Mons. ICS: Che Cosa è Draghi? Lo Capiremo da Come Bergoglio lo Saluterà …

3 Febbraio 2021 Pubblicato da

 

Marco Tosatti

Carissimi Stilumcuriali, ieri sera mons. Ics ci ha inviato questa riflessione, dopo aver ascoltato il Presidente della Repubblica, e la sua determinazione a voler cancellare in maniera definitiva la democrazia dall’orizzonte di questo nostro sciagurato Paese, ridotto – mutatis mutandis – a una fase pre-risorgimentale. Quindi, se leggete “domani” in realtà vuol dire oggi. Buona lettura. 

 

§§§

Perché il Colle ha deciso di puntare su un esecutivo tecnico e non sul voto.

 

Caro Tosatti, domani si formulerà il governo UE-Merkel. Quello che si sarebbe dovuto fare nel 2011 quando il Presidente Napolitano per ragioni “loggistiche” preferì dare incarico al cristiano-protestante nullaintendente Mario Monti. Che ci ha portato al collasso totale. Ma non volutamente, proprio – non intendente -, sia chiaro, nel senso che non ha capito mai nulla, né di economia né di politica.

Tanto che il suo mandato principale era quello di riuscire a convincere papa Benedetto XVI ad aprire ai protestanti.

Cosa che non fece.

Così lo cacciarono (Benedetto).

Ma lo fece sorprendentemente il suo successore. Conquistando il cuore e i consensi di tutto il mondo che voleva cancellare Cristo.

Di ben diversa stoffa è Mario Draghi. Di quale stoffa è fatto? non lo so con certezza, non lo conosco. Ma è certo una stoffa che piace a molti. Pertanto i casi sono due. O è la stoffa migliore ed adatta a queste circostanze, oppure è una stoffa nuova evangelica, che cucita sul panno vecchio lo strappa, non appena lavata. (Scrive Matteo 9.14-17 ) “Nessuno rattoppa un vestito vecchi con un pezzo di stoffa nuova, altrimenti la stoffa nuova strappa via anche la parte del tessuto vecchio e fa un danno peggiore di prima”.

Che cosa voglio dire? Che Draghi sarà la stoffa nuova che rovinerà, strappandola, la vecchia? Non ho dubbi, se verrà incaricato dall’ultimo rappresentante del regime DC di sinistra. Sarà bene o male per noi? Ma noi chi?

Per capire cosa farà e se sarà bene o male per noi, dobbiamo attendere le considerazioni che farà Papa Francesco, o chi per lui. Se gli farà auguri calorosi (da interpretare), come credo, meglio che chiediamo un passaporto ungherese o polacco. Se dovesse fare auguri di rito, attendiamo.

Se non dovesse fare alcun augurio, prepariamoci al prossimo Conclave.

Mons Ics.

§§§




STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK

cercate

seguite

Marco Tosatti

Su Gab c’è:

@marcotos




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA

OPPURE CLICKATE QUI




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , ,

Categoria:

31 commenti

  • massimo trevia ha detto:

    Draghi ha, dicono,”salvato l’euro”.E’ certamente un fuoriclasse, anche se io avrei voluto che la moneta unica finisse.Ora,io vorrei sperare che non commissari l’Italia.Io non ci capisco piu’ di tanto di economia……ma sicuramente anche un incompetente come me puo’ dire questo:bastera’ vedere se le sinistre concorderanno col suo operato:se non concorderanno,odiando come odiano loro l’Italia,sara’ un bel segno che Draghi invece l’Italia la ama(lo dico,da sempliciotto forse). Se invece concorderanno col suo operato credo che sarà’ un bruttissimo segnale!

    • : ha detto:

      Se ha salvato l’Euro vuol dire che è un pericolo per l’Italia. Solo tornando alla sovranità monetaria si può sperare di uscire da questo incubo iniziato con la moneta comune (in realtà da un po’ di anni prima quando, complici traditori nostrani posizionati ai vertici di questa disgraziata Nazione, i nostri nemici europei hanno incominciato a creare le premesse per questo trabocchetto in cui siamo caduti.

  • IMMATURO IRRESPONSABILE ha detto:

    Il saluto l’ ha dato Spadaro (h 18:10); va bene lo stesso?

  • giovanni ha detto:

    Con Draghi la troika europoide e’ in Italia. Molto probabilmente imposto per gestire i recovery found, visto l’ insulso e triste spettacolo per gestirli delle marionette locali. Traendo auspici dalle politiche ue,
    rigore estremo sui debiti e i r. f. sono nuovi debiti , non prevedo un futuro roseo . Se smentito, saro’ il primo a rallegrarmene.

  • Giorgio Pignatel ha detto:

    Ma Bergoglio ha già accolto in pompa magna Mario Draghi nella Pontificia Accademia delle Scienze. Possibile che non lo sappiate o che non ricordiate.

