CLAMOROSO. SODOMA. MARTEL SCRIVE CHE IL PAPA SAPEVA DI MCCARRICK. CONFERMA DALL’ENTOURAGE. ENGLISH TEXT.

17 Febbraio 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Sodoma, il libro di Frederic Martel di cui abbiamo trattato nei giorni scorsi, riserva una notizia clamorosa. Secondo l’autore, nella versione inglese del testo, e di offriamo qui una nostra traduzione, papa Bergoglio fu realmente informato dall’arcivescovo Carlo Maria Viganò dei trascorsi di predazione verso seminaristi e giovani preti, non considerò il fatto importante. E di conseguenza non solo lo sollevò dalle restrizioni che Benedetto XVI gli aveva imposto (la cui esistenza è stata confermata, oltre che da Viganò, dal cardinale Marc Ouellet) ma lo utilizzò sia come consigliere per le nomine negli Stati Uniti (la promozione di Kevin Farrell a Camerlengo e affidare a Blase Cupich l’organizzazione del summit sugli abusi a minori ne sono le ultima conferme, se mai ce ne fosse stato bisogno) e lo ha utilizzato come suo inviato personale sia negli Stati Uniti (con Obama) che all’estero in Cina, Armenia, Iran e Cuba.

Si tratta a nostro avviso, di un caso di “fuoco amico” straordinariamente interessante; anche perché se c’è qualcuno di cui Frederic Martel parla bene, quando non entusiasticamente, nella sua lunga opera, è proprio papa Bergoglio. Martel, come sappiamo, è stato aiutato e ospitato in Vaticano, per svolgere il suo compito. In un’intervista televisiva ha accennato ad almeno quattro alti prelati vicini al Pontefice che lo hanno favorito e incoraggiato. Ha detto di avere incontrato più volte il Direttore della Civiltà Cattolica, Antonio Spadaro sj; nel libro c’è un’intervista a Spadaro, e un’intervista al cardinale Lorenzo Baldisseri, il grande regista dei Sinodi (più o meno taroccati) sulla famiglia e sui giovani. Cioè un famiglio del Pontefice, un suo uomo di fiducia. Quindi dobbiamo credere a Martel, in particolare perché mette fra virgolette la frase centrale. Ecco il piccolo brano che abbiamo tradotto:

<…cardinali e vescovi della Curia romana e dell’episcopato americano che, secondo lui, presero parte in questa enorme copertura: è una lista senza fine di nomi di prelati, fra i più importanti in Vaticano, che furono così “outed” (fecero outing), giusto o sbagliato che fosse. (Quando il papa respinse le accuse, il suo entourage mi ha indicato che Francesco ‘fu inizialmente informato da Viganò che il cardinale McCarrick aveva avuto relazioni omosessuali con seminaristi non minori, ma che questo non era abbastanza ai suoi occhi per condannarlo’)>.

Se Martel scrive il vero – e non c’è motivo di credere il contrario, visto che non è certamente un conservatore omofobo fariseo moralizzatore e ipocrita – si impongono alcune considerazioni.

La prima: anche se i seminaristi non erano minori di età, se un persona gerarchicamente in posizione elevata, e che può decidere del destino di un suo sottoposto, lo molesta sessualmente, non si tratta più di sesso fra adulti consenzienti: c’è una forma di violenza. Adesso sappiamo che al Pontefice questa circostanza non sembra importante. O perlomeno, non così importante da non favorire e usare il molestatore fino a quando questo legame non diventa troppo imbarazzante, e allora lo si sacrifica all’opinione pubblica.

Secondo: sono mesi e mesi che si attende una risposta: Viganò ha mentito o no? Sembra che secondo Martel, e secondo l’entourage del Pontefice – che abbia detto la verità.

Allora perché non ammetterlo? Perché non dire, da uomo e da cristiano, “è vero sono stato avvisato, ma ho pensato che non fosse così grave. Ho sbagliato nel mio giudizio, perdonatemi”?.

Un comportamento del genere avrebbe un effetto ben diverso dalle reazioni scomposte con cui gli uomini di mano e di penna del Pontefice, coadiuvati da mass media compiacenti, si sono scatenati nell’aggressione della persona di Viganò, cercando di far risalire le responsabilità dell’ascesa e della gloria di McCarrick a papi precedenti, cercando di negare che Benedetto XVI avesse imposto le restrizioni che si potevano imporre allo stato dei fatti, e che queste restrizioni erano di fatto state annullate da papa Bergoglio. Non dimentichiamoci che il Nunzio Viganò scrisse al card. Parolin, Segretario di Stato, una lettera in cui chiedeva se le sanzioni contro McCarrick dovessero considerarsi abolite. Senza ricevere mai risposta…

Un’ultima considerazione riguarda il cinismo sottinteso alla reazione del Pontefice. 

Per alleggerire un tema drammatico, chi ha la mia età si ricorda dei cortei degli anni ’70. Parafrasando uno slogan di allora possiamo dire: “È il Papa – che lo ha insegnato – molestare un prete – non è reato (o peccato, se siete rigidi e farisaici)”.



Sodom, the book by Frederic Martel we have been dealing with in recent days, reserves sensational news. According to the author, in the English version of the text, and we offer here our translation, Pope Bergoglio was really informed by Archbishop Carlo Maria Viganò of the past of predation towards seminarians and young priests, but he did not consider the fact so important. And consequently not only did he relieve him of the restrictions that Benedict XVI had imposed on him (whose existence was confirmed, as well as by Viganò, by Cardinal Marc Ouellet) but he also used him as an advisor for appointments in the United States (the promotion of Kevin Farrell to Camerlengo and entrusting Blase Cupich with the organization of the summit on child abuse are the more recent confirmations, if ever they were needed) and he used him as his personal representatve both in the United States (with Obama) and abroad in China, Armenia, Iran and Cuba.

In our opinion, this is a case of an extraordinarily interesting “friendly fire”; because if there is someone of whom Frederic Martel speaks well, when not enthusiastically, in his long work, it is really Pope Bergoglio. Martel, as we know, was helped and hosted by prelates in the Vatican, to carry out his task. In a television interview, he mentioned at least four high prelates close to the Pope who favored and encouraged him. He said he had met the Director of Civiltà Cattolica, Antonio Spadaro sj several times; in the book there is an interview with Spadaro, and an interview with Cardinal Lorenzo Baldisseri, the great director of the Synods (more or less pre-arranged) about the family and the young. He is a “famiglio” of the Pontiff, a man of his trust. So we have to believe Martel, particularly because he puts the central phrase in quotes. Here is the little song we have translated:

<… cardinals and bishops of the Roman Curia and  the American episcopate who, according to him, took part in this huge cover-up: it is an endless list of names of prelates, among the most important in the Vatican, who were thus “outed”, whteher right or wrong. (When the Pope dismissed the allegations, his entourage indicated to me that Francis ‘was initially informed by Viganò that Cardinal McCarrick had had homosexual relations with over-age seminarians, whch was not enough in his eyes to condemn him’).

If Martel writes the truth – and there is no reason to believe the opposite, since he is certainly not a conservative homophobe Pharisee moralizing and hypocritical – some considerations are required.

The first: even though  the seminarians were not under age, if a person hierarchically in a high position, and who can decide the fate of one of his subordinates, sexually harasses him, it is no longer a question of sex between consenting adults: there is a form of violence. Now we know that this fact does not seem important to the Pontiff. Or at least, not so important, at least not to favor and use the abuser until this bond becomes too embarrassing, and then sacrifice him to the public opinion.

Second: it is months and months that the Catholics are waiting for an answer: Did Viganò lie, or not? It seems that according to Martel, and according to the entourage of the Pontiff he has told the truth.

So why not admit it? Why not to say, as a man and a Christian, “it’s true I was warned, but I thought it was not so serious. I was wrong in my judgment, forgive me”.?

Such behavior would have a very different effect from the savage reactions with which the Pope’s hand and pen men, assisted by obliging mass media, were unleashed in the aggression of the person of Viganò, trying to ascribe the responsibilities of the ascent. and of the glory of McCarrick to previous popes, trying to deny that Benedict XVI had imposed the restrictions that could be imposed on the state of affairs, and that these restrictions had in fact been canceled by Pope Bergoglio. Let us not forget that the Nuncio Viganò wrote to card. Parolin, Secretary of State, a letter asking whether the sanctions against McCarrick should be considered abolished. Without ever receiving an answer …

A final consideration regards the cynicism implied by the Pontiff’s reaction.

To lighten a dramatic theme, those of my age remember the political manifestations of the ’70s. Paraphrasing a slogan very used in those times, we can say: “It is the Pope – who taught us – to harass a priest – is not a crime (or a sin, if you are rigid and Pharisaic)”.



.

Oggi è il 168° giorno in cui il pontefice regnante non ha, ancora, risposto.

Quando ha saputo che McCarrick era un un uomo perverso, un predatore omosessuale seriale?

È vero o non è vero che mons. Viganò l’ha avvertita il 23 giugno 2013?

Joseph Fessio, sj: “Sia un uomo. Si alzi in piedi, e risponda”.


Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


Libri di Marco Tosatti

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….




UNO STILUM NELLA CARNE. 2017: DIARIO IMPIETOSO DI UNA CHIESA IN USCITA (E CADUTA) LIBERA

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

129 commenti

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    “Vatican expert Marco Tosatti described Martel’s…”:
    https://www.churchmilitant.com/news/article/martel-pope-knew-about-mccarrick

  • Ros ha detto:

    Signor Tosatti ho acquistato il suo libro: magnifico!! Grazie

  • Antonio Cafazzo ha detto:

    Secondo la Teologia Morale ci sono sempre quattro responsabili del male: 1) Chi lo fa; 2) Chi lo istiga; 3) Chi dà il suo consenso; 4) CHI SA e TACE (detto anche peccato di omissione).
    Questo secondo San Tommaso. Per quelli che si sono svezzati invece con la teologia della liberazione di Gutierrez è sufficiente far sapere che “segùn el pueblo” CHI TACE ACCONSENTE.

