OGGI IL VERDETTO SU ALFIE. APPELLO AL PAPA, MAIL E TELEFONATE A SANTA MARTA E IN SEGRETERIA DI STATO.

1 marzo 2018 Pubblicato da --
Marco Tosatti

Oggi alle 13 si attende la sentenza di appello per la vita di Alfie. E nel frattempo continua e si intensifica il mail bombing e le chiamate verso Casa Santa Marta e il Vaticano (la Segreteria di Stato) per chiedere che la Santa Sede chieda che l’uccisione del piccolo non avvenga, e che non si strumentalizzino per un fine di morte le parole che il Pontefice ha rivolto a novembre in occasione di un appuntamento della Pontificia Accademia per la Vita. Che proprio in questi giorni sta svolgendo un convegno sulle cure palliative. La mobilitazione per chiedere un a parola che provenga dai Palazzi Apostolici deve essere notevole, e prende la forma, oltre che di e-mail e di lettere, anche in telefonate dirette. Vi riportiamo qualche commento di chi ha scelto questa strada, da cui si capisce che la pressione sulle suore centraliniste a Santa Marta e sui monsignori della Terza Loggia è alta.

Pubblichiamo il volantino del primo appuntamento italiano di preghiera per Alfie, che si svolgerà a Genova stasera.

“Mi ha risbattuto di nuovo la segreteria in faccia. Mi ha già detto che non ne possono più, che sono arrivati tanti appelli e che lo sanno che è così…Ho detto cercate di fare in modo che il santo padre sappia questa cosa…”.

“Anch’io la ho fatta. Ma non ho capito. Mi ha risposto una tipa, le ho detto tutta la trafila e poi si è attaccata una segretaria per i messaggi”.

“Mio fratello ha telefonato in Segreteria di Sßtato e gli hanno risposto duramente. Domani li chiamo anch’io”.

“Ho telefonato in Segreteria di Stato (passando dal centralino 066982, e chiedendo la Segreteria di Stato affari generali). Chi mi ha ascoltato (francese o inglese) ha risposto seccamente che devo rivolgermi al mio vescovo diocesano, che vedrà lui come fare. Non ho avuto la prontezza di reagire che si vergognasse di uno scaricabarile del genere, visto che per la prima volta nella storia, uno Stato motiva ufficialmente una sentenza di morte di un bambino malato con il sostegno, se non mandato, papale. Gli ho comunque risposto che lo farò, ma che devono attivarsi loro in Vaticano, perché il problema non è mio né del mio vescovo. Ha risposto che riferirà..”..

“La storia chiederà conto alla Chiesa di questa vicenda orrenda”.

“A me hanno risposto di mandargli una lettera che le Poste Italiane lavorano bene. E poi mi detto di lasciare un messaggio in segreteria telefonica, cosa che ho fatto”.

 

“Non so chi riceve la presente ma mettete a conoscenza per cortesia ,Papa Francesco di questa mia,grazie !(ho anche telefonato alla resp. Sala Stampa )
 
è urgente e doveroso porre argine alle strumentalizzazioni su alcune enunciazioni fatte alla Pontificia Accademia per la Vita  con semplici ma urgenti precisazioni in modo che NESSUNO possa trincerarsi dietro interpretazioni parziali ed estrapolate dal contesto e dalle intenzioni stesse di chi le esprime ,in questo caso urge divieto di “appropriarsi” di dichiarazioni di Papa Francesco per avvallare e giustificare una vera e propria EUTANASIA del piccolo Alfie Evans che sarà a breve TERMINATO!
lasciare vagare l’errore con le sue tragiche conseguenze è ,alla lunga ,rendersene complici !
Cordiali saluti in Cristo Gesù!”.
  


Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.

LIBRI DI MARCO TOSATTI SU AMAZON

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo.

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

83 commenti

  • Claudius ha detto:

    Notizie su questo bambino? Cosa e’ stato deciso poi?

    • Lo spettro di QC ha detto:

      La corte si è riservata di decidere sia sull’ammissibilità dell’appello sia sul merito. Dovrebbe uscire qualcosa in una decina di gg.

      Ps l’avvocato dell’ospedale si chiama QC come me… 🙁

  • Maria Cristina ha detto:

    “Senza schiamazzi il papa e’ gia’ intervenuto” dice il signor G . Sattler. Come dire , smettetela di criticare, il papa e’ discreto, fa le cose senza sbandierarle, e’ il suo stile minimalista, il papa si attiva per salvare il povero Alfie senza dirlo, un po’ come Pio XII salvava discretamente gli ebrei. Ma e’ proprio così?
    Vorrei chiedere al sig. G.Sattler : allora perche’ in altre occasioni , in altri contesti , il papa e’ intervenuto con grandi schiamazzi per non dire pubblicita’ mediatica? A volte gli schiamazzi ci vogliono e altre volte Invece sì deve far tutto in silenzio e in privato?per i migranti e lo ius soli grandi schiamazzi, per i valori non negoziabili silenzio discreto? A Lampedusa in MONDOVISIONE per dare risalto all’ evento mentre sui casi che dividono L’ opinione pubblica su eutanasia un atteggiamento defilato?
    Non e’ anche questa una precisa scelta, una strategia?

    • Marco 2 ha detto:

      Maria Cristina, chiedendosi se “sia proprio così” , nei confronti dell’ipotesi che il papa abbia usato la dovuta discrezione, lei mette in evidenza di non avere certezze a riguardo. Di conseguenza anche tutte le sue ipotesi sulle possibili colpe del papa non poggiano su alcuna certezza. Mi scusi, ma le pare un comportamento onesto?

