QUANTO SONO CATTIVI I CATTOLICI “BUONI” E “MISERICORDIOSI? E CREDULONI….

15 Novembre 2019 Pubblicato da --

 

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, e troll vari e mutevoli, Radio Roma Libera ha pubblicato una riflessione d chi scrive su alcune reazioni all’intervista del cardinale Camillo Ruini, e più in generale sull’atteggiamento dei cattolici “buoni”, quelli misericordiosi, dialoganti. Dialoganti con tutti, salvo che con i cattolici cattivi, rigidi, farisaici, quelli che che vedono con sospetto certe aperture perché pensano che da quelle aperture si sprigionino fumi che non sanno esattamente di incenso…

Vi offriamo qui il testo, rimandandovi per il podcast al link di Radio Roma Libera.

“Se c’è un evento – uno dei tanti – che rivelino il vero volto di alcuni dei fan più sfegatati della Nuova Chiesa, quella della Misericordia, un volto violento nelle parole e nei sentimenti, intollerante e decisamente molto poco dialogante, beh, questo è l’intervista che il cardinale Camillo Ruini ha concesso qualche giorno fa al Corriere. Non l’intervista stessa, naturalmente; ma alcune reazioni alle parole pacate, lucide del porporato, certamente una delle più belle teste della Chiesa in questa stagione di ben scarse eccellenze.

Come ricorderete il cardinale ha sottolineato l’inopportunità di un partito di cattolici; ha detto che demonizzare Salvini non serve a nulla, e che bisogna dialogare; e che non è così sicuro – come invece altri – che l’ostentazione del Rosario fosse solo un escamotage elettorale, un ricercare consensi presso l’elettorato cattolico.

Naturalmente c’è chi, come Marco Politi, un passato comunista d.o.c., da sempre nemico del cardinale Ruini e della sua idea di Chiesa (e di Italia…) si è buttato sulla vicenda, indicando nell’anziano cardinale il nuovo punto di riferimento per tutti gli oppositori della linea di papa Bergoglio. Abbiamo già visto questo giochino quante volte? Basta che un cardinale, o un vescovo importante, esprimano perplessità, o un disallineamento rispetto alla linea del Numero Uno che subito i giornalisti di regime si gettano come un sol uomo a indicare il malcapitato come il nuovo “punto di riferimento” dell’opposizione. Che ormai dovrebbe contare un sacco di gente…

Poi ci sono quelli che mi diverte assimilare, mutatis mutandis, al ruolo dei Centri sociali e dei loro occupanti, in rapporto alla sinistra “perbene”. Sono loro che si occupano in toni e modi eccessivi e violenti del lavoro di vanga.

Per esempio tal Andrea Grillo, che insegna al Pontificio Ateneo Sant’Anselmo Teologia dei Sacramenti e Filosofia della Religione (davvero, non scherzo) che scrive: “L’arte di Ruini è di ridurre il cattolicesimo ad un mostro tale, rispetto a cui avrei fatto apostasia almeno da 40 anni”. Il problema è che questo è accaduto magari davvero, e il prof. Grillo non se è accorto…Come non lo sanno i suoi committenti a Sant’Anselmo…

Poteva mancare Alberto Melloni, questa colonna del sinistrismo ecclesiale e non, pilastro della famosa scuola di Bologna? Melloni risponde a Ruini, che non condivide l’immagine tutta negativa di Salvini, e che pensa che abbia davanti a sé prospettive notevoli, buttandola sulla “reductio ad Hitlerum”. Scrive Melloni: <Per una beffa della storia quel che Ruini dice oggi sul Corriere delle possibili prospettive di Salvini è identico a quel che Von Papen diceva di Hitler a Roncalli nel 1941. Roncalli lo zittì citando i “milioni di ebrei”  uccisi “nelle camere a gas”>.

A parte che con le sue parole Melloni conferma esattamente quello che sostiene lucidamente e intelligentemente Ruini: e cioè che la demonizzazione è un’operazione scadente, e perdente, c’è da far notare al professore di storia Melloni che le camere a gas cominciarono a funzionare l’8 dicembre 1941, e quindi Roncalli, a Istanbul, difficilmente avrebbe potuto pronunciare quelle parole. Ma capiamo Alberto Melloni: a gennaio si vota in Emilia Romagna, e ci sono le condizioni perché la regione dopo mille anni venga tolta dalle mani dei comunisti e dei loro nipotini. E d conseguenza che anche i fondi regionali, cospicui, donati dalla Regione rossa alla sua Fondazione Giovanni XXIII corrano seri pericoli. Il che non sarebbe poi così sbagliato, no?”.

 

Ma nel frattempo vogliamo attirare la vostra attenzione su qualche altro esempio di bontà, come questa vignetta, e di sudditanza non solo psicologica, ma anche partitica, ormai del vertice della Chiesa alla narrazione della sinistra, e di una sinistra, diciamo così, un po’ goffa, quella che dei duecento messaggi di odio al giorno a Liliana Segre; di cui l’interessata non era a conoscenza, e che nessuno ha mai fatto vedere. Eppure non dovrebbe essere difficile, nell’era dell’immagine e degli screenshot, no? Dobbiamo fidarci della parola di Repubblica….e con questo ho detto tutto. Ma purtroppo di quella roba lì si fida anche chi per ruolo e carisma acquisito dovrebbe “discernere”. E invece.. ci riferiamo ad Antono Spadaro, sj, Direttore di Civiltà Cattolica, uno di quelli che sussurra e ispira il Pontefice regnante. Ecco un suo post su Twitter:

“Antonio Spadaro

Se, a causa delle minacce, a #LilianaSegre è stata assegnata la scorta allora qualcosa si è rotto nel nostro vivere civile. Se una donna sopravvissuta al nazismo oggi deve vivere sotto protezione significa che non può esserci più nessun se o ma nel nostro impegno contro l’#odio”.

