Se Cecco Angiolieri Vivesse Oggi, Sgriderebbe Così il Piccolo Resto Fedele.

16 Aprile 2021 Pubblicato da

 

Marco Tosatti

Carissimi Stilumcuriali, un’amica del nostro blog, Veronica Cireneo, ci offre questa invettiva – nello stile di Cecco Angiolieri – rivolta proprio a noi, a quelli che si ostinano a non farsi piacere i tanti, troppi salamelecchi al mondo, al suo padrone e alla sua cultura che ahimè la Chiesa sta riversando. Buona lettura.

 

§§§

SOGNANDO CECCO ANGIOLIERI .

(Invettiva semiseria ai sacerdoti scomunicati e agli irriducibili fedeli).

 

Si presentò così nel sogno l’irriverente autore del: “S’i’ fosse foco, arderei ’l mondo” che al cospetto di uno sparuto gruppo di sacerdoti scomunicati e di irriducibili fedeli, così inveiva, come riporto.

 

“Ma cosa volevate fare sacerdoti scomunicati, maltrattati, tacitati, rieducati e cacciati dalle parrocchie: la rivoluzione?

La rivoluzione ai vostri demoniaci tempi? Stolti!

Sì, è vero: un po’ fa tenerezza vedervi celebrare nella miseria, scomunicati per essere fedeli a Gesù (che poi chi sarà mai questo Gesù, solo Dio lo sa), ma ben vi sta!

Perché avete voluto rinunciare alla meraviglia delle chiese vecchie o nuove e alle cattedrali, mai uguali, dove offresi:

  1. a) Messa novus ordo, posti solo a sedere, Comunione in mano;.
  2. b) Messa novus ordo una cum Bergoglio o cum Benedicto, a giorni alterni, con Comunione disinfettata e portata al banco;
  3. c) Messa novus ordo una cum Benedicto, Comunione mista, cosa volevate di più?

Non vi bastava il di tutto un po’ nella fiera del sacro che neanche nei saldi di fine stagione tanti optional?

 

Ma voi no! Fondamentalisti!

Fissati con questa storia che l’unico papa è Benedetto!

Mamma mia, quanto la fate lunga… e che cambia?

Ancora a insistere con quel ritornello: “UBI PETRUS, IBI ECCLESIA”? È roba vecchia, come ve lo devono dire?

Siete per caso di quelli fissati con l’anima, che terrorizzano la gente con la storia del peccato, del diavolo e dell’inferno!?

Va beh! Lo dice il Vangelo, ma non vi rendete conto che il Vangelo è superato?

Basta con questa storia che non è né antico, né moderno e che il Vangelo è eterno! E dire che ne avete avuti di avvisi!

Già anni fa, vi venne rivelato che ai tempi di Gesù non c’era il registratore! Ricordate? E poi scusate: ma chi siete voi per giudicare? Fanatici  carrieristi mancati!

 

Dite la verità: magari ce l’avete pure con i preti che sono rimasti nelle parrocchie, vero?

Ma poi perché? Non sono mica tutti pedofili, come pensate voi! E non sono neanche tutti omosessuali.

 

Ma voi sempre dietro a quel San Paolo! Omofobi! Volevate fare la stessa fine del don sardo, che per averlo citato in omelia, due o tre anni fa a proposito del peccato dell’omosessualità’ che fa schifo pure ai demoni, del quale non si sa più che fine abbia fatto e ci siete riusciti? Furbi, eh!

Scusate! Ma perché non fare invece, come il don che la domenica precedente la Pasqua di quest’anno, non ha benedetto le Palme, perché gli è stato vietato di benedire le coppie gay? Perché volete a tutti i costi discriminare? Retrogradi!

Poi comunque aggiornatevi!

 

Ci sono pure preti normali con l’amante donna come una volta, sapete? Si va beh, donne un po’ così, diciamo cenciose, ma comunque donne. Vedete che poi, un po’, tradizionalisti lo sono rimasti anche loro?! E basta con questa castità!

 

No, non per difenderli, ma  dico: “E se fossero rimasti affascinati dal versetto del Vangelo che dice :”Le prostitute vi supereranno”? Cosa ne volete sapere voi?

Mal che vada, stando loro dietro, arriveranno secondi, non ultimi come voi! Sciocchi

 

E dei sacerdoti pedofili, che poi la pedofilia ormai è pressoché sdoganata e riconosciuta come un normale orientamento sessuale tra tanti, ma che ne sapete voi , neanche di Gender saprete niente, cos’è che non vi piace?

Non vi piace che abusino della buona fede dei ragazzi in formazione, manipolandoli con la scusa dell'”obbedienza all’autorità” che rappresentano, né che chiamino col nome di “amore” la perversione?

Non sapete che costoro sono le tipiche P. N. personalità narcisistiche, schizofrenici inguaribili, sempre esistiti, da cui solo un miracolo potrà salvarli? Ignoranti, pregate!

 

Non vi piace nemmeno che schiere di seminaristi siano scappati dalle sedi, violentati nel corpo e nella fede, a seguito di tali abusi?

Beh, qui in effetti, non è che abbiate tutti i torti, ma volete forse fare la fine di Monsignor Viganò che per aver denunciato gli scandali americani, è dovuto andare in giro per un paio d’anni travestito con parrucca, per far perdere le proprie tracce?

Ah, beh vedete un po’ voi… Dopo però non vi lamentate! Io vi avevo avvisato!

 

Vedete,  io cercherei pure di venirvi incontro con tutti i mezzi, come i buonisti e i molto politicamente corretti dei vostri demoniaci tempi, però a voi non vi va bene proprio niente!

Ho saputo, infatti, che siete pure contro il “Nuovo Padre Nostro”:è vero?

Cos’è? Non ve la sentite di dire che “ANCHE” voi perdonate, come sa perdonare Dio? E neanche di non domandare di non essere indotti in tentazione? Fatevi furbi una volta tanto:

chiedere di non essere ABBANDONATI alla TENTAZIONE significa che vi piace essere indotti in tentazione per cedere e assecondarla, tanto poi potrete attribuire la colpa a Dio!

Quindi dopo i bagordi acconsentiti senza tema, mettiamo il caso che l’inferno esista veramente, per evitare che Dio Padre non vi faccia lo scherzetto di lasciarvi lì, dove siete caduti, basterebbe  dire: “non ci abbandonare alla tentazione” e il gioco sarebbe fatto, no? Stolti!

 

Inoltre so che siete pure contrari al farmaco genico sperimentale, (anche detto vaccino, coltivato su feti abortiti) che considerate il “Marchio della Bestia” provvisto di chip di controllo e che vi rifiutate di farvi inoculare. Cos’è, avete qualcosa da nascondere?  Immagino sia contrario anche quell’ altro retrogrado cardinal pro-life americano, di cui non ricordo neanche il nome…!

Quindi di certo posso dire, senza tema di smentita, che siete e restate tutti una gran banda di pericolosi untori e complottisti.

 

Allora, se è così, non sperate di essere invitati a quel fantastico appuntamento che celebrerà la “Religione Unica Mondiale” a Giugno ad Astana, nella bellissima piramide massonica, costruita ad hoc , dove è possibile che si riveli il Mistero d’Iniquità! Spettacolo tanto atteso a cui voi non assisterete, anche perché non credo che siate d’accordo sul fatto che il satanismo sia un orientamento religioso come un altro.

Come non ci crederà nemmeno quel Monsignor asiatico, magro, con gli occhialetti, guastafeste come voi! I soliti settari!

Bergoglio invece è invitato!

Ben vi sta! Così la prossima volta imparate!

 

Poi non parliamo di voi, irriducibili fedeli:

fissati con papa Benedetto, la Messa in latino, la Comunione sulla lingua e in ginocchio, il velo… Mamma mia quanto siete noiosi! Noiosi, petulanti e medievali!