      P.S. Che a volte sia necessario far sentire la propria voce, altre volte invece parlare in modo dimesso, mi sembra una cosa talmente ovvia da non poter nemmeno essere messa in discussione.

      • G. Sattler ha detto:

        Sig. Marco, nella logica di questi signori, il Papa avrebbe sbagliato SIA se avesse ”alzato la voce” SIA se avesse scelto la discrezione. Nel primo caso, avrebbe voluto mettersi in mostra per farsi idolatrare come un divo, nel secondo sarebbe stato un suggeritore occulto dell’eutanasia.
        L’aspetto positivo è che questo atteggiamento capriccioso è confinato ad una porzione talmente infima dell’umanità, da renderlo meno noioso di una zanzara maschio.

        • Kosmo ha detto:

          Per la serie “chi sei tu per giudicare?”…
          A parte l’ennesima contraddizione, come non ricordare il “capolavoro diplomatico” di Bergoglio, la riappacificazione USA-Cuba… Adesso sì che i cubani sono liberi e felici…

  • g.vigni ha detto:

    Sig. Sattler, ( non posso scrivere egregio perché , lei m’insegna, vuol dire fuori dal gregge),
    domande terra, terra: la silente, politicamente corretta, iniziativa del papa è riuscita ? A che pro ?
    Mencken ci può aiutare : un idealista° è uno che, notando che una rosa odora meglio d’un cavolo, ne conclude che se ne possa cavare una minestra migliore.
    Sua santità è il vicario di Cristo o di Andreotti ? Cum grano salis, Andreotti almeno, era spiritoso.
    Lei dice che qui si “schiamazza”, mettendola in greco evangelico “βοῶντος” , sospetto che sia una traduzione un tantino osè.
    Mi spiego: il cristianesimo è nato da schiamazzanti, uno, un energumeno ricoperto di pelli, buongustaio di locuste, schiamazzava in giro. Poi venne un Galileo, che schiamazzava a più non posso, senza ritegno ed i ben educati, parlanti a bassa voce, feriti dai decibel, dopo averlo ridotto come un cencio lo spillarono su due travi. Anche all’altro schiamazzante non andò meglio, fu accorciato.
    Gli schiamazzi, ahimè, però continuarono, sempre più forti e gli amanti dell’ovattato silenzio, sempre politicamente corretto, usarono e usano, tutti i mezzi per mettere fine all’urlio. Belve, fuoco, acqua e via tacitando.
    Lei gira il coltello nella piaga e: sfidare un giudice che deve tirare la monetina per decidere di una vita, sarebbe un atto di enorme irresponsabilità. Solo degli irresponsabili non arrivano a capire una logica così ovvia.
    Torniamo al Galileo, certo un bell’irresponsabile, sfidare un Caifa ed un Pilato, assolutamente illogico.
    E anche qui, ahimè, gli irresponsabili ed illogici sfidanti hanno prosperato: quidam de populo, papi, re, donnicciole, intere etnie…..
    Bel coacervo di minchioni. Come se non bastasse, sono arrivati a codificare delle opere di misericordia dove in quelle spirituali si legge, massimo dell’irresponsabilità: ammonire i peccatori. Che casinisti.
    Sig. Sattler, se ha tempo, tra un conato di vomito e l’altro, presti orecchio allo schiamazzo di Alfie,che diventerà brusio e poi rantolo .
    Amen, amen.

    G. Vigni

    ° “idealista” nella fattispecie, è assolutamente non adeguato. Meglio “ gran marabutto “.

    • Adriana ha detto:

      @ Vigni . Non si poteva dir meglio ! Stile alto dell’ironia ! Richiamo inappuntabile alla Fede.

    • G. Sattler ha detto:

      Sig. Vigni mi chiami pure come preferisce. Non c’è bisogno di scomodare Nostro Signore per decidere come debbano essere gestite certe relazioni, se schiamazzando o con discrezione.
      Poi, non ottiene nulla? E con gli schiamazzi cosa ottiene? Che peggiora la situazione e quelle future.
      Gli elementi per comprenderlo glieli ho dati tutti. Dopodichè usi il suo cervello come preferisce.
      Arrivederci.

  • Vitmarr ha detto:

    Mettiamo in ordine i fatti:
    1) il bimbo ha una malattia a detta dei medici incurabile.
    2) i medici decidono di interrompre le cure previa sentenza di un giudice.
    3) il giudice decide per l’eutanasia anche per quanto papa Francesco aveva esperesso in passato.
    4) segue un appello affinché la vita del piccolo venga salvata
    5) anche per l’iniziativa di questo blog c’è una forte pressione affinchè il Papa chiamato in causa dal giudice si pronunci in favore o smentisca.
    6) Il papa rimane in silenzio , anche se sembra che di sua iniziativa alcuni medici del Bambin Gesù siano andati in Inghilterra.
    C’ è una sola spiegazione a questo comportamento, spiegazione che ogni persona di normalissima intelligenza può capire: il papa è personalmente favorevole all’eutanasia ma non può e non vuole dirlo e non vale la pena di enumerare di nuovo i motivi della sua ambiguità proprio in questo blog.

    • Lo spettro di QC ha detto:

      C’è una sola spiegazione per quello che scrivi: sei semplicemente matto!

