IL PONTEFICE, STILUM, E QUALCHE SASSOLINO NELLE SCARPE…

30 Novembre 2019 Pubblicato da 78 Commenti --

 

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, ho visto una cosa che mi ha creato disagio. Il Pontefice regnante è andato in visita alla Cittadella della Carità  in occasione del 40° anniversario dell’istituzione della Caritas diocesana a Roma. Ecco, la cosa che mi ha creato un certo –come dire? – fastidio è stato il modo in cui si è congedato dalle persone che erano lì. Guardate il video. Il suo congedo è stato: “Adesso chiederò al Signore che benedica tutti voi, tutti voi. Dio benedica tutti voi e vi accompagni nel cammino della vita. Amen”. E va bene, direte voi, che vuoi che sia…ma il fatto è che l’ha ripetuto: vale a dire che ricevendo i ragazzi e i bambini – una quantità – per il ricordo della sua enciclica ecologica Laudato Sì, alla fine li ha di nuovo esortati a pregare l’uno per l’altro, senza dare la benedizione. Come potete vedere qui

Parole gentili e piene di sentimento. Ma sarò un po’ stupido, sarò un po’ formalista, se il Vicario di Cristo in terra mi saluta trovo che una benedizione: nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo sia più confortante. E se vogliamo, senza voler insegnare il mestiere a nessuno, figuriamoci, forse rientrerebbe meglio nel personaggio: è il Papa, e se non benedice lui nel nome della Trinità…poi sta a chi lo ascolta ricevere o meno la benedizione. Come mi hanno sempre detto i miei amici ebrei, una berakà non si nega a nessuno. E se questa omissione è dovuta al pensiero che lì, nella platea, potevano essere presenti persone di altre fedi, il disagio cresce. Non credo che a nessun imam venga in mente di non dire “Bismillah”, per non offendere (?) i diversamente credenti, o a un ebreo di togliersi la kippah per lo stesso motivo. E allora perché privare del calore di una benedizione nel nome della Trinità i molti cristiani presenti?

§§§

È giornata di sassolini papali nelle scarpe. Il secondo è cinese. Sull’aereo che lo riportava a Roma dal Giappone gli è stata posta questa domanda:

– Santo Padre, sul volo da Bangkok a Tokyo ha mandato un telegramma a Carrie Lam di Hong Kong. Che cosa pensa della situazione lì, con le manifestazioni e con le elezioni comunali? E quando potremo accompagnarla a Pechino? –

“I telegrammi si mandano a tutti i Capi di Stato, è una cosa automatica di saluto ed è anche un modo cortese di chiedere permesso di sorvolare il loro territorio. Questo non ha un significato né di condanna né di appoggio. È una cosa meccanica che tutti gli aerei fanno quando tecnicamente entrano, avvisano che stanno entrando, e noi lo facciamo con cortesia. Questo non ha alcun valore nel senso della sua domanda, ha soltanto un valore di cortesia. Per l’altra cosa che lei mi dice: se ci pensiamo, poi, non è soltanto Hong Kong. Pensi al Cile, pensi alla Francia, la democratica Francia: un anno di gilet gialli. Pensi al Nicaragua, pensi ad altri Paesi latinoamericani che hanno problemi del genere e anche a qualche Paese europeo. È una cosa generale. Che cosa fa la Santa Sede con questo? Chiama al dialogo, alla pace, ma non è solo Hong Kong, ci sono varie situazioni con problemi che io in questo momento non sono capace di valutare. Io rispetto la pace e chiedo la pace per tutti questi Paesi che hanno dei problemi, anche la Spagna. Conviene relativizzare le cose e chiamare al dialogo, alla pace, perché si risolvano i problemi. E infine: mi piacerebbe andare a Pechino, io amo la Cina”.

Ecco, io penso tutto il male possibile della repressione in Francia (se avvenisse in qualsiasi altro Paese, magari con un governo di destra, li sentireste gli strilli dei mass media italiani e non….) ma paragonare Parigi e Santiago e Madrid a Pechino, cuore di una delle dittature più crudeli presenti attualmente sul pianeta, è una banalizzazione eccessiva. Poi, dire che non sa valutare…suvvia: solo su migranti e sovranismo si sente in grado di parlare a raffica? Si capisce tutto: il desiderio di essere il primo papa a giungere a Pechino, fare quello che nessun altro ha fatto, e per cui è stato siglato un accordo provvisorio che ha dato mano libera al governo comunista nello stringere la morsa sulla Chiesa cattolica. Però…e la mozione degli affetti finale: “Io amo la Cina”!

§§§

Il terzo sassolino sono le parole pronunciate alla Commissione Teologica Internazionale.

Venerdì scorso il Pontefice ha detto, fra l’altro: “E vorrei ribadire alla fine una cosa che vi ho detto: il teologo deve andare avanti, deve studiare su ciò che va oltre; deve anche affrontare le cose che non sono chiare e rischiare nella discussione. Questo però fra i teologi. Ma al popolo di Dio bisogna dare il “pasto” solido della fede, non alimentare il popolo di Dio con questioni disputate. La dimensione di relativismo, diciamo così, che sempre ci sarà nella discussione, rimanga tra i teologi – è la vostra vocazione -, ma mai portare questo al popolo, perché allora il popolo perde l’orientamento e perde la fede. Al popolo, sempre il pasto solido che alimenta la fede”.

Ecco, detto da chi con Amoris Laetitia ha sparso incertezze epocali, divisione e confusione da tempo sconosciute nella Chiesa, e che si è rifiutato, e si rifiuta di rispondere a richieste di chiarimenti, petizioni, o anche semplicemente dare udienza a cardinali che proprio questo vorrebbero: avere da lui il pasto solido della fede, beh insomma, come vogliamo definirlo? Clericalismo?

