Crisi ed Eclissi della Chiesa in Occidente nella Parole di un Anziano Sacerdote. Cinzia Notaro.

10 Giugno 2024 Pubblicato da 12 Commenti

Marco Tosatti

Carissimi StilumCuriali, Cinzia Notaro, che ringraziamo di cuore, offre alla vostra attenzione questa conversazione avuta con un anziano presbitero cattolico. Buona lettura e condivisione.

§§§

 

 

Sull’eclissi della Chiesa  abbiamo avuto il privilegio  di sentire conservando l’anonimato, un sacerdote ultranovantenne dell’Italia meridionale, che  cerca la verità con la ragione e con la fede in Gesù Cristo figlio di Dio fatto uomo  per salvarci.

D. Di lotte la Chiesa in 2000 anni ne ha fatte tante, ma oggi la crisi è tangibile. Non sara’ a causa della secolarizzazione dell’Occidente ?

R.  Le chiese sono quasi vuote, alcune vengono chiuse perche’ non ci sono abbastanza sacerdoti per mancanza di vocazioni. L ‘Occidente purtroppo  ha rifiutato il vangelo così come fece il popolo ebraico  non accogliendo il Messia profetizzato . La salvezza che Cristo ci ha portato è per tutti gli uomini, i quali possono accettarla o respingerla e questo vale sia per gli ebrei che per i cristiani e per tutti i popoli del mondo. La Civitas Christiana è stata distrutta ed è stata edificata la  “città di satana” (S. Agostino, De civitate Dei, XIV, 28) e la “sinagoga di satana” (S. Giovanni, Apocalisse, II, 9) . E’  l’ora   del potere delle tenebre : l’ amore verso se stessi e non verso Dio, ieri come oggi divide l’umanita’, ma Cristo non ci abbandona.

D. La Chiesa in uscita  antepone la salvezza delle anime alla salvezza del pianeta, della madre terra?

R. E’ diventata simile ad una Ong, ad un club che si occupa solo di questioni economiche, sociali, politiche, ecologiche. Il Codice di Diritto Canonico si chiude con questa frase: ” La salvezza delle anime sia ( per sempre) la suprema legge ! La Chiesa non è il cappellano dell’ONU !

D.  In Africa e in Cina  il seme della Parola di Dio fruttifica . Merito di una realtà non consumistica ?

R. Fruttifica laddove c’è più povertà spirituale e materiale. Spesso il ricco epulone è soddisfatto, ma il povero Lazzaro si apre a Dio. Scriveva Stuart Mill, filosofo britannico : “Preferisco essere un Socrate insoddisfatto che un maiale soddisfatto ! “.  Ma i giovani ai quali  nel secolo del benessere non manca niente sono soddisfatti ? Sono felici?

“La vera povertà è la non conoscenza di Dio – diceva Madre Teresa di Calcutta – aggiungendo che solo in questo senso la Chiesa evangelizza veramente i poveri”.

D.  Come fa a reggersi una società civile nel caos ?

R. E’ impossibile perché si va contro la legge naturale stabilita dal Creatore, chiamando bene il male e il male bene. I pagani ( vedi Antigone ) parlavano di leggi non scritte , valide sempre e in ogni luogo. Gli ebrei le trovano nei 10  Comandamenti e ogni uomo nella legge naturale ! Il bambino che mangia una caramella e risponde di non averla mangiata, sa di dire una bugia  e che mentire è male!

D. Cosa dire della rivoluzione sessantottina?

R. Ha dichiarato guerra alla societa’ civile, alla famiglia, alla religione sostituendo il teocentrismo con l’antropocentrismo. “Nè Dio, nè Patria, nè Famiglia” – si leggeva ovunque.

Non  ha detto  Dostoevskij : “Se Dio non c’è , tutto è permesso?”; non ha detto Sartre: ” Se Dio c’è, io non sono libero”? Ne vediamo i frutti. L’albero si riconosce dai frutti. Anni fa sui retro dei bus di Roma , venivano applicate delle pellicole adesive per diffondere questo messaggio: “La cattiva notizia : Dio non esiste. La buona: non ne sentiamo il bisogno”.

D.  Si assiste ad un sovvertimento dell’ordine morale in nome del relativismo ?

R. Ciascuno si crea la propria verità. Secondo Aristotele “vero” è cio’ che corrisponde alla realta’. “Se non c’è verita’ comune, non è possibile il dialogo” ( Socrate).

