Fico, Al Raisi. Ma che Sfortuna Ha Chi si Oppone al NWO…Mario Adinolfi, Diego Fusaro.

20 Maggio 2024 Pubblicato da 25 Commenti

Marco Tosatti

Carissimi StilumCuriali, offriamo alla vostra attenzione queste riflessioni di Mario Adinolfi, che ringraziamo di cuore, postate sul suo profilo Facebook, su due avvenimenti tragici di questi giorni, e una riflessione di Diego Fusaro, che ringraziamo di cuore, postata su X (già Twitter). Buona lettura e diffusione.

§§§

Fusaro:

È tragicamente morto il presidente iraniano. È precipitato misteriosamente l’elicottero su cui stava viaggiando. Nessun passeggero è sopravvissuto. Il presidente Seyyed Ebrahim Raisi, ma poi anche il ministro degli Esteri Hossein Amir-Abdollahian, e altre persone hanno perso la vita. I poteri presidenziali in Iran passano ora al primo vicepresidente, Mohammad Mokhber.

Entro cinquanta giorni si dovranno tenere le elezioni presidenziali anticipate per eleggere il nuovo presidente. Naturalmente le conseguenze internazionali di questa vicenda sono davvero preoccupanti. Potrebbe naturalmente essere un tragico incidente, ma ovviamente non è neppure da escludere a priori la pista dell’attentato.

Come sappiamo, l’Iran rappresenta ad oggi una delle potenze massimamente disallineate rispetto al nuovo ordine mondiale liberal-atlantista. L’Iran è vicino alla Russia e alla Cina, essendo altresì una delle potenze massimamente ostili alla civiltà dell’hamburger. Martellante, in questi anni, è stata la squallida propaganda occidentale contro l’Iran, presentato come un paese barbaro e totalitario dai menestrelli dell’ordine mentale e giornalistico di completamento dei rapporti di forza americanocentrici: quell’ordine mentale che, viceversa, celebra ogni giorno la civiltà del dollaro come la più grande democrazia del mondo e come il regno della civiltà e dei diritti.

A pochi giorni dall’attentato contro il premier slovacco Robert Fico, adesso muore improvvisamente e in maniera misteriosa il presidente iraniano.

Qualche domanda deve essere posta, facendo valere il ben noto dubbio iperbolico cartesiano. È da escludere a priori che ci sia dietro la longa manus degli oppositori delle politiche disallineate dell’Iran?

Non possiamo negarlo come del resto non possiamo ad oggi confermarlo.

Possiamo però sospettarlo legittimamente.

§§§

Adinolfi:

La morte del presidente iraniano apre una stagione di instabilità a Teheran cui corrisponde una sempre più evidente rissosità nel governo israeliano di unità nazionale dopo la carneficina a Gaza in replica all’attacco palestinese del 7 ottobre e la cattura degli ostaggi. Se ci mettiamo di contorno la durezza sempre maggiore della guerra in Ucraina, gli Houthi che preparano una nuova offensiva nel Mar Rosso, addirittura l’Azeirbajan che sobilla rivolte in Nuova Caledonia per vendicarsi del sostegno della Francia all’Armenia, gli infiniti e sempre più numerosi conflitti africani, si capisce bene quanto sarebbe utile una Europa capace di trasformarsi in forza equilibratrice e di pace. Invece l’Ue sta al guinzaglio di un’amministrazione Biden che sceglie la via delle armi in tutti gli scenari, provocando l’abbraccio tra Putin e Xi Jinping. Serve un forte segnale dalle urne: il 9 giugno alle europee e il 5 novembre alle presidenziali americane. Al mondo serve Trump.

 

