L’Intervista del Papa. Come PdR, Virologo, Ministro. Pezzo Grosso commenta…

11 Gennaio 2021 Pubblicato da 63 Commenti

 

Marco Tosatti

Come sapete, e se non lo sapevate adesso lo sapete, ieri sera papa Bergoglio si è concesso per un’intervista a Mediaset. Pezzo Grosso l’ha vista, e ce la commenta così…buona lettura.

§§§ 

L’intervista al TG5

Papa: ‘Per la politica non è

il momento di rompere l’unità’

 

Caro Tosatti. Io mi aspettavo che Jorge Bergoglio ieri sera nella sua intervista alle reti Mediaset di Berlusconi dicesse che i francesi non devono scalare imprese italiane che operano nei Media.

Mi aspettavo che dicesse che chi ha più buon senso e capacità di governare sono gli 84enni (come Lui e Berlusconi) e che (senza fare il nome naturalmente) sarebbe opportuno per il bene dell’Italia che un 84enne come Berlusconi tornasse a governare.

Mi aspettavo che invitasse gli italiani a incoraggiare la ripresa del nostro paese e dicesse a chiara voce: <forza Italia!>.

Mi aspettavo anche che confermasse che Amoris Laetitia l’ha concepita e scritta proprio pensando ai penosi casi matrimoniali di Berlusconi ed alle sue sofferenze sentimentali.

E invece niente.

Le mie aspettative son andate tutte deluse.

 

Ieri sera nell’intervista a canale 5 di Mediaset, Jorge Bergoglio ha sbaragliato ancora una volta tutti.

Primo – Ha dato le indicazioni politiche al Governo ed ai partiti, come fosse stato lui il capo di stato, anziché Mattarella.

Finalmente! Ha solo dimenticato di spiegare come attuare il Recovery Plan, se il MES è opportuno o no e se la Boschi deve tornare al Governo.

Secondo – Ha dato le spiegazioni sanitarie sul Covid e sul vaccino, meglio di un virologo, come fosse stato il ministro della sanità.

Ha anche condannato il “negazionismo suicida”.

Finalmente! ha solo dimenticato di spiegare quale vaccino, di quale casa farmaceutica, si inietterà e davanti a quale rete televisiva si farà riprendere.

Terzo – Ha dato lezioni on-line a professori e studenti, come fosse stato il ministro della Pubblica Istruzione.

Finalmente!

Spiegando che d’ora in poi dobbiamo cancellare dal vocabolario la <parola io> e dire la <parola noi>.

Dimenticando anche di dire che < o e noi> sono anche pronomi personali.

 

Si è solamente, ancora una volta, dimenticato che Jorge Bergoglio è anche pontefice della Santa Chiesa Cattolica Apostolica Romana.

O no?

Non se ne è affatto dimenticato? Ha solo indicato, ancora una volta, quale sia, secondo lui, la missione del papa?

§§§




 

STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK

cercate

seguite

Marco Tosatti

Su Gab c’è:

@marcotos




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA

OPPURE CLICKATE QUI




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , ,

Categoria:

63 commenti

  • Veronica Cireneo ha detto:

    Beh, ma se chiamano Jorge il leader mondiale della sinistra e Conte il leader dei Gesuiti… un motivo ci sarà e i conti tornerebbero pure. Purtroppo

  • Vito ha detto:

    Qualcuno che ha ascoltato l’intervista può confermarmi che Bergoglio non ha pronunciato il nome di Gesù e non ha parlato di Dio?

  • Monica MS ha detto:

    io mi aspettavo che dicesse che alla parola IO dovevamo sostituire la parola DIO. Ma niente. Però abbiamo un PdC che ci spiega cos é il vero Natale.

  • unaopinione ha detto:

    Post V
    Sono convinto che colui che passera´ alla storia con il nome di (c.c.p.a.s.c.i.n.d.) papa Francesco non é Papa. Pertanto …
    La foto che lo prova: https://benedettoxviblog.wordpress.com/2019/04/19/il-silenzio-di-bergoglio-contro-benedetto-xvi/
    E se a qualcuno viene qualche certezza in contrario puó rispondere a questa domanda (e cosí convincermi che sbaglio): se un bel giorno accanto al sole (quello che ci ha riscaldato per millenni) apparisse un altro sole (che diciamo riscalda anche e viene indicato dai MSM come unico sole, ma che é ben distinguibile dal primo, che riscalda come ha sempre fatto e pertanto rimane sole), quale é il vero sole? Il primo o il secondo? E se é il secondo, perché?