§§§




 

STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK C’È LA PAGINA

stilumcuriae




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

78 commenti

  • Maria Grazia ha detto:

    Nonostante ormai conosciamo bene il modo di procedere del nostro Santo Padre, riesce, comunque, sempre a sorprenderci!
    DOTT. TOSATTI, io ritengo che il Papa rifiutandosi di dare la Benedizione ai ragazzi, come Vicario di Cristo, non solo li abbia privati “del calore” ma addirittura della ” forza divina” che viene trasmessa nella benedizione stessa!
    Io vorrei capire Bergoglio cos’ha compreso della Teologia: non solo l’ha studiata ma addirittura l’ha insegnata! Se afferma che comunicare ai fedeli i risultati degli studi teologici compromette la fede dei Cristiani, in quanto a loro va solo fornito “cibo solido”, qual è la funzione della Teologia? Parlare , in modo approfondito, di tutto quello che concerne Dio ( che è, poi, la funzione fondamentale della Teologia) per Bergoglio è forse fantascienza?

    • Alessandro ds ha detto:

      Ricordate che questa frase di Bergoglio è stata detta dopo che è arrivata la denuncia di Conclave invalido a “Walter Kasper” il teologo eretico.
      Io ci vedo un modo per incominciare a sminuire il fatto che è un teologo eretico. Facendo credere che è “lecito per il teologo spingersi fino all’eresia nei suoi studi”, però proprio perché toccanti l’eresia, non vanno esternati ai fedeli.
      È un modo per cercare di far passare per lecito, quello che non è assolutamente lecito, anzi, condannato fermamente.
      È furbo il serpente. Ma lui pensa che gli altri sono stupidi. Io l’ho capiro subito che il vero intento è di cetcare di far sembrare leciti gli studi dei teologi che spingono fino all’eresia.
      Svegliatevi.

      • arrobs ha detto:

        Giusto. Bravo Alessandro. La tua denuncia sta facendo tremare molti in Vaticano!

        • Alessandro ds ha detto:

          So che scherzi e ti burli fratello, ci sta bene la burla.
          Magari fosse vero, questi non tremano nemmeno davanti a Dio.
          Però a volte si percepisce clamorosamente come iniziano a rigirarsi i discorsi che gli sono scomodi.
          Bergoglio non ha mai fatto un discorso che toccava i teologi e i loro studi, anzi.
          Stranamente ora parla degli studi spinti dei teologi, che potrebbero non essere compresi da quei sempliciotti dei fedeli….
          Ma lo avete capito il significato di quello che ha detto, oppure no?
          E fatalità il suo braccio destro teologo Kasper è appena stato denuncuato pubblicamente.. fate voi…
          È tutto un caso….

  • Nicola Buono ha detto:

    https://lanuovabq.it/it/davanti-agli-uomini

    La non benedizione ai cattolici ( perché di fronte a persone di altre fedi religiose) mi ricorda il passo evangelico:” ma chiunque mi rinneghera’ davanti agli uomini….”

  • Lia ha detto:

    Confesso che della benedizione di un papa così ne faccio volentieri a meno. Per dirla tutta non la gradisco affatto

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    In realtà al Papa si possono far passare molte cose o, almeno, lo si può giustificare.
    Ce ne sono però alcune che non si possono tacere e che considero di una gravità oggettivamente inaudita, anche se non ne giudico la coscienza.
    1) La difesa, ormai certa, di pedofili e abusatori come Zanchetta e Mc Carrick.
    2) Il NON RISPONDERE. Non solo ai dubia, ma a tanti dubbi che lui ha creato e che penso sappia di aver creato.
    3) Permette le eresie e le blasfemie. Ad esempio ha taciuto nel caso del Vescovo che ha benedetto una coppia di omosessuali quasi a riconoscere una certa validità alla loro “unione”, e ha taciuto quando il generale dei Gesuiti ha detto che il diavolo non esiste.
    4) Non difende la fede e non conferma nella fede ma, anzi, fa confusione e sembra volrla fare apposta, come nelle intervisti a Scalfari.
    5) Fa politica, cosa molto grave. E, cosa ancora più grave, sembra approfittare della sua posizione per millantarla come fede, arrogandosi un potere che non ha. Non può far passare per fede ciò che non lo è. Non può obbligare ad essere immigrazionista quando i numeri (e i Vescovi africani) dicono che l’immigrazionismo ammazza più migranti e ne impoverisce ancora di più. E’ come dire che è di fede che il Sole gira intorno alla Terra!
    6) Ha permesso in culto della Pachamama. Non ha detto che va venerata, ma lo ha permesso! Per cui, anche non si può dire che è eretico, anche se è lecito avere dei dubbi sulla sua fede, si può certamente dire che favorisce, o, almeno, ha favorito, l’eresia.

    • Adele Magnanini ha detto:

      Cioe’ il suo modo di ‘fare il papa’. Ormai non si nasconde piu’. NON CREDE- NON BENEDICA, a meno che non ci facciamo sentire sui quot. Cattolici: avvenire, Vatican news, altri.

      Credo ne abbiamo tutti abbastanza.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Quello che il Papa dice sui teologi è vero, anche se poi lui al popolo non dà una dottrina di fede sicura, ma si mostra sicuro solo sulle opinioni politiche che però, per sua disgrazia, non hanno nulla a che fare con la fede e, anzi, sono CONTRO la fede, per cui il cattolico si sente obbligato a NON seguirle.
    E mica i cattolici sono scemi. Fedeli sì, riguardo la fede, ma scemi no.
    Ma, sebbene io ami la sana dottrina, e ne ho sempre trovato giovamento anche pratico, non mi piace quando dei tradizionalisti danno dell’eretico a teologi come Maritain, che ha amato la Chiesa e è sempre stato sottomesso ad essa.
    Perfino Teilhard de Chardin ha sempre UBBIDITO.
    Un teologo è un esploratore e può sbagliare in certe conclusioni, l’importante è che non pretenda di di saperne più della Chiesa ma si sottometta.

