PEZZO GROSSO SI DIVERTE. UN INDOVINELLO PER GENTE ASTUTA.

5 Agosto 2020 Pubblicato da

 

Marco Tosatti

Carissimi Stilumcuriali, è estate, fa caldo, c’è voglia di leggerezza. E queste sensazioni lievi hanno contagiato anche Pezzo Grosso, che ci ha inviato uno scherzo sotto forma di indovinello per voi. Buona lettura e buon gioco…

§§§

Caro Tosatti, propongo ai suoi lettori un breve test ironico e paradossale, di pausa estiva, non saprei se definirlo letterario, teologico, politico, o solo ridicolo.

 

La domanda è: secondo voi a chi si riferiscono queste definizioni? Un personaggio che io indicherò in: LUI (adattato alle esigenze di ridicolizzazione ).

 

– LUI rappresenta il pensiero religioso del secolo moderno che si interroga e afferma i tempi nuovi.

– LUI è il fondatore dei tempi moderni della Chiesa. il punto di partenza della nuova storia dell’uomo emancipato dal soprannaturale e dal peccato originale…

– Con LUI si rinnova la base morale, perchè fa appello alla realtà, alla vita attiva, all’etica applicata nel sociale, dicendo basta alla contemplazione sterile e vuota.

– Con LUI la Chiesa diventa finalmente povera per recidere il rapporto con ogni potere temporale, trasformandola in struttura etica temporale.

– LUI è il Lutero italiano e con LUI nasce la nuova “scolastica” che toglie gli ostacoli alla scienza (per curare l’ ambiente ), negando il tradizionalismo medievale, per emancipare l’uomo dagli elementi soprannaturali, per umanizzare la religione…

– LUI è il restauratore delle coscienze..con lui finisce realmente il medioevo.

Avete risposto Bergoglio?

SBAGLIATO!

Si tratta di estratti, un po’ adattati, tratti da la Storia della letteratura italiana e della biografia Machiavelli di Francesco De Sanctis, riferiti, pensate un po’, nientepopodimeno, a Nicolò Machiavelli. De Sanctis  (1813-1883) fu anche ministro della Pubblica Istruzione nei Governi Cavour e Ricasoli…

§§§




STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK C’È LA PAGINA

stilumcuriae




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , , ,

Categoria:

12 commenti

  • Rafael Brotero ha detto:

    Povero Nicolò…

  • IMMATURO IRRESPONSABILE ha detto:

    Il giudizio di De Sanctis (il pensiero moderno nasce in Italia, ma abortisce per colpa della controriforma), passa, attraverso Bertrando Spaventa, a Croce, a Gentile e finalmente a Gramsci. È lo schema insegnato nelle scuole, ahimè, ancora oggi (protestantesimo=progresso). A ben vedere, dal loro punto di vista ateo (Spaventa era un ex prete), essi non avevano torto; infatti, a parte gli USA, il protestantesimo si è estinto, come religione, e ciò era nei loro disegni. Ciò che essi, tuttavia, non avrebbero immaginato, sono gli esiti, più che a-teisti, piuttosto pan-teisti e neo-pagani della cultura (?) post-cristiana contemporanea. Il razionalismo puro ha dovuto fare spazio a sentimentalismi di ogni specie e superstizioni di ogni genere.
    Ciò che accade oggi dalle parti del Vaticano, lo vedrei come un disfacimento, piuttosto che come un disegno pensato; come un estremo impoverimento, piuttosto che un progetto coerente.

  • marzio ha detto:

    Interessante, anche se l’aggettivazione “italiano” se può andare bene per Macchiavelli, non così per Bergoglio. Molto più italiani di lui sono stati GPII e BXVI

  • Enrico ha detto:

    😅😅😅 Spassosissimo.

    Approfitto per proporre un brano da “Il Pricipe”.

