IL RATTO DELLA PACHAMAMA. UN VIDEO DRAMMATICO…:-)))

21 Ottobre 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Carissimi Stilumcuriali, sui social sta girando un secondo video del raid di questa mattina all’alba nella chiesa di Santa Maria in Traspontina, e che ha portato al ratto delle Pachamama. In questi giorni sono fuori Italia, ma la notizia mi ha raggiunto fino a qui, e allora mi sembra giusto offrirvi questo remake dell’avvenimento di questa mattina, e per cui, mi dicono, sembra che sia stata sporta denuncia per furto.

 

 

 

E nei numerosi commenti giunti in queste ore, ci sembra opportuno ricordare quello di Deutero Amedeo:

27] L’adorazione di idoli senza nome

è principio, causa e fine di ogni male.

[28] Gli idolatri infatti

o delirano nelle orge o sentenziano oracoli falsi

o vivono da iniqui o spergiurano con facilità.

[29] Ponendo fiducia in idoli inanimati

non si aspettano un castigo per avere giurato il falso.

[30] Ma, per l’uno e per l’altro motivo,

li raggiungerà la giustizia,

perché concepirono un’idea falsa di Dio,

rivolgendosi agli idoli,

e perché spergiurarono con frode,

disprezzando la santità.

[31] Infatti non la potenza di coloro per i quali si giura,

ma il castigo dovuto ai peccatori

persegue sempre la trasgressione degli ingiusti.

(Sapienza 14,27-31)

§§§

E a commento di questo salmo, un altro lettore ci ha inviato una fotografia esplicativa…

 

E questo è il momento del tuffo…




SE PENSATE CHE

  STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA 

OPPURE CLICKATE QUI 




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

86 commenti

  • Marco Matteucci ha detto:

    Parla il sacerdote esorcista che ha gettato nel Tevere gli idoli pagani esposte nelle navate laterali della chiesa di Santa Maria in in Traspontina.

    Grazie caro padre che il Signore la benedica e la protegga da eventuali ritorsioni.

    • LucioR ha detto:

      Grande, e fedele.

    • Marco Matteucci ha detto:

      DOVEROSA PRECISAZIONE

      Da una attenta ricerca che ho fatto su questa persona che si definisce presbitero, Intendo precisare che io non ritengo in alcun modo avallare o fiancheggiare le attività da lui svolte.
      Mi corre anche l’obbligo di precisare che in passato egli è stato anche accusato del resto di apologia fascista dal tribunale di Rimini e costretto a pagare 4625 euro di multa per aver mostrato in pubblico un volantino con l’immagine di Mussolini. Nel 2011 ha anche partecipato al Grande Fratello in onda su Canale 5 da cui fu fatto uscire anzitempo per lo stesso motivo.

  • Francesca ha detto:

    Qui sotto ho trovato la verità sul rapimento!!
    https://www.aldomariavalli.it/2019/10/21/la-triste-storia-delle-pachamame-in-fuga/amp/

    P.s. una storia davvero triste e drammatica!!

  • Nicola Buono ha detto:

    Wisteria 1:16pm@ sì lo sdegno dei benpensanti è ammissione di colpa. Il tg5 delle 13:00 infatti così presentava la cosa : FURTO DI 3 STATUINE DI PACHAMAMA LA DEA MADRETERRA DEGLI INDIOS AMAZZONICI. Alla fine l’hanno sputata la verità e cioè che si trattava di 3 IDOLI. Comunque il veleno alla fine l’hanno sputato lo stesso i benpensanti mainstream del tg5 ovvero che I DUE AUTORI DEL GESTO SONO 3 ULTRACONSERVATORI. W gli ultraconservatori che non si calano le brache dico io.

  • Maria Longo ha detto:

    EVVAI…….SIETE TUTTI NOI!!!!!!!!!GRAZIE

  • wisteria ha detto:

    Mi associo a chi plaude a questo bel gesto di resistenza, o che la resistenza vale solo quando la fanno i sinistroidi?
    Inoltre mi domando se lo sdegno dei bempensanti per il furto degli “intagli ” non sia una involontaria ammissione di colpa : SÌ, erano davvero idoli, metterli in chiesa è stato un sacrilegio, non toglierli.
    E infine, cari amici, come indigeno della povera Italia, vorrei che mi si portasse almeno un decimo del rispetto che si ha per questi indigeni amazzonici tanto decantati.