Può esserci un ordine morale senza una legge naturale morale universale? L’opposto porta al positivismo giuridico : ” Ciò che è legale è giusto”  ( Gramsci nel saggio “Moderno principe”) . A quanto pare non vige più  il principio aristotelico di non contraddizione , ma la massima cartesiana “Cogito ergo sum”.

Il principio di non contraddizione ( essere o non essere nello stesso tempo e sotto lo stesso aspetto) è il fondamento di ogni ragionamento. La massima cartesiana capovolge ragione e realtà: “Sono, quindi penso”. E’ la ragione che deve adeguarsi alla realtà, altrimenti vi è il soggettivismo.

D. S’insegna il dogma di fede “Fuori della Chiesa non c’è salvezza” o che tutte le religioni portano a Dio? Si difende la fede cristiana o ci si preoccupa di non dispiacere ai musulmani arrivando a togliere i crocifissi dalle scuole ? L’Islam ci sta invadendo?

R. La fede cristiana difende la Verità  nella carità. Per quanto riguarda la religione islamica suggerisco di leggere il Corano ; “La rabbia e l’orgoglio” di O. Fallaci; “Europa cristiana libera” di Magdi Allam e di osservare quanto accade nelle moschee in Europa. Islam pacifico? Ad ogni attentato gridano : ” Allah Akbar” … non è per niente pacifico!

D . Il dialogo ecumenico ed interreligioso si occupa  solo di pace universale o anche della ricerca della verità che unisce ?

R. Ogni verità è  frutto dello Spirito Santo e va rispettata da chiunque essa provenga. Questo porta alla vera pace, ma solo Cristo unisce.

D. L’ io al posto di Dio…se si elimina Dio si è liberi di fare tutto ciò che si vuole?   

R. Le correnti progressiste e massoniche hanno lavorato a lungo per promuovere l’immoralita’ e la corruzione alfine di distruggere l’uomo e soprattutto la famiglia come dono prezioso di Dio. Quanti oggi prendono la via larga e si perdono pensando che l’osservanza dei Comandamenti sia una prigione che non garantisce la liberta’ !!! E’ vero il contrario , ovvero che il servire da figli il Signore nella Sua volonta’ , ci libera dal male e ci assicura quella liberta’ dal peccato che sola puo’ darci pace e felicita’ eterna e non effimera come quella che da’ il mondo  e di cui non si è mai sazi  passando di peccato in peccato .

D. E’ una Chiesa ormai quasi protestantizzata sulla scia di Lutero?

R. Il busto di Lutero è stato portato in Vaticano ed è stato anche emesso un francobollo a lui dedicato.  E’ vera la menzogna che siccome siamo fragili,”Todos,Todos,Todos” si salvano con la “Sola Fede” ? Non si parla più di  peccato, perché l’uomo è corrotto e non è libero ( “De servo arbitrio” di Lutero), quindi abolita  la confessione … è quello che sta succedendo nella Nuova Chiesa, in cui è stato anche detto che l’Eucaristia  cancella i peccati !!!   Nel vangelo di san Giovanni ( 20, 22-23 ) invece apprendiamo quanto segue : “Ricevete lo Spirito Santo; a chi rimetterete i peccati saranno rimessi e a chi non li rimetterete, resteranno non rimessi ” e  San Paolo nella prima lettera ai Corinzi 11, 27 – 29  scrive  : “Perciò, chiunque mangerà il pane o berrà dal calice del Signore indegnamente sarà colpevole verso il corpo e il sangue del Signore. Ora ciascuno esamini se stesso, e così mangi del pane e beva dal calice; poiché chi mangia e beve, mangia e beve un giudizio contro se stesso, se non discerne il corpo del Signore”. Non ci si può salvare senza pentimento e senza Sacramenti.  “Sacrificio della Messa” ? …  no … ma  “cena del Signore”  che si svolge nell’ “aula liturgica” e non nella Chiesa, celebrata dal sacerdote divenuto presidente dell’assemblea.   Ricordiamo che il sacerdote offre un sacrificio, per questo è così chiamato. Sant’Ignazio di Antiochia un santo martire del  secondo secolo d.C. in una delle sue lettere apostoliche, quella ai Romani , considerava  la Chiesa come comunità locale costruita nella celebrazione eucaristica  in cui si attua l’unione dei fedeli a Cristo e tra di essi: ” Preoccupatevi di partecipare ad una sola Eucaristia. Una, infatti, è la carne del Signore nostro Gesù Cristo e uno il calice  dell’unità del suo sangue, uno è l’altare, come uno è il vescovo insieme al presbiterio e ai diaconi, miei con-servi. Se ciò farete, lo farete secondo Dio.”

