :”un’Europa stanca e invecchiata ,tentata di voler assicurare e dominare spazi più che GENERARE PROCESSI DI
      INCLUSIONE E TRASFORMAZIONE , dove sognare un’Europa in cui esser migrante non è delitto “. Ma dove presto -sospetto-
      SARA’ DELITTO ESSER EUROPEO . v. l’ultimo slogan elettorale dell’amica Bonino :” Mai più straniero” per ogni nuovo arrivato .extra-.

      • marco bianchi ha detto:

        Vero.una volta si condannava il fatto che la ue non riconoscesse le sue radici giudaico-cristiane.Per Bergoglio deve essere ovvio.Un presidente tedesco disse che la Germania era un paese cristiano,islamico ecc.Obama poi parlò di radici islamiche degli USA.Ma lui di cazzate ne diceva tante.Presto dovremo dire che la ue è islamica con una presenza di convertiti o di dhimmi.Situazione che i cristiani nella grande maggioranza dei paesi islamici vivono già.

  • Antonio Ansanelli ha detto:

    Mafiosi pentitevi, verrà il giorno del Giudizio di Dio ….
    Quando ancora non esisteva twitter …o quando il Papa parlava

  • Alessandro2 ha detto:

    Intanto, a coronamento del trionfo (apparente, effimero, ma tangibile) delle forze del male nel mondo, siamo sull’orlo di una guerra nucleare. Nel piccolo di un bambino lasciato morire per i “diritti” come nel grande mondo in cui migliaia di bambini e adulti non hanno futuro né verità a causa delle guerre e delle menzogne e dei falsi “diritti” orchestrati dai soliti padroni del discorso, ecco che satana col suo ghigno stravince e marameldeggia. Il Papa, un tempo katechon, oggi non argina più, e l’onda di fango velenoso straripa. Il mistero dell’iniquità, presente e visibile già ai tempi del beato Paolo, oggi si fa enorme. Esso oscura con la sua ombra ciò che rimane di bello, puro, giusto e santo. Noi piccoli ci sentiamo ancora più inermi: unica forza, la preghiera.

  • deutero.amedeo ha detto:

    Se fossi un cantautore produrrei un bel tormentone da diffondere su tutte le spiagge la prossima estate e lo intitolerei:”L’ha detto Papa Francesco”.
    Ormai non c’è straccio di omelia, predichetta, incontro in cui non ci sia il fatidico “L’ha detto Papa Francesco”.
    Che barba che noia, che noia che barba!

    Tempo fa è passato a farmi visita un sacerdote, che mi conosce da più di vent’anni. Ha visto, aperto sul mio tavolo un volume del Nuovo Testamento. Mi ha detto (e io l’avrei strozzato):-Bravo vedo che leggi il Vangelo; proprio come ha detto Papa Francesco-. 🙂 :-((

    • Adriana ha detto:

      @ DEUTERO.
      alla prossima visita del reverendo mostragli l’art. su Nuova Bussola
      quotidiana http://www.lanuovabq.it/it/una-esortazione-tante-citazioni-
      sbagliate-non-a-caso

      ma tendenziosamente (aggiungo). vale ,vale .

      • Lo spettro di don Ezio ha detto:

        Adriana,
        la nuova Bussola Quotidiana manca proprio della bussola che dovrebbe indicare la direzione di marcia giusta. E’ un bollettino di guerra contro l’attuale Papa: l’articolo non esamina l’esortazione apostolica in modo globale, ma va a cercare le citazioni che ritiene non adeguate al solo scopo di demolire la persona del Papa. Le persone che leggono la nuova Bussola non leggeranno probabilmente l’intero documento e saranno prese da quelle citazioni che non sono frutto di riflessione, ma escono dopo appena un giorno dalla pubblicazione dell’esortazione.
        La bussola semina zizzania.

        • wp_7512482 ha detto:

          C’è da chiedersi che cosa seminino certi preti, a tutti i livelli.
          http://lanuovabq.it/it/il-silenzio-della-chiesa-un-tradimento

          • GMZ ha detto:

            Questo articolo della Bussola è tremendo, perché coglie nel segno: i nostri pastori ci stanno abbandonano ai lupi.
            Ormai è una valanga, e sta venendo giù tutta la montagna.
            Ossequi.