    • GMZ ha detto:

      L’avesse fatto il mitico sindaco Mimmo o il Cardinale Elettrico, tutti a citare l’Antigone; invece ci dobbiamo accontentare del tuit del direttore della Viltà Cattolica.

  • Milli ha detto:

    Padre Ariel Levi di Gualdo , se vuole nella chiesa di Santa Maria in Traspontina c’è ancora tanta spazzatura da portare via, tipo quella canoa usata in processione. Aspettiamo il suo prossimo video. Saluti

  • MASSIMILIANO ha detto:

    In tutta onestà chiunque sia stato a compiere il gesto (fosse anche un ateo bestemmiatore sodomita transgender e massone), avrebbe fatto comunque la volontà di Dio. Punto.
    Ps. in risposta ai vari Boh, Mah, etc. vorrei dire che si, forse qui abbiamo molta fantasia, ma pensi quanta ne devono avere in questo momento i vostri cari padroni in Vaticano…! E infatti non contenti ne continuano ad abusare… Pachamama a tutti! Saluti.
    Mssimiliano

    • EquesFidus ha detto:

      Parliamoci chiaro: questo Sinodo è ridicolo, come ridicolo sono questi tentativi di adorazione idolatrice (=diabolica) in seno alla Chiesa, a dimostrazione della parabola non solo morale e religiosa ma anche estetica della Cattolica almeno negli ultimi cinquant’anni. Queste schifezze in legno, che mi rifiuto di chiamare statue, non solo sono oggetti blasfemi, che contrastano chiaramente con quanto insegnato da Nostro Signore, ma sono anche delle brutture oscene che ben rappresentano culti ctoni ed esoterici ed incompatibili con la bellezza cristiana, di cui la Santa Messa (quella “di sempre”, promulgata da San Pio V, ovviamente) è la suprema espressione. Chiariamoci: se fossero state delle statue di Venere dell’arte greco-romana classica sarebbe stata comunque una intollerabile profanazione ed una bestemmia urlata con odio contro Dio come con queste, ma in questo caso si aggiunge anche il ridicolo ed il deforme. Ripeto, fosse dipeso da me non sarebbero nemmeno finite nel Tevere, ma cosparse di alcool ed arse.

      • anna maria ha detto:

        Approvo pienamente la riflessione circa la “bruttezza” degli idoli e poi la nudità di una donna !!!! Chi è “brutto2 dentro non sa più distinguere il bello dal deforme e brutto. La nostra Chiesa oggi , o meglio, molti uomini di Chiesa, soprattutto ministri di Dio, sono così “brutti” nell’animo che non si accorgono più della bellezza !!!

  • Stefano ha detto:

    Finalmente un raggio di luce, in mezzo a tante tenebre!!.. Vedrete che il vaticano condannera’ indignato questo salurare atto con parole molto più chiare, dure e inequivocabili rispetto alla timida e ridicola smentita delle dichiarazioni di scalfari circa il presunto ateismo di bergoglio.
    Hanno gia parlato di “atto illecito, rapina” ecc.. Dimenticando che proprio uno di loro, su preciso mandato dell obeso biancovestito, qualche mese addietro ha compiuto una cosa esattamente uguale.. La storia del tombino è gia stata dimenticata?… Ah gia, ma quella era “giustizia sociale” secondo qualcuno…
    Ben vengano quindi azioni come questa!!… Anzi, assieme all idolo pagano, un bel tuffo nel Tevere l’avrei fatto fare fare pure al cappone argentino e alla sua corte… Non prima di avergli assestato una sonora pedata nelle parti al di sotto della cintura..

  • Rafael Brotero ha detto:

    Ma è Matteo Salvini!

  • Bartimeo ha detto:

    La notizia più bella è contenuta nei versetti del cap. 14 della Sapienza. Gli adoratori di idoli attirano su di sè la Giustizia Divina!!! Attendo con Gioia quel giorno che si abbatterà su Bergoglio e compagni!. Non se ne può più di quest’uomo!!!.

  • Graziano ha detto:

    Ritengo che sarebbe stato meglio, molto meglio, che tali idoli fossero stati bruciati e le ceneri residue benedette, prima di disperdere. Comunque togliere un obbrobrio simile, da una chiesa cattolica, è atto sommamente gradito a noi e a Dio.
    Pace e bene.

