SUPER EX: CHI ERA VERAMENTE IL CARDINALE ACHILLE SILVESTRINI.

30 Agosto 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, Super Ex (Ex di Avvenire, Ex di Movimento per la Vita, Ex di altre sigle e bandiere attonite, ma NON ex cattolico, ci ha regalato un ricordo sulla carriera, le amicizie e le propensioni politiche del defunto cardinale Achille Silvestrini, il portabandiera della sinistra tout court in Vaticano, grande diffusore di giornalisti di sinistra (alterni vicibus…)nel mondo dell’informazione, e legati alla consorteria dei diplomatici vaticani, la vera sola “carriera” presente in quel mondo, e stranamente coccolata dal Pontefice regnante. Credo che nello straboccare di coccodrilli agiografici una visione lucida come quella di Super Ex sia benvenuta.

+++++

Nel giorno dell’apparente trionfo del suo “figlioccio” Giuseppe Conte è morto il cardinal Achille Silvestrini – amico di Sergio Matteralla, di Romano Prodi, del cardinale Parolin- e “che di Conte è stato il mentore dagli anni in cui frequentava il collegio di Villa Nazareth, il prelato a cui più di tutti il premier incaricato deve le sue entrature ecclesiastiche”.

Silvestrini è ben descritto anche nell’articolo de La Bussola quotidiana di Nico Spuntoni:

In morte di Silvestrini, regista del gruppo di San Gallo.

Vorrei solo aggiungere che di lui parlò con notevole ricchezza di dettagli un monsignore di curia, tale Marinelli, autore nel 1999, per l’editore Kaos, di un libro denuncia sui mali della chiesa intitolatoVia col vento in Vaticano, firmato con lo pseudonimo I Millenari.

Quel libro ebbe un successo di vendite straordinario, analogo ai testi di Nuzzi, benchè molto più serio e mosso da ben altri intenti: denunciare i tradimenti di uomini di Chiesa, non per attaccarla, ma per aiutarla a purificarsi.

Il monsignore infatti, dopo aver descritto sotterfugi, giochi di potere, logge massoniche vaticane davvero influenti e tese persino alla conquista del papato, scriveva: “Dio deprime la Chiesa per poi elevarla; taglia i rami inutili per rinvigorirla; atterra il suo orgoglio per poi sollevarla nella grandezza dell’umiltà…”.

Ebbene nel libro citato proprio Silvestrini aveva un posto d’onore come leader del “clan romagnolo”, composto anche da Pio Laghi, Luigi Bettazzi, Edoardo Menichelli, Claudio Celli… un clan, sosteneva il denunciante, quasi “massonico” e tutto teso alla conquista di posizioni di potere.

Un brutto colpo per il “sinistro” Silvestrini fu però l’elezione di Albino Luciani, del tutto ostile a certi comportamenti e forse, in quanto italiano, a conoscenza degli intrighi di alcuni uomini di curia. Silvestrini intravide la fine della sua ascesa ed ebbe a temere di non poter divenire cardinale.

Ma “fu profondo e lungo- scriveva mons Marinelli- il sospiro di sollievo quando s’accertò che dopo soli 33 giorni quel pontefice era stato trovato morto a letto. Dio sia benedetto! L’eccellente romagnolo poteva serenamente riprendere a sperare verso la scalata…”.

Scalata non solo ecclesiale, ma anche politica, tutta a sinistra: Silvestrini è stato presidentedella Fondazione Sacra Famiglia di Nazareth,della quale basti dire che è stata organizzatrice, nel 1996,  di un convegno a cui parteciparono il Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro (il cattolico eletto anche grazie a Marco Pannella), il Ministro della Pubblica Istruzione, il comunista, Luigi Berlinguer, i sindaci di Roma Francesco Rutelli e quello di Venezia Massimo Cacciari. Tra i relatori: Romano Prodi e Stefano Zamagni, i catto-com bolognesi!