    Nota: di interesse per il mio post é solo la foto.

  • Virro ha detto:

    ogni giorno di più:
    Bergoglio = che tristezza!!!!!!

  • Angelo Simoni ha detto:

    Ho trovato le parole del Papa belle, rasserenanti, impegnative ed evangeliche.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Ha anche detto che, secondo lui, per cui non faceva magistero, il vaccino deve essere un obbligo morale.
    Un’opinione che contrasta col magistero, che ammette sia che il vaccino non deve essere obbligatorio, sia l’obiezione di coscienza in caso di vaccino fatto con l’uso di feti umani.
    Non puo andare contro il magistero e allora parla secondo le sue opinioni? Essendo Papa e’ quanto meno equivoco.
    E che fare se ci fosse il sospetto (e c’e’ eccome) che questa corsa ai vaccini non incrementi il ricorso all’aborto visto che l’uso di feti pare sia vantaggioso? Di questo non se ne parla?

  • MARIO ha detto:

    Mi sa che la serata di Canale 5 dedicata a Papa Francesco (soprattutto l’intervista, più che il film che ne è seguito) sia una mossa di Berlusconi in vista di un possibile un governo di larghe intese.
    Gatta ci cova…

    • Zuzzurellone ha detto:

      Concordo. Ma più che un governo di larghe intese, Berlusconi cerca protezione papale nei confronti della coppia Draghi Monti che lo hanno, in sinergia, defenestrato nel lontano 2011 quando era al governo per mandato popolare. Entrambi, Monti e Draghi sono ex alunni degli istituti di istruzione secondaria superiore gestiti un tempo dai gesuiti.

      • Januensis ha detto:

        Ma non c’è solo il Berlusca a cercare la protezione di Bergoglio.
        Stamane al tg regionale hanno presentato un libro di argomento ecologico, sulla bellezza ed utilità dei boschi, ad opera di due autorevoli autori, che in appendice recava l’enciclica papale “Laudato si “. I due autori appartengono entrambi alla famiglia Flick ed entrambi sono vicini e sostenitori della famiglia Sansa nel movimento 5 stelle.
        Se Berlusconi non vuole un governo Draghi altrettanto i 5stelle non vogliono andare alle urne e si propongono come portatori di valori ecologici nella prospettiva papale.

    • Anonimo ha detto:

      Giuro di no. Sulla testa dei miei figli. Cribbio!

  • Virro ha detto:

    “Per la politica non è il momento di rompere l’unità ”
    Ha ragione
    NON si possono fare due o più lavori così faticosi e importanti!
    Non ha ancora finito di ROMPERE la Chiesa di Cristo e la chiesa di lucifero non è ancora perfezionata sulla sabbia

    Vieni Signore non tardare Tu sei IL RE dell’universo

  • Federico ha detto:

    Babba Trancesco, colui che trancia ed incita la separazione e la guerra fra chi accetterà il vaccino anti Cristico e i “renitenti” untori, irresponsabili, che non amano il prossimo, gli “haters”, “i negazionisti”, coloro che non conoscono alcun dovere civico e morale, i “senza amore”. Maledetto demone.

  • Marco Matteucci ha detto:

    PROVE TECNICHE DI REGIME:
    GLI ANGELI DELLA DEMOCRAZIA HANNO FATTO CHIUDERE PARLER
    …A QUANDO L’INTERNAMENTO!

