Pezzo Grosso: se Papa e Vaticano Sorridono all’Ultra-Abortista Pelosi…

14 Ottobre 2021 Pubblicato da 19 Commenti

 

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, Pezzo Grosso commenta da par suo gli equilibrismi, i contorcimenti e i saltelli dei gerarchi ecclesiastici amici di Biden, della Pelosi e dei democratici sedicenti cattolici che sponsorizzano però (Planned Parenthood, il più grande abortificio del mondo è fra i loro donatori) l’uccisione nella pancia della madre fino a poco prima del parto. Parliamo degli americani, ma non che manchino anche qui da noi…tutti cattolici e tutti adulti. Loro ce l’hanno fatta, a diventare adulti, perché all’epoca non c’erano i cattolici pro-choice. Buona lettura.

§§§

 

Caro Tosatti, ho ricevuto in copia questa lettera (sotto allegata) che Jeff Mirus, Presidente di Trinity Communications, la organizzazione non profit che gestisce Catholic Culture, pilastro per la difesa della fede cattolica, le ha indirizzato, un articolo scritto da Phil Lawler.

Jeff titola la lettera “Servant or sycophant?” ed è riferita all’ultima prodezza di Bergoglio, che con grande coraggio e disprezzo di ogni critica farisaica dei biechi tradizionalisti, ha ricevuto in udienza Nancy Pelosi.

E ciò mentre l’Arcivescovo di San Francisco, Salvatore Cordileone, non solo ha rimproverato pubblicamente la Pelosi (sedicente cattolica praticante) per il suo sostegno all’aborto, ma ha anche indetto preghiere e digiuni per la sua conversione.

“Servant or sycophant?” può esser tradotto “servo o sicofante?”. L’espressione “servo” è intuibile, “sicofante”, dal greco, in questo caso potrebbe esser riferita a un “prezzolato che confonde il vero” per opportunismo.

Merita un proporzionato commento, di cronaca e di dottrina.

 

La cronaca. La Nancy Pelosi è una vispa ottantunenne italoamericana, portavoce dei democratici al Congresso; è colei che riuscì a far approvare l’impeachment di Donald Trump. Leader Usa del pro-choice (libertà di aborto) e del finanziamento statale delle organizzazioni pro-aborto.

Ovviamente ambientalista radicale, pro immigrazione, pro ricerca sulle staminali embrionali, contro la scuola privata, ecc. Perfetto curriculum vitae per esser apprezzata da Bergoglio.

Sabino Paciolla in un articolo ci ricorda che tra poco i vescovi Usa si incontreranno per discutere la “Coerenza Eucaristica”, cioè la decisione di comunicare o no gli abortisti sedicenti cattolici (la Pelosi, Biden, ecc.).

La vera ragione della visita della Nancy a Bergoglio sta proprio qui: convincere Bergoglio a convincersi che l’aborto non è peccato, anzi, e si può esser cattolici abortisti e ricevere la santa comunione. Esattamente come aveva dichiarato Chelsea Clinton quando venne a Roma invitata dal card. Ravasi (al convegno Mind, Soul, Body).

I principi teologici. La Nancy ha recentemente dichiarato che <Dio ci ha dato libero arbitrio per poter decidere di abortire>.

Prescindiamo per un momento dallo scontato valore della vita della creatura abortita e facciamo un cenno su cosa è libero arbitrio per i “gesuiti” e ex alumni gesuitici, i quali, persino per i luterani erano figliastri di Machiavelli!

Pascal nelle Lettere Provinciali fustiga i gesuiti proprio per la loro posizione sul libero arbitrio e la loro doppiezza sulla – dottrina della intenzione -.

Infatti per la teologia morale gesuitica l’etica comportamentale dipende dalle intenzioni, non dalle azioni e dal risultato. L’esempio più concreto su cui il lettore di Stilum Curiae può riflettere si potrebbe riferire al disordine sessuale dei preti.

Secondo detto principio di teologia morale, se un prete è omosessuale e non sublima la sua tendenza, bensì fornica, ma non lo fa con l’intenzione di offendere Dio, non fa peccato. Chiaro? Vi è tutto chiaro con questa considerazione? Capite perché mons.Carlo Maria Viganò ha torto e il card. McCarrick va assolto? Così almeno nella situazione attuale…

Tornando alla udienza papale alla Nancy Pelosi. E’ pertanto evidente che se si abortisce per evitare una sofferenza psicosociale, ma non con l’intenzione di offendere Dio, non è peccato, perbacco.