    • Gian Piero ha detto:

      ..e siccome l’ animo umano e’ un pozzo senza fondo, è un mistero sia nel bene sia nel male, si puo’ suddividere la categoria di coloro che sanno del male e tacciono , in due sottogruppi, chi sa e tace per vigliaccheria ’, e chi sa e tace per interesse, per tornaconto personale
      La cosa piu sporchetta per non dire disgustosa in tutta questa faccenda del McCarrick e’ il fiume di denaro che il cardinale convogliava nelle tasche dei funzionari vaticani, monsignori, prelati amici ecc quando veniva a Roma. A ciascuno dava una lauta bustarella…immagino dicesse per le “ opere di beneficenza” .E come non poteva avere un uomo cosi’ generoso tanti amici a Roma?
      E per qualche dollaro in piu’ , come ci insegna Sergio Leone, si puo’ pure tacere …e far finta di non sapere.

  • Cosimo epicoco ha detto:

    Perche’ tante ” carezze al serpente?E poche preghiere
    Per il Santo Padre?

    • Ros ha detto:

      Mi chiedo spesso: com’è che c’è sempre il solito scendiletto che si ostina a non voler vedere, non capire e non vuole sapere, sperando cosi di essere sempre dalla parte giusta… e non si rende conto che è a causa di questi comportamenti che la Chiesa si va inabissando… La fede non è oblio è consapevolezza, è Verità. Ma no, lei si preoccupa unicamente di sembrare misericordioso. E cosi facendo sta accarezzando il serpente… Astuto il nemico vero? E lei non se ne è nemmeno accorto…

      • suor agrippina ha detto:

        La fede IMPONE di pregare per il Santo Padre, sempre. In cosa sbaglia quindi questo signore dallo strano nome?

        • Ros ha detto:

          La fede non IMPONE un bel niente!! Il suo Hitler non esiste nei Vangeli signor agrippino, questa non è una setta!! La sudditanza la pratichi lei… che le piace sprecare tempo e risorse Io direi che questo scossone spirituale è servito per rinsavire! Forse che eravamo tutti fin troppo dipendenti da “certe leggi” che frenavano perfino la grazia di Dio al punto da dimenticare che lo Spirito soffia dove vuole e che se lui decide qualcosa che non gli piace, dobbiamo scegliere sempre prima di tutto la Parola di Dio… E ai suoi promise sostegno: Se farete ciò che IO vi dirò questa è la Legge, e non se farete quello che vi pare
          Anche Cristo 2000 anni fa ha rinfacciato a questi signori che dovevano guardare a Lui per primo e non hai alle loro priorità!! Hanno rovinato la vita di tanti consacrati che non si allineavano con le direttive dei loro comandanti. Come di tanti cristiani sempre sulle orme della fede e della carità, intendo, non certo di materie gravi. Preghi Dio che ci liberi da questa condanna e non perché rimanga!! Alla fine non sarà premiato se ha difeso Giuda!! E lei può pregare all’infinito, ma se il seme non scende, in quel cemento? Quell’uomo si comporta come un dittatore che rivaluta i reazionari e uccide gli alleati. E magari mi dica che questo signore lo ha voluto lo spirito santo… lo scrivo in minuscolo perché del maiuscolo non c’è nemmeno l’ombra, soprattutto quando la Chiesa sotto la sua guida non riconosce più che solo GESU’ E’ IL SIGNORE e per lui non è necessario nemmeno convertirsi… non servono le dottrine, disse ad un incontro con i protestanti ? Vuole andare pure lei con suor Cristina a cantare lady Gaga? O vuole sponsorizzare la ONG papale? Ma si fate pure i figli dei fiori…. Poverino… lo scusate ancora? Io non mi inchinerò mai davanti a nessun altro Dio per amore della “fratellanza” !! Il corano la Bibbia e la bhagavad gita non sono la stessa cosa, non sono frutto della stessa mente, la fiera delle bestialità compiute da questo rappresentante, non sono descrivibili in un post, le ho subite per anni, non sono più accettabili. Sprechi pure parole come i pagani, io spero di ascoltarne uno sano, prima di morire. Amen

        • Ros ha detto:

          La fede non IMPONE un bel niente!! Il suo Hitler non esiste nei Vangeli signor Agrippino, questa non è una setta!! La sudditanza la pratichi lei… che le piace sprecare tempo e risorse. Io direi che questo scossone spirituale è servito per rinsavire! Forse che eravamo tutti fin troppo dipendenti da “certe leggi” che frenavano perfino la grazia di Dio al punto da dimenticare che lo Spirito soffia dove vuole? E che se Dio decide qualcosa che non piace a loro, dobbiamo scegliere sempre e prima di tutto la Parola di Dio… Ai Suoi Gesù promise sostegno esclusivamente: Se farete ciò che IO vi dirò, questa è la Legge, e non, se farete quello che vi pare!!
          Anche Cristo infatti 2000 anni fa ha rinfacciato a questi signori che dovevano guardare a Lui per primo e non alle loro priorità!! Hanno rovinato la vita di tanti consacrati che non si allineavano con le direttive dei loro comandanti. Come di tanti cristiani. Sempre sulle orme della fede e della carità, intendo, non certo a causa di materie gravi. Preghi Dio che ci liberi da questa condanna e non perché rimanga!! Alla fine nessuno sarà premiato per aver difeso Giuda!! E lei può pregare all’infinito, ma se il seme non scende in quel cemento? Quell’uomo si comporta come un dittatore che rivaluta i reazionari e uccide gli alleati. E magari mi dica che questo signore lo ha voluto lo spirito santo… lo scrivo in minuscolo perché del maiuscolo non c’è nemmeno l’ombra, soprattutto quando la Chiesa sotto la sua guida non riconosce più che solo GESU’ E’ IL SIGNORE e che per lui non è necessario nemmeno convertirsi… non servono le dottrine, lo disse ad un incontro con i protestanti!! Vuole andare pure lei con suor Cristina a cantare lady Gaga? O vuole sponsorizzare la ONG papale? Ma si fate pure i figli dei fiori…. Poverino? … lo scusate ancora? Io non mi inchinerò mai davanti a nessun altro Dio per amore della “fratellanza” !! Il corano la Bibbia e la bhagavad gita non sono la stessa cosa, non sono frutto della stessa mente, la fiera delle bestialità compiute da questo rappresentante, non sono descrivibili in un post, le ho subite per anni, non sono più accettabili. Sprechi pure parole come i pagani, io spero ancora di vedere e ascoltare un Papa autentico, prima di morire. Amen
          Nb: Scusi gli errori del testo precedente… Grazie

  • dalla seconda lettera di Pietro ha detto:

    Ci sono stati falsi profeti tra il popolo, come pure ci saranno in mezzo a voi falsi maestri che introdurranno eresie perniciose, rinnegando il Signore che li ha riscattati e attirandosi una pronta rovina. Molti seguiranno le loro dissolutezze e per colpa loro la via della verità sarà coperta da improperi. Nella loro cupidigia vi sfrutteranno con parole false ; ma la loro condanna è già da tempo all’opera e la loro rovina è in agguato.
    Dio infatti non risparmiò gli angeli che avevano peccato , ma li precipitò negli abissi tenebrosi dell’inferno, serbandoli per il giudizio ; non risparmiò il mondo antico, ma tuttavia con altri sette salvò Noè banditore di giustizia, mentre faceva piombare il diluvio su un mondo di empi ; condannò alla distruzione la città di Sodoma e di Gomorra, riducendole in cenere, ponendo un esempio a quanti sarebbero vissuti empiamente. Liberò invece il giusto Lot, angustiato dal comportamento immorale di quegli scellerati.

    • carlone ha detto:

      29No, rispose, perché non succeda che, cogliendo la zizzania, con essa sradichiate anche il grano. 30Lasciate che l’una e l’altro crescano insieme fino alla mietitura e al momento della mietitura dirò ai mietitori: Cogliete prima la zizzania e legatela in fastelli per bruciarla; il grano invece riponetelo nel mio granaio».

    • Lota ha detto:

      Il giusto lot che ingravio’ le figlie ma non era omosessuale. Mistero.

      • carlone ha detto:

        È strana la vita :

        Come un poco di raggio si fu messo
        nel doloroso carcere, e io scorsi
        per quattro visi il mio aspetto stesso, 57

        ambo le man per lo dolor mi morsi;
        ed ei, pensando ch’io ’l fessi per voglia
        di manicar, di sùbito levorsi 60

        e disser: “Padre, assai ci fia men doglia
        se tu mangi di noi: tu ne vestisti
        queste misere carni, e tu le spoglia”.

  • Vittorio ha detto:

    Errata corrige

    Sembra una nuova caccia alle streghe. Gli inquisitori radunavano le persone nella chiesa e questi si accusavano a vicenda per odi, rancori e paure. Al resto ci pensavamo le torture. E queste per mere superstizioni (carestie ecc.).
    Joseph Ratzinger o chi per lui ha fatto una nota di accesso al sacerdozio equilibrata e non retroattiva. Chi ha spiccate tendenze gay non potra’ piu’ fare il sacerdote. Punto. Agli altri appunti che Tosatti più sotto non pubblichera’ ricordo nel 2000, via col vento in Vaticano. Monsignor Marinelli e altri mai scoperti……senza fare nomi dicevano .”cose turche”. Direi di darsi una calmata, se si vuole bene alla chiesa. Diro’ di più qui non c’è nessuno migliore di altri, solo perché va a messa o crede in Dio. Pure i demoni credono in Dio.