    “Dovete adunque sapere come sono dua generazione di combattere: l’uno con le leggi, l’altro con la forza: quel primo è proprio dello uomo, quel secondo delle bestie: ma, perché el primo molte volte non basta, conviene ricorrere al secondo.“

    Fa pensare alla alla situazione attuale.

  • Maria Michela Petti ha detto:

    Non ho tempo per controllare la pagina citata del De Sanctis e verificare se l’elenco dei riferimenti machiavelliani includa anche la definizione, perfettamente cucita addosso – nel qual caso, con strabiliante anticipo sui tempi – all’ al di là da venire di un cofirmatario del Documento di Abu Dhabi:
    LUI è la ” colonna portante non soltanto della Chiesa cattolica, [melius abundare…] di quella cristiana, di tutte le chiese e le religioni del mondo”.
    E: nel caso fosse sfuggito al De Sanctis, ci ha pensato il fondatore di “Repubblica” ad arricchire il CV con l’editoriale di domenica scorsa…

  • UgoBoselli ha detto:

    PG scrive : “con lui (Machiavelli ) nasce la nuova – scolastica – . ”
    Ha colto nel segno ad attribuire questa connotazione a Bergoglio , anche lui vorrebbe far nascere una nuova scolastica . Qualche settimana fa durante il lockdown ho sentito -via zoom- una conferenza di Gotti Tedeschi riferita al ribaltamento dei fondamenti etici nell’economia di Bergoglio verso quelli Tomistici . E spiegava proprio la -Nuova Scolastica – di Bergoglio verso quella di sanTommaso. La vecchia scolastica cercava la Verità con l’uso della ragione coniugando Rivelazione e Aristotele ( semplifico ), La nuova scolastica di B ignora Rivelazione ed Aristotele e impone come nuova verità l’ambientalismo paganeggiante , purtroppo non ricordo la spiegazione per intero. Ma anche riferendosi a Lutero ha colto una identità forte : Bergoglio nuovo Lutero , infatti rilegge le scritture, rivede i dogmi, lascia di fatto negare il peccato originale, esalta la coscienza , separa fede ed opere. Mette la statuetta di Lutero a lato dell’altare . Ma aggiungo io , Bergoglio ha alcune similitudini anche con Mrx , si pensi all’egualitarismo, al suo odio verso il capitalismo ( magari quello di Trumpp e meno quello di Biden.) . Ma Bergoglio è soprattutto il nuovo profeta di Davos ….

    • guidobaldo ha detto:

      esatto : green economy , LGBTDQ, egualitarismo , ecc. peccato che i principi di Davos servano solo a crere un nuovo capitalismo ancor più accentrato in mani indecenti..

  • giorgio P. ha detto:

    ah! ah! ah! , divertente ,ma vero , grazie per la riflessione.
    I caratteri che DeSantis attribuisce a N.Machiavelli sono quelli attribuibili all’attuale pontefice , ma che lui personalmente sia assimilabile a Machiavelli , fatico a crederlo. Tutt’al più ad un ectoplasma dell’autore del Principe,

    • guidobaldo ha detto:

      NicolòMachiavelli aveva caratteri piuttosto simili al vostro (non mio) Papa Bergoglio . Il primo carattere comune è il CINISMO . Il secondo carattere in comune sta nella capacità di usare, l’uno la politica , l’altro la religione , quale potere COERCITIVO . Il terzo carattere sta nella attitudine di entrambi a separarare DOTTRINA ( principi morali) e PRASSI . Il quarto carattere sta nel rifarsi continuamente al REALISMO ,l’uno nelle norme politiche ,l’altro nei fondamanti di magistero , Ci rifletta caro PezzoGrosso e caro Tosatti. per metter in difficoltà il vostro (non mio) papaBergoglio , è necessario aver ben capito i veri fondamanti del suo potere .

      • PG ha detto:

        e bravo Guidobaldo ! azzeccato in pieno . Anzi mi hai persino stimolato ad ulteriori riflessioni. Intervieni più spesso su SC.

  • Belzunegui ha detto:

    ¡ Bravíssimo !