§§§

Forse l’impegno dovrebbe essere contro le bugie, la falsità, le strumentalizzazioni, e per una valutazione lucida, obiettiva e non “di pancia” delle balle messe in giro da chi ha interessi politici. E forse questo allora potrebbe evitare di coinvolgere il Pontefice in questa triste vicenda, come altri utenti di Twitter hanno fatto notare al gesuita filo-piddino:

“A #PapaFrancesco oltre a #repubblica e le sue bufale dovrebbero far leggere anche altro. Per esempio tutti gli altri giornali che hanno smontato l’allarme scatenato da Repubblica intorno alla vicenda #Segre. SIR @agensir. Video #Sir di #Papa Francesco all’udienza: oggi incomincia a rinascere l’abitutine di perseguitare gli #ebrei. Perseguitare gli ebrei non è né umano né cristiano. Gli ebrei sono fratelli nostri e non vanno perseguitati”.

Siamo veramente in una situazione molto triste, se l’acqua alta della strumentalizzazione politica e partitica invade i Sacri Palazzi, e chi dovrebbe difenderli ne è complice.

§§§




 

STILUM CURIAE È ANCHE SU TELEGRAM: @marcotosatti

e

ANCHE SU VK.COM – CERCATE:

stilumcuriae




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

 

 

 

 

 

Tag: , , , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

83 commenti

  • Chiamatemi pure TORQUEMADA. Me ne farò una ragione ha detto:

    Il basso profilo culturale dello “storico” melloni da bologna è quando dice che … Roncalli nel 1941. Roncalli lo zittì citando i “milioni di ebrei” uccisi “nelle camere a gas”

    Nel 1941 non si sapeva delle camere a gas.
    E se già allora erano morti milioni di ebrei ….

    • Chiamatemi pure TORQUEMADA. Me ne farò una ragione ha detto:

      Nella fretta di scrivere non avevo finito di leggere il testo di Tosatti.
      Scusatemi

  • Catholicus ha detto:

    Oggi Lamendola ci offre una analisi approfondita e veramente “cattolica” di Gaudium et Spes, riguardo a cui così si espresse J. Ratzinger: «Se è desiderabile offrire una diagnosi del testo (Gaudium et Spes), possiamo dire che (insieme con i testi sulla libertà religiosa e le religioni del mondo) è una revisione del Sillabo di Pio IX, una sorta di contro sillabo».
    http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/cultura-e-filosofia/teologia-per-un-nuovo-umanesimo/8071-eresia-e-apostasia
    Alcuni brevissimi stralci:
    “Eresia e apostasia? Sono già nella “Gaudium et spes”! Un esempio di mistificazione da manuale: si cita la prima metà del discorso di Gesù Cristo e si tace la seconda: un vero”Vademecum” di come la pastorale, abilmente manipolata finisce per diventare essa stessa uno strumento per piegare la vera dottrina! … Le radici remote dell’eresia e dell’apostasia affondano molto indietro nel tempo, e si riallacciano ad antichissime eresie, che si credevano debellate ed estirpate ormai da secoli, ma le radici più prossime non hanno che mezzo secolo di vita e sono perfettamente visibili, alla luce del sole, nell’opera nefasta del tanto, troppo celebrato Concilio Vaticano II. In particolare, le possiamo riconoscere in quello che è forse il più significativo e il più funesto dei documenti conciliari: la Gaudium et spes (Gioia e speranza)!
    L’errore di partenza della Gaudium et spes risiede nel fatto di rivolgersi non solo ai cristiani, ma a tutti gli uomini, unificando, per così dire, la prospettiva dei cattolici e quella dei non cattolici, il tutto sulla base di una “dignità della persona umana” che non è di matrice evangelica, come si vuol far credere, bensì massonica! Come si vede, le eresie e l’apostasia del signor Bergoglio sono già presenti, in nuce, nella Gaudium et spes: da un lato, la chiesa vuol farsi riconoscere dal mondo non tanto per l’annuncio del Vangelo, bensì come agenzia sociale; dall’altro, essa vuol promuovere il progresso umano facendo appello anche alle espressioni non cristiane (e anticristiane) dell’evoluzione storica!
    Gaudium et spes: un puzzo di massoneria, che avrebbe dovuto svegliare anche i dormienti? La conclusione è sconcertante: quale salvezza sarà mai, se viene dalla collaborazione fra chiesa e mondo? Non certo quella dell’anima: perché dal mondo non viene la vita, bensì la morte!

  • Lucy ha detto:

    Ormai l’hanno capito anche i sassi che nella chiesa bergogliana il mantra pontificio delle parole ” misericordia , dialogo, inclussione ….” si rovescia sistematicamrnte nel loro contrario SOLO contro i cattolici , semplici fedeli , religiosi d basso e alto livello , come ora il card.Ruini quando si mostrano fedeli alla Chiesa di sempre..Non uso volutamente il termine “tradizionalisti ” perchè un vero cattolico non può non essere “tradizionalista ” essendo la Tradizione uno dei pilastri su si regge la vera Chiesa cattolica. Ora Ruini ha agitato un drappo rosso davanti a tori fumanti , uno dei quali è Andrea Grillo , un docente (!) che ha scritto parole pesanti e vergognose contro Caffarra , definito ” uomo dall’etica fredda e disumana “, e che auspicò per Papa Benedetto , dopo le sue parole di cordoglio per Meisner, il silenzio accompagnato dall’esilio dal Vaticano .Ma che ci sta a fare e a insegnare un simile soggetto in un ateneo pontificio ?

    • Alby ha detto:

      Scusi ma fare di Ruini un modello di fedeltà alla “chiesa di sempre” mi pare un po’ ardito. Diciamo che ha un approccio politico e un machiavellismo più tipico dei due decenni scorsi. Tra l’altro stia pur certa che se ha parlato è perché volevano che parlasse e che si occupasse di addomesticare il sempre meno truce Salvini.