    • Adriana ha detto:

      ASTORE ,
      mi piace la definizione del teologo come esploratore . Io però ci
      aggiungerei ” colonizzatore ” , perchè nel territorio nuovo che l’esploratore scopre , gli abitanti autoctoni così come i compagni di costui vengono indotti a seguire le regole da lui stabilite , dato che la ricerca non è fine a sé stessa .
      In questa congiuntura si può dire , ( come asseriscono i suoi fans ),
      che è proprio Bergoglio a voler essere teologo . Anzi , a voler avocare a sé la nuova teologia . ( E non si dispiace per gli altri ) .

    • IMMATURO IRRESPONSIBLE ha detto:

      Scusa Astore, ti riferisci anche al Maritain del “Contadino della Garonna” ?; su Teilhard non mi importano tanto gli atteggiamenti personali (e’ tutta la vita che i miei amici, cattolici “progressisti” mi annoiano con le loro infatuazioni per immaginari “profeti”, “anticipatori” , naturalmente vittime di una gerarchia ottusa e retriva) quanto le sue speculazioni parafilosofiche che, invece di finire nel meritato oblio, hanno messo radici in una cultura cattolica gravata da un (immotivato) senso di inferiorita’ nei confronti delle scienze sperimentali. Il magnifico risultato lo vediamo oggi: Teilhard, dimenticato dalla paleontologia, e’ ancora ( Astore, non parlo di te!) “venerato” da laici e presbiteri, che, affascinati dal “Cristo cosmico”, oggi si inchinano alla “madre terra” ec ec …… Insomma, al di la’ dei casi particolari, oggi nella Chiesa il compito docente e’ quasi totalmente svolto dai nipotini di quei novatori e modernisti che, per troppo lassismo non vennero censurati come sarebbe stato opportuno.
      I risultati ? Ce li dicono le statistiche sulla partecipazione ai sacramenti, per esempio; mentre i teologi “esplorano” ancora concetti come “noosfera” !

  • Nicola Buono ha detto:

    Evidentemente le ” non benedizioni ” piacciono tanto ai troll cattocomunisti pro UE ( di cui amano tantissimo la bandiera). P.S. in caso dovesse passare il MES( speriamo di no) grazie a PD e M5S che causerà lacrime e sangue per il popolo italiano, almeno una piccola soddisfazione ci sarà. Le lacrime e sangue riguarderanno ANCHE troll cattocomunisti e sinistroidi pro UE nonché le loro famiglie e figli. Che ci volete fare , sono anti italiani e masochisti.

  • Lucy ha detto:

    Non è la prima volta che Bergoglio non benedice nel nome della Santissima Trinità , basta ricordare la non – benedizione dei giovani a Palermo nel settembre 2018 per ” rispetto ai giovani di altre tradizioni religiose e anche alcuni agnostici” .Questo termine “rispetto “(una variante è l’offesa alle altre fedi ) è un assist formidabile a quanti nel mondo laico culturale e politico vogliono eliminare qualsiasi segno e riferimento pubblico alla fede cristiana e cattolica , inoltre è uno degli ormai innumerevoli segnali che dimostrano che non intende fare il papa neppure col gesto più identitario della Fede e che a lui della Croce, di Cristoe della Sua Chiesa non importa proprio un bel niente.

    • Corrado ha detto:

      Scusate, oramai non seguo più l’Angelus domenicale, ma Francesco l’impartisce ancora la relativa benedizione? Chi mi può rispondere?

  • EquesFidus ha detto:

    Mi permetto di andare OT con una notizia che, si spera, aprirà gli occhi a diversi membri del forum su “Sardine” e pescetti vari: per testimonianza oculare, posso dire con certezza che:
    1) La componente media di questo movimento sono
    comunisti ex sessantottini e settantottini, quindi, alla faccia del movimento “giovane” e “fresco”, per lo più si tratta di personaggi tra i sessanta e i settant’anni (e, garantito, l’età media nella piazza era quella, se si esclude parenti e nipoti vari), nostalgici delle rivolte della loro gioventù.
    2) Già com’era nel nome, la manifestazione era solo ed esclusivamente rivolta contro Salvini e la Lega e, al contrario di quanto dicono (mentendo) gli organizzatori, come ho già detto si tratta di una manifestazione della sinistra rivoluzionaria, socialista se non direttamente radical-comunista, a partire dalla composizione del pubblico. Quindi, non è affatto vero che si tratta di una manifestazione apartitica, bensì è l’ennesimo correre al ripari per mantenere l’egemonia culturale da parte di una sinistra corrotta ed oppressiva, per ribadire la “dittatura soft” in cui viviamo. Posto il fatto, come ho già detto, che per me Salvini non è nulla di che (e certamente non il “salvatore della Patria” proclamato da alcuni), trovo questi espedienti per convincere la gente che questa non sia una manifestazione pilotata dai soliti (sinistra rivoluzionaria e PD in testa) sono ridicoli quando non ripugnanti.
    3) Costoro non hanno alcuna idea o buona intenzione: il loro unico scopo, come ho detto sopra, è mantenere lo status quo con ogni mezzo. E’ come soffiare il vetro o distruggerlo: tutti sono bravi a prendere un martello e spaccare una statuina in vetro soffiato di Murano, pochissimi sono coloro che hanno la maestria necessaria per realizzarla. Così sono le “sardine” e pescetti di branco (comunista) vari: non hanno proposte, non sanno cosa fanno o cosa vogliono, anzi una cosa la sanno, cioè che non vogliono più Salvini al governo perché farebbe crollare il sistema egemonico e clientelare che fa loro comodo. Costoro sanno solo distruggere, non costruire: non hanno proposte, non hanno idee, non sanno dire e fare niente se non ripetere slogan progressisti triti e ritriti ed odiare il prossimo (in questo caso, Salvini e la Lega).
    In definitiva, non credete a quello che dicono sui giornali: le “sardine” sono per lo più personaggi di mezza età e non giovani, non hanno alcuna idea se non mantenere la morsa della sinistra su questo Paese e non sono affatto un movimento spontaneo ma organizzato dai partiti di sinistra. Inoltre, non credete ai numeri che dichiarano i comunisti e giornali affiliati: Piazza della Repubblica non è la più grande di Firenze, anzi è abbastanza piccola, non potevano essere più di 10-15000, di certo non 40000 come asseriscono (mentendo, secondo una tattica ben irregimentata dalla sinistra) gli organizzatori, e molti venivano da fuori Firenze.

