Chiesa Tedesca, Scisma Gay. Se il Papa non Agisce, Sarà il Caos Ovunque.

26 Aprile 2021 Pubblicato da 35 Commenti

Marco Tosatti

Carissimi Stilumcuriali, il nostro amico, l’Investigatore Biblico, ci ha ha segnalato questa sua riflessione sulla Chiesa di Germania, che sembra avviata a formalizzare – nei fatti – uno scisma strisciante in atto da molto tempo. Buona lettura.

§§§

Oggi abbandono le traduzioni per parlare di una questione di attualità.

Il titolo che ho scelto potrebbe far pensare che io mi compiaccia di quello che sto per trattare in queste righe. Esattamente l’opposto.

Partiamo dai fatti. Il giorno 22 Febbraio 2021 la Congregazione per la Dottrina della Fede ha emanato un Decreto che vieta ai Sacerdoti di Benedire le coppie omosessuali. Dopo anni di nebbia su questo argomento, è stato necessario mettere agli atti quale sia la posizione dottrinale in materia, alla luce del caos e delle libere iniziative verificatesi in tutto il globo.

Come avrete potuto leggere, da anni ormai, nei blog pertinenti, la Chiesa Cattolica Tedesca ha sempre avuto una posizione piuttosto rivoluzionaria a riguardo, mettendo in discussione lo stesso Catechismo. Siamo, quindi, giunti a un momento epocale, in cui tutti i nodi stanno per venire al pettine.

Un numero approssimativo di 2500 – sacerdoti e diaconi tedeschi -, a cui se ne stanno aggiungendo molti altri, ha deciso di ribellarsi al Decreto della Congregazione, per compiere un atto simbolico e di protesta: benedire tutte le coppie innamorate, comprese naturalmente quelle gay, il giorno 10 Maggio 2021.

Un piccolo chiarimento su questo Decreto, è necessario, dopo le consuete quisquilie giornalistiche, le solite congetture e supposizioni, che mandano puntualmente in confusione le menti poco ferrate in materia dottrinale. Atteniamoci ai fatti per quanto riguarda la posizione del Pontefice.

Il Responsum ha avuto il placet di Papa Francesco prima della sua pubblicazione. Questo è un fatto. L’ipotesi su un suo cambiamento di rotta in un discorso all’Angelus domenicale è una supposizione che non può essere documentata appieno.

Torniamo al nodo della questione: il pericolo che avvenga uno scisma da parte della Chiesa Cattolica in Germania.

Intanto poniamo alcune domande: da cosa nasce questo pericolo? Dalle presunte “Lobby gay”? Assolutamente no.

Nonostante sia risaputo che esistano lobby gay in Vaticano, ben altro ha più peso sullo scisma tedesco.

La Parola di Dio, e la storia, ci insegnano che “il denaro è la radice di tutti i mali” (1 Timoteo 6). E’ sufficiente dare una ripassata agli scismi passati per prendere atto che le questioni dottrinali erano per lo più delle scusanti mosse da intenti diversi. Un esempio è lo scisma d’oriente: pensate che si sia verificato solo ed esclusivamente per la questione del Filioque? Fantasioso. Lo scisma fu in realtà una questione di potere per rendersi indipendenti da Roma, sotto le vesti della questione teologica.

Lo scisma protestante? Solo questione di indulgenze? Interessante credere che sia solo questo il movente. Gran parte della Chiesa tedesca voleva l’autonomia da Roma. Motivo? Potere e denaro.

Anche oggi la lettura di San Paolo sui soldi trova un riscontro.

Voglio sottolineare un aspetto fiscale, che, lo ammetto, mi ha stupito, ma mi ha fatto riflettere molto sui veri e sui presunti moventi del potenziale scisma.

In Germania esiste la tassa per la Chiesa, detratta dallo stipendio su autorizzazione dell’interessato. Tramite questa imposta, in sostanza, il fedele ha accesso e può ricevere i sacramenti. Se un qualsiasi soggetto non paga questa tassa, gli vengono negati non solo i sacramenti, ma anche il funerale, ad esempio. Questo articolo riporta la questione in modo dettagliato: Tassa per la Chiesa

Ecco i frutti della Chiesa tedesca, una delle realtà più ricche di tutta l’Europa e del mondo. Un parroco tedesco, percepisce in media 2.500 euro al mese di stipendio. Non sono frottole. Senza contare le trasferte e i rimborsi spese. Possiamo arrivare serenamente a un 3000 euro mensili. Un altro articolo interessante: Chiesa, l’azienda più ricca in Germania.