    • Lucy ha detto:

      Ruini non ha parlato solo di Salvini ma c’è tutta una seconda parte dell’intervista relativa al celibato sacerdotale cioè a uno dei pilastri della Chiesa Cattolica di sempre.

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    i veri perseguitati, in Italia, siamo noi, dal Pontefice regnante, tramite eresie e apostasie in via continuativa.

    Gli ebrei sono invece realmente perseguitati dai suoi amici islamici, soprattutto in Francia, ma non solo.

  • giulia anna meloni ha detto:

    lasciando Roma con tutti i suoi miserabili occupanti è possibile che non ci siano sacerdoti e patriarchi che supplichino il Cielo di aprire la Sua Misericordia su Venezia?Il buon Guareschi ,da uomo di Fede,mette in bocca a don Camillo quello che in realtà ,davanti a tragedie apocalittiche come è oggi Venezia,dovrebbero fare i sacerdoti che ancora credono.

  • EquesFidus ha detto:

    Grillo è quel soggetto che, sul suo blog, si permette di mettersi ad insultare chiunque faccia notare che le sue osservazioni in merito al suo approccio modernista e fazioso alla Divina Liturgia, per cui tutto ciò che è antecedente al 1969 è da gettare alle ortiche e tutto ciò che è successivo al 1969 è sicuramente buono e giusto, sono condannate dalla Chiesa e, talvolta, infarcite da vere e proprie menzogne (o meglio, mezze verità, questi soggetti sono attentissimi a non superare mai la linea di confine per pararsi le terga quando conviene), usando un linguaggio adatto ad un troll sedicenne che passa il suo tempo ad insultare gli avversari del suo videogioco preferito e non un professore cinquantenne di un Ateneo che si professa cattolico. Un soggetto che odiava Benedetto XVI con tutte le sue forze, che ciò nonostante è rimasto dov’è a fare danni (come Bianchi e Melloni) grazie ai suoi agganci ben piazzati in politica, sia civile che ecclesiale. Soggetti che normalmente nemmeno sarebbero stati buoni per andare a zappare i campi (con tutto il rispetto che ho per chi coltiva la terra, un lavoro faticoso ed utile a differenza di quello del tuttologo, che richiede nerbo e forza) chiamati ad insegnare, anzi mi correggo a pontificare a destra e a manca ed a corrompere generazioni di cattolici, futuri preti anzitutto. Con simili insegnanti, ed ancor peggio con chi li ha promossi e favoriti insediandoli in tali ruoli, io me la prendo più ancora che con quei poveracci che entrano in certi posti tutto sommato cattolici e ne escono infarciti di cretinate e di eresie.
    Detto questo, per quanto mi riguarda i bugiardi, ancor peggio se simil-clericali (che, come ho detto, padroneggiano ancor più la sottile arte della “mezza verità”, dato che non hanno nemmeno gli attributi per sparare una palla plateale o per esplicitare il loro vero pensiero ma sono costretti a rimanere, digrignando i denti, in una opaca “zona di mezzo”, tiepida e né calda, né fredda), sono una malerba velenosa e che trascina all’Inferno un’enorme quantità di anime come insegna il Catechismo; peggio ancora se chi pronuncia le menzogne lo fa per dare scandalo e per promuovere provvedimenti contro la libertà (che è fare il bene, non fare ciò che si vuole) e contro la Chiesa.

  • deutero.amedeo ha detto:

    ED ora al termine di questa burrascosa giornata , preghiamo per il papa:

    CANTICO (corretto) di SIMEONE Lc 2,29-32
    Cristo, luce delle genti e gloria di Israele

    Ora lascia, o Signore, che il tuo servo *[Francesco]
    vada in pace secondo la tua parola;

    perché i miei occhi han visto la tua salvezza *
    preparata da te davanti a tutti i popoli,

    luce per illuminare le genti *
    e gloria del tuo popolo Israele.

  • Davide ha detto:

    Certo che un docente universitario di storia, come lo è il Prof. Melloni un simile svarione avrebbe anche potuto tranquillamente risparmiarselo.
    C’è veramente da chiedersi se conosce realmente la materia che insegna all’Università; tra l’altro proprio Storia del Cristianesimo.

  • AVV. Esposito ha detto:

    Quando don Minutella, vescovo del Piccolo Resto e Pontefice facente funzioni della Vera Chiesa, a sostegno del Papa regnante rinchiuso Benedetto XVI, assumerà la pienezza dei poteri pontifici, cesseranno di esistere destra e sinistra perché il mondo cristiano, purgato dagli eretici con pugno di ferro e ferrea disciplina, sarà da lui riconsegnato al Signore che tornerà ad esercitare la sua suprema regalità.

    • Boanerghes ha detto:

      😆😆😆

    • TITTOTAT ha detto:

      Magari fosse come prevede lei, egregio avvocato, ma purtroppo noi del piccolo resto non siamo così giusti, da potere ottenere il paradiso senza persecuzioni continue fin all’ultimo giorno della nostra esistenza terrena. Don Minutella proverà il battesimo del martirio e molti altri ne avranno anche il privilegio.

      • IN DIREZIONE OSTINATA E CONTRARIA ha detto:

        Radio Domina nostra….

        Indi Minutella farebbe entrare la vergine nella Santa Quaternita’? Fa il paio con chi gia’ da adesso proclama la Madonna corredentrice.

        Io ho seguito buonanima di don Gobbi, ho parlato con lui, aveva cardinali al seguito: purtroppo era un “falso profeta”. Fino a prova contraria. Devo dire in buona fede, dal poco che l ho conosciuto e dal molto che ho letto (ha avuto un imprimatur fin poco prima del giubileo quando le sue locuzioni vennero derubricate a meditazioni). Pure radio Maria lo abbandono’.