  • Giorgio Pignatel ha detto:

    Ma Bergoglio ha già accolto in pompa magna Mario Draghi nella Pontificia Accademia delle Scienze. Possibile che non lo sappiate o che non ricordate. Mario Draghi fa parte, è membro ufficiale della Pontificia Accademia delle Scienze,

  • Donna ha detto:

    Ho letto cheDraghi è cresciuto alla scuola dei Gesuiti ed è devoto a S. Ignazio di Loyola, se così è, Bergoglio non può essere che felice,e con lui altri estimatori dei gesuiti …

    • stilumcuriale emerito ha detto:

      Questo fatto dice e non dice. Anche Paolo VI studiò dai Gesuiti ma a quanto ne so non li amava molto. I suoi grandi amici erano i Padri Filippini , o Oratoriani, seguaci di San Filippo Neri.

  • Milly ha detto:

    Con l’incarico che Mattarella ha dato a Draghi mi sono ritornate in mente (non so perché) le parole di una canzone di Lucio Battisti “Il nastro rosa” che più o meno faceva così:
    “…Chissà, chissà chi sei
    Chissà che sarai
    Chissà che sarà di noi
    Lo scopriremo solo vivendo
    Comunque adesso ho un po’ paura
    Ora che quest’avventura
    Sta diventando una storia vera
    Spero tanto tu sia sincero!”

  • Maria Michela Petti ha detto:

    Non darei per già formato un governo che, a poche ore della comunicazione fatta dal presidente in persona, resta ancora in fieri. L’unico dato certo, al momento, è la convocazione al Quirinale di Draghi evocato da tempo per dare corpo ad un progetto per ora tutt’altro che definito. A proposito di quest’ ultimo capitolo di una crisi politica che si protrae da tempo e che nulla lascia immaginare sia di facile soluzione, ho lasciato un commento alla riflessione di Mons. Ics sullo stesso argomento di questa giornata.

  • Raffaella ha detto:

    Mi permetto di segnalare un editoriale della Nuova Bussola Quotidiana dello scorso 8 Agosto dal titolo “Perché Bergoglio tifa Draghi”.
    Tutto chiaro, purtroppo.

  • Maria Michela Petti ha detto:

    Muovendosi sul filo dello schema diplomatico dal profilo spiccatamente gesuitico, Bergoglio religiosamente eviterà pubblici calorosi saluti a chi è stato, con notevole anticipo sui tempi, indicato come uomo della “provvidenza”, forgiato al liceo (dei gesuiti) Massimo di Roma, alla stregua di altri che hanno scalato la vetta di vari settori della società (Conte incluso), caldeggiandone l’impegno in politica con un articolo pubblicato oltre un anno fa su “La Civiltà Cattolica” e rilanciato proprio ieri da padre Spadaro. Più saluto caloroso di così??? Per chi è stato nominato da Bergoglio il 10 luglio 2020 membro ordinario della Pontificia Accademia delle Scienze; nomina conferita in precedenza allo stesso padre Spadaro…
    Tutto si tiene, per ora; resta da verificare se la “carta” Draghi sarà quella giusta per la soluzione dei problemi del Paese, che sembra soggiacere a giochi di palazzo, a veti e contro veti preannunciati apertis verbis da grillini e da felpate dichiarazioni di pdini attendisti. Esponenti di quei partiti che più di altri hanno già perso in una partita giocata spericolatamente negli ultimi tre anni, decisi ora a vendere a caro prezzo la propria pelle sulla pelle piagata degli italiani, continuando a fingere di ignorare l’inglorioso finale che ha decretato la loro incompetenza e incapacità.
    https://www.lastampa.it/topnews/primo-piano/2021/02/03/news/l-ex-studente-modello-dei-gesuiti-che-sei-mesi-fa-il-papa-ha-nominato-all-accademia-vaticana-1.39854904

    • Maria Michela Petti ha detto:

      Mi correggo. Conte formatosi presso il collegio universitario di Villa Nazareth, sotto la guida del card. Silvestrini.
      Padre Spadaro, nominato da Bergoglio membro della Pontificia Insigne Accademia di Belle Arti e Lettere dei Virtuosi.
      Con il concetto sintetizzato al massimo mi riferisco alla “cura”, alla promozione e all’impiego caldeggiato di “risorse” cresciute in istituzioni ecclesiastiche e/o con entrature ecclesiali in progetti di “rinascita” ad ogni livello.

      • greg ha detto:

        Mattarella stesso ha studiato in un liceo tenuto da un ordine religioso. Non i Gesuiti, maristi o similia. A Roma, ovviamente.
        Fassino ha studiato dai gesuiti, ma a Torino,
        Padellaro, di sinistra conclamata, è anche lui un allievo dei gesuiti.
        Mentre Travaglio è il più bel fiore del Valsalice, che credo sia il Liceo tenuto dai salesiani a Torino.
        Dimenticavo, anche Berlusconi mi pare abbia studiato dai salesiani, in un collegio di Milano…
        Se dovessi ricordarmi di qualcun altro, ve lo farò sapere.

