Bacco: il Covid è Curabile. Sui Vaccini ci Sono Più Speranze che Certezze…

13 Gennaio 2021 Pubblicato da 22 Commenti

 

Marco Tosatti

Miei diletti Stilumcuriali, l’argomento dei vaccini contro il Covid è all’ordine del giorno. Da totale ignorante avevo qualche curiosità da soddisfare, e per questo ho pensato di rivolgermi a una persona che avevo visto intervistata da Beatrice Silenzi per La Fabbrica della Comunicazione, il dott. Pasquale Mario Bacco. Medico Legale, e con un curriculum di tutto rispetto.  Laureato in Medicina Interna e Chirurgia Generale presso l’Università Federico II di Napoli, iscritto all’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della Provincia di Salerno, Pasquale Mario Bacco ha iniziato nel 1994 una collaborazione con l’Istituto di Medicina del Lavoro dell’Università Sacro Cuore, primo di una lunga serie di incarichi che hanno poi scandito tutta la sua carriera professionale, unitamente all’esercizio della professione medica. Docente, relatore in vari convegni, autore di pubblicazioni, tra i maggiori esperti di sorveglianza sanitaria, di prevenzione e protezione in ambito aziendale, Pasquale Mario Bacco ricopre dal 2012 la direzione scientifica della sezione medicina del lavoro presso l’Istituto Universitario Nicolaus. Inoltre è portavoce di un gruppo di medici che hanno compiuto una ricerca su circa quattordicimila persone in relazione al Coronavirus e che collabora con la Meleam Spa, una società statunitense che ha una sede anche in Puglia, a Bitonto, e che si occupa di medicina e di sicurezza sul lavoro. Buona lettura. Leggete che cosa risponde, e affidiamoci alla Provvidenza...

§§§

È possibile creare un vaccino senza isolare il virus?

Tecnicamente tutto è possibile. Però per avere un vaccino efficace, si ha bisogno di conoscere bene la struttura del virus, anche per valutarne eventuali mutazioni e “modi di agire”. Altrimenti si tratta solo di vaccini che si basano sulla cross reattività, cioè la speranza che ci sia una “somiglianza” tra quello che si inietta e la struttura del virus. Sembra paradossale, ma è proprio cosi.

 

Il virus del Covid 19 è stato isolato?

Il virus non è stato isolato. E’ stato semplicemente effettuato il sequenziamento di parte dell’RNA.

 

Allora, che cosa ci vogliono iniettare?

A seconda del vaccino, perché non sono tutti uguali, un frammento di RNA o parte di alcune proteine. Sperando come dicevo prima in una parziale somiglianza che provochi una parziale immunità. Tanto è vero che anche con il vaccino, bisognerà continuare a portare mascherina e distanziamento. Il problema è che questi vaccini sono pieni di metalli pesanti e cellule di varia natura, necessarie per stabilizzare il vaccino stesso. Praticamente un attentato alla salute dei cittadini.

 

Perché c’è un attacco ai medici che esprimono dubbi?

Perché pensavamo di vivere in una democrazia, ma era solo una illusione. E soprattutto perché in Italia esiste un tribunale dell’Inquisizione che si chiama Ordine dei Medici, che attacca e minaccia e sanziona chiunque si permetta di esprimere dubbi sul pensiero unico. Questa è una delle più grandi vergogne di questo periodo storico.

 

La gente comune è confusa. Sente – amplificati dai media – pareri discordanti, quando non opposti, da professionisti della salute. Come è possibile orientarsi?

L’unica possibilità che ha oggi il cittadino è quella di chiedere spiegazioni ed informazioni dettagliate su quello che gli viene detto e sui farmaci, compreso il vaccino, che gli si prescrivono. L’unica cosa che nessuno potrà rubarci mai è quello che impariamo e che abbiamo imparato.

 

Noi sappiamo dei vaccini quello che dicono chi li produce. Esiste una fonte autorevole imparziale che possa esprimere giudizi scientifici?

Al momento purtroppo no. La corruzione ed il potere delle lobby farmaceutiche ed economiche è immenso e condiziona in maniera determinante l’informazione e le istituzioni.

 

Il Covid è curabile? Se sì, come? Perché queste terapie non vengono pubblicizzate, ma anzi – sembra – ostacolate?

