AVVENIRE. OGNI PRETESTO È BUONO PER ATTACCARE SALVINI….

8 Dicembre 2019 Pubblicato da --

 

Marco Tosatti

Eh no, niente, non ce la fanno proprio. Avvenire, e una certa parte dei professionisti di Dio – voglio dire, quelli che con Dio annessi e connessi ci campano – non ce la fanno ad avere Matteo Salvini (o qualcuno della sua parte politica) sempre lì che mette bocca se qualcuno offende la Madonna. E conoscendo se stessi, non possono pensare che magari a quella gente lì davvero della Madonna importi qualche cosa; no, giudicano con il loro metro, e quindi è evidente che se si difende la Madonna, o si parla della Madonna, o si chiede che la Madonna ci aiuti in qualche cosa di terreno e pratico (come quanti cattolici “normali” fanno? Io so molti; e anche qualcuno che magari non è praticante) vuol dire che si è a caccia di voti.

Ci ha scritto un lettore, e amico di Facebook, questa lettera:

<Gentilissimo Dottor Tosatti , la disturbo ancora sempre in merito al messaggio inviatoLe ieri. Non era mia intenzione farlo ma questo articolo apparso oggi su Avvenire (e tratto dalla rassegna stampa de La Settimana) , in un certo senso, mi costringe a tornare sull’argomento. Leggendo infatti Avvenire ci si rende conto che il commento della giornalista è la fotocopia della risposta data da La Settimana in merito alla locandina del Vernacoliere. Dando per certo che la giornalista di Avvenire e il sacerdote livornese, don Cantini, non si conoscano, risulta evidente che in certi ambienti “cattolici” il Credo è stato modificato ; dove sino ad oggi si recitava “e liberaci dal male” adesso si deve aggiungere “e da Salvini… Buona giornata e grazie dell’attenzione>.

Così siamo andati a vedere gli articoli interessati, e ci sembra di poter dire che il nostro lettore non abbia sbagliato. Leggete anche voi, e giudicate.

Questo è Avvenire:

“Sabato 7 dicembre 2019

All’ultimo momento il rettore dell’Alma Mater Studiorum, l’Università di Bologna, ha annullato il party “Immacolata Con(trac)cezione”, indetto per ieri sera nei locali dell’ateneo da alcuni collettivi studenteschi. «Mettiamo al bando la verginale santità mariana, è arrivato il momento di celebrare l’Immacolata Con(trac)cezione con un indecoroso party della Madonna», era l’invito, con tanti preservativi in cielo svolazzanti sopra a un’immagine mariana. Organizzatori i ragazzi di Uni Lgbtq, Rethink e altri gruppi, nel nome della libertà di “gender” e contro ogni discriminazione omofoba.

La reazione via Twitter del senatore della Lega Simone Pillon ha aperto la polemica inducendo la retromarcia dell’Università, e l’alt al party. «E noi che credevamo di essere in uno Stato laico» hanno reagito, lamentosi, i collettivi, annunciando un social bombing, un bombardamento di messaggi Web, contro i cattolici «cattivi e bigotti». E vabbè, ti dici leggendo i comunicati, il rettore, seppure in corner, ha annullato la festa. Che d’altronde, sebbene rivendicando diritti gay e lesbici, ha un retrogusto vecchio, il sapore dell’antica goliardia delle università di prima del ’68, che senza Web e magari senza gridarlo ad alta voce si compiaceva di volgarità e blasfemie. Questi studenti nati alla vigilia dell’anno 2000 non sanno forse esattamente cos’era la goliardia, e credono di avere inventato qualcosa di nuovo con il loro invito “provocatorio”.

Scrivono: «Ci viene difficile immaginare un’argomentazione legittima per opporsi a iniziative che portano all’interno dei nostri luoghi i temi della sessualità consapevole, della contraccezione gratuita, della liberazione dei corpi e dei femminismi». Bene, ragazzi, risponderesti, ma la Madonna cosa c’entra? E voi che dite di battervi contro ogni discriminazione e offesa alla sessualità di ciascuno, non siete sfiorati dal dubbio che possa esistere anche qualcosa d’altro, degno di rispetto? Per esempio i sentimenti di quanti sono cristiani. E quindi credono che Maria sia la madre di Gesù Cristo. Credono che Maria fosse un’adolescente di forse quattordici anni che concepì un figlio, senza conoscere uomo; e quel figlio annunciò la rivoluzione dei Vangeli, e per questo fu perseguitato e messo sulla croce.