Un parroco italiano con decenni di servizio può arrivare sui 1200 euro mensili. Questo per farvi notare la differenza.

Torniamo alla Chiesa tedesca, che negli ultimi decenni ha registrato un notevole calo di “iscritti”, con un conseguente calo delle entrate. Il binomio meno iscritti-meno entrate è comprensibile con un esempio molto semplice.

Prendiamo il caso di un ragazzo divorziato convolato a seconde nozze civili, il quale, secondo l’uso di Santa Romana Chiesa, non ha accesso ai Sacramenti. Che senso ha per questo ragazzo pagare la tassa menzionata?
Facciamo un secondo esempio. Una coppia omosessuale chiede di essere ufficialmente benedetta da un prete, in occasione pubblica, a dimostrazione che Dio sta benedicendo la loro unione. Se la risposta è negativa da parte della Chiesa, pagheranno forse entrambi la suddetta imposta?

Penso sia logicamente comprensibile quale sia il motivo di questo forte calo di “iscritti” e la conseguente curva discendente delle entrate.

Per rimediare cosa fa la Chiesa tedesca? Muove forze, persone, idee, insiste, indice sinodi, per fare in modo che si possa permettere, senza condizioni di sorta, comunione ai divorziati risposati, benedizione per le coppie gay, eccetera. Il movente o intenzione è davvero quella di stare accanto a chi si sente “emarginato” dalla Chiesa? O forse per recuperare le perdite economiche?

Perdonatemi ma sono cresciuto con un insegnamento fin da piccolo: la chiesa è Madre. Se non ami la Madre, le tue azioni di amore sono una finzione. Se produci ribellione e divisione, quale modalità di amore stai sostenendo?

Non li conosco uno ad uno, ma sommariamente ho il sospetto che questo gruppo sostanzioso di vescovi, preti, diaconi, non abbia realmente a cuore la salvezza delle pecore che il buon Dio ha affidato loro. Si stanno comportando da mercenari. Vedo un grande interesse per il portafoglio. Recitiamo insieme le parole di Gesù in croce: Padre, perdonali, perché non sanno quello che fanno. O forse lo sanno?

Ma cosa accadrà prossimamente? Voglio ipotizzare degli scenari partendo dai dati di fatto.

Il 10 Maggio questi 2500 ministri ribelli benediranno le coppie gay, agendo in disobbedienza a un Decreto della Congregazione per la dottrina della Fede.

Cosa farà il Pontefice?

Caso uno. Nulla. Ed è un’ipotesi probabile. Questo comporterà un effetto a catena. Chiunque, in qualsiasi Stato, diacono, prete o vescovo, si sentirà abilitato a compiere i medesimi riti. E la confusione continuerà ad aumentare. In questo caso non si parlerà di scisma, ma, peggio, di un tradimento globale da parte della Chiesa verso Nostro Signore. Provate a visualizzare quale immensa confusione, quale danno spirituale alle anime.

Caso due. Papa Bergoglio decide di intervenire e sospendere tutti quei ministri, riducendoli allo stato laicale. Benvenuti nello scisma tedesco. Non volendo sottostare alla santa obbedienza, predicata dai Santi, l’intera Chiesa Tedesca deciderebbe di agire per conto proprio, rendendo lo scisma una realtà.

Facendo un bilancio, propendo per il caso due, seppur doloroso, dannoso e caotico. Ma pur sempre meno dannoso del caso uno, dove regnerebbe un silenzio complice.

Il Vangelo, del resto, è Uno. La Verità è Una, Gesù Cristo, e non si scappa. Sono numerosi gli episodi storici in cui le forze in gioco hanno cercato di piegare il legno. Non ci sono riusciti e non riusciranno nemmeno questa volta. Purtroppo si osserveranno tante anime scegliere la via larga, quella comoda, tradendo la verità del Vangelo e degli Insegnamenti che la Chiesa ha tramandato per secoli. A ognuno la propria scelta.