Il virus esiste, la malattia va rispettata, come tutte le malattie. La bella notizia è che il Sars-Cov2 è perfettamente curabile. Abbiamo la profilassi con l’idrossiclorochina. In caso di sintomatologia lieve, bisogna utilizzare antinfiammatori che in presenza di febbre vanno associati all’azitromicina, un antibiotico, ed all’eparina a basso peso molecolare. Chiaramente bisogna sempre confrontarsi con il medico di famiglia. Il problema, se cosi possiamo chiamarlo, di questi farmaci, è che costano poco. Penso di essermi spiegato.

 

Lei cerca di sensibilizzare le persone intorno a questi problemi. Che reazioni ha avuto dalla sua attività?

Io dall’inizio parlo sempre con estrema chiarezza. L’importante è spiegare le cose che si dicono e non presentarle come dogmi. Sono stato ascoltato alla Camera ed al Senato, dove ho parlato chiaramente di strage di stato e di sequestri di stato. Se nessuno mi ha querelato, evidentemente le cose che dico hanno una base.

§§§




STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK

cercate

seguite

Marco Tosatti




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , ,

Categoria:

22 commenti

  • unaopinione ha detto:

    Post VI
    Mi scuso se il post é lungo ma forse vale la pena di leggerlo

    (quanto segue é solo é una mia opinione)