    • Astore da Cerquapalmata ha detto:

      E’ vero, la crsi ai vertici della Chiesa è datata (omosessualità e non solo), e già Papa Paolo VI ne aveva avuto sentore quando parlava di funo di satana in Vaticano.
      Ma negli anni è CRESCIUTA. Gli omosessuali pare si siano costituiti in una lobby informale che si è infiltrata in ogni ganglio del potere.
      Gli scandali che si sono succeduti hanno portato una coscienza sempre maggiore che ciò che stava emergendo era solo la punta di un iceberg.
      Papa Francesco è arrivato portando una ventata di novità e aveva dato molte speranze, invece promuovendo a incarichi importanti i progressisti, che non di rado sono omosessualisti, sembra abbia solo favorito la lobby gay.
      Il caso McCarrick non è un’esagerazione ma pare sia l’incredibile e sconcertante REALTA’.
      Una cosa però Papa Francesco può farla e può farla in questo summit vaticano: scardinare la lobby gay.
      Lo spero, ma ho dei dubbi

      • Vittorio ha detto:

        Ti fa onore ammetterlo. Se uno volesse la verita’ immanente dovrebbe leggere Gnocchi su Brunatto. La chiesa per conciliare era peggiore, da questo punto di vista. E’ più erano fetenti, più attaccavano Padre Pio. Pio XI (e qui correggo un altro post, non so se postato, non leone XIII) fu costretto a ritirare un decreto del sant uffizio a minacce. Bergoglio? Ha i suoi pro e contro …..forse avreste voluto un altro papa ma i 2 prima precedenti erano implicati non dolosamente ma colposamente nel caso Maciel ad es. Ma non si puo’ dire perché uno e’ santo. Come se un santo, in vita, non possa commettere errori. Letta così io non mi sento cattolico.

    • Astore da Cerquapalmata ha detto:

      Per quanto riguarda l’amore per la Chiesa, non si deve basare sulla menzogna. Non sarebbe amore ma partigianeria.
      Papa Giovanni Paolo II ci ha insegnato che non bisogna mai aver paura della verità.
      E’ vero che a volte, per non dare scandalo, la verità può essere taciuta, ma purché non avvenga, come è avvenuto nel caso degli abusi sessuali, che chi è stato coperto abbia continuato ad abusare e non accada che invece di limitare lo scandalo, lo si dà ancora di più.
      Il fine deve essere sempre il bene e la verità, e non l’evitare una “brutta figura”. Le anime e non il prestigio.
      Quando ci si ostina a nascondere la verità è facile cadere anche in un peccato che può essere GRAVE, a seconda anche della malizia e del danno che si procura: la diffamazione o la calunnia.
      Di conseguenza se Viganò avesse ragione, come è molto probabile, chi lo ha diffamanto facendolo passare anche per un mezzo criminale, dovrà risponderne a Dio. Che non è tenero in casi del genere perché ha detto che non userà miseriricordia verso chi non ne ha.
      “Chi dirà pazzo al proprio fratello, andrà nel fuoco della Geenna”.
      Portare argomenti e difendere è giusto, ma falsificare gli argomenti per mistificare la verità è tremendo

    • carlone ha detto:

      Meglio togliere ” in” . Credono Dio forse è meglio, se credessero in Dio non sarebbero demoni.

    • A volte tornano ha detto:

      E in nome di cosa, onnipresente vittorio, lei si sente cosi sicuro di essere nel giusto, di avere ragione, di essere in diritto di giudicare e fare sermoni agli altri? Può in qualche modo dimostrare di essere l’Unto del Signore? Lei, insieme ad altri esemplari di ” umiltà ” che starnazzano sul blog. Grazie.

  • rubcor ha detto:

    L’unica cosa che mi pare assodata è che la pratica omosessuale sarebbe stata derubricata a peccatuccio veniale, assolutamente compatibile con l’appartenenza al clero. Ai gradi vertice del clero cattolico, apostolico, romano. Per quelli che applaudono alla “rivoluzione” del papato di Bergoglio, una bella soddisfazione! Mamma mia che finaccia!

  • Alessandro ha detto:

    I conti tornano. Vi ricordate le blande sanzioni comminate da Bergoglio all’abusatore di seminaristi, lo scozzese O’Brien? Anche lì non era cosa da poco ma non gli tolse il titolo. Lo fece rinunciare alle prerogative cardinalizie. Lui considera la predazione sessuale dei chierici verso altri adulti come poco più di un peccatuccio.

  • Rosario ha detto:

    Sto giro do ragione al pezzo sul Foglio. Mertel è un trappolone per boccaloni. Che me lo deve confermare un finocchio militante che S.E. Viganò abeba ragione ? Lo sanno pure le pietre. C’è poco da esultare. E’ il capolavoro finale della pentola senza il coperchio. Svela semplicemente la volontà devastatoria di quella lobby cui in Vaticano hanno strizzato l’occhio e anche qualcosa in più. La sposa infedele nel deserto deve restare prima di riascoltare la voce dello sposo.Non ce n’è per nessuno.

    • michaela ha detto:

      Spiace che Tosatti con senta che sulla sua pagina si possano usare parole come “finocchio” rivolte agli omosessuali… il rispetto e la carità cristiana non dovrebbero mai venire meno.

      • wp_7512482 ha detto:

        In genere censuro. Questo mi è sfuggito.

        • spadadidamocle ha detto:

          guardi che l’espressione “CHECCHE ” è usata nel prologo del libro dallo stesso Martel …

        • Grog ha detto:

          No dott. Tosatti, non censuri la prego.
          Non ceda anche lei alla tentazione del politicamente corretto volta a non chiamare le cose col proprio nome.
          Se qualche animella pia si scandalizza per termini che fino a poco tempo fa erano di uso comune vada a frequentare i forum di repubblica o dell’arcigay…

      • Gaetano2 ha detto:

        “…il rispetto e la carità cristiana non dovrebbero mai venire meno…”. Parole sante, fatelo capire a don Ciccio (non parlo per me che continuo a puzzare di pecora)

    • Rosario ha detto:

      Per Michaela: i f……i veri sono orgogliosi di esserlo e l ipocrisia del politically correct da fastidio a loro quanto agli etero. Sono queste pelose attenzioni del bel parlare che denotano la reale mancanza di carità cristiana.L’adozione del modello effeminato di omosessuale petulante , debole e parodia della femmina è un’altra di quelle categorie di pensiero imposte dalla propaganda anglosassone,protestante e uniformante che vuole uomini che sembrano donne e donne che sembrano uomini. Son tornato a leggere tra i commenti proprio per vedere se qualcuno fosse stato cosí ingenuo da indicare il dito anzichè la luna. Complimenti ha vinto il primo premio. Martel è uno di quelli che di questo tipo di propagande è il principale fautore.

  • Rafael Brotero ha detto:

    Il gatto nero in una stanza tutta bianca sotto il sole do Ferragosto: dal 2013 il Vaticano é sotto commissariamento della lobby gay.

  • deutero.amedeo ha detto:

    Amico Tosatti,
    secondo Lapalisse un giorno in più passato è un giorno in meno che deve passare.
    Il Dies Irae si sta avvicinando. Siamo a -3 !
    La differenza tra me e Papa Francesco è che io dormo tranquillo, lui… non so!

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Nelle discussioni si possono avere posizioni diverse, ma si deve partire da FATTI incontestabili.
    Contestare fatti incontestabili non depone a favore della buona fede di chi lo fa.
    Veniamo ai FATTI.
    Appena eletto, Papa Francesco ha promosso Mons. Ricca, un noto prelato omosessuale che spudoratamente e pubblicamente girava con il “compagno”, ad un alto incarico allo IOR.
    In un colpo solo: un omosessuale promosso e un cristiano incoerente e, forse, rinnegato, ad amministrare una banca. E che banca! Bel biglietto da visita!
    FATTI: Papa Benedetto aveva sanzionato McMarrick e Francesco lo fa suo consigliere. ll “testimone” Mons. Ouellet NON smentisce Viganò.
    Fatti: il Papa, rispondendo a una precisa domanda, NON smentisce di Viganò.
    Negare questi fatti significa colpire Papa Francesco invece che difenderlo. Papa Francesco fa volentieri a meno di tanti maldestri difensori. Meglio TACERE, come fa lui.
    Sarebbe preferibile una difesa di questo tipo: “Il Papa si sta fingendo amico della lobby gay per fare uscire tutti quelli che ne fanno parte allo scoperto, per poi allontanarli tutti”.
    Una teoria bella, improbabile, ma ammissibile.
    Io che sono garantista ma cerco di non essere ingenuo, posso concedere al Papa il fatto di essere stato imbrogliato dai suoi collaboratori.
    L’alternativa è che per lui certi peccati gravissimi non hanno importanza.
    Oppure che Viganò lo abbia calunniato. Ma allora non ci lasci in dubbio, ma lo dica!
    Ma se Viganò avesse delle registrazioni?

    • Giov ha detto:

      Interessante. Ma se Viganò avesse registrazioni, non avrebbe bisogno di nascondersi in qualche remoto eremo come un latitante. Quando hai materiali scottanti, che chiunque (avvocati, notai ecc) può far uscire “se ti succede qualcosa”, è notorio che puoi dormire fra 4 guanciali.

      • Astore da Cerquapalmata ha detto:

        Da quel che ne so, Viganò si nasconde non tanto perché teme di essere sbugiardato, perché può essere smentito fin da ora, ma perché, avendo violato dei segreti vaticani, potrebbe ricevere delle sanzioni canoniche che, non sapendo dove indirizzargliele, non può ricevere.
        Egli si giustifica dicendo che ha dovuto svelare i segreti per il bene delle anime e perciò da un punto di vista morale è giustificato e forse ha anche acquisito meriti.
        Ma da un punto di vista legale però pare di no.
        Queste le notizie che ho, ma se le cose stanno effettivamente così, non lo so

  • Paolo Giuseppe ha detto:

    Lo dico con il pianto nel cuore: non bastano montagne di fatti per convincere anche i più restii che l’ex santa madre chiesa naviga in un mare di guano. Anche alcuni commenti di questo blog fanno capire che si nega l’evidenza.
    Come faccio ad accettare che il signor Martel, per mano di Battista Ricca (sì, quello famoso, destinatario del “chi sono io per giudicare”) entri in Vaticano, vi soggiorni per settimane, intervisti decine di prelati e nessuno, dico nessuno, gli chieda: “Ma tu cosa fai qui? Chi ti ha fatto entrare?”.
    Come faccio ad accettare, senza sbellicarmi dalle risa, che il papa, dico il PAPA (da ragazzo mia madre, per affermare una verità diceva: è come se l’avesse detto il Papa), oltre a tutte le amenità di questi sei anni, si lasci fotografare con la spilla “APRIAMO I PORTI”?
    Inizia il vertice sulla “protezione dei minori nella chiesa”.
    Ma che belle parole!
    Come diceva il film: non ci resta che piangere, dopo aver gridato alla milanese “ma va a ciapà i ratt, và”.
    E adesso, Signore Gesù, da chi andrò?