Per chi non avesse chiaro il quadro: Robert Fico, il premier slovacco che un oppositore politico ha tentato di assassinare e ora è in coma dopo un difficile intervento chirurgico, è fortemente contrario alle politiche di Ursula Von der Leyen e di Joe Biden, è vicino ad Orban e a coloro che non vogliono fare la guerra a Putin. In più il 28 gennaio scorso aveva tenuto un duro discorso parlamentare sui “miliardi del tutto inutili spesi nel circo Covid”, ha denunciato i “messaggi segreti tra chi guida la Commissione europea e i vertici Pfizer”, affermato che ci sono forze politiche che si sono molto arricchite trafficando “forniture mediche e vaccini”.
Fico è stato l’unico premier europeo a pronunciare parole chiare in Parlamento sia contro lo scandalo Covid che contro la follia delle infinite forniture militari Ue per fare la guerra alla Russia. A tre settimane dalla fine della campagna elettorale per le europee è l’unico premier europeo a ritrovarsi a lottare tra la vita e la morte dai tempi dell’attentato a Olaf Palme del 1986. Quando morì Navalny quattro settimane prima delle elezioni russe si scrisse che era stato Putin a farlo ammazzare in quanto oppositore scomodo. Perché non leggo una parola sui possibili mandanti dell’attentato a Robert Fico, vista la sua caratura unica di premier oppositore scomodo di alcune precise politiche? Davvero ci dobbiamo bere la storia del pensionato poeta?
Hanno provato a ammazzare Fico per mandare un chiaro avvertimento. Guai a chi si mette di traverso. Spero che nelle urne i popoli si ribellino e votino per la loro Libertà.

§§§

Aiutate Stilum Curiae

IBAN: IT79N0200805319000400690898

BIC/SWIFT: UNCRITM1E35

§§§

 

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , , ,

Categoria:

25 commenti

  • Nicoletta Trotta ha detto:

    Caro Dottor Tosatti, anche se i commenti stupidamente criticati appartengono a un altro lettore in questo specifico contesto, mi permetto di segnalare che se molti devono essere buttati lì per il mero gusto di creare diverbio, diventa una giungla e molte volte si perde anche il senso dell’articolo. Il blog è suo e ne fa ciò che vuole, quindi non la prenda come una pontificazione ex cathedra, però determinati interventi inquinano l’ambiente. Con i migliori saluti

  • Erminia Gamberini ha detto:

    Noto confusione storica sulle battaglie in cui le forze alleate cristiane hanno SCONFITTO quelle musulmane. Battaglia di Poitiers: 25/10/732. Battaglia di Lepanto: 07/10/1571. Battaglia di Vienna: 11-12 settembre 1683. Queste sono state le tre battaglie decisive che hanno impedito all’Europa di diventare musulmana. Contra facta non valet argumentum: basta non studiare su libri marxisti…

    • Balqis ha detto:

      Non ho detto il contrario. Prima di adontarsi su cose inesistenti impari a leggere, per favore. A meno che non ci sia malafede…

      • Nicoletta Trotta ha detto:

        Ma lei si sente sempre chiamata in causa? È pure noiosa dopo un po’. La signora Gamberini ha detto una cosa esatta da un punto di vista storico, che senso aveva il suo commento? Se lo chiede ogni tanto che senso hanno le sue puntualizzazioni? Faccia la persona matura, suvvia!

        • Balqis ha detto:

          Gentilissima, vedo che anche lei non usa leggere e risponde per partito preso, invocando censure. La mia è una risposta ad un grottesco equivoco. La signora mi ha attribuito cose che io non ho detto e che non capisco come abbia potuto travisare.
          Riporto ciò che ha scritto la signora:
          “Quindi a Lepanto avremmo perso? 🤔🙄 Guardi che la storia la conosco. Se lei vuole riscriverla appoggiandosi a UN episodio e non all’intera vicenda, che invece si concluse con la VITTORIA della Lega Santa (se vuole, le spiego da chi era composta), non ha alcun fondamento logico”.
          Io NON ho detto che a Lepanto la Lega Santa ha perso. Ho detto solo che ha vinto contro i turchi ottomani e non contro i persiani, rispondendo al commento in cui la signora sosteneva che il paese del defunto IRANIANO Raisi non avesse ancora “digerito” Lepanto. In realtà l’impero persiano, peraltro alleato della Spagna, fece verosimilmente salti di gioia alla notizia della sconfitta dell’impero turco ottomano, suo nemico storico.
          Riporto, banalmente, da Wikipedia (con link all’intero documento da cui è tratta la frase):
          “La Persia safavide fu alleata della Spagna durante il regno di Carlo V, in quanto la Francia (nemica della Spagna) sosteneva gli Ottomani, nemici mortali dei Safavidi. Allacciò nel 1561 rapporti commerciali con l’Inghilterra”.
          https://it.wikipedia.org/wiki/Safavidi

          Inoltre, inspiegabilmente la signora, sostenendo fieramente di conoscere la storia, inalberandosi accusa me di volerla riscrivere appoggiandomi, a suo dire, “ad un unico episodio”, che non si capisce quale sia, visto che io – come potrà constatare leggendo l’intero scambio – non ho affatto parlato di alcun episodio (che la signora ritiene tratto da “libri marxisti”: mah!), ma, appunto, della battaglia di Lepanto, vinta dalla Lega Santa (in cui, come è noto, l’apporto delle galere veneziane fu dirimente) contro i turchi ottomani.