Hanno ragione non solo McCarrick, ma anche la Pelosi e la Clinton. Se necessario pertanto per scrupolo di coscienza, si troverà sempre un gesuita di questa categoria (non tutti i gesuiti, sia chiaro!) che assolverà certamente dallo scrupolo, invocando il libero arbitrio secondo la dottrina della intenzione (retta).

Conclusione. In questo pontificato è divenuto impossibile distinguere fra cosa è bene e cosa è male. Al massimo si può intuire la differenza tra mali diversi e scegliere il male minore (male comunque).

Ciò per incapacità a capire le conseguenze del male e a capire che un fine apparentemente buono, non può giustificare mai l’uso di un mezzo cattivo. Noi “biechi tradizionalisti tomisti e aristotelici”, affermiamo ancora l’etica della responsabilità personale, piuttosto che l’etica delle intenzioni. Ma non credo che io debba convincere i lettori di SC (a parte qualcuno certamente)…

§§§




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

*

Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione, e di libera discussione e confronto costituito da Stilum Curiae, può farlo con una donazione su questo conto, intestato al sottoscritto:

IBAN:  IT24J0200805205000400690898

*

Oppure su PayPal, marco tosatti

*

La causale può essere: Donazione Stilum Curiae




Ecco il collegamento per il libro in italiano.

And here is the link to the book in English.

Y este es el enlace al libro en español


STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK

cercate

seguite

Marco Tosatti




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

*

Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione, e di libera discussione e confronto costituito da Stilum Curiae, può farlo con una donazione su questo conto, intestato al sottoscritto:

IBAN:  IT24J0200805205000400690898

*

Oppure su PayPal, marco tosatti

*

La causale può essere: Donazione Stilum Curiae




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , ,

Categoria:

19 commenti

  • Andrea Cionci ha detto:

    Abbiate fiducia in Papa Francesco, lo Spirito Santo assiste il papa anche nell’attività ordinaria e quindi si vede che il Signore si sta finalmente ammorbidendo su questo tema. Forse anche lui ha compreso il diritto delle donne a gestire il loro corpo.

    • Frama ha detto:

      @Andrea Cionci
      Ma lei ci è o ci fa? Chi le dà il diritto di mentire contro una persona che le sta antipatica?
      Il Papa è stato sempre chiaro e severo nei confronti dell’aborto. L’ha ripetuto anche oggi per l’ennesima volta.. Tempo fa definì ‘sicari’ gli esecutori dell’intervento, suscitando un vespaio di reazioni fra gli abortisti.

  • acido prussico ha detto:

    Non c’è solo gesuitismo sfascia-cristianesimo nel Number One.
    Nell’evento inclusivo-accogliente la Pelosi c’è anche un gesuitismo di carità Pelosa.
    Me lo fa notare lo spiritello malignetto che è in me.
    Riferiscono i cronisti che la Pelosi – che doveva leggere la seconda lettura durante la Messa dopo l’incontro con Francesco – abbandonava anzitempo la chiesa per “questione di sicurezza”.
    Dice il mio spiritello: “A chi la diamo da bere?”
    Dice il mio spiritello: “Solo qualche giorno fa il gesuita Francesco ha sbandierato al mondo intero che lui “non ha mai negato la comunione a nessuno””.
    Dice il mio spiritello: “Niente, niente la chiesa gesuitica-bergogliana ha voluto salvare “capra e cavoli” con un “problema di sicurezza” nella chiesa?”

  • Mimma ha detto:

    @Riflessioni personali
    Mi ha commossa il suo commento, gentile” uomo non più giovane “, in quanto rivela un grande desiderio di verità e lo sforzo del cammino per raggiungerla.
    Se non le riesce difficile , si procuri l’ Evangelo di Maria Valtorta dove troverà la vita di Santa Maria Maddalena e il libro I Quaderni del 44 dove potrà leggere la morte della Santa.
    Approdata in Francia, fece vita eremitica in Provenza dove morì, dopo un’ apparizione di Gesù il quale le assicurò il Paradiso e la fece comunicare da un Angelo.
    Una storia bellissima
    Non una favola.
    L’aiuterà molto.

  • Astrolabio ha detto:

    P.G.