  • giorgio rapanelli ha detto:

    Però sull’aborto, in quel servizio, il Santo Padre Francesco è stato chiaro. E ha definito “sicari” quelli che lo procurano. Qui è stato un Pastore dotato di coraggio. Come quando condannò la Civiltà Gender… E non è cosa da poco. Su questi argomenti non siamo censurati… Perché qui si focalizza la maggiore opera di Satana: aborto come assassinio che crea assassini e sesso etero e omo come camicia di forza per lo spirito. Il Gender esalta l’omosessualità, che l’OMS – zona in cui opera Satana – vorrebbe imposto come materia di insegnamento nelle scuole fin dalla più tenera età… Mentre, l’aborto è uno di quei crimini che gridano vendetta dinnanzi al Trono di Dio. Un urlo presso Dio che ci riempirà di dolore. Non perché il Padre ci manderà i suoi fulmini, ma perché con l’aborto si semina vento e si raccoglierà tempesta. Molta della tempesta che ci sta investendo col Covid proviene dall’aborto.
    Non sono all’altezza di indagare, ma nessuno mi toglie dalla testa che nelle regioni in cui il Covid sta imperversando e fa più vittime e crea problemi sono quelle regioni dove l’aborto viene massicciamente praticato. Sarà forse per il numero degli abitanti, secondo un parametro statistico… Ma il numero degli uccisi è ciò che conta. Un feto che viene ucciso ha una consapevolezza molto chiara di ciò che gli sta per accadere e prova un terrore e una disperazione impossibile a descrivere. Che nessun adulto è capace di provare, poiché ha una mente che in quel momento lavora su ipotesi (io speriamo che me la cavo), mentre un feto è solo spirito, con corpo eterico e corpo fisico in formazione. Ancora senza una mente strutturata. Che finirà a strutturarsi al 21.mo anno di età. In un feto la mente è in formazione e registra ciò che lo suggestiona all’interno del ventre materno e ciò che proviene dall’esterno. E un feto che se la cava malgrado il tentato aborto nasce con la registrazione nel suo inconscio del dolore e del terrore procurato dal tentato aborto. Con conseguenze psicofisiche una volta nato e cresciuto.
    Con l’aborto si impedisce ad un essere spirituale di venire a riscuotere e a pagare ciò che deve riscuotere e pagare in questo pianeta in quel preciso tempo e in quel preciso ambiente. E non a caso, come sostengono i satanisti, che non credono nel karma.
    Per moto tempo mi sono chiesto se il Santo Padre Francesco (che credo che sia Stato lo Spirito Santo a farlo eleggere, altrimenti dovrei pensare degli umani abbiamo potuto fare fesso lo Spirito Santo in quel Conclave) fosse un eretico, o un tradizionalista. Io capisco pochissimo di teologia, e di tutto ciò che altri, che leggono e scrivono nel foglio di Marco Tosatti, conoscono. Però mi viene in mente l’Inno alla Carità, o all’Amore dell’Apostolo Paolo, che dice ciò che dice, come sapete, ma che puntualizza che senza l’Amore tutto il resto risuona come un cembalo. Quindi, sono arrivato alla mia conclusione che non posso giudicare il Santo Padre ed ogni altro chierico con la mia mente ignorante. Ma, potrei essere il più colto degli uomini (come lo sarei stato se fossi stato un colto monaco benedettino del XII secolo) e avere nella mente delle registrazioni falsate, che falsano poi la mia opinione. Allora, che fare? E’ semplice: abbandonare la Via della Mente, o Via della Manio Sinistra, e usare solo la Via del Cuore, la via del Cristo, ossia la Via della Mano Destra. Anche nel Corano trovi questi concetti della Via della Mano Sinistra e della Via della Mano Destra. Forse solo allora, sulla Via della Mano Destra, riuscirò a capire il Santo Padre Francesco. E se non lo capirò, vorrà dire che affiderò il giudizio su Francesco al Cristo, che è il responsabile del Suo Corpo Mistico, ossia della Chiesa, e allo Spirito Santo, il Consolatore. L’unico che può accettare, o cambiare le decisioni del Santo Padre, per quanto “inducano in tentazione” ogni credente, affinché l’evoluzione spirituale dell’umanità e di tutta la creazione del nostro pianeta possa continuare. A dispetto di Satana e dei suoi Spiriti Lunari.

    • MARIO ha detto:

      Per carità, non parli di Papa Francesco che condanna aborto e gender… E’ completamente fuori tema. Il tema del giorno sono i vaccini… e le supposte… ops, e le diverse supposizioni sull’argomento.

