FORMICOLA, UK. LA VITTORIA DI BORIS CI MANDA UN MESSAGGIO: RESISTERE

13 Dicembre 2019 Pubblicato da

 

Marco Tosatti

Che cosa ci insegnano le elezioni politiche in Gran Bretagna? Poco fa ho ricevuto – come altri amici, credo – una riflessione dell’avvocato Giovanni Formicola, che mi sembra interessante condividere con voi, lettori, amici e nemici di Stilum Curiae. Perché nello squallido panorama politico attuale, dove una banda di truffatori (perché dire Bianco per esseri eletti e poi fare Nero questo è: truffare) disperatamente aggrappati ai propri privilegi truffaldinamente conseguiti, guidati da un personaggio dotato di un cinismo che solo la Chiesa, e la Diplomazia della Chiesa potevano insegnargli, e con la complicità e connivenza scandalose dell’Unico che potrebbe mettere onestamente fine a questo indegno spettacolo; beh, nella situazione che stiamo vivendo le parole di Giovanni Formicola sono un’iniezione di coraggio e speranza. Buona lettura. 

§§§

Carissimi,
nel Regno Unito lo scenario pre elettorale era caratterizzato da frequenti manifestazioni di piazza contro la Brexit, pompate dai media, che impunemente parlavano di milioni e milioni di partecipanti che sancivano un rovesciamento della maggioranza pro-Brexit. Intanto, la magistratura interveniva nel gioco politico, annullando la sospensione dei lavori del Parlamento decisa dal premier e contro-firmata dalla regina, secondo un’antichissima prassi, che in regime di common law – cioè nella sostanziale assenza d’una costituzione scritta (e logorroica, com’è la nostra) – fa stato, cioè ha forza di legge. Poi s’è tornati al reale (certo empirico, non metafisico, e quindi non sacrale né normativo di suo) con le elezioni. E questo s’è rivelato ben diverso dalla rappresentazione mediatica, di piazza, giurisdizionale: il popolo è “populista”, sovranista e persino nazionalista.
In tutto l’Occidente, e in particolare in Italia – tra sardine, procure della repubblica e indecenti giornalai – funziona così (il che non vuol dire che funzionerà sempre così: non è da escludere che il popolo sia corrotto e si corrompa, e smetta d’essere “populista”, sovranista, nazionalista, ovvero che le sue espressioni siano “corrette” da poteri forti vari). Basta non avere complessi, non farsi suggestionare da queste false rappresentazioni della realtà, e resistere resistere resistere, anzi rilanciare con discorsi sempre più radicali e veri, politicamente scorretti, e liberarsi da ogni quinta colonna dei superpoteri, i c.d. “moderati” (meglio, “moderatisti”) e le femministe omosessualiste un po’ malafemmine.
Salute a  voi
in J. et M.

§§§




 

STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK C’È LA PAGINA

stilumcuriae




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , ,

Categoria:

54 commenti

  • Maria Grazia ha detto:

    @ DOTT. TOSATTI – DEUTERO AMEDEO solo per una risposta che mi ha fornito, Lei ha pubblicato 4 attacchi di varie faccine e trolls; già un po’ di tempo fa Deutero aveva annunciato la sua imminente uscita dal blog per gli attacchi continui (sembra da 3 anni) che subiva da parte di chi infieriva su di lui e nonostante ciò Lei ha consentito che fosse ancora preso di mira al punto che ha dovuto andarsene.
    Le sembra poco?

  • Boanerghes ha detto:

    “”se vuoi un consiglio non rispondere al troll perchè anche una risposta è dare dignità a osservazioni che , quelle sì, sono il vuoto assoluto.””

