La Resistenza Sarà Lunga, ma alla Fine Vincerà. Consigli per la Lotta.

18 Novembre 2021 Pubblicato da 20 Commenti

 

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, un amico fedele del nostro sito, Giorgio Rapanelli, ci offre questa serie di riflessioni, consigli e suggerimenti per la guerra pacifica che si sta conducendo contro le vessazioni che un regime ogni giorno sempre più chiaramente dispotico e anti-popolare mette in atto. Speriamo che queste considerazioni trovino un ampio ascolto. Buona lettura.

§§§

 

 

LA LOTTA PARTIGIANA SARÀ LUNGA, MA UTILE PER SVEGLIARE LE COSCIENZE. ED ALLA FINE VINCERÀ

 

Abbiamo solo un programma televisivo (ByoBlu), più altri “social” di qualità, che però sono seguiti da una esigua percentuale di cittadini degni di questo nome e che non hanno paura. La maggior parte degli Italiani sono su “afflizione e paura”, ossia hanno un tono emozionale molto basso e quindi facilmente influenzabile. Questa impaurita maggioranza di opinione pubblica segue i partiti di massa dalla cosiddetta Sinistra alla Destra, i quali, insieme ai giornali cartacei e ai programmi televisivi, appoggiano  la politica governativa dei “sieri” che si stanno sperimentando sulla popolazione. Per cui occorre agire con la consapevolezza  di essere una minoranza, che ha contro la maggioranza della pubblica opinione. Per cui occorre essere puri come colombe e prudenti come serpenti, secondo il detto evangelico.

Quindi, evitare ogni tipo di violenza fisica ed atteggiamenti da guerra civile. Questi li lasciamo ai “provocatori” mandati dal Potere e agli imbecilli che li seguono.  E che ci  stanno facendo perdere in credibilità, e nel contempo facendoci perdere la partecipazione dei manifestanti pacifici.  Non permettete a questi facinorosi, manovrati dal Regime nazi-bolscevico (“nazi”, perché fa esperimenti su “cavie” di cittadini ignari e “bolscevichi”, perché vogliono instaurare un regine di schiavi con una élite al potere massonico-finanziaria, che è poi quella che mandò Lenin al potere e fece conquistare al comunismo mezza Asia), di partecipare ai nostri cortei pacifici. Dobbiamo, invece, avere coscienza della nostra debole forza collettiva e, con un nemico più forte che ci osteggia, dobbiamo usare la tecnica della guerriglia, nelle sue più varie forme.

Penso che dobbiamo avere un gruppo di vertice che controlla la strategia e la tattica che viene poi fatta usare dalla base. Esiste? Da mettere in conto che esiste un controllo occulto sia sulle varie forme di comunicazione, sia con vera e propria infiltrazione ai vari livelli, da quelli intermedi e fino al vertice, da parte dei “Servizi” e dagli avversari. Ma se vengono scritte delle regole e applicate alla lettera, i danni degli infiltrati saranno molto meno pericolosi. Parlo per esperienza personale di molti anni fa. Nel nostro gruppo dirigente romano di rappresentanza del Fronte di Liberazione del Sud Sudan venne infiltrato dall’Ambasciata Sudanese un universitario sud sudanese prezzolato, con morti assassinati in famiglia, a causa del quale per poco non venivo giustiziato dagli stessi guerriglieri sud sudanesi, con cui ero, come “spia e mercenario”. Per fortuna lo spione sud sudanese era controllato dal controspionaggio di uno Stato democratico mediorientale, che aveva nella zona in cui ero una delegazione militare, che contribuì a salvarmi la pelle… Pure l’allora Ministro degli Esteri Fanfani mi fece minacciare dal Prefetto di Macerata, per il fastidio che davo come rappresentante in Italia del Fronte…

Attualmente il nostro nemico governativo e le Regioni del Nord,  presente nelle Istituzioni pure la Lega di Salvini, attuano delle forme di blocco, di soffocamento, di imposizione e di ricatto, quando non si arriva alla violenza come a Trieste e in altre parti. Quindi, che fare?

Intanto, usare la NON VIOLENZA gandhiana, unitamente alla esposizione di “simboli”. Fino ad oggi c’è stata una massa più o meno rumorosa, che si diletta ad urlare slogan.  Lo slogan “LIBERTA’” da solo non qualifica, in quanto chiunque può usarlo per qualsiasi obiettivo, lecito o illecito, morale o immorale.

“LIBERTA’ COSTITUZIONALE” andrebbe meglio.

Sento qualcuno che urla “RESISTENZA”. Ottimo. Infatti è una (nuova) “Resistenza” ad un nemico sull’orlo di una dittatura nazi-bolscevica. Il termine è stato usato già dalla  Sinistra, ma va sempre bene appropriarci  di qualcosa che è già registrato come “significanza”  nelle mente delle masse.