D.  Stiamo vivendo una forma di paganesimo ?

R.  Si pensa solo a vivere materialmente cercando con avidita’ i beni di questo mondo ( pur rimanendo sempre insoddisfatti) , perche’ dopo la morte si crede che  c è il nulla.

Infatti  nell’oblio sono andati a finire anche  i “Novissimi : Morte , Giudizio, Inferno e Paradiso” . L’inferno esiste e non è vuoto come autorevoli personaggi nell’ambito ecclesiastico hanno dichiarato, altrimenti perché Gesù parlò in questi termini ? : “Poi dirà a quelli alla sua sinistra: Via, lontano da me, maledetti, nel fuoco eterno, preparato per il diavolo e per i suoi angeli. Perché ho avuto fame e non mi avete dato da mangiare; ho avuto sete e non mi avete dato da bere; ero forestiero e non mi avete ospitato, nudo e non mi avete vestito, malato e in carcere e non mi avete visitato” ( vangelo di san Matteo 25, 41-43) .

D. La Chiesa mondanizzata sta annunciando un altro vangelo?

R.  La Sacra Scrittura a tal proposito  risponde : “Ma anche se noi o un angelo dal cielo vi annunziasse un vangelo diverso da quello che vi abbiamo annunziato, sia anatema.  Come abbiamo già detto, lo ripeto di nuovo anche adesso: se qualcuno vi annunzia un vangelo diverso da quello che avete ricevuto, sia anatema. Vado forse cercando il favore degli uomini, o quello di Dio? Oppure cerco di piacere agli uomini? Se cercassi ancora di piacere agli uomini, non sarei servo di Cristo ( Dalla lettera ai Galati 1, 8-10). Ed inoltre : ” Verrà giorno, infatti, in cui non si sopporterà più la sana dottrina, ma, per il prurito di udire qualcosa, gli uomini si circonderanno di maestri secondo le proprie voglie, rifiutando di dare ascolto alla verità per volgersi alle favole. Tu però vigila attentamente, sappi sopportare le sofferenze, compi la tua opera di annunziatore del vangelo, adempi il tuo ministero”. ( 2Timoteo capitolo 4,3-5).

Tuttavia non dobbiamo perdere la speranza  perché il Signore ha detto : “Io sono con voi tutti i giorni sino alla fine del mondo ” ( Mt 28,20) .

§§§

Aiutate Stilum Curiae

IBAN: IT79N0200805319000400690898

BIC/SWIFT: UNCRITM1E35

§§§

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , , ,

Categoria:

12 commenti

  • La Signora di tutti i popoli ha detto:

    Per quel che che vale ecco Matteo 7:
    “Non chiunque mi dice: «Signore, Signore» entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli”.

    Sapete amici quello che penso quando vedo articoli e post ai quali rispondono tanti blogger con numerosi interventi su problemi la cui importanza sia -rispetto alla salvezza dell’anima- decisamente secondaria??
    Qui la Signora Danieli, ma da tempo ormai, ci informa che esiste una categoria di migliaia di persone oneste e timorate di Dio che è stata abbandonata dal clero e dalla missione del clero in ogni parte del Paese (e in molte nazioni europee) è sola e senza sacramenti leciti e validi.
    La dimostrazione di questo?? La dimostrazione che il problema non ha attenzione e che degli esseri umani -cattolici- sono abbandonati è anche in questa intervista insipida ed inconcludente.
    Se un sacerdote viene intervistato, cosa importal’età che ha: 30, 90 120 anni, o se sia meridionale o settentrionale? Purchè ci dica che non siamo soli e abbandonati e possiamo fare affidamento su di lui e con lui su altri consacrati. Ma questo avviene?