    • EquesFidus ha detto:

      Permettetemi infine, come postilla, una previsione-provocazione: quando ci scommettere che, in caso di caduta dell’attuale governo nel breve-medio periodo (diciamo tra ora e un anno), nascerà un “Partito delle Sardine” con lo scopo di sottrarre i voti utili degli indecisi a FdI e Lega o, al massimo, senza vergogna tali voti “apartitici” confluiranno in PD e derivati che si arrogheranno la paternità della piazza in salsa “antifascista”?
      P.S.: fossi nei panni dei leghisti, comincerei a querelare organizzatori e compagni vari ogni volta che li danno dei fascisti: va bene che siamo in una dittatura “soft” e che, quindi, sortirebbe scarsi effetti, ma almeno sarebbero noia ai rossi.

      • EquesFidus ha detto:

        *Quanto ci scommettete: mannaggia al T9, scusate.

        • Adriana ha detto:

          EQUES FIDUS ,
          confermo . C’ero anch’io ! . Domandina : Se le sinistre Sardine aiutassero la vittoria delle Sinistre , Bergoglio le benedirebbe con un bel segno di Croce , oppure le accoglierebbe rallegrandole con una coreografia
          dedicata a Madre Matuta come i suoi lanzi ( o ganzi ) presbiteri
          hanno fatto ad Albenga ?

  • Angelo ha detto:

    Ma se è dimostrato che Bergoglio non è Papa, come da indaggine di Alessandro, l’accordo coi musi gialli è carta straccia no?

    • Dubia ha detto:

      Non e’ “dimostrato”, nemmeno dopo questi 2 giorni di confronti.
      Alessandro ds ha avanzato delle tesi, le ha difese e argomentate, qualcuno (20 luglio) ha proposto delle utili delucidazioni.
      Alessandro ds ha impugnato le elezioni (cosi’ riferisce) presentando denuncia al collegio dei Cardinali. Ora spetta a loro valutare, discernere, tirare le somme ed esprimersi…

  • maurizio rastello ha detto:

    “…Ma sarò un po’ stupido, sarò un po’ formalista,…”; non so se stupido, ma sicuramente formalista. Per mia fortuna ho ricevuto commenti assai diversi da chi ha partecipato all’incontro sull’enciclica, anche perché ragazzi al loro primo vis-a-vis col Pontefice. Gli altri due sassolini? Il nostro Tosatti quotidiano….

    • wp_7512482 ha detto:

      Invece io non ho dubbi per quel che riguarda Lei, Por TrollRastello…C’am staga bin.

      • stilumcuriale emerito ha detto:

        I troll hanno cambiato nome e sesso, appaiono intellettualmente superiori , ma si riconoscono a vista, per chi ce l’ha.

        • Vexata Quaestio ha detto:

          Interessante, a me verrebbe da dire che cambiare nome e sesso e’ piu’ facile che divenire intellettualmente superiori in poco tempo. Che stiano frequentando un master accellerato per troll, o sono cosi’ sofisticati ed abili, che riescono a simulare livelli intellettuali diversi ?

    • Alda ha detto:

      Caro Rastrello…. Basta non venire più qui a sbirciare che non avrai più sassolini nelle scarpe

    • Pescatore di Troll ha detto:

      Deve essere comunque grama la sua domenica, se
      alla fine si riduce a visitare il blog che tanto la infastidisce.

    • COUNSELOR ha detto:

      Rastello….
      Se lei non sa chi e’ ci sono molti bravi specialisti
      che possono supportarla, attraverso un percorso
      di analisi.

  • Alessandro ds ha detto:

    X ANONIMO LITUANO, quello xhe hai detto non è possibile. Sarebbe un eresia. Il primato di Pietro sulla chiesa universale è Dogma. La frase che hai detto tu e che ha detto Bergoglio, è un eresia. Non pensarla più così. È sbagliato, diventeresti scomunicato latae sententiae se continui con questa tesi che hai espresso: Non ascoltare Bergoglio, lui è eretico fino al midollo.

