Denuncia contro Mattarella per Istigazione all’Odio. Lo Annunciano Due Giuristi.

7 Settembre 2021 Pubblicato da 32 Commenti

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, ci segnalano questo interessante articolo pubblicato da Lo Stretto web, che riguarda le incredibili frasi pronunciate dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, nei confronti di chi vuole esercitare il suo diritto costituzionale di non farsi sottoporre a una terapia sperimentale dall’efficacia quantomeno dubbia, e dai possibili effetti avversi gravi e numerosi. Troverete l’articolo, una reazione di Azione Cristiana Evangelica, una realtà cristiana indipendente vicina a Fratelli d’Italia, e le ultime cifre relative a contagi e ricoveri. Buona lettura. 

§§§

Ecco la dichiarazione di Adriano Crepaldi, presidente di Azione Cristiana Evangelica: 

“Apprendiamo con soddisfazione, da fonti di stampa, la scelta dei giuristi Marco e Andrea Zuccaro di presentare una querela nei confronti Sergio Mattarella presso la Questura di Mesagne e indirizzata alla Procura di Brindisi. L’ accusa rivolta da questi due eroi nazionali, nei confronti del Capo dello Stato, riguarda l’ “incitamento all’ odio” mediante il suo discorso di domenica relativo al dovere di vaccinarsi contro il Covid.  Auspichiamo che altri legali agiscano nello stesso modo contro il presidente della Repubblica e che il Parlamento inizi immediatamente la procedura di impeachment. Gli articoli 21 e 32 della Costituzione italiana non sono un optional per nessuno. Il leader del Quirinale ha perso il suo ruolo super – partes, esprimendo riflessioni volte a ingigantire i guadagni delle case farmaceutiche, nonostante l’ Ema  abbia deciso di non pronunciarsi, in merito alla sicurezza dei sieri, fino al 2023”.  Lo dichiara in una nota il presidente di Azione Cristiana Evangelica,  Adriano Crepaldi, associazione radicata in 20 regioni, 35 province e in contatto con molte delle 6.010 chiese evangeliche e altre confessioni cristiane in Italia (cattolici, ortodossi e anglicani) . A.C.E.  collabora politicamente con Fratelli d’ Italia, partito di Giorgia Meloni.

§§§

Che Sergio Mattarella abbia da molto tempo perso il suo ruolo super partes, e sia un molto dubbio garante della Costituzione, oltre che dell’equilibrio che dovrebbe contraddistinguere il suo ruolo, non siamo i soli a pensarlo. Tanto che quando il M5S era qualcosa di diverso dal budino filo PD e filo regime di adesso, da lì era partita una richiesta di impeachment. Ma ecco la denuncia:

 

Quest’oggi, intorno alle ore 14.00, i fratelli Marco ed Andrea Zuccaro hanno depositato presso la Questura di Mesagne (Brindisi), con destinazione presso la Procura di Brindisi, una querela nei confronti di Sergio Mattarella. Il desiderio dei due giuristi è quello di invitare tutti i cittadini italiani a procedere nella stessa maniera presso tutte le procure della Repubblica, così da lanciare una azione simbolica che possa giungere all’attenzione delle autorità politiche. “Dopodiché, se tra le varie procure italiane riuscissimo a trovare finanche un solo magistrato desideroso di analizzare con serietà la questione da noi sollevata, ne saremmo ben lieti”, è quanto si legge in un comunicato apparso sui social. “Il testo della querela è riportato di seguito affinché chiunque possa farne uso presso le sedi competenti. Il nostro gesto non deve essere interpretato come un attacco nei confronti dell’attuale Capo dello Stato. Al contrario, abbiamo agito nell’esclusivo interesse della Repubblica e della Presidenza della Repubblica, e domandiamo alla magistratura di tutelare avverso ogni tipo di illecito la massima carica istituzionale, la Costituzione e il popolo italiano. Sicuri che molti coglieranno lo spirito con il quale abbiamo presentato la nostra richiesta, ci appelliamo al popolo libero e agli amanti della giustizia affinché questa nostra azione sia imitata in tutta la Nazione, come risposta pacifica all’istituzionalizzazione dell’attuale clima d’odio e alle discriminazioni di Stato. Uniamo lì dove altri vorrebbero dividere, ottemperando ai doveri di solidarietà politica, economica e sociale che la nostra Costituzione impone a tutta la popolazione italiana.