Predicava, quell’uomo: «Ama il prossimo tuo come te stesso», cosa inaudita per l’antichità, e ancora adesso scandalosa, a giudicare da quanto nel mondo ci si odia e ci si ammazza e ci si discrimina. Insomma, quel concepimento misterioso diede l’avvio a una svolta per gli uomini tale che ancora oggi contiamo gli anni dalla nascita a Betlemme. Non è forse allora anche la fede in Cristo, e in sua madre, e nella sua maternità che pure sfugge alla logica umana, qualcosa che merita rispetto al pari almeno di ogni declinazione di gender?

Sono ragazzi, cerchi di dirti comunque, pensando a quanti, dei goliardi di un tempo, si sono poi convertiti, o riposano ora sotto a una croce. Invece non è un ragazzo Matteo Salvini, che pure sulla vicenda bolognese ha prontamente lanciato un tweet indignato. Non è un ragazzo, è un politico scafato, uno capace di trascinare le folle. In tutt’altro modo, ma la Madonna anche lui la cita spesso e volentieri. Nei comizi, o in tv, estrae di tasca ro- sari che brandisce come segno quasi di identità italiana ‘autentica’. Anche l’altra sera in tv a ‘Porta a porta’ non ha perso occasione di citare, peraltro non esattamente, un passo di un messaggio della Madonna di Medjugorje, e di usarlo, molto ‘adattato’, contro il premier Conte.

Ora, che senso ha tirare in ballo Medjugorje mentre si parla del Governo, se non quello di strizzare l’occhio a quella certa parte di cattolici che potrebbe apprezzarlo, e votare Lega? Uso improprio della Madonna, a fini elettorali; e dispiace che non pochi credenti non vogliano vedere questa strumentalizzazione, quando pare chiaro che la logica nazionalsovranista del ‘prima gli italiani’ e del ‘la pacchia è finita’ di cristiano non ha nulla. È dunque in due schieramenti agli antipodi, i collettivi studenteschi Lgbtq e il leader di un partito di destra, l’uso – provocatorio e offensivo, oppure apparentemente devoto – di un nome che per molti è sacro. Sacro più di orientamenti sessuali e scelte di voto; sacro per chi ha fede in quella donna che, con il suo ‘fiat’, ha messo al mondo il figlio di Dio. Senza conoscere uomo: assurdo, pazzesco, e, dicono, anche ‘sessuofobo’ il solo immaginarlo.

Eppure miliardi di uomini e donne nei secoli ci hanno creduto e ci credono – convinti che Dio può fare quel che vuole, oltre le leggi di natura. E fra quegli uomini e donne che ci hanno creduto e ci credono c’è san Francesco, che oggi ci appare un profeta e offre il nome a un Papa che ci chiama a servire Dio e l’umanità nei poveri e nell’alleanza pacificante col Creato. E ci sono Teresa di Calcutta, e Karol Wojtyla, per fare soltanto, in due millenni, pochi nomi. Nomi di rivoluzionari, di quelli veri. Di quelli che lasciano, loro sì, un segno – buono – nella storia”.

§§§

 E questo invece è l’articolo su “La settimana di Livorno” del 4 dicembre 2019:

<Nei giorni scorsi il Vernacoliere ha dedicato una civetta irriverente alla Madonna e Matteo Salvini non ha perso occasione per commentare con un suo tweet. Anche noi vogliamo dire due parole sulla questione e anche noi lo facciamo con ironia, pubblicando un articolo di don Cantini, alias l’arcangelo Gabriele.

Ero passato da Nazareth, il Padreterno mi aveva chiesto di andare da Maria per affidargli una missione delicata, ma l’ho trovata impensierita e un po’ interdetta. Gli avevo detto “rallegrati Maria…” e anche “non temere…”, ma da quel punto di vista lì era tranquilla, la gravidanza non la preoccupava più di tanto. Il problema erano gli uomini che la tirano per la giacchetta, chi da una parte, chi dall’altra!

Ci sono dei politici che sventolano rosari ad ogni comizio, che affidano al suo cuore il risultato delle elezioni … ma non è al cuore di Maria che devono guardare, ma al loro cuore e chiedersi se i loro pensieri collimano con quelli di Gesù: Lui che ha detto di amare i nemici, di ospitare gli stranieri e che per essere vicino ai peccatori si è fatto inchiodare con loro!