 

Sempre scandalizzati dall’indifferenza dei sacerdoti per le vostre anime! Del fatto che ammalati non veniate visitati. Che non vengano a benedire le vostre case neanche per Pasqua. Che affondino ogni vostra pia proposta, Adorazione Eucaristica e Cenacoli compresa (va beh, queste sono cose che chiede sempre la Madonna, la famosa meticcia di Nazareth, la conoscete, sì?). E poi criticate che raramente i vostri preti sono disponibili per le confessioni.

Che giochino a scaricabarile con la responsabilità delle cose sacre. Che siete mal visti se mostrate la fede con la vita, se pregate, se parlate dei santi.

Beh, cosa volete voi se essi viaggiano a grandi passi sulla via del giudizio temerario e dell’invidia della Grazia Altrui? Li lascia liberi Gesù Cristo di fare così, perché vorreste ammonirli voi? Non crederete mica ancora ai Novissimi, razza di bigotti che non siete altro!

 

Quante lettere e petizioni avete inviato e organizzato!? Tante! Risultato? Zero. A che è servito?

A che è servito seguire e diffondere l’esempio rivelato da Gesù alla mistica tedesca Justine Klotz sul modo di ricevere l’Ostia, per non macchiarvi le mani del Sangue dell’Agnello di Dio?

A cosa, stare in Messa in ginocchio come Maria SS sotto la Croce, come ordinava padre Pio ai suoi figli spirituali!?

Hai voglia a versare lacrime per gli oltraggi alla SS Eucarestia  e perché l’Amore non è Amato.

E chi siete San Francesco?

Hai voglia a consacrarsi a San Michele Arcangelo e al Cuore Immacolato di Maria!

Hai voglia a studiare i dottori della chiesa!

Quanti rosari avete sgranato per la conversione dei sacerdoti? Tanti! Risultato? Zero.

 

Quindi siete inutili! E date fastidio! E poi chissà qual è il vero scopo che vi muove!? E comunque mettete in imbarazzo tutti quelli che tutta questa voglia di pregare non ce l’hanno.

 

Non è bello stare in chiesa, in ginocchio, davanti al Tabernacolo, mentre i sacerdoti in manica di jeans, sono in sacrestia o chissà dove a tutt’altre faccende affaccendati. Rendetevene conto! Non sta bene, di fronte al mondo, né di fronte alla CEI che qualche scostumato come voi, chiama: “Comitato Eretici Italiani”. Ma perché?! Perché?! Perché?!…”

 

Poi… all’improvviso, quasi ripiegandosi su se stesso, e attenuato il tono della voce, conclude a sorpresa, l’invettiva così:

“O forse avete ragione voi. Non saprei. C’è una certa confusione in questi vostri tempi demoniaci!”.

Eh, già caro Cecco. Stai calmo! Sì.

C’è una certa confusione ai nostri tempi: quasi la protagonista del quadro, direi!

Oltre un miliardo di persone  si domanda, per esempio, come mai esistano due papi e che  stufi di vedersi abusati nella devozione auspicano di conoscere al più presto una versione ufficiale di chi, tra i due, sia quello vero,come anche
Ma nel frattempo, solo a pochi è sfuggito che:
molti autorevoli, in primis il
compianto Monsignor Livi,  hanno sostenuto e sostengono con forza, atti alla mano, che sia ancora papa Benedetto, nonostante la Mafia di San Gallo e via discorrendo;
Che Maria SS in diverse occasioni ha rivelato e ripetuto, come ad Avola il 30 Maggio del 2010 a Giuseppe Auricchia:
“Il Mio resto fedele segue il Papa attuale: Benedetto XVI, che vogliono eliminare. Continuate a seguirlo e a rimanere fedeli a Lui. Non fatevi sviare dall’apostasia e dalle eresie. Vi dico che il prossimo Papa sarà L’Impostore e le forze maligne stanno dietro a questo scisma”.
E che sempre nuove voci si levano per ribadirlo e diffonderlo, non ultima quella del dottor Cionci, già pubblicato da Tosatti qualche giorni fa. Staremo a vedere!
Sì, è la confusione imperante e l’infedelta’ che sta distruggendo regolarmente la Chiesa. Chi la salvera’?
Tante sono le profezie, che individuano i ricostruttori, molto prima che nei prelati, nei sacerdoti coraggiosi e negli irriducibili fedeli, anche detto:”Piccolo Resto”, composto da frati, laici e preti  pronti a farsi scomunicare e se necessario a versare il sangue pur di rimanergli fedeli,  tutta gente senza mezzi e senza appoggi, che si sacrifica e ci rimette di persona per diffondere la Verità! È da costoro che scaturiranno grandi santi, come mai ce ne sono stati nella storia!
Ma santa evidenza ci dice che ai tempi della “Battaglia Finale”, questi, tanti sono coloro che non vivono la pienezza della missione sacerdotale e che sono d’inciampo ai fedeli nella fede.
Gesù stesso, nella lamentazione confidata a Padre Pio nel 1913, molto simile a quella che rivelò a Luisa Piccarreta, più o meno negli stessi anni, si esprime in questi termini?
“Con quanta ingratitudine viene ripagato il mio amore… Io Rimango solo di notte e solo di giorno nelle chiese…non si curano del sacramento dell’altare;  Il mio cuore è dimenticato; io sono sempre contristato. La mia casa è diventata per molti un teatro di divertimenti; anche i miei ministri, che ho sempre riguardati con predilezione, che io ho amati come la pupilla dell’occhio mio, che dovrebbero confortare il mio Cuore Trafitto e aiutarmi nella redenzione delle anime, si comportano da Apostati e da Macellai”.
Parole tristi!
In effetti, la confusione, e l’errore, vigente nella Barca di Pietro è tanta e tale, che al cattolicesimo di”universale” è rimasto davvero poco o nulla: certe Messe ricordano più l’avvento dell’anticristo che l’attesa della Seconda venuta di Cristo nella Gloria, sembrano più attirare castighi dal Cielo che benedizioni e certi sacerdoti prepararsi più per il primo incontro, che per il Secondo. Scandaloso Mistero…
Ma questo “lusso” nessuno che abbia un cuore se lo dovrebbe permettere, nessuno che conosca quanto Cristo ha patito per ciascuno!
Nessun consacrato che ricordi che il Signore ama i sacerdoti più della Pupilla dei Suoi Occhi e che proprio a loro, e neanche agli angeli, né alla Madre Sua Santissima ha voluto affidare il compito sublime di custodire la Sua Parola e soprattutto il Suo Corpo, si dovrebbe permettere questo, che lusso non è.
È così doloroso, per Gesù vedersi da essi tradito, trascurato, non riamato. Più doloroso che da qualunque altro. Lo ricordiamo singhiozzante, durante la Passione, lavare i piedi di Giuda più con lacrime che con acqua, mentre chiedeva al Padre più pene e si diceva disposto a dare all’apostolo qualsiasi cosa, se solo gliela avesse chiesta, purché avesse voluto salvarsi.
Sì, sono tempi tribolati i nostri: il materialismo impera, il mondo si impone, fitte sono le tenebre, come le tentazioni, rarissimi i buoni esempi, ma è proprio per questo si impone sempre più la sterzata decisa verso la Verità  e :”CON ME O CONTRO DI ME” è adesso
Quindi, coraggio: IL NOSTRO DIO È UN GUERRIERO CHE VINCE TUTTE LE BATTAGLIE CHE COMINCIA E CHI SI RIFUGIA NEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA, PREGUSTA LA VITTORIA, FIN DALLA TEMPESTA.
UBI PETRUS, IBI NON PREVALEBUNT.
Veronica Cireneo

§§§




Ecco il collegamento per il libro in italiano.

And here is the link to the book in English. 


STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK

cercate

seguite

Marco Tosatti




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA

OPPURE CLICKATE QUI




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , ,

Categoria:

50 commenti

  • Rosa Lorenzini ha detto:

    Grazie carissima di aver dato voce a coloro che vogliono governare la nostra Povera Chiesa tradizionalista per ringiovanirla .
    Grazie di aver prestato la tua sottile capacità letteraria a chi vuole portare la nostra Povera Chiesa, legata alle vecchie liturgie, all’eutanesia volontaria. Grazie per aver esaminato ed elencato con rigore e severità intellettuale tutte le mediocri ragioni di coloro che hanno l’ obiettivo di far arenaria la nostra Povera Chiesa nella spiaggia dei dimenticati.
    Il tuo è stato un gesto d’amore verso chi non ci ama, il tuo è stato un aiutare chi ci vuole distruggere, il tuo è stato un lasciare spazio e visibilità a chi ci vuole mettere in un angolo per farci dimenticare ed lentamente annullarci…
    Io preferisco sentirmi dire:
    “Quindi siete inutili! E date fastidio! E poi chissà qual è il vero scopo che vi muove!? E comunque mettete in imbarazzo tutti quelli che tutta questa voglia di pregare non ce l’hanno.” e rispondere sorridente
    Io preferisco aggrapparmi alla mia Povera Chiesa e con Lei essere sballottata tra flutti burrascosi, che navigare in acque calme, stagnanti e senza vita.
    Io preferisco, con serenità, rimanere fedele alla tradizione cristano-cattolica che mi ha accolta ed amata……

    • Veronica Cireneo ha detto:

      Dice Gesú :”non abbiate paura di chi vi toglie la vita. Piuttosto guardatevi da chi può uccidere la vostra anima”.

      A questo riguardo confesso di aver sentito confidare da tanti fratelli nella fede di essere usciti da messe blasfeme in cui il Corpo di Cristo presente e vivo nell’Ostia, evviva obbligato a raggiungere il cuore del fedele attraverso le mani, contro la propria volontà, che in questo caso corrisponde esattamente alla Volontà di Dio, che vuole essere ricevuto sulla lingua, come altrove avrò modo di dire.

      Queste oscenità uccidono la fede, o meglio la attentano.
      È per questo che i fedeli stanno abbandonando le chiese, con grande dolore: non si può essere in unione con gli apostati

      Viene in mente che sant’Ermenegildo, principe martire, preferì essere ucciso, su ordine del padre re, piuttosto che ricevere la SS Eucarestia dalle mani di un eretico.

      La cosa fa pensare

  • don Enrico Bernasconi ha detto:

    Ringrazio Veronica per aver dato voce ai sacerdoti ‘scomunicati’ come me e a tutti coloro che sono perseguitati a causa del volere rimanere semplicemente cattolici.

    Ringrazio anche il dott. Tosatti che ha pubblicato un articolo di Americo Mascarucci a riguardo della mia scomunica, il quale articolo mette in evidenza delle questioni importanti che, coloro che dovrebbero affrontarle (cioè la gerarchia ecclesiastica), fingono di non vedere e di non sentire. La mia scomunica è invalida perchè io non sono scismatico – essendo unito nella fede a colui che si mostra in tutto e per tutto essere ancora il papa, ovvero Benedetto XVI; ed è ingiusta perchè la chiesa da sempre ha confutato e esaminato nelle opportune sedi le eventuali tesi erronee degli eretici e degli scismatici replicando poi, pubblicamnete (per preservare il gregge di Dio dall’errore) la verità. Cosa che invece non viene fatta!

    Questa invettiva molto avvincente ritrae bene le questioni in gioco delle quali abbiamo fatto esperienza nelle nostre parrocchie.
    Il problema di fondo e alla radice è la mancanza di fede partendo dalla gerarchia ecclesiastica. Se la gerarchia permette tutta questa confusione è perchè non c’è più la fede in Gesù Cristo figlio di Dio, unico Salvatore.
    L’apostasia dalla fede è sotto gli occhi di tutti: stiamo vivendo in pieno il messaggio del terzo segreto di Fatima che è descritto in modo implicito nel Catechismo della Chiesa cattolica ai punti 675- 677. Questi punti del catechismo descrivono benissimo lo pesudo pontificato di Bergoglio: una chiesa preoccupata solo delle realtà temporali, che non sa più indicare le realtà eterne, che parla un nuovo linguagggio – politically correct – che predica un nuovo umanesimo, che persegue la fratellanza universale, l’ecologia e il dialogo interreligioso e non più la salvezza delle anime e che sguazza, infine, nel relativismo morale e dottrinale.
    Chi rimane invece nella fede cattolica viene scomunicato, perseguitato o emarginato dalla società.

    • Veronica Cireneo ha detto:

      Buonasera benedetto sacerdote mite, generoso e umile di cuore come il proprio Maestro.
      Certe scomuniche sono medaglie al valore!
      Ricordiamo infatti che Atanasio, scomunicato, fu poi fatto santo.
      La Verità è un leone ruggente che si difende da sola.

      Si rallegri di non essere tra quelli che hanno fatto della casa di Dio una spelonca di ladri.

      Gioisca il suo cuore per essere di gioia a Gesù e guida di migliaia di anime.

      Sia lodato Gesù Cristo. Grazie

    • PATER LUIS EDUARDO RODRÍGUEZ RODRÍGUEZ ha detto:

      Grazie caro Don Enrico, per sua testimonianza, coraggio, FEDE. Ieri era Domenica del Buon Pastore, come è lei; invece suo vescolupo un mercenario. Tutte queste cose ho detto in faccia sua, a Roma, al traditore segretario di questo COLPO DI STATO VATICANO, parolin. Sono loro gl’ ex comunicati. Nel suo caso per favore non usi questo termino. Poveraccio berORGOGLIO dove andrà finire con tutta sua corte de ex comunicati ipso facto.
      Nel 16 anniversario dell’elezione dell’unico vero e leggittimo papa, Benedetto XVI.
      SAN LEONE IX, PAPA PURE TEDESCO. POCO DOPO SUA NASCITA IN CIELO, 1054, SCISMA D’ORIENTE. In atto lo scisma berORGOGLIOSO.

  • Raffaella Aloe ha detto:

    Complimenti un testo scritto alla perfezione, non è mancato niente, non conosco il tipo in questione, ma credo che Veronica ne abbia fatto le veci molto bene… siamo in una situazione allucinante e tremenda con il gesuita massone bergoglio in Vaticano,il falso papa e falso profeta di cui parla la Bibbia precursore dell’anticristo, si vede chiaramente che è stato messo dall’élite mondiale è scritto anche nelle carte degli illuminati,con la carta del papa che ha il copricapo con la piramide e occhio oniveggente, l’avevano già premeditato, del resto fin dagli anni 20 i massoni si erano infiltrati nel seno della chiesa e il loro obiettivo era raggiungere il massimo gradino, che con bergoglio hanno raggiunto alla perfezione, ora manca solo l’anticristo che entrerà nella scena internazionale fra non molto… purtroppo molti sacerdoti non hanno aperto gli occhi e continuano a tenerli chiusi negando ogni verità di fede… Veronica ha scritto un testo eccellente, sembra uscito dalla penna di una scrittrice, che Dio ti Benedica grandemente Veronica e chi ha permesso che venisse pubblicato il testo.. Buona Domenica 🙏📿

    • Veronica Cireneo ha detto:

      “Non manca nulla” , dici.
      In effetti quest’invettiva contro i guasti della chiesa moderna è anche il frutto di una raccolta di anni, di circostanze dolorose vissute dai miei amici nella fede, un po’ in tutta Italia e da me personalmente.
      Non a caso le chiese sono sempre più vuote, fatto già profetizzato, non ricordo bene da chi, forse Papa Pio X (?) in questi termini:
      “QUANDO AVRETE MODERNIZZATO LA CHIESA CHI ERA DENTRO SE NE ANDRÀ E CHI ERA FUORI NON ENTRERÀ”
      Grazie di ❤️

  • Mary ha detto:

    Mamma mia Complimenti!!! Io credo di aver letto il più bel testo degli ultimi anni. Bravissima, sono senza parole! Dio ti Benedica e la Madonna ti protegga sempre 🙏