Di seguito il testo della querela a firma di Marco Zuccaro e Andrea Zuccaro:

“Querela nei confronti di Sergio Mattarella, noto Presidente della Repubblica, per incitamento all’odio. Il giorno 5 settembre 2021 Sergio Mattarella, intervenendo nel corso dell’evento di apertura dell’anno accademico presso l’Università di Pavia, esprimeva gravissime considerazioni nei confronti di milioni di cittadini italiani, come di seguito riportato: “Non si invochi la libertà per sottrarsi alla vaccinazione, perché quella invocazione equivale alla richiesta di licenza di mettere a rischio la salute altrui e in qualche caso di mettere in pericolo la vita altrui. Chi pretende di non vaccinarsi – naturalmente con l’eccezione di coloro che non possono farlo per salute – e comunque di svolgere una vita normale, frequentando luoghi di lavoro, di intrattenimento, di svago, in realtà costringe tutti gli Vaccini: due giuristi querelano Mattarella “per incitamento all’odio” | Stretto Web 07-09-21, 10:34 http://www.strettoweb.com/2021/09/vaccini-due-giuristi-querelano-mattarella/1236392/ Pagina 3 di 6 altri a limitare la propria libertà, a rinunziare a prospettive di normalità di vita, […] alla possibilità di recuperare in pieno luoghi, modi, tempi di vita”. L’intervento è notorio e ha goduto di ampia risonanza mediatica, sicché pare superfluo produrre elementi di prova. Ad ogni modo, a titolo di esempio valgano le seguenti testimonianze: 1. la testimonianza scritta contenuta nel seguente articolo di ANSA: https://www.ansa.it/…/mattarella-sottrarsi-al-vaccino… 2. la testimonianza video pubblicata sul sito Youtube dal quotidiano La Repubblica: https://youtu.be/zjDWW9PyBbU In qualità di giuristi, sempre ricordando l’importanza degli argomenti che hanno ispirato le nostre tesi di laurea (il costituzionalismo per Marco Zuccaro; il diritto costituzionale e la figura del Presidente del Repubblica per Andrea Zuccaro), troviamo semplicemente inaccettabili le parole espresse da Sergio Mattarella, e crediamo che esse abbiano prodotto un danno nei nostri confronti (da ciò la natura di questo atto, che presentiamo non a caso come querela). Quasi superfluo, poi, è dire che questo suo intervento sembra voler quasi istituzionalizzare definitivamente il clima d’odio e di divisione sociale già creatosi (a causa del comportamento dei media e degli stessi attori istituzionali) tra i cittadini italiani. Peraltro, vista l’insussistenza di un obbligo giuridico di “vaccinazione” anti covid-19 in capo alla popolazione italiana, è lapalissiano che l’ordinamento giuridico, allo stato attuale, tuteli senz’altro la scelta di non vaccinarsi e la posizione di chiunque, come da Regolamento Europeo 953/2021, non possa o non voglia procedere con detto trattamento, il quale – lo ricordiamo – non gode dell’approvazione dell’Agenzia Europea del Farmaco, essendo stato autorizzato mediante una procedura sottoposta a condizioni di vario genere (si citano: la presentazione, nel corso dei prossimi anni, di ulteriori studi sull’efficacia e sulla sicurezza di questi farmaci; l’attuale impossibilità – vera o presunta che sia – di Vaccini: due giuristi querelano Mattarella “per incitamento all’odio” | Stretto Web 07-09-21, 10:34 http://www.strettoweb.com/2021/09/vaccini-due-giuristi-querelano-mattarella/1236392/ Pagina 4 di 6 trattare efficacemente la malattia Covid-19 con farmaci già approvati). In difesa dei nostri diritti e in rappresentanza di milioni di cittadini italiani che non hanno fatto altro che assumere una posizione legittima, stante l’impossibilità di introdurre, all’interno dell’ordinamento italiano, una presunzione legale di pericolosità sociale in capo a soggetti sani, non contagiosi e non pericolosi per il prossimo, desideriamo muovere formale querela nei confronti di Sergio Mattarella e richiediamo all’autorità giudiziaria di verificare quanto segue: 1. l’intervento del Presidente della Repubblica presso l’Università di Pavia esula dall’esercizio delle Sue funzioni ex art. 87 della Costituzione, sicché egli può essere perseguito per reati comuni al pari di ogni altro