Nel 2013, con l’elezione di Bergoglio, caldeggiata dallo stesso Silvestrini, non mancano i riconoscimenti per l’anziano cardinale, così influente nella vita ecclesiastica e politica del paese.

Apprendiamo dal sito della fondazione che in  “occasione del novantesimo compleanno del Card. Silvestrini, viene organizzato a Villa Nazareth un convegno per riflettere sui valori di cui don Achille è stato testimone e che costituiscono oggi l’essenza del cammino della comunità: libertà (Alberto Monticone), servizio (don Luigi Ciotti), cultura (Luca Serianni), amicizia (Claudio Magris). – Viene presentato a Villa Nazareth il programma, sviluppato in partnership con l’Università per stranieri di Siena, di formazione per l’insegnamento della lingua italiana per stranieri, con particolare attenzione ad un percorso specialistico per docenti di italiano per l’ambito religioso. – Il 15 dicembre, la Comunità di Villa Nazareth, riunita per la Messa di Natale nell’Aula delle Benedizioni in San Pietro, riceve la visita di Papa Francesco, salutato con affetto ed entusiasmo da studenti, associati, amici e le loro famiglie”. Nel 2014, invece,”la comunità accoglie il cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato e già assistente spirituale degli studenti di Villa Nazareth”.

Nel 2015 un altro importante convegno con il card. Pietro Parolin e  Romano Prodi, e nel 2016, il 18 giugno, un’altra visita di Bergoglio!

Concludo con un passo tratto dall’articolo dell’Huffington post già citato. Prima di definire Silvestrini “un vigoroso oppositore anche pubblico di Ratzinger”, Maria Antonietta Calabrò ci dà un’altra informazione utile: “Oggi, il capo (di Villa Nazareth, ndr) è monsignor Claudio Celli, romagnolo pure lui, come Silvestrini, una carriera coronata – dopo essere stato capo dell’Apsa, Amministrazione del patrimonio della Sede Apostolica – dal nuovo deal concluso da Papa Francesco con la Cina, che ha portato nei giorni scorsi alla nomina d’intesa tra il Vaticano e il Governo cinese dei due primi vescovi, con l’ok comune. Secondo indiscrezioni, Celli nelle settimane della crisi agostana del Governo gialloverde si è molto speso a favore di Giuseppe Conte, il pupillo del cardinale Silvestrini”.

+++++




SE PENSATE

CHE STILUM CURIAE SIA UTILE;

SE PENSATE

CHE SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA;

 AIUTATELO.

ANDATE ALLA HOME PAGE.

SOTTO LA BIOGRAFIA. 

OPPURE CLICKATE QUI




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Tag: , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

73 commenti

  • TA ha detto:

    Questo blog è popolato di gente da ricovero!! Ma dove vivete?!? siete stati da un terapeuta?

  • Super vigliacco usquequo Domine? ha detto:

    APROFITTO ANCHE IO DELL ANONIMATO PER SPARARE SENTENZE

    http://www.ilgiornale.it/news/mondo/vaticano-ha-coperto-63-anni-abusi-marcial-maciel-1623552.html

    • Paola Datodi ha detto:

      comunque tra le pastette di V.N., intendevo dire, non mi sembra che ci siano riferimenti a cose di sesso, almeno quello speriamo (chiara l’allusione al Rinascimento?)

  • Donna ha detto:

    Segnalo in interessantissimo intervento di Padre Livio visibile su YouTube ” il nuovo umanesimo in salsa anticristica”, e si riferisce a Conte , il quale a sua volta per tale concetto di rifà ad un pensiero materialista e ateo.
    Da sentire, a corollario .

  • Anima smarrita ha detto:

    Il premier incaricato ha partecipato alle esequie in San Pietro, La salma è stata poi trasferita a Villa Nazareth, dove alle 19 sarà celebrata un’ altra messa.