    In effetti sarebbe la cosa migliore, ma a volte non ci si trattiene

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Si può uscire dall’EURO e perfino dall’UE. Basta farlo.
    E le condizioni non saranno (per i poveri) peggiori delle attuali.
    Chi sta benone vota PD senza capire che col MES le banche stanno puntando al RISPARMIO degli italiani, che è il più corposo al mondo. E forse anche alle riserve auree della Banca d’Italia, quarte al mondo.
    Anche loro diventeranno poveri.
    Gli unici a rimetterci saranno le lobby: finanziarie e bancarie, comprese quelle vaticane.
    La prova è la riforma del MES.
    CONTE (il premier, non l’allenatore), ha detto che il MES già c’era. Giusto.
    E ha detto che lo stanno MIGLIORANDO. Giusto.
    Giusto? Dipende: MIGLIORE PER CHI?
    Se il governo ITALIANO, stufo del vecchio MES, avesse imposto o, almeno, avesse convinto l’UE a firmare un nuovo trattato, l’Italia sarebbe la prima dei firmatari e lo scontro sul MES sarebbe in Francia e Germania.
    Ma Francia e Germania PRETENDONO la firma dell’Italia.
    Torniamo al punto: MIGLIORE PER CHI?

  • Non più cattolico ha detto:

    A proposito di resistenza….
    dopo le dichiarazioni del sig. Paglia in cui chi sostiene che Giuda è dannato, è un eretico e non fa parte della chiesa cattolica
    Mi chiedo: dove andare per continuare la Chiesa che Cristo ci ha lasciato?

    • Astore da Cerquapalmata ha detto:

      Mi sembra che Paglia sta SVIANDO il discorso sulla misericordia accusando di eresia dei fantomatici personaggi del movimento “Giuda all’inferno”.
      Chi vuole una misericordia che nega le colpe e la conversione, questi sì è un eretico!
      Forse è per non rispondere a questa logica che Paglia risponde ai Nemici di Giuda?
      Ma chi è che dichiara con certezza assoluta che Giuda sta all’inferno? Nessuno.
      Diciamo che è probabile, diciamo che dei santi mistici dicono che è all’inferno, ma siamo nel campo delle rivelazioni private e non c’è certezza assoluta.
      Non so a chi si riferiva il monsignore. Forse che è stato accusato di voler canonizzare Giuda Iscariota?

  • Klaus B ha detto:

    La Gran Bretagna ha i suoi difetti e le sue colpe storiche anche molto gravi.
    Ma un dato di fatto è innegabile: per due volte ha guidato la riscossa contro totalitarismi che miravano a sottomettere l’Europa. Contro Napoleone e contro Hitler.
    Speriamo che questa sia la terza, contro un totalitarismo che è forse anche più pericoloso perché più subdolo, mentre gli altri due giocavano allo scoperto nella loro violenza: quello dell’UE.

  • Gian ha detto:

    Avendo vissuto in UK in anni lontani e frequentemente fino agli anni ’90 per motivi di lavoro, ho una buona conoscenza della società britannica. Come tutti i popoli gli inglesi hanno pregi e difetti, ma è indubbio che in fatto di pragmatismo e correttezza il confronto con il nostro Paese è umiliante.
    Noi vantiamo a noia la “costituzione più bella del mondo” e gli inglesi, invece, vivono discretamente bene anche senza, in una delle più antiche democrazie. Dove un cittadino viene creduto sulla parola, senza essere obbligato a dimostrare di non aver detto il falso.
    Quasi come da noi…
    Significativo poi vedere con quanta enfasi gli avversari si affrontino in agguerritissime battaglie in parlamento, sembrano a volte vicini allo scontro fisico, eppure non si vede odio nei loro volti, solo passione politica, e a fine seduta escono scambiandosi battute, magari sarcasticamente pungenti ma pur sempre civili.
    Hanno appena dimostrato che in pochissimi giorni si può ridare la parola ai cittadini, organizzando nuove elezioni senza guardare se è giugno o Natale, se fa caldo o si gela. E la gente va a votare e il giorno dopo il nuovo governo è nel pieno della sua operatività.
    Noi invece, grazie alla “più bella del mondo” ci dobbiamo sciroppare i vari Scalfaro, Ciampi (quello di Maastricht e dell’euro), Napolitano e Mattarella che vantano una corte più costosa in assoluto di quella inglese e che sono riottosi a concedere la parola agli elettori, anche nelle situazioni più assurde, accampando mille scuse, tra le quali anche l’indolenza degli italiani rispetto al voto.
    La Spagna se necessario vota tre volte in un anno, Israele idem, noi no perché abbiamo già votato a marzo 2018… Nonostante tra regionali, comunali o referendum ci capiti di dover andare ai seggi praticamente ogni anno, per le politiche… giammai!
    Meglio piuttosto un governo tecnico alla Monti, o un Conte2, per lo sconcio connubio di due compagini che fino al giorno prima si erano visceralmente odiate a morte: c’è lo spread che incombe… l’Europa non capirebbe un ritorno anticipato alle urne… le solite scuse, insomma.
    E al popolo italiano tocca ingurgitare qualsiasi nefandezza in nome della “più bella del mondo”…
    Che dire, siamo un vaso di coccio in mezzo a bidoni corazzati e ci dobbiamo sorbire di tutto in nome della “più bella del mondo”.