          Converrà con me che la signora ha fatto tutto da sola, non si capisce se per pregiudizio o per malafede. Non vedo quindi cosa lei, che non c’entra nulla (a meno che non si tratti della stessa persona con diverso nickname…) voglia da me.

  • E.A. ha detto:

    Collegandomi all’intenso commento della Signora di tutti i popoli, che condivido in pieno, vorrei aggiungere dal mio punto di vista, che a lasciare più che altro di stucco, non è tanto il desiderio del tutto umano e direi anche legittimo di voler individuare e designare un “condottiero” giusto, che rivendichi e faccia valere le istanze per una basilare, o quantomeno essenziale sopravvivenza e convivenza umana, sociale, civile. D’altronde questo fu lo stesso desiderio iniziale, alla base dell’ equivoco, che fece scambiare Gesù come il liberatore di Israele dal predominio romano, proprio da parte degli stessi apostoli! Piuttosto a lasciare alquanto allibiti è il prevalere di questo desiderio umano in un momento storico cruciale come questo attuale! In un certo senso è come se si riproponesse il momento cruciale in cui Gesù Annuncia ai Suoi Discepoli l’imminente Sua Passione, e la mamma dei figli di Zebedeo gli chiede se entrambi possono sedersi l’uno alla Sua destra e l’altro alla Sua sinistra, nel Regno che si accinge a preparare! Oggi è in atto nella Chiesa la Passione di Nostro Signore, a cui è stato tolto il Trono, dal quale Egli Governa, in modo Visibile, su tutta la Terra, affinché anche in questa Terra regni Pace, Giustizia, Carità, Amore… e vengano dispensati a ciascuno i Mezzi e i Doni di Salvezza! Preoccuparsi ancora una volta e soltanto di scegliere un candidato politico “valido”, tralasciando o mettendo in secondo piano tutto quello che sta avvenendo nella Chiesa, nostra prima casa e rifugio, diventa inammissibile, anche/proprio a fronte di un mondo alla totale deriva e perdizione! Sarebbe, penso, il caso che ognuno ricominciasse, in una seria scala di priorità e di valori, e nel raccoglimento della propria coscienza, a ridare a Cesare quel che è di Cesare, ma soprattutto all’Onnipotente quel che, da Sempre, è Suo!!!

  • Erminia Gamberini ha detto:

    Senza pretese di conoscenza geopolitica né velleità filosofiche, mi viene solo da pensare questo: come è vero che si creino strane coincidenze per tutti quelli che si mettono di traverso a Usa e Nato, così è vero che non se ne è andato un asceta e che il suo Paese è uno di quelli che intendono islamizzare l’Occidente perché Lepanto e Vienna gli sono rimasti sullo stomaco. Adesso purtroppo si creeranno sodalizi di nazioni che ci stanno esportando l’intolleranza anticristica. Ringraziamo gli Stati Uniti d’America e il suo cagnolino al guinzaglio: l’Europa.

    • Balqis ha detto:

      Gentile signora, la flotta sconfitta a Lepanto dai veneziani era turca…

      • La Signora di tutti i popoli ha detto:

        La signora Erminia si riferisce alla battaglia di Vienna del 1683.

        • Balqis ha detto:

          Sempre ottomani erano, non persiani

        • Erminia Gamberini ha detto:

          Mi riferivo anche alla battaglia di Lepanto. Data: 7 ottobre 1571. Esito: vittoria della Lega Santa. Basta studiare: le perdite furono tante, ma ci fu una schiacciante vittoria delle forze alleate, guidate da Don Giovanni d’Austria, su quelle ottomane di Muezzinade Ali Pascia.

      • Erminia Gamberini ha detto:

        Quindi a Lepanto avremmo perso? 🤔🙄 Guardi che la storia la conosco. Se lei vuole riscriverla appoggiandosi a UN episodio e non all’intera vicenda, che invece si concluse con la VITTORIA della Lega Santa (se vuole, le spiego da chi era composta), non ha alcun fondamento logico. Se invece, come ho visto per altri temi, lei si diverte a punzecchiare, ha sbagliato parrocchia.

