L’OSSERVATORE MARZIANO FA UNA LEZIONE AL PONTEFICE. SU POVERI E MERCATO…

26 Gennaio 2019 Pubblicato da --
(Opera di Lector)

Marco Tosatti

Carissimi Stilumcuriali, questa volta mi metto proprio nei guai, più di quanto non lo sia già, con quella gente che abita Oltretevere, dietro le mura alte dodici metri ma che di mura vede solo quelle degli altri. Osservatore Marziano mi ha scritto pregando di ospitare una correzione di qualche genere al Pontefice Regnante, e visto quello che accade a chi firma le Correzioni (penso a mons. Antonio Livi, e non solo) in questa bella Chiesa così aperta misericordiosa e dialogante temo proprio che dovrò d’ora in poi comportarmi come Benvenuto Cellini, che, se non ricordo male, diceva che quando passeggiava “girava largo a’ canti”….Per schivare brutte sorprese.

“Caro Tosatti, potrebbe ospitare una “correzione paterna “ al Sommo Pontefice Francesco? Ho valutato questa (anche se probabilmente inutile) iniziativa leggendo “Settimo cielo” del 25 gennaio, di Sandro Magister, dove il suo collega racconta la visione di Bergoglio sul tema “poveri e ricchi”.

Il Sommo Pontefice fa di tutto per sembrare colui che ama i poveri, si vuole occupare dei poveri, ma non si rende conto che sta creando invece le condizioni perché questi stiano sempre peggio, differentemente da quanto invece ha fatto, fa e continuerebbe a fare il vituperato mercato. Il mercato infatti, prescindendo da decisioni morali, ma solo razionali, non trae affatto vantaggio dalla povertà, bensì proprio dalla ricchezza più diffusa possibile. Certo esistono, son sempre esistiti e sempre esisteranno, attitudini e fenomeni di “sfruttamento della povertà” (per esempio sfruttando il fenomeno delle migrazioni), ma questi per esser frenati, vanno analizzati e compresi, anche caso per caso. Questi sono originati dal cuore malato degli uomini, che forma cattiva coscienza. Cuore malato e cattiva coscienza sussistono (anche) perché il processo di conversione che la Santa Chiesa dovrebbe aver fatto e dovrebbe continuare a fare si è scontrato e si scontra con il suo vero grande nemico: la gnosi, con cui ogni tentativo di conciliazione ed alleanza è vano e erroneo. Perciò propongo un illusorio tentativo di correzione:

–  per aiutare realmente i poveri, è necessario conoscere le ragioni della loro specifica povertà. Un povero del Congo non è un povero della periferia di Milano, né quello delle favelas di Buenos Ayres. Se queste cause di povertà non si sono analizzate, sarà impossibile risolverle. Anzi, dette condizioni saranno peggiorate.

–  per aiutare realmente i poveri si deve esser più prudenti, di quanto lei,  Santo Padre, non stia facendo, ascoltando e condividendo le tesi di chi “controlla la ricchezza” (per esempio Zuckerberg di Facebook o Christine Lagarde Presidente del FMI, come ricorda Magister) o condividendo le tesi di chi “provoca la povertà” con varie giustificazioni riferite alle nascite o all’ambiente, quali Paul Ehrlich, o Jeffrey Sachs. Lei Santo Padre, sprovvisto di adeguati consiglieri tecnici, è stato portato a confondere cause con effetti e a formulare raccomandazioni di Magistero intrinsecamente errate e fuorvianti. Quali quelle inserite in Evangelii Gaudium, Laudato Si. Così come a formulare inviti e raccomandazioni, “dal pulpito”, sul tema migrazioni. Santo Padre, è stato reso consapevole dai suoi cosiddetti consiglieri dell’impatto generato, raccomandando personaggi come Pannella o Bonino? O ancor più esaltando Lutero, maestro di confusione sul tema ricchezza e povertà? Le hanno spiegato da chi e come è stato corrotto il capitalismo, nato in casa cattolica? Le hanno mai illustrato l’impatto delle Eresie sull’uso dello strumento economico?

– Lo studio del problema della ricchezza o povertà merita certo la sua attenzione, quale massima Autorità Morale, ma se desidera riferirsi anzitutto a criteri morali (come dovrebbe) le suggerisco di valutare le cause morali della povertà (e di altri fenomeni correlati), e non solo le conseguenze, come invece sembrerebbe fare. Infatti sono l’egoismo, l’avidità, l’indifferenza, quali vizi morali, la causa di molti aspetti di povertà, quelli più facilmente risolvibili, perché legati alla volontà libera dell’uomo e non a problemi strutturali di un sistema economico. Ma è evidente, ed un Papa dovrebbe ben saperlo, che i vizi si vincono con la conversione del cuore dell’uomo (come Benedetto XVI ha ben ricordato più volte). Santità, non esiste una “economia che uccide”, esiste un uomo che gestisce l’economia in modo insensato, creando le condizioni di disagio per i più vulnerabili. Santità non si vince la povertà imponendo la ripartizione delle ricchezza, certi che la inequità sia il peggiore dei mali sociali     (come l’hanno indotta a scrivere in Evangelii Gaudium). Né si vince la povertà grazie a decrescita economica conseguente ad un erronea interpretazione della soluzione al problema ambientale, oppure grazie a migrazioni forzate che umiliano la dignità della creatura umana e creano maggior povertà, dove partono e dove arrivano…