    • Don Ettore Barbieri ha detto:

      La verità è che noi siamo sotto tutela dall’unità d’Italia o forse dalla caduta dell’Impero romano…

    • Luca Antonio ha detto:

      La nostra costituzione e’ un guazzabuglio di un po’ di tutto per non far torto a nessuno , per lasciare ogni porta aperta.
      Redatta aspettando gli eventi : …vincera’ il capitalismo … o il comuniismo ? …con chi dobbiamo stare ? .
      La prova inconfutabile di cio’ e’ data dall’impossibilita’ di referendum sui trattati internazionali….”dovremo prima o poi vendervi , cari compatrioti/beoti , al miglior offerente… non ci importunate” .
      Una serie di compromessi che di fatto nessuno segue e le violazioni ad essa sono innumerevoli .

  • Maria Grazia ha detto:

    Anche se so che l’articolo allegato non è in linea con l’argomento, ve lo trasmetto in quanto mi sembra importante informarvi che domenica prossima in una arcidiocesi cattolica di Londra verrà festeggiata, contemporaneamente, la nascita di Gesù, di Maometto e del fondatore della religione Sikh.
    https://gloria.tv/post/RrruCtUNrtgx2jBFRvYUUkKmy

    A proposito, qualcuno sa dirmi che fine abbia fatto DEUTERO AMEDEO alias SCARPE GROSSE?

    • deutero.amedeo ha detto:

      Deutero.amedeo ha fatto la stessa fine di Papa Benedetto. Si è ritirato in buon ordine col suo amico Scarpe Grosse nella foresta orobica a meditare sui fatti del giorno e sulle Sacre Scritture. Per gli amici però c’è, anche se non si vede.

      • Maria Grazia ha detto:

        Grazie di cuore per la Sua risposta, caro Deutero Amedeo, il Suo silenzio prolungato mi aveva preoccupata; mi mancano le Sue sagaci battute e la Sua profonda conoscenza delle Sacre Scritture. ontinui pure con le Sue meditazioni nella foresta orobica: adesso sono più tranquilla. Ogni tanto ci lanci qualche segnale della sua presenza. Con cordialità – Maria Grazia

        • Angelo ha detto:

          Meditare fa sempre bene, soprattutto se si è passato tre anni a non fare altro che parlare a vuoto 🙂

          • deutero.amedeo ha detto:

            @angelo.
            Ah sì? Ecco allora prenditi la meditazione del giorno.
            Il più grande delitto della storia dell’umanità è stato organizzato dall’autorità religiosa (il gran sacerdote Caifa e il Sinedrio) con la complicità dell’autorità civile (Pilato e i suoi) col consenso assenso dis_informato del popolo bue (“crucifige” e “libera Barabba”). Ciapa su e porta a ca’.

          • Adriana ha detto:

            Ha parlato Barbapapà : da simil- Papa angelicato a Angelo -starnazzante il passo è breve .

          • Maria Grazia ha detto:

            @ DOTT. TOSATTI – Mi scusi, ma Lei perchè pubblica le cretinate dei vari trolls e faccine gialle? Preferisce questi agli interventi edificanti di DEUTERO AMEDEO?

          • wp_7512482 ha detto:

            Tutt’altro….lascio un minimo di spazio anche a loro. Sapesse quanti ne banno!

        • deutero.amedeo ha detto:

          Non posso perché non appena vedono il mio nome arrivano le faccine gialle.

          • Maria Grazia ha detto:

            @ DEUTERO AMEDEO – Non si lasci condizionare da gente senza cervello!!! Si ricicli con un altro nome.