  • GMZ ha detto:

    Credevo che il servizio che Wiccan Insider ha dedicato alla faccenda delle pachamama di legno fosse difficile da superare – specie ove definisce “faziose” le notizie diffuse dai siti conservatori cattivoni – ma poi mi sono imbattuto nell’articolessa di Maura Leonardi su Avvenire, che mette in campo lui che dice messa a Rebibbia e lui che dice messa in periferia (esistenziale, ça va sans dire) prima di tirare la volata al dialogo bacchettando i bacchettoni che preferiscono l’odore dell’incenso all’odore di pecore.
    E oggi c’è anche una densa intervista al mitico Galantino (quello di “Sodoma salvata”, per chi si fosse perso le Illuminate catechesi del nostro) che assicura che in Vaticano non ci sono conti cifrati e straparla di “mission” della Chiesa come farebbe l’anodino cronista dei meeting di Cernobbio.
    Che poi, in sostanza, discettano dell’odore delle pecore quando l’unico odore che portano nel cuore è quello dei soldi (ma sniffano anche tanto altro…).
    La Chiesa II.0: che sballo!

    • Milli ha detto:

      Diciamo che anche le pecore (ma di più agnelli e montoni) devono preoccuparsi di essere troppo gradite da costoro e guardarsi le spalle.

  • Stella ha detto:

    I media parlano che gli ultraconservatori hanno fatto questo. La Chiesa non è un’istituzione politica con fazioni civili di destra o di sinistra, progressismo o conservatorismo. Coloro che parlano in questo modo o ignorano ciò che la Chiesa è o hanno un’altra intenzionalità. La Chiesa è di istituzione divina, Gesù Cristo l’ha fondata, e dall’inizio 2000 anni fa ci sono due gruppi: quelli che sono con Gesù Cristo e il suo Vangelo e quelli che sono contro Gesù Cristo e ciò che insegno nel Vangelo. Matteo 12, 30: “Chi non è con me è contro di me e chi non raccoglie con me disperde”. Lo disse Gesù Cristo, chiunque la pensi altrimenti contraddice Dio.

  • Stella ha detto:

    Il Vaticano risponde dicendo che hanno “rubato” il loro idolo … cosa ascoltare. Bene, nulla è stato rubato, perché questi idoli e idolatri stavano derubando Dio della loro adorazione in un tempio che appartiene legalmente alla Chiesa cattolica.
    Li sposto nel loro posto legittimo, il fondo del fiume. Se vuoi che li adorino di nuovo, puoi andare a trovarli da lì e adorarli in un tempio pagano amazzonico costruito dai loro seguaci per i loro rituali che sono liberi di fare. Ma non usurpare un tempio cattolico che è per l’Adorazione di Uno e Trino Dio, Padre, Figlio e Spirito Santo.
    Anche l’usurpazione dei templi con immagini di altri culti è un crimine e irrispettoso, perché la professione della Fede è impedita.

    • Milli ha detto:

      Chissà se dopo il cardinale elettricista vedremo anche il cardinale tuffatore. In fondo le Pachemame galleggiano potrebbero andare a riprendersele, se non le hanno già distrutte le pantegane tiberine.

  • Il veritiero ha detto:

    Gia mi immagino la felicità dei bei toponi del tevere, grosdi come gatti. Probabile si stiano già accoppiando con pachamama

  • Gaetano2 ha detto:

    Ma ‘sti preti della Traspontina, colpevoli di non essersi opposti alla profanazione dei giorni corsi, non hanno il senso del ridicolo?

  • anna maria ha detto:

    Grande lode ed onore all’autore dell’eroico gesto!!! Splendida idea quella di prelevare, con grande ardore e zelo apostolico, gli idoli conservati in una chiesa di Roma , serviti per riti blasfemi !!! In un luogo sacro, costruito per il culto divino, celebrare riti pagani, con tanto di permesso e alla presenza di ministri sacri !!! E’ vergognoso !!! Ministri di Dio, pastori, ai vari livelli, dai sacerdoti fino alle alte sfere!!! Splendida idea quella di videoregistrare il gesto !!! Tutti noi fedeli cristiani cattolici dovremmo imitarlo e far sentire la nostra voce durante le omelie blasfeme ed eretiche, durante gesti, falsamente liturgici, ed interromperle con il “chiasso”, ad alta voce!!! In tutta Italia , in tutto il mondo. Interrompere, intervenire ad alta voce , anche durante le liturgie pubbliche. Siamo stati in silenzio fin troppo. San Paolo ci parlava, proprio nella Lettura di ieri, di “intervenire in maniera opportuna ed inopportuna, per ammonire, insegnare…”. San Giorgio e San Teodoro d’Amasea, guidi e protegga quell’uomo che in maniera eroica ha dato inizio ad una pacifica reazione ad un modernismo che ormai ha preso piede nella meravigliosa Chiesa Cattolica ed Apostolica.