    • Milli ha detto:

      “Non sono all’altezza di indagare, ma nessuno mi toglie dalla testa che nelle regioni in cui il Covid sta imperversando e fa più vittime e crea problemi sono quelle regioni dove l’aborto viene massicciamente praticato”
      Vivo in Lombardia e trovo la sua insinuazione parecchio offensiva per il mio territorio.
      Già qualcuno ha scritto qualche mese fa che, secondo lui, a Bergamo moriva tanta gente perché là si offendeva di più Ns.Signore (!?), non so se fosse sempre lei.
      Dal momento che nessuno sa con certezza come e perché succedono certe cose, eviti almeno di offendere e mi faccia il piacere di tenere per sé le sue brillanti idee.

    • Paolo Pagliaro ha detto:

      Quando sarà sul tappeto in Italia la questione dell’aborto e del gender, tacerà – come ha già fatto in passato e, recentemente, in Argentina; per non parlare del supporto a Biden e Democratici americani che sono i massimi sponsor dell’aborto sempre e ovunque come diritto umano fondamentale.
      Ne parla solo quando non serve.

      Sui temi caldi, quelli attivamente dibattuti e su cui si devono fare scelte, è sempre e solo schierato col globalismo progressivo – o tace.
      Su quello cui tiene veramente, martella costantemente.

      Non prendiamoci in giro.

  • Davide S ha detto:

    Quel che è incredibile non è che il papa parli di vaccini ma che in pochi si accorgano che non parla di Cristo, prima salvezza e speranza di ogni credente. Davvero meritiamo una purificazione che, viste le “teste di legno” che abbiamo a nostro fianco, non potrà che costringere anche chi non lo vorrà a ripensare le propria vita. Ricordo che nel Vangelo sta scritto: “è meglio perdere un occhio che salvare se stessi”.

  • Gian Piero ha detto:

    Ma il papa emerito lo vaccinano? In caso, se avanza una fiala…?

  • Valentina ha detto:

    A me sembra che se si fa vaccinare (ma sul serio e non per finta come ha fatto la Kammella Harris), ci risolve il problema…

  • Marco Matteucci ha detto:

    APPELLO URGENTE
    HAHHO CHIUSO IL SOCIAL PARLER!!!

    Stanno tentando di tapparci la bocca!!!
    Questo è un comportamento da REGIME FASCISTA CHE NON POTREMO MAI ACCETTARE.

    FACCIO APPELLO A TUTTI COLORO CHE HANNO A CUORE LA LIBERTÀ E IL DIRITTO DI ESPRESSIONE DI MOBILITARSI PER DENUNCIARE CON FORZA QUESTO SOPRUSO; CHE NON PUÒ ESSERE TOLLERATO IN UNA DEMOCRAZIA EVOLUTA COME ERA E DOVREBBE RIMANERE LA NOSTRA.

    • Milli ha detto:

      Io non sapevo nemmeno che esistesse Parler. Ad ogni bisogna abbsndonare Fb e Twitter, così crollano in borsa (Twitter ha perso il 10%).
      Bisogna scegliere Telegram invece di Whatsapp (che appartiene a Fb).

  • anonimo ha detto:

    Occhio al Grande Fratello (e Grande Sorella, visto che siamo nell’epoca del saluto”care sorelle e fratelli…”), abbandoniamo Whatsapp prima di subito:
    youtu.be/ENlpMbjW2w4

  • Antonio ha detto:

    Avere a che fare con gli esponenti di questa Chiesa mi fa lo stesso effetto che entrare in un negozio di scarpe dove gli scaffali sono vuoti e un commesso distratto a qualunque richiesta risponde “no, non ce l’abbiamo” e cerca di vendermi una bottiglia di grappa.

  • Enrico Nippo ha detto:

    Fuori tema o forse no.

    Stiamo assistendo, riguardo al sistema religioso e sociale, ad un accentuarsi di un fenomeno entropico, cioè ad una progressiva degenerazione, ossia all’aumentare di energia disgregante che produce l’azzeramento di articolazioni e gerarchie per l’insorgere dell’indifferenziazione e del disordine, per il formarsi di una massificazione di esseri indifferenziati e disordinati, o, meglio, coattamente ordinati nel disordine.

    «In base al secondo principio della termodinamica, la variazione dell’entropia tende a un massimo, al quale corrisponde la cessazione di ogni ulteriore evoluzione spontanea del sistema» (treccani.it/enciclopedia/entropia/).