          • wp_7512482 ha detto:

            Maria Grazia ha ben ragione. Forza Deutero…

          • 🤣 ha detto:

            Tanto lo riconosco. E vi dirò di più….era già entrato con altri Nick 🤣🤣🤣

          • Boanerghes ha detto:

            Ma sì che ci sei ancora …

          • Lucy ha detto:

            Rispondo qui perchè manca il rispondi sotto Deutero che conosce la faccina gialla.Caro Deutero , bravo !Lo hai riconosciuto come del resto noi. Anche cambiando nick lascia la sua firma ; è il solito vecchio troll che ti conosce da tre anni , quello che quando non ha argomenti offende.Lascia il tuo nick perchè altrimenti si genera confusione ma se vuoi un consiglio non rispondere al troll perchè anche una risposta è dare dignità a osservazioni che , quelle sì, sono il vuoto assoluto.

          • Maria Grazia ha detto:

            @ DOTT. TOSATTI – Lei mi ha risposto che lascia un minimo di spazio anche ai vari trolls e faccine gialle, ma se questi ultimi risultano deleteri e perseguitanti nei confronti di alcuni validi commentatori al punto che preferiscono lasciare il blog perchè stressati dai continui attacchi, mi vuole dire qual è lo scopo reale che La porta a continuare, comunque, a consentire la pubblicazione di tali provocazione gratuite?

          • wp_7512482 ha detto:

            Che scopo reale vuole che io abbia? Solo quello di consentire un minimo di dibattito…E Deutero per fortuna mi sembra abbia mezzi più che sufficienti per ribattere a questi scocciatori. Li limiterò ancora di più. Grazie per l’amicizia e l’interesse a Stilum.

      • 😘 ha detto:

        Molto bene! Ciao ciao

      • Adriana ha detto:

        mmmh ! mi sa che ha fatto parlare al suo posto un certo Giobbe ( e altri ) .

      • chiara ha detto:

        … e io che pensavo fosse STILUMCURIALE EMERITO. Avevo intravisto modalità espressive e logiche sovrapponibili con il nostro Deutero.

  • Nicola Buono ha detto:

    Ci manca Il sig Rastello cion i suoi strali ( visto che ama tanto la UE e la sua bandiera più di quella italiana) ma forse deve ancora riprendersi dallo shock della sconfitta. Proprio gli inglesi vogliono l ‘EXIT e non il REMAIN ma vedrete che dira’ che è colpa delle fake news.

  • Adriana ha detto:

    Sulla Costituzione (più bella del mondo ) possiedo un pregevole tomo contenente tutti i dibattiti relativi alla stesura di ciascun articolo ,( libro sui lavori della Costituente ) ereditato da mio padre .
    C’è da piangere a seguire tutti i contorcimenti ideologici e
    lessicali adoperati per addivenire al linguaggio più vacuo e onnicomprensivo possibile ( con inevitabile piaggeria alla sinistra ) . Non credo però che basti incolpare del malgoverno la ” flessibile ” Costituzione : anche il popolo ha le sue responsabilità – quando c’è – , è quando non c’è che la situazione si fa grave .

    • Angelo ha detto:

      Pensi…senza “piaggeria” ci saremmo fatti altri 5 anni di guerra civile, con Baffone e Tito a bussare alle porte.

      • Adriana ha detto:

        Guardi che bussarono alle porte egualmente , qua , alle porte del confine orientale , prima e dopo la costituzione .

  • Aiuto Domenico ha detto:

    Condivo l’articolo, ma in parte, non ci dimentichiamo che i giudici inglesi sono quelli che hanno decretato la morte di due bambini, avvallando la sentenza di morte dei medici.

    • wisteria ha detto:

      Da questo punto di vista vorrebbe dirci che Johnson o Corbyn per lei pari sono? Può darsi che sull’eutanasia la pensino allo stesso modo, ma non era quella la discriminante delle elezioni di ieri. Corbyn è un veterocomunisa filoislamico e avrebbe portato in breve tempo la Gran Bretagna alla miseria. Con la vittoria di Johnson l’economia potrebbe rifiorire, e allora ci sarà più cura per il welfare.
      Di più non possiamo prevedere, visto che comunque i magistrati sono e resteranno di estrema sinistra.