    • Gaetano2 ha detto:

      Paolo Giuseppe, noi restiamo dove siamo, anche se io alquanto indegnamente, sono loro che hanno scientemente abbandonato e rinnegato il Signore, e come premio potranno unirsi in una riunione di ricchioni.

    • Rosario ha detto:

      Per non parlare del trattamento che lo spandiliquami ,perchè tale è (chiedete a Michaela se spandiliquami si può dire altrimenti utilizzero atomizzatore di nitrati sciolti) riserva al fu sua Eccellenza Reverendissima Cardinale Caffarra. Questo è il massimo che i detrattori che abitano le mura leonine riescono a confezionare ,cacca in grammatura 100,colore avorio con alette e copertina plastificata: merda d’artista praticamente.

      • A volte tornano ha detto:

        Caro Rosario mi sa che hai ragione, specialmente su chi si ferma al dito e non vede la Luna! Che ci vuoi fare, il mondo è pieno di ” anime belle ” …..!?!?!?!?

      • Gaetano2 ha detto:

        No, no, no Rosario, proprio NO. Hai scandalizzato la mia sensibilità. Poiché oltre a puzzare di pecora mi sono pure ammodernato e perciò sono pure relativista, – come? pure ric…..e? No non sono moderno fino a tal punto, almeno per il momento – ti dicevo che mi hai scandalizzato. Per favore nei tuoi commenti non usare i termini: “copertina plastificata” che feriscono la mia sensibilità. Se lo scriverai di nuovo lo dirò a WP_751ecc…

      • LucioR ha detto:

        Non credo che avrà il successo di quella di Manzoni (Piero) venduta nel Dicembre 2016 per 275.000,00 euro ad un’asta a Milano.

  • virro ha detto:

    Sig: Deutero – mi riferisco a ciò che ha riportato, nell’articolo precedente a questo, a proposito della catechesi di Papa Francesco – UDIENZE
    GENERALE piazza S.Pietro-, del 24 e 31 ottobre 2018, il quale ha dichiarato che il 6° comandamento è “PECCATO DI ADULTERIO”.
    Faccio presente che tale interpretazione E’ DICHIARATA DA ANNI AI CORSI BIBLICI tenuti presso i monaci di Camaldoli
    la Sapienza della Chiesa invece ci insegna a discernere tra l’adulterio e l’impurità.
    La confusione è stata organizzata e preparata da anni,
    anzi da decenni.
    Vorrei dire : Beato colui che sarà trovato fedele nel giorno del Signore.
    Vieni Signore Gesù, Re dell’Universo.

    Signore aiutaci a stare alla tua sequela.

    • carlone ha detto:

      Ma quali decenni , saranno almeno un paio di millenni , ed il falsificatore è proprio lui ,Gesù Cristo:

      Avete inteso che fu detto: Non commettere adulterio; ma io vi dico: chiunque guarda una donna per desiderarla, ha già commesso adulterio con lei nel suo cuore” 

  • Vittorio ha detto:

    Ot

    Personalmente non conosco padre Pio. Ma la lettera in fondo a quest articolo e’ ammirevole (se e’ vera). Non so se canonicamente ha sbagliato a chiedere di bruciare tutto ma ad Amare così i suoi nemici per cardinali o papi che fossero per me e’ santita’ piu’ difficile di molte altre cose.

    http://www.emanuelebrunatto.it/storia_.htm

  • Iginio ha detto:

    Scusi, Tosatti, come mai nessuno dal Vaticano ha smentito che questo Martel sia stato accolto lì?
    Non sto facendo una domanda né ingenua né provocatoria. Sto solo cercando di capire a che gioco stiano giocando sia Martel sia i bergogliani.
    Potrebbero almeno dire: “Sì, beh, noi gli abbiamo solo risposto a qualche domanda, non c’entriamo niente con lui…”. Lui però dice che lo hanno accolto amichevolmente (e furbescamente).

    • wp_7512482 ha detto:

      Nessuno ha smentito, penso, perché, evidentemente, non possono smentire, come non possono smentire Viganò. Apriamo gli occhi.

      • tito ha detto:

        Tosatti, non dimentichi i dossier ! Qualche giorno fa un suo lettore è intervenuto spigenado che la Cia è anadata a studiare in Vaticano come si fabbricano dossier falsi per ricattare o danneggiare le persone…. La moglie di un ex gendarme del Vaticano ha raccontato a mia moglie alcuni fatti che confermano qual che ho detto: Per esempio l’uso delle “cimici” negli uffici e nelle auto e il pedinamento fuori dalle mura sono mezzi usuali. E possono esser usati come si vuole.

        • Commentator Cortese ha detto:

          Io stesso sono stato più volte pedinato dai Gendarmi vaticani. Vogliamo parlare di come intercettano anche i cellulari privati dei monsignori e dei dipendenti? Cose fuori dal mondo!

  • Suggeritore argentino ha detto:

    Caro falso profeta uscito dal dietro di sant ignazio.: La prossima volta invece di Mattel rivolgiti qui. Sarebbe la volta che levi lefebvriani, sedevacantisti, Baha i ecc. dalla chiesa?

    http://www.emanuelebrunatto.it/storia_.htm

  • deutero.amedeo ha detto:

    Lord Arthur Eddington – fisico, astronomo e matematico inglese- circa un secolo fa fece quasi scandalo (nel mondo non scientifico) affermando più o meno: sono certo che il cielo che vedo e le immagini che registro ogni sera nelle mie lastre fotografiche non corrispondono al cielo reale.
    Non è qui il luogo per darne la dimostrazione, però quanto affermato da Lord Eddington corrisponde a verità. Verità non filosofica ma fisica, scientifica, dimostrabile.
    Se questo è vero per il mondo fisico, ancor più è vero per il mondo sociale e umano. Parole e immagini, anche se prodotte e riferite a fatti reali, quasi mai dicono da sole la verità. Dire la verità richiede prima di tutto un impegno morale; non bastano documenti e registrazioni. Se l’impegno morale non c’è, non c’è verità.

  • Eloisa ha detto:

    Lei, Tosatti, continua ad infierire contro il Papa, ma fa un bel buco nell’acqua.
    Il risultato è che lei si fa promotore di una colpevole divisione nella Chiesa; con quale intima soddisfazione non è possibile sapere.
    Chi fa ragionare il proprio intelletto non comprende perché mai il Viganò, un ex nunzio “ferito”nel suo orgoglio, abbia aperto bocca sui presunti silenzi di Bergoglio molto tardi,solo dopo essere stato allontanato dal Papa.
    Il cardinal Marc Ouellet ha scritto:
    “le istruzioni scritte, preparate per te dalla Congregazione per i Vescovi all’inizio del tuo servizio nel 2011, non dicevano alcunchè di McCarrick, salvo ciò che ti dissi a voce della sua situazione di Vescovo emerito che doveva obbedire a certe condizioni e restrizioni a causa delle voci attorno al suo comportamento nel passato […].”
    Lei, Tosatti, ha aiutato ‘sto Viganò a montare un caso immondo col solo scopo di mettere in difficoltà il pontificato di Francesco.Progetto disonesto, a mio avviso. Perché quando non si conoscono bene le cose, creare confusione e divisione è PECCATO di fronte a Dio. Lo dica anche ai suoi followers, Tosatti. Molti di loro sono in malafede palese.
    Oggi una dichiarazione il cardinale Daniel N. DiNardo, arcivescovo di Galveston-Houston e presidente della Conferenza dei vescovi cattolici degli Stati Uniti:
    “Per tutti coloro che McCarrick ha abusato – prosegue DiNardo – prego che questo giudizio possa essere un piccolo passo, tra i tanti, verso la guarigione. Per quanto riguarda noi vescovi, rafforza la nostra determinazione a ritenere noi stessi responsabili del Vangelo di Gesù Cristo.
    SONO GRATO A PAPA FRANCESCO PER LA DETERMINAZIONE CON CUI HA GUIDATO LA RISPOSTA DELLA CHIESA.”

    Com’è, Tosatti, che lei di questo non ha dato notizia? Lei non è obiettivo, esimio Tosatti, e questo è il suo peggior difetto, che testimonia a gran voce la sua inaffidabilità.

    PS.
    Ho scritto tutto questo solo per lei, ovviamente. Per farle capire che non tutti i lettori sono tontoloni.

    • wp_7512482 ha detto:

      Non tutti forse, ma temo che lei sveglissima non lo sia. Ci sono fatti, ci sono dichiarazioni, ci sono ammissioni – come quella di Ouellet, che confermava che restrizioni esistevano – è lei niente, come il Palo della Banda dell’Ortiga…sentirci e vedere nulla, eh?

      • tontolone ha detto:

        Io sono tontolone come lei Tosatti . Grazie a Dio ! Eloisa , però non trattiamola male, è utile per dimostrare che razza di intelligenze difendono “sto papa ” .