cittadino italiano; 2. l’intervento del Presidente della Repubblica configura la violazione degli articoli 3, 32 e 54 della Costituzione nonché dell’articolo 604- bis del Codice Penale nella parte in cui il suo discorso propaganda un’idea di superiorità etica e morale di una certa categoria di persone (i cittadini italiani “vaccinati”) ai danni di un’altra categoria di persone (i cittadini italiani “non vaccinati”), ovvero nella parte in cui esso istiga alla discriminazione di chi, compiendo una legittima scelta, viene ora parificato – per bocca dello stesso Sergio Mattarella – a un potenziale assassino, qualcuno che “invoca la libertà per ottenere la licenza di mettere a rischio la salute e – in qualche caso – la vita degli altri”. Riteniamo che il Presidente Mattarella abbia travalicato l’esercizio della libertà di parola ex art. 21 della Costituzione, e crediamo fermamente che vi sia differenza tra la mera espressione di un biasimo e la criminalizzazione di persone innocenti tutelate dalla Costituzione e dall’ordinamento. Ciò vale a maggior ragione se si considera che quanto affermato dal Presidente non corrisponde al vero, non trova riscontro scientifico né può vantare prove a suo sostegno. La comunità accademica e medico-scientifica non ha mai dimostrato che una persona “non Vaccini: due giuristi querelano Mattarella “per incitamento all’odio” | Stretto Web 07-09-21, 10:34 http://www.strettoweb.com/2021/09/vaccini-due-giuristi-querelano-mattarella/1236392/ Pagina 5 di 6 vaccinata” contro il Covid-19 sia più contagiosa di una persona “vaccinata” contro il Covid-19; semmai, iniziano a formarsi evidenze empiriche che procedono giusto in senso opposto, per le quali anche il virologo più rinomato al mondo, il Professor Anthony Fauci, ha parlato di “individui vaccinati” e “individui non vaccinati” come portatori della stessa carica virale. Inoltre, ci sembra opportuno ricordare che il dovere civico di contribuire alla tutela della salute pubblica si attua, per volontà dello stesso legislatore, non già con la vaccinazione, bensì con il corretto utilizzo dei dispositivi di protezione individuale nonché con il rispetto delle misure di igiene e di precauzione. Pensiamo sia a dir poco paradossale che un Presidente della Repubblica abbia sposato una idea in forza della quale taluni cittadini italiani sarebbero, rispetto ad altri, meno liberi, ovvero meno liberi di invocare la libertà e i diritti che la Costituzione garantisce a tutti. Tale considerazione ci permette di individuare l’ulteriore violazione dell’articolo 87 comma 1 (ricompresa tuttavia nella violazione dell’art. 54, di cui si è già fatta menzione), in quanto Sergio Mattarella è venuto decisamente meno al suo dovere di rappresentare l’unità nazionale. Alla luce di tutto ciò, si rafforza la prospettiva che egli abbia parlato non già nelle vesti di Capo dello Stato in esercizio di funzioni, bensì come privato cittadino. Ad ogni buon conto, se questa stimabile autorità giudiziaria dovesse essere di opinione differente rispetto alla nostra, richiediamo che essa definisca con precisione, con l’eventuale aiuto della Corte costituzionale, ove termina “l’esercizio delle funzioni” del Capo dello Stato e ove inizia l’ambito nel quale detta figura istituzionale può essere giudicata come privato cittadino. Noi querelanti, dal canto nostro, promuoviamo una interpretazione restrittiva che si limiti al dettato della Carta costituzionale, e ciò ci sembra la soluzione migliore affinché la figura del Presidente della Repubblica non rassomigli sempre più pericolosamente a quella di un re. Oltre ai rilievi già presentati, si richiede al Procuratore di verificare se sussistano elementi per la configurazione di ogni altro reato perseguibile Vaccini: due giuristi querelano Mattarella “per incitamento all’odio” | Stretto Web 07-09-21, 10:34 http://www.strettoweb.com/2021/09/vaccini-due-giuristi-querelano-mattarella/1236392/ Pagina 6 di 6 d’ufficio, cosicché l’atteggiamento discriminatorio tenuto da Sergio Mattarella sia sanzionabile secondo la Costituzione e le leggi di questo Stato”.