Poi un giornale, a Livorno, si è inventata una sua lettera piena di parolacce, non è che avessero tanto torto, ma se si deve amare i nemici non si può mandarli a quel paese in modo così leggero. La cosa più buffa che quei politici sono anche permalosi; loro che farebbero tutto in punto di forchetta, dicono che non si può tirare in ballo Maria in queste cose; ci vuole una bella faccia tosta!

Insomma, ero andato per annunciare al mondo la nascita del salvatore e mi è toccato asciugare le lacrime della povera Maria, che stava leggendo il vernacoliere e il tweet di Salvini.

Gabriele, arcangelo>.

§§§

Che dire? Io credo che se non fosse stato per il clamore suscitato dal tweet di Simone Pillon, e dal fatto – concomitante – che a gennaio in Emilia Romagna si voterà, probabilmente la festa si sarebbe tenuta tranquillamente. E non sarebbe certo servito a molto il soffice comunicato della diocesi di Bologna, (“la provocazione diffusa in queste ore dalla promozione di un evento e di una immagine irriguardosi nei confronti della Madonna”…ma non è blasfemia pura e semplice?) e del suo cardinale filo-piddino, a spostare qualche cosa. O a insegnare agli organizzatori che il rispetto si deve anche a quelli che, insultati, non reagiscono. Aspettiamo sempre, per valutare il coraggio e la fermezza di difesa dei diritti, che qualcuno organizzi una bella festa in cui si prende in giro o si insulta il Profeta (pbAsdl). Quindi, se non altro, questo merito poteva essere riconosciuto. Ma no, lo sappiamo. Con Salvini si era fermato il business dei migranti, e tanto basta per una scomunica, no?

§§§




 

STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK C’È LA PAGINA

stilumcuriae




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Tag: , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

50 commenti

  • Maria Grazia ha detto:

    Il cardinale Zuppi anzicchè affermare che il fatto di mangiare i tortellini al pollo in cattedrale fa capire maggiormente il valore dell’Eucarestia dovrebbe interrogarsi sul motivo per cui i Musulmani non abbiano contaccambiato invitando i Cristiani a mangiare il couscous in Moschea.

    • Alessandro ds ha detto:

      Il decreto della congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti, con il decreto “redempionist sacramentum” vieta assolutamente di consumare qualsiasi tipo di cibo dentro una chiesa. E vieta assolutamente di celebrare una messa nello stesso posto dove vengono consumati altri cibi, o si è mangiato.
      È un insulto a Gesù vero pane del cielo.

  • Paolo ha detto:

    Resto allibito: perché il giornalista di Avvenire usa la forma ipotetica e scrive:

    “… e quindi credono che Maria sia la madre di Gesù Cristo” ?

    Il vero cristiano SA che Maria E’ la madre di Gesù Cristo.

  • Boanerghes ha detto:

    Quanto a chi rompe le scatole a chi, lei non si immagina di quanto fastidio, da millenni, sopportano i poveri atei come me!

    @borghese pasciuto
    Pensa all’eternità nell’inferno, se non c’è amore e conversione al Signore.
    Altro che fastidio. È un tormento che non ha fine. Disperazione.
    Meglio giungere a conoscere il Signore ed il suo amore.

  • Nonno Asdrubale ha detto:

  • IMMATURO IRRESPONSABILE ha detto:

    Mi sto convincendo che l’ equivoco, (ormai generalizzato anche tra catechisti!) sull’ Immacolata, abbia una causa precisa. Questo dogma e’ bellissimo, quanto profondissimo, perche’ illumina l’ intera storia della Redenzione. Maria, sine macula, insidiata invano dal serpente, e Madre della Chiesa, e’ la creatura che rimanda a, riscattandola, Eva, nostra madre naturale; e che rimanda, per antitesi, a quel peccato che e’ lavato dal Sangue, e dall’ Acqua sgorganti dal Corpo di Suo Figlio. Oggi e’ una di quelle feste, cioe’, che ci “costringono” a considerare l’ intera Verita’ Cristiana. A chi non piace tutto cio’? purtroppo non solo ai miscredenti, ma temo pure ai cristiani per i quali la religione deve restare un sentimento intimo, un’ insieme di “provocazioni” non strutturate, non ordinate, da condividere, ma da non insegnare.
    P.s. qualcuno avverta la Curia bolognese che per le lezioni di educazione civica ci sono altre agenzie.
    P.p.s. a qualcuno risulta che i goliardi , “fino al ’68″(?) inclinassero alla blasfemia?
    P.p.p.s. l’ aver trascinato la Chiesa italiana, direttamente, nella lotta politica portera’ altri guai grossi (se mai se ne sentisse il bisogno!).