    Inizio con due casi fittizi.
    Caso 1) Il dottore: “Signora … é tutto a posto, non ha nulla … ma … “ continua il medico rendendo drammatica la sua voce e assumendo una faccia preoccupata “abbiamo trovato nelle analisi i marcatori BRCA1 e BRCA2 …. insomma, non subito, ma nel futuro lei potrebbe sviluppare un tumore al seno … ed anche alle ovaie …. e se la cosa sfugge di mano potrebbe, per tutta sfortuna, formarsi una metastasi … se vuole ridurre il rischio di ammalarsi nel futuro le consiglierei quindi di farsi rimuovere questi organi … sá? potrebbe andare a finire non proprio bene ….”. La signora tutta atterrita perché gia´si vede in terapia intensiva in un non lontano futuro, acconsente alla fine alle operazioni mediche (un caso famoso é quella di Angelina Jolie che é stato strombazzato da tutte le televisioni e giornali del mondo).
    Esempio 2) Il dottore: “Signore … abbiamo qua i risultati delle analisi e devo essere proprio sincero con lei “ e poi facendo la solita faccia (stavolta) preoccupatissima: ” lei ha la leucemia … é una malattia terribile, sa? … senza rimedi lei ha mediamente forse solo sei mesi …. massimo due anni da vivere … ma per fortuna abbiamo qui una serie di cure che sebbene abbassano il livello della qualitá della vita, consentono tuttavia di vivere un poco piú a lungo ed in alcuni casi di guarire totalmente “ e guardando il viso scioccato del paziente, continua “su, su, non faccia cosí, non é ancora troppo tardi, abbiamo ancora speranza … abbiamo la chemoterapia, la radioterapia, l´impianto del midollo spinale … ma … non c´e´tempo da perdere … io le consiglierei di organizzarsi subito perché lei possa ritornare a fare il vecchio normale”. E cosí il malato tipico che fino ad allora aveva avuto solo una febbricciola costante (e magari anche altri sintomi lievi e niente piú), decide di mettersi totalmente nelle mani del medico/oncologo. La cosa puó andare bene. Se peró poi muore perché la chemioterapia é stata mal calibrata non ha importanza: la sua morte viene registrata comunque come “leucemia”. Tutt´al piú qualche familiare scontento metterá sulla tomba per ricordo: “Malatosi di leucemia, morto di chemioterapia”. (1)
    Credo ci siano altri esempi simili. Quali sono due delle caratteristiche comuni di questi esempi simili? Il primo é che il medico é visto dal paziente come il “dio” in camice bianco (del resto, raramente si vede un film non dell´orrore o giallo dove il paziente muore perché l´ospedale e´sporco oppure perché il medico ha sbagliato). La seconda é quella del medico (che lo faccia coscientemente o non) di incutere al paziente terrore, paura, sgomento, panico. E cosa fa il paziente tipico? Non pensa piú: é come se il medico gli avesse gettato un´amo psichico invisibile e il pazientelo abbocca e non lo molla piú. Docilmente fa come dice il medico, non lo contraddice, segue le sue indicazioni, non cerca il consiglio di nessuno salvo di quelli che confermano il parere del medico e se qualche amico sinceramente preoccupato gli fa notare che forse é meglio che rifletta un poco prima di prendere qualsiasi decisione, lo inizia a considerare uno scocciatore e anche peggio. Insomma: per paura di morire nel futuro accetta di fare una cura che potrebbe farlo morire ora (l´operazione puó andare sempre male, tanto per iniziare).
    Da quanto tempo va avanti questa cosa? Da decenni: da quando la medicina convenzionale é diventata predominante. Ormai i giornali, la radio, le riviste, la vita quotidiana, ecc. ci hanno abiutati a questo. E per noi questo é diventato normale. Ma oggi?
    La novitá di oggi rispetto a ieri é che ieri (sempre rimanendo negli esempi simili) era il singolo malato (o a rischio di diventare tale) a subire questo trattamento psicologico da parte del “dio” dottore. E chi promuoveva dall´alto questo modo di trattare il paziente bersaglio ha visto nei decenni che la cosa funzionava, non con tutti, ma funzionava.
    E ha deciso di passare al livello superiore: si trattava di spargere il terrore, la paura, lo sgomento, il panico a livello planetario (al passo con la globalizzazione) ed ecco al punto giusto (ma naturalmente per caso) apparire sulla scena Greta (ma anche altri personaggi ai vertici delle relative istitutioni) che affermava, sempre ben inquadrata dalle telecamere con voce fremente di indignazione verso chi la guardava, l´esistenza di un nuovo pericolo mortale per la Terra (per qualcuno ricco di spirito conosciuta anche con il nome di Pachamama) provocato dal riscaldamento globale antropico e che inoltre diceva: “I want you to act as the house is on fire… to feel the fear I feel every day … we probably don´t have a future anymore”. (1) Insomma: (questo credo che fosse il suo messaggio) non c´é tempo da perdere … se non agiremo subito secondo quanto dicono i nostri governanti (globalisti), moriremo tutti (ci avete fatto caso? la sostanza che provocherebbe il problema secondo lo studio iniziale del 1998 dello scienziato canadese Michael Mann (dal quale é poi nato l´attuale “mostro verde”) e poi condannato civilmente da un tribunale canadese in quanto Mann non ha giudizialmente prodotto gli studi che sostenevano la teoria sul CO2, é proprio un prodotto di scarto del metabolismo umano, senza il quale l´uomo, imagine di Dio sulla Terra, non sarebbe in grado di vivere). E questa cosa e´ andata avanti per circa 20 anni (ma ancora dovrá portare i suoi frutti peggiori). E anche qui non solo ci siamo abituati, ma abbiamo acriticamente appoggiato questa accusa dei globalisti (proprio coloro che sono responsabili del degrado ambientale, che é si reale) nei confronti di noi stessi che nient´altro abbiamo fatto (ma avremmo dovuto essere vigili) che adattarci al trend imposto. E anche qui la cosa ha funzionato, ma non tanto da sottometterci come l´istigatore di questo piano diabolico avrebbe voluto (o meglio, non é ancora giunta al punto di arrivo): infatti questa presunta emergenza non colpevolizzava tutta l´umanitá (colpevolizzando il povero boliviano e il misero mozambicano avrebbero reso la loro narrativa non piú credibile).
    Ci voleva percio´ una ulteriore arma . un´arma perfetta … globale … ci voleva un “virus”. Il problema principale era: come farlo percepire da tutto il mondo come un pericolo mortale anche se non era in realtá un pericolo? (se fosse stato un virus veramente mortale sarebbe risultato il caos sociale ed economico e i globalisti avrebbero perso il controllo della situazione). L´obiettivo era in particolare che chiunque in qualunque parte del pianeta, ricco o povero, biano o nero, cristiano o musulmano, ecc. provasse terrore, paura, sgomento, panico proprio come la persona leucemica, la donna con i marcatori del cancro e tutte le persone preoccupate per l´ambiente lo provava di fronte al proprio problema. Insomma … bisognava creare il “malato tipico globale”. E ci sono riusciti.
    Lascio stare ogni considerazione di come gli attuatori di questo piano, dall´OMS in giú, hanno agito (anche se sarebbe interessante sapere come hanno creato il nuovo malato), ma quello che mi preme sottolineare é che senza la partecipazione del nuovo “malato globale” il loro piano non potrebbe mai funzionare.
    E come partecipa il malato globale? Basta ormai nominargli la parola “Coronavirus” ed ecco che prova sgomento, panico, paura. Di cosa? Solo della morte fisica, perché il suo spirito é giá rinchiuso nella bara ma il suo corpo vive ancora nel mondo materiale: quel tanto per sperimentare il terrore. E´un morto che cammina. Come lo si riconosce? Porta sempre la mascherina anche laddove non é obbligatorio, é pronto a denunciare il vicino di casa anche quando non gli arreca alcun danno, quando ti incontra per la strada accenna un giro largo per evitare che tu gli trasmetta il virus che lui ritiene certamente che tu abbia, che, se entra in chiesa, si disinfetta le mani (proprio come fece Pilato di fronte a Gesú), e che per paura che il signor Coronavirus lo stia aspettando proprio davanti alla sua porta di casa, preferisce rimanervi dentro e poi guarda solo la tv (e il telefonino) e che magari, venuto a sapere che é risultato positivo al test, si uccide (e non gli viene in mente che forse é un falso positivo).
    Ora il dottor Bacco dice: “L’unica possibilità che ha oggi il cittadino è quella di chiedere spiegazioni ed informazioni dettagliate su quello che gli viene detto e sui farmaci, compreso il vaccino, che gli si prescrivono”.
    Tutto questo premesso la mia domanda al dottor Bacco é: “Ma chi ha giá deciso di essere morto ha ancora delle possibilita?”