        • TROLL DETECTOR ha detto:

          Buongiorno
          sembra sfuggirle che la proclamazione del dogma di “Maria Corredentrice” e’ stato esplicitamente richiesta da Maria
          Santissima stessa (1953) durante le apparizioni di Amsterdam,
          approvate dalla Chiesa.

      • TITTOTAT ha detto:

        I padri dell’isola di Patmos! Molto ambizioso come programma. Solo Dio può decidere chi deve andare nell’isola e in quell’isola può starci uno solo, magari novantenne, saggio e che si è rifugiato dalla persecuzione, dice niente il nome Benedetto XVI?
        Voi continuate ad insultare il vostro Papa e poi condividete il Pane degli angeli come se niente fosse.
        Il vostro veleno, noi del piccolo resto lo useremo come sacrificio.

  • Davide ha detto:

    Credo che se un comunista come Marco Politi che è sostanzialmente rimasto tale si schiera con Bergoglio, un cattolico abbia il dovere di schierarsi contro di lui.
    Ok, non mi ritengo cattolico è vero e mi scuso con voi per la presunzione di cui sopra; ma da amante della libertà come bene supremo non posso che ritenermi anti comunista anche io; esattamente come voi.

  • Maria Grazia ha detto:

    Vi allego la sintesi del convegno svoltosi ieri in Vaticano in merito agli abusi sessuali sui minori. In essa vengono elencate le modalità di adescamento sul web, nessun accenno agli abusi da parte dei prelati, in pratica un mal celato tentativo di cercare i responsabili al di fuori di Santa Romana Chiesa.
    https://www.lumsanews.it/papa-francesco-al-convegno-sulla-dignita-dei-minori-online-stop-a-violenze-e-abusi/

  • Il veritiero ha detto:

    Ultima folle richiesta di J.M. Bergoglio.
    Ai penalisti ” pensiamo di intridurre nel catechismo, il peccato ecologico”.
    Il peccato contro Dio invece lo dimentica. È più importante il peccato ecologico.
    Sant’agostino, nel libro “le confessioni”, diceva:
    http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/papa-pensiamo-introdurre-catechismo-peccati-ecologici-398e8be8-2a0c-4b5a-91da-e0fdf442bdfa.html

  • Maria Cristina ha detto:

    Le estern azioni a braccio del demagogo Bergoglio, che anche questa volta si e allontanato dal testo scrittio sui politici che “parlano come Hitler” sono a livello di slogan da Centri sociali.
    Ormai senza dignita’! provate a pensare “le stesse frasi e slogan oggi sono dette indifferentemente dal.papa, dalla Boldrini, da Carola. da Casarini, da Don Alex Zanotelli …… Personaggi equivalenti discorsii tutti uguali, il.papa omologato coi piu’ ottusi ideologi di estrema sinistra..
    Con Bergoglio il.papato ha raggiunto.il.punto piu’basso in tutta la sua lunga storia. Credo e spero che piu’in basso di cosi’non si.possa andare

    • deutero.amedeo ha detto:

      Ahimè, finché la palla non ha toccato terra non può rimbalzare.

    • Adriana ha detto:

      Maria Cristina cara ,
      Concordo pienamente , ma allo stile di un Vauro o di un Rubio si
      sono adeguati numerosi , misericordiosi sacerdoti .Don Giorgio De’ Capitani , Don Claudio Miglioranza , Gianfranco Formenton , Don Alberto Vigorelli …Li trovate in rete : il medesimo livello becero da Sanculotti . Razionalmente : caricature …finchè qualcuno di loro
      non imbracci un’arma . Può accadere in questi tempi misericordiosi .

    • TITTOTAT ha detto:

      Con l’odierno papato di Benedetto XVI si è raggiunto il minimo storico di appartenenti alla chiesa militante: Poche migliaia di anime.

  • Claudius ha detto:

    Proporrei di inventare qualcosa di meglio della bufala dei duecento insulti, che so… qualcosa di piu’ esplosivo… magari sparando un numero a caso, per esempio che la Segre riceve sei milioni di insulti al giorno… toh, la butto li’.

  • Claudius ha detto:

    L’acqua alta deve avere invaso anche il cervello di Melloni, poveraccio…

  • Maria Grazia ha detto:

    Quello che mi sorprende è constatare come tutta la politica di Sinistra si sia mostrata solidale con la Segre per insulti di cui lei non era a conoscenza al punto di candidarla addirittura come prossimo Presidente della Repubblica su indicazione di Lucia Annunziata.
    Questi Sinistri si sono sempre schierati a favore di Arafat e politicamente sono sempre stati filopalestinesi come mai in questo caso inneggiano al Semitismo?
    Nel primo discorso che la Segre aveva fatto in qualità di Senatore a vita si era posta a paladina dei Sinti e dei Rom ed in seguito aveva criticato aspramente la politica immigratoria di Salvini, anche per lei i porti devono essere sempre aperti a tutti. Nel 2018 era andata a Lanciano per presenziare all’inaugurazione di un monumento dedicato ai Rom ricevendo il plauso, fra gli altri, anche di Gad Lerner e di Ovadia. Politicamente la Segre si dichiara indipendente ma non si capisce il motivo per cui si schiera contro le iniziative di Salvini e a favore di tutte le proposte della sinistra. Se poi qualcuno l’attacca, non è, PER CARITA’, per le sue posizioni politiche ma perchè è ….. ebrea!!!

    • Adriana ha detto:

      Maria Grazia ,
      tutto vero …ma è perchè la Shoah è l’ultimo tabù rimasto ed è
      utilizzato come la kryptonite per paralizzare qualunque iniziativa non concorde con quella dei compagni globalisti .