    Se un giornalista intervista un prete e vede che, nonostante l’età ha senso quello che dice, è capace di intendere e di volere, allora in qualsiasi cosa venga interpellato lui, da pastore, è responsabile delle sue risposte e anche di quelle non dette, risposte che devono illuminarci della sua retta coscienza e dei suoi doveri.
    Senza alcun dubbio sono state evitate alcune domande o forse anche concordate le risposte, perchè l’intervista stranamente manca di domande e risposte essenziali e pertanto l’articolo è carente, insoddisfacente e elude una realtà che pretende chiarimenti e giustizia:

    1. Perchè il prete rimane anonimo?
    2. Il prete parla di “todos todos” e non ci parla di chi ammicca e accetta comportamenti illeciti e permette una accoglienza di peccatori non pentiti e non convertiti?
    3. Perchè la giornalista non chiede cosa pensa di un papa che non ama la Chiesa ma la perverte avallando il peccato?
    4. Perchè non chiede al prete se accetterebbe di essere scomunicato se si eprimesse chiaramente? E perchè non lo fa?
    5. Perchè non chiede se ritiene Bergoglio un papa canonicamente eletto?
    6. Perchè non gli chiede se si è reso conto di ciò che sta succedendo ad un considerevole numero di persone che in coscienza non possono partecipare una Messa nulla e ad ogni altro Sacramento invalido, poichè sarebbero in comunione con quello che ritengono con certezza un antipapa?
    7. Perchè non gli chiede come fa tanta gente ad andare avanti senza Comunione sacramentale e senza la piu importante delle preghiere: la Santa Messa?
    8. Perchè non gli chiede cosa fa lui sacerdote nei confronti di questi diseredati da Bergoglio e perchè i suoi confratelli consacrati lasciano senza nutrimento spirituale tanti fedeli, che potrebbero smarrire la fede?
    9. Perchè la gerarchia ecclesiastica al suo falso Capo non chiede chiarimenti in merito alla scomunica di alcuni sacerdoti che pagano la loro fedeltà all’ultimo vero Papa Benedetto e non riconoscono una elezione illegittima? Perchè lui non è fra costoro?
    10. Quale è per lui il pensiero di Cristo che vede senza alcuna assistenza spirituale migliaia di persone abbandonate, non solo dai preti, anche dai fratelli indifferenti a loro che però (gli alleati a mezzo servizio) moltiplicano di atti di pietà verso l’Eucaristia, verso le immagini offese di Cristo, verso le Specie oltraggiate da un atteggiamento irriverente (ammesso che un sacramento invalido possa essere ancora un sacramento)?
    Queste sono le domande che devono essere proposte ai consacrati, perchè renda edotti quelli che sono da loro trascurati!

    A Dio NON BASTA essere onorato con le parole: vuole essere amato, difeso e aiutato nelle persone per le quali Lui si è immolato…o è cambiato il Vangelo o quella morte fu un incidente?
    Io credo che la Croce “puzzi” a molti…e i fratelli, il cd. prossimo, siano solo delle immagini teoriche, delle ipotesi astratte.

    Ha fin troppo ragione la Danieli a chiedere aiuto, anche se poi fallisce nella ricerca di qualche persona che senta il grido della giustizia. Chi fa il sordo è complice di un grande misfatto che è peggiore dell’uccisione del corpo: chi lascia senza sacramenti il popolo di Dio cerca consapevolmente di ucciderne l’anima e anche qui, quei sacerdoti che leggono (e che ultimamente si defilano pure sul Blog) saranno chiamati dal buon Dio a rispondere della loro vocazione, se mai l’hanno avuta, e delle loro solenni promesse.

  • il Matto ha detto:

    “Ora ciascuno esamini se stesso”.

    Tutto il resto è noia.

  • Maurice ha detto:

    Interesting to know. Would like to know about such things.

  • mariano ha detto:

    qualche sacerdote ci da speranza

  • Gabriela Danieli ha detto:

    🌹Appello filiale dei fedeli al sacerdote autore di questa analisi sull’antichiesa di JMB e a tutti i pastori mercenari che si ostinano a farne parte.
    https://youtu.be/W2OroxyP3Qo?si=1tCcmTZsakzHOSeP

    Reverendo Padre, mi spiega perché, incurante di tanti fedeli abbandonati e privati del S. Sacrificio e dei sacramenti validi, Lei, con piena coscienza e deliberato consenso, si ostina rimanere nella Babilonia dell’impostore iniquo Jmbergoglio stabilito invalidamente dalla Sinagoga di Satana col chiaro mandato di sostituire la Chiesa Santa di Cristo con la sua antichiesa massonica ?
    Quella che lui stesso ammette essere costituita da apostati mercenari e bestemmiatori che hanno rinnegato la fede e il loro battesimo e che sono diventati persecutori della Chiesa di Cristo? 
    (Video)
    https://twitter.com/i/status/1488852972528455684

    Dunque Padre, se lo stesso antipapa JMB ammette che la sua chiesa è la Babilonia descritta da S Giovanni in Apocalisse 18:
    la grande prostituta, covo di demoni e carcere d’ogni uccello impuro e di ogni bestia immonda e aborrita…

    Cosa aspetta ad uscirne e a tornare nella vera Chiesa di Gesù Cristo e del suo ultimo legittimo vicario Benedetto XVI, oggi costretta a celebrare nelle case dei fedeli?

