Lancet: i Vaccinati sono Parte della Pandemia. Non c’è Pandemia dei No-Vax

20 Novembre 2021 Pubblicato da 10 Commenti

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, mi sembra giusto, e doveroso, offrirvi, nella mia traduzione, questo articolo della prestigiosa rivista Lancet, a firma Gunther Kampf sul problema dei vaccinati e dei non vaccinati. Ai miei occhi – ma credo anche a quelli di chiunque voglia osservare lucidamente la situazione – appare evidente che il siero genico sperimentale che hanno iniettato in Italia (lo dice il gen. Figliuolo) ad oltre l’87 per cento della popolazione servirà a molte cose, ma certamente non a impedire trasmissione del virus e contagio; come hanno ammesso anche Gates e Fauci. Ma allora, perché questa campagna di intimidazione, terrore e menzogne verso chi preferisce non subire il ricatto? Senza essere complottasti, è difficile non vedere il disegno di interessi colossali dietro le prese di posizione dei politici, italiani (il Partito Trasversale degli affari), ma non solo. Il neretto è mio. Buona lettura, e condivisione, soprattutto a chi crede nel Dio vaccino.

§§§

Negli Stati Uniti e in Germania, funzionari di alto livello hanno usato il termine pandemia dei non vaccinati, suggerendo che le persone che sono state vaccinate non sono rilevanti nell’epidemiologia del COVID-19. L’uso di questa frase da parte dei funzionari potrebbe aver incoraggiato uno scienziato a sostenere che “i non vaccinati minacciano i vaccinati per il COVID-19”.1 Ma questa visione è troppo semplice.
Ci sono sempre più prove che gli individui vaccinati continuano ad avere un ruolo rilevante nella trasmissione. Nel Massachusetts, USA, un totale di 469 nuovi casi di COVID-19 sono stati rilevati durante vari eventi nel luglio 2021, e 346 (74%) di questi casi erano in persone completamente o parzialmente vaccinate, 274 (79%) delle quali erano sintomatiche. I valori della soglia del ciclo erano ugualmente bassi tra le persone completamente vaccinate (mediana 22-8) e le persone non vaccinate, non completamente vaccinate, o il cui stato di vaccinazione era sconosciuto (mediana 21-5), indicando una carica virale elevata anche tra le persone completamente vaccinate.2

Negli Stati Uniti, un totale di 10 262 casi di COVID-19 sono stati riportati in persone vaccinate entro il 30 aprile 2021, di cui 2725 (26-6%) erano asintomatici, 995 (9-7%) sono stati ricoverati, e 160 (1-6%) sono morti.3 In Germania, il 55-4% dei casi sintomatici di COVID-19 in pazienti di 60 anni o più erano in individui completamente vaccinati,4 e questa percentuale aumenta ogni settimana.

A Münster, in Germania, nuovi casi di COVID-19 si sono verificati in almeno 85 (22%) di 380 persone che erano completamente vaccinate o che erano guarite dalla COVID-19 e che frequentavano un nightclub.5 Le persone vaccinate hanno un rischio minore di malattia grave, ma sono ancora una parte rilevante della pandemia.

È quindi sbagliato e pericoloso parlare di una pandemia dei non vaccinati. Storicamente, sia gli Stati Uniti che la Germania hanno generato esperienze negative stigmatizzando parti della popolazione per il colore della pelle o la religione. Invito i funzionari di alto livello e gli scienziati a fermare la stigmatizzazione inappropriata delle persone non vaccinate, che comprendono i nostri pazienti, colleghi e altri concittadini, e a fare uno sforzo in più per unire la società.

***

  1. 1.
    • Goldman E
    How the unvaccinated threaten the vaccinated for COVID-19: a Darwinian perspective.

    Proc Natl Acad Sci USA. 2021; 118e2114279118

  2. 2.
    • Brown CM
    • Vostok J
    • Johnson H
    • et al.
    Outbreak of SARS-CoV-2 infections, including COVID-19 vaccine breakthrough infections, associated with large public gatherings—Barnstable County, Massachusetts, July 2021.

    MMWR Morb Mortal Wkly Rep. 2021; 70: 1059-1062

  3. 3.
    • US Centers for Disease Control and Prevention COVID-19 Vaccine Breakthrough Case Investigations Team
    COVID-19 vaccine breakthrough infections reported to CDC—United States, January 1–April 30, 2021.

    MMWR Morb Mortal Wkly Rep. 2021; 70: 792-793

  4. 4.
    • Robert Koch Institut
    Wöchentlicher Lagebericht des RKI zur Coronavirus-Krankheit-2019 (COVID-19)—14·10·2021—aktualisierter Stand für Deutschland.
  5. 5.
    • Von Dolle F
    Münster: Inzwischen 85 Infizierte nach 2G-Party im Club.



  6. SE PENSATE CHE

     STILUM CURIAE SIA UTILE

    SE PENSATE CHE

    SENZA STILUM CURIAE 

    L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

     AIUTATE STILUM CURIAE!

    *

    Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione, e di libera discussione e confronto costituito da Stilum Curiae, può farlo con una donazione su questo conto, intestato al sottoscritto:

    IBAN:  IT24J0200805205000400690898

    *

    Oppure su PayPal, marco tosatti

    *

    La causale può essere: Donazione Stilum Curiae




    Ecco il collegamento per il libro in italiano.