    • Gian Piero ha detto:

      Il Bis- Conte e’andato a riverire il Papa dopo i funerali di Silvestrini e a prendere ordini da lui…( dopo averli presi da Junker e Merkel)
      ’ bisogna dire che Bergoglio ha dimostrato tatto e sensibilita’ nel regalare oggi al premier Conte …un Rosario!
      😝😝😝😝

      • Gian Piero ha detto:

        Comunque per chi volesse votare pro o contro il nuovo governo sulla piattaforma Rousseau gira in rete questo aforisma: ricordati che nel segreto di Rousseau Padre Pio ti vede, il Cuore Immacolato di Maria no.
        😈😈😈

    • Pasquino ha detto:

      Hai voglia a celebrare Messe….mi sa che per riscattare il silvestro dovranno dirne per due secoli tre volte al giorno!!!

  • Lukak-one ha detto:

    Sono arrivato da poco.
    Vedo che in questo blog c’è di tutto e di più.
    Spero proprio di poter scorrazzare e sgomitare un po’.

  • Adriana ha detto:

    Il continuo trafficare dei vertici ecclesiastici ci porta ad una brutta fine – https://www.ilsussidiario.net/news/governo-conte-sapelli-in-italia-comanda-macron-ecco-il-piano-per-ridurci-a-colonia/

  • TITTOTAT ha detto:

    Però, questo piccolo Silvestre brucia bene, pensate quando arriverà il conte Bergoglio con tutta la foresta, quanta luce e calore avremo.
    Indovinate chi ha detto ciò ieri sera, e a chi.

  • maurizio rastello ha detto:

    Un super-ex sempre più bilioso, senza pace; migliore – seppur in schietto stile NBQ – l’articolo di Spuntoni. A Tosatti piace così.

  • Donna ha detto:

    Infatti sia Bergoglio che Conte usano i termini “nuovo umanesimo”, che somiglia tanto al massonico “nuovo ordine mondiale”. E Conte , mi pare, correggetemi se sbaglio, ha cominciao a cambiare atteggiamento con la Lega, dopo essere stato ricevuto da Bergoglio.
    Per quanto riguarda Silvestrini, sarà pure incensato qui in terra, ma nell’aldilà…. si puo pensare stia dando spiegazioni del suo “limpido” operato.

    • Gian Piero ha detto:

      Il termine “ Nuovo umanesimo” lo uso’ per primo il Padrone del mondo nel romanzo di Benson.
      Ricordiamoci che Conte e’ un pupillo di Silvestrini e Silvestrini e’ un pupillo di Casaroli. La creme della creme .
      Cari fratelli massoni…..

      • Paola Datodi ha detto:

        Cioè cioè, avrà sbagliato secolo: nell’Umanesimo quello vero,nel Rinascimento, mi è facile immaginarlo come un prelato di allora.Mondanità, con lusso, feste, e politica, e sistemazioni di gente fidata, e ambizioni varie…con una differenza: l’ortodossia religiosa mai in discussione. Nel caso specifico non saprei se lui ha detto o scritto qualcosa rilevante in proposito. Del resto non sapevo tutti questi retroscena di Villa Nazareth.Ma almeno se ho ben capito qui non c’entra “qualcos’altro “( che in clima rinascimentale, eh…) ed è già qualcosa…

  • Rafael Brotero ha detto:

    Secondo Malachi Martin, Silvestrini era tra i capi della setta satanista che governa il Vaticano, uno dei più attivi.

  • Valeria Augusta Rescalli ha detto:

    Ecco tutto spiegato. Tutto semplice e comprensibile .adesso capisco il perché di certe cose. Povero Gesù, si servono di Te per i loro sporchi affari. E la gente si allontana. Rosario in mano e affidamento totale alla Vergine Maria. Sono figli di Satana.
    Chiaro e limpido.