        • Balqis ha detto:

          Gentile signora, temo che la voglia di attaccar briga non le abbia consentito di comprendere ciò che ho scritto. Dal momento che lel suo commento, riferendosi al defunto iraniano Raisi, ha scritto “IL SUO PAESE è uno di quelli che intendono islamizzare l’Occidente perché Lepanto e Vienna gli sono rimasti sullo stomaco”, mi limitavo a farle notare che a Lepanto non furono sconfitti i persiani (cioè gli iraniani, come ben saprà), ma i turchi ottomani. In sostanza l’Iran con Lepanto non c’entra proprio niente.

          Quanto al punzecchiare, non è mia abitudine dedicarmi a tale infantile attività. Non si capisce se con tale termine lei intenda l’espressione delle altrui opinioni (ed in questo caso non posso che dirle che è un problema suo) o il fatto che talvolta, di fronte ad affermazioni false o non corrette o tendenziose o fondate sul pregiudizio, io le smentisca con argomentazioni pertinenti fino a prova contraria.

        • Balqis ha detto:

          Ma di quale unico episodio sta (stra)parlando? Di battaglia di Lepanto ce ne è stata soltanto una, che è stata vinta dalla Lega Santa, guidata dai veneziani, contro i turchi ottomani.

          • Nicoletta Trotta ha detto:

            Lei non capisce l’italiano. La signora Gamberini ha detto che c’è più di una Lepanto??? Mi sembra Sgarbi, che partecipa alle trasmissioni solo per provocare. Un bravo psicanalista le potrebbe spiegare meglio qual è il suo problema. Povera Italia 🤦

          • Balqis ha detto:

            Basta leggere. Questo è quel che ha scritto la signora:
            “Quindi a Lepanto avremmo perso? 🤔🙄 (N.d.R.: MA CHI L’HA DETTO??) Guardi che la storia la conosco. Se lei vuole riscriverla appoggiandosi a UN episodio (N.d.R.: QUALE EPISODIO??? IO NON HO PARLATO DI NESSUN EPISODIO!!!) (non all’intera vicenda, che invece si concluse con la VITTORIA della Lega Santa (se vuole, le spiego da chi era composta), non ha alcun fondamento logico. Se invece, come ho visto per altri temi, lei si diverte a punzecchiare, ha sbagliato parrocchia”.

            La signora prende fischi per fiaschi, mi mette in bocca cose che io non ho affatto detto (QUALE EPISODIO??) ed assume pure un atteggiamento arrogante del tutto fuori luogo.

          • Balqis ha detto:

            Lo Sgarbi della situazione mi sembra proprio che lo stia facendo lei, cercando di “buttarla in caciara”, ma in realtà rendendo ancora più palese l’atteggiamento un po’ imbarazzante della signora, alla quale non mi sembra lei abbia reso un buon servizio. E dire che non sarebbe stata una tragedia scrivere qualcosa tipo “ho frainteso leggendo di fretta”…

  • Simona ha detto:

    Mi sembra un paragone da ….Fusaro
    Il leader slovacco può piacere o meno ma è stato eletto in modo democratico.
    Raisi era chiamato il macellaio, viste le condanne inflitte a donne non morigerate ( basta non essere velate), omosessuali e oppositori del regime.

  • La Signora di tutti i popoli ha detto:

    “Maledetto l’uomo che confida nell’uomo, che pone nella carne il suo sostegno” (Geremia 17).

    Fusaro “sospetta legittimamente” ma facimente, non occorre intelligenza eccessiva: la statistica parla chiaro sulle morti e gli attentati, che “colpiscono” medici e ricercatori onesti, dissidenti, capi di stato, persone se non oneste poco corruttibili. Il mondo è questo, anche se non tutti se ne avvedono per pigrizia mentale.