      • Adriana ha detto:

        @ Spettro Perchè ? Motivare , prego. Colgo l’occasione per sottolineare l’abitudine di certi bergogliosi , a parole,di rispondere solamente a uno dei rilievi dell’interlocutore,trascurando quelli che non fanno comodo . Concedendo a sé esternazioni di pancia ma beffando e censurando quelle altrui. .A proposito : i nipotini terribili sono quelli di Paperino . E’ Giamburrasca col dittamo della zia Betta . Non enfatizziamo il nipotino come “terribilmente indegno” : non è l’antieroe del Teatro della crudeltà di A. Artaud . E’ solo uno che si esprime un po’ così ad imitazione del Capo .

        • Lo spettro di QC ha detto:

          Zia Adriana, dei bergogliosi in generale puoi dire quel che vuoi, ma che io non sia prodigo di argomenti non puoi proprio dirlo. Di solito a te rispondo solo alle affermazioni contenute nelle prime tre righe dei tuoi messaggi, perché a partire dalla quarta comincio a non capire e ad andare in crisi mistica.
          Nel caso particolare, credo non servano particolari commenti per vedere la mancanza di consequenzialità logica tra i punti in elenco e la conclusione.
          Sicché penso di poter consigliare all’estensore di impegnarsi, anziché a fare ordine nei fatti, a fare ordine nella sua testa.
          Se poi fosse solo un problema di messaggio scritto male, potrà sempre evidenziare i connettivi logici attualmente carenti ed eventualmente mi esprimerò in maniera circostanziata.

          • Adriana ha detto:

            @ Spettro Insomma : se uno scrive come gli viene ,è troppo ignorante : è un caciarone irrispettoso uno che la butta sul leggero . Chi cerca di far combaciare dati dottrinali è un mattone . Se uno parla col cuore è un superstizioso… Sei l’Oscar Wilde del Blog ? In stile e dottrina sei , come lui e più di lui , il “Signore della Parola “? Ma si, dai, comunichiamo con emoji !

  • Lucy ha detto:

    Ho notato che da un po’ di tempo è cresciuto il livello degli insulti agli amici del blog .Si va da un innocuo “avere le idee confuse ” a ” idrofobicamente avversi ” fino a”quoziente intellettivo infimo ” e ” fare schifo “.Che fare ? Niente , continuare come fosse acqua sulla lavagna e rallegrarsi del buon segnale.Come diceva il card. Ruini “meglio contestati che irrilevanti ” con la differenza che ora non sono contestazioni ma insulti.

    • Lo spettro di QC ha detto:

      Lucy, idrofobi è mia, ma l’ho sempre detto con simpatia.
      E con quello che mi sono sentito dire io su di me e mia mamma, direi che “far schifo” è proprio poca cosa….

  • Nicola ha detto:

    Posto questo link con tutta una serie di contatti email della Santa Sede che ho già bombardato di e-mail qualche giorno fa.

    http://www.unavox.it/indirizzi.htm

  • G. Sattler ha detto:

    Gentili signori, voi schiamazzate pretendendo che il Papa faccia altrettanto. Forse non sapete che, senza schiamazzi, il Papa è già intervenuto quando eravate presi a criticarlo per altro e non seguivate la vicenda nemmeno col binocolo. L’oggetto della causa, casomai non lo sapeste, riguarda la richiesta di trasferimento del bambino in un ospedale vaticano (i cui medici sono già intervenuti in loco per le valutazioni del caso). Non c’è bisogno che vi spieghi su impulso di chi quell’ospedale è intervenuto.
    Il silenzio ostinato del Pontefice si spiega facilmente: se come capo di stato si ingerisse pubblicamente nell’attività di un tribunale straniero, l’effetto sarebbe quello di neutralizzare le già scarse chance di vittoria dei genitori di Alfie. E questo avrebbe sicure ripercussioni sui processi futuri. Sfidare un giudice che deve tirare la monetina per decidere di una vita, sarebbe un atto di enorme irresponsabilità. Solo degli irresponsabili non arrivano a capire una logica così ovvia.
    Continuate pure col vostro ipocrita brusio. Sappiate che provocate un po’ di schifo in chi legge i vostri commenti. Sappiate anche che si vede benissimo che vi interessa più il Papa di questo bambino.

    • Mary ha detto:

      In quanto a schifo, tu non sei da meno. che bisogno c’è di usare questi termini?
      Per seconda cosa aggiungo che per salvare una vita, valga davvero la pena sfidare un giudice, anche se di stato straniero.
      Il piccolo Alfie ha tutto il diritto di morire (se la sua malattia fosse davvero inguaribile) di morte naturale, quando Dio vorrà.
      Perché non metti il link che certifichi che il papa è davvero intervenuto?

      • G. Sattler ha detto:

        Le avevo scritto una chiarificazione sull’assurdità e irresponsabilità del suo approccio, ma il moderatore deve aver deciso di non pubblicarla. Spiacente.

    • EquesFidus ha detto:

      Piccolo dettaglio: bastava dire (non necessariamente da parte del Pontefice) che l’uso delle parole pontificie per giustificare l’omicidio di questo bambino era totalmente fuorviante e al di fuori del loro reale significato e che l’eutanasia era e resta un peccato mortale (ed, in questo caso, pure uno che grida vendetta al cospetto di Dio, dato che si tratta proprio di uccidere un innocente). Anche senza riferirsi direttamente al bimbo in questione.

    • Claudius ha detto:

      E’ intervenuto come, il papa?
      E tu, come lo sai?