        • Januensis ha detto:

          Ferruccio Sansa, il vicino di casa di beppe grillo, ora a capo dell’opposizione (grillini + Pd) in Regione, ha studiato al Liceo dei padri Somaschi, in quel di Nervi, mentre Beppe grillo è stato diplomato ragioniere nel più scassato diplomificio della città, chiuso circa a metà degli anni 70 del secolo scorso.

  • urbano B. ha detto:

    diceva Nino Andreatta che l’Italia è un paese incapace di governarsi da solo .Per non rischiare di farsi governare da dilettanti ( come è avvenuto negli ultimi anni) , è meglio si faccia governare dalla Germania. ( lui pensava a Kohl ) . Con Draghi ci avviciniamo a questo auspicio. Pensate a quanti anni abbiam perso ! Se Napolitano avesse nominato Draghi anziche Monti, presidente del consiglio del gov del Presidente del 2011 , oggi NON saremo qui a piangere . Dobbiamo esser realisti , cari lettori. Finchè la politica la fanno i Renzi,Zingaretti, Grillo , etc . i casi sono due : o ci governa un subnormale o un bluff assoluto come Monti o un Draghi. Personalmente non avrei dubbi . Ma è comprensibile che ci siano quelli che ricordano solo il Brittannia e se ne dolgano.

  • beppez ha detto:

    Draghi e stato educato dai gesuiti. Formazione comune

  • Luca Monforte ha detto:

    Tutti sappiamo chi è Mario Draghi.
    Nessuno sa cosa potrebbe essere diventato.
    Sicuramente, quando è salito sul Britannia, era uomo di Goldman Sachs. Ed è andato li per fare i loro interessi. Non comportandosi da patriota.
    Durante il periodo alla BCE è stato inviso alla Germania ed ha fatto, come ha potuto, gli interessi dell’Italia.
    Nei periodi di transizione (come quello che stiamo vivendo) ci sono persone che dal vecchio passano al nuovo; Putin era uomo del KGB ed ora sappiamo chi è e cosa sta facendo.
    Ci possono essere persone che non sono completamente votate alla Kabala, ai loro riti perversi ed al culto di Satana. Ci possono essere persone che si son trovate lì, come avvenne per il gen. Michael Flynn che fu nominato da Obama e non smise mai di essere quello che è.
    Non sappiamo come andrà a finire perché molte cose non le conosciamo.
    Ma coltivo la speranza che la sua eventuale Presidenza del Consiglio dei Ministri possa – non dico portare ad una politica sovranista – ma almeno ad una maggiore dignità dell’Italia in Europa (in attesa di tempi migliori). Dignità che Francia e Germania non hanno mai smesso di coltivare.

    • giorgio rapanelli ha detto:

      Concordo… Aspettiamo di vedere quale sarà il programma da realizzare e con chi.
      Confidiamo soprattutto nello Spirito Santo, affinchè ci guidi e ci faccia usare il “cuore” nel giudicare, e non la “mente”.

    • G.G.T ha detto:

      lei sa chi è Draghi ? ce lo spiega ?

  • Enrico66 ha detto:

    Cosa farà Bergoglio di fronte a Draghi?
    Si inginocchiera’.

    • Borgonuovo ha detto:

      no. gli darà la mano. Con l’indice della mano destra gli farà pressione sul polso della sua mano destra . Poi si sorrideranno , con soddisfazione di intesa …

  • Valeria Fusetti ha detto:

    Mattarella ha dato l’ incarico a Draghi ? Senza il placet del suo direttore spirituale, che l’ha guidato sin qui nelle difficoltà di una politica peronista ? Non credo proprio. Mala tempora currunt, ma non da ora. Ora galoppano. E questo dal punto di vista umano. Dal punto di vista spirituale probabilmente è necessario che l’autentica realtà di Bergoglio sia manifestata in modo così evidente che nessun cattolico possa dire “non sapevo”. E faccia la sua scelta tenendo presente che Bergoglio ha già rigettato ufficialmente, ma sommessamente com’è nel suo stile, la comunione con il Signore rifiutando di essere il Vicario di Cristo. Egli rimane il re di un piccolo Stato. Questo, come cattolici dobbiamo valutare : sudditi del Vaticano o cittadini del Regno di Dio ?

  • Antonio ha detto:

    Neanch’io conosco Draghi, ma conosco il giochino che è sempre lo stesso dal 1993, senza nessuna fantasia, cambia soltanto il nome del deus ex machina mago dell’economia di turno (Ciampi, Dini, Monti, adesso Draghi).