    • Veronica Cireneo ha detto:

      Grazie Mary : a Dio, a te, a Rosa, Santa e Silvana gentili autrici dei commenti a seguire. Dio è meraviglioso

  • Rosa Mandara ha detto:

    Complimenti Veronica, Testo coraggioso e veritiero degno di una vera Apostola di Cristo. Amiamo e difendiamo il nostro Redentore che ha versato tutto il Suo Sangue per noi. Il Signore benedica te e la tua famiglia con abbondanti Grazie.. Ti auguro un Santo e sereno riposo. Grazie

  • Santa Martino ha detto:

    Io ho vissuto un esperienza fortissima nel 2013 dopo aver ricevuto l’eucarestia. ho sempre ricevuto il corpo di Cristo in bocca da quando ho fatto la prima comunione grazie all’insegnamento di Suor Erica, sono andata a messa come ogni domenica è facendo parte del coro guardavo i miei compagni prendere l’eucarestia in mano, e mi sono detta chissà com’è riceverla in mano? quasi quasi la prendo anche io, ho fatto la fila arrivata davanti al sacerdote chino il capo è ricevo il corpo di Cristo in mano e poi la porto in bocca con le mie mani, ho sentito subito un senso di colpa, di sofferenza, di vergogna mi sentivo come se avessi fatto del male a Gesù, come se l’avessi offeso e un dolore che percepivo dentro di me che mi faceva stare male male. sono stata male quella domenica una sofferenza che non riesco nemmeno io ha trovare le parole giuste per spiegare il dolore, la sofferenza, la vergogna che ho sentito, chiesto perdono al Signore per essermi fatta trascinare dalla curiosità e dal mio errore, in questo periodo di pandemia sto facendo la comunione Spirituale perché le mie mani sono sporche nel ricevere il Signore e poi dopo la sofferenza passata non ho intenzione di fare soffrire di nuovo Gesù Cristo Nostro Signore.

  • Silvana Vizzari ha detto:

    Grazie carissima Veronica sempre impeccabile!!
    Io sono l ultima degli ultimi sopratutto quando si parla di dottrina, catechismo, teologia etc…
    Ma di una cosa sono certa dell Amore immensurabile di nostro Signore Gesù Cristo! Quell Amore che pochi conoscono nel profondo del loro cuore perché non lo cercano per amarlo ma spesso solo per un tornaconto ed è per questo che oggi più che mai non si va più ad adorarLo a ringraziarLo a glorificarLo a lodarLo nel Santissimo e Divinissimo Sacramento dell Altare, dove si è rinchiuso in un pezzetto di pane facendosi oltraggiare, rinchiudere a destra e sinistra in non so quali luoghi infernali da mani sacrileghe, per scendere nei cuori delle creature da Lui tanto amate, che non sanno neanche chi ricevono e sentirli anche dire “il Signore sa cosa ho nel cuore”, oh si che lo sa ma sono gli uomini che non lo sanno, oltraggiandolo con indifferenza inaudita ricevendolo sulla mano e senza nessuna riverenza, della serie tanto è solo un un pezzo di pane. Guai 3 volte guai ai profanatori del mio Santo e Immacolato Corpo tremenda è la pena”(Gesù ad un anima).
    Poi per non parlare quando nomino la Santa Messa in rito antico, sia mai!! Viene catalogata come antiquata, noiosa e con troppo sfarzo ed incomprensibile! Senza sapere invece con quale gioia a partire dai bambini che prendono l Eucaristia in ginocchio e sulla lingua e di come vengono preparati al Catechismo!! (2 anni di intenso studio) Tanto che la mia bambina che la settimana scorsa ha fatto la Prima Comunione tremava dall emozione e dalla felicità per l incontro con Gesù perché le è stato insegnato correttamente chi avrebbe ricevuto! E non l avevo mai vista così felice, mai! Mentre invece nel nuovo rito sono pochissimi i bambini che conoscono la vita di Gesù, i Sacramenti la posizione dei Sacerdoti ed il loro compito, e non sanno neanche come si prega un Rosario, strumento prezioso che invece unisce le famiglie le fortifica nell unione attraverso la preghiera meditando proprio sulla Vita del nostro Redentore Gesù!
    Cara Veronica grazie perché ci sono ancora anime fedeli alla Verità come te, anime che gridano la Verità quella stessa Verità che vogliono calpestare, infangare, sputare, quella Verità che è Gesù Cristo stesso, quella Verità che ci porta alla Vita, alla Vera Vita. Come hanno perseguitato Me, perseguiteranno voi! Troverò la Fede quando ritornerò?

    • Veronica Cireneo ha detto:

      Troverò la fede, quando ritornero’?

      Se non per un Suo intervento diretto, difficilmente la troverà nelle prossime generazioni, visto che appunto certi catechisti, la maggioranza, non hanno nemmeno idea di cosa sia il “C. C. C di San Pio X, ma sono veri stacanovisti quando si tratta di insegnare loro a prendere la Comunione sulle mani e a vietargli di inginocchiarmi, durante la Consacrazione.

      E come dice il poeta:
      ” Come son le fuscelle, vengono le ricotte”

      Unite in preghiera. 🙏❤️😇

  • Eliss ha detto:

    Queste sono le persecuzioni quotidiane, verbali e non solo, che ci tocca subire, e che saranno sempre più pressanti.

    Voglia il Signore darci la forza di sostenerle e di accettarle, per la Sua Maggiore Gloria.

    Madre Santa, santi Pietro e Paolo, San Giuseppe, Santi tutti di dio, assisteteci nella testimonianza fino alla fine!

    Viva Cristo Re!

    (PS, c’è ancora qualche Sacerdote che sappia rispondere “Sempre sia lodato”, a qualche matto bigotto antiquato fedele che si inventi di salutarlo “sia lodato Gesù Cristo!”…?)

    • Veronica Cireneo ha detto:

      E qualche sacerdote che non scappi quando Inginocchiati di fronte a loro gli baciamo le mani?
      Chissà perché le ritirano?!
      Noi baciamo loro le mani perché GENERANO, TOCCANO IL CORPO SACRATISSIMO DEL NOSTRO SIGNORE.

      Ma loro lo sanno o non lo sanno?

      Sembra che la ritirino per umiltà, come a dire:”non merito tanto!”
      Lo sappiamo che umanamente non meritano tanto.
      Lo sappiamo benissimo.

      Infatti noi non baciamo mani umane. Ritirarle non è umiltà, ma superbia.
      Sì mettono in quel caso al posto di Dio.
      L’unico che vogliamo adorare baciando le loro mani.
      No! Non è permesso neanche questo!

      Poi padre Pio diceva di baciare i piedi ai sacerdoti che ci fanno soffrire.

      Io ho tentato infatti di baciarli a due di loro, che mi avevano oltraggiato nella fede.

      Sono scappati, manco a dirlo, a gambe levate, tutti e 2.

      Alla mia domanda:”perché scappa? Lo ha detto padre Pio che bisogna baciare i piedi ai sacerdoti che ci fanno soffrire!”
      Risposta:”ho le scarpe sporche!”

      Ancora loro, ancora l’uomo al posto di Dio, che anziché trasmetterlo, Lo occultano.

      Basta!
      Non si gioca con Dio! Né con la fede.
      Rendetevene conto.

      • : ha detto:

        «Una volta Francesco predica in un villaggio sollevando l’entusiasmo dell’uditorio. Alla fine gli trascinano dinanzi – è il caso di dire “a furor di popolo” – un prete in probabilmente meritata fama di esser moralmente indegno, e gli chiedono che cosa si debba fare di quello sciagurato. […] Ci si aspetta, da quel rigoroso difensore della povertà e della penitenza, una parola di riprovazione che magari farebbe scattare il meccanismo infame – ma auspicato come una “purificazione” – del linciaggio. […] Francesco però si china sulle mani del povero prete che aspetta tremando il giudizio, e gliele bacia: avranno peccato, si saranno macchiate d’impurità, ma restano mani consacrate. Mani che spezzano il pane eucaristico» (F. CARDINI, Francesco d’Assisi, Mondadori, Milano 1989, pagg. 141-42).