–  Convertire il cuore dell’uomo non è compito di un economista o di un politico, è compito di un sacerdote, di un vescovo, di un cardinale e soprattutto di un Papa.

 (La prego Santità, faccia attenzione ai certi suoi “consiglieri”, che hanno appreso l’economia grazie a corsi per corrispondenza con università cubane ed hanno appreso morale, sempre per corrispondenza, grazie a corsi organizzati dalla Luteranense). 

Suo Osservatore Marziano “



Oggi è il 149° giorno in cui il pontefice regnante non ha, ancora, risposto.

Quando ha saputo che McCarrick era un un uomo perverso, un predatore omosessuale seriale?

È vero o non è vero che mons. Viganò l’ha avvertita il 23 giugno 2013?

Joseph Fessio, sj: “Sia un uomo. Si alzi in piedi, e risponda”.


Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


Libri di Marco Tosatti

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….




UNO STILUM NELLA CARNE. 2017: DIARIO IMPIETOSO DI UNA CHIESA IN USCITA (E CADUTA) LIBERA

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

Tag: , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

26 commenti

  • Lubomir ha detto:

    Luteranense o Lateranense?

  • EA ha detto:

    Segnalo la cerimonia d’apertura a Panama con papa Francesco
    https://www.youtube.com/watch?v=gvBC56JQg6I&pbjreload=10
    All’inizio del video, per pochissimi secondi, subito interrotta, si vede un’inquadratura aerea della “folla”. Moltissimi posti vuoti.
    Non ho visto il resto dei video se non per qualche spezzone. il solito patetico spettacolino di intrattenimento religioso giovanilistico, su un palco enorme con scritta FRANCESCO a caratteri cubitali. Papolatria e balletti. L’Inutilità della chiesa di Francesco.

  • Paolo Pagliaro ha detto:

    Non seguo più molto quel che dice il presente pontefice, più che altro per non intaccare indebitamente la mia fiducia nella Chiesa. Ma sarei interessato a sapere con quale urgenza e insistenza papa Francesco stia richiamando l’attenzione del mondo alla situazione del popoli più sofferente della sua America Latina, quello Venezuelano.
    Oppure, sull’attenzione ai reali poveri e sofferenti, prevale l’attacamento all’ideologia pauperista?

  • Adriana ha detto:

    “…Ecco Satana ha chiesto di vagliarvi come si vaglia il grano .”
    ( Luca 22 ; 31 ) .
    Il Sudamericano ” presumido ” obbedisce e vaglia .

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Caro Direttore, più lavoro…:
    https://elpais.com/elpais/2019/01/25/gente/1548426571_605247.html
    Saluti.

  • l'osservatore Brembano- deutero.amedeo ha detto:

    Prima di illudervi che qualcosa possa migliorare, leggete questo messaggio di Sua Santità ai giovani partecipanti al Festival della Gioventù a Panama.
    http://w2.vatican.va/content/francesco/it/homilies/2019/documents/papa-francesco_20190125_omelia-penitenziale-panama.html
    tenendo ben presente che sta roba è stata detta nel penitenziario minorile, dove, evidentemente, sono stati accolti dei poveri ragazzi vittime della (nostra) maldicenza.

    • Monica ha detto:

      “Osservatore brembano”. Mi ha fatto sorridere questo titolo, sarà perché ha richiamato tanti ricordi della mia regione e della sua gente…

      • deutero.amedeo ha detto:

        Sapessi quanto l’amo la tua gente. E ‘ un peccato che piano piano la legge enosaribile che ci apre il portone di un altro mondo e di un’altra vita, uno alla volta, me li porti via. Ma il tesoro delle loro saggezza rimane nella mia memoria e nei miei pensieri. Finchè vivrò.

  • Rafael Brotero ha detto:

    Oggi a Verona raduno del piccolo resto cattolico per l’incoronazione di Cristo Re. Don Minutella é sempre una festa, il nec plus ultra del politically incorrect. Avanti con Maria!