    https://annamariadematteis.wordpress.com/2018/05/07/ti-amo-mio-dio/

  • anna maria ha detto:

    Grande lode ed onore a chi ha pensato di fare una cosa del genere!!! Meraviglioso !!! Così dovremmo far tutti !!! Ringrazio l’autore del gesto per il grande esempio che ci ha dato : un vero cattolico, che ama il Signore, non può permettere che la Chiesa possa profanare un luogo sacro con para liturgie blasfeme !!! Che lo facciano i pagani è un conto ma che sia la stessa Chiesa Cattolica a celebrare riti pagani è vergognoso!!! Grazie all’autore del gesto e alla splendida idea di videoregistrarlo !!! E’ un idea fantastica , la terremo presente per altre situazioni simili di blasfemia adottate e permesse dalla Chiesa Cattolica!!!
    Credo in Un Solo Dio Padre Onnipotente . Credo in un solo Signore Gesù Cristo, Dio da Dio, DIO VERO DA DIO VERO, GENERATO NON CREATO, DALLA STESSA SOSTANZA DEL PADRE. Credo nello Spirito Santo, che è il Signore e da la Vita!!!
    San Giorgio, San Teodoro D’Amasea, proteggete l’autore del gesto così eroico.

    tps://annamariadematteis.wordpress.com/2018/05/07/ti-amo-mio-dio/

  • Luca Antonio ha detto:

    Qualcuno doveva pur farlo ! , rispose un uomo – ero bambino- , che aveva salvato una ragazzina dal fiume in piena, a chi gli domandava dove avesse trovato il coraggio e la forza, tra i tanti sulla riva, per gettarsi nel fiume e portare in salvo la bimba.

    Un’ azione vale piu’ di 100000 parole .
    Complimenti all’autore.

    • Adriana ha detto:

      LUCA ANTONIO ,
      ecco… dopo aver fatto – ieri notte – un breve giro turistico sul web
      alla ricerca di informazioni sull’esorcista in questione , scopro che…
      è sposato e pure separato con due figlie ,- cominciò la carriera come animatore di lap-dance -, fece una breve e polemica comparsata al Grande Fratello -, aveva cercato di organizzare gruppi di aiuto per
      i senza lavoro – , forse è un diacono ” faidate ” ,- dichiara di esser pronipote di Mussolini – , subì un processo per apologia di fascismo, in quanto venne sorpreso ad attaccare manifesti con la rima – alata – : ” Se ritorna zio Benito questo mondo è più pulito “- Mi auguro che , dopo aver scoperto tante
      “scorrettezze ” , nessuno , a causa delle medesime , lo ripudi pudicamente…dopo tutto :
      ” Ha salvato la bambina ” ( e ” Qualcuno doveva farlo ” !!! ) .

      • GMZ ha detto:

        Quanto ha appena riportato, cara Adriana, mi sollecita ancor più simpatia per questa persona; molta più che se fosse un perfettone (vedi tutti i puri di cuore che si spruzzano l’eau de mouton per compiacere il papataz).
        Ossequi!

  • Chiamatemi pure Torquemada. Me ne farò una ragione ha detto:

    GENIALE

    E se ci buttassimo BERGOGLIO???

  • Il veritiero ha detto:

    Se veramente hanno sporto denuncia sono degli ipocriti.
    Lo scorso anno durante la festa della madonna del carmelo il 26 luglio. In traspontina hanno “rubato da una cappella un candelabro di ottone alto mezzo metro” e nessuno ha detto niente.
    Ci sono tutti i giorni ladri che forzano le cassette delle offerre per rubare soldi.
    Sarebbe ridicolo se hanno fatto denuncia per quell’idolo.

  • Vito ha detto:

    Bravissimo l’autore di questo gesto.
    Ignoranti gli eventuali denunzianti che, evidentemente, non sanno che per configurarsi un furto è necessario che l’autore della sottrazione ne abbia tratto profitto per sé o per altri.

