Elton John Accusa il Vaticano di Ipocrisia per il No alle Nozze Omosessuali.

16 Marzo 2021 Pubblicato da

Marco Tosatti

Carissimi Stilumcuriali, girovagare nel web è sempre interessante, come camminare per strada; si incontrano cose noiose, ma talvolta anche curiose. Ringrazio Steve Skojec per aver ritwittato il messaggio di Elton John, molto scontento (e non è il solo…andate a vedere che cosa scrivono i soliti Fagioli, Scaramuzzi, Grillo e compagnia cantante e fatevi qualche risata) per la presa di posizione della Congregazione per la Dottrina della Fede in materia di coppie omosessuali. Ecco cosa scrive Elton:

How can the Vatican refuse to bless gay marriages because they “are sin”, yet happily make a profit from investing millions in “Rocketman” – a film which celebrates my finding happiness from my marriage to David?? #hypocrisy

Come può il Vaticano rifiutarsi di benedire i matrimoni gay perché “sono peccato”, ma fare felicemente un profitto investendo milioni in “Rocketman” – un film che celebra la mia felicità dal mio matrimonio con David? #ipocrisia

Rockteman è una pellicola che ha vinto il premio per la migliore canzone. Se volete qualche dettaglio sulla partecipazione finanziaria del Vaticano al film, andate su questo collegamento. E su questo collegamento.

Elton John ha acquistato due bambini con l’utero in affitto. Ci aspettiamo sue reazioni non appena qualcuno gli dirà che cosa pensa la Chiesa cattolica dell’utero in affitto…

§§§




Ecco il collegamento per il libro.


STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK

cercate

seguite

Marco Tosatti




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA

OPPURE CLICKATE QUI




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , ,

Categoria:

32 commenti

  • stefano raimondo ha detto:

    Probabilmente ha ragione Elton John, sicuramente è più autorevole lui di Bergoglio. Che poi se il Vaticano è socio di Lapo Elkann… 😁

  • Raffaella ha detto:

    Elton John ha perfettamente ragione: prima Bergoglio strizza l’occhio ai gay chiedendo tutela legale per le coppie omo poi il Vaticano investe milioni di euro per un filmetto sul matrimonio della suddetta rock-star e,quando tutto sembrava volgere al meglio, arriva la delusione della mancata benedizione.
    Capisco la rabbia…..

  • PAOLO ha detto:

    Secondo un’inchiesta del Corriere della Sera, tra i produttori della pellicola c’era anche il Vaticano, mediante il Centurion Global Fund, fondo di investimento internazionale con sede a La Valletta, capitale di Malta. I capitali di quel fondo proverrebbero per 2/3 dalla Segreteria di Stato Vaticana, che aveva speso 1.1 milioni di dollari nello sviluppo del film sulla popstar britannica, riuscendo ad incassare 195,179,299 dollari in tutto il mondo dopo esserne costati 40. MI DOMANDO : PERCHE’ IL VATICANO INVESTE IN QUESTE SOCIETA’ ? PERCHE’ INVESTE IN QUESTI FILM ? E’ diventata una SPA ? Mi pare logico che queste azioni prima o poi vengano alla luce … con le inevitabili polemiche…..

  • Claudius ha detto:

    Tutto molto interessante e istruttivo: Elton John accusa (giustamente) di ipocrisia Bergoglio, in quanto con la mano destra proclama la dottrina cattolica (niente benedizione alle coppie di invertiti) e con la mano sinistra partecipa al finanziamento di un film sull’invertito Elton John che trova la felicita’ nel “matrimonio” con un altro invertito come lui. Allo stesso tempo, Elton John se ne strafrega della Chiesa in quanto non e’ cattolico e probabilmente nemmeno cristiano, quindi a lui che gliene frega alla fine di cosa dice o non dice la dottrina cattolica sui pederasti? Dimostrando di essere se possibile anche piu’ ipocrita di chi condanna per ipocrisia. La famosa storia del bue e dell’asino.