In questo frangente, per inciso, denoto anche un grandissimo sfruttamento di una categoria di persone, gli omosessuali, usati biecamente per questioni di denaro.

E’ solo il sottoscritto ad accorgersene? Vogliamo veramente credere che le coppie gay, grazie a queste prese di posizioni sensazionalistiche, avranno veramente una cura spirituale adeguata alla loro situazione? Oppure dei ministri “ecclesiastici” a cui far riferimento?

Chi ha orecchi, intenda. Purtroppo rispecchieranno un’amara condizione: quella di essere sedotti e abbandonati.

La Maternità della Chiesa nei confronti dei gay non si manifesta con questa modalità “eclatante”, giornalistica e da show televisivo. Si manifesta, al contrario, nella quotidianità, nell’affetto, nell’accoglienza, nella direzione spirituale regolare. Molti bravi Sacerdoti agiscono in questo modo. E soprattutto con discrezione, attitudine che sembra aver abbandonato il senno di molti ecclesiastici. Non servono gesti clamorosi protesi a sfruttare l’eco dei media e reazioni violente. Serve il silenzio.

Così, amici, potete notare come la moda del clamore abbia invaso le nuove generazioni di diaconi, preti e vescovi. E sia. Che dobbiamo farci? Le conseguenze, però, saranno devastanti.

Nonostante io sia un tifoso del caso due, ho un grandissimo, immenso, devastante terrore che si verifichi il caso uno. Ovvero nessuna presa di posizione da parte della gerarchia, che risulterà in un male incurabile, in mezzo a uno scenario raccapricciante. Assisteremo all’ennesima scappatoia delle volpi Vaticane? “Vi chiudono il portone, e noi vi apriamo la finestra”? Per entrare in quale luogo? Nel baratro. Senza presente e senza futuro.

Senza Gesù Cristo non si va da nessuna parte.

§§§




Ecco il collegamento per il libro in italiano.

And here is the link to the book in English. 


STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK

cercate

seguite

Marco Tosatti




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA

OPPURE CLICKATE QUI




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , ,

Categoria:

35 commenti

  • FRANJO ha detto:

    Qualcosa dovrà pur dire. Escluderei provvedimenti conseguenti (che dovrebbero essere necessariamente pesanti), Eppure sarebbe una grande occasione per dire finalmente basta alla Chiesa parastatale, se non altro per coerenza con l’agognata “Chiesa povera per i poveri”….

  • IM ha detto:

    E Gesu’ disse loro: “Volete andare via anche voi?”

  • Bea ha detto:

    Sicuramente ha ragione Sherden.
    Si arrabbierà con i preti disobbedienti, poi lascerà passare una settimana e li lusingherà dicendo sì… ma anche. Come col covid: I preti non dovevano essere in uscita e puzzare di pecora? Ma col covid devono stare chiusi e puzzare di canfora

  • PATER LUIS EDUARDO RODRÍGUEZ RODRÍGUEZ ha detto:

    Ma che illuso, questo investigatore…come aspetta la possibilitá numero uno, se quello é pure un pervertito, un impostore, antipapa, che pure ha ad Astana un prossimo appuntamento a giugno, nella piramide massone, per continuare, come i tedeschi verso i soldi, l’ingrandimento della FALSA CHIESA. Non sprecare il tempo con queste possibilitá, entrambe inutili. L´APOSTASIA mondiale la fermerá Dio come ha profetizzato in ogni modo. Per favore investighi piú sul libro dell´Apocalisse. 
    Parroco della “periferia” di Caracas, che non ha ricevuto in 18 anni qui, nemmeno un euro di stipendio in nessun mese, per la povertá materiale di questa amatissima parrocchia, ma che la PROVVIDENZA mai ci ha fatto mancare niente. Anzi. Quei perversi e pervertitori, la pagheranno tutte. Non ci piove sopra…se non vuole investigare sull´Apocalisse, quindi vi raccomando pure investigare sul parolín che sta per arrivare in Venezuela per altra nulla beatificazione, altro mercenario travestito, come i “santeros” con i veri santi. IMMONDI SCHIFOSI, MA DI DIO NESSUNO FA BURLA.
    berORGOGLIO ” è forte con i deboli e deboli con i forti”, Equesto, come in chávez, perche appunto, per rispondere uno che qui dice che “studió in Germania”, fu solo il tentativo, perche negl´8 mesi che passó lá, dopo essere cacciato provinciale in Argentina, non riuscí nemmeno imparare il Pater Noster in tedesco, quindi, non studió niente; ma nel suo ego ferito, solo complessi d´inferioritá, li piace essere adulato dai tedeschi, specialmente tipi come kasper, perche cosí ha la fantasia credere d´essere al livello degl´eretici luterani, tedeschi, hitleriani. Tutto qui. 
    Ed un GRAZIE A “FRANCESCOMARIA”: “Non sarà la questione delle coppie lgbt a provocare uno scisma nella Chiesa. Lo scisma è già in atto tra una vera e una falsa chiesa. Tra chi segue il falso profeta e chi la Verità assoluta. Tra chi guarda al piattismo e chi al trascendente.Tra chi venera pachamama e chi venera la Santa Vergine. Tra chi segue il nuovo vangelo e chi segue il Vangelo. Tra chi pensa che la Via Crucis sia il fallimento di Dio e chi pensa sia solo il passaggio prima della vittoria sulla morte di Cristo. Tra chi pensa che Maria non sia Corredentrice e i dogmi siano schiocchezze e chi pensa che, oltre ad essere meritati dalla Santa Vergine, Ella sia anche Corredentrice (Giovanni Paolo II). Tra chi, modificando il Vangelo, dice che Giuda ha ricevuto il perdono di Cristo e chi pensa, come dicono le Sacre Scritture, che sia all’inferno. Vede le coppie gay sono solo la punta dell’iceberge. Che Dio abbia pietà di noi.”
    ET EXPECTO TRIUMPHUM CORDIS IMMACULATI MARIAE.  

    • PATER LUIS EDUARDO RODRÍGUEZ RODRÍGUEZ ha detto:

      NEL 1141° ANNIVERSARIO DI N.S. DI MONSERRAT, PATRONA DI CATALOGNA.
      749° DIES NATALIS DI S. ZITA.

      • PATER LUIS EDUARDO RODRÍGUEZ RODRÍGUEZ ha detto:

        Grazie a Dio il parolin ha cancellato suo viaggio in Venezuela. Adesso proseguirà il show giordano, suo successore qui, che prima ha vissuto 12 anni a Sankt Gallen.

        641° DIES NATALIS S. CATERINA DA SIENA.

  • stilumcuriale emerito ha detto:

    Senza Gesù Cristo non si va da nessuna parte. ?
    In questo momento c’è chi va e va alla grande. Almeno 2/3 dell’umanità sta andando senza Cristo e sta provando a trascinare dalla sua parte chi ci andava e ancora ci va.
    E’ stupefacente constatare quanto gli uomini non conoscano l’uomo, tanto come individuo quanto come società e si facciano ingannare da coloro che invece sanno come si fa a dominare il mondo.

    • Iod Tav ha detto:

      Quoto: “In questo momento c’è chi va e va alla grande. Almeno 2/3 dell’umanità sta andando senza Cristo e sta provando a trascinare dalla sua parte chi ci andava e ancora ci va.”

      Scusi: ma questi dove vanno, e per di più “alla grande”?

      Lei lo sa bene: verso il precipizio! Investigatore biblico ha perfettamente ragione senza Cristo non si va…o se vuole vedere che ‘vanno’ li ravvisi come quei porci dell’episodio della ‘legione’ i quali andarono, certo, ma alla terribile fine che tutti sappiamo.

    • Vexata Quaestio ha detto:

      No, non si va proprio da nessuna parte, se vogliamo credere
      a quanto Gesù Cristo stesso ci ha detto.

      “Senza di Me non potete fare Nulla” (Gv 15,5)

      • stilumcuriale emerito ha detto:

        O povero me! Non solo ci sono persone che di ciò che sta avvenendo nel mondo non comprendono nulla, ma pretendono anche di venire ad insegnarmi che in Giovanni 5,15 è scritto : — senza di me non potete far nulla—
        Ma Gesù queste parole le ha dette ai suoi discepoli, a coloro che sono e si sentono tralci di lui che è la vite, non a quelli che magari dicono di lavorare per lui, ma in realtà sono contro di lui e che in questo momento hanno in mano le redini del mondo e stanno diventando sempre più forti. E fanno, fanno eccome se fanno. Siamo noi che senza Cristo non possiamo far nulla per ribaltare la situazione.