  • Pedro L. Llera ha detto:

    Si han puesto una denuncia en la policía por robo de los ídolos de la Pachamama, díganles que he sido yo.
    Ciudadano español. Residente en Cádiz. Puedo darles a la policía mi dirección y teléfono.

  • deutero.amedeo ha detto:

    Non si tratta di un Salmo ma di un brano del libro Sapienza, un gioiello dell’Antico Testamento, relativamente “recente” (tra il II e il I secolo a.C.) .

    • deutero.amedeo ha detto:

      Ho verificato che i versetti da me citati non sono riportati nel Messale. Per questo i preti che a mala pena conoscono i quattro Vangeli e il resto della Bibbia non lo leggono mai (non hanno tempo, poveretti, impegnati come sono a preparare il minestrone agli immigrati) non li conoscono. Nel libro della Sapienza ci sono ben 3 capitoli ( il 13, il 14 e il 15) riguardanti la STOLTEZZA DELL’IDOLATRIA. Se non per fede, leggeteli almeno per diletto: sono stupendi!

  • Adriana ha detto:

    Su fb un certo padre Davide Fabbri si autoaccusa di esser l’autore del prelievo di idoli satanici .

    • Adriana ha detto:

      i dati del ” rapitore ” sono i seguenti : Padre David , ( non Davide ) diacono esorcista , Cavaliere della Milizia Arcangelo Michele , vive a Ferrara .

      • Adriana ha detto:

        Non preoccupatevi per il Tevere ! Or ora padre David Fabbri ha
        annunciato di aver esorcizzato gli idoli .

        • GMZ ha detto:

          Non capisco cosa ci fosse da esorcizzare!
          Invece di lasciarsi ossessionare dalle superstizioni del passato, ci dovremmo focalizzare su ciò che di vero e santo è presente nella religione della Pachamama. La quale – ricordiamolo – è stata voluta da Dio!

      • Boanerghes ha detto:

        Un diacono?
        Di Ferrara?
        la mia stessa città

      • Mah... ha detto:

        Diacono esorcista? Certo che ne avete di fantasia da queste parti…

        • LucioR ha detto:

          Non si può dire che Lei non pratichi con frequenza la “buona abitudine” di dire che gli altri hanno fantasia. Ma perché, non dice anche – se Lei è così istruito – che non può esistere un Diacono che abbia la funzione istituita di esorcista (come vedremo più sotto, ma Lei non l’ha detto)?

          E se è vero questo, non è neanche sbagliato – in un determinato àmbito – parlare di Diaconi che compiono esorcismi.
          Intanto occorre sapere in quali casi la Chiesa parla di esorcismi. Questo ce lo dice il documento della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti, «Il rito degli esorcismi», emesso il 26/1/1999: «In una forma semplice l’esorcismo è praticato durante la celebrazione del Battesimo. L’esorcismo solenne, chiamato “grande esorcismo”, può essere praticato solo da un presbitero e con il permesso del Vescovo».

          Quindi esiste un esorcismo che è svolto «in una forma semplice», ed «è praticato durante la celebrazione del Battesimo». Per questo tipo di esorcismo il documento non dice, come nel caso dell’esorcismo solenne o «grande esorcismo», che «può essere praticato solo da un presbitero e con il permesso del Vescovo». Ed infatti può essere praticato anche dal Diacono, come risulta dal Catechismo della Chiesa Cattolica che al punto 1256 dice:

          «1256 I ministri ordinari del Battesimo sono il vescovo e il presbitero, e, nella Chiesa latina, anche il diacono [Cf Codice di Diritto Canonico, 861, 1; Corpus Canonum Ecclesiarum Orientalium, 677, 1]».

          Dunque, anche se è impreciso parlare di «Diacono esorcista» in quanto ha ricevuto la funzione di esorcista, a rigore non è errato perché nel Battesimo il Diacono esegue un rito di esorcismo («nella forma semplice»)

          Si può dire dunque che la fantasia altrui è inversamente proporzionale alla sua ottusità (almeno in questo caso).

          • Milli ha detto:

            Fermo restando che questo David è un ciarlatano da evitare a tutti i costi.
            Chi offre consulenze come sensitivo alla fine non è altro che un esoterista, anche se all’inizio ti fa credere altro.
            Poi basta vedere come ama travestirsi…

        • Milli ha detto:

          Stavolta concordo, un diacono mica può essere esorcista, suvvia, solo un sacerdote su assegnazione del vescovo.
          Al massimo può essere assistente del sacerdote esorcista.