      • G. Sattler ha detto:

        Come lo sanno tutti quelli che hanno seguito la vicenda. Voi non l’avete seguita se non adesso che c’è da fare baccano per via dell’abuso di parole del Papa (e lo fate al solo scopo di impallinare il Papa). Che siete del tutto alieni a queste problematiche, ne è prova evidente il fatto che non ho visto nominato da nessuna parte Isaiah Haarstrup, che vive vicende analoghe in questi stessi giorni e sempre in Inghilterra.
        Non essendoci notizia di ”implicazioni” papali, il vostro interesse al riguardo è pari a zero.

      • Lo spettro di QC ha detto:

        Claudius, da quel che leggo, medici del Bambin Gesù (che dovrebbe essere l’ospedale vaticano cui si fa riferimento) sono andati in Inghilterra per valutare le condizioni di Alfie. Pare che anche loro abbiano dovuto, purtroppo, riscontrare l’inutilità di ulteriori terapie, ma l’ospedale avrebbe comunque dato la disponibilità a farsi carico del bambino per il percorso “palliativo”, senza interruzione dell’areazione.
        Il processo dovrebbe riguardare anche questa possibilità di trasferimento in Italia, che per ora sarebbe stata scartata perché metterebbe a rischio il bambino. Se non sbaglio anche per Charlie Gard si era assistito ad una decisione paradossale come questa: per evitare che muoia in aereo, lo lascio in ospedale, dove gli stacco le apparecchiature e lo faccio morire lo stesso……. (paradosso apparente, che nasconde una scelta ideologica).
        Credo che il nostro ospite ravvisi la manina del Papa o del Vaticano nell’intervento dei medici e del Bambin Gesù.

        • Mari ha detto:

          Se quanto tu scrivi corrisponde a verita’ (e me lo auguro sinceramente) mi sarei aspettata anche una manifesta volonta’ di renderne quanto piu’ possibile informata l’opinione pubblica del sostegno alla posizione dei genitori cattolici, visto che per opporvisi si e’ pensato bene di tirare in ballo il Papa. La verita’ deve essere conosciuta, non nascosta sotto il moggio.

        • deutero.amedeo ha detto:

          Spettro!
          Pare è equivalente a si dice . Non è una certezza e su una non certezza si possono solo fare supposizioni, ipotesi… e niente di più.

          • Lo spettro di QC ha detto:

            Deutero avendolo letto da giornali, per me rimane un ”pare”, perchè considero i giornalisti geneticamente bugiardi (tranne l’Abbè Tosatti la cui inerranza e veracità sono dogmi di fede).

    • Gian ha detto:

      E tu chi sei per fiondarti con questi termini, il nuovo predicatore quaresimale inviato da santa Marta? Chi ha provocato tutto questo scompiglio, che non si può più fingere di non vedere, quelli che “con i loro commenti provocano un po’ di schifo”?

      • Lo spettro di QC ha detto:

        E tu chi sei per….

        Nostalgia: ricordo la prima volta in cui l’hai detto a me…sarà stato luglio o agosto….non ero ancora uno spettro….
        Mi ha commosso….

        • Adriana ha detto:

          @ Beh! ma … che strane propensioni per il piacere/ sofferenza di sentirsi umiliati … Sacher torta o Sacher -Masoch . E’ bene che GIAN prepari le pantofole.

    • Adriana ha detto:

      Gentile G Sattler , perdoni se rispondo ” a casaccio ” su alcuni degli argomenti da Lei toccati . Il disgusto che lei manifesta per gli untermenschen di questo Blog si estende in un parossismo di pessimismo ad ” un giudice inglese che deve tirare la monetina per decidere di una vita “. Questa , Non èper Lei , è la funzione dei giudici inglesi ? Mi auguro che tale opinione non cada sotto gli occhi di “quel ” giudice che avrebbe tutto il diritto di indignarsene. Appare talmente falsa la Sua tesi che tale magistrato ha ritenuto opportuno citare le parole del Capo dell’Entità concernenti tali casi : per non sbagliare . Non è colpa sua se tali parole appaiono ispirate a un principio di “odiernità”, quel principio secondo cui ogni fenomeno va giudicato in base alla conformità al presente piuttosto che alla Verità ,-la quale per esistere deve perdurare-. Il Suo attaccamento al reale Le fà dare come “scontata” una lunga serie di processi simili ; processi dove “la vittima “non ha alcun diritto di difesa . Certamente gli Spartani buttavano giù dal monte Taigeto i bambini difettosi , senza processi o diatribe . Non sproloquiavano si “diritti umani “, non possedevano l’arma della “tecnologia”. Faccende che oggi complicano la vita di tutti ,ma specialmente di quei potenti che , per il loro ruolo ,dovrebbero portare un po’ di chiarezza ai loro popoli , non credere di aver intercettato la modernità mostrando di aver concepito un “nuovo assoluto” da accogliere senza riserve in cui immergersi e naufragare , un nuovo mito (vedasi i “popoli mitici “) . “Il mito è una parola rubata e restituita . Solo che la parola riportataci non è più interamente quella sottratta” (Barthes ). Che cosa sia per il Capo dell’Entità mi pare molto oscuro .Quanto al suo operare con diplomazia celata , direi : il minimo che possa fare . Ma proprio quel minimo che gli permette di non smentire il proprio new speach. Quel linguaggio che esprime non solo il suo parere di Vicario di Cristo , ma, se permette , di tutta l’Ecclesia , quindi anche nostro. Di noi ,piccoli tralci della vite , che riusciamo a conoscere le cose con inevitabile ritardo -non colpevole- rispetto a chi vive addentro alle secrete cose , come deve esser Lei (“indegnamente” usavano dire i Gesuiti d’antan ). Da una irrilevante cristiana ,”indegnamente” cattolica . Laudetur J.C.