  • Marco ha detto:

    C’è una terza possibilità: che Bergoglio segua la chiesa tedesca e sdogani le unioni gaie.
    Temo che la chiesa tedesca chiede dal basso quel che è già stato deciso dall’alto (Roma).
    Il tutto verrà presentato come:
    – il male minore per i tradizionalisti (si è evitato lo scisma, si dirà, intanto agiamo così poi dialogheremo),
    – come un passo avanti per i progressisti (era ora, il passo dopo è il matrimonio per i preti eccetera)

    • Eleazar ha detto:

      Se risultasse vera l’ipotesi che sdoganare le unioni omosessuali fosse già stato deciso in alto loco, allora è evidente che Bergoglio mira alla spaccatura della chiesa o meglio spera che i contrari a dette unioni facciano fagotto e tolgano il disturbo. Infatti Bergoglio ha, tempo fa ricordato che, dopo il concilio Vaticano primo, un gruppo di fedeli che erano contrari al pronunciamento del concilio stesso relativo l’infallibilità pontificia si allontanarono , formando la chiesa vecchio cattolica. Ma oggi quella Chiesa non esiste più e i pochi superstiti si sono in pratica assimilati ai protestanti.
      E se Bergoglio si sbagliasse ? Le chiese ortodosse e i gruppi protestanti sono ancora esistenti. Quindi l’esempio dei vecchiocattolici non fa testo.

  • Esdra ha detto:

    BERGOGLIO ha studiato in Germania, con scarso profitto, ma qualcosa avrà pure appreso.
    In effetti da buon fratello illuminato vuol trarre un nuovo Ordine dal Caos che contribuisce ad aumentare a tutta forza

  • don Egizio ha detto:

    Nella dichiarazione dei redditi in Germania si deve scrivere a quale religione si appartiene. Se si scrive nessuna non si paga la tassa ecclesiastica ma questo si considera abiura e si è scomunicati ipso facto, per questo non si possono avere i sacramenti: come conseguenza (o il pretesto) della scomunica, dato che non sarebbe possibile togliere i sacramenti per una semplice questione fiscale. Il tutto frutta 7 o 8 volte l’8 per mille italiano, anche perché i Laender cattolici sono i più ricchi. Quelli luterani sono più poveri (nord e est) e fruttano meno della metà. la diocesi di Colonia ha un bilancio di un miliardo di euro (ma le diocesi tedesche sono poche e grandi, quelle italiane sono piccole e dieci volte più numerose). I parroci guadagnano molto, ma questo è in linea con gli stipendi dei laureati (idem i pastori): spesso sono anche Doktor, ossia hanno il dottorato di ricerca (in Germania Dr. non è il semplice laureato). Hanno una infinità di servizi, scuole, asili ecc.
    Detto questo non so se sia una questione di soldi: le persone che ho conosciuto io sono proprio convinte. Ho assistito a una predica di una vescova luterana svedese (che auspicava il sacerdozio femminile) al Katolikentag: mai vista una folla così entusiasta. C’è da dire che un tempo cattolici e luterani abitavano aree distinte, omogenee, con il tempo si sono mischiati e vivono fianco a fianco: questo ha portato una lenta assimilazione nelle abitudini e persino nella dottrina da parte dei cattolici, sicché i cattolici sono diventati semi-protestanti, mentre i protestanti ormai sono su posizioni solo vagamente cristiane.
    Per i soldi, la questione è profonda: la tassa ecclesiastica è una faccenda protestante, con il principe (ora lo stato regionale) capo della chiesa locale, che poi mantiene i pastori (non a caso è stata ripresa a suo tempo da Giuseppe II e dalla costituzione civile del clero francese: il parroco è un funzionario pubblico, un po’ anche il concordato del 1929 si era ispirato per la congrua). Così infatti è in tutti i paesi luterani: anche in Svezia si paga la tassa ecclesiastica, anche da parte dei cattolici: infatti un italiano deve stare attento: se non dichiara la sua religione di appartenenza può essere classificato cattolico, e se non sa della tassa ecclesiastica rischia di essere perseguito per evasione fiscale! è successo persino a un calciatore…
    d.E.