Ho sentito che sono stati urlati slogan contro Draghi. Intanto, occorrerebbe demolire il “fenomeno che ci salverà” impersonato da Draghi, ricordando gli errori politici del passato, causati da Draghi nei vari organismi che ha presieduto, contro gli interessi nazionali. Occorrono esperti per valutarli. Poi ci sono gli slogan gridati contro di lui, anche volgari. Magari pure in “inglese” e magari pure scritti su cartelli, onde fotografi e filmati li trasmettano a livello mondiale. Un attacco a Draghi non passa inosservato. In quanto Draghi ha i suoi nemici.

Consiglierei di fare ogni tipo di manifestazione esibendo CENTINAIA DI BANDIERE TRICOLORI  (e, se del caso, pure dell’Unione Europea), o con al collo un fazzoletto tricolore. Il Tricolore  sarebbe la nostra identità di Italiani, quindi non solo quella  “no-vax” (una qualifica impropria molto cara al Nemico), dato che siamo effettivamente NO-CAVIE.

Cosa farebbero le Forze dell’ordine? Userebbero manganelli e idranti contro la bandiera nazionale? Quel simbolo nazionale significa che quegli ITALIANI che lo esibiscono SI BATTONO CONTRO LA DITTATURA DRAGHI-MATTARELLA & C.O… Se poi si vogliono esibire pure Croci grandi e piccole insieme a Rosari, ben vengano, così ci allarghiamo alla sfera spirituale della nostra civiltà giudaico-cristiana, dataci da Carlo Magno e dal suo sacro Romano Impero. Finché non è venuta la Massoneria mondiale ad iniziare a distruggerla da prima della stessa  Rivoluzione Francese.

Va bene urlare slogan contro il “GREEN PASS”. Ma perché ghettizzarci su questo solo argomento? La Lotta democratica  ha uno spettro ampio. Intanto, difendiamo tutto ciò che riguarda i lavoratori. Poi l’ambiente da salvare. I lavoratori del pensiero, della scuola, dello spettacolo… Quindi allargare la visuale per accorpare più forze. Poiché ormai la Destra non ci segue più, oltre alla Lega (salvo qualche esponente)  lo stesso Fratelli d’Italia non è che si spenda molto: mi sembra che si stiano formando alla base nuovi agglomerati politici (vedi Gianluigi Paragone) e sindacali.

Vedo positivamente che alcuni filosofi e uomini di pensiero e di spettacolo sono con la massa combattente di base. Con Kennedy è stato fatto un salto di qualità non solo europeo, ma pure mondiale. Anche se lo stanno irridendo i giornali “servi del regime”. Non sottovalutiamo il fatto strategico: occorrono quindi individui all’altezza di gestire questi alti livelli, oltre al livello filosofico, culturale e di pensiero. Byoblu, che finanziamo, sta puntando molto sulla educazione alla Filosofia: complimenti.

Un ultima cosa: mentre in altre manifestazioni  noto che a maggioranza i partecipanti portano mascherine, I nostri in corteo al 95 per cento non portano mascherine. Io non credo nella mascherina, ma in pubblico la porto per non farmi attaccare dai miei nemici, accusato di spargere il virus in quanto “no-vax” (NO-CAVIA). Una dimostrazione di STRAFOTTENZA verso un obbligo imposto dal Potere antidemocratico è oggi da sciocchi. Quindi, dobbiamo metterci tutti quanti le mascherine, magari tricolori. C’è pure una altro motivo: come ai miei tempi giovanili, ogni manifestazione da controllare era ripresa da cineoperatori e da fotografi della Polizia, per essere magari schedati. Oggi – credo – che avvenga la stessa cosa. Quindi, mascherare i connotati con la mascherina. E attenzione a ciò che si scrive e a come se scrive.

Infine ho sentito critiche alla Poliziotta radiata perché ha fatto una manifestazione all’insegna di Venere. Invece è positivo mobilitare le donne, anche in visione femminista. Lasciamole agire. E che diventino un esempio di lotta anche per le femministe allo sbando.

Infine, propongo, se già non esiste, un Fondo di Solidarietà per coloro che perdono il lavoro e quindi la sussistenza, per essersi dichiarati non vaccinati e che non hanno altre fonti di entrata.

Scusate la lunghezza. Cordiali saluti. Giorgio Rapanelli, Corridonia (Macerata).

16 novembre 2021.