§§§

E infine vi rimandiamo a  questo articolo de Il Tempo, in cui si riferiscono i dati più recenti sulla pandemia. Ne riportiamo l’incipit:

Sabato scorso l’Istituto superiore di sanità ha pubblicato il suo bollettino aggiornato sui contagi Covid, le ospedalizzazioni, i ricoveri in terapia intensiva e i decessi degli ultimi 30 giorni. Sono gli unici dati noti che vengono divisi per fascia di età e fra non vaccinati, vaccinati a metà (solo una dose delle due previste) e vaccinati a ciclo completo. Da quei numeri si scopre che fra gli ultraottantenni la stragrande maggioranza dei contagi (71,6%) sono stati registrati fra chi aveva già ricevuto da tempo le due dosi di vaccino. Stessa prevalenza sia pure con percentuale minore (50,9%) nella fascia 60-79 anni: si contagiano più i vaccinati dei non vaccinati. Per gli ultraottantenni la stessa prevalenza fra vaccinati (58,7%) si riscontra nelle ospedalizzazioni, e qualcosa di simile si sta iniziando a vedere nei ricoveri in terapia intensiva (46% contro 50,6% di non vaccinati) e purtroppo per i decessi (44,7% avevano due dosi di vaccino e 51,1% nemmeno una).

Strano vero? Gli “esperti” qui da noi, ma anche in Israele, si affanno a spiegare che si tratta dell'”effetto paradosso”, e poi c’è chi dice che è colpa della variante Delta per cui il siero non offre protezione…e invocano terza quarta e chissà quante altre dosi, in una rincorsa senza fine…Ma in questa situazione istigare all’odio verso chi nutre seri dubbi sulla narrazione ufficiale e sugli effettivi benefici del siero, appare oltre che vergognoso, palesemente stupido. Se il “vaccino” funziona, protegge, e fa miracoli, chi vuole se lo inietti, e viva felice e sicuro. Ma se invece i vaccinati si contagiano, contagiano e vanno a finire in ospedale quanto i non vaccinati, su quale presupposto scatenare questa caccia alle streghe e al “diverso”?

§§§




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

*

Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione, e di libera discussione e confronto costituito da Stilum Curiae, può farlo con una donazione su questo conto, intestato al sottoscritto:

IBAN:  IT24J0200805205000400690898

*

Oppure su PayPal, marco tosatti

*

La causale può essere: Donazione Stilum Curiae




Ecco il collegamento per il libro in italiano.

And here is the link to the book in English.

Y este es el enlace al libro en español


STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK

cercate

seguite

Marco Tosatti




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

*

Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione, e di libera discussione e confronto costituito da Stilum Curiae, può farlo con una donazione su questo conto, intestato al sottoscritto:

IBAN:  IT24J0200805205000400690898

*

Oppure su PayPal, marco tosatti

*

La causale può essere: Donazione Stilum Curiae




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , , ,

Categoria:

32 commenti

  • Gianfranco ha detto:

    Io, personalmente li aiuterei con una SOTTOSCRIZIONE. Non scherzo!

  • Claudius ha detto:

    Ben fatto.
    Speriamo che vada in galera presto.

  • luca ha detto:

    purtroppo queste cose ispiegabilmente non portano mai a niente…….vedi Napolitano che di denunce ne ha collezionate
    parecchie e sono state bloccate tutte…

  • Don Z ha detto:

    Mi viene detto da fonte autorevole che il giornalista Andrea Cionci è stato allontanato da Libero su richiesta di Santa Marta , a causa delle sue inchieste su Bergoglio . Se fosse vero io non leggerò mai più Libero. Attendo conferma. Grazie

    • Spirito di carta stampata ha detto:

      anche a me risulta sia vero . il direttore Sallusti che ha amicizie influenti in vaticano ( non dimenticate il famoso articolo su Boffo ) , è molto,molto sensibile alle attenzioni o alle minaccie clericali. E in effetti Cionci è andato un pò troppo “oltre” mettendo troppa immaginazione nei suoi pezzi. Che peraltro son belli e persino , diciamo, più veri di quelli documentabili ? Tosatti , se conosci Cionci ,potresti verificare ? lo merita .