    (1) probabilmente senza l´intervento sarebbe vissuto ancora 4-5 anni e forse avrebbe avuto tempo di capire cosa non andava e cambiare in tempo utile i suoi stili di vita);
    (2) mia traduzione: “Voglio che tu agisca come se la casa fosse in fiamme … che provi la paura che io provo ogni giorno … probabilmente non avremo neanche un futuro”

  • Gkc ha detto:

    Tenendo il termostato alto, il riscaldamento si attiva anche in estate..
    “L’epidemia di coronavirus 2019 (COVID-19) a causa della grave sindrome respiratoria acuta coronavirus 2 (SARS-CoV-2) è stata dichiarata pandemia il 12 marzo 2020 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità [1]. Un problema importante relativo all’epidemia è stato quello di correlare il carico di RNA virale ottenuto dopo la reazione a catena della polimerasi a trascrizione inversa (RT-PCR) ed espresso come soglia di ciclo (Ct) con contagiosità e quindi durata di isolamento da contatti e dimissione da reparti specializzati di malattie infettive.”

    Correlation Between 3790 Quantitative Polymerase Chain Reaction–Positives Samples and Positive Cell Cultures, Including 1941 Severe Acute Respiratory Syndrome Coronavirus 2 Isolates | Clinical Infectious Diseases | Oxford Academic (oup.com)

    https://academic.oup.com/cid/advance-article/doi/10.1093/cid/ciaa1491/5912603

    Gli articoli ,scritti in inglese, possono essere letti in italiano col traduttore automatico e sono comprensibili anche alle persone senza una formazione specifica.

  • IPM ha detto:

    Vabbè, l’ha detto in Camera e in Senato e nessuno l’ha querelato. E mò? Comunque non cambia nulla.. ..lockdown,mascherine, distanziamento, fallimento economico, problemi psicologici, morte annunciata, Conte-nua questo governo….. Che tristezza..

    • Paolo Sovrani ha detto:

      Falso. Lo ha forse detto in una sala del senato i occasione di un contestato incontro promosso dalla destra italiana. Seocndo lei il governo dovrebbe denunciare per procurato allarme ogni squinternato che dice baggianate? Hai voglia….

      • IPM ha detto:

        Egregio Paolo, non era mia intenzione suggerire che il governo dovrebbe querelare “ogni squinternato che dice baggianate”, anche se lo fa in una sala del Senato o della Camera. Non era mia intenzione nemmeno suggerire che il dott. Bacco dovrebbe essere querelato, ne dal governo, ne da chiunque.
        Non so se capisco correttamente il suo commento, Paolo, che giudica “baggianate” quanto ha detto il dott. Bacco. Io, non essendo medico, mi devo affidare ai medici e a quanto posso approfondire in rete o parlando con altre persone. Mi pare che attorno questo vaccino ci siano delle perplessità, in primis la prontezza o velocità con quale sono stati messi all’opera – che in “tempi normali” si parla di 4-5 anni prima che un vaccino venga approvato e quindi somministrato in modalità consuete, assieme all’apparente ostinazione di prendere in considerazione altre modalità di cure. Questo si può capire anche da non-medico.