    • stilumcuriale emerito ha detto:

      A trarre in inganno la gente aiuta anche il fatto che nella liturgia della Parola dell’8 dicembre il Vangelo racconta l’Annunciazione . D’altra parte nei Vangeli non c’è nulla che parli della nascita e dell’infanzia di Maria. Ci sono degli apocrifi che parlano di questo, ma, a parte il fatto che la Chiesa non li può usare per la liturgia, neppure gli apocrifi accennano al suo essere esente dal peccato originale, che è un dogma ecclesiale.

      • IMMATURO IRRESPONSABILE ha detto:

        Certo, son certo della la buona fede dei fedeli (magari, per un giornalista, un po’ di buona volonta’, nel preparare un intervento possiamo aspettarcela…) ; speriamo tuttavia che presbiteri e vescovi trovino un po’ di tempo, tra una catechesi sulla mondezza e un’ omelia sulla CO2, per spiegare, non si pretende tanto, ma almeno i principali dogmi della Chiesa. Il fatto e’ che oggi tutto l’ “insegnamento” poggia sul piano “esistenzial-esperienzale”. Cio’ significa che l’ Immacolata, il cui senso e’ (per opposizione) nel peccato originale, NON rientra (non si riesce o non si vuole farLa rientrare?) in tale insegnamento.

  • Viva Anguera ha detto:

    Per MARIO e CARLONE; ZANCHETTA e GALANTINO; PAGLIA, CARBALLO e PADREPASQUALE;
    e per tutti quelli che negano l’evidenza in quanto ignari, ottusi, allocchi, succubi, collusi o leccapiedi.
    Una dedica speciale per il SOMMO MISERANDO (per nulla affatto ELIGENDO)
    https://cronicasdepapafrancisco.files.wordpress.com/2019/09/08-bergoglio-ombra-2.jpg
    e per gli altri MISERANDI che operano come suoi PASDARAN presso la CIVC-SVA:
    http://www.congregazionevitaconsacrata.va/content/vitaconsacrata/it/congregazione/organigramma.html
    https://lanuovabq.it/it/quelle-clarisse-pregano-troppo-cacciate-dal-monastero
    la vostra “rivoluzione della tenerezza” altro non è che una “dittatura dell’arroganza”. VERGOGNATEVI !!!

    DAI MESSAGGI MARIANI di ANGUERA:
    https://www.apelosurgentes.com.br/it-it/mensagens/
    https://gloria.tv/video/s6UVTaQQhfGY3Du7ixyPKvpPc
    «Cari figli, Io sono la vostra Madre e vengo dal Cielo per chiamarvi alla conversione sincera. […] L’umanità cammina per l’abisso della distruzione che gli uomini hanno preparato con le loro proprie mani» (Messaggio, 7 dic. 2019).

    Se la Regina del cielo e della terra si “scomoda” e ci inonda dei suoi Messaggi… forse qualche motivo serio ci sarà!
    Vergine Santa, intercedi per noi che, nonostante tutto, siamo figli tuoi! E accetta l’omaggio di devozione di quanti ti riconoscono come Madre e Regina della Chiesa e del mondo!

  • VivalaMadonna ha detto:

    Ma sì, alla fine sono goliardate, da divertirsi tutti insieme ché la gioventù non torna più.
    Proprio stamattina un povero fattorino, corriere di amazon che lo costringe a lavorare anche oggi, consegnando il pacco, nella sua ignoranza religiosa ha esclamato rassegnato: “Signora mia, mi tocca lavorare anche il giorno dell’ addolorata Concezione!”.
    Senza volerlo ci ha azzeccato: povera Madonna, addolorata davvero. E tradita persino da chi dovrebbe difenderla.

  • Marco Matteucci ha detto:

    “Quando un vero genio appare in questo mondo, lo si può riconoscere dal fatto che gli idioti sono tutti coalizzati contro di lui.” (Jonathan Swift)

    • MARIO ha detto:

      A chi si riferisce, a Papa Francesco ?

      • Davide ha detto:

        Pensando alle sardine avrei pensato che si riferisse a Matteo Salvini…. certo Mr. Felpa è un troglodita; ciò non toglie che le sardine siano comunque degli emeriti deficienti; a cominciare dal loro leader, tal Mattia Santori.