    • Alessandro ha detto:

      Se così fosse, sarebbe davvero molto triste. Solidarietà e rispetto per Cionci. Al quale bisogna riconoscere intraprendenza e libertà intellettuale, anche se alcune sfumature delle sue inchieste forse sono troppo semplicistiche.
      Se è successo quel che si vocifera, tuttavia, anziché silenziarlo non fanno che rafforzare le sue tesi.

    • Demodoco ha detto:

      Non aspetterei la conferma di questo benservito per smettere di leggere “Libero”.

    • ROBERTO ZANELLA ha detto:

      Da quando Libero è in mano a un certo Sallusti, che ora a briglie sciolte, senza più sottostare al bon ton che gli imponeva Arcore, si muove come un Federale tipo Farinacci. Anch’io dopo la prima pagina Criminali No Vax., gli ho scritto, informandolo che la mia copia sarebbe rimasta in edicola.

  • Indignato ha detto:

    Presidente, questo dovrebbe essere il momento di smorzare i toni e richiamare TUTTI gli italiani alla realtà e all’unità, comportandosi da esempio per tutti, anche per le forze politiche.
    Inoltre, la Costituzione deve essere sempre rispettata, per ciò che rappresenta e il sangue che è costata!

    Di fronte all’orientamento univoco di tutti i canali di informazione che negano ogni scomoda evidenza scientifica non è accettabile questa presa di posizione da parte del massimo garante delle istituzioni della Repubblica.

    La Verità alla fine vince sempre.
    «Vi dico che, se questi taceranno, grideranno le pietre» Lc. 19,40

  • amos ha detto:

    L’unico modo per tentare di fermare questi infami, dato che non è previsto lo schioppo, è fondare un partito per le prossime elezioni, ammesso che ci siano.

    • roth ha detto:

      bravo , ci vuole anche un nuovo partito , per farlo poi confluire nel PD o in FI . Ma vah !
      Non le basta Maurizio Lupi ? quintessenza della genialità nel promettere e esemplare nel non fare nulla ? Lasci perdere i partiti, si occupi semmai di creare corpi intermedi , se sa farlo.

    • eumolpo ha detto:

      La precipite parabola dei grillini dimostra che il sistema non è riformabile dall’interno, per la semplice ragione che l’apparato politico, in particolare a Roma, ha un potere corruttivo calibrato al millimetro ed è scientificamente in grado di assimilare e omologare alla cosiddetta casta (costituita in realtà da squallidi fuori casta dello Spirito) chiunque giunga ad accedere ai palazzi del potere. * E se è vero che con i grillini è stato più facile che con altri, dal momento che si trattava per lo più di gente senza arte né parte, spesso semianalfabeti buttatasi in “politica” per fame, ambizioncella o invidia sociale, è anche vero che il Sistema ha tutti gli strumenti per ammaliare e assimilare anche personalità e partiti intellettualmente, intellettivamente e moralmente ben più consistenti dei grillini. Potremmo dire che il Sistema romano e le sue propaggini si attiene alla lezione della maga Circe, che trasformava sistematicamente i suoi ospiti in porci. * No, l’unica via per modificare in modo relativamente efficace l’assetto del Sistema è una robusta e costante pressione sociale di ordine non isitituzionale. L’apparato ha una straordinaria capacità di rigenerarsi, ma con un’azione profonda e protratta è senza dubbio possibile ridurne di molto la presa e la virulenza. La Storia, anche la Storia italiana, insegna che tale esito è possibile e che il processo che vi conduce si innesca da sé, solitamente per l’insipienza, l’arroganza e l’imbecillità dei decisori politici.

  • Creazionista ha detto:

    L’obiettivo è creare un clima da guerra civile, sono giorni che giornali, tv e politici aizzano il popolaccio bue a prendersela con chi non si vuole vaccinare, accusato perfino di avere le armi dei talebani. Se succederà qualche incidente verrà usato per imporre una dittatura peggiore di quella in cui siamo piombati. Se non succederà, statene certi lo creeranno loro, dopo le elezioni, la storia di questo maledetto paese è piena di false flags.
    Intanto dice che i cialtroni della lega stanno ritirando tutti gli emendamenti al green pass.