      • Lo spettro di QC ha detto:

        Ciao Zia Adry, vi lascio alle vostre polemiche. Solo una piccolissima chiosa: dire che un giudice decide tirando la monetina è un eufemismo (questo lo fanno quando sono troppo impegnati con il tennis in orario di lavoro e non hanno voglia di decidere). In linea di massima, i giudici decidono in base al principio cd. del “a cacchio loro”: un mix originale di diritto, ideologia, simpatia personale, pressioni ricevute, umori del coniuge, problemi relazionali coi figli, ecc. che si trova consacrato nel comma terzo dell’art. 101 della Costituzione dopo le parole “i giudici sono soggetti soltanto alla legge” (è un comma scritto con l’inchiostro simpatico, quindi noi non lo vediamo e lo vedono solo i giudici, perché lo sanno) . Da qui il famoso brocardo “tot capita tot sententiae”.
        Considera poi che i tribunali inglesi hanno poco diritto scritto e molto diritto pretorio, quindi – salva l’esistenza di una consolidata tradizione giurisprudenziale, che nel caso manca – l’area del “a cacchio loro” si accresce esponenzialmente (e si creano precedenti vincolanti per i giudici che si occupano della questione successivamente).
        Torno alle mie preghiere e mi riprometto di usare il tuo sermone eckartiano (per quanto complicato) per le mie meditazioni odierne. Vedrò la luce trasfigurante??
        🙂

        • Kosmo ha detto:

          Chi se lo aspettava uno Spettro “berlusconiano”??
          XD 😀 XD

        • Adriana ha detto:

          @ Spettro : contraddizione logica nelle 2 comunicazioni .”Paradosso apparente ” in realtà : scelta ideologica (degli inviati papali ) ? ” Tot capita tot sententiae ” , cosa nota per quanto riguarda il tipo di Diritto inglese ( che non significa descrivere i giudici di quel paese come caricature fantozziane ) ; in questo post quel che pare ti sfugga è quanto la nuova libertà di discernimento colluda con il precedente irriverente : “Tiro della monetina ” . Il new speach , cui appartiene il Discernimento , serve a bandire tutte le forme di opposizione rispetto all’Ordine Dominante , inducendo i prigionieri ad amare le proprie catene credendosi liberati . Non è certo una sovrastruttura. Da una “indegnamente ” zia a un alquanto”indegno” nipote.

          • Lo spettro di QC ha detto:

            Zia sono troppo indegno per comprendere tutto il messaggio.
            Sul paradosso apparente e la scelta ideologica mi riferivo all’atteggiamento dei giudici.
            Paradosso: non ti faccio andare in Italia se no rischi la vita, mentre decreto di toglierti i presidi e così perdi la vita di sicuro
            Scelta ideologica: la logica paradossale di cui sopra serve a mascherare l’applicazione di un criterio ideologico, per cui, se non sei curabile muori e devi farlo in fretta.

        • Kosmo ha detto:

          Bene, ammettiamo per un attimo che sia giusto starsi zitti per non indispettire un giudice inglese (quanta poca considerazione della legislazione, ma passi…).
          Con Charlie Gard ha funzionato? NO!
          E allora tanto vale farsi sentire, tanto più che il suddetto giudice ha ti ha messo in bocca parole che IN TEORIA non dovrebbero stare nè in cielo nè in terra in bocca ad un papa, no?
          Poi non si capisce perchè la medesima strategia non la applichi per esempio nel caso dei c.d. “migranti”: ne parla ad ogni piè sospinto, eppure quelli che odiano i “migranti” sono un tantinello più pericolosi di un giudice inglese. Stessa cosa per i terribili confessiori-torturatori di povere anime che vivono nel peccato e che, ahimè, non possono riunciarci, a costo di sofferenze peggiori. Potrebbero inasprire acora di più le torture a quei poveri concubini che non vogliono rinunciare alla seconda, terza, quarta moglie e/o amante… E che dire dei mafiosi?

          • G. Sattler ha detto:

            Lascio perdere il resto che non mi interessa e vengo al dunque.
            Non si tratta solo di non indispettire. Anche!
            Il punto che faticate a cogliere è questo: il giudice (indispettito o meno) riporta a una regina, che è anche capo di una chiesa. Quella chiesa è forse la più antiromana: anglicanesimo+protestantesimo e ritiene legittima l’eutanasia almeno dal 2006. L’inghilterra è anche un paese fortemente nazionalista.
            Se un capo di stato estero, che nel contempo è capo della chiesa romana, che pretende di essere un’autorità morale internazionale, intervenisse pubblicamente per condizionare lo svolgimento e l’esito di un processo, secondo lei la monarchia inglese come reagirà?
            Lascerà passare la cosa come niente fosse o reagirà in modo contrario al Papa, condizionando il processo nel senso opposto, per difendere la propria sovranità statale, nazionale e religiosa?
            A me la risposta sembra scontata.
            Quindi, la soluzione pratica quale dovrebbe essere? Far casino lo stesso o cercare vie che non ”obblighino” l’inghilterra a reagire drasticamente? In gioco, torno a ripetere, c’è una vita umana, ci sono verdetti futuri, c’è un’impronta politica che potrebbe indurirsi.
            È il clero locale, insieme ai laici di tutto il mondo, a dover fare casino. Non il Papa o qualche suo emissario ufficiale.