        • : ha detto:

          A scanso di equivoci… si tratta di San Francesco d’Assisi (non si sa mai, può sfuggire il titolo del libro…).

          • Veronica Cireneo ha detto:

            Ah, caro.
            Sì, sì. Conosciamo questa storia.
            Come conosciamo l’obbedienza di padre Pio a Santa Madre Chiesa, ma c’è una sfumatura che ti sfugge.

            Un conto il sacerdote peccatore nella propria vita privata, un conto è il sacerdote eretico e apostata.

            Non mi dilungo.

          • : ha detto:

            Cara Veronica, non mi sfugge; ho riportato l’episodio -coerentemente a quanto ho letto sopra – solo per dimostrare che San Francesco baciava le mani dei sacerdoti, anche se indegni. Mica intendevo contestare qualcosa.

            P.s. – Una nota generale: mi sembra che qua, qualunque intervento si faccia, lo si prende come una contestazione, o una ripicca. Sembra che tutti stiano sul “chi vive”, e c’è chi (troppi!) risponde per far capire che l’altro “non capisce niente”, senza neanche minimamente entrare nel merito di ciò che l’altro ha detto. Del resto ci sono degli imbecilli (non mi riferisco a questo topic) che in modo villano, che dimostra la loro qualità, lo scrivono letteralmente, come in effetti è successo più volte, anche recentemente: non so se i loro interventi contribuiscano positivamente alla bontà del Blog, nella sezione dei “Commenti”….

            Ripeto: questa nota è in senso generale, quindi non mi riferisco alla brava Cireneo, ma per una vaga associazione d’idee, passando da una all’altra, mi è venuto da concentrarmi su questa.

          • Enrico Nippo ha detto:

            Acuta osservazione, quella di Due Punti.

            “tutti sul chi vive” per cogliere in castagna l’ignorante di turno.

            La presunzione … cristiana esonda.

  • Gianni ha detto:

    Un tratto di penna, arguto e pungente, che dipinge amabilmente, seppure ironicamente, i tempi che viviamo.
    Che dire?
    Cito Papa Giovanni XXIII per ricordare che: “Il Capo della Chiesa è Cristo, non il papa.”
    Allora, fidiamoci di Nostro Signore, senza timore.
    Non è forse vero che proprio Gesù ha detto: “Se il chicco di grano caduto in terra non muore, rimane solo; se invece muore produce molto frutto” (Gv 12,24).
    E ancora: «In verità, in verità io vi dico: voi piangerete e gemerete, ma il mondo si rallegrerà. Voi sarete nella tristezza, ma la vostra tristezza si cambierà in gioia. La donna, quando partorisce, è nel dolore, perché è venuta la sua ora; ma, quando ha dato alla luce il bambino, non si ricorda più della sofferenza, per la gioia che è venuto al mondo un uomo. Così anche voi, ora, siete nel dolore; ma vi vedrò di nuovo e il vostro cuore si rallegrerà e nessuno potrà togliervi la vostra gioia. Quel giorno non mi domanderete più nulla» (Gv 16,20-23).
    Allora?
    Davanti a tribolazioni, abbandoni o quanto altro noi non comprendiamo e che sta accadendo sotto i nostri occhi, è più che naturale piangere, soffrire ma non possiamo smettere di avere fede perché Cristo è salito sul monte per lasciarsi crocifiggere ma lo ha fatto per vincere la Morte e dare anche a noi la possibilità di fare altrettanto.
    Cosicché oggi più che mai dobbiamo stringerci a Lui, certi che ci sta portando su una strada che è quella giusta per la nostra salvezza. Ma bisogna stringere forte la mano alla fede.
    Prendo a prestito le parole di Trilussa per ricordare quanto sia caritatevole e benigna proprio la VECCHIA Fede, quella che molti denigrano e mettono da parte.
    “Quella vecchietta cieca, che incontrai
    la notte che me spersi in mezzo ar bosco,
    me disse: – Se la strada nun la sai,
    te ciaccompagno io, ché la conosco.
    Se ciai la forza de venimme appresso,
    de tanto in tanto te darò ‘na voce,
    fino là in fonno, dove c’è un cipresso,
    fino là in cima, dove c’è la Croce…
    Io risposi: – Sarà … ma trovo strano
    che me possa guidà chi nun ce vede … –
    La cieca allora me pijò la mano
    e sospirò: – Cammina! – Era la Fede”.

    • Veronica Cireneo ha detto:

      Grazie. Grazie. Grazie

    • Gabriela Danieli ha detto:

      Scusami Gianni, tu dici che per salvarsi basta restare uniti a Cristo, non al papa.
      Ma allora, perché papa Pio XII in Mystici Corporis Christi (29 giugno 1943) scrive :

      “Si trovano in un pericoloso ERRORE coloro i quali ritengono di poter aderire a CRISTO, CAPO della Chiesa, pur NON ADERENDO FEDELMENTE al SUO VICARIO in TERRA.

      ▪️Sottratto infatti questo VISIBILE CAPO e spezzati i visibili vincoli DELL’UNITÀ, essi oscurano e DEFORMANO talmente il CORPO MISTICO del REDENTORE, da non potersi più né scorgere né raggiungere il porto della salute eterna.

      • Gianni ha detto:

        Basta discernere la Verità ovvero Cristo. È Cristo, sempre Cristo e solo Cristo che ci consente di discernere (e non scegliere) il Bene dal Male.

  • Veronica Cireneo ha detto:

    Un grazie di cuore al dottor Tosatti, per la pubblica e pregiata condivisione di questo vecchio e sempre nuovo “GRIDO DELL’OPPRESSO” perfettamente evidenziato nella scelta della foto. Onorata

  • alessio ha detto:

    È davvero molto bello.
    Certo che il Signore induce in
    tentazione , visto che gli messi
    tutti a maneggiare soldi ,come
    fece con Giuda e ora sono
    stati trovati con la mano nella
    marmellata.
    Lunedì su Report c’era la
    bella inchiesta sul vaticano ,
    chiamata”lo sterco del
    diavolo”, se vela siete persa
    guardatela su raiplay .

    • Miles Christi ha detto:

      Stiamo vivendo i tempi descritti dal Prediletto nell’ultimo Libro,ma non solo.Gia’testi precedenti profetizzarono la Passione della Sposa di Cristo ed i castighi divini dei quali abbiamo già un assaggio.Solo le orazioni del “pusillus grex”possono mitigare quello che sta per arrivare.Il peccato del mondo sta arrivando al limite ultimo,e l’ira di Dio è prossima!
      Coraggio,Piccolo Resto, coraggio,Dio è con noi✝️🙏
      PS.Grazie a Veronica Cireneo ed a Marco Tosatti.

  • Gabriela Danieli ha detto:

    I VERI CRISTIANI obbediscono al legittimo successore di Pietro JOSEPH RATZINGER, l’unico a cui Cristo ha riservato il MUNUS PETRINO mai revocato:
    “DONUM VITAE ”

    🌹NESSUNA FINALITÀ, ANCHE in se stessa NOBILE, come la previsione di una UTILITÀ PER LA SCIENZA, per ALTRI ESSERI UMANI o per la società, PUÒ in alcun modo GIUSTIFICARE la SPERIMENTAZIONE sugli EMBRIONI o FETI UMANI VIVI….

    🔴USARE L’EMBRIONE UMANO, o il FETO, come OGGETTO o strumento DI SPERIMENTAZIONE RAPPRESENTA UN DELITTO_ nei confronti della loro dignità di esseri umani che hanno diritto allo stesso rispetto dovuto al bambino già nato e ad ogni persona umana.