  • Gabriele ha detto:

    I ragazzi universitari, avvenire e il vernacoliere non sanno che immacolata concezione nn si riferisce al concepimento verginale di Gesù, ma al fatto che Maria è priva di peccato originale, il sesso non c’entra niente. Io comunque in questi casi penso che bisognerebbe lasciargli fare cosa vogliono, perché sennò gli si fa della pubblicità gratis. Se avessero fatto la loro festa nessuno ne avrebbe parlato.

  • Grog ha detto:

    Ricordo che avvenire é il quotidiano della cei, ovvero il maggior percettore dell’8xmille. Già questo da solo é un buon motivo per dirottarlo altrove…
    Per quanto riguarda questo “don” Cantini trattasi dell’ennesimo clerico apostata e pidiota. Nihil novi…

  • Rafael Brotero ha detto:

    Ragazzi, lasciamo stare la chiesa bergogliana e convertiamoci all’ebraismo. Tanto la salvezza delle nostre anime non la perdiamo, lo garantisce il Povero Santo Padre. I veri profeti sono ormai nelle sinagoghe, non nelle sagrestie. Lo dimostrano queste profezie di Ben Gurion alla rivista Look nel 1962 per la fine del millennio:
    “The image of the world as traced in my imagination — the increasing influence of the farmers and workers, and the rising political influence of men of science, may transform the United States into a welfare state with a planned economy. Western and Eastern Europe will become a federation of autonomous states having a socialist and democratic regime. With the exception of the U.S.S.R. as a federated Eurasian state, all other continents will become united in a world alliance, at whose disposal will be an international police force. All armies will be abolished, and there will be no more wars. In Jerusalem, the United Nations (A truly United Nations) will build a shrine of the Prophets to serve the federated union of all continents; this will be the seat of the Supreme Court of mankind, to settle all controversies among the federated continents.”
    Ava naghila!

    • Rafael Brotero ha detto:

      Ho dimenticato qualcosa:
      “The Cold War will be a thing of the past. Internal pressure of the constantly growing intelligentsia in Russia for more freedom and the pressure of the masses for raising their living standards may lead to a gradual democratization of the Soviet Union.”

      • Milli ha detto:

        In questo caso ha predetto il giusto, ma questo non basta per volersi convertire all’ebraismo o a qualsiasi altra cosa, giusto? Viva Cristo Re e Maria SS.❤

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    Al di là di ogni polemica, da una parte e dall’altra, la questione si risolverebbe molto serenamente, rapidamente, e risparmiando anche tanti soldini dello Stato:

    Buono scuola a costo standard, subito. Dall’asilo all’Università.

    Così i genitori possono mandare i figli alle scuole di loro fiducia, senza pagare due volte, tasse di Stato e rette scolastiche, e dove non gli fanno il lavaggio del cervello, come han fatto a questi di Bologna. Ci sono dei partiti che ce l’hanno nel programma? Solo uno, il “Popolo della Famiglia”:

    https://www.popolodellafamiglia.info/blog/articolo/panero-popolo-della-famigliadieci-punti-per-far-crescere-il-partito.html

    Ciascuno faccia le sue considerazioni.

    • Luigi ha detto:

      Pier Luigi, concordo con te. Il problema di fondo è cosa e come insegnano ai nostri figli nella scuola statale e in molte volte ormai nella paritaria (dove le differenze sono spesso ormai minime).
      Io ho trovato una scuola con educazione parentale per mio figlio e gli ottimi risultati si vedono.
      Dobbiamo ripartire da questi modelli di scuola per educare i nostri figli.

      • Borghese pasciuto ha detto:

        Se volete mandare i vostri figli a scuola per recitare rosari e ave Maria, pagatevela da soli e non svuotate le tasche a me.

        • Sherden ha detto:

          sei talmente ottuso da non capire che il buono scuola non farebbe altro che RESTITUIRE alla famiglia dello studente quello che già paga con le tasse…

          • Borghese pasciuto ha detto:

            Alle famiglie non si deve restituire proprio nulla!
            Tutti devono (dovrebbero) contribuire, secondo le proprie possibilità e dunque in modo progressivo, al mantenimento e all’erogazione dei servizi pubblici, fra i quali non rientra la recitazione del rosario.
            Se oltre a pagare le tasse per la scuola pubblica, uno vuole spendere altri quattrini per una scuola privata (non solo cattolica, beninteso), si accomodi, ma nessuno sconto sulle tasse!
            Oppure lei faccia come si fa a Napoli (così dicono, almeno) con il caffè: lasci un rosario pagato per chi non se lo può permettere.
            Ma non rompa le scatole a me e a chi non ha ragnatele religiose nella testa.