    • monica ms ha detto:

      Concordo con la sua analisi.
      1. molti battezzati cattolici non solo non dichiarano di essere cattolici al comune tedesco , trovando la tassa ingiusta, o non volendo finanziareun certo scempio, ma se stranieri, per esempio francesi, chiedono alla parrocchia francese la cancellazione dai registri di battesimo perché i tedeschi fanno controlli.
      2. sacerdoti e fedeli sono spesso convinti delle loro posizioni eretiche perché sono decenni che crescono con certe idee che nessuno o pochi hanno corretto. É con molto peso nel cuore che lo scrivo, ma non professiamo la stessa dottrina anche se formalmente ci chiamiamo cattolici.
      3. Di fronte a questa triste realtà la pazienza e la comprensione hanno prodotto solo presunzione e ribellione. Forse bisogna scuotere le loro coscienze con una posizione chiara e forte. E siccome, suppongo, questo toccherà non tutti a livello morale, bisognerà toccare tutti a livello pecuniario: stato laico per i sacerdoti in aperta sovversione alla Chiesa. Si trovino un lavoro niente più ‘stipendio’ dalla tassa sulla chiesa.

  • americo mascarucci ha detto:

    Spero si arrivi finalmente allo scisma con la Chiesa tedesca che è una lobby economica prima che la Chiesa di Cristo. E’ ovvio che le lobby Gay hanno tutto l’interesse a finanziare la Chiesa tedesca e questa ricambia sposando le ideologie Lgbt. Tanto se se ne vanno Marx e compagni ci faranno un grande favore. Abbiamo visto tutti come è finita con gli olandesi e con il loro catechismo. Ma Bergoglio è forte con i deboli e deboli con i forti. Alla fine temo che cederà alle richieste dei tedeschi facendo loro concessioni e sarà la fine. Perché una volta che avremo fatto passare il messaggio che ogni conferenza episcopale può dotarsi di un proprio magistero, di una pastorale nazionale interpretando il Vangelo come gli pare, sarà finita la Chiesa universale. e il papa rischierà di diventare un mero federatore di tante chiese locali autogestite. Il sogno di Hans Kung rischia di avverarsi….Che Dio onnipotente, il suo unico figlio unigenito Gesù Cristo e la Vergine Maria veglino sulla santa Chiesa.

    • Helene Bronner-Fiorentino ha detto:

      Secondo me è esattamente questo l’intenzione del papa. Non per niente Kueng era contentissimo della sua elezione.

      • americo mascarucci ha detto:

        Siccome le casse languono i prelatoni tedeschi con in testa il grassone Marx hanno pensato bene di allearsi con il mondo Lgbt per rimpianguarle sbianchettanto il Vangelo e buttando al macero secoli di tradizioni.Lobby gay, massoneria, paganesimo, tutto torna utile a fare cassa. Pruma se ne vanno e prima il fumo di Satana uscirà dalla Chiesa

    • Agostino ha detto:

      Mi scusi Mascarucci, ma non ha detto la volta scorsa che Bergoglio è il suo Papa e che la Santa Messa va celebrata in unione con lui? Ma come si permette ora di accusare il suo Papa dicendo che “Bergoglio è forte con i deboli e deboli con i forti. Alla fine temo che cederà alle richieste dei tedeschi facendo loro concessioni e sarà la fine.” Questo lo può dire don Alessandro Maria Minutella, don Enrico Bernasconi e financio io che dopo essere venuto a conoscenza dei retroscena mafiosi prima, durante e dopo l’elezione del Santo Padre Benedetto XVI, dell’elezione nulla di Bergoglio per la violazione della Costituzione Apostolica Universi Dominici Gregis e di tutta quella serie di blasfemie eresie e atti di idolatria pagana è evidente e lapalissiano il fatto che non esiste nessun “Papa Francesco”. Mi sono perso qualcosa da quel suo intervento su Stilum Curiae? Sta cambiando idea? Non sia mai che stia cominciando ad aprire gli occhi, la mente e il cuore. Non è ma troppo tardi nel saper cogliere il segno dei tempi. E non sarebbe il primo.