    Infatti per la teologia morale gesuitica l’etica comportamentale dipende dalle intenzioni, non dalle azioni e dal risultato. L’esempio più concreto su cui il lettore di Stilum Curiae può riflettere si potrebbe riferire al disordine sessuale dei preti.

    Secondo detto principio di teologia morale, se un prete è omosessuale e non sublima la sua tendenza, bensì fornica, ma non lo fa con l’intenzione di offendere Dio, non fa peccato. Chiaro? Vi è tutto chiaro con questa considerazione?

    —————————————————————

    Tutto chiaro no. Ma Pezzo Grosso interviene sul web e quindi deve sopportare anche gli interventi di pezzi piccoli o magari bacati.
    Comunque è interessante, non la sapevo. Ho sempre sentito in famiglia (cattolica) appellare con il termine gesuita la falsità.

    Per peccare ci vuole PIENA AVVERTENZA E DELIBERATO CONSENSO. Per dire…uno psicotico assassino (che vede il diavolo o un ufo in una persona o sente voci) fa’ un crimine ma non un peccato mortale. Tutt’ alpino veniale. Come ogni volta che viviamo una giornata.

    Quindi il.non sublimazione la tendenza e’ episodico e dovuto a uno smarrimento diciamo cognitivo o sistematico?

  • Riflessioni personali (parzialmente. OT) ha detto:

    Son sempre stato abortista. In primis su me stesso. Chiarisco che posso essere distimico o depresso. Nemmeno un medioevale Albigese (comunque il loro pensiero e’ giunto abbastanza riportato dai loro persecutori). Io non credevo in Dio. In nessun demiurgo e in nessun Dio buono.
    Logicamente, io, non so dove nasce o termina la vita umana. Nella vita possiamo “provare tutto” meno le ” cose più importanti”.

    Nella morte e’ il cervello la sede della vita, non il cuore (per ciò si autorizzano trapianti di organi a cuore battente: altrimenti sarebbero TUTTI omicidi, per logica). Dubito che un feto nei primi tre mesi abbia il cervello (comunque sono ignorante).

    Andrei più non su cosa e’ ma su cosa uno sente.

    Dovessi esplicare la mia odierna fede in Dio..si basa sulla’ assurdo. E’ assurdo ma ci credo. Le cose necessarie sono invisibili agli occhi (diceva “il piccolo lrincipe).

    La mia vita , prende senso, dall’esistenza di Dio. Dio mi ha voluto, aldila’ di tutti i fatti umani che han causato la mia nascita. Se credo in Dio- non so come dire- nessuna vita non ha valore.

    Nel.mio caso la fede è un dono. Non si sposa una depressione con la fede in Dio. Poi tutto può essere..ma tutte le teorie umane psicologiche e psichiatriche o neurologiche..mi sembrano assurde. E’ impazzito solo il neurotrasmettitori “Dio”? Sono un ottimista, anzi un megalomane, relativo solo a Dio. Anzi uno psicotico. Credere in un morto risorto che già Celso diceva un raggiro….

    Poi sull’aborto non so dire.

    Posso dire una cosa, successami. A Saint Maximin la Sainte Baume si tramanda una storia …della venuta di santa Mafdalena in Provenza. So’ che anche credere nelle reliquie…e’ dura. Ma un frate mi ha convinto: non importa se Maria Maddalena e’ stata qui, l importante è che OGGI E’ QUI! Che puoi pregarla!

    Ero con mio figlio in quel santuario. Vedevo tante croci. Nella grotta dove si sarebbe ritirata la santa. Quasi, forse, sorridevo. Poi era scritto tutto in francese e nono capisco bene…feci delle foto a mio figlio, la grotta, le croci..

    PENSAVO FOSSERO EX VOTO.

    Poi ho capito che ogni croce era un bambino abortito. O un feto abortito. O ciò che non so. Ma la croce, era NEL CUORE di tante mamme. Che non sapevano perdonsrsi….salivano la non facile salita alla grotta a deporre quella croce per il loro bambino che in fondo era IL LORO CUORE ormai dilaniato…

    E li..qualche domenicano (si quelli della fu inquisizione) gli diceva che il loro bambino era in cielo che le amava.