  • virro ha detto:

    L’empieta’ lavora sempre nelle tenebre, ma quando si manifesta i frutti sono sempre marci.
    La lealtà fa crescere e i frutti sono sempre buoni
    I facente parti dei “gallini”, moriranno tutti, ma guai allo scandalo che ci arrecano.
    Basta vedere il disastro politico continuo con cui ci hanno ingannato in questi decenni passati.
    Evidentemente questi “gallini” , non volendo aspettare i tempi di Dio, si sono presi il tempo proprio, per imporsi da pazzi prepotenti /squilibrati volendo CORREGGERE LA PAROLA DI DIO
    Ora ascoltiamo la maestria di Conte

  • Gian ha detto:

    Stupefacente come in una sola settimana, l’ultima, dopo la rivelatrice requisitoria in Senato contro Salvini, sul personaggio Giuseppi Conte abbiamo imparato molto più di quanto ci fosse stato dato di apprendere nell’intero anno dal suo esordio come personaggio pubblico. Significativa anche la scomparsa del regista della “mafia di San Gallo” nel giorno in cui il suo pupillo Giuseppi Conte si avvia per una nuova avventura come PdC di una compagine governativa benedetta da Bergoglio con la sua “chiesa in uscita” e fortemente incoraggiata dai vertici UE, dopo aver messo all’angolo il barbaro fassista e sovranista Salvini.

    • Anonimo ha detto:

      Una semplice considerazione. Giuseppi ha fatto un voltagabbana che, è evidente dalle foto in cui gongola, lo fa sentire molto furbo. L’ex povero studente pugliese ha imparato che, per arrivare fra i “vips”, l’unica regola è nessuna regola. Il problema si pone quando la gente che hai intorno, in politica, si accorge che su di te non può contare perché la “fides” di Latina memoria per te non esiste. Risultato: diventi un inaffidabile. Sono certa che molti, nel silenzio della politica, stanno meditando: è pericoloso avere a che fare con chi dopo un minuto, in attimo, ti disconosce.

  • Iginio ha detto:

    Silvestrini fu messo alla guida della Congregazione per le Chiese orientali ma non ne sapeva niente, altro che esperto.
    Pare inoltre che recentemente avesse pronosticato nientemeno che una Giornata mondiale della gioventù a Pechino. Il tipo doveva essere alquanto confuso, ma evidentemente piuttosto maneggione, come del resto gli altri della sua area (p. es. Prodi).
    Riposi in pace, nel senso che speriamo abbia adesso un quadro più preciso della situazione. E che impedisca ai suoi discepoli di fare danni peggiori.

    • Anima smarrita ha detto:

      Beh! Se mai: potrà intercedere presso il Signore, nel cui Regno ci si augura abbia trovato posto, affinché i suoi discepoli e eredi non facciano “danni peggiori”. E che l’ Altissimo accolga la sua supplica, insieme alle nostre incessanti preghiere!

  • Milli ha detto:

    Il card. Silvestrini faceva parte della Mafia di San Gallo, quindi era uno scomunicato, amen.

    • MARIO ha detto:

      Questa invece lo ha già sistemato sulla graticola nei tremendi gironi…

      • Santa Marta 1 ha detto:

        Tranquillo, MARIO-CARLONE-SJ: tanto non esiste né il diavolo, né l’inferno!

      • Milli ha detto:

        Ah, ma allora è duro di comprendonio. Io non mi permetto di condannare nessuno, tuttavia che lui facesse parte della mafia di San Gallo è stato dichiarato dal cardinale Danneels , di cui faceva parte egli stesso. C’è una sua intervista alla tv, con tanto di video a testimoniarlo. E fin qui mi sembra un dato acclarato.
        Secondo, come lei saprà meglio di me, Giovanni Paolo II ha condannato alla scomunica automatica chiunque si riunisca per manipolare, per trovare accordi che interferiscano nell’esito del conclave, sono quindi vietate espressamente riunioni segrete (COSTITUZIONE APOSTOLICA DEL 1996 “UNIVERSI DOMINICI GREGIS” promulgata da Giovanni Paolo II., Cap 6).
        E già che ci sono, per conseguenza logica, se nel conclave che ha eletto Bergoglio c’erano dei cardinali scomunicati l’elezione di suddetto pontefice non è valida. O no?