§§§




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

*

Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione, e di libera discussione e confronto costituito da Stilum Curiae, può farlo con una donazione su questo conto, intestato al sottoscritto:

IBAN:  IT24J0200805205000400690898

*

Oppure su PayPal, marco tosatti

*

La causale può essere: Donazione Stilum Curiae




Ecco il collegamento per il libro in italiano.

And here is the link to the book in English.

Y este es el enlace al libro en español


STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK

cercate

seguite

Marco Tosatti




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

*

Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione, e di libera discussione e confronto costituito da Stilum Curiae, può farlo con una donazione su questo conto, intestato al sottoscritto:

IBAN:  IT24J0200805205000400690898

*

Oppure su PayPal, marco tosatti

*

La causale può essere: Donazione Stilum Curiae




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , ,

Categoria:

20 commenti

  • Rosa Rita La Marca ha detto:

    Chi agisce nell’ombra già si è connotato. Lo dico per i falsi account e troll vari, i quali mi suscitano spesso tenerezza, considerando che si credono forse inintercettabili dalla Polizia Postale o pensano di poter scrivere minacce o calunnie liberamente, come se instaurassero loro un governo virtuale contrario al resto del mondo. Quelli che mi hanno etichettata come la solita mafiosa del sud che viene a comandare qui: ognuno giudica per come opera, si dice, no?
    Se dovessi manifestare, lo farei sempre mettendo nome cognome e viso. Come sono morti da eroi sia poliziotti, sia civili, nell’esporre le loro idee, con cuore puro ed a viso aperto. La mascherina la metterei per evitare di sperimentare sugli altri la veridicità delle informazioni, contradditorie e confuse, che mi arrivano da due anni a questa parte.
    Per il resto, ho letto norme di buona educazione, di civiltà e di buone maniere, che solitamente si devono incamerare ed introiettare dall’infanzia all’adolescenza.
    Dopo si tratta di farsi prendere per maleducati bisognosi di ricevere le basi per saper stare in un consorzio civile umano.

  • giovanni ha detto:

    Beh quella del Sig. Rapanelli a me’ sembra la migliore tattica al momento disponibile nella situazione data. Il disfattismo non serve, e’ storicamente provato. Bisogna stare in piedi , con le gambe ben piantate a terra cercando di difendersi e aspettando che la bufera diminuisca di intensita’. Nulla dura in eterno.

  • Marco Matteucci ha detto:

    LA SANTISSIMA VERGINE MARIA
    20 Settembre 2018

    IL FIGLIO DELLA PERVERSIONE SI STA MUOVENDO SULLA TERRA E SI DILETTA NEL VEDERE I MIEI FIGLI SCAGLIARSI GLI UNI CONTRO GLI ALTRI.
    L’ANTICRISTO È SULLA TERRA E DALLE ALTE SFERE STA ESERCITANDO IL SUO POTERE MALIGNO IN OGNI ASPETTO CHE RIGUARDA GLI UOMINI, DA LI ESERCITA IL SUO CONTROLLO, A LUI SI SONO SOGGIOGATI LA MAGGIOR PARTE DEGLI ORGANISMI INTERNAZIONALI, SPECIALMENTE NELL’ECONOMIA, TRAMITE LA QUALE SOTTOMETTE I PAESI.

    LA SANTISSIMA VERGINE MARIA
    30 Agosto 2017

    L’IRA ED IL DISSENSO STANNO CRESCENDO IN MODO INCONTROLLATO, L’UOMO SI STA RIBELLANDO CONTRO TUTTO, FINO A QUANDO GLI ALLEATI DEL MALE RIUCIRANNO NEL COMPITO CHE È STATO LORO AFFIDATO: CREARE IL CAOS SU TUTTA LA TERRA.

    A causa dell’instabilità, i popoli si solleveranno ed allora il fratello si solleverà contro il fratello, ignorando la consanguineità.

    A CAUSA DI QUESTO GRAVE PECCATO, VERRANNO I TRE GIORNI DI OSCURITÀ SULLA TERRA.

  • Nuccio Viglietti ha detto:

    Il nemico è il nazifasciocomunismo…una summa di nequizie ideologiche del novecento…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  • Segnalazzione ha detto:

    Il governatore De Luca minaccia di usare il napalm..