      • Americo Mascarucci ha detto:

        Eh no mio caro,non ci casco piu’. Lei mi vuole tirare dentro un’altra polemica con don Minutella per dargli altro materiale per le sue catechesi inventando che lavoro a Corrispondenza Romana (e’ falso), che conosco il professor De Mattei (pur avendo letto I suoi libri non l’ho mai conosciuto personalmente), che sono un salottiero cravattaro. Per quanto mi riguarda non mi trascinerete piu’ in altre polemiche. Non so se con quello che scrivo adesso don Minutella imbastira’ un’altra catechesi ma e’ l’ultima volta che parlo di lui e del “suo” piccolo testo. Statemi bene cari adepti

    • monica ms ha detto:

      purtoppo ha lasciato avanzare il relativismo interpretativo di amoris laetitiae alle conferenze episcopali nazionali e spero non faccia altrettanto con questa presa di posizione.

  • Raffaella ha detto:

    Come al solito terrà il piede in due scarpe, tirerà il sasso e nascondera’ la mano e sarà il caos…
    Se non ricordo male Bruno Cornacchiola temeva che il Santo Padre avrebbe rinnegato le Verità della Fede.
    Ci stiamo arrivando?

  • Elena ha detto:

    Costanza (https://costanzamiriano.com/2021/04/26/un-appello-dai-nostri-fratelli-cattolici-di-germania-austria-e-svizzera/) ha appena pubblicato una lettera scritta da noi: un gurppo esiguo di amici che vivono nei Paesi della scisma. Il nostro é un appello accorato a moltiplicare le preghiere, ma farlo coinvolgendo i vostri sacerdoti. Chiedete loro di consacrare famiglie, paesi e città al Cuore Immacolato di Maria ed al Sacro Cuore di Gesù. Invitateli a recitare la preghiera a San Michele. Spargete preghiere sane nelle Chiese e correggete fraternamente i fratelli prima che sia troppo tardi. Non indugiate, non abbiate paura a dire a un sacerdote, un vescovo o un cardinale che stanno sbagliando mira, a regalare loro un catechismo.
    Ma soprattutto, chiedete loro di parlare meno e pregare di più.
    Leggete la preghiera infuocata di Monfort
    Dobbiamo stare con le braccia alzate come Mosè. La Vittoria è del Signore, ma la battaglia é anche nostra.
    un abbraccio fraterno dal fronte

    • Raffaella ha detto:

      Come non condividere l’appello?
      Però mi domando: non è meglio se il bubbone scoppia e tutto il marciume viene espulso?

      • Lazzarella ha detto:

        Mah…quali possono essere gli effetti a lungo termine dello scoppio del bubbone ?
        1) La frammentazione della Chiesa. Non sarebbe solo la chiesa tedesca ad andarsene, ma anche le chiese che , negli ultimi anni, hanno ricevuto aiuti dalla chiesa tedesca. Mi giunse voce che, ad esempio, la Chiesa del Brasile abbia ricevuto aiuti dalla chiesa tedesca, ma non so quanto questo corrisponda al vero.
        Ma se un Brasile ci fosse una spaccatura tra fedeli di Roma e fedeli di Colonia, si creerebbero nuovi problemi .
        2) la separazione non sarebbe indolore. Potrebbero esserci persecuzioni, nei confronti dei dissidenti molto maggiori di quelle che vennero riservate agli eretici , modernisti compresi, nei tempi andati.
        3) Potrebbe esserci una risposta da parte dei dissidenti. Si arriverebbe quindi ad una guerra civile dentro la chiesa. Non ci fu, dopo Lutero, una guerra civile in Germania, tra papisti e riformatori?
        Preghiamo quindi che l’atto di dissidenza da parte del clero tedesco non abbia luogo.

  • Carlo ha detto:

    *Papa* Francesco?? *Sarà* il caos??? Forse vivere tra i luminosi testi di 3000 anni fa può causare qualche confusione quando si ritorna alle tenebre del presente. È comprensibile.