    • MASSIMILIANO ha detto:

      Lei Creazionista è molto compassionevole nel definire cialtroni quelli della Lega. Io evito di esprimermi in merito perchè rischierei quanto meno una censura. Se poi mi dovessi esprimere sul capo di quel partito sarebbe ancora peggio… Ma un giorno lui pagherà caro ciò che ha fatto. Non ho alcun dubbio in merito. Saluti.
      Massimilinao

      • Demodoco ha detto:

        La Lega non è la soluzione, ma è parte del problema specialmente in alcuni dei suoi esponenti (come Giorgetti, Zaia o altri di cui si dice siano in odor di loggia). Tra le parti del problema, tuttavia, non è la più grave. Se il 13 settembre al Senato si terrà a Roma il Summit internazionale sul covid, cui parteciperanno molti medici e studiosi non succubi del Pensiero Unico, non è certo merito di Letta, di Speranza, di Sileri o di qualche altro pidiota-grillota, ma della senatrice leghista Roberta Ferrero. * Chi fosse interessato a seguire i lavori del Summit, che si svolgeranno nelle tre giornate del 12, 13 e 14 settembre, può fare riferimento a questo sito https://it.internationalcovidsummit.com/

  • 👀 ha detto:

    sono ignorante, ma 👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏👏al coraggio per la verità

  • Jsph ha detto:

    Sapete come andrà finire?
    I 2 avvocati saranno messi sotto processo per lesa maestà.
    Il cattolico (?) Mattarella sarà difeso anche dal cattolico (?) Bergoglio.

  • Abate Busoni ha detto:

    La vera domanda è: cosa spinge a minacciare i cittadini e contemporaneamente negare l’evidenza con tale protervia? L’arroganza, la certezza di rimanere impuniti, una qualche forma di ricatto o intimidazione?

    • Rosa Rita La Marca ha detto:

      L’assessore alla sanità Razza è di nuovo al posto di guida, se non vado errata. E il Presidente Musumeci ha dichiarato trionfante che è pronto a ricandidarsi.
      Di che parliamo? Con chi parliamo?
      Il livello è così luridamente e sfrontatamente basso che io non mi abbasso a dialogare con loro.
      I quali, ci tengo a precisare, non mi hanno mai rappresentato, in nessun momento, nè nel modo di pensare, parlare, operare e creare programmi e inciuci vincenti vari.
      Giorgia Meloni è tra i miei censuratori virtuali.
      Tutti, tra quelli che vogliono vincere per forza, mi hanno censurato. sui social. Non tollerano riflessioni, battute, argomentazioni.. “troppi parlano di me”… tuona infastidita la Meloni…
      questa nemmeno si rende conto dei ruoli che si permette di accettare di svolgere. Ne parliamo perchè, purtroppo, non sta al mercato a vendere il pesce, anche se forse lei ancora non lo ha compreso, visto i modi di esporsi, decisamente non conservatore.
      Chi gli va dietro? Gli amanti dei selfie coi potenti e vip di turno. Il circo equestre di Moira Orfei mi pare più severo come costumi… che dite?

  • giorgio rapanelli ha detto:

    Infatti mi è sembrato strano che un Presidente della Repubblica, soprattutto un “mite” che non interviene che raramente come il Presidente Mattarella, impedisca la libertà personale di quei cittadini che rifiutano un vaccino sperimentale, che però ha fatto fare soldi a palate ad un Bill Gates, che ha partecipazioni azionarie in case farmaceutiche internazionali e che foraggia l’OMS, la quale poi si sdebita imponendo la vaccinazione obbligatoria, di cui non sappiamo come finirà per la salute dei vaccinati. Ovviamente lungi da ognuno di pensare che pure il Mattarella abbia partecipazioni azionarie nel settore, oppure che abbia ricevuti fondi sottobanco da parte del “filantropo” Gates. Però, qualcosa ci deve essere di occulto, se si spingono i cittadini con toni minacciosi a vaccinarsi con vaccini di cui non si sa quali effetti negativi si avrebbero nel tempo, e come se i non vaccinati fossero degli untori criminali. Quando oggi sappiamo che anche i vaccinati possono riammalarsi di Covid e perfino morire, come è avvenuto con un anziano già vaccinato, due giorni fa a Macerata. Con ciò, Mattarella si pone sullo stesso livello del premier Draghi, che è un qualificato dipendente ideologico delle logge occulte anglo-americane e dell’alta finanza e per il Nuovo Ordine Mondiale, che magari lo hanno aiutato nella carriera di economista, date le sue doti professionali. Mattarella lo ha proposto come uomo del destino, onde risolvere una situazione di stallo governativo, dati i flop dei precedenti uomini legati al potere mondiale. Purtroppo, anche Draghi ha gettato la maschera con i vaccini, minacciando di morte chi non si vaccinava, indicandoli pure come untori. Ma, mentre un ruolo politico prevede una libertà di opinione, nel caso del presidente Mattarella è una cosa diversa. Non accettabile per chi crede nella Carta Costituzionale e in una Democrazia nata dalla Resistenza. Resistenza – nuova – che si è iniziata a combattere contro un dittatura sanitaria (e politica) sempre più virulenta contro il diritto alla libertà individuale. Roba da Regime fascista. Quando, se non prendevi la tessera del Fascio, venivi espulso dai luoghi di lavoro. Oggi sta avvenendo questo. Quindi, siamo in presenza di un fascismo strisciante che va verso un obiettivo nazi-bolscevico, di storica memoria, e come sta avvenendo nella Cina capitalcomunista.