          • Kosmo ha detto:

            “dimentichi” che la stessa cosa è stata fatta prima, e starsi zitti non ha fatto conseguire alcun risultato!
            Quindi tutto il tuo discorso decade (a parte l’assurdità di governanti di paesi occidentali che si farebbero i “dispetti” e di INDIPENDENTI tutori e amministratori della legge che non sopporterebbero reazioni da parte di colui che ha citato in precedenza).
            “il resto” non ti interessa perchè non sai come rispondere…

          • Kosmo ha detto:

            …non sopporterebbero reazioni da parte di colui che ha citato in precedenza…

            scusate gli errori

          • Kosmo ha detto:

            E infine, cosa cambierebbe, di grazia, se fosse il clero locale, ad intervenire? Sempre “emissari” del papa sarebbero…
            A meno che tu non ti riferisca come “clero locale” agli Anglicani, ma quelli hanno accettato di tutto (e infatti sono ai minimi termini), accettano pure l’eutanasia.

          • G. Sattler ha detto:

            Due cose: non rispondo su migranti e adulteri perchè non è il tema su cui sono intervenuto e non mi interessa particolarmente parlarne qui. L’altra, i vescovi cattolici inglesi non possono essere considerati emissari del Papa: sono capi delle chiese locali. Per emissari intendevo gente o uffici della Curia romana. È un po’ diverso.

          • Kosmo ha detto:

            Anche io: il paragone è perfettamente calzante, perchè si giustifica l’apparente afasìa del papa con fantomatiche “rappresaglie” che potrebbero verificarsi. Tale prudenza non viene osservata dal papa quando tocca gli altri temi però, eppure il “pericolo” è lo stesso. In USA sono protestanti, “nemici” del papa quanto gli anglicani, eppure il papa non ha lesinato critiche già all’ancora candidato Trump (e a continuato anche dopo l’elezione). Eppure anche Trump si sarebbe potuto “indispettire” per le critiche e esasperare i provvedimenti contro gli immigrati clandestini (e delinquenti, non dimentichiamocelo). Questa paura GUARDA CASO decade, in questo caso.

            i vescovi cattolici inglesi non possono essere considerati emissari del Papa: sono capi delle chiese locali. Per emissari intendevo gente o uffici della Curia romana.

            E, di grazia, dove starebbe la differenza?

            In conclusione, è solo una patetica scusa, come lo sono state nel corso degli anni :”ha male alle ginocchia”, “non capisce bene l’italiano”, “non conosce l’orientamento dei giornali italiani”, “non sa chi Scalfari”…

      • Adriana ha detto:

        Err.Corr. “questa è per Lei la funzione di un giudice …”. Ribadisco che proprio le Sue parole suonano irritanti per qualunque magistrato ; che le preghiere degli untermenschen vanno proprio al bambino , alla sua vita terrena e ultraterrena . Che gli altri casi sono ancora non noti . Vorrà , per carità cristiana, premurarsi di darcene contezza? In fondo anche noi facciamo parte del “popolo mitico”.

        • G. Sattler ha detto:

          Le mie parole sono semplicemente realistiche. Ovviamente non ho detto che quella è la loro ”funzione”. Ho detto che è quello che fanno. Non fraintenda, grazie.

          • Adriana ha detto:

            @ G. Sattler Perdoni ,ma che significa “realistiche”? Si è forse documentato sulle sentenze di “quel ” giudice ,oppure e anche di tutti o della maggior parte dei giudici inglesi ? C’è differenza tra una ipotesi realistica e la realtà.

          • Lo spettro di QC ha detto:

            Zietta, scusa, non essere speciosa. Che i giudici siano una brutta razza che giudica a capocchia è cosa nota. Le statistiche danno ragione al nostro ospite.
            Se hai qualche parente in magistratura sono sicuro che è persona specchiatissima e che fa eccezione alla regola.

    • G.Gervasi ha detto:

      @ G. Sattler
      … provocare “un pó di schifo”: mi piace l’espressione
      di Sattler! Mi ha sorpreso “un pó”, per la veritá, non sapendo che ci fossero gradazioni dello schifo, che
      di solito qualcosa o qualcuno fá “sic et simpliciter”.
      Per esempio, la lettera bergogliosa all’APV fá semplicemente schifo o fá “un grande schifo”?
      Che ne direbbe il Sattler?
      Chiaro é che costui dev’essere veramente schifato
      dai critici del loquacissimo Maximus, che in questo
      caso ha scoperto il valore del silenzio. Che abbia letto Sarah? I critici, infatti, non si sanno capacitare di una reazione talmente atipica da parte del Dolce.
      Perché non una telefonatina al giudice di Sua Maestá Britannica, pressapoco cosí:
      “Buongiorno, giudice! Qui Papa Francesco … Ti volevo soltanto chiedere se non fosse il caso di soprassedere
      alla sentenza di morte per quel baby. Non sai che casino
      mi stanno facendo i miei critici ipocriti! Perché non lasci
      perdere per un pó di tempo, sai dopo due settimane al massimo la gente dimentica. e poi decidi in tutta fretta
      in modo che la gente se ne accorga solo post factum?
      Ai funerali faró rilasciare una dichiarazione di dolore
      a nome mio dal Parolin e faró dono di un Teddy Bear
      per la tomba del piccolo. Tutti i bambini del mondo ne saranno entusiasti e io saró il loro papocchio favorito.
      Mi faresti un vero favore! Io cerco, come sai, di venirvi incontro con le mie geniali ambiguitá. Non dimenticare, poi, la mia trovata sul discernimento, eh! Sarebbe ora che anche i giudici ne apprezzassero le enormi possibilitá d’applicazione e me ne dessero credito.
      Facci un pensierino, ti prego!
      Bé, adesso devo veramente rimettermi al lavoro: stó
      cercando, con l’aiuto di Chiodi, di trovare una formula abbastanza ambigua sull’eutanasia, che la vieti ma anche
      la permetta, in modo da non fare inc…zare i soliti casinisti rigidi ed ipocriti. Speriamo che Parolin non mi metta un bastone tra le ruota. Bé, ossequi alla regina. Ciao! Qui
      Papa Francesco.”
      Fine della trasmissione!