        • LucioR ha detto:

          Gentile Milli,

          A me questo David – che sia Diacono o meno (e certamente esorcista non è) non interessa. Io ho risposto a quel signore che più volte ha scritto la sua frase tipica: «Certo che ne avete di fantasia da queste parti…», dove, con «da queste parti», è chiaro che si riferisce ai frequentatori abituali che condividono la linea di questo blog, tra cui anche Lei, e con «ne avete di fantasia» si capisce bene cosa vorrebbe intendere, essendo lui evidentemente tutto sapienza.

          Non è il solo che, con fare saccente pensa di “mettere a posto” coloro che credono dei poveri ignoranti, con quel tipo di commenti o con domandine che a loro paiono fulminanti, scioccanti, ma sono solo sciocche, guardandosi bene dal muovere un filo di confutazione ragionata, spiegando – per esempio in questo caso – perché non è corretto parlare di Diaconi esorcisti come se fossero investiti di un particolare”ministero”. Che se proprio vogliamo, pur confermando ciò, ci sono occasioni – come spiegato nel commento precedente – in cui un Diacono compie degli esorcismi (e quindi a rigore non è errato dire che sta agendo da esorcista), dal momento che «In una forma semplice l’esorcismo è praticato durante la celebrazione del Battesimo», come dichiarato dalla Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti, e che il Battesimo viene amministrato dal «vescovo e il presbitero, e, nella Chiesa latina, anche il diacono», come si legge nel Catechismo della Chiesa Cattolica, 1256.

      • Francesca ha detto:

        David… bellissimo nome EVOCATIVO… milizia San Michele..
        C’è TUTTO

    • Mac ha detto:

      Ma chi ? il Vikingo ?

      • Adriana ha detto:

        Mah ?! Pare lo chiamassero così quando portava i capelli lunghi ,
        ora li ha cortissimi . Ho attuato una breve ricerca : esorcismo a
        Bibbiano , esorcismo alla ( orrenda ) fontana di Vergato , supplica pubblica a Di Maio di non mettersi con ” satanisti massoni ” .
        Non potrei definirlo progressista … Ma le intenzioni non mi sembrano cattive…

        • Anonima ha detto:

          Fatta qualche piccola ricerca, ma Davide o David Fabbri (ma quale ‘padre’…), fra esorcismi e offerte di aiuti in qualità di sensitivo, appare un po’ sopra le righe, direi ultragasato. Mah…

        • Milli ha detto:

          Adriana, da lei non mi aspettavo una fiducia (anche minima) a un tal soggetto.
          È un ciarlatano, un mitomane e un ingannatore , questi qui non vanno neanche nominati, sono individui che possono attirare nel loro inganno le tante persone in difficoltà facendo credere loro di essere nella Chiesa e non lo sono. Uniscono in maniera approssimativa concetti cristiani e magia.VADE RETRO SATANA.
          Se qualcuno pensa di avere bisogno di un esorcista deve andare da un vero sacerdote e BASTA!

          • Adriana ha detto:

            MILLI cara ,
            ma un minimo di umorismo ci vuole …per sopravvivere .
            Di fronte agli atteggiamenti di venerazione eretici ,- pubblici – ma soprattutto ” grotteschi ” del
            clero vaticano ( un clero che pretende di venir preso sul serio ) ,
            trovo perfettamente congruo il gesto di sottrazione
            – privata – dell’uomo ” inviato ” dalla Divina Provvidenza .
            Del resto , lei , come altri , non avevate portato alle stelle questo
            distruttore di idoli ? Ahi , ahi , la riconoscenza…

          • Milli ha detto:

            Cara Adriana, mi sono particolarmente infervorata nel caso di questo Vikingo perché avendo avuto in passato certi problemi, so quanto una persona bisognosa di aiuto possa attaccarsi a qualsiasi speranza, se non ha solide basi di fede .
            Perciò ho voluto evitare in ogni modo che da questo blog potesse passare un messaggio sbagliato, un seppur minimo avallo alle sue attività.
            Questi sono personaggi pericolosi e mi premuro che possano capirlo tutti, soprattutto i più fragili. Confido che mi comprenderà, in questo caso l’umorismo l’ho messo da parte.