      • Guido ha detto:

        “NESSUNO TOCCHI ELOISA ” ! che faremmo senza Eloisa ? come faremmo a trovar morivi per sorridere in questa valle di lacrime ? Come “nessuno tocchi Caino” così vi imploro nessuno tocchi Eloisa. A occho e croce direi che Eloisa è una discepola di Introvigne (Alleanza cattolica ) di serie C . Il suo incarico apostolico dettato da Invernizzi è quello di confondere i lettori di Stilum Curiae. Confondere ho detto, non farli scompisciare dalle risa, Eloisa …

      • gabriele ha detto:

        Ma a pensarla come Eloisa sono in tanti, basta vedere la pagina facebook di avvenire… non c’è niente da fare, hanno cieca fiducia in Francesco, perfino il fatto che il convivente di McCarrick sia stato nominato camerlengo non li smuove… è merito della campagna mediatica pro-francesco… per chi non sa ragionare con la propria testa, il lavaggio del cervello messo in atto dai media per elogiare il papa è devastante… fanno quasi pena… se papa Francesco venisse trovato sul raccordo anulare in macchina in compagnia di un trans, direbbero che lo fa per apostolato, hanno il salame sugli occhi

        • spadadidamocle ha detto:

          ecco un sano ragionamento, Gabriele, grazie . Ci sono più considerazioni da fare per capire perchè questo smarrimento da parte di tante brave persone. :- La prima è su chi è il papa e sulla sua infallibilità ( quando , come e su che cosa ) .- La seconda riguarda il cpncetto di obbedienza dovuta al Papa ( per che cosa , quando, come, ecc. ) . .La terza riguarda la famosa “emeneutica ” inventata nel 2013 per interpretare le inizialmente curiose esternazioni di Bergoglio, diventate sempre più sorprendenti per arrivare ad essere “incomprensibili” ( visto che non possiamo metter in dubbio lafede del Papa ) , quali quelle recentissime sulle diverse relligioni volute da Dio o quella sulla santità di Maria.
          E’ evidente che hanno scoperto qualcosa e non vogliono dircelo , per esempio potrebbero aver scoperto la tomba di Cristo . Che da duemila anni ci stanno mentendo e che i Vangeli sono falsi , che noi siamo tutti “alieni” e non lo sappiamo . Oppure , che le profezie di tanti santi sono vere , la gnosi ha già conquistato la chiesa e noi dobbiamo liberarla come i crociati liberarono la Terra Santa . Aspettiamo il santo che ci guidi ?

      • robroy ha detto:

        secondo me Tornielli e Spadaro si stanno preoccupando per questa Eloisa , nell’intento di difender il Papa gli produce più danni lei di Martin e Martel . Speriamo che Eloisa continui ad intervenire sul suo blog, caro Tosatti …

    • Aldo ha detto:

      Eloisa, Viganò è comparso DOPO che il Papa aveva provveduto contro un intoccabile gay clerical mafioso. Sa perchè? Perchè lui e i suoi sostenitori hanno paura del pugno di ferro del Papa e temono di perdere il posto. Viganò è il primo a rischiare per aver interrotto un’indagine contro un vescovo e avendo agito come funzionario del Vaticano, ha esposto il Vaticano a richieste risarcitorio.
      È tutto un tentativo di sabotaggio per mettere il Papa in condizioni di non poter agire. Ma a quanto pare il tentativo è fallito. Per questo adesso si preoccupano di sapere se McCarrick abbia potuto difendersi e protestano per il processo per direttissima: dopo averci provato con le dimissioni, adesso ci provano col garantismo. Hanno paura. Nient’altro.

      Guardi l’ultimo editoriare di Magister in cui si CONTESTA la TOLLERANZA ZERO in nome della MISERICORDIA:
      ”Ma nell’affrontarlo non può disgiungere giustizia e perdono, perché solo facendo così potrà rimuoverlo, e quindi rendere visibile – come disse Benedetto XVI in un memorabile discorso a Friburgo del 25 settembre 2011 – il primo e vero “skandalon” della fede cristiana, quello del Crocifisso e Risorto”.
      A quanto pare a volte il misericordismo del Santo Padre va bene….strano vero?

    • Ira Divina ha detto:

      Questa Eloisa ha la stessa albagia di sapientone dell’amico C.R!
      Non si turbi Dott. Tosatti, è il solito fumo che sale dal basso. Speriamo che presto chiudano la botola!
      San Michele Arcangelo, detrude in infernum.

    • Abelardo ha detto:

      Aaaaaahhhhhh….. Te l’avevo detto che li sc.gl..ni tutti, e mi autocensuro sempre per non colpire i tuoi dolci sentimenti verso coloro che vogliono un papa che trasmetta la dottrina di sempre

  • Antonella ha detto:

    La dico papale papale: sembrano solo esibirsi nel patetico tentativo di inscenare una qualche soluzione di giustizia agli occhi del mondo, gettano così l’osso al cane per zittirlo, cercando di assolvere il pontefice da ogni scelta che abbia potuto renderlo complice di personaggi dalla cattiva reputazione come MacCarricK! Alcuni sono stati anche ben ricompensati con brillanti promozioni, avanzi di carriera per tanti che lo sarebbero stati di galera! Così vuole la prassi della misericordina tra le mura vaticane, un vero e proprio “refugium peccatorum”.
    La macchina mediatica poi è la prima alleata di questa commedia che sembra trovare adattamenti sempre nuovi ed in base alle diverse circostanze. A loro non interessa il dialogo, non ci credono, ma sanno come opportunamente strumentalizzarlo, il confronto poi non se ne parli proprio e diventa pure imbarazzante per chi ha tanti scheletri da nascondere nell’armadio.
    Ci voleva un Martel per spacciare certe notizie……
    Ma se sono dovuti ricorrere a queste lobbies come ultima spiaggia, allora la testimonianza di Viganò ha finito per scuotere sul serio quello che credevano solidamente protetto, e si sentono già gli scricchiolii…..

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Caro Direttore:
    Giorgio Mario travestito da San Francesco d’Assisi è seguito da tre classi di persone: i suoi scagnozzi, i spensierati e gli sciocchi.
    Devi sapere come riconoscere e sapere che devi preoccuparti e stare attento ai giorni e ai “segni dei tempi”.
    Riconoscere…:
    Riconosco che Dio ha creato gli Angeli…, come riconosco anche che un Angelo era “fin dall’inizio omicida e padre della bugia”.
    Riconosco che il Signore ha scelto e chiamato 12 Apostoli… come riconosco anche che uno di loro era “ladro, traditore e demone”.
    Santa Caterina di Bologna riconosce e io riconosco che una mattina quando ero nella chiesa pregando è arrivato Gesù Cristo crocifisso e la ha parlato… come riconosce anche Caterina cinque anni dopo e io riconosco che non era il Signore ma il Diavolo. E in un’altra occasione, Caterina riconosce e io riconosco che la Vergine le è apparsa e ha parlato…, e cinque anni dopo lei riconosce e io riconosco che non era la Vergine ma il Diavolo. E in un’altra occasione apparve la Vergine con il Bambino e la stessa cosa della stessa cosa.
    Conclusione:
    Riconosco che il gesuita Giorgio Mario è passato dove la sua schiena finisce gli avvertimenti del suo santo fondatore Ignazio e che è venuto a Papa …, poiché riconosco anche che ha corretto Dio in Giovanni 8:11 ed è per questo che ha non è diventato un cattivo Papa o un Papa dittatore, ma il profetizzato “Pastore stolto e Falso profeta”.
    Saluti.

    Estimado Director:
    A Jorge Mario disfrazado de san Francisco de Asís le siguen tres clases de personas: sus secuaces, los despreocupados y los tontos.
    Hay que saber reconocer, y para conocer hay que preocuparse y estar atentos a los días y a los “signos de los tiempos”.
    Reconocer…:
    Reconozco que Dios creó a los Ángeles…, como también reconozco que un Ángel era “desde el principio homicida y padre de la mentira”.
    Reconozco que el Señor escogió y llamó a 12 Apóstoles…, como también reconozco que uno de ellos era “ladrón, traidor y demonio”.
    Santa Catalina de Bolonia reconoce y yo reconozco, que una mañana cuando estaba en la iglesia orando se apareció Jesucristo crucificado y la habló…, como también Catalina reconoció cinco años después y yo reconozco, que no era el Señor sino el Diablo. Y en otra ocasión Catalina reconoce y yo reconozco que se la apareció la Virgen y la habló… y cinco años después reconoce y yo reconozco que no era la Virgen sino el Diablo. Y en otra ocasión se la apareció la Virgen con el Niño y lo mismo de lo mismo.
    Conclusión:
    Reconozco que el jesuita Jorge Mario se pasó por donde termina su espalda las advertencias de su santo fundador Ignacio y que ha llegado a Papa…, como también reconozco que ha corregido a Dios en Juan 8:11 y por eso ha llegado a ser no un mal Papa ni un Papa dictador sino el profetizado “Pastor necio y Falso profeta”.
    Saludos.

  • Gaetano2 ha detto:

    Eppure basta ipotizzare che don Ciccio non sia un vero papa ma un impostore e tutto torna.

    • wp_7512482 ha detto:

      Il problema è che sembra che sia stato eletto validamente…

      • Gaetano2 ha detto:

        Capisco di non essere molto “legale”. Ma ciò indicherebbe solamente che nemmeno una elezione “legale” possa proteggere da un eventuale impostore in combutta con altri impostori (da parte mia, infatti, già prima dell’elezione ritenevo invalido un nuovo conclave, ovviamente non con criteri di “legalità” o meno; basti pensare che in questo secolo sono stati riconosciuti come “legali” crimini tra i più efferati, figuriamoci una elezione…). Approfitto per salutarla e ringraziarla del sito che ci offre la possibilità di scambiarci le nostre opinioni.

      • Roberto Ceccarelli ha detto:

        La mamma celeste sembra non sia del suo stesso avviso.
        Per Lei (Garabandal ed Anguera) l’ultimo Papa valido è Benedetto XVI.
        Sia lodato Gesù Cristo!

      • Adriana ha detto:

        Gentile Tosatti ,
        si può però ipotizzare che non l’elezione , ma il Conclave sia stato
        ” invalido ” , il che significa : andare a monte .
        Come sostenne E..M. Radaelli nel marzo 2013 . ” Eminentissimi Cardinali , non riunitevi in Conclave : eleggereste un antipapa . ”
        ( Su Una Vox ) . Certo che , ormai , ” cosa fatta , capo ha ” .