        • Lo spettro di QC ha detto:

          Collega Ezio,
          l’analisi di cui parli segue (inconsapevolmente) la stessa tecnica delle battaglia delle citazioni di staliniana memoria. Una tecnica evolutissima per ”far dire” a Trockij (o Bucharin o Zinoviev o Kamenev) sempre e soltanto ”eresie”, anche quando dicevano una cosa identica a Stalin, a Lenin o a Marx o magari parlavano di quant’erano buoni i biscotti della nonna.
          L’Autrice farebbe bene a leggere, di S. Tommaso, il Contra errores graecorum, dove l’Aquinate ”salva” le citazioni di S. Atanasio da accuse di eterodossia….semplicemente cogliendone il senso e contestualizzandole (un pò come nella Summa, quando riconcilia i ”sembra che” coi ”sed contra”. Ma la Summa l’ha letta, perchè la cita, e quindi credo non abbia colto il metodo).

          • Lo spettro di QC ha detto:

            Aggiungo che sulla Bussola si leggono anche cose utili e non zizzaniose. Peraltro vi scrive Sua Beatitudine l’Abbè Tosatti e quindi almeno in parte gode di inerranza assoluta.

          • Lo spettro del fegato dello Spettro di QC ha detto:

            Solo uno spettro poteva paragonare un modo di presentare le cose, una figura retorica se vogliamo, di S. Tommaso con le citazioni dimezzate di Bergoglio…

          • Lo spettro di QC ha detto:

            Caro mio, al tuo intervento cronologicamente concomitante con quello di un “altro” utente, respondeo dicendum quod è l’articolista ad aver fatto sfoggio di competenze tomistiche ed è quindi giocoforza esigere che ne applichi il metodo quando commenta frasi altri.
            Non lo ha fatto, non va bene.

        • Adriana ha detto:

          @ don Ezio straordinariamente spettrale,
          vede ,caro ,se nel preparare le mie tesi di laurea mi fossi permessa di alterare in questo modo i dati da cui partire
          per sostenere il mio assunto, ossia:la -tesi- ,mi avrebbero presa a calci in quel luogo dove un tempo si diceva che non battesse il sole.Se uno studente di medicina presentasse
          un elenco di medicamenti per la “scrofola” come quelli necessari per il “ginocchio della lavandaia”verrebbe preso a pedate- non misericordiose- anche lui. Non solo per ignoranza ,ma proprio per “DISONESTA’ INTELLETTUALE”.
          Mi devo rassegnare al fatto che con LA BUONA SQUOLA
          sia cambiato tutto e che quel tutto sia creduto aggratis superiore alla parte : la ministra Fedeli ha ricevuto un corposo endorsement da questo Papa. P.S. Perchè mai questi testi di provenienza vaticana sono tanto lunghi ,uggiosi,contorti e nebulosi? Nessun testo biblico lo è.
          Forse perchè non ha da mascherare ma da RIVELARE la Verità ?

          • Lo spettro di don Ezio ha detto:

            Adriana,
            in una tesi di laurea ci saranno citazioni esatte e citazioni errate, anche nella Bibbia ci sono citazioni esatte e citazioni errate. Chi vuol dire che la Bibbia non contiene la Verità rivelata farà il lungo elenco di errori cronologici, topografici, onomastici, le contaddizioni teologiche, le contraddizioni tra i vangeli persino sull’Ultima Cena, per dimostrare che è un libro falso. Nonostante gli errori noi veneriamo la Bibbia perché ci indica la via della salvezza.
            La stessa cosa si dovrebbe fare per l’esortazione apostolica che sulla scia di san Francesco di Sales ci parla della santità per tutti, diciamo che è un aggiornamento di ciò che scrisse il santo dottore (patrono della mia Congregazione) che scrisse cose a quel tempo inusitate, come dire che una contessa può organizzare feste da ballo ed essere santa.
            Invece, gli esperti della nuova Bussola, in un solo giorno o notte, si sono dati premura non di entrare nel merito del discorso della santità, ma di cercare i possibili errori. E comunque, bisogna ancora vedere citazione per citazione se hanno proprio ragione loro. Non sono così sicuro.

  • Lucy ha detto:

    Ma sarebbe bastato dire in modo CHIARO che ventilazione, nutrizione, idratazione NON SONO ACCANIMENTO TERAPEUTICO MA SOSTEGNO VITALE e il discorso sarebbe finito lì e di sarebbe evitata la strumentalizzazione del giudice che praticamente dice ai poveri genitori cattolici :” rassegnatevi anche il vostro capo mi dà ragione”.
    Ma questa chiarezza di linguaggio non c’è stata.

    • ESDRA ha detto:

      Ma chi ha detto che la lettera a mons. Paglia a bella posta non spieghi chiaramente che ventilazione, nutrizione ed idratazione non sono terapie ma supporti vitali, bisogna essere aperti ai progressi della scienza, l’etica li ratifica, a cose fatte.