  • Faramir ha detto:

    A schieramenti invertiti: un governo di destra con una evidente maggioranza di sinistra nel paese avremmo le piazze piene di dimostranti che chiedono (e ottengono) nuove elezioni.
    Ma siccome abbiamo un governo di sinistra e nel paese una maggioranza di destra, il presidente Mattarella (un piccolo uomo) e tutto il tambureggiante e saccente e ipocrita establishment della sinistra ci dice che il governo é legittimato. Ipocriti, laidi e senza nessuna dignità: una perfetta rappresentazione della sinistra.
    Riguardo alla Costituzione poi che dire: un guazzabuglio buono per tutte le stagioni. Per fortuna che il furbissimo e criminale Togliatti ha votato anche l’articolo 7. Pensava di rimangiarsi tutto pochi mesi dopo… e con gli interessi.
    Poi sappiamo come sono andatele cose. Le elezioni del 18 aprile 1948, (il vero 25 aprile della nostrai liberazione) hanno dato al sig. Togliatti quello che si meritava…
    Un pensiero di gratitudine, plauso e riconoscenza al mio grande conterraneo: il tirolese Alcide De Gasperi.

    • Pier Luigi Tossani ha detto:

      la questione De Gasperi, qui

      http://www.rassegnastampa-totustuus.it/cattolica/?p=41156

    • Busiride ha detto:

      Tanto grande che per tenersi stretto il suo “Tirolo” germanofono ha regalato l’Istria al comunista sterminatore Tito. Un traditore della patria, questo è stato De Gasperi, altroché!

      • Andrej ha detto:

        Mi sembra che i pareri su De Gasperi non siano particolarmente buoni. Ma vi prego anche di considerare che, dopo la prima guerra mondiale, è storicamente dimostrato che, in diversi luoghi vi erano disordini e che quello che il popolo temeva era l’avvento di una rivoluzione analoga a quella che c’era stata in Russia.

  • alberto ha detto:

    Aria fresca, caro Formicola, le sue parole. Aria purissima che torna a far respirare.
    Non c’è piu’ speranza in Europa e non c’è piu’ speranza per l’Italia in Europa, a dispetto di chi ottusamente continua a lanciare anatemi su chi osa criticare questa accozzaglia di paesi senz’anima e di burocrati senza testa.
    Le stanno facendo tutte pur di farci rimanere in questa galera, compreso tenere in vita un governo squalificato, ridicolo e pericoloso. Le stanno facendo tutte senza accorgersi che gli italiani se ne stanno già andando.
    Ricordatevi di spegnere la luce quando l’Agenzia vi avrà estorto anche l’ultima monetina.

  • 🤣 ha detto:

    Certo che definire la nostra costituzione “logorroica” confrontandola col common law, dove per sapere la regola devi leggerti 250 sentenze, non è proprio azzeccato…

    • Borghese pasciuto ha detto:

      Infatti.
      Lasciando stare ogni valutazione sulla Brexit e sulla situazione britannica, quella italiana è una grande Costituzione, tutt’altro che logorroica, bensì, al contrario, laica, asciutta e rigorosa, illuminata – data l’epoca della sua approvazione – da un sincero slancio antifascista.
      Il che spiega perché ad alcuni non piaccia.

      • Zuzzerellone ha detto:

        Caro giuseppe mi permetto di ricordarti che la nostra costituzione è una costituzione nata dal compromesso tra le forze vincitrici della seconda guerra mondiale. E che quindi risente del momento in cui fu varata. Inoltre molti fascisti, tra cui possiamo iscrivere anche Nilde Jotti, dopo la guerra traslocarono armi e bagagli nel partito comunista. Sul fenomeno suddetto sono stati scritti diversi libri. Il motivo? Evitare ogni persecuzione.
        Nei giorni, o meglio nei mesi successivi alla data del 25 Aprile, giorno in cui festeggiamo la liberazione molti furono uccisi o meglio massacrati dai partigiani comunisti. Ed anche partigiani bianchi , ovvero non comunisti.