      • Maria Grazia ha detto:

        Grazie Adriana, quello che però non capisco dei Sinistri è il fatto che trovano il pretesto della Shoah per attaccare i soliti “fascisti” sterminatori di Ebrei, però sostengono “a prescindere” sempre i Palestinesi contro gli Ebrei dello Stato d’Israele.
        Per la commemorazione del 25 aprile gli Ebrei se vi partecipano sono insultati dalla Sinistra però, in questo caso, siccome la Segre ha idee di Sinistra va proclamata Presidente della Repubblica nonostante abbia quasi novant’anni e non abbia la formazione politica necessaria per ricoprire tale ruolo.
        Si dimenticano, comunque, sempre dell’eccidio delle Fosse ardeatine e dei confini, per i dissidenti, in Siberia.

    • deutero.amedeo ha detto:

      Purtroppo nessuno ha ancora pensato di fondare un Partito di Democrazia Democratica. Ma ci vorrebbe.

  • Marco Matteucci ha detto:

    Un’altra invettiva di Bergoglio: “Certi politici parlano come Hitler. Quando sento qualche discorso, qualche responsabile dell’ordine o del governo, mi vengono in mente i discorsi di Adolf Hitler nel 1934 e nel 1936”.

    …Può un papa parlare così?!?

    http://ilgiornale.it/news/politica/papa-francesco-lancia-lallarme-certi-poltici-parlano-hitler-1784936.html

    • Raffaella ha detto:

      Naturalmente l’invettiva era diretta contro Salvini…
      Bergoglio sempre più fuori controllo..
      Non se ne può più!!

    • boh ha detto:

      Perché non dovrebbe?
      Sono abbastanza sicuro che se dicesse che gli ricordano Stalin non avresti nulla da ridire. Ho indovinato?

      • Antonio Cafazzo ha detto:

        E perchè – il Misericordioso ORBO- non parla con la stessa verve e passione del suo amico Maduro che riduce alla fame i venezuelani, assassina i suoi oppositori, costringe 10000 bipedi ad espatriare? Forse perchè il su-nominato AMIGO deposita i suoi narco-dollari nella banca vaticana?

    • deutero.amedeo ha detto:

      NO.
      Anche perchè nel 34-36 Jorge Mario non c’era e adesso, con tutto il da fare che ha, sicuramente i discorsi di Hitler non ha avuto tempo per leggerli. A parer mio sono tutte boutades dei suoi scrivani, uno più ignorante dell’altro.

      • Adriana ha detto:

        DEUTERO ,
        la tua pietas è commovente ma ne fai il ritratto di un bamboccio
        diversamente intelligente , inevitabile preda di cattivi consiglieri .
        Giustificazione Cavalcolese .

        • Raffaella ha detto:

          Infatti, basta pensare che sia preda di cattivi consiglieri.
          Sa benissimo quello che fa!

        • deutero.amedeo ha detto:

          Escludo che sia una giustificazione. Anzi gliene faccio una colpa. Leggere in pubblico in tono autoritario, come se fossero grandi verità, sciocchezze scritte da altri è una manifestazione di mancanza di senso della responsabilità, non una giustificazione.

          • Adriana ha detto:

            Deutero ,
            chi ti dice che siano scritte da altri ? Forse intendi
            ” materialmente ” . Ma poichè sono consone a tutte le sue enfatiche esortazioni all’accoglienza , accompagnamento , assistenza dei soliti ” migranti “,- delinquenti compresi -, al meticciamento coi medesimi , penso le abbia volute lui. Fortissimamente volute e decise . Fanno parte della dottrina
            che costui vuole imporre al clero e ai laici con stile totalitario.
            Le parole sono pietre …
            Ma anche bombe sganciate contro chi non si piega : i Cattolici non luteraneggianti e nemmeno pachamameggianti . Quelli che non ritengono che il 6 “suggerimento ” sia una cosetta da poco e che alcune sue noiose conseguenze vadano fatte risolvere da tipe organizzate come la ” Grande Italiana “. Farisei acidi e sgranarosari che non vengono ricevuti ” a Corte ” dove viene accolto il fior fiore pro-global e, a braccia aperte , gli eterni giovani dei Centri Sociali .

          • Milli ha detto:

            Secondo voi, chi conosce davvero i discorsi i Hitler? A mio parere solo qualche storico e qualche fanatico nostalgico.
            In realtà nominare il dittatore nazista fa sempre effetto, che poi ciò che si dice abbia un senso non è così importante., basta impressionare la massa.

    • Adriana ha detto:

      Beh , certo , se aspira a fomentare una guerra civile , può parlare così .
      Deve aver fatto un corso avanzato di ” Religione di Pace ” e ora sta attuando le prime prove teoriche .

    • Davide ha detto:

      Citando Malaparte, il Papa dovrebbe parlare una volta all’anno ed in latino; in modo che nessuno lo comprenda.
      Ok, Malaparte credo fosse di sinistra, ma credo che almeno per Bergoglio tutti noi dovremmo concordare che aveva ragione

    • Marco Matteucci ha detto:

  • Lucis ha detto:

    Ieri a bologna quelli democratici e contro l’odio volevano impedire con la violenza un pacifico meeting della lega.
    Non se ne può più.
    Ho ascoltato su youtube gli interventi di Salvini, la Borgonzoni e gli altri a quell’incontro. Ci dicano i nostri Vescovi cosa c’era di sbagliato o anticristiano in quelle parole!
    La smettano con gli slogan! Entrino nel meroto dei contenuti e ci spieghino perché tanta avversione a Salvini e alla lega!
    NON SE NE PUÒ PIÙ DI QUESTA ASSURDA SITUAZIONE!!!

    • Lucis ha detto:

      Oltretutto il ”fascista intollerante” Salvini si è reso disponibile al dialogo perfino col vascovo Zuppi. Sarà disposto l’accogliente e dialogante Zuppi a concederglieo?

      • Raniero ha detto:

        Vi ricordo che Zuppi proviene dalla Comunità di Sant’Egidio e che proprio dalla Comunità di Sant’Egidio nasce l’associazione ecumenica delle religioni per la pace. Dal lato di Salvini opposizione all’invasione islamica, dal lato di Zuppi le riunioni con rappresentanti di tutte le religioni. Hanno forse qualcosa in comune?