  • Adriana 1 ha detto:

    Piccola bomba sganciata sulle pretese di copertura di immunità del vaccino Pfitzer e Moderna . Lo afferma una delle voci più influenti a livello mondiale sui virus : il professor Peter Doshi .,associato presso l’Università of Maryland
    https://www.affariitaliani.it/coronavirus/efficacia-vaccino-tra-19-29-non-il-95-lo-dice-il-british-medical-journal-opinion/

  • antonio cafazzo ha detto:

    Cesar Vidal – USA – ( al quale Youtbube ieri ha chiuso il suo canale – 193000 iscritti – 2463 video – per 2 settimane per aver pubblicato un video sul “Gran Reset”) ieri ha scritto questo sul suo blog (https://www.cesarvidal.com/blog/actualidad/culete-mantequete-aguja-de-goma)
    “Nel caso di Kamala Harris, si scopre che l’ago del vaccino si piega dopo che è stato somministrato per cui non è affatto chiaro se alla fine è stata vaccinata o solo ha preso in giro il popolo americano. Ho visto un altro politico – questo molto verboso e israeliano – a cui è stato dato senza acqua, proprio come a mio fratello Gustavo. Infine, ci sono i membri del governo spagnolo che hanno detto che non si vaccineranno perché considerano che il resto delle persone hanno bisogno del vaccino più di loro. Ci sono stati anche coloro che, come Putin, hanno chiarito che non si vaccineranno. E mi chiedo: dobbiamo essere sottoposti a una vaccinazione da cui i politici fuggono come se fosse la peste, o dobbiamo fare come Kamala Harris, il politico israeliano e mio fratello Gustavo negli anni della sua infanzia, cioè pretendere che ci pungano, ma senza ago? Ognuno di noi può prendere la risoluzione che ritiene più appropriata, ma il giorno in cui sentirete nei media qualcosa come “culetto di burro, aghi di gomma”, iniziate a tremare.“
    [NdT]. All’’inizio dell’articolo scrive che nell’infanzia al fratello Gustavo il medico riusciva a fargli iniezioni dicendogli “culete mantequete, aguja de goma”.

  • Acido Prussico ha detto:

    Vaccino anti-covid: immunità di gregge; cimitero di mosche.

  • stilumcuriale emerito ha detto:

    Se io dicessi che la scorsa notte ho sognato lo Spirito Santo il quale mi ha detto che domani la pandemia cesserà, chi può dimostrare che ciò che ho detto non è vero? Per verificarlo bisogna aspettare domani . La gente che parla senza ammettere a priori che in tutto ci può essere un margine di falsità voluta o di errore non voluto, a me personalmente ha sempre fatto venire l’orticaria. Buona giornata a tutti.

  • Marco Matteucci ha detto:

    “IL COVID È STATO CREATO DALLE ÉLITE CRIMINALI CHE DOMINANO IL MONDO”

    LIMA (Perù) – Un tribunale peruviano ha affermato che il COVID-19 è un’invenzione delle “élite criminale mondiale” composta, secondo i magistrati di questa corte, da miliardari come George Soros, la famiglia Rockefeller e l’uomo d’affari Bill Gates. A giustificazione del ritardo nell’emissione della sentenza, la Camera di appello penale di Chincha e Pisco ha assicurato che la pandemia aveva una natura “imprevedibile” tranne che per i suoi creatori, “che l’hanno gestita e continuano a dirigerla con estrema segretezza all’interno dei loro ambienti e multinazionali “. Così, il tribunale collegiale della Corte superiore di giustizia di Ica, composto dai giudici Tito Gallegos, Luis Leguía e Tony Changaray, ha cercato di scusarsi per il ritardo nell’affrontare il ricorso di un imputato che ha chiesto l’annullamento della sua detenzione preventiva ma il cui ordine è stato rallentato dalla pandemia.