    La Carta dei diritti della famiglia, pubblicata dalla Santa Sede, afferma:
    🔴” IL RISPETTO per la dignità dell’essere umano ESCLUDE OGNI SORTA di MANIPOLAZIONE SPERIMENTALE o SFRUTTAMENTO DELL’EMBRIONE UMANO”

    http://www.vatican.va/roman_curia/congregations/cfaith/documents/rc_con_cfaith_doc_19870222_respect-for%20human-life_it.html

    22 febbraio 1987 Festa della _
    🔴Cattedra di S. PIETRO Apostolo_

  • Gabriela Danieli ha detto:

    11 Io sono il buon pastore. Il buon pastore offre la vita per le pecore. 12 Il mercenario invece, che non è pastore e al quale le pecore non appartengono, vede venire il lupo, abbandona le pecore e fugge e il lupo le rapisce e le disperde; 13 egli è un mercenario e non gli importa delle pecore. 14 Io sono il buon pastore, conosco le mie pecore e le mie pecore conoscono me

  • PATER LUIS EDUARDO RODRÍGUEZ RODRÍGUEZ ha detto:

    Vera Icona che m’ aiuta portare la Croce. Già avevo celebrato un Santo Sacrificio Eucaristico per Lei, d’oggi celebrerò altri 9. Grazie per questo riassunto. Prossimi appuntamenti: a maggio “sacerdoti” che saranno ex comunicati IPSO FACTO e passerano denominarsi nuova chiesa luteroberORGOGLIOSA germana, “benedirano” vale a dire, maledirano, in streaming, coppie omossesuali. A giugno berORGOGLIO si reca nella piramide massone ad Astana, cambiata nome per enessima volta, per adorare satana e concretare nuova chiesa panteista infernale.

    143° anniversario Dies Natalis SANTA BERNARDETTE, VEGGENTE N.S. IMMACOLATA CONCEZIONE, LOURDES.

    238° anniversario Dies Natalis BENEDETTO JOSEPH LABRE. (S. MARIA DEI MONTI, ROMA).

    16 Aprile, nel compleanno di Benedetto 16, 16 punti, mai così chiaro e straordinario Francesco Lamendola:
    https://www.ilnuovoarengario.it/il-suicidio-della-modernita/?utm_source=mailpoet&utm_medium=email&utm_campaign=il-nuovo-arengario-aggiornamento-di-domenica-27-settembre-2020_84

    ET EXPECTO TRIUMPHUM CORDIS IMMACULATI MARIÆ.

    • Veronica Cireneo ha detto:

      Benedetto don, buongiorno!
      Grazie di ricordarmi nella Santa Messa.

      Icona della fede? 🤣
      Le manderò una mia foto allora, magari un po’ ingiallite, stile vintage.

      Lei non lo sa, ma noi ci conosciamo personalmente.
      Ho cercato i suoi contatti in rete, senza esito.

      Questa è la mia mail capamoscia@gmail.com.
      Vorrebbe scrivermi cortesemente?

      Grazie mille, benedizioni e consolazioni a Lei e a tutti gli oppressi e abusati nella devozione. CRISTHUS VINCIT. Coraggio!

  • Brasi ha detto:

    Giusto nel periodo pasquale il prete della mia parrocchia ha avuto una RIVELAZIONE! Ha tolto le panche e ha messo le sedie. Con molti cartelli, tanti quante sono le colonne della chiesa, dove tra le altre cose c’è scritto che non ci si può inginocchiare per ALCUN MOTIVO! La colpa è del virus invisibile ovviamente.

    • Veronica Cireneo ha detto:

      Dalle opere li riconoscerete.

      Chissà se questa intuizione è stata umana, divina o demoniaca?

      A ciascuno il suo

    • Gabriela Danieli ha detto:

      Carissimo, “🌟noi veri cristiani, nonostante le persecuzuioni, dobniamo continuare a dare l’esempio di rispetto a Cristo-Dio e obbedienza al vero PAPA BENEDETTO XVI, il quale ci esorta tutti a ricevere la S. COMUNIONE IN BOCCA E IN GINOCCHIO:
      Papa Benedetto XVI :
      🌹… “Facendo sì che la comunione si riceva in ginocchio e la si amministri in bocca, ho voluto dare un segno di PROFONDO RISPETTO e mettere un punto esclamativo circa la PRESENZA REALE …
      Deve essere chiaro questo: È qualcosa di particolare!
      Qui c’è Lui, è di fronte a Lui che cadiamo in GINOCCHIO❗
      “… Dobbiamo rivolgere la nostra attenzione su ciò che gli evangelisti ci riferiscono riguardo all’atteggiamento di Gesù durante la sua preghiera. Matteo e Marco ci dicono che egli ‘cadde faccia a terra’ (Mt 26, 39; cfr. Mc 14, 35), assunse quindi l’atteggiamento di totale SOTTOMISSIONE, quale è stato conservato nella liturgia romana del Venerdì Santo. Luca, invece, ci dice che “GESÙ PREGAVA IN GINOCCHIO” .

      Negli Atti degli Apostoli, egli parla della preghiera in ginocchio da parte dei santi: Stefano durante la sua lapidazione, Pietro nel contesto della risurrezione di un morto, Paolo sulla via verso il martirio. Così Luca ha tracciato una piccola storia della preghiera in ginocchio nella Chiesa nascente. I cristiani, con il loro inginocchiarsi, entrano nella preghiera di Gesù sul Monte degli Ulivi. Nella minaccia da parte del potere del male, essi, in quanto INGINOCCHIATI, sono dritti di fronte al mondo, ma, in quanto figli, sono in GINOCCHIO davanti al Padre. Davanti alla gloria di Dio, noi cristiani ci INGINOCCHIAMO e RICONOSCIAMO la SUA DIVINITÀ, ma esprimiamo in questo gesto anche la nostra FIDUCIA che EGLI VINCA ”.

      ◼️tratto da ” CRISTIANUM SUM” APRILE 2012
      https://benedettoxviblog.wordpress.com/2017/07/17/papa-benedetto-xvi-contro-la-deprecabile-prassi-della-comunione-sulla-mano-e-a-favore-della-comunione-in-bocca-e-in-ginocchio-il-papa-insiste-vuole-tutti-in-ginocchio/amp/

  • Enrico Nippo ha detto:

    “Fissati (voi sacerdoti) con questa storia che l’unico papa è Benedetto!
    Fissati (voi fedeli) con papa Benedetto”.

    E se fosse davvero una fissazione?

    Papa Benedetto è acqua passata. Non si può fissare l’acqua.

    “Uno sparuto gruppo”? O forse, più precisamente, tanti sparuti gruppi, ognuno con la sua peculiarissima “dottrina”?

    E quale, fra questi sparuti gruppi, può vantare con certezza assoluta di essere quello “vero”? Non è soltanto il Padre Eterno che riconosce i suoi?

    E chi può dire senza il minimo dubbio: “Io sono dei suoi”? E già, perché ciò equivarrebbe a dire “io sicuramente vado in paradiso”.

    Dai, non ci prendiamo in giro!