    • EquesFidus ha detto:

      Il bello è che questi soggetti non si rendono conto che, con questo atteggiamento, creano un clima sempre più esasperato ed insopportabile che non può che far confluire ulteriori voti alla Lega.
      La gente è stufa marcia di black blocks, scioperi selvaggi, barricaderi dell’ultima ora figli di papà, clandestini che marciano in ogni luogo sotto l’emblema della Mezzaluna, violenze, insicurezza ed inciviltà, rifiuto della propria storia e cultura e di razzismo (e sessismo) al contrario: sarebbe bello se comunisti e liberali potessero farsi, per una volta nella vita, un esame di coscienza libero e serio ed ammettere, anche una volta sola, che forse la colpa è delle loro ideologie e di un atteggiamento folle ed autolesionista se siamo arrivati a questa situazione. Cavolo! la sinistra, da settant’anni, è sempre stata al potere in Italia tra sinistra storica e sinistra rivoluzionaria: forse – dico forse, eh! – ha qualche responsabilità in più di un Salvini o di una Meloni per l’attuale aria pesante che si respira, o no?

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Mettiamo i puntini sulle I.
    L’aborto è il primo dei CRIMINI, il primo dei TOTALITARISMI (chi decide per i bambini non nati?), il primo dei RAZZISMI, la prima delle IPOCRISIA, la DISONESTA’ più grande, la DISCRIMINAZIONE più grande.
    Non solo come principio, perché si tratta degli esseri umani più indifesi e più innocenti, ma anche come NUMERI.
    Premesso ciò, parliamo di tutto: del pericolo fascista, del sovranismo, dell’inquinamento, delle inchieste di Report: pregiudizialmente non sono contrario a nulla, tranne che alla STUPIDITA’ e sono disposto a cambiare idea, ma non la VERITA’. Prova che hai ragione e mi convinco. Ma sii convincente e non semplicista.
    Parlo di tutto, ma DOPO, perché prima viene il crimine dell’ABORTO.
    Per questo con SPADARO, don CIOTTI, don VINICIO, ecc. neanche mi ci metto a parlare di razzismo: perché uno “scrittore” prolifico come Spadaro non fa almeno un intervento rabbioso al giorno contro l’aborto, è un razzista. Senza se e senza ma.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Mi soffermo più poco a parlare di migranti coi CATTOCOMUNISTI.
    Il loro cervello ha un vizio di forma e non capiscono che sono loro che stanno affamando e uccidendo i poveri africani e ti prendono per razzista anche se l’antirazzistometro dimostra che i veri razzisti sono loro.
    Preferisco perciò passare, dal campo delle opinioni, a quello delle EVIDENZE, e cioè che il Papa e molti Vescovi non DIFENDONO la fede e, anzi, di fatto favoriscono l’eresia.
    Chi può negare le parole di SOSA? O di BIANCHI? E chi può negare che il Papa non solo non li corregge, ma gli dimostra apprezzamento? Nessuno.
    Forse i cattocomunisti sono d’accordo con Bianchi e Sosa, ma a me non importa: basta che lo ammettano e, se non lo ammettono, che rimangano imbarazzati: quando la verità emerge, è già una vittoria e chi può capire, capirà.
    E chi può negare che il Papa ha tollerato McCarricK, Zanchetta, e tanti altri ABUSATORI e omertosi e omosessuali impenitenti? Penso nessuno, e infatti i cattocomunisti svicolano.
    Il problema non sono i poveri, che devono essere aiutati, anche se non secondo il credo di Soros.
    E non è il formalismo, che non piace a nessuno (il formalismo è come l’ipocrisia: tutti criticano quella, vera o presunta, degli altri, anche il Papa).
    Il problema non è difendere gli errori del passato e quella casistica esasperata che rappresenta solo delle tradizioni di uomini che si oppongono spesso alla vera morale (lo dico io che sono un estimatore della casistica e di San Tommaso Maria de’ Liguori).
    Il problema è la fedeltà alla FEDE e, di conseguenza, alla sua DOTTRINA.
    Come non sono d’accordo che Papa Francesco e il suo nuovo corso diventi un pretesto per attaccare il Vaticano II, così non sono d’accordo che gli errori del passato siano un pretesto per una conduzione della Chiesa che sembra scellerata.

  • TITTOTAT ha detto:

    Ma tanto tutti quelli che hanno perseguitato B16 fino a causarne la “fuga” hanno i giorni contati, se tutta l’Italia continuerà a non accorgersi in quale desolazione ci stanno portando tutti questi rebelli a Dio, saranno guai.

  • Adriana ha detto:

    Faccio autocritica , Melloni e Spadaro e altri …non sono altro che dilettanti nella partitica . Abbiamo le ultime esternazioni di Bergoglio che non si fa superare da nessuno del suo corteggio
    in affermazioni politiche incendiarie e divisive ( potrebbero chiamarlo Fidèl Bergoglio , ma fedele a chi ? ) .
    http://www.ilgiornale.it/news/politica/papa-francesco-lancia-lallarme-certi-politici-parlano-hitler-1784936.html

  • deutero.amedeo ha detto:

    Divagare per divagare ….. Ecco una nuova applicazione del principio di causa – effetto.

    Alexander butta la pachamamama nel Tevere e a Venezia arriva una eccezionale acqua alta.
    Pota! 🙂 La gente adesso ragiona così.

    • Milli ha detto:

      In che senso hanno collegato le Pachemame con l’evento dell’acqua alta a Venezia?