        • MARIO ha detto:

          Credo invece che sia lei quella “dura di comprendonio” e che abbia condannato ingiustamente il Card. Sivestrini (nominato cardinale da GPII), per i seguenti motivi:

          – Per quanto riguarda la ormai famigerata “mafia di San Gallo”, è chiaro che si trattasse di una definizione ironica dello stesso Card. Danneels per indicare il cosiddetto “gruppo di san Gallo” (peraltro ben conosciuto nella Chiesa, come tanti altri): un gruppo di alti prelati, legati da amicizia e comune orientamento riformatore.
          Peraltro l’atteggiamento auto-ironico di gran parte del clero è proverbiale (e, a mio parere, indice di intelligenza). Come si può immaginare altrimenti che un Cardinale possa pubblicamente auto-definirsi appartenente a una “mafia” nel senso comunemente inteso o figurato ? Sarebbe autolesionismo puro, mi sembra.

          – Rispetto alla presunta “scomunica automatica” di cui alla “UNIVERSI DOMINI GREGIS”, se si leggesse con un “minimo” di attenzione l’art. 81, cui lei fa riferimento, ci si accorgerebbe che la scomunica è legata a eventuali azioni di “costrizione” (che ritengo impossibili nel nostro caso).
          Riporto per debita conoscenza l’art. 81 incriminato:
          “81. I Cardinali elettori si astengano, inoltre, da ogni forma di patteggiamenti, accordi, promesse od altri impegni di qualsiasi genere, che li possano COSTRINGERE a dare o a negare il voto ad uno o ad alcuni. Se ciò in realtà fosse fatto, sia pure sotto giuramento, decreto che tale impegno sia nullo e invalido e che nessuno sia tenuto ad osservarlo; e fin d’ora commino la scomunica latae sententiae ai trasgressori di tale divieto. Non intendo, tuttavia, proibire che durante la Sede Vacante ci possano essere scambi di idee circa l’elezione.”

          Non si può scherzare o raccontare frottole su queste cose, infangando la reputazione di un cardinale, per di più defunto.
          Pace e bene.

          • Vito ha detto:

            A Mario.
            Smettila di difendere l’indifendibile.
            E poi, perche mai si dovrebbe parlare bene di un carrierista, comunista e traffichino?
            Solo perché è morto?

        • MARIO ha detto:

          Gradirei una risposta dalla Sig.ra MILLI, se non pretendo troppo.
          Grazie.

  • Adriana ha detto:

    ” Ai postumi l’ardua sentenza ” ( come disse Totò ) .

    • Forza Roma ha detto:

      Qui si misura tutta la tua cultura!
      Lo disse Manzoni, no Totò…

      • MASSIMILIANO ha detto:

        Postumi , legga e poi parli. Postumi… Saluti.
        Massimiliano

      • Mac ha detto:

        Forza Roma !!
        Ai “postumi” non ai “posteri”.

        Saluti.

      • Forza Roma ha detto:

        E per giunta è sbagliata anche la citazione…

      • Adriana ha detto:

        ” L’ Evo moderno è finito . Comincia il Medio Evo degli specialisti .
        Oggi anche il cretino è specializzato ” ( E. F . )

      • Anonima ha detto:

        Forza Roma, inforchi gli occhiali: c’è scritto “postumi”, non “posteri”

      • wisteria ha detto:

        “Fu vera gloria? Ai posteri l’ardua sentenza” è un verso famoso dell’ode manzoniana “Il 5 maggio”, passata in proverbio, mentre: ” Fu vera sbronza? Ai postumi l’ardua sentenza ne è la parafrasi scherzosa. Se sia di Totò o di un altro comico, non saprei, ma non mi sembra importante.

        • Forza Roma ha detto:

          Ebbene, sì: questa volta ho toppato… e di brutto.
          Potrei avere una scusante per il fatto che sono di Roma… e non di Napoli.