    COSTITUZIONE DOGMATICA “PASTOR AETERNUS”
    Cap.I – Se qualcuno dunque affermerà che il beato Pietro Apostolo non è stato costituito da Cristo Signore Principe di tutti gli Apostoli e Capo visibile di tutta la Chiesa Militante, o che non abbia ricevuto dallo stesso Signore nostro Gesù Cristo un vero e proprio primato di giurisdizione, ma soltanto di onore, SIA ANATEMA.
    Cap.II – Se qualcuno dunque affermerà che non è per disposizione dello stesso Cristo Signore, cioè per diritto divino, che il beato Pietro abbia per sempre successori nel Primato sulla Chiesa universale, o che il Romano Pontefice non sia il successore del beato Pietro nello stesso Primato: SIA ANATEMA.
    Cap.III – Dunque se qualcuno affermerà che il Romano Pontefice ha semplicemente un compito ispettivo o direttivo, e non il pieno e supremo potere di giurisdizione su tutta la Chiesa, non solo per quanto riguarda la fede e i costumi, ma anche per ciò che concerne la disciplina e il governo della Chiesa diffusa su tutta la terra; o che è investito soltanto del ruolo principale e non di tutta la pienezza di questo supremo potere; o che questo suo potere non è ordinario e diretto sia su tutte e singole le Chiese, sia su tutti e su ciascun fedele e pastore: SIA ANATEMA.

    • Venerabile Beda ha detto:

      Quindi se si avverassero le profezie di Akita, dove a seguito
      di una ipotizzata grave crisi nella Chiesa “non vi resteranno che il Rosario e il Segno della,Croce”, con cio’ lasciando intendere che in quel tempo potrebbe anche non esserci un “Pietro”, allora dovremmo concludere che la Madonna e’ eretica e scomunicata ? Io ci andrei un po’ piano…

      • Alessandro ds ha detto:

        Dipende per quele motivo non c’è pietro. Se “il vero Pieteo c’è ed è esistente e legittimamente a capo della chiesa cattolica” è lui che comanda su ogni singolo fedele e pastore, in ogni parte del mondo. E le chiese locali e nazionali se non lo riconoscono sono eretici scomunicati.
        Se Pietro non c’è perché è un illegittimo, se c’è una sede vacante per un qualche motivo che non dipende dalla volontà di togliere l’autorità a Pietro, è un altro discorso.
        Mi perdoni, ma cone è arrivata a quella clamorosa distorsione delle mie parole? Io direi clamorosa distorsione anche delle parole della madonna, oltre che mie.

  • Giobbe ha detto:

    Rispondo a IRA DIVINA.
    Il Signore ve lo ha mandato come PROVA della vostra fede, come fece con me. Imparate da me e sopportate.
    Giobbe.

    [1] Quando un giorno i figli di Dio andarono a presentarsi al Signore, anche satana andò in mezzo a loro a presentarsi al Signore.

    [2] Il Signore disse a satana: “Da dove vieni?”. Satana rispose al Signore: “Da un giro sulla terra che ho percorsa”.

    [3] Il Signore disse a satana: “Hai posto attenzione al mio servo Giobbe? Nessuno è come lui sulla terra: uomo integro e retto, teme Dio ed è alieno dal male. Egli è ancor saldo nella sua integrità; tu mi hai spinto contro di lui, senza ragione, per rovinarlo”.

    [4] Satana rispose al Signore: “Pelle per pelle; tutto quanto ha, l’uomo è pronto a darlo per la sua vita.

    [5] Ma stendi un poco la mano e toccalo nell’osso e nella carne e vedrai come ti benedirà in faccia!”.

    [6] Il Signore disse a satana: “Eccolo nelle tue mani! Soltanto risparmia la sua vita”.

    [7] Satana si allontanò dal Signore e colpì Giobbe con una piaga maligna, dalla pianta dei piedi alla cima del capo.

    [8] Giobbe prese un coccio per grattarsi e stava seduto in mezzo alla cenere.

    [9] Allora sua moglie disse: “Rimani ancor fermo nella tua integrità? Benedici Dio e muori!”.

    [10] Ma egli le rispose: “Come parlerebbe una stolta tu hai parlato! Se da Dio accettiamo il bene, perché non dovremo accettare il male?”.
    In tutto questo Giobbe non peccò con le sue labbra.

    • Ira Divina ha detto:

      @Giobbe
      Ho consapevolezza che, come per te, Dio ha permesso questa prova è come me anche altri ne sono consapevoli. Ma è importante dirci e riflettere insieme su ciò che sta accadendo per confortarci e sostenerci vicendevolmente.
      “Il Signore ha dato, il Signore ha tolto, sia benedetto il nome del Signore!” E ” Vieni Signore Gesù!”

      • Giobbe ha detto:

        Ira Divina, pensa che io sono Santo per la Chiesa Cattolica, ma mi hanno tolto dal calendario e al mio posto ci hanno messo Giovanni d’Avila canonizzato da Paolo VI. Non servo più.
        [3] Perisca il giorno in cui nacqui
        e la notte in cui si disse: “È stato concepito un
        uomo!”.
        Questo vogliono.

  • Flavia ha detto:

    Concordo pienamente con Antonella e mi chiedo se Bergoglio si sia mai inginocchiato davanti al Santissimo per porsi in ascolto della Parola di Cristo e non di Lutero o degli imam o di chi per essi rappresenti l’ordine mondiale. Invece con molta umiltà e rispetto il Popolo di Dio si inginocchia adesso più che mai ponendosi in ascolto di Dio, assurgendo così per grazia di stato, alla dignità teologica che lui deve aver dimenticato per la strada.