        • Milli ha detto:

          Il Vikingo ha fatto tutti quei gesti solo per farsi pubblicità. Alla larga è solo un ciarlatano.

      • MARIO ha detto:

        Si (se è vero). Dalla padella alle brace.
        Se prima perlomeno qualche prelato le aveva benedette (magari a malincuore…), adesso il Vikingo le ha sconsacrate del tutto.

        • Milli ha detto:

          Mario faccia uno sforzo e cerchi di essere obbiettivo, quelle robe in chiesa non ci dovevano stare. A malincuore, ma lo ammetta.

  • GMZ ha detto:

    Denuncia per furto? Dai, ché tanto arriva il cardinale in lambretta e ripiana tutto (come ripianò i trecentomila euro di debito di Spin Time Labs)!

  • EA ha detto:

    Se non altro abbiamo appurato che la Pachamama vola e nuota. Non è vero quindi che gli idoli non sanno fare nulla.

  • Nicola Buono ha detto:

    Chiunque ha fatto questo è un vero cattolico con la schiena dritta. Ricordo che ad evocare gli idoli (= demoni) non si finisce bene come dimostra il tragico fatto di Torino nel 1983…E qui gli idoli sono stati evocati e adorati a) nei giardini Vaticani b) in una Chiesa di Roma

    https://gloria.tv/article/Cbe94tXRJoxV2pSPt7hxQEFsH

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    Denuncia per furto!… Hehe!… lo immaginavo, era scontato. La denuncia andava fatta prima, per idolatria, verso gli espositori di questi abomini. Ma questi si fanno scudo della legge occidentale, leggi ipocrite e formali, che lavorano contro l’uomo, e quando serve, non difendono una ceppa. Vedi, esempio, l’aborto consentito per legge. Quindi benissimo hanno fatto gli affondatori di idoli in Tevere a non farsi riconoscere, evitandosi così grane inutili, per la loro opera meritoria. Che vadano a farla nel posto di polizia in mezzo alla foresta amazzonica, la denuncia, gli idolatri.

    Ma voglio fare qui un ragionamento. Leggevo a esempio ieri, sul sito santi & beati, qui http://www.santiebeati.it/dettaglio/97034 la storia di  don Stefano Kurti, sacerdote e martire albanese. Quest’uomo è stato vent’anni in galera sotto il regime comunista albanese, e siccome, nonostante, quando fu liberato continuava ad esercitare il suo ministero, alla fine fu ripreso e fucilato, nel 1971. 

    Ora, ci si può fare la domanda, come mai uno come Kurti ha servito il suo ministero fino alla morte, e oggi è difficile trovare un religioso, prete o vescovo, che abbia il coraggio non dico di essere fucilato, ma di dire a voce alta che in vaticano si fa eresia pagana e apostasia a briglia sciolta? La risposta può essere che, al tempo di Kurti, la gerarchia dei superiori conservava una sua integrità, e quindi poteva sostenere uno come Kurti, mentre oggi la gerarchia è la prima a essersi moralmente degradata, con le poche note eccezioni – parlo visibili all’opinione pubblica -di Burke, Schneider, Brandmuller, don Bux, il padre Ariel e pochissimi altri. Quindi, in tale contesto, i semplici preti sono demotivati e scoraggiati, e si ritrovano ad aver paura non di essere fucilati, ma perfino della propria ombra. Si ritrovano a dover temere per la propria carriera, come piccoli borghesi fantozziani. Insomma, c’è stato un clamoroso indebolimento.

    E’ per questo che, a parlare senza timore contro le eresie vaticane, ci ritroviamo spesso noi laici. Ma non perché noi siamo meglio della gerarchia ecclesiale codarda, quanto piuttosto per il semplice motivo che, essendo giustappunto laici, non abbiamo da temere nessun contraccolpo per la nostra carriera. Se invece avessimo da temere di essere licenziati dal nostro lavoro, per aver criticato il Pontefice regnante per i suoi atti ereticali, probabilmente staremmo zitti anche noi. Tutto quanto sopra, per essere un attimino realisti, e non ergerci noi, servi inutili, a paladini dell’ortodossia cattolica.