          • Sherden ha detto:

            “alle famiglie non si deve restituire proprio nulla”
            Mai proclama fu più chiaro di questo.
            Non c’è bisogno di aggiungere altro.

          • Grog ha detto:

            Caro borghese, se non hai ragnatele religiose per la testa e vuoi tenere liberi quei quattro neuroni che possiedi perché frequenti questo blog?. Vattene a pascolare nel sito di repubblica, del partito di bibbiano oppure in quello degli invertiti che, direi, più ti si confanno.

        • Iginio ha detto:

          Il problema è che le scatole le sta rompendo lei. E da parecchio.
          Dato che paghiamo le tasse non a Dio, ma allo Stato, entità umana, abbiamo tutto il diritto – il diritto, capito? – di sindacare come i nostri soldi sono spesi. E spenderli per insegnare che Dio e la Madonna fanno ridere, l’uomo discende dalla scimmia – si rilassi: l’uomo NON discende dalla scimmia – e il comunismo e il Pd sono belli e giusti, ecco, diciamo che non ne vale la pena.
          O diciamo che è una rottura di scatole bella grossa, che quelli come lei propinano da decenni contando sull’ignavia di alcuni e fraintendendo la pazienza di altri.

          • Borghese pasciuto ha detto:

            In effetti su una cosa ha ragione e dobbiamo essere tutti, io per primo, più precisi: l’uomo non discende dalla scimmia bensì, con un accettabile grado di approssimazione nella definizione, l’uomo E’ una scimmia (io personalmente ne sono molto orgoglioso, non so se le povere scimmie lo siano altrettanto).
            Per il resto:
            – PD e comunismo non possono stare nella stessa frase;
            – lo stato non si deve si deve proprio occupare di dio e madonna.
            Quanto a chi rompe le scatole a chi, lei non si immagina di quanto fastidio, da millenni, sopportano i poveri atei come me!

          • EquesFidus ha detto:

            Eh sì, proprio un povero disgraziato, sei messo peggio dei “reazionari” in Vandea o sei cristiani nei gulag, tu. Ma verrà il giorno in cui anche voi comunisti pasciuti dovrete rispondere della vostra ideologia,che spero verrà equiparata a quella nazi-fascista e messa fuori legge il prima possibile. Poi vedremo se lo Stato, che”non deve niente” alle famiglie, ti piacerà ancora.

        • Pier Luigi Tossani ha detto:

          caro borghese pasciuto e pure totalitario, evidentemente, con te, ho toccato un nervo scoperto. Non c’è problema, pensala come vuoi, questo è un Paese libero ;-))))

          Per coloro che, invece. volessero approfondire seriamente il discorso del “senza oneri per lo Stato” all’art. 33 Costituzione, segnalo questa lettera aperta del Popolo della Famiglia Area Fiorentina al presidente della repubblica, Sergio Mattarella:

          https://www.facebook.com/popolodellafamigliafirenze/posts/2449735161972544

      • Pier Luigi Tossani ha detto:

        grazie Luigi, senno’ si parla e si riparla all’infinito, senza andare mai al punto della questione

  • Adriana ha detto:

    Mi pare però che l’ignoranza di questi ” studenti ” ( sic ! ) venga ampiamente solleticata dai ” pesci prete ” che guidano il branco natante di Avvenire . I ” pesci prete ” esistono e sono nostrani : date un’occhiata in rete .Sono mimetici : sembrano ” piumini di cipria ” , ma , se sfiorati, pungono e iniettano veleno , quando non , addirittura , scossette elettriche . Nel gran mare della politica che porta barconi Salvini avrebbe potuto evitarli ? Forse si , ma solo invitandoli a pregare la Pachamama – o , in difetto , MaterMatuta – al posto della Madonna .

    • GMZ ha detto:

      Preti-palla: velenosi fugu che fanno i fighi colla fede degli altri.
      Possono giusto andare a braccetto con le sardine, con cui hanno molto in comunismo.

      • Adriana ha detto:

        GMZ ,
        inevitabile perchè la liquidità del neocattolicesimo progressista attuale rappresenta l’habitat ideale per ogni genere di pesci , per
        non parlare dei pesciolini rossi che cantano : ” Bella , ciao ” .