      • Gian ha detto:

        Molto verosimile Gervasi, complimenti. Ancora troppi inconsapevoli, più o meno consapevoli, si pretendono abbagliati da così tanta gesuitica doppiezza, che sta frantumando il poco di buono rimasto. Non può durare molto.

      • G. Sattler ha detto:

        Da come la butta sul buffonesco, credo di averci visto giusto nel mio primo commento. Grazie per il conforto.

        • Gian ha detto:

          Non merita altro infatti.

        • G.Gervasi ha detto:

          @ Sattler (02.03.18/11:22 a.m.)
          Si vede che i teutonici sono sul piede di guerra
          con il “sense of humour”, e per capire l’ironia
          di un commento hanno bisogno di ore, se non di giorni.
          Lasciamo tempo al tempo, prima o poi anche Sattler
          ci arriverá, arrancando, magari, ma ci arriverá.
          Ció che condanna il Sattler definitivamente, peró,
          é il suo errore fondamentale di confondere l’ironico col buffonesco.
          Non si direbbe che la cultura umanistica negli ambienti clericali teutonici sia molto avanzata.

    • deutero.amedeo ha detto:

      A me sembra che si tratti di ben altro che di ipocrita brusio. Inoltre le pressioni fatte dai fedeli per sollecitare un intervento del Papa a favore della continuazione delle cure (dove sia più opportuno è poi una questione da medici, non da Papa) abbiano anche la funzione “politica” di dare più forza alla richiesta stessa.
      Trovo anch’io deplorevole la mancanza di garbo dell’intervento del sig. Sattler. Se è in possesso di notizie rassicuranti, le dia senza fare tanti sgraziati commenti.

      Et de dei Misericordia numquam desperare. Questo è il mio personale augurio a tutta la famiglia vittima di questa dolorosa vicenda.

  • L'osservatore brembano ha detto:

    Vaticano. «Solo in Cristo c’è salvezza. Attenti alle nuove eresie»
    Riccardo Maccioni giovedì 1 marzo 2018
    Dalla Congregazione per la dottrina per la fede una lettera a tutti i vescovi: l’uomo non può salvarsi da solo, no al neopelagianesimo e all’agnosticismo. «La Chiesa luogo della salvezza»

    Una volta…… ai tempi di mio nonno. Non adesso, purtroppo.

  • Sergio Recchi ha detto:

    Ho telefonato a Santa Marta: mi hanno messo in segreteria telefonica: tutto qui!

  • Lo spettro di QC ha detto:

    Buonasera Dott. Tosatti,
    ci sono notizie sul verdetto? In rete non trovo ancora nulla….

  • Roberto D'Ostilio ha detto:

    Grande smarrimento, come quando manca un genitore.
    Grande sgomento e grande tristezza. Sono cresciuto sentendomi parte della Chiesa Cattolica, soprattutto quando riuscivo a riconoscere i miei errori, pentirmene e potevo tornare a ricevere di nuovo il SS Sacramento.
    Ho sempre rifuggito i luoghi comuni politici e sociali. Le “mode” e le chiacchere. Ma oggi mi sento come abbandonato. Prego ma la sensazione di solitudine mi riprende appena termino.

  • martina ha detto:

    Parole e telefonate sprecate! È demoralizzante che, per tentare di salvare un bambino, bisogna disperatamente aggrapparsi al telefono per mobilitare chi ha il dovere di parlare e far tremare le colonne ideologiche della cultura della morte, che ormai soffia anche in tutto il Vaticano! Perché continuiamo ad illuderci di dover coinvolgere Bergoglio? È tristissimo doverlo ammettere, ma a santa Marta hanno altre priorità.

  • Alessandro2 ha detto:

    Salviamoci: gridiamo dai tetti questa colpa commessa da fratelli ignari, magari in buona fede. Salviamo anche loro, correggendoli.
    OT ma non troppo: leggete su Vatican Insider l’intemerata di Sarah. Un voce fuori dal coro: https://goo.gl/HKnUQg

  • Mari ha detto:

    Credono di decidere io tuo destino piccolo Alfie: ma sappiano che, scegliendo cosa fare di te, stanno anche scegliendo il loro destino.
    E, se ti negheranno il diritto a vivere, forse stanno scrivendo la sentenza della loro condanna (eterna) : sia chi, attivamente,lascerà che ti tolgano la vita, sia chi non griderà, alto e forte, che stanno commettendo un crimine contro un piccolo essere umano indifeso, innocente e sofferente.