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Molto interessante.
    Il semplicismo a volte ottiene l’effetto contrario. E non c’è da stupirsi, perché è figlio dell’ideologia.
    Ammesso (e non concesso) che tanti monsignori vogliano fare del bene, il loro abbraccio rischia di diventare mortale. Come quello della mamma della belva umana nel film di Villaggio “Fracchia e la belva umana”, per chi l’ha visto.
    Ma in realtà tanta carità è pelosa.
    Un mio amico che fa parte di una comunità religiosa mi ha detto che da quando la comunità si è data all’accoglienza dei migranti ha guadagnato molto.
    Non ci dobbiamo immaginare che chi accoglie i migranti è una specie di San Francesco coi lebbrosi. Che salta i pasti pur di aiutali. No, si arricchisce coi soldi dello Stato.
    Se fosse per pura bontà, allora, tra tanti centri di accoglienza, ci sarebbe anche qualche ospizio per vecchi poveri.
    E invece anche gli ospizi diocesani chiedono spesso anche sulle 2000 euro al mese.
    Quando la carità si fa ideologia arriva al lucro, un po’ come quando la Cina comunista che è diventata capitalista

    • Paolo Giuseppe ha detto:

      @ Astore
      Su “La Verità” di oggi appare la notizia che la ONG Sea Watch nel solo anno 2016 ha ricevuto donazioni da privati per €. 1.700.000.
      Meditate gente, meditate.

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    Circa i problemi dell’economia, mercato si o no, eccetera, segnalo che il punto di fondo è che la Dottrina sociale è negletta, e segnalo pure lo strumento decisivo per superare lo stallo, che è la “società partecipativa”, appunto secondo Dottrina sociale:

    http://www.rassegnastampa-totustuus.it/cattolica/wp-content/uploads/2015/09/LA-SOCIETA-PARTECIPATIVA-P-L-Zampetti.pdf

    Per quanto riguarda Bergoglio, che ha detto che chi fa i muri è preda della paura, che fa diventare pazzi, ricordo che il pazzo è lui, cosa dimostrata dalle grandissime menate, da manicomio, del tipo che “il tempo è superiore allo spazio”, che ha scritto in Evangeli Gaudium.

    Ma, come al solito, sono cose che ci diciamo fra di noi, mentre i cardinaloni che dovrebbero parlare, tacciono per infingardia e codardia.

    • Paolo Giuseppe ha detto:

      @ Pier Luigi Tossani
      Hai ragione. Il solo pensiero che un papa ha scritto “il tempo è superiore allo spazio” ed altre simili amenità, da un lato mi deprime, ma se per un momento dimentico che parliamo del papa, provo un irresistibile senso di ilarità.

      • Nat ha detto:

        E se avesse ragione? Intanto sta svuotando la dottrina cattolica come una diga alla quale sia stato praticato un piccolo foro. È il metodo dei “processi da avviare” che pian piano, nel tempo appunto, diventano “irreversibili”.

  • Adriana ha detto:

    Tut , tut ! Madame Lagarde ha danzato con alcune ragazzine africane pulite e ingrembiulate ! . ( C’è un video in rete ) .
    Cosa pretendete di più ?!? Kattivi !!!!

  • Valeria Fusetti ha detto:

    Caro dott. Tosatti, l’ Osservatore Marziano scrive come se Economia e Magistero fossero il suo “pane quotidiano” ! Ma purtroppo non penso che il santo padre userà al meglio il suo tempo, leggendo quanto scritto dal Marziano… Intanto i suoi ragionamenti servono a noi per ricordarci che la Chiesa non è solo demagogia terzomondista, un po’ alla Leonard Boff per intenderci (del quale bisognerebbe leggere le elucubrazioni di tanto in tanto, visto che interessano tanto l’ attuale papa), ma è anche depositaria di una Dottrina Sociale, che dovremmo forse, conoscere meglio. Il nostro caro Marziano è convinto che il santo padre sia mal consigliato… mah ! A me sembra che sia arrivato a Roma già formato ed informato, e che poi si sia liberato di chi non corrispondeva alla sua ideologia, creandosi nel contempo un humus di cardinali, vescovi e presbiteri “a sua immagine e somiglianza”. Oppure ripieni di ambizione come un bignè di crema. Oppure piuttosto spaventati per la loro sopravvivenza… Ce ne sono anche che hanno affrontato i loro legittimi timori, e abbiamo sotto gli occhi il risultato ! Nulla fa pensare che il “fenomeno” sia destinato a fermarsi, sembra invece che si sia accelerato… D’ altra parte non si sente sempre magnificare una chiesa povera ? Per cui una chiesa perseguitata e ridotta sul lastrico deve sembrare il massimo … Se la Chiesa fosse interamente un’ istituzione umana si potrebbe pensare che la battaglia, o meglio la guerra è persa, e che ” l’ eresia al potere abbia vinto su tutti i fronti. E anche molti di quelli che ne fanno parte ne sono convinti, visto che da bravi “para- mussulmani” hanno abiurato la fede cristiana; ma chi, come il simpatico Marziano guarda a Cristo Gesù come Re e Signore, sa che le cose stanno diversamente. Come S. Paolo ai Corinzi di ogni epoca, possiamo dire : ” Or noi abbiamo questo tesoro in vasi di creta, affinché (si riconosca che) la superiorità della potenza è cosa di Dio e non viene da noi. In tutto noi siam tribolati, senza essere però ridotti agli estremi, angustiati senza essere disperati; perseguitati ma non abbandonati; abbattuti ma non perduti; sempre portiamo attorno nel corpo nostro la morte di Gesù, affinché anche la vita di Gesù sia nei nostri corpi manifestato.Giacché sempre noi viventi siamo esposti alla morte per Gesù, affinché anche la vita di Gesù sia manifesta nella nostra carne mortale.(…) poiché la momentanea e leggera tribolazione nostra procaccia a noi oltre ogni misura smisurato peso di gloria; non mirando noi alle cose che si vedono, ma a quelle che non si vedono; poiché le cose che si vedono sono temporanee, e quelle che non si vedono eterne.” (2 Corinzi cap. 4). Buona e santa domenica In cordibus Jesus et Mariae.