    • Jsph ha detto:

      Bravo Giorgio. Bel commento, sono d’accordo.

    • Enrico Nippo ha detto:

      “un fascismo strisciante che va verso un obiettivo nazi-bolscevico”.

      Seeee … buonanotte!

      La matrice comunista di Rapanelli è indelebile.

      • giorgio rapanelli ha detto:

        Enrico Nippo, conosco bene i miei Compagni. Eravamo per i diritti individuali e per la distruzione della Chiesa Cattolica. Io fui per il divorzio e l’aborto, per ignoranza e per colpire la Chiesa cattolica e la DC..

        • Enrico Nippo ha detto:

          E allora lasci perdere il fascismo, che è lo spauracchio che i sinistri di ogni ordine e grado vanno agitando per confondere i grulli. Un disco rotto!

          • Rosa Rita La Marca ha detto:

            inneggiare
            Sinonimi e Contrari (2003)

            Condividi
            inneggiare v. tr. [dal lat. tardo hymnizare, der. del gr. hymnéō “cantare inni”] (io innéggio, ecc.; aus. avere). – [formulare entusiastiche lodi nei confronti di qualcuno o di qualcosa, con la prep. a: i. ai vincitori, alla pace] ≈ celebrare (ø), decantare (ø), esaltare (ø), glorificare (ø), incensare (ø), magnificare (ø), osannare (ø). ↓ elogiare (ø), lodare (ø). ↔ biasimare (ø), denigrare (ø), deplorare (ø), deprecare (ø), riprovare (ø), stigmatizzare (ø). ↑ esecrare (ø).

            CìGià Giorgio Almirante invitava i giovani dell’epoca a non rinnegare, non restaurare.
            Per amor di patria, bisognerebbe introdurre una legge che impedisca agli stessi italiani di dileggiare l’onore, la memoria dei nostri avi, rispettando il culto dei morti, specialmente se sono stati militari, specialmente se eroici, e farli conoscere rettamente nelle scuore e nelle università.
            Avendo il coraggio di affrontare con il sano dibattito pubblico, e la libertà di stampa, le questioni attuali senza usare termini inerenti il periodo finito e chiuso del fascismo come offesa, in quanto ciò è un tentativo di offesa ad una parte incancellabile del percorso compiuto dagli italiani. Molti dei quali non siamo degni di nominare.

  • laura cadenasso ha detto:

    I capelli biachi e l’ anima nera di quest’ uomo disegnano una figura di tendenze evidentemente parziali che, fuori dal roulo che la Costituzione gli assegna, parla come semplice cittadino. Ripropongo l’ appellativo sdoganato da Macron : VOMITEVOLE. Un sincero plauso ai due coraggiosi giuristi, sperando siano di esempio

  • GBC ha detto:

    e’ anche ravvisabile il reato di vilipendio al capo dello stato. queste esibizioni possono costare caro.

    • Alda ha detto:

      Se non è più vilipendio insultare Nostro Signore, non vedo perché debba esserlo farlo con un mortalissimo essere (in)umano…

  • E' così ? ha detto:

    direi che si tratta di LITE TEMERARIA , non solo perderanno la causa e dovrenno pagare le spese processuali , ma rischiano persino un processo per lite temeraria , fino alla sospensione dall’Ordine degli avvocati, con finale scuse e atto di clemenza del Presidente . mah !

Lascia un commento