      • Alessandro ha detto:

        Uno scomunicato “decade” da titolo di papà, bergoglio ha predicato un Vangelo diverso da quello di Gesù, come dice San Paolo “se qualcuno predica un Vangelo diverso da questo, anche se fosse un angelo del cielo, sia ANATEMA su di lui” . In più è “decaduto” perché nell’ultimo incontro negli emirati arabi ha rinnegato gesu’ cristo e la verità Che ci ha trasmesso, dicendo che tutte le religioni sono ben volute da Dio e che è lui che le ha create, BERGOGLIO NON E’ PAPA,È DECADUTO” È DECADUTO A CAUSA DI UNA COSA CHE DOVEVA FSRE IN UN PAESR ARABO, COME ERA STATO ANNUNCIATO NELLE RIVELAZIONI PRIVATE CHE IL VATICANO HA DA 20 MESI, SI È AVVERATA VERAMENTE

      • Rafael Brotero ha detto:

        Un’elezione non puo essere valida dopo una rinuncia non valida. Una rinuncia non libera é canonicamente invalida. E che la rinuncia sia stata non libera é un fatto: lo provano i Vatileaks (uno spia dentro la sua camera da letto!), le suspensioni del sistema Swift, la mafia di Sankt Gallen, il bombardamento mediatico mondiale finito immediata te dopo la rinuncia, l’impossibilita di governare (cf. Summorum pontificum), le operazioni del governo Obama (cf. Wikileaks delle mail di Podesta) ecc ecc e questa é solo la punta dell’iceberg.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Ripeto il concetto con altre parole perché solo ipotizzare che MacCarrick possa essere scusato per il fatto che non ha abusato di minorenni, in quanto è stato con maggiorenni consenzienti, mi fa uscire di testa.
    Certo, abusare è ancora più grave che andare con chi è consenziente, ma non scusa la PRATICA ABITUALE dell’omosessualità! Non nella Chiesa!
    Dunque il PAPA, finché non è stato provato l’ABUSO, sebbene SAPESSE del turpe vizio di Mac Carrick, sebbene sapesse che MacCarroick fosse in probabile stato di peccato mortale e celebrasse Messe in peccato mortale e si comunicasse in modo SACRILEGO, ne ha fatto uno dei suoi più fidati consiglieri! Così almeno pare.
    Ma ci si rende conto della gravità della cosa?

    • Lucy ha detto:

      @Astore
      Non se ne rendono conto , sono diventati pian piano omoeretici convintamente perchè il veleno dell’omoeresia è entrato goccia goccia come in una flebo attraverso esternazioni di Bergoglio , di importanti cardinali , di vescovi e sacerdoti , attraverso il sinodo dei giovani ,per non parlare delle ” pastorali ” e dei ” convegni ” filogay di cui si è perso il conto.Quelli non anestetizzati e che sono tenuti saldamente ancorati al Magistero perenne della Chiesa , se rendono conto e fuorchè qualche coraggiosa voce isolata , tacciono e , visti i tempi cupi , tacciono e fanno bene a tacere anzi a mimetizzarsi perchè così almeno possono operare sotto traccia per noi ” piccolo gregge” , per il Bene della Santa Chiesa confidando in Dio e nella Santa Vergine.

      • Gian Piero ha detto:

        Caro Astore, e’ dal 2013 che sappiamo come la pensa Bergoglio sull’ omosessualita’ anche praticata fisicamente dei membri del clero. Infatti questo papa, appena eletto nel 2013 ,ha promosso Mons. Ricca del quale sapeva sicuramente, come tutti sapevano, dello scandalo omosessuale di cui era stato protagonista: dal 1999 al 2001 a Montevideo conviveva coll’ amante ex-capitano dell’ esercito svizzero , e frequentava case appuntantamento, subendo anche pestaggi e grottesti incidenti bloccato in ascensore con escort maschio, per cui era stato beccato dalla polizia uruguaiana.Pur sapendo tutto questo il Papa lo ha difeso davanti alle domande dei giornalisti dicendo la famosa frase “ Chi sono io per giudicare? “
        Certamente la stessa attitudine l’ ha avuta con McCarrick, dfinche’ non e’ saltata fuori la denuncia penale per l’ accusa di un minorenne. Finche’ si sapeva che McCarrick era omosessuale ed aveva rapporti coi seminaristi, il Papa ha applicato la sua filosofia “ Chi sono io per giudicare? “. Se non era per la giustizia civile americana e per le denuncie con tale filosofia il McCarrick poteva finire in bellezza la sua carriera.
        E la stessa cosa con Mons. Zanchetta, promosso all’ Aosta, anche lui omosssuale notorio , ma finche’ non c’ erano denunce tutto ok per Bergoglio, applicava sempre la famosa filosofia chi sono io per giudicare.
        Quindi e’ ovvio, mi pare lampante che questo papa della omosessualita’ praticata dai suoi preti , vescovi, nunzi e funzionari vaticani non voglia dare giudizi, non voglia impicciarsene e l’ ha pure ammesso pubblicamentel’ unica cosa che lo preoccupa sono le denunce penali e la perdita di immagine e pure le cause milioni o arie intentate dalle vittime. Il resto , cioe’ le orge dei cardinali coi seminaristi maggiorenni consenzienti, o la convivenza di Mons. Ricca con un ex-soldato svizzero, ..chi e’ lui per giudicare?

      • Astore da Cerquapalmata ha detto:

        Lassismo morale e eresia tendono a coincidere perché ambedue allontanano da Dio che è verità

  • Stefano ha detto:

    Ahi ahi!!.. Bergoglio se la sta facendo sotto!!…. Forse è x questo motivo che una persona che conosco e che risiede a Roma mi ha detto di aver sentito, evidentemente da qualcuno all’interno delle mura, che c’è molto, moltissimo nervosismo nell’ambiente di bergoglietto.
    Come si comporteranno ora? Semplice. Non diranno una parola, come sempre. Ormai il metodo è collaudato. Contando sul silenzio della stampa compiacente (99,9%.. Va detto.. di sinistra), corrotta e menzognera come loro. Che farà di tutto x far passare sotto silenzio la vicenda, o al limite si arrampichera’ sugli specchi con rocambolesche quanto patetiche acrobazie verbali e lessicali. Tanto loro a chiacchiere son campioni e la decenza la adoperano da tempo come zerbino x pulirsi le suole delle scarpe.
    Ma stanno facendo male i loro conti ahimè… Ormai in preda a panico e disperazione, hanno perfino ingaggiato un corrotto pervertito d’oltralpe, allo scopo di rafforzare la loro gia fragile e disastrosa credibilità. Col risultato che il lavoro commissionato al suddetto pervertito corrotto d’oltralpe si sta ritorcendo loro contro come un boomerang!!! Che colossale legnata nei denti poveracci!!!.. Forse è la volta buona che calano tutti di peso (30-40kg almeno) riportandosi al loro regolare peso forma…😂😂😂! I digiuni evidentemente non sono il piatto forte a s. Marta e dintorni… 😂😂😂 Ps:ogni giorno sono sempre di più, a valanga, quelli che aprono gli occhi su bergoglio e la sua corte. Impressionato dal tracollo di popolarità di quest uomo!!!!

    • Lucy ha detto:

      Forse anche nella stampa qualcosa sta cambiando.Mi ha un po’stupito un artcolo oggi a tutta pagina di Libero su McCarrick.
      ” Mons McCarrick ridotto allo stato laicale MA I SUOI FEDELISSIMI DIVENTANO CARDINALI.”.

  • EA ha detto:

    Come ha detto il cardinale Cupich, il papa ha una “bigger agenda”
    e non tempo da perdere con queste quisquilie di cardinali corrotti che abusano di minori e sottoposti, deve occuparsi delle grande questioni come l’apertura dei porti e l’inquinamento. Qui lo vediamo all’opera:

    https://www.avvenire.it/attualita/pagine/selfie-papa-apriamo-i-porti

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    In una società di cinici e complottisti, tutti immaginano che il Papa non poteva non sapere di McCarrik. Probabilmente anche Tornielli e Tarquinio.
    Possibile che proprio un Papa GESUITA sia stato tanto ingenuo?
    Ciò che si può dedurre da questa squallida storia è che per molti, forse anche per il PAPA, la categoria di PECCATO sembra non esistere più.
    Se si abusa di un minorenne allora è REATO di clericalismo, mentre se si va con un maggiorenne, è normale!
    Così normale che il Papa lo “promuove” a consigliere.
    Forse McCarrick ha perso la fede, probabilmente ha vissuto in stato di peccato mortale, e il Papa, si è FIDATO DI LUI!!!
    Ma la FEDE in tutto questo, dove sta?

  • Alessandro ha detto:

    Secondo le linee guida della chiesa sugli abusi su minori e adulti vulnerabili che guardavo proprio lo scorso giorno sono venuto a conoscenza che i mezzi per contrastarla ci sono, solo che non li mettono in pratica, gli ordini possono accedere in qualsiasi momento nei dati sensibili della privacy dei sacerdoti e dei frati, cioè un superiore può chiedere in qualsiasi momento a un sacerdote o a un frate di poter controllare il suo telefono oppure computer, può indagare nelle sue conoscenze, e’ obbligato a denunciare subito tutti i comportamenti anomali. Le linee guida dicono che un frate/sacerdote non può assolutamente stare nella stessa stanza con un minorenne o adulto vulnerabile con porta chiusa, non può abbracciarlo nemmeno per affetto o inmocentemente, addirittura non può nemmeno dargli una pacca sulla schiena, non può parlare con un minore se i genitori non gli danno il permesso esplicito di parlarci ed è assolutamente vietato avere contatti con un minore anche solo avere il suo numero di telefono registrato in rubrica o averlo fra i contatti del social network, può avere contatti con un minore solo se e’ un parente stretto come un nipote di primo grado, ed è assolutamente vietato rimanere con un minore o un adulto vulnerabile per un tempo sospetto, cioè se tu stai più di 5 minuti in sua compagnia senza un vero motivo valido io che ti vedo devo denunciarlo ai superiori. E chiunque frate/sacerdote/vescovo sono costretti a dover denunciare ai superiori ogni comportamento anomalo che notano, ” ALTRIMENTI VIENI CONSIDERATO COMPLICE” Ora la mia domanda è questa… QUANTE PERSONE HANNO OMESSO DI DENUNCIARE IL COMPORTAMENTO DI MACCARRICK O DI PREDATORI SIMILI AI SUPERIORI? POSSIBILE CHE NESSUNO HA NOTATO NIENTE? QUANTI COMPLICI SONO STATI NASCOSTI E NON PUNITI? PER 1 CONDANNATO CI DEVONO ESSERE MINIMO 2-3 COMPLICI FRA I COLLABORATORI STRETTI O PERSONE DEGLI UFFICI O ADDETTI AI LAVORI E AI CONTROLLI. nessuno ha mai visto questi seminaristi entrare e uscire in sua compagnia? Eppure d’ stato dichiarato dagli accusatori e da altri testimoni che spesso portava i ragazzi in una sua villa privata, i custodi dei cancelli del seminario non lo hanno mai visto entrare e uscire con lui? Quanti complici sono stati nascosti alla giustizia?