    «Nel 1942 il matematico Luigi Fantappié ha proposto una teoria rivoluzionaria, che si oppone al concetto di entropia, presentando una teoria che prevede, al contrario, una visione prospettica della realtà che ci circonda, decisamente più positiva. La sintropia. La sua “teoria unitaria del mondo fisico e biologico” tenta di collegare armonicamente, in una visione unitaria, i fenomeni fisici, chimici e biologici e dimostrare che in natura esiste una doppia tendenza: una verso l’ordine e l’altra verso il disordine. Distinguendo i fenomeni entropici, che corrispondono ai fenomeni fisici e chimici, dai fenomeni della sintropia, ovvero i fenomeni biologici, della vita – e perché no, della psiche – Fantappié distingue tra il principio di causalità e il principio di finalità». (Quarta di copertina del libro “Che cos’è la sintropia” di Luigi Fantappi’ EDR).

    «Fantappiè considerava la Sintropia la sua scoperta più importante, una teoria matematica che gli consentiva di toccare il significato e lo scopo dell’esistenza e di vivere le esperienze spirituali e religiose più profonde.
    Partendo dalle equazioni fondamentali dell’universo, Fantappiè dimostrò l’esistenza di due tipi di causalità. La causalità classica, divergente, che si muove dal passato al futuro e la causalità convergente, per noi invisibile, che retroagisce dal futuro e che per noi si manifesta come attrazione (un esempio è la forza di gravità). Mentre la causalità divergente è retta dalla legge dell’entropia, quella convergente è retta da una legge complementare che Fantappiè denominò sintropia (dal greco sin=convergere e tropos=tendenza). Le proprietà della Sintropia sono aumento di complessità, struttura, ordine e organizzazione e in queste proprietà Fantappiè ravvide le misteriose qualità della vita. Nella sua Teoria Unitaria suggerisce che il mondo fisico e materiale è causato dal passato ed è retto dalla legge dell’entropia, mentre il mondo invisibile (dell’energia vitale, della coscienza e del piano spirituale) è causato dal futuro ed è retto dalla legge della sintropia». (sintropia.it/associazione/fantappie.htm)

    Dobbiamo quindi pensare intensamente alla Sintropia anche e soprattutto riguardo a noi stessi, ovvero al raccoglimento silenzioso che attrae dal futuro l’Energia unificante, cioè lo Spirito Santo che ricompone il nostro essere animico-spirituale e lo fortifica per l’attraversamento delle acque burrascose in cui annaspa il mondo, mosse invece dall’energia entropica, disgregante e quindi diabolica, se è vero che il diavolo è il divisore.

    La Chiesa dovrebbe essere la “nave” che raccoglie le anime per attraversare queste acque, e che invece i suoi uomini (e le sue donne), sedotti da idolatrie umanitario-ecologiche, la conducono sugli scogli.

    Come abbiamo visto sopra, «l’entropia tende a un massimo, al quale corrisponde la cessazione di ogni ulteriore evoluzione spontanea del sistema». Il che significa che deve giungere un momento di crisi totale, cioè di una sincope del “sistema mondo” che, verosimilmente, non sarà senza vittime.

    E allora mai come oggi risuona per l’aere il grido d’allarme: “si salvi chi può!”.

  • antonio cafazzo ha detto:

    Paolo Rodari su:
    https://www.repubblica.it/vaticano/2021/01/09/news/il_papa_inedito_il_silenzio_e_la_lingua_di_dio_-281865063/?ref=RHTP-BH-I281542667-P3-S6-T1&fbclid=IwAR31du6bR21Jh4EYMoqLrnP6mZtZ9Y8GwULnkD-rHz0a8ht71am4S_Q1crY
    scrive:
    “Il messaggio inedito del Papa: “Le parole sono baci o coltelli, il silenzio è la lingua di Dio””
    …..
    Istanza di chiarimento rivolta agli “interpreti/difensori” di Papa Bergoglio.
    “Lui – come è noto – non è Dio ed è loquacissimo. I suoi “verba” sono “baci, coltelli o divine ispirazioni”?

  • stilumcuriale emerito ha detto:

    Ultimissime dal Vaticano:
    http://www.vatican.va/content/francesco/it/letters/2021/documents/papa-francesco_20210110_lettera-donne-lettorato-accolitato.html
    A me sta bene, è sempre stato bene, purchè a leggere all’ambone le donne non ci vadano sculettando in minigonna e con le tette al vento.