    Adinolfi invece sfrutta questo legittimo sospetto o per i suoi fini (e Dio sa quali sono) o, concediamoglielo per quello che crede sia l’interesse generale, suggerito da qualcuno naturalmente. Io non gli credo, fate vobis.
    Trump, Putin, vecchi visi ma nuovi leader, nuovi Cristi, anzi condottieri senza macchia e senza paura.. : maledetta ricerca di un uomo che abbia le caratteristiche di un Dio e lo si ricerca pure fra i soliti noti. E ci si arriverà prima o poi: la ricerca porterà all’Anticristo e il “migliore” governerà il mondo, con l’assenso di tutti.
    Ma chi legge qui e chi abita questo mondo, non è stanco di un ennesimo nuovo duce?
    Tutti alla ricerca del “risolutore”, del vaccino che salva, della panacea, dell’elisir di lunga vita, del lavoro su base altrui, … e tutti a braccia conserte (e sul divano) ad aspettare il salvatore. Comoda la vita per le pecore di questo secolo! Ma è giusto allora che le pecore siano destinate al macello: è l’unico modo per servire a qualcosa… e saranno macellate dopo aver gustato magari il reddito universale per rendere più carne dopo la scuoiatura.

    Il Salvatore era un “tizio” di cui parlavano i preti ma è già passato ragazzi, e qui non tornerà (se non cambierà idea per non venire più) se non per fare giustizia. E non solo ai cattivacci, quelli che ci hanno fregato e hanno convinto le commissioni d’inchiesta che i misfatti sono necessari e che si devono fare… Verrà per noi come notaio testamentario, come preciso esecutore della Legge, per pavidi, tiepidi e furbi, non per perdonare… ancora perdono? Basta!! Ci ha rimesso la vita e credo gli sia sufficiente quel Suo fallimento, basato sulla umana libera adesione ad un Cielo, scomodo, che non si vede quando la terra offre tante libertà.
    Adesso cosa si vuole? Si desidera un mondo comodo, un Valhalla, un paradiso tipo mussulmano, pieno di vergini (gratuite) vogliose e pronte, o cercate un prestanome per la nostra voglia di pace e comodità? Allora sognate Trump; il governo vi ha tradito? Allora sognate una banana (un celtriolo no! è un’altra cocurbitacea) al posto della mellona, che la da solo a zelensko suo. Sognate un Benito buono, sognate pure! Sognate di votare liberamente, di essere esauditi certamente e …magicamente avrete quello che desiderate. Votate tranquilli, come nei tempi in cui fu votata le repubblica (con la maggioranza dei voti per la monarchia): avrete tutte le banane che volete, ma non credo siano granchè edibili.

    • Isabella ha detto:

      Forse lei usa il registro dell’ironia quando scrive che il Salvatore “ci ha rimesso la vita “ o parla di un fallimento, in obbedienza al Cielo: Gesù ci ha salvati rinunciando a Sé, volontariamente, in obbedienza al Padre. Non ha messo al primo posto se stesso: …forse che, con tale esempio, sia chiesto anche a tutti noi di fare così? Come hanno fatto i Santi? Io credo di sì: che si debba lasciare la propria volontà a favore della Volontà di Dio, che è poi il nostro vero Bene. Se tutti lo facessimo…fidandoci! Appunto questo è il punto: la fiducia, ossia la Fede. È vero, non ci possono essere altri salvatori e anzi è davvero difficile discernere e guardarsi dalla moltitudine di persone che si arrogano la pretesa di esserlo: di salvatore in salvatore, si arriverà all’Anticristo. Ma, con la certezza dell’unica Via Verità e Vita, dobbiamo vivere, liberando i nostri cuori e le nostre menti da altro per chiedere allo Spirito Santo di guidarci e di farci discernere ciò che va fatto e detto per la Gloria di Dio. Forse, ma posso sbagliarmi vista la mia incompetenza, in mancanza d’altro, qualora si decida di votare lo si potrebbe fare almeno con l’intento di “dividere il fronte” che i nemici guidati dal Nemico stanno facendo avanzare con più lena e successo: per rallentarne la corsa, se non per fermarla, ma senza illusioni di salvatori di patria.
      Cordiali saluti

      • La Signora di tutti i popoli ha detto:

        Isabella… ma certo che sono ironica, ma anche così maldestra che posso essere scambiata per una offensiva dissacratrice.
        Spero però di non dare scandalo della mia pochezza cristiana.
        Votare è uno strumento che funziona se sono rispettate le regole della giustizia… chieda a Trump come ha fatto a non essere presidente alle ultime presidenziali.
        Non facciamoci illusioni e non speriamo oltre ogni possibile reale speranza: non c’è più giustizia. L’uomo di questi tempi è stato “migliorato” e ricostruito per l’egoismo, l’inganno e il furto. Stavo per farle degli esempi ma lei mi crederà anche se soprassiedo: eccezioni a parte, ogni scelta democratica di uomini, in ogni tipo di potere privato, pubblico, militare, giudiziario, esecutivo, religioso OGGI è affidato a emeriti nulla (per capacità e intelligenza) dal punto di vista qualitativo però -in cambio- abbiamo delle marionette fedeli (e ben ricompensate) che sono pronte ad eseguire qualsiasi tipo di ordini, anche contra legem, contro Dio e contro la vita. Prenda una società, un ministero, una associazione, un ente, un qualcosa che possa essere un centro di potere… ebbene lì c’è il giuda comprato. Scuole, ospedali, Asl, preture, questure, comandi generali…lì e ovunque ci sono gli “amici”. La fine è vicina, Isabella, e pensiamo che una elezione possa impedire o rallentare il Male?
        No! Si arresta il Male NON PARTECIPANDOVI e curando la propria santità e dei propri cari, denunciandolo se possibile ma senza assoggettarsi, disubbidendo, aiutando, pregando. Non esiste democrazia se chi comanda è una oligarchia corrotta ma… noi abbiamo Gesù, il Re dei re, non ci serve altro, la nostra vita è sua e ci penserà allora Lui. A che serve dire: “Gesù confido in te??”… la nostra confidenza deve essere totale anche se attiva e intraprendente.
        Riprendo da dove ha lasciato E.A (la nostra perla saggia!) : ora più che mai e ancor di più in seguito dobbiamo, nella più profonda onestà di intenti e nel coraggio della nostra povertà di mezzi, dare a Dio il suo. Egli non vuole essere ringraziato della nostra esistenza e dei doni, ma che noi sappiamo che la riconoscenza è il minimo per una creatura. Egli cerca in noi solo consapevolezza della nostra esistenza in Lui.
        Possiamo, solo amarlo e nasconderci nel Suo Cuore, abbandonare le trappole del mondo pur combattendo per la sopravvivenza e, pur vivendo fra gente senza speranza, essere noi l’esempio della Nostra Speranza Vivente: il leader umano è Lui non c’e altra salvezza, nè negli uomini nè nelle cose.

        Questa canzone è per lei, Isabella:
        https://m.youtube.com/watch?v=rc5wtRjgaI8&pp=ygUObXkgbGl2aW5nIGhvcGU%3D

  • nuccioviglietti ha detto:

    Solito sistema!…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

    • La Signora di tutti i popoli ha detto:

      Carissimo Viglietti, il sistema è il solito: il fine giustifica i mezzi.
      Circa gli Italiani, anche su questo le do ragione sono un “popolo di gomma”. È una mia opinione che non sia perchè sole, mare e la cucina mediterranea ci hanno resi insensibili epicurei o abituati alle troppe bellezze naturali. No! credo fermamente che siamo stati presi di mira perchè molto amati da Dio e dalla Vergine. Abbiamo dato i natali al cristianesimo e in Italia c’è il Vicario di Cristo (Bergoglio a parte). Italia culla d’arte e di cultura, di bellezze date dall’opera dell’italiano da sempre pieno di virtù e di grazie, per non parlare della natura e del clima. Da tutta questa grazia di Dio si rileva che noi siamo creature tanto amate lassù.
      Allora può essere le forze del Male, e i loro servi umani, hanno inquadrata questa piccola nazione e i suoi abitanti come un target da colpire e distruggere, solo per far soffrire Dio, nell’oggetto del Suo amore? Ed è vero: l’italiano ora, alla fine del trattamento distruttivo della sua essenza, sembra refrattario più di altre nazionalità alle regole morali, alla difesa delle tradizioni, all’amore per il territorio, alla sacralità della famiglia e all’amore per la Divinità: è stato plagiato, modificato nel suo cuore, pervertito all’amore per se stesso.
      In quanto uomini, gialli, bianchi o neri. siamo perfettamemte eguali nelle passioni o nelle virtù, ma gli italiani hanno subito il più grande bombardamento di violenze spirituali, cattiverie sovranazionali, invidie diaboliche alle quali ogni uomo è stato isolato e reso inerme, senza speranza di vita soprannaturale: l’italiano finisce per cedere, o conquistato dalla nequizia o vinto nella resistenza, non ha armi per difendersi.
      Il rimedio?
      Siamo come nel Donbass…: sotto il martellamento continuo del Nemico… solo Dio salva, ma ancora pensiamo che qualche altro potrà farlo meglio.

Lascia un commento