      • Sherden ha detto:

        tsunami

        • deutero.amedeo ha detto:

          No, è la vendetta della pachamama…..
          Ovviamente l’ho inventata io e credevo fosse chiaro che volevo ironizzare sull’uso insensato che da molti viene fatto del processo ipotetico deduttivo . Spesso vengono associate come se fossero una causa dell’altra cose che non hanno nessun collegamento fra loro se non quello della sequenza temporale e di qualche elemento (in questo caso, l’acqua) casualmente in comune.
          Chiaro adesso?

  • Adriana ha detto:

    Trista l’operazione ” melloniana ” : stravolgere la Religione in politica , anzi , in bassa partitica ma alto stipendio . Quante medaglie di cioccolato sul petto degli spadoni , come Melloni e Spadaro .

  • Rafael Brotero ha detto:

    …l’acqua alta della strumentalizzazione politica e partitica invade i Sacri Palazzi, e chi dovrebbe difenderli ne è complice.

    Non sono più Sacri Palazzi, sono palazzi satanici. Hanno la Sede, non hanno la fede.
    Come ha visto bene don Minutella, dove c’è Satana non può essere lo Spirito Santo.
    Il faut choisir.

  • P. Aiuto Domenico ha detto:

    Gentile Signora Liliana Segre,
    non dovrebbe essere necessario ricordarle che lei ha il dovere di confermare con dati di fatto o smexntire quanto DAGOSPIA ha posto in evidenza: l’inchiesta di Repubblica che certificava ”200 insulti che ogni giorno partono” verso di lei è basato su un articolo del 2018 del ”Fatto Quotidiano”, sarebbe cioè fuffa cialtronesca.
    Colpisce tuttavia un dettaglio:sebbene nessuno più di lei è in grado di smentire o confermare chi fra DAGOSPIA e REPUBBLICA stia mentendo, nessuno più di lei tace sul punto.
    Lei tace e questo non è accettabile, tanto più perché nelle settimane precedenti è intervenuta con assiduità per denunciare accoratamente il pericolo di un ritorno del fascismo, anzi a suo dire il fascismo è già dilagante.
    Questo mi ha profondamente offeso perché io vivo in paese civile e democratico, nel quale semmai dilaga la falsità, certamente gravante potenzialmente su una delle parti in disputa e su di lei che avrebbe la possibilità di chiarire e provare se è vero oppure è falso che ”200 insulti che ogni giorno partono”. E invece lei tace.
    In attesa delle sue indispensabili e documentate precisazioni, la salutiamo con tutto il rispetto che lei merita e, ci auguriamo, meriterà ancora in futuro.
    Piero La Porta

    • Davide ha detto:

      Ricordo che la stessa Segre abbia ammesso, quasi un paio di settimane fa, che di quei presunti (mi sembra che a questo punto questo aggettivo sia d’obbligo) 200 messaggi giornalieri d’odio a lei rivolti non ne sia mai stata a conoscenza.
      In altre parole lei stessa ha confermato che la notizia fosse solo una fake.

  • capitan Trinchetto ha detto:

    due parole sui fondi regionali. In un articolo di diverse settimane fa, la Verità faceva i conti sui finanziamenti ottenuti dal gay-pride di Bologna sia dal Comune che dalla regione. Facendo i conti i modo grossolano la cifra stanziata complessivamente, negli ultimi 3 anni veniva ad essere di circa 500.000 euri. Ovvero i soldi nostri, delle nostre tasse, vengono utilizzati per finanziare manifestazioni che non ci piacciono. Se calcoliamo che i gay-pride si svolgono in tutta italia, ovvero in molte città capoluogo, mi domando quanti e quali finanziamenti arrivano alle organizzazioni ? complessivamente, dico.
    Nella mia città il gay-pride c’è stato. Il sindaco , seguendo le direttive della giunta o del consiglio comunale, non ha concesso il finanziamento. Poi, dopo il corteo è andato a salutare i manifestanti nel loro raduno nei giardini sotto la regione. O non lo hanno aspramente rimproverato per non aver concesso il finanziamento ?
    Certo, il sindaco poteva starsene a casa, senza portare il suo saluto ai manifestanti. Ma il sindaco ha un fratello, laureato in medicina, frate e sacerdote, che lo aveva rimproverato per non essersi battuto a favore dei gay.
    Ma se hanno fatto tutto quello che hanno voluto, senza però soldi pubblici ?

  • Ulisse ha detto:

    Liliana Segre non aveva visto le minacce, perchè le minacce erano sui social, ma non su i suoi acconti Facebook, Twitter, ecc. Se in altri punti della rete , diversi da quelli abitualmente visitati dall’interessato, ci sono minacce, diffamazioni, ecc. l’interessato, in questo caso Liliana Segre, non ne sa nulla.
    Girovagando per internet, stamane, mi sono imbattuto , ad esempio in un attacco pesante a Giorgia meloni, in cui alcune parole dei suoi comizi, vengono ripetute fino all’esasperazione, come per indicare che quanto afferma Giorgia sono emerite scempiaggini. Ora questo spot di alcuni minuti viene girato e rigirato da un account ad un altro, in modo che di account in account lo spot venga visto dal maggior numero possibile di persone, anche da chi non aveva nessuna intenzione di visionarlo.

    • ulisse ha detto:

      sono anche capitato su di una curiosa immagine di Giorgio Odifreddi, in cui lo scienziato , utilizzando la statistica, afferma che i miracoli riconosciuti a Lourdes sono ,statisticamente parlando, numericamente inferiori alle guarigioni spontanee, anche da gravi malattie, ovvero guarigioni da malattie considerate di per sè incurabili, senza il ricorso al soprannaturale.
      Bene. In Italia c’è libertà di parola, e Oddifreddi con quella bocca può dire ciò che vuole, ma se si crede, si sa che l’aiuto soprannaturale è presente nella nostra vita.

      • Don Ettore Barbieri ha detto:

        Odifreddi non è uno scienziato, ma un professore di matematica, nemmeno molto bravo, che ha fatto i soldi parlando di cose che non conosce.