    “Nessun governo mondiale, persone fisiche e giuridiche, né la difesa dell’imputato può sostenere che questa pandemia ha la qualità di ‘prevedibile’, ad eccezione dei creatori del nuovo ordine mondiale come Bill Gates, Soros, Rockefeller, ecc.”, si legge nella sentenza pubblicata sul portale LP Law. Sottolineando che il Coronavirus sia stato “creato dalle élite criminali che dominano il mondo”, la Camera di appello penale superiore di Chincha e Pisco ha fatto eco a una delle tante teorie del complotto emerse l’anno scorso a seguito della pandemia. Nello specifico, il documento cita l’investitore finanziario George Soros, il co-fondatore di Microsoft Bill Gates e la famiglia miliardaria Rockefeller, che accusa di “gestire” e “continuare a dirigere” il virus nel “nuovo ordine mondiale”. Con la comparsa del covid-19, la quantità di disinformazione è aumentata vertiginosamente e, nonostante il fatto che l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) abbia già confermato a maggio che il virus aveva un’origine animale e ne abbia negato la creazione in laboratorio, le ipotesi alternative hanno continuato a circolare.Fin dall’inizio, queste teorie includevano discorsi sulla creazione del virus da parte di aziende farmaceutiche desiderose di aumentare i loro benefici economici e persino trame Bill Gates e Soros come promotori di un presunto piano per controllare la popolazione attraverso di vaccini e 5G.

    https://www.corrieredellosport.it/news/attualit/cronaca/2021/01/12-78104441/covid_sentenza_dal_peru_inventato_dall_e_lite_della_criminalita_mondiale_

    • Marco Matteucci ha detto:

      Fake News??? non saprei! ma a dirla con Andreotti: “A parlar male si fa peccato, ma il più della volte ci si azzecca!”
      Ciò nonostante continuo a ritenere “lor signori” responsabili di azioni opache, che vengono vendute come atti filantropici e umanitari, ma sostanzialmente sono un abuso di potere grave e continuato di cui prima o poi dovranno rendere conto …se non altro a Dio.

  • Maria Michela Petti ha detto:

    Parafrasando uno slogan pubblicitario: una speranza allunga la vita. Sperando – scusate il gioco di parole – di non morire disperati.

  • Fabio ha detto:

    Sul vaccino non è che ci sono più speranze che certezze…. piuttosto molti più timori che speranze

  • M. Luisa ha detto:

    Spegnere la TV, pregare il S. Rosario tutti i giorni, fare Comunioni Spirituali (e non quelle sacrileghe cioè sulla mano) e vi assicuro che l’aiuto arriva, quando meno ve lo aspettate. Sono molto tranquilla, anche se tutto quello che sta accadendo e ci stanno propinando potrebbe inquietarci. E mi raccomando pregate anche i Salmi imprecatori contro chi attenta alla nostra vita, soprattutto quella spirituale, che NESSUNO ci potrà mai togliere – Ascoltiamo i santi suggerimenti di mons. Viganò e dei pochi santi sacerdoti di questi tempi. Solo nella Volontà Divina potremo vincere!

  • Enrico Nippo ha detto:

    “Esiste una fonte autorevole imparziale che possa esprimere giudizi scientifici?

    Al momento purtroppo no”.

    Ritengo che questo sia un effetto della democrazia: tutti hanno “diritto” di parlare e così la confusione aumenta e non ci si capisce più un’acca.

    Confusione, si badi, di cui si pasciono i media, che così non conosceranno mai cos’è la disoccupazione.

    I tempi attuali sono particolarmente favorevoli alla confusione, vedi anche la chiesa e lo stato.

    E allora si comprende bene il proverbio: con troppi galli a cantare non si fa mai giorno.

    • Milli ha detto:

      Abbiamo capito che a lei piace il silenzio. Le suggerisco di spegnere la tv.
      Comunque , a mio parere , il problema attuale è un altro: che tutti possono parlare, invocare lockdown sempre più rigidi, anche veterinari e ginecologi, ma chi solleva dubbi o vuole protestare deve essere silenziato e messo alla gogna.

      • Enrico Nippo ha detto:

        Quel che lei dice a proposito della censura in atto è innegabile.

        A mio avviso, però, l’ingenuità sta nel credere che la censura non sia intrinseca alla democrazia.