  • stilumcuriale emerito ha detto:

    Chiedo scusa . So che può capitare a tutti , scrivendo, di lasciarsi sfuggire qualche errore. Ma certi svarioni non si possono lasciar passare sotto silenzio.
    “Liberaci dal Male” non è nel Credo (professione di fede) ma nel Padre nostro (preghiera insegnata da Gesù ai discepoli).
    “Ama il prossimo tuo come te stesso ” non è “cosa inaudita per l’antichità” nè cosa predicata per la prima volta da Gesù. Nel Vangelo figura come risposta data da Gesù ai Farisei citando quanto scritto in Levitico (AT- Pentateuco) cap. 19 vers.18 che recita testualmente : –Non ti vendicherai e non serberai rancore contro i figli del tuo popolo, ma amerai il tuo prossimo come te stesso. Io sono il Signore.–

    • Mauro ha detto:

      In effetti lo svarione in cui sono incorso è a dir poco colossale. Come colossali sono le pubbliche scuse che porgo a tutti i lettori.
      Le dimensioni della gaffe fanno peraltro capire che di svarione si tratta e non di crassa ignoranza.

  • Luigi ha detto:

    I ragazzi sapientoni di Bologna (capre!) che hanno capito tutto dalla vita dovrebbero per prima cosa STUDIARE bene cosa significa Immacolata Concezione e che non ha nulla a che fare con la Perpetua Verginità di Maria Santissima e poi stare zitti di fronte a tanto Mistero.
    Prima di essere blasfemi sono capre, come direbbe Sgarbi. Tanto per ricordarci cosa è oggi la scuola italiana.
    https://lanuovabq.it/it/immacolata-concezione-da-duns-scoto-la-spiegazione-decisiva

  • Sherden ha detto:

    Nihil sub sole novi.
    Le femen, parenti neanche tanto lontane della galassia di imbecilli insultatori di professione, ebbero a dire un giorno che se la prendevano con i cattolici ma non con i musulmani (sebbene avessero molti più motivi) perché non erano mica “islamofobe” (delitto imperdonabile per il mainstream buonista).
    In realtà, come chiunque ha perfettamente capito, temevano le pallottole.
    Strategia del vigliaccamente corretto, perfettamente aderente a certa ideologia sinistrese per la quale insultare il nemico politico è perfettamente lecito (ma la commissione Segre non ha mai nulla da dire?), salvo innalzare lamentazioni universali quando qualcuno tocca loro.
    Avvenire? Fa lo stesso mestiere: ogni occasione è buona per bastonare il nemico, anche quando dicesse cose di cattolicissimo buon senso. Sarebbe stato troppo, per i suoi pennivendoli, stigmatizzare solo gli insultatori seriali lgbtq, e così una mazzatina a Salvini mette le cosucce a posto.
    Magari un bel viaggetto da Schonporn a godersi uno spettacolino in cattedrale e ci si riconcilia, che diamine…

  • Claudius ha detto:

    Tra le righe si capisce che alla curia di Bologna in realta’ dispiace di avere dovuto muovere il deretano per chiedere al rettore di fermare il party blasfemo. Lo si capisce tra le righe dell’articolo-supercazzola di Avvenire.
    Leggete bene:

    “…Che d’altronde, sebbene rivendicando diritti gay e lesbici, ha un retrogusto vecchio, il sapore dell’antica goliardia delle università di prima del ’68..” D’altronde…. .sebbene…. sapore….

    “…Bene, ragazzi, risponderesti, ma la Madonna cosa c’entra? …”
    Davvero? “Bene” potrebbe rispondere l’articolista e i parenti suoi, non certo io.

    “…Non è forse allora anche la fede in Cristo, e in sua madre, e nella sua maternità che pure sfugge alla logica umana, qualcosa che merita rispetto al pari almeno di ogni declinazione di gender?” Quindi insomma la fede in Cristo e’ “almeno uguale” all’ideologia del gender e dei LGBTQ. Magari quindi anche solo “uguale”. Insomma per questo individuo scrivente (definirlo giornalista mi pare eccessivo, “uomo” addirittura offensivo e anzi forse visti i guanti con cui tratta i pervertiti, magari si offenderebbe l*i…) c’e’ poca differenza, pare di capire.