  • Pierluigi ha detto:

    Forse l’uso dell’uccellino elettronico oggi in vaticano non è considerato un “essere pelagiano”, a differenza di tanti fedeli cattolici di cui il papa pare non curarsi.

  • Adriana ha detto:

    Si sono ricordati dell’obbligo per i Cinesi di “non perder la faccia”.
    Altrimenti le buone , proficue relazioni Vaticano-Cina dove andrebbero a finire? Importanti , specie oggi, quando la Cina sta prendendosi l’Africa.

  • lo spettro di Paolo ha detto:

    Sí, è vero, è davvero il “minimo sindacale”, ma se serve, se puó servire a qualcosa é bene utilizzarlo e rilanciarlo. Quando in battaglia si finiscono le munizioni si tirano addosso ai nemici anche le pietre. Si tratta di salvare la vita di un bambino e di non toglierci la speranza non di “salvare la faccia” del Papa.

    • M.G. ha detto:

      Mah, a onor del vero in questo caso le munizioni non erano finite: neanche avevano iniziato ad usarle. E la pietruzza del tweet è stata lanciata solo dopo un bombardamento di telefonate da parte di tanti fedeli all’indirizzo di Santa Marta.

    • Lo spettro di QC ha detto:

      Collega Spettro,
      penso non serva a niente ricordare ai Fratelli che via twitter ormai ci si scambiano persino le dichiarazioni di guerra. E nemmeno che gli stessi avversari di Roma hanno scelto i social network come terreno elettivo delle loro battaglie, ben conoscendone l’efficacia.
      Lo dico a te così…giusto pour parler 😉

  • Flora ha detto:

    Bravissimo Super Ex! Lapidario, essenziale, di una potenza granitica. Ad avercene!

  • Mazzarino ha detto:

    Scritto da qualche tirapiedi, nella speranza di salvare la faccia, ad usum movimenti foraggiati, e dopo averne amabilmente informato Clintons, Obama, Napolitano e Compagni di Merende.

  • Mario Armosini ha detto:

    Secondo me ha applicato il contenuto di codesta sentenza: ” Procura di non ingerirti nelle cose altrui e non permettere che passino neppure per la tua memoria, perché forse non potrai condurre a compimento la tua opera” Amen

  • Anonimo ha detto:

    Si, infatti. Non si faccia del minimo sindacale la perfetta inutile aurea mediocritas. Probabilmente in buona fede la usano come ulteriore “cartuccia” minima per vero zelo di questo Gesù Bambino. Anzi, la CEI e il Vaticano dovrebbero ringraziare questi laici che rinforzano un cip misero perché artificiale e pressato. Almeno gli uccellini cantano davvero perché creature di Dio.
    È persino imbarazzante il tweet del dovere….imbarazzante, visto che si tratta di un social e non di un vero comunicato stampa. Ufficiale presa di posizione del Vaticano. Intero.
    La miseria pure del mezzo utilizzato.

    • GMZ ha detto:

      “Tuit”, in italiano.
      Ma come si fa anche solo a concepire una roba tipo: “il papa ha tuittato”, o “in un tuit il papa ha detto che”, o “c’è un tuit del papa”?
      140 caratteri, e ognuno di esso è una pietra tombale sul carattere del papa, se davvero il papa confina lì il suo magistero, il suo sdegno, il suo accorato appello.

      Benedetto era ridicolo in 140 caratteri, Francesco è patetico.

      Che si dica a Francesco che i dottori inglesi vanno alla messa in latino, che sono contrari al concubinato e che pregano a mani giunte! E se non cede, allora facciamolo uscire dai gangheri: gli si dica che i medici inglesi non sono d’accordo ad ospitare giovani ed aitanti immigrati in hotel a 4 stelle: vedrete come si arrabbia, come depone il telefonino e verga di suo pugno un’esortazione apostolica, pronuncia un dogma ed indice un concilio straordinario per difendere la vita senza “se” e senza “ma”.

      Un tuit, ha scritto. Un tuit.
      Ma per favore…

      • Alessandro2 ha detto:

        Aridatece Pio Dodici. Spesso leggo su Riscossa Cristiana i suoi (lunghi, lunghissimi, mai banali) discorsi e, al di là del linguaggio un po’datato, li trovo puro balsamo spirituale. E spesso sono ammonimenti profetici validissimi per l’oggi.

  • Francisca ha detto:

    Straordinario Super ex. Sempre così!