        • Januensis ha detto:

          A Zena molte strade ricordano la guerra partigiana. Esiste Corso Aldo Gastaldi, ad esempio. Era un partigiano bianco , cioè non comunista. Era a capo di una brigata partigiana. Ed abbiamo anche la strada dedicata a questa brigata : Via Brigata Bisagno. Oggi la Curia Arcivescovile Genovese ha iniziato un processo di beatificazione per questo partigiano bianco, Aldo Gastaldi detto Bisagno
          Perché è morto in circostanze non chiare proprio alla fine della guerra.

      • alberto ha detto:

        Se questa costituzione permette che al governo vi stia una banda di dilettanti, manettari ed incapaci, mentre il paese reale ha palesemente tolto il consenso ai loro partiti, può essere che poi non sia tutta questa gran costituzione.

      • wisteria ha detto:

        La nostra costituzione è d’ impostazione sovietica, con una spolverata di cattolicesimo democristiano. Riesce ad essere al contempo logorroico e imprecisa, tanto che viene sovente emendata.

      • Busiride ha detto:

        Per me basta l’art. 139 a destituirla di ogni valore.

  • anonimo verace ha detto:

    Forti le sue parole nei confronti di una parte dei nostri parlamentari e del nostro Presidente del Consiglio, carissimo dottor Tosatti. Come non condividerle ?
    E come non apprezzare la legge elettorale inglese, che, il mattino dopo, ci fa sapere chi governerà, con quali scopi . Ci farà sapere anche quali fini il governo dovrà raggiungere.
    Immagino anche il sollievo di coloro che temevano la vittoria di Corbyn, troppo schierato a favore delle frange estremiste islamiche.
    Ma arrivati a questo punto, non posso associarmi alla gioia per la Brexit. Forse per il Regno Unito sarà un bene, ma per noi, piccola e povera italia, è di sicuro un male. Che l’Unione Europea, così com’è sia buona e giusta, è tutto da dimostrare, ma immaginare una brexit italica, è altrettanto sbagliato.

    • andrej ha detto:

      La legge elettorale inglese divide lo Stato in collegi uninominali. Dentro a ciascun collegio, il candidato che prende un solo voto in più del suo (o dei suoi ) avversari ha vinto. Io, nato e cresciuto con il proporzionale , ritenevo questa legge sostanzialmente ingiusta, perchè quelli che non avevano votato per il candidato vincente venivano eliminati. Ovvero non erano rappresentati da nessuno. Ma il proporzionale ha portato a governi sostanzialmente instabili ed i partiti più piccoli, cioè i socialdemocratici o i repubblicani potevano condizionare tutta l’opera del governo. Per non parlare poi dei radicali, che, pur essendo costantemente in minoranza, riuscivano ad imporre come progresso i loro disvalori.
      Dopo tangentopoli è iniziata la fiera delle leggi elettorali : qualcuna ha portato a maggiore stabilità, quella attualmente in vigore mi sembra abbia portato solo caos.
      Ora dall’Inghilterra dovremmo imparare una cosa : la centralità del Parlamento. Le precedenti elezioni risalgono a circa due anni fa. Ma di fronte all’incapacità del parlamento di decidere sulla Brexit, la Regina ha firmato lo scioglimento della camera dei Comuni. Ed il popolo, oggi ha manifestato chiaramente la sua volontà.
      Sia il presidente Napolitano, che l’attuale Mattarella, nonostante sia chiaramente visibile a chiunque che il Parlamento, così com’è, è incapace di decidere, si nascondono dietro qualche paragro della costituzione, per imporre la loro volontà al Parlamento stesso. Ovvero sembra che disprezzino in sostanza, la capacità del popolo italiano di decidere del suo destino.
      In alcuni dei nostri governanti è presente non solo il disprezzo del parlamento, ma anche dei suoi meccanismi. Si instaurano al governo, come hanno fatto Renzi e Conte, senza mai essersi seduti un solo giorno sugli scranni del Parlamento stesso. Totalmente incompetenti dei meccanismi di governo. E di quel rispetto che un governante deve avere nei confronti el Parlamento stesso.

  • TITTOTAT ha detto:

    Un delitto cui non si prova il dolo diventa colposo.
    Per loro stessa ammissione sono colpevoli, siano o non siano in Malefede.