    Queste articolesse vanno lette tra le righe, per capire cosa vogliono dire veramente. E letto tra le righe, questo sprloquio lagnoso fa capire che a questi qui non dava fastidio poco o niente la festa dei pervertiti ma solo il fatto di avere “dovuto” per forza, dopo il tweet del senatore della Lega Simone Pillon, altrimenti se ne sarebbero restati al caldo pasciuti a benedire i “ggiovani” che si battono contro le discriminazioni. Questa e’ la verita’. Della Madonna non gliene frega niente.

    La cosa e’ poi definitivamente dimostrata dal rantolo contro Salvini, in un “non sequitur” da campionato del mondo, che occupa la seconda meta’ di questa indecente lenzuolata. Poiché infatti un senatore della Lega gli ha rotto le uova nel paniere, ecco che occorre punire Salvini, che della Lega e’ il capo.

    Do’ a tutti voi un consiglio. Se volete veramente capire cosa hanno in testa queste menti contorte, ambigue e manipolatrici che popolano le gerarchie di questa neochiesa bergoglionide, imparate a leggere fra le righe. Non date retta a quello che proclamano e alle supercazzole che scrivono ma badate a COME lo scrivono: e’ li’ che si tradiscono e viene fuori la loro vera (marcia) natura.

    • EquesFidus ha detto:

      Questi hanno più timore delle elezioni che di Dio.

      • Maria Cristina ha detto:

        La Chiesa modernista , di cui Bologna e il suo Vescovo sono un fulgido esempio, ha una sola idea per riportare i fedeli e soprattutto i giovani che fuggono a gambe levate nel recinto del gregge di Pietro: lasciar fare/pensare/dire / credere tutto quello che gli pare. L’ ideona e’ questa: i fedeli ( i clienti) si assottigliano che fare per recuperare consensi? Certo non proporre verita’ regole, una scelta di vita difficile , se no fuggon ancora di piu’ .Al contrario aperti, dialoganti, tolleranti, di manica piu’ che larga tollerare tutto ma proprio tutto, peccati, bestemmie, idolatrie, idee false, comportamenti sconci, ignoranza della dottrina , tutto deve essere tollerato e soprattutto NON GIUDICATO.Questa e’ la grande idea dei modernisti . Sta funzionando ? Non mi pare.
        Chi e’ attratto dalla verita’ e Dalla bellezza non rifugge da difficolta’ , regole, limitazioni. Lo sa per esempio chi studia uno strumento musicale. Nessuno si affiderebbe ad un maestro perche’ “ buono” nel senso che lascia passare ogni stonatura, ogni nota sbagliata, ogni incapacita’ , anzi, tutti vogliono il maestro piu’ ’ Severo ed esigente perche’ un buon addestramento produce un buon musicista.
        Per cui l” ideona dei modernisti non porta alcun risultato: non e’ facilitando e quasi livellando ogni difficolta’ , che avremo piu’ credenti , anzi. La Chiesa ufficiale ha perso ogni credibilita’ e ogni fascino Anche se finge di essere buona e tollerante.

        • stilumcuriale emerito ha detto:

          Detto in altre parole: se al cavallo molli le briglie sul collo, il cavallo va dove vuole. E se lo zuccherino glielo dai prima che salti l’ostacolo non salterà più. Questi nuovi conducenti della chiesa che va a pezzi ignorano persino le regole più elementari della psicologia. Anzi, le applicano al contrario, come del resto fanno con la Parola di Dio e la sua legge.

  • Monica ha detto:

    Lo diceva anche il sagrestano a Cavaradossi : scherza coi fanti..

  • Alessandro ds ha detto:

    “At god angry” crea la sua “chiesa” con pastori transgenden.
    Sono finiti anche sui telegiornali esteri, ma a noi nessuno dice niente.
    ( San Ambrogio ” non bastano tutte le ore di un giorno, per riuscire a nominare tutte le sette di eretici esistenti )

    https://youtu.be/YQlaKNGHFGM

  • Steve ha detto:

    Curioso però che tutt parlino del “Fiat” e di Gabriele, confondendo con l’Immacolata Concezione

    • Faramir ha detto:

      Tranquilli, sta tramontando l’odio e si annuncia un orizzonte di pace. Sono finalmente giunte in soccorso le sardine.
      L’Italia ritroverà la democrazia, la giustizia, i diritti, e tanto tanto benessere economico, sociale e spirituale, perduti con il Populsovrannazfascismo di Salvini.

    • Milli ha detto:

      E vero, pure il Don si è sbagliato alla grande. Che capra.