    Non sente la voce dell’angelo che dal Cielo sta gridando a gran voce:

    ‘USCITE, POPOLO MIO, DA BABILONIA
    PER NON ASSOCIARVI AI SUOI PECCATI
    E NON RICEVERE PARTE DEI SUOI FLAGELLI.
    Perché i suoi peccati si sono accumulati fino al cielo
    e Dio si è ricordato delle sue iniquità….
    Per questo, in un solo giorno,
    verranno i suoi flagelli:
    morte, lutto e fame.
    SARÀ BRUCIATA DAL FUOCO,
    perché potente è il Signore Dio che l’ha condannata”.
    —————————————-

    Ma beati quei veri Buon Pastori che saranno preservati dalla tremenda giustizia di Dio perché, fedeli a Cristo e al suo legittimo Vicario BXVI, pur tra mille persecuzioni e privazioni, abbandonano gli ” edifici” occupati … e ri-costituiscono la Sua Chiesa Santa e “Spirituale” nelle catacombe.
    Laddove, in obbedienza al supremo comando della Chiesa: «La salvezza delle anime deve sempre essere nella Chiesa la legge suprema». (Can. 1752) si prendono cura delle anime a loro affidate, testimoniano con la vita il Vangelo di Cristo, celebrando validamente il S. Sacrificio e amministrando loro il Pane quotidiano della Vita Eterna!

    https://www.korazym.org/65921/la-profezia-di-ratzinger-del-1969-sul-futuro-di-una-chiesa-della-fede-e-quel-piccolo-gregge-di-credenti/

  • giorgio rapanelli ha detto:

    Oltre ai libri consigliati dal sacerdote rispettoso del Dogma, ce n’è uno che ci parla di quale fine faranno la maggior parte di cardinali, vescovi, parroci, presbiteri, eccetera, oltre ai tutti coloro che avranno seguito l’Anticristo. Robert Hugh Benson scrisse “Il Padrone del mondo” nel 1907, quando certe macchine volanti e terrestri non erano state inventate. Quindi, un libro di fantascienza. Ma fantascienza non sarà quando interverranno le potenze metafisiche solari a rimettere ordine, spedendo all’inferno (o Ottava Sfera di Lucifero e di Arimane, inferno in formazione, secondo la Teosofia e secondo Rudolf Steiner), oltre all’Anticristo, tutti coloro, Papi compresi, che hanno lavorato per l’Anticristo stesso, perché faceva “figo” durante l’omologazione relativista. Coscientemente sono stati alla Sinistra del Trono, dato che per stare alla Destra del Trono altro non dovevano fare che seguire ciò che è scritto nei Vangeli, nelle lettere degli Apostoli, in San Paolo e nell’Apocalisse: STOP. Chi è contro Cristo sa già di esserlo: cardinale, vescovo, parroco, presbitero, fedele… e Papa. Domanda: c’è ancora qualche sacerdote che – per non offendere i fedeli dal pulpito – enuncia e chiede di rispettare i Dieci Comandamenti, che sono le leggi su cui devi uniformare il tuo cammino? C’è qualcuno che legge dal pulpito, nella Prima Lettera ai Romani, il giudizio di Paolo su ciò che avveniva nella società della Roma Imperiale, che portò poi all’auto distruzione dell’Impero Romano d’Occidente, e che sono le stesse cose che avvengono oggi, epoca dell’auto distruzione dell’Impero Anglo-Americano d’Occidente e della stessa civiltà giudaico-cristiana, che Carlo Magno, illuminato dallo Spirito Santo, impose nel suo impero e che è sopravvissuta fino ad oggi? Che dire del Battesimo per immersione completa del corpo nella vasca battesimale da parte di qualcuno, mentre c’è chi non immerge il capo del battezzato, o chi immerge solo i piedi? Neanche il Battesimo viene più rispettato da alcuni presbiteri, che è la prima “iniziazione” cristiana, che ti rende figlio di Dio durante tutta la vita e pure dopo la morte del corpo fisico. A mia madre un vecchio sacerdote di Bari non dette l’Estrema Unzione, che chiude i sette centri di forza dell’individuo, ossia i “chakra”, onde impedire alle entità demoniache di esercitare i loro poteri sull’anima del defunto, perché era solo –a detta di quel parroco – un “superstizione” medievale. E col Sangue di Cristo versato per “tutti”, e non per “molti” in remissione dei peccati, abbiamo fatto “bingo” – direbbe Satana… Felice di portarsi dietro una bella quantità di “chierici” e di “fedeli” senza più alcun peccato, avendo rinnegato volutamente, o per ignoranza, di Comandamenti e Dogmi, di Sacramenti e Sacramentali e di imposizione delle mani. In questa battaglia mortale contro Satana di “ignoranza” si muore, quando hai invece la possibilità di rivolgerti allo Spirito Santo, chiedendogli di esserti di guida: sempre.