    Che quadretti edificanti escono sempre dai paladini della miserikordia (e dai lacche’ che hanno illuso)…

  • giorgio rapanelli ha detto:

    La Chiesa, Corpo Mistico del Cristo, mai ha condannato il “peccatore”, ma ha sempre condannato “il peccato”, che allontana da Dio e porta a Satana. Se il Santo Padre ha detto “chi sono il per condannare, eccetera”, nel contempo è stato sempre chiaro con l’omosessualità, che non fa parte dei piani di Dio per l’umanità. Mai il Santo Padre ha accettato la teoria del Gender, né la civiltà LGBT, né l’aborto con i suoi sicari.
    Papa Bergoglio è un gesuita. Quindi non pretendiamo da lui un comportamento da francescano, o da domenicano. Il gesuita è quello che per amore di Cristo si infiltra nel potere e tra la popolazione, riconoscendone le parti positive della civiltà e condannando, o tacendo, quelle negative.
    Noi Maceratesi abbiamo avuto il gesuita Padre Matteo Ricci che arrivò ai vertici della corte del Celeste Impero, vestendo come un mandarino, interessando i saggi e gli scienziati cinesi con le scoperte tecnologiche occidentali allora conosciute e pure con la grande abilità mentale che aveva e che gli permetteva di fissare nella mente, leggendola una sola volta, una pagina scritta in “mandarino”, e di ripeterla iniziando dall’ultima parola fino all’inizio del testo.
    Il Ricci cercava di immettere nella dottrina cristiana adatta per i cinesi pure alcune “sensazioni” della spiritualità tradizionale confuciana. Se la Chiesa avesse continuato la missione della conversione con i sistemi di Padre Matteo Ricci, oggi avremmo un Cina cristiana, portata alla spiritualità più evoluta dal cristianesimo. Al posto di quella materialista e comunista come la abbiamo nella Cina attuale. Seppure Padre Matteo Ricci ha ancora un posto tutto suo nella storia della Cina odierna.
    Dopo padre Matteo Ricci arrivarono i Francescani e sfasciarono, col loro dogmatismo incomprensibile per la mentalità cinese, il clima missionario che il Ricci aveva creato.
    Io credo che la “politica” religiosa di Papa Bergoglio sia quella di infiltrare lentamente l’ottica cattolica in ogni aspetto della vita socioeconomica laica. Egli comunica con “affinità” sulla “realtà” dei laici, con uno spirito di “Mater”. Ma ritorna ad essere “Magistra” quando deve riaffermare i dogmi e la tradizione della Chiesa. Quando i nemici della Chiesa e i peccatori amanti del peccato credevano di averlo in pugno e dalla loro parte come innovatore della Chiesa rinnovata, il Santo Padre si è rimesso in soglio e ha riaffermato la Tradizione.
    Soprattutto preghiamo per lui, come chiede, affinché il suo percorso ondivago non perda di vista il bene supremo del Corpo Mistico del Cristo. Da quando ho iniziato a pensare in questa maniera, ho cominciato a perdere l’affinità verso di me dei suoi detrattori, con i quali ero unito nella critica più distruttiva contro papa Bergoglio.

    • Enrico Salvi ha detto:

      Non privo di interesse!

    • Sherden ha detto:

      Ho idea, egregio Rapanelli, che lei debba cambiare gli occhiali. Quelli che ha attualmente mi sembra che siano piuttosto appannati, tanto da non riuscire a percepire la realtà con chiarezza e, in sua vece, ho idea che le offrano una visione delle cose “ammorbidita”.
      Quando un papa “balbetta” (eufemisticamente parlando) della somministrazione dell’Eucaristia a non cattolici, quando nulla dice (silenzio-assenso?) su adorazioni di religiosi davanti a una statuetta idolatrica (per la quale persino si dispiace che sia stata allontanata dall’interno di una chiesa cattolica), quando afferma che gli omosessuali hanno diritto a una legge che tuteli le loro “famiglie”, quando è prontissimo a rispondere (e positivamente) a vescovi argentini sulla liceità della comunione a divorziati risposati ma tace su dubbi fondati espressi da cinque cardinali, quando ecc. ecc. (e l’elenco potrebbe essere lunghetto), allora non siamo di fronte un “infiltrare lentamente l’ottica cattolica in ogni aspetto della vita socioeconomica laica”. E’ semmai l’esatto opposto. E fa testo il fatto che i suoi principali collaboratori e “amici” (interni ed esterni alle mura leonine) siano proprio i maggiori propalatori del veleno che ammorba la chiesa e la sta riducendo sempre di più a una realtà residuale, una specie di associazione di volontariato, e per giunta piuttosto male in arnese.
      Al di là delle dichiarazioni e prese di posizione ufficiali (e anche su queste c’è da farsi venire l’orticaria, visto l’andamento ondivago o certe invasioni di campo), se guardiamo ai risultati viene una tristezza infinita. Ha citato, sciaguratamente per lei, la Cina: i missionari di allora (Padre Ricci in testa) oggi sarebbero classificati come accaparratori di proseliti (dal vatikano) o pericolosi sovversivi (dal regime). Abbandonati a se stessi nel primo caso, come accade oggi per i cattolici cinesi in base a un accordo (“segreto”: ma come è possibile?) , e mandati in galera o ai campi di rieducazione nel secondo. E taccio sullo scorrere placido, e soprattutto indisturbato, del sinodo tedesco, alla stregua della melma inquinante che presto o tardi arriverà ai pozzi dai quali vorremmo abbeverarci. A quel punto si tirerà fuori la ragion di stato della “necessaria unità”, che non è altro che lo stesso grimaldello con il quale i ladri sono penetrati in casa e, pur continuando a sgraffignare, fanno finta di essere i padroni e di lamentarsi dei furti.

  • Don Ettore Barbieri ha detto:

    Mi sa che ha ragione Vittorio Feltri: nessuno vuole più sposarsi, solo gli omosessuali rincorrono il matrimonio!!

  • Ottotrapen ha detto:

    Scusate, ma chi è questo Elton John? Il difetto di tanti mass media e di tanto pubblico è di dare risonanza ai ragli di tanti che non valgono niente e che cercano solo pubblicità e così l’ottengono a costo zero. Ignoriamoli!

  • IMMATURO IRRESPONSABILE ha detto:

    Troppo tardi; ormai anche nel mondo cattolico la prassi non viene dedotta dalla contemplazione della realtà (così-stanno-le-cose); anche il cristiano ha imparato (anzi: spesso dà pure l’ esempio agli altri) a considerare la propria “esperienza esistenziale” tanto “unica” da essere irriducibile alle categorie morali, inevitabilmente “astratte”, al massimo da tenere come “ideale proposto”, ma impossibili da considerare modelli, o peggio, legge.
    Tale situazione ha cause non prossime; non si può distruggere il (millenario) pensiero dell’ essere, imbastardirlo con idealismi, esistenzialismi, psicologismi, volontarismi vari, e illudersi che la teologia, nel caso specifico, la teologia morale ne rimanga immune. I tedeschi, infatti, hanno graziosamente concesso che dell’ opinione (!) romana ” si discuterà “…….
    Il copione non sorprende; due cosd tuttavia, che io sappia (magari qualcuno ha più informazioni di me), non sono state previste: 1) la velocità con cui sta avvenendo l’ erosione 2) il ruolo assolutamente preminente dell’ omosessualismo in tutto il processo.