  • Maria Michela Petti ha detto:

    Non di poco conto per noi, comuni mortali, il consiglio riposto nella confidenza sul come sia riuscito a “calmarsi”, superando la costrizione della pandemia che lo ha fatto sentire “ingabbiato”, per arrivare infine a dichiararsi “contento”. Ha «preso la vita come viene» e la vita si è persino “colorata”.
    Il segreto? «Si prega di più [e mi sarei meravigliata se non lo avesse detto], si parla di più. Si usa di più il telefono, si [manca un verbo all’indicativo] riunioni per risolvere i problemi…».
    Che abbia usato “di più” il telefono ne abbiano avuto conferme dalle notizie trapelate. Numerose anche le prove sul suo parlare “di più”, l’ultima la stessa intervista, alla quale presumibilmente seguiranno altre, anche perché a tamburo battente, nella tarda serata di ieri, un parlamentare (di area PD, mi sembra) ha gridato contro la TV di Stato, che si regge anche con il canone pagato dagli italiani e che si sarebbe fatta scippare un tale “servizio” preziosissimo. Ma certamente si porrà rimedio…
    Quali gli altri risultati degli impegni portati avanti da Bergoglio in questo periodo particolare? Ad esempio: la modifica del Codice di Diritto Canonico per il conferimento formale – non solo da prassi, come finora – del ministero del Lettorato e dell’Accolitato alle donne, attraverso il Motu proprio “Spiritus Domini”, pubblicato oggi e accompagnato da una lettera di spiegazione della decisione presa al card. Ladaria, Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede.
    Ancora: un’intensificata attività di scrittura per corredare pubblicazioni varie. Ultima (in ordine di tempo, secondo le informazioni veicolate) la prefazione al libro del padre cappuccino Antenucci in cui affronta un altro dei temi su cui torna e ritorna ossessivamente: “l’uso giusto delle parole” che «possono essere baci, carezze, farmaci, oppure coltelli, spade o proiettili». Ne avrà ancora di lavoro da svolgere per portarci ad esprimerci secondo il suo dizionario, per regalare “baci” a più non posso, sul suo esempio… Nella stessa prefazione, però, esalta pure «il linguaggio del silenzio che è anche la lingua di Dio ed è anche il linguaggio dell’amore [secondo Sant’Agostino]».
    Sarà difficile conciliare il linguaggio del silenzio con il “si parla di più” in questo tempo già confuso oltre ogni immaginazione, per riuscire a mantenersi in equilibrio almeno … a parole…

  • Pietro Degradi ha detto:

    A me pare che Bergoglio stia facendo il capo-popolo e non il papa. Ma d’altra parte lui stesso non si definisce più VICARIO DI CRISTO

    • Chedisastro ha detto:

      Non si definisce Vicario di Cristo come fin da subito si definì solo ” vescovo di Roma”.
      Probabilmente sa di non essere papa. Tutto il resto dei suoi comportamenti verrebbe dunque di conseguenza.

    • Bastian contrario ha detto:

      Gli hanno affidato il compito, a cui lui crede, di porre le basi della nuova religione mondiale, in cui tutte le religioni debbono convergere. Sinceramente non è un compito facile.

  • marta m ha detto:

    sa Tosatti , leggendo PezzoGrosso mi son domandato : ma se questo vaccino Covid si dovesse fare con una supposta via rettale, tutti questi “testimonial influencer” , papa incluso, , si farebbero filmare ? questa sarebbe una scelta coraggiosa e molto simbolica …

    • : ha detto:

      Dati i tempi che corrono non avrebbero alcun problema a farsi filmare. Tutta pubblicità (e denaro).

    • miriam ha detto:

      ah!, ah ! , ah ! cosa non pagherei per vedere vaccinare con una supposta via rettale un paio di altre persone di rango…
      Scriviamo una supplica al OMS affinchè provveda il vaccino – supposta e lo imponga a chi ha già affermato di farlo pubblicamente. Le TV di Berlusconi sun pronte …

    • georg ha detto:

      scusi Marta , mi perdoni l’ironia un pò greve . Ma dietro le mura tutto quello che è via rettale è molto gradito. Perchè non propone un vaccino- tipo oliodiricino ?