    • Gabriela Danieli ha detto:

      Giovanni 10
      1 🌹«In verità, in verità vi dico: chi NON ENTRA nel RECINTO delle pecore PER la PORTA, ma vi sale da un’altra parte, è un ladro e un brigante. 2 Chi invece entra per la porta, è il PASTORE delle pecore. 3 Il guardiano gli apre e LE PECORE ASCOLTANO la SUA VOCE: egli chiama le sue pecore una per una e le conduce fuori. 4 E quando ha condotto fuori tutte le sue pecore, cammina innanzi a loro, e LE PECORE LO SEGUONO, PERCHÉ CONOSCONO LA SUA VOCE.
      🙈5 UN ESTRANEO invece NON LO SEGUIRANNO, MA FUGGIRONO VIA DA LUI, perché non conoscono la voce degli estranei».

      https://www.laparola.net/testo.php?versioni%5B%5D=C.E.I.&riferimento=Giovanni10

    • Gabriela Danieli ha detto:

      Carissimo Enrico, ti esorto vivamente ad ascoltare con attenzione dall’inizio le parole davvero commoventi di papa Benedetto del 27 Febbraio 2013, parole che solo un vero cuore Padre può esprimere tanto amore.
      Ascolta sopratutto al min. 14, quando ci rassicura che lui continuerà ad esserci Padre per sempre, perché NON HA MAI REVOCATO il MINISTERO PETRINO datogli da Cristo❗
      E poi, non a caso, cita anche L’ESEMPIO di un papa Benedetto suo predecessore, COSTRETTO ALL’ESILIO❗
      ▪️Di fronte alla grande apostasia in atto nella chiesa in cui, per obbedienza all’ impostore troppi cattolici profanano il SS. con la comunione in mano o si sottopongono a pseudo-vaccini ILLECITI attraverso cui riceveranno il MARCHIO DELLA BESTIA😱…
      🙏 ti ESORTO VIVAMENTE ad INVIARE questo video a TUTTI quei SACERDOTI e FEDELI che NEGANO QUESTA REALTÀ DI FATTO: CHE BENEDETTO NON SI È MAI DIMESSO E PERTANTO È ANCORA LUI L’UNICO PAPA LEGITTIMO STABILITO DA CRISTO a CUI OBBEDIRE.

      🌹Anche Santa Madre di Dio e nostra, tante volte ha ribadito nei Suoi messaggi, CHE IN QUESTA BATTAGLIA FINALE, SOLO CHI È UNITO AL VERO PAPA BENEDETTO SI SALVA.

      https://youtu.be/dLiGTk3YunY

      • Enrico Nippo ha detto:

        “Per obbedienza all’ impostore troppi cattolici profanano il SS. con la comunione in mano”?

        Mi risulta che la comunione in mano sia stata istituita da impostori ben molti anni addietro. E che per ignavia sia stata lasciata dilagare da tutti i papi a partire da Paolo VI e Benedetto XVI compreso.

        Diciamole tutte, per cortesia.

        • stilumcuriale emerito ha detto:

          Una cosa è permetterla, altra cosa è imporla.
          Imporre > permettere.

        • Veronica Cireneo ha detto:

          Diciamola tutta.
          Per obbedienza all ‘impostore LA COMUNIONE SULLA LINGUA È DIVENTATA VIETATA.

          Da indulto, già comunque abominevole, che divenne qualche decennio fa.

        • Gabriela Danieli ha detto:

          Caro Enrico, ti esorto a comportarti da vero cristiano, il quale ha il dovere di rispettare CRISTO nella persona del suo VICARIO in terra con cui forma un UNICO CAPO DELLA CHIESA. (Dogma)
          Un vero cristiano non disprezza e non critica mai il legittimo successore di PIETRO, il quale in forza del PRIMATO, non è altro che il VICARIO di CRISTO, e in tal guisa si ha di questo Corpo un SOLO CAPO PRINCIPALE, cioè CRISTO, il quale, pur continuando a GOVERNARE in modo arcano LA CHIESA direttamente da sé, VISIBILMENTE però LA DIRIGE ATTRAVERSO “COLUI” che RAPPRESENTA la Sua PERSONA.
          “Mystici Corporis Christi (29 giugno 1943) | PIO XII”
          Enrico, la verità sulla COMUNIONE IN MANO è un’altra. (le consiglio di leggere il Libro-documentato di Don Federico Bortoli)
          Papa S. Paolo VI, nel 1967-68, quando alcuni vescovi iniziarono ad introdurre la sacrilega pratica della comunione in mano, senza l’autorizzazione della Santa Sede, dispose
          un’inchiesta modiale a tutti i vescovi, di cui 1233 si espressero contro la comunione in mano. (solo 567 erano a favore). Questo risultato il papa lo fece riportare su MEMORIALE DOMINI da Bugnini, il quale riportò anche l’esortazione accorata della Sabta, Sede e del SOMMO PONTEFICE Paolo VI, di osservare la tradizionale norma in vigore rivolta a TUTTI, ripeto “TUTTI” i VESCOVI, sacerdoti e fedeli, con le motivazioni.
          Purtroppo Annibale Bugnini, supportato da altri cardinali e in spirito di GRAVE DISOBBEDIENZA AL PAPA, abuso’ del suo potere per aggiungere una frase EVIDENTEMENTE IN CONTRADDIZIONE alle disposizioni del papa, in cui dava (solo ai vescovi presidenti delle CONFERENZE EPISCOPALI”, FACOLTÀ DI DISCERNERE E DECIDERE ANCHE A FAVORE DELLA COMUNIONE IN MANO, IN TOTALE DISPREZZO a quanto disposto dal PAPA.
          Ora le chiedo Enrico, lei sa quando fu pubblicato
          l’istruzione M. D. sottoscritta il “29 maggio 1969” da Gut e Bugnini (e non dal papa), negli Acta Apostolicae Sedis in vaticano???
          Venne pubblicata l’8 agosto 1969!
          (3 mesi dopo)
          Dunque chiedo, come mai il primo indulto venne e concesso al Belgio il 31 maggio se ancora non era stato pubblicato il documento in vaticano ?
          Come mai il 6 giugno l’indulto fu concesso anche alle conferenze mondiali di FRANCIA, GERMANIA?
          E poi a raffica a quelle di Olanda, Ciad, Scandinavia,, Africa, Bolivia, Uruguay, Lussemburgo, Svizxera, Hong Kong, etc… E poi
          dopo la pubblicazione, via di seguito con un effetto non più CONTROLLABILE?
          Dunque, di fronte a questo vero e proprio colpo di stato da parte della massoneria, UNA PERSONA ONESTA dovrebbe neppure PERMETTERSI di CHIAMARE INDULTO la comunione in mano, perché in Verità, si è trattato di UN VERO E PROPRIO ABUSO da parte dei cardinali massoni di tutto il mondo.
          Inoltre, se i VESCOVI E SACERDOTI CATTOLICI AVESSERO “OBBEDITO” ALLA CHIARA ESORTAZIONE DI PAPA PAOLO VI, AVREBBERO TUTTI OSSERVATO CON AMOROSA CURA LA TRADIZIONALE NORMA IN VIGORE (comunione in ginocchio e sulla lingua).
          Se QUASI TUTTI i vescovi HANNO “DISOBBEDITO” AL PAPA È COLPA DEL PAPA?

          Riguardo papa Benedetto XVI, a mio avviso (alcuni tradizionalisti, non tutti) anziché criticarlo, gli dovrebbero il LORO GRAZIE per aver dato la possibilità di tornare a celebrare la MESSA secondo l’edizione tipica del Messale Romano promulgato dal beato Giovanni XIII nel 1962 e MAI
          ABROGATO, attraverso la Lettera Apostolica “SUMMORUM PONTIFICUM” (2007).
          Idem riguardo papa Giovanni Paolo II, che, attraverso lo speciale indulto “QUATTOR ABHINC ANNOS” 1984, e la Lettera Apostolica “Ecclesia Dei” 1988, esortava i vescovi ad usare largamente e generosamente tale facoltà in favore di tutti i fedeli che lo richiedessero.

          • Enrico Nippo ha detto:

            Gentile Gabriela

            Le chiedo scusa in anticipo se le sembrerò poco galante nel dirLe pane al pane e vino e al vino.

            Che il legittimo papa sia Benedetto è una Sua legittima convinzione, ma non è detto che corrisponda alla verità. I torrenti di indagini che scorrono su questo blog in merito a tale argomento, e che non arrivano a nessuna conclusione UNIVOCA stanno a dimostrare come la faccenda sia inestricabilmente ingarbugliata.

            Come Lei crede che il vero papa sia Benedetto, ci sono altri che credono (anch’essi con le loro brave ragioni) che invece sia Francesco. Se poi aggiungiamo che ci sono altri che ritengono la sede vacante (anch’essi con le loro brave ragioni) si comprende bene quale possa essere la reale disastrosa situazione.