  • gaetano2 ha detto:

    Beh, però Eltoggiòn cc’ha rraggione cc’ha…
    a popprosito der filme, il man chècce fa col racchett?…

  • Monica ms ha detto:

    che il vostro parlare sia SI, si; no, no;
    il resto é investimento

  • Maria Michela Petti ha detto:

    Nel coro di critiche al Documento, le voci rappresentative del mondo Lgtb pongono l’accento sul contrasto fra la “chiusura” atavica della Chiesa e l’“apertura” di Papa Francesco, che sarebbe “ostacolato” dall’ Istituzione, anche in quest’occasione e nei segnali in cui avevano intravisto il cambiamento a portata di mano. Pur nella delusione, addebitata genericamente al Vaticano, ancora una volta si staglia come la figura di riferimento impedito da altri nell’abbracciare i bisogni di una fetta di umanità.
    https://www.ilgiornale.it/news/cronache/unioni-gay-reazione-comunit-lgtb-no-benedizione-1931447.html

    • Maria Michela Petti ha detto:

      Si moltiplicano le reazioni negative al Documento.
      Il cileno Juan Carlos Cruz, vittima di abuso sessuale da parte del sacerdote Karadima e ricevuto più di una volta a Santa Marta, punta il dito contro una “Chiesa rigida” che a suo dire farebbe scappare i fedeli.
      https://www.lanacion.com.ar/el-mundo/juan-carlos-cruz-si-la-iglesia-no-avanza-los-catolicos-seguiran-huyendo-nid15032021/
      I vescovi tedeschi promettono di mantenere all’ordine del giorno del cammino sinodale intrapreso la benedizione per le coppie omosessuali. E anche il vescovo svizzero di San Gallo non accetta una decisione sul conto di “un’intera categoria di persone”.
      https://www.vidanuevadigital.com/2021/03/16/los-obispos-alemanes-mantendran-la-bendicion-de-parejas-gays-en-su-agenda-frente-al-no-del-vaticano/
      https://www.tio.ch/svizzera/attualita/1499379/vaticano-vescovo-coppie-gay-diocesi
      Ah! se la questione fosse stata attentamente affrontata in tempi ragionevolmente brevi…

      • EquesFidus ha detto:

        Mi dispiace, sarò poco caritatevole, ma questi o sono ubriachi o sono in malafede.
        I fedeli si allontanano perché la Chiesa sarebbe rigida?! Ma quando mai? A parte il fatto che mi si deve spiegare cosa voglia dire, perché io ho bisogno di una Chiesa rigorosa (cosa che l’attuale carrozzone non è), ma dove vedono tutto questo rigore? Ma se siamo arrivati al punto per cui a nessuno frega più nulla di nulla, le coppie possono convivere per anni e sposarsi in chiesa coi pargoli al seguito, le Sante Messe sono ormai in molti casi deformi parodie di cene protestanti (con tanto di strimpellatori miserabili e di “spettacolini” che non hanno proprio nulla di liturgico) lasciate all’arbitrio del celebrante, dove ci si può comunicare al Corpo di Nostro Signore anche se in peccato mortale, conviventi, “risposati” o si commettono atti che gridano vendetta al cospetto di Dio (come è il caso della sodomia), dove va bene tutto purché sia contro la temuta “Chiesa pre-conciliare” (temuta perché basata sulla Roccia e non sulla politica ed i compromessi col mondo)!

        • EquesFidus ha detto:

          Forse, e qui concludo, dovrebbero chiedersi come mai, nonostante tutte queste “aperture” da parte di certo clero e laici infedeli negli ultimi decenni, i matrimoni religiosi siano sempre meno, come pure la frequenza alle Messe Novus Ordo. Si pongano queste domande, invece di agitarsi come scheletri danzanti in questa fatiscente casupola che è l’Occidente già cristiano!

  • Paolo Pagliaro ha detto:

    Motto del giorno: “Non si può seguire Dio e Mammona”.

    Né si può piacere a tutti (magari dando qualche calcio nel sedere ai “rigidi” che disturbano il “dialogo”).