  • Gian ha detto:

    Nulla da dire riguardo la nuova legge introdotta nello stato di New York che liberalizza l’aborto senza se e senza ma? O preferisce il silenzio e il “chi sono io per giudicare?” vale anche in questo caso? Niente da fare, dirà, sarebbe interferenza da parte sua. Almeno vestisse abiti civili, sarebbe più onesto.

    • Mazzarino ha detto:

      Da Troia a Roma. Con Tiara e Mitra. “almeno vestisse abiti civili” Eh si! E’ proprio questo il punto. Sacerdoti e vescovi, che possono entrare in contatto con gli ultimi residui di cattolicesimo, per dare l’esempio non devono portare la talare. Lui che è sostenuto dall’anticattolicesmo mondiale. Sì! Perchè ogni sua parola politica distruttrice di Santa Romana Chiesa sia certificata urbi et orbi dalla sua bianca talare. Lo capiscono anche i bambini. Loro, che applicando un antivirus, leggono Troian come diagnosi.

  • Donna ha detto:

    Sottoscrivo. Grazie

  • Lucidator ha detto:

    Mi chiedo come sia possibile che verità chiarissime e incontestabili quali sono le verità enunciate nel post occorra proprio dovergliele spiattellare papali papali al biancovestito argentino per sperare (vanamente?) che di esse qualcosa arrivi a capire.

  • Enrico66 ha detto:

    Ho letto anche io l’interessante articolo di Magister, da cui emerge la pochezza delle idee di Bergoglio sul tema povertà e mercato, che argutamente Osservatore Marziano sottolinea. È un Papa dai molti limiti, ma forse il più grande riguarda proprio la capacità di vagliare le persone e scegliere i collaboratori.
    Intanto ieri ho appreso di un’altra perla del pensiero bergogliano, dico, ma come si fa a definire la presidente del Fondo monetario Christine Lagarde “una donna intelligente che sostiene che il denaro deve essere al servizio dell’umanità”.
    Ma quando mai la Lagarde ha agito in tal senso? Certo, se per Bergoglio la Bonino è una grande italiana, allora anche la Lagarde può assurgere a benefattrice dell’ umanità.

  • Mario Gallo ha detto:

    Tanto Papa Francesco non ascolta nessuno .

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Caro Direttore:
    Un Puma attacca a Bergoglio: video in spagnolo minuto 5’45- 6’30:
    https://www.clarin.com/espectaculos/tv/puma-rodriguez-grandes-tn_3_bxvJ1f5fX.html
    Saluti.

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Caro Direttore:
    La “luce” del Mondo si spegne ed il “sale”…
    https://www.churchmilitant.com/news/article/cdl.-dolan-excommunication-should-not-be-used-as-a-weapon
    Tra gli uni chierici che sono complici di una cosa ed altri chierici che sono complici di un’altra cosa, alla fine di quello che si tratta è che la Chiesa cattolica non abbia credibilità, e il Fine è questo: Matteo 5: 13 Luca 14: 34,35.
    Saluti.

    Estimado Director:
    la “luz” del Mundo se apaga y la “sal”…
    https://www.churchmilitant.com/news/article/cdl.-dolan-excommunication-should-not-be-used-as-a-weapon
    Entre unos clérigos que son cómplices de una cosa y otros clérigos que son cómplices de otra cosa, al final de lo que se trata es que la Iglesia católica no tenga credibilidad, y el Final es este: Mateo 5: 13 Lucas 14: 34,35.
    Saludos.