            Per quanto riguarda la comunione della mano, tutte le Sue argomentazioni sembrano tanto un’arrampicata sugli specchi. Fino a prova contraria il Papa è il monarca assoluto della Chiesa ed e quindi inconcepibile che i vescovi disobbedienti siano stati lasciati al loro posto per continuare a far danni.

            Non è che il Papa è una funzione che va difesa a prescindere perché non sbaglia mai. Il Papa può sbagliare eccome!

            Tutti i papi post-conciliari sono responsabili della comunione sulla mano proprio perché l’hanno permessa.

            Come si dice, contra factum non valet argomentum.

    • Veronica Cireneo ha detto:

      No. Non è soltanto il Padre Nostro che riconosce i Suoi, altrimenti NSGC non avrebbe detto: LE PECORE MI SEGUONO, PERCHÉ RICONOSCONO LA MIA VOCE.

      Vedi, sarà il caso di ritornare a comprendere che al di là di tutte le chiacchiere, più o meno sagge e utili, che il cristianesimo è anzitutto UNA RELAZIONE D’AMORE, CHE COME TUTTE LE ALTRE PORTA FRUTTO QUANDO È RECIPROCA.

      Così il sacrificio della Croce non è per tutti.
      Ma solo per chi Lo apprezza e lo desidera come compiuto anche per se stesso.

      Per tutti gli altri, prelati dormienti compresi, più o meno affettati nella conoscenza teorica dei testi sacri, il crocifisso resta un soprammobile.

      Sono stata chiara?

      • Enrico Nippo ha detto:

        Chiarissima.

        Ma ciò non toglie che NESSUNO può PRESUMERE di stare dalla parte giusta e puntare il dito con una più o meno marcata spietata sicumera.

        Non sono affatto convinto che uno scambio fatto a colpi di citazioni di Sacre Scritture sia davvero proficuo: è troppo facile perché ognuno, pur con le migliori intenzioni, cita quel che gli fa comodo.

        Per esempio, per me è troppo facile controbattere con il paolino: “chi pensa di stare in piedi badi di non cadere”.

        • Gabriela Danieli ha detto:

          No Enrico.
          Non è corretto affermare che è mia convinzione personale affermare che il Papa resta BENEDETTO XVI .
          Lei sa bene che è il CANONE 332 §2 del CODICE di DIRITTO CANONICO a STABILIRE che, perché il romano pontefice possa RINUNCIARE (REVOCARE) all’ ufficio del MUNUS PETRINO), si richiede per la “VALIDITÀ “che la RINUNCIA (REVOCA) sia fatta ” LIBERAMENTE ” e che venga debitamente” MANIFESTATA.”
          Ora le chiedo Enrico, nell’udienza del 27 febbraio in vaticano, LE RISULTA CHE PAPA BENEDETTO ABBIA “REVOCATO” IL MINISTERO PETRINO?
          NO. NO. NO.
          È REALTÀ DOCUMENTATA CHE PAPA BENEDETTO NON HA MAI, MAI, MAI REVOCATO (RINUNCIATO ) AL MINISTERO PETRINO DATOGLI DA CRISTO.
          DUNQUE?
          Solo chi non crede più nel DOGMA DELL’INFALLIBILITÀ del PAPA, DONO PROMESSO DA CRISTO IN PERPETUO AD UN UNICO SUCCESSORE DI PIETRO, può affermare che CRISTO possa formare, oltre che con papa Benedetto, anche con Bergoglio un unica AUTORITÀ DIVINA, attraverso cui GOVERNARE IN MODO INFALLIBILE LA SUA CHIESA.
          (perfavore, rendiamoci conto della GRAVITÀ di tale affermazione)
          Ma lei ha visto SI O NO il video del vaticano del 27-2 – 2013, in cui PAPA BENEDETTO DICHIARA UFFICIAMENTE DI NON REVOCARE QUESTO MINISTERO PETRINO, pur rininciando all’officio attivo, PERCHÈ, come lui stesso spiega per ben 7 volte, (dico 7 volte, non una), è VERITA DI FEDE, che tale MINISTERO PETRINO È PERENNE= per sempre?
          E pertanto, se 2 +2 = 4, anche se, come scrisse papa Leone XIII nella sua preghiera a s Michele Arcangelo, una volta colpito il papa, privandolo dell’ufficio ATTIVO, e costringendolo al silenzio e all’esilio, gli ASTUTI NEMICI (massoneria ecclesiastica) hanno posto sulla cattedra di Pietro il loro trono dell’abominazione per disperdere le anime, DAVANTI A DIO PAPA BENEDETTO RIMANE ANCORA OGGI L’UNICO VERO PETRUS ROMANUS❗️
          Davanti a Dio papa Benedetto rappresenta ancora oggi, l’ UNICA AUTORITÀ DIVINA, che con Cristo continua a guidare i suoi figli in questa estrema battaglia contro il male❗️
          E mi creda Enrico, mi fa tanto, tanto male constatare, che alcuni sacerdoti tradizionalisti, alle cui messe ho partecipato per diversi anni, e anche in tempo di lockdown, ancora non si rendono conto che RICONOSCENDO BERGOGLIO COME PAPA, e NON il VERO PAPA BENEDETTO, di fatto, non sono più in perfetta comunione con Cristo e la Sua Chiesa, (Catechismo Maggiore n. 154) ma, senza rendersene conto, favoriscono e partecipano agli INIQUI PIANI DI SATANA PER DISTRUGGERE CRISTO, LA SUA CHIESA E LE ANIME.

  • monica ms ha detto:

    l Ansa riporta che l esperimento embrionale chimera uomo scimmia é portato avanti da alune università tra cui l università cattolica della Murcia. Mi aspettavo etica da tale istituzione. ne sono rimasta perprlessa.

    • Gabriela Danieli ha detto:

      Cara Monica, l’unica ISTITUZIONE “ETICA ” è quella DIVINA che è la CHIESA di Cristo da lui ancora oggi governata, IN MODO INFALLIBILE, (DOGMA) dall’UNICO SUO LEGITTIMO VICARIO BENEDETTO, e i veri cristiani che gli obbediscono non si sottopongono al vaccino contaminato dall’ABORTO❗ leggi perfavore
      💫🌟(DIGNITAS PERSONAE) 2008 Benedetto-XVI
      L’ uso di “materiale biologico” umano di origine ILLECITA

      🔴 Per la ricerca scientifica e per la PRODUZIONE di VACCINI o di altri prodotti talora vengono utilizzate LINEE CELLULARI che sono il risultato di un “INTERVENTO ILLECITO” contro la VITA o l’integrità fisica dell’essere umano.

      ◼️La connessione con l’azione INGIUSTA può essere IMMEDIATA o MEDIATA, dato che si tratta generalmente di cellule che si riproducono facilmente e in abbondanza.

      ◼️Tutto ciò dà luogo a diversi PROBLEMI ETICI, in tema *di COOPERAZIONE al MALE e di SCANDALO….
      ◼️Occorre ricordare innanzitutto che la STESSA VALUTAZIONE MORALE DELL’ABORTO «è da applicare anche alle recenti forme di intervento sugli EMBRIONI UMANI che, pur mirando a scopi in sé legittimi, ne comportano inevitabilmente L’UCCISIONE.
      🔴 L’uso degli EMBRIONI o dei FETI UMANI COME OGGETTO di SPERIMENTAZIONE COSTITUISCE UN DELITTO nei riguardi della loro dignità di ESSERI UMANI, che hanno diritto al medesimo rispetto dovuto al bambino già nato e ad ogni persona» .

      🔴Queste forme di SPERIMENTAZIONE COSTITUISCONO SEMPRE un DISORDINE MORALE GRAVE❗️

      https://www.vatican.va/roman_curia/congregations/cfaith/documents/rc_con_cfaith_doc_20081208_dignitas-personae_it.html