    Molte trovavano LA PACE (per questo non credo a chi dice che un aborto segna per sempre). Può Dio segnare per sempre qualcuno? Esiste un peccato imperdonabile? Si quello contro lo spiirito. Ma dubito sia quello. Non so come si arrivi all’assoluzione dell’aborto, sono uomo e non più giovane; ma quel cimitero in quella grotta di una persona che era a volte una ricca, a volte una posseduta, a volte una prostitita, morta in Provenza, a Veselay o a Efeso. Con 120 teste , 80 braccia (ossimoro…molti dicono che le reliquie son talmente tante che i santi avrebbero dovuto avere più ossa degli altri umani) (come molte reliquie), mi ha fatto molto pensare.

    • Januensis ha detto:

      Se ci rifacciamo alla teoria dell’informazione per conoscere i dettagli della vita di Santa Maria Maddalena dobbiamo cercare le fonti più vicine all’epoca in cui la santa è vissuta. Personalmente sono risalito solo al 1300, cioè alla bellezza di 13 secoli dopo la vita della Santa.
      La vita della Santa è compresa, insieme a tante altre nella LEGGENDA AUREA di Jacopo da Varagine. E si, secondo questo Arcivescovo di Genova, Santa Maria Maddalena è fuggita da Israele 13 anni dopo l’Ascensione al cielo di Gesù. Non dimentichiamoci che Marsiglia era una colonia fenicia e che quindi i viaggi per mare dalla Fenicia (attuale Libano) a Marsiglia erano frequenti.
      Ma se volete saperne di più, cercate la leggenda aurea.
      P.S. Varagine = Varazze.

    • Stefania ha detto:

      “Logicamente, io, non so dove nasce o termina la vita umana”.
      Sono rimasta incinta, molti anni fa. Ho avuto un aborto spontaneo al secondo mese (9 settimane e 4 giorni). Se non avessi avuto un aborto spontaneo, ora avrei 1 figlio biologico e 3 figli adottivi. Invece ho solo 3 figli adottivi. Perché il mio figlio era vivo, ma poi è morto. Sono rimasta incinta solo quella volta e basta. Ma la mia gravidanza non ha portato alla nascita di un nuovo essere umano.
      In altre parole: se metti un seme nella terra, quel seme poi crescerà e diventerà un albero. Ma se lo togli dalla terra, non importa che sia solo un seme e non un albero, il risultato è lo stesso: non crescerà alcun albero. È molto semplice…

      • Frama ha detto:

        @Stefania.
        Non credo, signora, se ho ben compreso, che sia come dice lei.
        Noi, cioè le nostre anime, saremo trapiantati in Paradiso: a novant’anni, a nove mesi, a nove settimane… Quel trapianto ci darà una crescita. .Lei rivedrà il suo bambino non come un seme ma come una vita. I corpi dei risorti si adegueranno alle anime cosicché un’anima bella si ritroverà con un corpo bello anche se sulla terra era deforme.
        Il suo bambino non è come un seme che tolto dalla terra si
        infradicia, p perché ha un’anima immortale ed è vivente. Lei ha quattro figli, non tre.

  • Maria Michela Petti ha detto:

    Entro la fine del mese corrente anche il presidente americano Biden sarà ricevuto in udienza dal papa.
    Rientra nella strategia politica dei rapporti fra gli Stati che i loro capi si incontrino. Con l’impronta data da Bergoglio al papato, lo Stato Città del Vaticano si è sovrapposto all’ Istituzione che egli rappresenta. Sovrano sì; Vicario di Cristo, per sua decisione, no. Decisione, la sua, insindacabile – come tutto ciò che dice e fa, in base al suo criterio di discernimento, di cui indefessamente dà lezione teorica e pratica – molto discutibile a parere di molti di noi, che contiamo come il due di picche e che ci ostiniamo a riconoscerci “fedeli” di e a quella Chiesa ora in via di codificazione nella sua “diversità” già manifesta.

  • don Z ha detto:

    GESUITI DI TUTTO IL MONDO , UNITEVI , RIBELLATEVI A BERGOGLIO , RINNEGATELO ! Sta distruggendo la vostra credibiità, la vostra reputazione , sta screditando la vostra storia ! Cacciatelo via dalla COMPAGNIA DI GESU !

  • don Z ha detto:

    GESUITI DI TUTTO IL MONDO , UNITEVI , RIBELLATEVI A BERGOGLIO , RINNEGATELO ! Sta distruggendo la vostra credibiità, la vostra reputazione , sta screditando la vostra storia ! Cacciatelo via dalla COMPAGNIA DI GESU !

Lascia un commento