    • GIORGIO VIGNI ha detto:

      Domina, che meraviglia la risposta di forza roma ! Gli spagnoli sintetizzerebbero in “tonto del culo” ed i peruviani in “huevòn a la vela”. Ad maiora.

      G.Vigni

      • Adriana ha detto:

        VIGNI ,
        :-)) .
        Capita , quando si soffrono i ” postumi ” di ” Bianco , Rosso e—
        Verdone ” .

  • Gian Piero ha detto:

    Beh la corrente continua anche dopo il decesso dei singoli ci sono gli allievi che continuano nella linea dei “ maestri” : dopo Silvestrini c’ e’ Parolin, dopo Martini c’ e’ Bergoglio, dopo Rahner c’ e’ Kasper, dopo Danneels c’ e’ Marx eccetera.
    Quell’ orribile forza, per citare C.S.Lewis e il titolo di un suo profetico libro, e’ ancora all’ opera dentro la Chiesa e la nostra generazione certo non ne vedra’ la fine….

    • MASSIMILIANO ha detto:

      Si, ma il livello si abbassa sempre di più… E questo è un buon segno anche se avrà conseguenze nefaste. In ogni caso cosa vogliamo di più? Chi ha gli occhi vede e vede proprio tutto perchè ormai non dissimulano più. Ormai sono convinti di aver vinto. E probabilmente per un po sembrerà davvero così. A volte penso a come sarebbe facile farseli piacere e vivere come loro. Con i loro visi, con quei sorrisi falsi e piacioni, con quelle frasi vuote e vecchie, con quella certezza di essere migliori. Ma poi, nella mia pochezza e inadeguatezza, mi sento sicuro solamente quando ascolto parole di vita eterna. Dure si, ma dolcissime allo stesso tempo. Le stesse parole che saranno i macigni che schiacceranno questa falsa chiesa.Parole semplici. Parole Vere. Non prevalebunt. Saluti.
      Massimiliano.

  • PezzoGrosso ha detto:

    caro Super Ex , nel tuo laconico commento del defunto sei molto buono. Il personaggio meriterebbe una storia un pò più approfondita. Chissa che Tosatti non riesca a convincermi prima o poi. Ora no , per rispetto al defunto. Ma invito a cercare tra i vaticanisti i nomi di chi proviene da Villa Nazareth . Poi invito a indagare sui nomi dei finanziatori di Villa Nazareth.

  • Il veritiero ha detto:

    Non avevo idea di questo ricollegamento fra l’avv. Conte e un card. Così vicino a Bergoglio sotto il punto di vista della corrente politica e di pensiero. Questo mi fa pensare sempre più che questa crisi politica Italiana era veramente programmata a tavolino. Gia da quando Conte andò in visita da Bergoglio e apoena uscito dalla visita dopo il colloquio con Bergoglio cambiò alcuno comportamenti nei riguardi della linea concordata con Salvini ( iniziarono a contrastare verbalmente tramite interviste Salvini per favorire lo sbarco degli immigratibche invece Salvini non voleva far entrare ) e piano piano hanno creato i presupposti per lo scontro.

    • Zuzzerellone ha detto:

      Quando Conte venne nominato inaspettatamente Presidente del Consiglio emersero i suoi rapporti con Villa Nazareth e con il Cardinale Parolin. Nessuno parlò di Silvestrini. Le nostre preghiere per una buona soluzione della crisi evidentemente sono state in parte ascoltate. Il fatto che sia emersa questa verità è evidentemente un intervento provvidenziale.

  • Elia ha detto:

    La vicenda umana del cardinale Achille Silvestrini si è conclusa. Le luci del mondo si spengono e si raccoglie quello che si è seminato. Non ci sono più amicizie e conoscenze da utilizzare davanti a nostro Signore, non si può raccomandare nessuno nemmeno se stessi. Nel giudizio particolare, ognuno, anche il cardinale Silvestrini, rivede la propria vita non alla luce delle proprie ideologie, ma alla luce della Verità che è Cristo Gesù. Affidiamo l’anima del defunto alla misericordia dell’unico Giudice e Salvatore del mondo con la speranza che le preghiere e i sacrifici delle anime vittime e delle suore di clausura (gli ordini a cui appartengono quest’ultime vivono un attacco luciferino) possano servire da intercessione.