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    Personalmente, a questo Martel, non do’ il minimo credito. Basta e avanza, a dismisura, tutto il resto, che è alla luce del sole. Non c’è bisogno di conferme da queste tristi figure.

    Lascio a verbale che continua la spudorata manovra vaticana, ripresa da tutti i media mainstream, di far passare l’omosessualità per pedofilia, o per clericalismo.

    Stiamo sereni, il Giudizio Divino incombe.

    • GMZ ha detto:

      Martel offre un salvagente al pampa, per evitare che affoghi: sta tutto in quel “over age”: infatti si sa che McCarrick, nel dubbio che una delle sue vittime fosse un giorno indietro sulla maggiore età, si fermava e attendeva l’alba del giorno seguente.
      Ma dai, a chi la raccontano? Quel vecchio laido se la spassava allegramente, coperto da tutta la cricca di checche del Vaticano.
      Ossequi.

  • Nicola B. ha detto:

    Un libro di preghiere per questi tempi difficili.

    https://www.fedecultura.com/Avanti-con-Maria-p84889794

  • deutero.amedeo ha detto:

    Stamattina dopo l’Angelus, al momento dei saluti ai presenti, il papa ha fatto un brevissimo accenno all’incontro del 21-24 corrente mese, dicendo:

    –Cari fratelli e sorelle,
    da giovedì a domenica prossima avrà luogo in Vaticano un incontro dei Presidenti di tutte le Conferenze Episcopali sul tema della protezione dei minori nella Chiesa. Invito a pregare per questo appuntamento, che ho voluto come atto di forte responsabilità pastorale davanti a una sfida urgente del nostro tempo.–

    Quindi attenzione! Non si parla di omosessualità, ma nemmeno di pedofilia, bensì di protezione dei minori nella chiesa senza specificare da che cosa.

    • Adriana ha detto:

      Deutero ,
      un capolavoro di retorica !
      Come se la Strega di Hansel e Gretel rivendicasse la ” ospitalità” offerta ai due ” giovanetti ” con la scusa di averli sottratti alla fame e al freddo ( affettivi e morali ) della Foresta Nera .

      • deutero.amedeo ha detto:

        Commento di Scarpe Grosse: anca se ‘l fridur te ‘l ciamet rinite semper fridur l’è.

        Traduzione: anche se il raffreddore lo chiami rinite, sempre raffreddore è.

        Qui vogliono farci credere che cambiano le cose semplicemente cambiando loro nome.

        Falsità delle falsità, tutto è falsità (nuovo Qoelet) .

  • Fabrizio Giudici ha detto:

    Nota: nel mio precedente commento “il quale” si riferisce al “supporto”.

  • Massimiliano ha detto:

    Eccolo. Ci mancava la sua acutezza caro Emanuele. Ma come faremo senza le sue preziose chicche! Grazie per avermi “illuminato” la giornata è soprattutto per avermi aperto la mente… Saluti.
    Massimiliano.

  • Sherlock Holmes ha detto:

    Dopotutto cosa aspettarsi dai Gesuiti che hanno inventato la restrizione mentale per poter mentire liberamente, facendosi beffe del Comandamento divino?

  • Ultimo ha detto:

    Se Mons Vigano’ e’ un galantuomo (e non ne dubito, non posso giudicare nessuno) ed ha agito per il bene della chiesa, o quello che ritiene sia il bene della chiesa, mi fa piacere. Continuo a ripetere che usando lo stesso metro si potrebbe fare la dsmnatio memoriae di diversi papi, compresi i canonizzati . Personalmente queste guerre pruriginose ecclesiali mi hanno stancato.
    Termino con le parole di un mio “nemico” Ratzinger.
    A memoria di un libro vecchio ma l’ ho comprato da poco.
    “Se guardiamo alla storia della chiesa quanta sporcizia…..eppure questo ci fa sperare che ci sara’ misericordia pure per noi”.

    Tante religioni predicano l odio, la giustizia, l etica sessuale o non. Solo Cristo si schiera con gli ultimi (anche morali ad es. L adultera) non condanna e dice non peccare più. Dice chi e’ senza peccato scagli la prima pietra. E pure non giudicate se non volete essere giudicati.

    Potrebbe essere questa la missione di Bergoglio . Cercare di convertire il mondo al Dio Amore, al Dio padre. Ricordiamoci come i mussulmani si ritengano servi. Noi siamo figli adottivi, grazie al sangue di Cristo: possiamo chiamarlo Padre!

    Nessuno e’ giusto dinnanzi a Dio. Questo mondo attende la redenzione piena. Pure la natura . Speriamo che questa grossa tribolazione sia l’ ultima prima della pace (in ebraico pace significa pienezza di vita, Regno di Dio, non solo assenza di guerra o suonare arpe sulle nuvolette…resurrezione della CARNE. CIELI NUOVI E TERRA NUOVA.

    • EA ha detto:

      Ultimo scrive: “Potrebbe essere questa la missione di Bergoglio . Cercare di convertire il mondo al Dio Amore, al Dio padre. Ricordiamoci come i mussulmani si ritengano servi…”
      Capisco il desiderio, molto pio, di interpretare per il meglio le uscite del papa. Ma affermare che Bergoglio voglia convertire i musulmani a Dio è abbastanza ingenuo, considerato che ha ripetuto in tutte le salse che il proselitismo è una solenne sciocchezza, tutte le religioni sono vie per arrivare al divino e la loro molteplicità è un dono e volontà di Dio, o Allah, o grande spirito…

  • Marco Matteucci ha detto:

    Non passa giorno che da una parte o dall’altra emergano fatti che confermano comportamenti “anomali” di Bergoglio che mal si confanno con il suo ruolo di guida della Chiesa Cattolica.
    L’anomalia è manifesta da tempo, ma purtroppo nessuno (tranne un prete scomunicato) ha il coraggio di ammettere che questa confusione potrebbe essere generata dal Papa.
    Cardinali e laici che emanano severi dubbi o redigono preoccupati dettagliati manifesti di fede che …vedono il male ma non vedono il lupo!
    Forse pensando che prima o poi, forse una Domenica come potrebbe essere oggi, egli si affacci dalla finestra che da’ su San Pietro e bonariamente dica: “Buongiorno, vi devo comunicare che sono eretico, ma non dimenticatevi di pregate per me … buon pranzo!”.
    Come dice un proverbio cinese: “É difficile scorgere un gatto nero in una stanza buia, specialmente se si pensa che il gatto non ci sia”.
    Santa Domenica a tutti

    • Marco Matteucci ha detto:

      *** SONO VERE O NO *** QUESTE AFFERMAZIONI FATTE DA UN CARDINALE AMICO DI BERGOGLIO CHE AFFERMA CHE EGLI SAREBBE STATO ELETTO PAPA TRAMITE UN ACCORDO PREVENTIVO TRA CARDINALI?
      PER FAVORE CHI SA RISPONDA!!!
      Nel video ci sono anche sottotitoli e didascalie in lingua italiana
      …più semplice di cosi?!
      Mi scuso per l’uso del maiuscolo, ma in casa dei sordi è inutile parlare sottovoce.

  • Adriana ha detto:

    Gentile Tosatti ,
    il comportamento di Bergoglio è comprensibilissimo e
    ” autorizzato ” da tutti i Gesuiti progressisti a lui antecedenti e contemporanei ,
    Riposto qui il link già segnalato da DOROTEA , invitando gli Stilumcurialisti a leggerne le differenti parti .
    https://cooperatores-veritatis.org/2018/09/07/gesuiti-in-prima-fila-sapevate-che/
    Quanto da lei scritto mi appare un’ulteriore conferma del disegno ” rivoluzionario ” perseguito .
    Buona Domenica .

  • Alessandro ha detto:

    dr. Tosatti, un treno di ringraziamenti da parte mia per tutto quanto ha fatto in questi mesi, il suo è autentico e vero giornalismo. Un giornalismo magistrale. Grazie ancora. Alessandro Mirabelli

  • Sconsolata ha detto:

    Non c’ è motivo per stupirsi. Solo chi ha la memoria corta può credere all’asino che vola e non alla conferma di un “già visto” poco più di un anno fa con la vicenda Karadima-Barros. Ci si è dimenticati dell’ arrampicata sugli specchi prima con l’arrogante supponenza di ricerca di prove, poi la miserevole correzione con la parolina ” evidenza” e via via con la stucchevole sceneggiata andata in onda con richiesta di perdono, lettere, incontri con le vittime, ecc… che hanno ingannato soltanto chi si ostina a tenere gli occhi bendati? E imperterrito è andato avanti nella sua linea di condotta nascondendosi dietro alibi di comodo, come le volutamente allusive manchevolezze antecedenti all’era del suo “regno”.

  • Alessandro ha detto:

    Ribadisco quello che ho affermato sull’altro articolo, per la chiesa essere omosessuali è un peccato e non un reato, un peccato come se in un momento di debolezza cedi a una donna e cadi in peccato o come se arrivi alle mani con un fratello, e il peccato si perdona e si cerca di correggerlo, e’ per questo che si parla di “abusi” ma senza mai accostarci la parola “omosessuali” ed e’ per questo che il sinodo xhe si fara’ tratta di “abusi” ma non di omosessualita’. un formatore religioso di ragazzi aspiranti frati/sacerdoti mi ha spiegato che sono stati indottrinati e indirizzati nel discernere fra “peccato” e “reato” in questa maniera. E io rinasci nuovamente che chi compie atti contro natura, sodomia, violenta bambini o bambine o compie orgie omosessuali e non o altre depravazioni “compie le stesse identiche cose che compiono i satanisti durante i loro riti” in quelle depravazioni ce’ Satana.