    • Catholicus ha detto:

      Caro Rapanelli,, sempre molto chiaro e apodittico, fedele all’ evangelico “si si, no no”; ci ricorda quello che i preti ( e ancor di più vescovi, cardinali e papi) traditori non osano più predicare, e cioè che chi non è con Cristo, chi lo rifiuta o lo ignora coscientemente e volutamente, è contro di Lui, e finirà sicuramente all’ inferno, salvo un pentimenro dell’ ultim’ora, in articulo mortis. Questa sferzata ai seguaci del demonio mi ricorda tanto il brano ‘La mano invisibile”, di Antonio Margheriti, alias Il Mastino, quella mano che, all’ improvviso, al momento dell’ apice di delirio di onnipotenza di chi si è venduto s Sarana, lo ghermisce e lo trascina giù, là ” dove è pianto e stridor di denti”. Pace e bene

    • Balqis ha detto:

      Ma i chakra sono contemplati nel rito dell’estrema unzione? ne è proprio sicuro?

    • Balqis ha detto:

      Infatti: non c’è traccia alcuna di chakra nel sacramento dell’Estrema Unzione, almeno come è inteso dalla Chiesa cattolica. Di altre confessioni non so, ma se non sbaglio i chakra sono presenti nelle filosofie e religioni orientali. Sorprende che chi si lamenta dell’abbandono della “vera dottrina” in realtà non la conosca proprio ed intenda per tale qualcosa che si è costruito da solo. Certamente il libero arbitrio ci consente di credere a ciò che più ci aggrada – anche ai chakra, quindi – però lo si dica chiaramente e, soprattutto, non si investa con anatemi quanti a queste superstizioni (così giustamente definite da quel sacerdote) non ci crede affatto.
      https://www.vatican.va/archive/catechism_it/p2s2c2a5_it.htm

      • luciano ha detto:

        La definizione estrema unzione non é corretta.
        Esiste l’unzione degli infermi che é il sacramento della cura e della vicinanza a Dio nella sofferenza. Le parole del sacerdote esprimono il senso di quasto sacaramento insieme al gesto dell’unzione con l’olio benedetto nella messa crismale:

        Per questa santa Unzione
        e la sua piissima misericordia
        ti aiuti il Signore con la grazia dello Spirito Santo.

        E, liberandoti dai peccati, ti salvi
        e nella sua bontà ti sollevi.

        Poi c´’é il Viatico che é l’Eucaristia data in punto di morte generalmente con previa assoluzione dei peccati..
        Spesso i due sacramenti sono amministrati insieme, ma non sono la stessa cosa.

  • GFG ha detto:

    Va bene e grazie , ma poteva sforzarsi un po’ di più no? Queste son considerazioni da perpetua o da diacono di buon senso.

    • enricog ha detto:

      Mi scusi, ma lei a 95 anni è sicuro che riuscirebbe ad esprimersi meglio di così?
      Quelli espressi sono i fondamenti della nostra fede cattolica apostolica romana: e sono concetti semplici, alla portata di tutti. Abbiamo bisogno che vengano ribaditi sempre, anche da un anziano sacerdote, che rimane saldo nella Roccia della Verità.
      E non è mica detto che siccome è anziano, sia fedele alla tradizione ! Ce ne sono tanti purtroppo che, pur ottuagenari, non lo sono per niente….

Lascia un commento