  • Rustico ha detto:

    Ieri su Collettore 5 hanno suonato un’arpa e un trombone.

  • Politicamente scorretto ha detto:

    Ieri il papa ha ribadito che l’aborto e’ un omicidio e che chi lo pratica e’ un sicario. Pero poi ha aggiunto che e’ la scienza che lo prova. Prova cosa? Quando e’ vita e quando e’ morte?
    E con che metodo?
    A me pare che pure la scienza (e la chiesa) consideri morte la fine dell”attivita’ cerebrale, infatti chi vuole può donare gli organi (a cuor battente). Ora un feto di 3 mesi ha un cuore battente ma ha un cervello formato?

    • MASSIMILIANO ha detto:

      Perchè la vita risiede nel cervello? E l’anima? Mah, a volte perdo le speranze. Saluti.
      Massimiliano.

    • Taniussa ha detto:

      Le pongo la questione sotto un altro aspetto che permette di tagliare nettamente la testa al toro e dirimere il problema: ogni essere umano ha un anima? Sì. E questa anima da quando esiste? Dall’istante del concepimento, non solo all’atto della nascita. Quindi non si può pensare di dirimere la questione legandola solo allo sviluppo del bambino, ma al suo essere anima creata da Dio a sua immagine e somiglianza.

    • miriam ha detto:

      scusi , è una domanda seria o ironica ? se fosse seria le direi di andare a fare anche lei un vaccino -supposta via rettale …

    • Fontana ha detto:

      “Politicamente scorretto”? Più corretto di cosi!…

    • Chiamatemi pure Torquemada. Me ne farò una ragione ha detto:

      Purtroppo hai ragione
      Ma Taniussa ha fatto il commento più bello, quello che dovremmo sbandierare dai campanili e dagli … altari

  • stilumcuriale emerito ha detto:

    –Spiegando che d’ora in poi dobbiamo cancellare dal vocabolario la parola io e dire la parola noi.–
    Dovremmo usare un po’ meno l’io e un po’ più il noi lo dicevano già Adriano Olivetti ( grandissimo e illuminato industriale italiano) e molti esperti e consulenti di direzione e organizzazione aziendale degli anni ’60 del secolo XX d.C., quando J. Mario Bergoglio non era ancora nemmeno prete.
    Forse non in Argentina, per cui l’Argentino per antonomasia, ce lo dice adesso in una intervista esclusiva mondiale come una grande novità ispirata dallo Spirito Santo (che non è un piccione piovuto dal cielo come sembra credere).
    Ad meliora!!!!!

    • antonio cafazzo ha detto:

      Sbaglio o al tempo di Mussolini il saluto era “A Noi!” e che una delle frasi ad effetto pronunciate dal Duce fu “Noi siamo contro la vita comoda”?.

      • stilumcuriale emerito ha detto:

        A noi facevano cantare :

        Dio ti manda all’Italia ,
        come manda la luce,
        Duce, Duce, Duce.

        La mentalità fascista è anzitutto una mentalità dittatoriale, nella quale un uomo qualunque crede di essere una divinità.

  • Raffaella ha detto:

    Mi permetto di aggiungere che si è dimenticato anche di parlarci di Gesù Cristo, di Dio Padre, di Speranza (quella cristiana, ovviamente) e altre cosucce simili.
    Come al solito, del resto…

    • Vito ha detto:

      Io non ho ascoltato l’intervista e non intendo farlo.
      Avevo sentito che non ha pronunciato il nome di Gesù neppure una volta e adesso leggo da te che non ha parlato di Dio.
      Puoi confermarmi queste circostanze con certezza?
      Vorrei parlarne e non vorrei essere smentito.
      Grazie.

  • Paoletta ha detto:

    Ah, perchè, è il Papa?

  • Iginio ha detto:

    Un tempo i politicanti e gli intellettualoidi di sinistra se la prendevano con la Chiesa quando predicava la sottomissione alle autorità civili e l’unità contro la lotta di classe.
    Adesso apprezzano Bergoglio perché invita alla sottomissione alle autorità civili e all’unità.
    Mah. L’odore di presa per i fondelli è sempre più evidente, anche se mascherato con lo storicismo dialettico.

Lascia un commento