  • Sherden ha detto:

    Provo a indovinare. In perfetta linea con lo stile cerchiobottista del personaggio, il pampero mugugnerà qualcosa di ambiguamente adattabile a seconda dell’uditorio, in modo da dare a entrambe le parti la sensazione di “quaestio soluta”. Per esempo potrebbe richiamare all’obbedienza i pretonzoli tedeschi la mattina e lodare la loro “apertura di ponti” il pomeriggio. Non crediate che gli venga difficlle, al contrario è un suo marchio di fabbrica. Esempi? Quanti se ne vuole: dal tuonare, con parole pesanti, contro l’aborto ma poi ricevere, e con Santa Eucarestia a segure, il presidente argentino o invitare come stimati relatori ai convegni la peggior feccia abortista planetaria, per arrivare al suo mantra preferito dell’accoglienza a qualunque migrante, con tanto di lodi sperticate a Casarini & Co. (salvo tacere dei lucrosi affari delle cricche) o al cardinal Bolletta (a proposito: ma le ha mai sganciate poi le 300.000 cocuzze?) e cianciando un giorno sî e l’altro pure di aperture illimitate dei confini (ricordate Trump il cattivone?) ma poi tenere ben chiuse non solo le mura leonine ma anche i palazzi vaticani sparsi a Roma e dintorni. Ma davvero credete che, una volta di più, non cercherà anche stavolta di mantenere un piede in due staffe?

  • FRANCESCOMARIA ha detto:

    Non sarà la questione delle coppie lgbt a provocare uno scisma nella Chiesa. Lo scisma è già in atto tra una vera e una falsa chiesa. Tra chi segue il falso profeta e chi la Verità assoluta. Tra chi guarda al piattismo e chi al trascendente.Tra chi venera pachamama e chi venera la Santa Vergine. Tra chi segue il nuovo vangelo e chi segue il Vangelo. Tra chi pensa che la Via Crucis sia il fallimento di Dio e chi pensa sia solo il passaggio prima della vittoria sulla morte di Cristo. Tra chi pensa che Maria non sia Corredentrice e i dogmi siano schiocchezze e chi pensa che, oltre ad essere meritati dalla Santa Vergine, Ella sia anche Corredentrice (Giovanni Paolo II). Tra chi, modificando il Vangelo, dice che Giuda ha ricevuto il perdono di Cristo e chi pensa, come dicono le Sacre Scritture, che sia all’inferno. Vede le coppie gay sono solo la punta dell’iceberge. Che Dio abbia pietà di noi.

  • FRANCESCOMARIA ha detto:

    Investigatore bliblico, al contrario di Lei io credo che Bergoglio, come sempre e soffrendo di bipolarità, sceglierà la prima ipotesi. Non le dico scommettiamo perchè nè io nè Lei potremo vantarci della vittoria, in quanto sarà tutta la Chiesa a perdere. Ma tranquillo è già tutto scritto e rivelato. Dio conservi SS Benedetto XVI. Sia lodato Gesù Cristo.

  • marzio ha detto:

    C’è il caso 3: che Bergoglio faccia un’inversione a U e celebri un matrimonio di massa in Vaticano tra omosessuali. Forse non arriverà a tanto, ma si accontenterà alla benedizione U&O di esprimere la propria solidarietàalla chiesa tedesca, costretta dal clericalismo della CDF a un provvedimento di rottura

  • Slave of JMJT ha detto:

    Dear Author of this article,

    Praise be to Jesus Mary st. Joseph and st. Teresa our only hope. Thank you for this article and for its truth. No you are not alone a lot of lay people probably feel the same way you do and unfortunately the few priests that feel the same way you do are too afraid to speak up.
    The Catholic church has been in a numbers game for a long time and Priests will even say this during homilies. It’s gotten that bad and it’s not a secret anymore. The Bayside prophecy says that when the world and the church are one know that the end is near. Also if you read God Speaks will you listen. Org the author Cletus RIP who was a messenger of God says many things revealing about the apocalypse and how the dragons tail in chapter 12 swept across across the stars and dragged a third of them down now who are the stars but the Fallen priests; the clergy. Cletus also mentions a man of iron who will rule the Nations and who is this man but Pope Benedict XVI. The abomination of desolation according to Cletus, its fulfillment, is when an Anti-Pope will remove the consecration from the mass making it basically a Protestant service and the mass will have to go underground. Read what he has to say about the warning the illumination of conscience and the chastisement. May God bless you and may you truly have a wonderful day. Our Lady of fatima pray for us. Further reading at smwa.org.

Lascia un commento