  • Antonella ha detto:

    “ Il Passo della Fede”: la cosa offende in quel contesto sia per il declassamento di Popolo di Dio a Massa, incapace di ragionamenti più approfonditi in materia di Fede, nutrita quindi a tempi programmati con pastoni selezionati per le dosi giornaliere proprio come in un allevamento intensivo, sia per la polemica sterile nei confronti di una visione cristiana critica e soprattutto vigile sui relativismi e tutte quelle correnti che rischiano di confondere, impedendo di servire il Vangelo come chiede Gesù Cristo, piuttosto che subordinarsi a falsi vangeli, perseguendo fini ostinatamente mondani. Questo la dice lunga sulla mentalità bergogliana, nostalgicamente ancorata a sistemi di controllo settari e pervasivi sulle masse, simpatizzante delle ideologie, ma decisamente ostile su tutto quello che matura posizioni critiche. Sono queste per lui le vere frontiere sovversive da abbattere simulando ponti umani, e dunque, come potrà mai schierarsi per i popoli di Hong Kong, Aleppo, Santiago… che marciano versando sangue, rivendicando fede, pensiero, libertà? La città di Dio esige costruttori liberi, consapevoli di dover lottare come soldati in un campo spesso minato, e fino al sacrificio. Per quanto riguarda la teologia, non è riservata certamente al segreto delle alte sfere, perché non è settaria, tantomeno architettata per alimentare poteri nascosti, ma si coltiva per edificare IL POPOLO DEI CREDENTI IN CRISTO, facendo della Parola una Storia di Vita nel Tempo. Questo è il Suo dono di Sapienza, la Sua vera funzione. Per il “Il Pensiero Debole ( A. Strumia) una vera minaccia!

    • Antonella ha detto:

      Rettifico “Il Pasto della Fede”

    • sapienza ha detto:

      [4] Il nostro nome sarà dimenticato con il tempo
      e nessuno si ricorderà delle nostre opere.
      La nostra vita passerà come le tracce di una nube,
      si disperderà come nebbia
      scacciata dai raggi del sole
      e disciolta dal calore.

      E PASSERA’ ANCHE IL TUO.

  • Ira Divina ha detto:

    Non ci aspettiamo che questo venduto a Satana possa dare o fare qualcosa di buono per la fede Cattolica. Lui non è cattolico!
    Satana non benedice, lui è l’accusatore degli amici del Signore. Bergoglio è un venduto a satana che lo ha scelto come Giuda per tradire la fede Cattolica e dare inizio alla persecuzione. Lui gongola quando ci sono scandali e fa in modo che siano amplificati per screditare ancora di più la fede Cattolica. Come se in altre istituzioni non ci siano! Hanno per decenni arruolato nelle file della gerarchia centinaia di persone omosessuali e nei seminari non hanno vigilato e lo so per certo! Bergoglio è il frutto di questa formazione scadente e immorale! Per questo propina pappine di cui non si capiscono gli ingredienti! Lui deve generare confusione, lui è assenzio! Deve ubriacare i credenti di falsa dottrina e preparare l’avvento dell’anticristo. Occhio!

  • EA ha detto:

    Che il papa sia un opportunista in politica, prondo a svendere qualunque cosa pur di raggiungere i suoi scopi è acclarato.
    A proposito di Cina, vorrei ricordare che nel 2016, in occasione dell’incontro fra le religioni di Assisi, si guardò bene dal chiamare il Dalai Lama, un ospite fisso di questo genere di eventi, per non irritare il governo cinese.
    Papa Francesco, oltre ad avere svenduto la chiesa cattolica cinese in cambio di un piatto di lenticchie, ha disprezzato il Dalai Lama, perché disturba il potente regime comunista cinese, che piace tanto a Bergoglio.

    • ai tempi di internet ha detto:

      Ho ritrovato il libro sui
      LAOGAI
      ovvero i gulag di Maozedong
      L’autore è HONGDA HARRY WU
      l’anno di pubblicazione è il 2006.
      La prefazione è dell’autore, in collaborazione con un certo Toni Brandi . Il traduttore è un certo Roberto Spada.
      La casa editrice è l’Ancora del mediterraneo.
      Prezzo 15 euri.
      Sito internet
      http://www.ancoradelmediterraneo.it
      Testo o meglio studio serio e documentato.

  • Sulcitano ha detto:

    Dalla sera del 13 marzo 2013, JMB, iniziò il suo “ministero” petrino con un lugubre “buonasera” e da allora sono scese fitte le tenebre sulla Chiesa e sul mondo.Preghiamo con fede.
    SIA LODATO GESÙ CRISTO!

  • Raffaella ha detto:

    A me viene un gran nervoso solo a vederlo!!

    • stilumcuriale emerito ha detto:

      Da una parte l’odio fa strage, dall’altra il bugiardo ossequio inganna : sicché è più facile evitare l’avversario che sfuggire l’adulatore. ( Leone Magno , Sermoni XLIII, 1.)
      Ma l’amico Francesco non l’ha ancora capito. E per questo fa schifo.

  • Dafne ha detto:

    L’intervento a proposito del “pasto solido” della fede è stato per me illuminante: se la fede è oppio dei popoli allora è giusto propinarla alle menti semplici che ancora credono alla metafisica, ai miracoli, ai novissimi … a Cristo…
    I veri sapienti invece sanno che le cose stanno diversamente ma meglio non scandalizzare il popolo e lasciarlo nella sua beata ignoranza. Ecco perché il Papa dice bianco e subito dopo nero (ad esempio parla con Scalfari poi rimprovera i giudici sull’eutanasia). Se i pastori hanno perso la fede non possono e non vogliono che venga alla luce.
    Spero con tutto il cuore di sbagliarmi perché questa idea mi addolora profondamente e purtroppo mi scandalizzo ancora di quello che sento.

  • Alessandro ds ha detto:

    A voi sembra una coincidenza, che improvvisamente ha smesso di dare la benedizione papale, così all’improvviso, senza un apparente vero motivo?

    C’è una vecchia profezia di anguera che dice ” un falso si alzerà e un altro falso arrivera “. Dopo Bergoglio arriverà un altro falso Papa, ricordatevi queste parole.