    • wp_7512482 ha detto:

      Beh, sì e no. Non ci sono peccati che gridano al cielo? E usare la propria autorità e il proprio potere per fini sessuali non è un reato, tanto più spregevole se lo adoperi in un campo spirituale? Non fermiamoci per favore a un giorno prima o dopo il compleanno della maggiore età sessuale…

      • Alessandro ha detto:

        Pienamente d’accordo, infatti anche io non lo tollero, qualsiasi sia l’età, infatti sono rimasto perplesso anche io quando ho capito il metodo di giudizio con il quale hanno indottrinati i formatori. In questo indottrinamento si capisce la vera linea politica interna della chiesa, che pubblicamente non ammettono, io con le parole non sono bravo,era questa linea politica non dichiarata pubblicamente che volevo far risaltare

      • GMZ ha detto:

        “Non fermiamoci per favore a un giorno prima o dopo il compleanno della maggiore età sessuale…”. O, come uno che commentò tempo addietro su Stilum, non tagliamo il pelo in quattro per capire se ci fu penetrazione o meno: a questo si son ridotti i nostri troll, tutti lì col centimetro e il calendario a far di conto per salvare il loro pampa.
        Suvvia!

  • C.r. ha detto:

    Salve Tosatti,
    Grazie per questa informazione.
    Rimane dunque confermato che Viganò non gli aveva parlato di crimini (e quindi che ha mentito accusando il Papa di coprire un criminale) e che la valutazione delle informazioni fatta dal Vaticano era nel senso dell’insufficienza. Esattamente come detto da Ouellet: è la ragione per cui Benedetto XVI (che disponeva delle stesse informazioni) non lo ha punito (come erroneamente continua a scrivere lei) ma solo invitato a farsi vedere poco (lasciandolo libero di agire).

    PS leggo che Martel avrebbe scritto che Raymond Burke è un gay e ho letto un editoriale su La Verità in proposito. E’ vero (che lo ha scritto, non che sia gay)?

    • wp_7512482 ha detto:

      Insufficienza un beato nulla. Lei si sta arrampicando sui vetri, amico mio. Usare dell’autorità e del potere, in particolare spirituale, per fini sessuali non è un crimine? Lo è come aggravante per la legge civile e non lo sarebbe per la sua coscienza, e per la coscienza di un Pontefice? Si rilegga quello che aveva detto Viganò al Papa e che secondo Martel il Papa non ha giudicato importante. Se è vero, è devastante nel rivelare la psicologia di quella che dovrebbe essere la massima autorità morale della Chiesa. Benedetto lo ha punito. Legga Ouellet. Smetta di scrivere cose non vere, caro amico. Capisco perché lo fa, ma non serve.

      • Frikettone laico ha detto:

        Non parla solo di Burque ma di altri pure defunti. Io secondo la tradizione dell’ uomo della provvidenza del tempo che fu dico: me ne frego!

      • C.r. ha detto:

        Le avevo mandato una risposta ben articolata. Perchè non la vedo pubblicata?

  • Emanuele ha detto:

    Ma l’idea che un signore che gioca sporco, che vuole fare credere siano tutti omosessuali coloro che condannano la sodomia, e che ci tiene tanto a distinguere l’omosessualità dalla pederastia, voglia portare anche la più alta autorità morale del mondo, scilicet il papa, dalla sua parte, non vi sfiora?

    • Diana ha detto:

      La fonte non sarebbe granché se non ci fosse una miriade di tasselli che formano il quadro generale, cioè la precisa volontà di sdoganare anche nella Chiesa comportamenti contrari alla legge naturale prima che a quella divina. Con l’avallo della massima autorità morale del mondo, il quale, piaccia o non piaccia, ha opinioni personali spesso contrastanti con la fede e la morale cattoliche.

      • Paolo ha detto:

        Uhm la legge naturale nella natura decaduta. Questo sarebbe un bel tema da discutere. Sempre si accetti il peccato originale, il sacrificio espiatore di Cristo e i novissimi . In pratica se si e’ cristiani. O al limite cristiani cattolici. Cattolici non cristiani non interessano.

    • Mikhael ha detto:

      Non è che ci sfiora! È questo cosiddetto papa regnante che pare essere completamente dalla parte di Martel che è stato usato come sicario letterale anche per buttare una valanga di melma contro i soliti tradizionalisti e conservatori, oltre allo scopo di sdoganare il peccato dell’omosessualità!
      Non per caso è stato ricevuto ed ospitato con tutti gli onori in Vaticano.
      Poi ascoltiamo lezioncine ipocrite da quattro soldi da Santa Marta sul mormorare, uccidere con le parole il proprio fratello, etc. e la maggior parte dei credenti continua a credere che la marmotta confezionó la cioccolata!

      P.S. che liberassero p. Manelli invece di promuovere gente deprevata che attenta al bene delle anime!

      • Paolo ha detto:

        Ma senta non era meglio usare l archivio di Brumatto per spazzare via (voi, lefebvriani, veterocattolici, sedevacantisti e altri?).

    • Fabrizio Giudici ha detto:

      Rispondo ad Emanuele, sapendo che rispondere a lui e a quelli come lui non serve, ma può servire ai terzi che leggono.

      Il libro di questo signore va inquadrato esattamente come certe vicende che, tempo fa, coinvolsero i pentiti di mafia. I pentiti – o meglio, certi pentiti, quelli veri e che portavano prove a sostegno delle loro testimonianze, erano molto temuti dalla mafia. Dunque ecco che vennero fuori valanghe di voci e dicerie che avevano i seguenti fini:

      * da un lato far credere che non ci fosse un politico o un poliziotto onesto: così si davano picconate all’autorevolezza dello Stato;
      * dall’altro mescolare notizie palesemente false, e che si potevano verificare come tali, con quelle vere, già sostenute da certe indagini: così si cercava di screditare le ultime, assimilandole alle falsità palesi.

      L’unico modo di trattare queste cose è verificarle punto per punto: rigettare quelle senza fondamento, ma tenere quelle con fondamento. Poi l’essere umano non è infallibile, neanche quello malvagio, e come ha già anticipato il dott. Tosatti può essere che certi rimestatori compiano anche passi falsi. È noto che il diavolo fa le pentole, non i coperchi.

      PS Io vorrei chiedere al sig. Emanuele, visto che pensa che questo signore “voglia portare il Papa dalla sua”: perché questo signore ha ricevuto così tanto supporto da parte di stretti collaboratori del Papa, senza il quale non avrebbe potuto scrivere il suo libro?

      • Emanuele ha detto:

        Le rispondo, anche se nel messaggio che mi rivolge avverte i suoi lettori che con i tipi come me (che lei non conosce neppure di cognome) non vale interloquire. Perché mai – le chiedo a mia volta – Gesù il nostro modello non prese a calci Giuda e invece lo accolse addirittura nel luogo più sublime della storia, dove avremmo voluto essere tutti presenti, nel cenacolo dove istituì l’Eucarestia? Sicuramente perché la vicenda cristiana non mi pare che abbia molto a vedere, per forma e sostanza, con le turpitudini mafiose e pederastiche, anche se il cristianesimo è lambito dalle peggiori specie di umani, i peccatori. Voglio dire, se riduciamo la Chiesa a una cricca di lestofanti, se la accostiamo ai CdA delle aziende o ai vertici politici corrotti ne offriamo la più grottesca caricatura.

        • LucioR ha detto:

          «se riduciamo la Chiesa a una cricca di lestofanti, se la accostiamo ai CdA delle aziende o ai vertici politici corrotti ne offriamo la più grottesca caricatura.»

          Non mi sembra che qui si riduca la Chiesa (di cui facciamo parte anche noi) ad una cricca di lestofanti. E’ una cricca di lestofanti che sta riducendo la Chiesa (di cui – ribadisco – facciamo parte) in un modo che Essa non merita.

          Solo chi legge esclusivamente Topolino può non essersene accorto, ma basta leggere un quotidiano qualsiasi per rendersene conto.

          • Fabrizio Giudici ha detto:

            Emanuele, io ho scritto quel che ho scritto perché non è questione di cognomi, ma di come si discute e, anche se qui commento poco, comunque leggo spesso e ho notato come si comporta. Infatti lei ha subito dimostrato che ho ragione: non mi ha risposto, ma ha posto un’altra domanda, che non c’entra niente con le mie osservazioni precedenti. Io, nel mio commento precedente, ho risposto alle sue osservazioni sull’affidabilità di questo nuovo libro.

            Ora lei è libero di pormi domande, ma io non seguo chi non mostra rispetto per l’interlocutore rimanendo sull’argomento. Quelli come lei li conosco benissimo, da decenni: non discutono con il prossimo, ma sollevano nuvoloni d’inchiostro come fanno le seppie; se sembra che dicano qualcosa è solo perché sanno scrivere in buon italiano (cosa che di questi tempi è rara), ma alla fine è solo una sequenza inutile di parole. Starvi dietro è solo una perdita di tempo.

            In ogni caso Lucior le ha risposto quel che c’era da dire.

            PS Non a lei, ma agli altri lettori propongo di riflettere se è più duro “prendere a calci qualcuno” o dirgli “ma guai a colui dal quale il Figlio dell’uomo viene tradito; sarebbe meglio per quell’uomo se non fosse mai nato!”.

          • Emanuele ha detto:

            Da povero lettore di Topolino e attento lettore di questo blog mi pare proprio che riduciate la Curia romana e il suo Pontefice alla Banda Bassotti. E questo non mi pare carino e tantomeno cristiano.
            Quanto all’interlocutore che viene dopo di lei e che manca di ‘rispondi’ mi permetto di aggiungere: sul livello del libro di cui oggi si discute la seppia inchiostratrice vorrebbe segnalare un articolo del vaticanista del Foglio che forse il Sodoma in questione lo ha avuto sotto gli occhi:
            https://www.ilfoglio.it/chiesa/2019/02/17/news/sodoma-ciarpame-senza-pudore-238325/

          • LucioR ha detto:

            «mi pare proprio che riduciate la Curia romana e il suo Pontefice alla Banda Bassotti.»

            E daje! Sono loro che – per nostra disgrazia, e non ci fa affatto piacere – fanno di tutto per farsi ridurre in quel modo.

            «Quanto all’interlocutore che viene dopo di lei […]: sul livello del libro di cui oggi si discute la seppia inchiostratrice vorrebbe segnalare un articolo del vaticanista del Foglio che forse il Sodoma in questione lo ha avuto sotto gli occhi»

            E perché lo dice proprio a me?