        E’ poco probabile che in assenza di censure la confusione sarebbe scongiurata. E poi, in fondo, trattandosi pur sempre di un rapporto di forze, il pensiero più forte vince. In questo momento il più forte è il cosiddetto Pensiero Unico, e quindi (lo dico senza un filo di ironia ed anzi con estrema serietà) chi si professa democratico, o anche liberale, dovrebbe esserne contento: non è il pensiero della maggioranza che si va affermando? Non è il principio della democrazia che così viene rispettato?

        O la democrazia è valida soltanto quando ad affermarsi è il proprio pensiero?

        In quanto al silenzio, non è che è importante perché a me “piace”. Non invento nulla se dico che si tratta di uno dei mezzi ascetici (il più radicale) per purificare l’anima da tutto ciò che la imbratta, e siccome l’anima è ciò che abbiamo di più prezioso …

        • Luca Checcucci ha detto:

          Ho sentito l’altro giorno un sacerdote dall’altare, affermare che la democrazia garantisce il migliore tipo di governo. Non concordo per nulla, almeno in termini cristiani. (Ma anche sociali). La democrazia si fonda sul consenso. Chi vuole governare cerca infatti il consenso degli elettori. Ma gli elettori non si lusingano parlando loro alla coscienza ma quasi sempre alla pancia. E con le leggi fatte di pancia si va poco lontano. E infatti, abbiamo abbandonato la vera morale, quella cristiana, abbiamo concesso tutte le libertà più ignobili, (aborto, divorzio e quant’altro anche peggio), e ci lamentiamo per come siamo combinati ? IPOCRITI. P.S. Non per nulla Machiavelli aspirava ad un Principe illuminato. Questi che ci governano oggi nemmeno con un faro si illuminano.

          • Enrico Nippo ha detto:

            Peggio che andar di notte, poi, se al successo delle “libertà più ignobili” ha contribuito un partito-bufala: la “Democrazia cristiana”.

            Cos’altro deve accadere per far emergere definitivamente l’incompatibilità fra Cristianesimo e democrazia?

    • Creazionista ha detto:

      Lei ha le idee molto confuse, qui non c’è nessuna democrazia, gli unici a parlare sono i buffoni e i criminali del sistema, i dissidenti sono nascosti su pochi siti semiclandestini come questo. Ma poi verrà il momento in cui verranno silenziati anche questi e lei ne sarà sicuramente contento perché parleranno solo i competenti

      • Enrico Nippo ha detto:

        Se ce l’ha con me, mi permetto di farle notare che ha completamente travisato il mio commento, o forse non lo ha letto con almeno un minimo di attenzione.

        Se lei è un democratico, non dovrebbe lamentarsi dell’affermarsi del pensiero più forte, che, in un modo o nell’altro, riscuote più consensi.

        La censura è intrinseca alla democrazia che è immancabilmente schizofrenica. E, cosa non da poco, atea.

    • RobertoEsse ha detto:

      Non c’è bisogno di alcuna autorità superiore per rendersi conto dell’inutilità e delle conseguenze incerte e imprevedibili del vaccino, ancor meno di avere le famose basi scientifiche per poter comprendere la situazione; le stesse basi scientifiche che molti sessantottini ritengono di possedere, ma essendo molto scarse si devono poi affidare alla politica per farsi largo. Basta leggere la liberatoria del vaccino Pfizer (da personale CRI), due frasi testuali su tutte rendono bene l’idea, anche se in generale più che un’informativa pare un dépliant pubblicitario:
      “l’elenco delle reazioni avverse sovraesposto non è esaustivo di tutti i possibili effetti indesiderati che potrebbero manifestarsi durante l’assunzione del vaccino”;
      “Non è possibile al momento prevedere danni a lunga distanza”.
      Ebbene, esistono professioni in Italia, dove si è preteso che ad ogni firma del professionista, egli si assuma tutte le responsabilità del caso, pur non essendoci nella scienza nessuna certezza assoluta (solo gli incapaci e quelli in malafede sostengono le verità assolute e il pensiero unico).
      Nel campo della salute invece, si pretende di imporre l’obbligatorietà, ma firmando una liberatoria, scaricando sull’utente le responsabilità di chi vuole “fare soldi”, ed a capire questo non ci vuole nemmeno un esperto in giurisprudenza (ammesso con non siano incapaci come Conte).

Lascia un commento