    • Rosa Rita La Marca ha detto:

      Il governatore De Luca ha delle uscite simpatiche, spesso si comprende che usa un linguaggio scherzoso, magari per smorzare un pò la tristezza del dover dare annunci dolorosi, anche a giovanissimi.
      Forse, però, il problema è quello che si sono trovati tutti davanti ad una sfida più grande delle loro aspettative, quando decisero di voler governare milioni di anime.
      Tutti vogliamo comandare, non capendo più che non è un successo, ma una gravosa responsabilità. :'(

  • Carlo ha detto:

    Satana ha già vinto la partita mondana, come aveva vinto uccidendo il Signore sulla Croce. La vittoria divina non è una vittoria mondana, anzi, è la fine del mondo. Non c’è più speranza in questo mondo, la battaglia è finita. Basta guardare come stanno le cose in Vaticano, che dovrebbe essere il baluardo della Fede e della morale.
    Non ho mai visto un movimento pacifico vincere una tirannide totalitaria. Si parla di Gandhi, ma 1. l’, Impero Britannico non era un regime totalitario come il nostro; 2. Gandhi aveva l’appoggio dei media, dei ragazzi, dell’accademia ecc.
    La resistenza pacifica è inutile e la resistenza armata impossibile.
    Kyrie eleison, Christe eleison, Kyrie eleison.

  • Abate Busoni ha detto:

    Vivo apprezzamento per lo sforzo e l’intenzione ma credo che in questo momento nessun esponente politico rappresenti genuinamente le istanze della popolazione che reclama il rispetto del dettato costituzionale. Non mi ispirano alcuna fiducia nè i Paragone nè le Cunial, ma è un mio pensiero.

    Le manifestazioni fatte esclusivamente nel weekend, come sta accadendo da tempo, e perdipiù con la mascherina sanno di grottesco, perdonatemi. Come certe uscite della Schillirò che sembrano assist finalizzati a ridicolizzare la protesta.

    Sulla figura di Draghi sospenderei il giudizio, benchè non lo ritenga certo un amico dei popoli: ad oggi ha impedito che prendessero vita le deliranti follie di certi presidenti di regione e sul piano internazionale lo si potrà misurare a breve nei rapporti con la Cina (Avio Friuli) e la Francia (trattato) per capire in quale direzione realmente vuole condurre il Paese.

    Negli USA il vento sta cambiando, vedremo se una modesta brezza arriverà fino a questa sgangherata colonia.

    Sul piano religioso purtroppo non vedo di questi spiragli, anzi i pamperisti spingono sull’acceleratore.

  • Tobia ha detto:

    E se lasciassimo perdere con Venere e gli altri dei pagani?
    Non le pare, Rapanelli?
    Tobia

    • Abate Busoni ha detto:

      Esattamente…

    • Claudius ha detto:

      Scusi ma lei riesce a capire cos’e’ una metafora, o bisogna farle un disegnino (uno edificante, nel suo caso)? E prendere cappello su un dettaglio insignificante di un discorso complesso, ignorando tutto il resto, lo sa come si chiama?
      Il problema e’ che tra gli oppositori al regime attuale, la gente come lei e’ tanta.
      Saluti

  • Don Ettore Barbieri ha detto:

    A mio avviso sono sbagliati gli slogan Libertà e Resistenza. Infatti, danno l’impressione che chi si oppone all’attuale isteria collettiva indotta dal regime sia un libertario e un anarchico: vedi, ad esempio, gli interventi di Roberto de Mattei e dii Renzo Puccetti. Costoro assimilano la battaglia contro la presente e orchestrata follia a quella delle femministe sessantottine: “L’utero è mio e lo gestisco io”. Ora se i farmaci proposti fossero veri vaccini, ossia immunizzassero davvero e se per questa malattia non vi fosse altra soluzione, questi Autori avrebbero ragione.
    Dato che non è così, le parole da sottolineare, ovviamente sempre a mio avviso, dovrebbero essere Verità e Giustizia: noi, infatti, siano immersi nella menzogna e perciò nell’ingiustizia.

    • Claudius ha detto:

      In effetti “liberta’” suona ambiguo perche’ i padroni hanno gioco facile a puntare il dito contro “l’egoismo”: vedi per esempio le farneticazioni di Bergoglio e la vergognosa nota della CEI.

      Lei, don Ettore, ha ragione che “Verita’ e Giustizia” sarebbe uno slogan piu’ appropriato. Tuttavia “resistenza” va bene perche’ in Italia ricorda la Resistenza appunto, che evoca immagini positive all’italiota medio.
      Perche’ il problema e’ l’italiota medio che non sa ragionare. E bisogna conquistare quello.

  • Claudius ha detto:

    Commenti molto validi si vede che lei ha esperienza di certe cose, e abbiamo bisogno prorio di gente come lei ora.

    L’unico problema di questo movimento e’ che non c’e’ un capo, una struttura che canalizzi e soprattutto organizzi le gente. Si va in manifestazione, va bene. E poi? Non si sa bene cosa fare, a parte protestare in manifestazione. Il vero problema e’ la mancanza di una struttura che diriga e organizzi la gente e che rasformi questo movimento da movimento di protesta a movimento politico organizzato capace di fare precise richieste.

Lascia un commento