    • Boanerghes ha detto:

      Dopo Bergoglio non arriverà un altro falso Papa

      • Alessandro ds ha detto:

        Speriamo fratello, questi sono potenti. Questi sono capaci di farci credere che sorgerà un oppositore a Bergoglio, che in realtà fa sempre parte della loro gang. Sono astuti.

      • anonimo lituano ha detto:

        Concordo, nel senso che non ci sarà più nessun papa nel senso tradizionale che abbiamo conosciuto. Ci saranno vescovi di Roma a capo della chiesa locale, che “presiede nella carità”, come Bergoglio preannunció testualmente poco dopo l’elezione.

  • Non Metuens Verbum ha detto:

    pasqua 1966, benedizione delle case, io chierichetto col secchiello e il parroco con l’aspersorio. Driin.. buongiorno Signora… ma noi veramente non siamo… va beh va beh, ma una benedizione non fa male a nessuno… e siamo entrati e ha benedetto e siamo ri-usciti. Ma era 53 anni fa.

  • Nicola Buono ha detto:

    Per quanto riguarda la non benedizione FORSE questo vuol dire che non solo non si sente Papa , ma adesso nemmeno Vescovo di Roma e quindi non può benedire…..? Boh ? Poi per quanto riguarda il ” pasto solido della Fede ” io mi nutro SOLTANTO degli scritti di : a) Padri della Chiesa b) Santi e Beati c) Catechismo di San Pio X. d) Insegnamenti dei grandi Papi della Storia. Il resto è fuffa o veleno . Se sento qualcosa in tv della nuova dottrina 2.0 é per capire quanto vicina sia all’orlo del burrone questa povera Chiesa. Preghiamo per la Chiesa Cattolica e per i suoi Ministri !!!

  • Iginio ha detto:

    Sulla Cina e Hong Kong, la figuraccia è davvero penosa.
    Tutto questo per poter dire che lui ha fatto l’accordo con la Cina e va in giro per il mondo a fare accordi con tutti così le guerre finiscono e tutti sono contenti e non si litiga più. Come se prima di lui non l’avesse mai desiderato nessuno. Davvero penoso. Oppure paranoico. Condire poi tutto questo girovagare e sentenziare a ruota libera con “è un frutto dello Spirito”, come fanno gli apologeti intellettualoidi e teologastri, non è neanche blasfemo, dato che non si sa di quale Spirito si tratti (ma sembra piuttosto quello hegeliano): è idiota.
    Sui teologi, ha ragione, ma ancora una volta assistiamo al tenere i piedi in due staffe: io dico una cosa perché mi tocca dirla, poi fate voi, io avvio processi, poi vedete voi, tanto è “lo Spirito” che soffia. Basta, la commedia è durata abbastanza. Purtroppo oggi la serietà non è di moda e questo ne è uno dei frutti.

  • Iginio ha detto:

    Non è la prima volta. Già tempo fa parlò delle madri sudamericane che, secondo lui, durante un suo viaggio gli mostravano i bambini per una forma di orgoglio (legittimo), mentre presumibilmente volevano che il papa li benedicesse. Ai tempi di Giovanni Paolo II ricordo benissimo mio padre che mi spinse avanti mentre il papa passava benedicendo. Adesso con Bergoglio la benedizione papale non c’è più: sin dall’inizio, quando fa il (ridicolo) giretto di piazza San Pietro, fa ciao ciao con la manina anziché la benedizione come tutti i papi (e tutti i sacerdoti, direi io) facevano.
    Ho sollevato in altre occasioni il problema qui e altrove, ma mai ho ricevuto una risposta da nessuno. Anzi, nemmeno un commento..

  • Boanerghes ha detto:

    Anche il Padre Nostro doveva rimanere una discussione tra teologi, e invece questa preghiera bimillenaria è stata modificata e data in pasto al popolo, che non ha proprio capito il motivo della modifica. E sentire dire che è perché è stato tradotto male, genera un po’ di sconcerto.
    La nuova traduzione poi è senz’altro peggiore e deviante.

    • Corrado Bassanese ha detto:

      ??? in chiesa si recita ancora come sempre e qualche volta in latino. forse solo dove ci vado io?

    • Maria Grazia ha detto:

      Nella mia Parrocchia di Genova, il Parroco ha accettato subito la variazione del Padre nostro con “… e non ci abbandonare alla tentazione….” al posto di ” … e non ci indurre in tentazione” però nei casi solenni in cui si usa il Latino (es, Messa cantata gregoriana) si continua a ripetere ” … et ne nos inducas…”. Il rosario recitato su “TV 2000″ recita ancora … ” e non ci indurre in tentazione” così come nella Messa celebrata presso la Chiesa dei GESUITI di Genova.
      Tempo fa avevo fatto una ricerca nella quale emergeva che l’aramaico verbalizzava la vecchia dizione così come il Latino con cui è stato tradotto e in tale contesto si faceva notare che se Gesù alla richiesta degli Apostoli, aveva risposto: “Quando pregate, dite COSI'” è un po’ difficile , poi, il Vangelo abbia modificato le “TESTUALI PAROLE CHE AVEVA DETTO GESU’ “.

  • ANNA ha detto:

    Non credo più alla possibilità di un’inversione, di un ritorno alla dottrina della Chiesa. io mi sento presa x i fondelli da uno che mi dice che ho bisogno del pasto solido della Fede e poi mi ammannisce con cibo di scarsissima qualità in aperta contraddizione. Credo che sa benissimo quello che sta facendo e non sia uno psicopatico che dice prima una cosa e poi, subito dopo il suo contrario.E che il non dare la Benedizione sia una forma di rivalsa e per far parlare di sè, perché sa che della cosa si parlerà! Per me si sta ‘divertendo’ a farci impazzire con questo parlare doppio. Ma non ha capito che di quello che lui dice, a molti ormai, non frega più niente! E se fossi stata lì, senza se e senza ma, gli avrei chiesto la Benedizione come si deve! Ma non gli legge i commenti, non vede che tanta gente è stanca di queste sceneggiate cretine!