    • Roberto Ceccarelli ha detto:

      @ Mari
      E’ esattamente in questi termini che ho rivolto il mio appello a Papa Francesco.
      Ho cambiato il mio stato d’animo di rapportarmi a lui dopo aver letto e meditato che anche se dovesse meritare di perdere l’anima a me compete si la riprensione, anche dura e cruda, ma soprattutto pregare per la sua conversione perché il giudizio non mi appartiene, è esclusiva prerogativa di nostro Signore.
      Sia lodato Gesù Cristo!

  • deutero.amedeo ha detto:

    Altro che cintura nera…. Forse gli starebbe bene il titolo di campione mondiale di slalom.

  • Flora ha detto:

    Cos’ha fatto o detto il Sommo per Charlie Gard? Vi risulta qualcosa? Il nulla più assordante! Cosa farà per quest’altro piccolo angelo? Nulla di più di quel NULLA! COSA HA DETTO FATTO URLATO DA QUELLA FINESTRA AD OGNI ANGELUS? Allora non si capisce che cosa speriamo da quella parte! Rivolgiamoci al Cielo e alla nostra Mamma Celeste che sentirà anche il più piccolo, flebile gemito. Che il Signore abbia pietà di lui! Qui c’è un piccolo Lazzaro che vorrebbe almeno le briciole dal ricco Epulone, tale Bergoglio. Che non si risvegli da questo sonno apostatico troppo tardi per lui! Avrà celebrato la messa stamani? Come avrà commentato il brano del Vangelo? Avrà detto che gli immigrati sono tutti Lazzaro? Temo proprio di sì. Da lì non si schioda. Cosa volete che gli importi di un esserino là in un ospedale inglese quando c’è da occuparsi e preoccuparsi di questi energumeni di due metri che poverini, sono alloggiati in alberghi? Ah, ci sono i terremotati in mezzo alla neve? Embè, mica sono dei rifugiati! Emigrassero anche loro e dopo vedremo se sarà il caso di occuparcene, noi di Santa Marta! Sì, ma prima che diventino mussulmani, se no che gusto ci sarebbe ad aiutarli? Quindi, piccolo Alfie, dì che ti portino sulle coste libiche, poi che si imbarchino i tuoi genitori e… Anzi no! Che se si accorgono che siete cristiani vi buttano giù dai barconi!
    Scusate lo sfogo amaro, amarissimo! Preghiamo per il piccolo Alfie, ma soprattutto per quei poveri genitori.

    • deutero.amedeo ha detto:

      Tutto l’opposto del buon samaritano, ma copia perfetta del sacerdote che passo’ oltre senza guardare. Tra quello che dice nelle prediche è quello che fa in realtà questo papa c’è un abisso….

  • Mary ha detto:

    Gesù dice:”Chi scandalizzerà uno solo di questi piccoli che credono in me, è molto meglio per lui che gli venga messa al collo una macina da mulino e sia gettato nel mare”, figuriamoci se vengono uccisi, aborto compreso.

  • Sulcitano ha detto:

    Affido al Signore Gesù, il piccolo Alfie e i suoi genitori. Prego, confidando nella potente intercessione di Maria Santissima.
    SIA LODATO GESÙ CRISTO!

  • Lucy ha detto:

    Le vite mutilate di innocenti , infanti o vecchi , sembreranno parole di disperazione scritte soltanto nell’acqua di un ruscello a meno che esse non si incidano a fondo di una roccia , NEL ROSSO GRANITO DELL’IRA DI DIO.
    Chesterton ( Eugenetica e altri malanni).

  • Cesare Baronio ha detto:

    Figuriamoci: a vedere i tempi biblici perché Bergoglio dicesse una sola parola su Asia Bibi, c’è da aspettarsi che interverrà su Alfie nel 2025…

    • Adriana ha detto:

      @ C.Baronio Dunque , è un augurio implicito di lunga vita ? Ma costui ha astutamente addolcito i diktat di Attali sulla corretta morte di quelli che non producono e che quindi costano , “esseri inutili alla società”…Addolcito come ? Ricorrendo a un linguaggio ambiguo, vago ,vacuo,indefinibile ,che non distingue : strumento che costituisce l’ultimo rifugio prima del Nulla .

      • Cesare Baronio ha detto:

        Dio me ne guardi! Forte dell’insegnamento dei Santi Padri, prego ogni giorno perché il Signore si degni di concederci un santo Papa, e nel frattempo abbrevi i giorni infausti del Sedicente. Il mio era un modo di dire. Questo tace quando dovrebbe parlare, e parla quando dovrebbe tacere. Ci fa vergognare d’esser Cattolici, umilia la Chiesa di Cristo e offende la Maestà divina. E gli altri, porporati e mitrati, tacciono…

  • Sempliciotto ha detto:

    Non possono dirlo al Papa, non c’è nessun Papa a Santa Marta uno infatti è Emerito, l’altro è Eretico quindi decaduto dal mandato.
    Al limite è l’antiPapa.
    In attesa del nuovo Conclave bisogna rivolgersi a Parolin.

  • Lia Arca ha detto:

    Tutti ne renderanno conto a Dio ma soprattutto “chi doveva parlare ed è stato zitto”

  • Maria Bonzi ha detto:

    Guai a coloro che fanno male o non provvedono per il bene di un ” piccolo” … GESÙ abbi pietà, abbi pietà, abbi pietà.