    And here is the link to the book in English.

    Y este es el enlace al libro en español


    STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

     @marcotosatti

    (su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

    E ANCHE SU VK.COM

    stilumcuriae

    SU FACEBOOK

    cercate

    seguite

    Marco Tosatti




    SE PENSATE CHE

     STILUM CURIAE SIA UTILE

    SE PENSATE CHE

    SENZA STILUM CURIAE 

    L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

     AIUTATE STILUM CURIAE!

    *

    Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione, e di libera discussione e confronto costituito da Stilum Curiae, può farlo con una donazione su questo conto, intestato al sottoscritto:

    IBAN:  IT24J0200805205000400690898

    *

    Oppure su PayPal, marco tosatti

    *

    La causale può essere: Donazione Stilum Curiae




    Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

    Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

    L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , ,

Categoria:

10 commenti

  • Gianfranco ha detto:

    “Senza voler essere complottisti”.
    Già, ma perché, poi?
    La storia dell’umanità è una sequela ININTERROTTA di complotti.
    L’unico motivo per non esserlo è che… “disturba” i potenti. A loro, un popolo ingenuo fa assai comodo!

  • stilumcuriale emerito ha detto:

    Spiegazione logica del perchè oggi tutta l’attenzione è concentrata sulla terza dose. Coloro che dopo oltre un anno di pressioni, di minacce, di rinforzi positivi come la concessione del green pass che apre tutte le porte desiderabili, non si sono ancora fatti avanti per ricevere la prima dose, difficilmente si lasceranno convincere a farlo ora. Coloro che invece hanno già ceduto sulla prima e seconda dose (e, a quanto pare, rappresentano un’alta percentuale della popolazione) non opporranno grande resistenza nemmeno alla terza. Quindi quella dei già vaccinati con due dosi è la comunità su cui contare per fare affari con la terza e, un domani, sulla quarta , la quinta …. e l’ennesima dose per i prossimi vent’anni.

    • Rosa Rita La Marca ha detto:

      La tecnica dei rinforzi positivi e negativi la si usa con gli animali. Insomma, codesti immondi balordi orwelliani pensano di poterci trattare per come sono loro?!!
      Io propongo una class action per aver tentato di creare problemi di salute a tutti coloro che sono stati etichettati sui media mondiali come “no vax”, creando una nuova casistica affetta, quantomeno potenzialmente, da “minority stress”. Una sanità che non guarisce ma ammala, non è malasanità, è proprio malsanità.

      • stilumcuriale emerito ha detto:

        Purtroppo la tecnica del rinforzo non funziona solo col cavallo o col criceto; funziona perfettamente anche con l’uomo. La corsa al vaccino verificatasi con l’istituzione del green pass ne è una prova evidente. Per fortuna però non funziona mai al 100%.

        • Rosa Rita La Marca ha detto:

          No, amico mio. Non cada nella trappola delle statistiche quantitative, che come mi insegnò il prof. Trobia, non sempre possono donarci significativi resoconti anche del lato umano dei risultati analizzati (analisi qualitativa).
          Il numero totale di vaccinati che lei posta non ci indica quanti lo hanno fatto perchè minacciati dai datori di lavoro, dai loro superiori in genere, vessati dalla paura di morire senza farlo (quarto potere sono i media, sfruttati dalle piovre), e altri dettagli fondamentali. Quindi la reazione degli esseri umani è dettata da una complessità di bisogni, reazioni che vanno ben oltre dallo stimolo cibo-ricompensa. Senza vaccino viene licenziato un padre di famiglia con quattro figli e moglie a carico? Una strage di innocenti buttati sul lastrico. Dittatura delle peggiori. Non sanno governare. Punto.

          • stilumcuriale emerito ha detto:

            Non sono caduto in alcuna trappola . Le cose che dico sul condizionamento strumentale le ho capite studiando gli scritti di Skinner (Scienza e comportamento, 50 anni di comportamentismo) e anche di Isaia Pessotti e di Hilgard e Bower. Non ho una cultura da Wikipedia come sembra essere quella di molti che qui vengono a fare i dottorini. Stia bene!

        • Rosa Rita La Marca ha detto:

          ma le risposte scortesi le devo captare come rinforzo negativo per non averle allisciato il pelo o sono solo dovuti all’età avanzata? Chiedo per sapermi comportare con docilità.. 😀

          • stilumcuriale emerito ha detto:

            Rida pure!!! ma non dimentichi che ride bene chi ride ultimo. 🙂

          • Rosa Rita La Marca ha detto:

            La miglior vittoria è non condurre alcuna battaglia. Ora, sto provando a documentarmi e sto ritrovando sui giornali: litigi, querele, botte in strada, accuse, scandali tra i vip e dico basta. A me piace ridere di cuore, pertanto ritorno nella mia vita di pace, nauseata da tanta infelicità volontaria. Fanno pena. Modelli a contrario.

      • Rosa Rita La Marca ha detto:

        gne gne gnè! 😀 😀 😀 😀 😀

Lascia un commento