    Ma, detto tutto questo, sta di fatto che, in un modo o nell’altro, in questo momento storico tocca anche a noi laici, volenti o nolenti, facilitati o no, assumerci questo ruolo di censori dell’eresia più sfacciata e manifesta. Poi, francamente, credo che lo facciamo anche volentieri, perché ci irrita moltissimo essere presi per i fondelli da Bergoglio e dai suoi sodali, vedi qui
    https://lanuovabq.it/it/riti-pagani-in-vaticano-dopo-lo-sfregio-la-menzogna
    ed è per questo che non diamo più l’otto per mille alla Chiesa cattolica, preferendo aiutare direttamente, semmai, solo i preti che lo meritano. Non farete eresie con i nostri soldi, signori. Tanto troverete senz’altro qualche massone che vi finanzia.
     
    E questo è quanto. Ora vediamo, restando vigilanti, come evolverà ‘sta faccenda del sinodo. E ciascuno andrà ad assumersi le proprie responsabilità davanti al Creatore, andando poi a vedere, al più tardi nel Giorno del  Giudizio, chi aveva ragione. 

  • Diana ha detto:

    Si, purtroppo secondo l’ineffabile Stampa (articolo illeggibile) li hanno identificati e denunciati. Lesa maestà al Dialogo. Capito Deutero? Non importa che stessero tutti a pecoroni nei Giardini Vaticani davanti alla “vita/fecondità/priapo/volemosebbene”. Ci facessero sapere come aiutarli a sostenere le spese legali.

    Che poi dovremmo noi denunciare tutta la combriccola per offesa al senso religioso.

    • Luigi ha detto:

      A quanto dice l’articolo del Cernuzio su la Stampa, gli autori del gesto sono stati identificati e denunciati.
      Propongo, in caso di procedimento giudiziario, di fare una raccolta fondi per aiutare economicamente i due eroi.

  • Gian ha detto:

    Ottimo. Bene che sia stato fatto, anzi meglio sarebbe se fosse stato fatto prima. Fuori gli idoli dai luoghi consacrati.

  • adriano ha detto:

    Riporto qui il commento con cui ho accompagnato l’invio delle foto riprodotte qui dal Dott. Tosatti. La madre terra, o pachamama che dir si voglia, non è solo folclore: è espressione di una “teologia” che vorrebbe addirittura “inglobare” lo stesso cristianesimo.
    Scrivevo oggi alle 17.46 in risposta a Deutero delle 14.01:

    Nel 1986 è stato pubblicato in italiano un libro già apparso negli anni ’70 in Brasile: Il ventre dell’Universo (https://sellerio.it/it/catalogo/Ventre-Universo/Arantes-Lana-Gomes/1689)
    Umùsin Panlon Kumù, il “capo-sacerdote” dei Desana, una stirpe di indios amazzonici, aveva rotto il tabù che circondava i miti di creazione della propria gente. Si trattava di un sapere esoterico che solo lui conosceva integralmente. Il tabù gli avrebbe imposto di svelarne il contenuto solo al primogenito, erede della sua funzione. Temendo che queste storie finissero ben presto per scomparire (già i figli del figlio non parlavano più la lingua dei padri), egli chiese al proprio primogenito di trascriverle in portoghese e di accompagnarle con dei disegni di cui lui avrebbe ancora potuto garantire la corrispondenza con la narrazione. Egli racconta che all’origine di tutto c’era una grande Nonna, che da una stuoia e da certi oggetti che vi erano collocati aveva creato se stessa. Tra i suoi figli è apparso come “terzo”, dice Tolaman, “anche quello che conoscete voi, che chiamate creatore…”.
    La donna incinta finita in Tevere (ma quante ce n’erano?) non è una generica “pachamama” e nemmeno una ancor più generica “madre terra”, ma un vero idolo che vorrebbe “ridurre” e subordinare l’Unico: anche stavolta, Deutero Amedeo, hai visto bene.
    Vorrei allegare almeno due disegni esemplificativi, quelli di p.167 (nel libro italiano ce ne sono solo 46. I 98 disegni originali, su normali fogli da disegno, dovrebbero essere nel Museo dei Missionari della Consolata di Torino), ma pur avendo provato in mille maniere non ci riesco.
    Ne mando la foto al Dott. Tosatti, ringraziandolo di tutto

  • Claudius ha detto:

    SANTO SUBITO

  • Adriana ha detto:

    Mi ricorda il famoso film di Esther Williams ” Bellezze al Bagno ” .

  • hoy ha detto:

    non si vede quasi nulla , soprattutto del tuffo