  • Paolo Pagliaro ha detto:

    A difesa del “povero” Elton John, c’è da dire che alcune tonnellate di ambiguità (per non dire altro) l’hanno illuso.

  • MASSIMILIANO ha detto:

    Beh, mi sembra evidente che questa volta sir Elton abbia proprio ragione..! Ipocrisia è proprio il termine corretto. Saluti.
    Massimiliano

  • alessio ha detto:

    l’altr’anno detto film l’hanno proiettato
    al cinema all’aperto della parrocchia
    di Borgo San Lorenzo a pagamento
    ed era piena di bambini .

  • Alberto ha detto:

    Oh! Caspiterina!!! Bergoglio non sta ai patti preelettorali presi con la mafia di San Gallo,per portare avanti l agenda ultraprogressista nella chiesa cattolica

    • Milli ha detto:

      Non si preoccupi, è solo un po’ in ritardo, è impegnato con Madre Terra-pachamama, poi accontenterà pure loro.

  • Maria Michela Petti ha detto:

    Fra le tante segnalazioni, anche questo insolito investimento era venuto alla ribalta, da tempo.
    Si è continuato a far finta di niente da parte dei due contraenti l'”affare”.
    Evidentemente, per quanto abili giocatori non avevano messo in conto il fattore “imprevisto”. Troppo sicuri di sé.
    Mai dimenticare la saggezza popolare: Il troppo stroppia…

  • ilsofista ha detto:

    caspiterina ! non so più da che parte stare . Elton ha ragione a tacciare il Vat di ipocrisia , ora tutti gli eltoniani-lgbtd si metteranno ad attaccare l’ipocrita . E noi da che parte stiamo ? dalla parte dell’ipocrita ? o di chi lo attacca ?
    Però la cosa non mi convince. Il Vat ipocrita poteva stare zitto (anche perchè ne ha di difettucci da farsi perdonare ) , invece parla , fa parlare la stampa e consguentemente accende i riflettori e provoca gli eltoniani-Lgbtd che ora sono a caccia di scandali dell’ipocrita . Non avranno difficoltà a trovarne decine , basterebbero le confessioni vere o no di un migliaio di Lgbtd con membri della ipocrisia . Il risultato certo sarà perciò nuovi scandali per il Vat . E Bergoglio sarà costretto così a dare le dimissioni . E il Conclave elegge il successore , peggio di lui ma con 20anni di meno. La storia del tiranno di Siracusa. ? strategia gesuitica ?

  • Pierluigi ha detto:

    Se qualcuno dell’alta gerarchia della Chiesa volesse fare un’opera spirituale a vantaggio di quest’uomo a mio avviso dovrebbe insegnargli che ogni cristiano deve seguire la volontà di Dio espressa anzitutto nella Scrittura e quindi non può giustificare un comportamento gravemente peccaminoso benedicendolo, scambiando il male e il bene.

  • Adriana 1 ha detto:

    Promoveatur ut silentium teneat…lo facciano Cardinale!

  • GINO ha detto:

    Non prenderla così esagerata, sir Elthon, l’ ufficio che fu santo ha affermato che il matrimonio cattolico è un vecchio arnese per le coppie che vogliono avere prole, e poi non vi servono le benedizioni sull’altare, il vostro è l’amore vero che il Dio che è ormai uscito dai templi va in giro a benedire. Devi capire che con le orde di minutelliani che sono pronti ad assaltare e liberare il vaticano non si poteva dare pretesto.
    Se vuoi un rito approvato dal Papa, metti a terra la tovaglia da tavolo, ritaglia il cartone delle scarpe comprate ieri a forma di indios con qualcosa in grembo, e col naso molle e caduco, mettila al centro della tovaglia con gli incensi cancerogeni che vendono i cinesi, chiama una monaca della E&Y e fate seicentosessantasei piegamenti in onore del cartoncino.
    Dimenticavo, la pachamama va sempre in compagnia di un secchio e un manico di mocio.