    • ulisse ha detto:

      Concordo con la diagnosi. E’ tipico dei gesuiti dare risposte in modo criptico, lasciando ai malcapitati interlocutori il problema di interpretare la risposta. Così facendo non si assumono la responsabilità di aver fatto questa o quella affermazione. A loro difesa possono sempre affermare che è l’interlocutore che non ha capito nulla.
      Ma se fosse vero che non ci importa nulla di quello che Bergoglio fa o dice non saremmo qui a scrivere di sera, prima di andare a letto.
      Sogni d’oro a tutti….

  • Gene ha detto:

    Caro Tosatti, fosse solo la benedizione!!! Il problema è anche quello che dice, come lo dice e nei luoghi in cui lo dice.
    Forse neanche lui si rende conto delle sue parole e delle sue azioni. Ma se non crede più a certe cose o le crede inutili, perché non si dimette😅😅😅

  • Sassolino ha detto:

    “per cui è stato siglato un accordo provvisorio che ha dato mano libera al governo comunista nello stringere la morsa sulla Chiesa cattolica”

    L’accordo rende uniti a Roma vescovi e sacerdoti, quindi sacramenti leciti, quindi mano libera alla Grazia di circolare tra i fedeli cinesi.
    Questo conta, il resto sono chiacchiere da politologi molto dilettanti e poco cristiani.

    • wp_7512482 ha detto:

      Lo spieghi al vescovo che è in fuga e nascosto perché lo vogliono obbligare ad aderire all’Associazione Patriottica. O a quelli che fanno muro per impedire che le chiese vengano demolite e le croci abbattute. Lo spieghi a loro, visto che è tanto bravo. E si legga Bitter Winter, AsiaNews e un po’ di altri siti di informazione non ad usum delphini.

    • Alessandro ds ha detto:

      Sarebbe come dice kei se Bergoglio fosse Papa. Ma la sede evacante, senza bisogna di altra dichiarazione alcuna.
      Poi se volete continuare a prendere in giro la gente, continuate.
      Se volete continuare nel portare all’inferno le anime dei semplici, continuate.
      Quanto deve andare avanti questa buffonata di chianare quell’eretico cripto-luterani , papa?

    • Sherden ha detto:

      Quanta disinformazione.
      L’accordo vuole rendere SERVI a Pechino i “vescovi” già obbedienti al regime e quelli che a prezzi inenarrabili erano fedeli a Roma.
      Il resto sono balle dettate dalla papolatria più becera.

    • Dubia ha detto:

      E’ scritto “Date a Cesare quello che e’ di Cesare” non
      “Date a Cesare anche quello che non e’ di Cesare”

    • Vexata Quaestio ha detto:

      Immagino che siamo tutti d’accordo che se da un lato il Cristianesimo in Gesu’ e’ LA Via, comunque dal punto di
      vista civile tutte le religioni vanno rispettate e ogni
      atto repressivo e’ da proscrivere.
      Possiamo rallegrarci di questo pre-accordo, quando in
      parallelo e’ in corso avanzato l’eradicazione del Buddismo
      e delle radici culturali del Tibet…?

      • Boanerghes ha detto:

        Infatti il regime cinese intende estirpare ogni religione o ogni ostacolo che si interpone davanti a lui.
        Non importa che religione sia

    • Adriana ha detto:

      Sassolino ,
      oggi , che è domenica , i Bergogliosi ci hanno inviato il Papolatra più scadente . Loro sono andati a incartar sardine .

    • Stazione Alpha ha detto:

      “Io sono la Via la Verita’ e la Vita”, dice il Signore, pertanto
      nessuna inferferenza laica e’ ammissibile nella vita spirituale;
      “TU sei Pietro e su questa pietra …” ci dice che la Chiesa
      e’ stata costituita per diritto divino, e quindi, anche qui,
      nessuna autorita’ laica puo’ assurgere a controllarne le attivita’

    • Massanera ha detto:

      A Sassolino ore 12:18
      Vorrei poterti mandare in Cina per farti intercettare dallo Spirito…Cosi, per fartelo provare quello spirito. Alle persone come te piace sempre giocare al tennis con le palle degli altri.

  • giesse ha detto:

    Si era comportato allo stesso modo il giorno prima alla Caritas di Roma in occasione del suo 40mo anniversario:

    https://www.imolaoggi.it/2019/11/29/bergoglio-alla-caritas-benedizione-senza-segno-della-croce/

  • La zanzara ha detto:

    Che disastro di uomo! Non sa né parlare, né stare zitto!
    E nello stesso tempo, procede diritto sul suo cammino, facendo il finto tonto. Falso e mellifluo!

  • Adriana ha detto:

    A casa ci si inginocchiava davanti alla benedizione papale . Prima alla radio , poi alla televisione . Dava conforto , anche nel dolore ,
    sapere che c’era un Vicario di Cristo che pregava per noi e ci risollevava all’altezza del Crocifisso . Ma oggi tutto è ” relativo ” – come ribadisce Bergoglio e il popolo è…stupido : saziamolo con le lasagne della Fede : islamiche .
    P.S. Tutto fa pensare che nei confronti dei Cattolici cinesi provi il medesimo fastidio con cui ricevette la telefonata di un suo sacerdote argentino perseguitato dalla dittatura .
    Animo delicato .

Lascia un commento