    • MARIO ha detto:

      Mi sembra che anche lei è più misericordioso del Padre Eterno…

      • MASSIMILIANO ha detto:

        Mario ma lei ci è o ci fa?

      • Santa Marta 1 ha detto:

        Tranquillo, MARIO-CARLONE-SJ: tanto non riusciranno mai ad essere più miserikordiosi di me!

      • Milli ha detto:

        Mario, sarà mica preoccupato? Se Bergoglio ha detto che il Padreterno vi perdonerà tutti perché è misericordioso (a prescindere dal pentimento), perché si preoccupa di ciò che pensano un paio di cattolici tradizionalisti?
        Male che vada vi troverete in compagnia di Lutero.

      • Anonimo ha detto:

        Non c’è misericordia senza giustizia.

        • Milli ha detto:

          Bisogna solo mettersi d’accordo su dove si trovi Lutero. Per i progressisti si trova in Paradiso, per gli altri….non lo dico, altrimenti qualcuno si scalda, ma se lo può immaginare.

          • Donna ha detto:

            UnA indicazione ,

            Nel 1883 Suor Maria Serafina Micheli (1849-1911) ora beata, ebbe in una visione, mostratagli dal suo angelo custode, Lutero agli inferi a causa della sua superbia. ..in internet si trova materiale di approfondimento.
            Ovviamente ognuno libero di crederci o meno.

        • carlone ha detto:

          E la giustizia senza misericordia è crudeltà

          • Anonimo ha detto:

            Non c’è misericordia senza giustizia.

          • Milli ha detto:

            Come cristiani possiamo sperare che il defunto si sia pentito , almeno prima di morire , e che ciò lo abbia portato alla salvezza dell’anima . Il Signore dà questa grazia, se l’anima l’accetta. Poi bisogna espiare…Questo vale per tutti .

          • Ira Divina ha detto:

            È la misericordia senza la conversione non esiste! Avete voglia di illudervi!😇

      • Elia ha detto:

        Caro Mario, non sono più misericordioso di nostro Signore Gesù, che è Dio, sono solo una povera e miserabile creatura, cioè un peccatore. Ti invito a leggere bene quello che ho scritto. Se presta attenzione troverà anche dell’ironia, oltre a delle verità di fede. In ogni caso tengo a sottolineare che amo il Papa Benedetto XVI…

        • MARIO ha detto:

          Non vorrei essere cattivo con lei, che sostanzialmente mi sembra una brava persona.
          Però lei dice in sintesi (ma non apertamente): secondo me il Padre Eterno lo giudica colpevole, però io invito tutti a fare “preghiere e sacrifici…con la speranza…che possano servire da intercessione” e così possa salvarsi.
          Cioè: prima lo condanna e poi lo vuole salvare a tutti i costi. Più misericordioso di così !
          Pace e bene.

          • Elia ha detto:

            Assolutamente no, lei è completamente fuori strada. In ogni caso sono io a non essere stato chiaro. Lasciamo amministrare la giustizia a Gesù che è Dio. Grazie per aver interagito con me e per avermi fatto notare la mia poca chiarezza.
            P.s. non ho mai condannato nessuno, per deformazione professionale difendo, almeno ci provo… grazie ancora

          • MARIO ha detto:

            Sig. Elia, la ringrazio della risposta e mi scuso se magari sono stato un po’ cattivello con lei.
            Pace e bene.

  • Nuccio Viglietti ha detto:

    Errata corrige: custodiscano

  • Nuccio Viglietti ha detto:

    È sorprendente quanti topi e scarafaggi costruiscano anche le più sfarzose magioni…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/