    • Milli ha detto:

      Una ragione in più per abbandonare certi social, in particolare Fb.

    • wisteria ha detto:

      A proposito della senatrice Segre, ho letto da qualche parte che non usa i social, cosa comprensibile alla sua età. Però potrebbe avere un segretario che li guarda per lei, oppure potrebbe essere il figlio. Mi sorge il dubbio che quelli che sono stati visti sono gli insulti che destra e sinistra si scambiano in rete su tutti i temi di attualità, tra cui certamente c’è questa sciagurata commissione. Faccio anche una ipotesi: se al posto della senatrice Segre fosse stato scelto un altro esponente degli ebrei italiani, ma d’area liberale, o centro dx, l’impatto sarebbe stato meno divisivo. Il problema della senatrice Segre non è che è ebrea, ma che è comunista.

  • Inutile? ha detto:

    Io non ci capisco più nulla. Poco male. Ma Grillo avra’ 50 anni. Non si e’ mai reso conto della curia cattolica? In nome del dialogo e con il dovuto rispetto per un opinione diversa: Ruini rifiuto’ i funerali a Welby.

    Piergiorgio Welby non era un santo, si impegno’ pure politicamente con i radicali, la madre e la moglie erano cattoliche. Lui scelse di staccare il respiratore. Un respiratore che probabilmente non sarebbe dovuto essere messo (lui era incosciente) e che trovo riduttivo chiamare eutanasia. Welby non si uccise, non aveva l uso delle mani. Prese verosimilmente dei calmanti per l agonia. Ma la macchina la stacco’ il dr Riccio. Anche questo e’ stato Ruini, Grillo dove era? 😂

    • Fabrizio Giudici ha detto:

      Welby morì associando esplicitamente il proprio gesto all’eutanasia, cosa che d’altronde ha continuato a fare la moglie facendolo diventare un testimonial. Tanto basta per giustificare il rifiuto del funerale cattolico.

      Il comunicato della Diocesi fu chiaro:

      «il Vicariato di Roma precisa di non aver potuto concedere tali esequie perché, a differenza dai casi di suicidio nei quali si presume la mancanza delle condizioni di piena avvertenza e deliberato consenso, era nota, in quanto ripetutamente e pubblicamente affermata, la volontà del Dott. Welby di porre fine alla propria vita, ciò che contrasta con la dottrina cattolica (vedi il Catechismo della Chiesa Cattolica, nn. 2276-2283; 2324-2325). Non vengono meno però la preghiera della Chiesa per l’eterna salvezza del defunto e la partecipazione al dolore dei congiunti».

      Da notare che pure mons. Tonini, che certo non era sulla stessa linea di Ruini, fu chiarissimo:

      «Se fosse stato soltanto suicidio, la Chiesa ha pietà infinita perché nessuno di noi sa cosa accade in quel momento. Quel che non è ammesso è se il suicidio è studiato al fine di favorire una legge sull’eutanasia … il suo suicidio è stato concepito e realizzato con l’obiettivo di promuovere una legge sull’eutanasia»

    • Milli ha detto:

      La storia di Welby la fa così ridere?

    • Milli ha detto:

      Tirare fuori la storia di Welby, esporla in maniera sommaria solo per poter attaccare Ruini mi sembra intellettualmente superficiale e disonesto, oltre a dimostrare il suo favore verso principi non cristiani come l’eutanasia.
      All’epoca non c’era uno scontro di principi tra Ruini e Welby, ma tra la Chiesa Cattolica e chi sosteneva il diritto all’eutanasia.
      Senza contare che la statura di Ruini non può essere ridotta a questo unico episodio.

    • deutero.amedeo ha detto:

      @inutile.
      Mi scusi ma non ho capito che cosa non ha capito. Qui siamo finiti tutti nel girone di quelli che non capiscono.

    • IN DIREZIONE OSTINATA E CONTRARIA ha detto:

      Infatti non son d’accordo con la moglie. Non era eutanasia ma fine di accanimento terapeutico. Voi cattolici siete tanto Pro natura. Vi sembra naturale un uomo tracheotizzato che può muovere solo gli occhi, che senza la mostruosa tecnica sarebbe morto. E che in quelle condizioni viene linciato e fatto oggetto di scontro politico.

      Ma anche fosse suicidio. Può Ruini sapere (dato che Welby non poteva parlare) se mentre SOFFOCAVA ha chiesto perdono a Dio? Magari anche per lui?

      Se aveva piena avvertenza e deliberato consenso?

      Inoltre Welby voleva il funerale per la madre (che dal dispiacere e’ morta). Per lui si chiusero le istituzioni (fu assolto dopo il medico) e la chiesa.

      Non così per Casamonica e altri mafiosi. Ne per il massone Gelli.

      Ora poi i mafiosi son SCOMUNICATI.

      Welby non e’ dj Fano che respirava, Welby senza macchina non respirava.

      • Sherden ha detto:

        “…senza la mostruosa tecnica…”

        Oppoffarbacco!
        Immagini che la tecnica – per fare solo un esempio – dei bypass coronarici è ancora più mostruosa, altro che una tracheotomia e un respiratore. Che facciamo, li spegniamo tutti?

        Riguardo al resto: Welby non viene linciato; si è preso semplicemente atto che si è volontariamente esposto nello scontro politico, ergendosi a paladino di una precisa parte che propugnava istanze chiaramente e inequivocabilmente opposte a quelle cattoliche. Non capisco perché, se uno contesta – con piena avvertenza e deliberato consenso – quanto la religione cattolica afferma essere irrinunciabile e fondamentale, allo stesso tempo pretenda di appartenervi.
        Su cosa possa aver deciso l’Onnipotente nell’ultimo momento del trapasso lo sa solo Lui e Welby. E al riguardo le farebbe bene una rilettura non ideologica del comunicato della Santa Sede, riportato poco sopra.