Le Varianti Sfuggono ai “Vaccini”. Uno Studio Pubblicato da Science.

8 Luglio 2021 Pubblicato da

 

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, la saga dei cosiddetti vaccini continua con nuovi episodi. Da La Verità apprendiamo che l’Istituto Superiore della Sanità non vuole dire quante persone “vaccinate” si sono ammalate di Covid; strano vero? Ma d’altronde sappiamo – lo dicono i produttori, e il circo pseudo-scientifico dagli stessi ammaestrato, pagato e propagandato, che quel siero non impedisce l’infezione, e non impedisce il contagio. Sin dall’inizio di questa tragica vicenda dai risvolti criminali voci autorevoli si sono levate a dire che non si deve vaccinare durante un’epidemia, perché il virus “si difende” mutando. Il che, stranamente, è proprio quello che sta accadendo.

Anche se non mancano “scienziati” in televisione e sui media (che non fanno dichiarazioni di non conflitto di interessi, come sarebbe etico…) che a volte sostengono che il siero attuale protegge dalle varianti, possiamo offrirvi grazie a uno studio pubblicato da Science che questo non è vero. E come sia impossibile – a dispetto di quanto sostengono i piazzisti politici e in camice bianco di Big Pharma – mettersi a inseguire con nuovi “vaccini” dagli effetti sconosciuti le possibili future varianti…

Qui sotto trovate, nella nostra traduzione, l’abstract del documento che potete leggere in PDF. Il linguaggio è tecnico, ma comprensibile. E potete anche fare riferimento a questo articolo del dott. Paolo Gulisano su La Nuova Bussola Quotidiana, di cui pubblichiamo qui l’introduzione. Buona lettura.

Mentre i virologi di regime scatenano la campagna d’odio contro i non vaccinati, la rivista Science pubblica un corposo studio che dimostra in modo inoppugnabile che la nuova variante Epsilon sfugge alla copertura vaccinale, eludendo gli anticorpi fatti produrre dal vaccino. È un dato atteso che dovrebbe far riconsiderare tutta la strategia con cui si sta affrontando la pandemia e che soprattutto smentisce il ministro Speranza e i suoi consulenti che insistono nel sostenere che il vaccino sia efficace contro qualsiasi variante.

§§§

 

SARS-CoV-2 evasione immunitaria da parte della variante B.1.427/B.1.429

Abstract

34 L’ingresso della SARS-CoV-2 è mediato dalla glicoproteina spike (S) che contiene il

35 dominio di legame al recettore (RBD) e il dominio N-terminale (NTD) che sono i due principali

36 bersagli degli anticorpi neutralizzanti (Abs). Una nuova variante di preoccupazione (VOC) chiamata

37 CAL.20C (B.1.427/B.1.429) è stata originariamente individuata in California e si sta attualmente

38 diffondendosi in tutti gli Stati Uniti e in altri 29 paesi. Non è chiaro se le

39 risposte anticorpali all’infezione da SARS-CoV-2 o al prototipo dell’isolato Wuhan-1

40 vaccini saranno influenzate dalle tre mutazioni B.1.427/B.1.429 S: S13I, W152C e

41 L452R. Qui, abbiamo valutato le risposte Ab neutralizzanti dopo l’infezione naturale o

42 vaccinazione mRNA usando pseudovirus che esprimono il tipo selvaggio o la proteina B.1.427/B.1.429

43 proteina S. Il plasma di individui vaccinati o convalescenti ha mostrato titoli neutralizzanti

44 titoli, che erano ridotti di 3-6 volte contro la variante B.1.427/B.1.429 rispetto agli

45 pseudovirus wildtype. La mutazione RBD L452R ha ridotto o abolito l’attività neutralizzante

46 l’attività neutralizzante di 14 dei 35 anticorpi monoclonali (mAbs) RBD-specifici, compresi tre

47 mAbs in fase clinica. Inoltre, abbiamo osservato una perdita completa di B.1.427/B.1.429

48 neutralizzazione per un pannello di mAbs che mirano al dominio N-terminale a causa di un grande

49 riarrangiamento strutturale del supersito antigenico NTD che coinvolge uno spostamento S13I-mediato

50   del sito di scissione del peptide del segnale. Questi dati giustificano un monitoraggio più attento delle varianti segnale

51   del peptide di segnale e il loro coinvolgimento nell’evasione immunitaria e mostrano che gli Abs diretti

52 all’NTD impongono una pressione di selezione che guida l’evoluzione virale della SARS-CoV-2 attraverso

53 meccanismi di fuga convenzionali e non convenzionali.

§§§




Ecco il collegamento per il libro in italiano.

And here is the link to the book in English. 

Y este es el enlace al libro en español


STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK

cercate

seguite

Marco Tosatti




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA

OPPURE CLICKATE QUI




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto

 

 

 

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , , ,

Categoria:

16 commenti

  • roberto fiori ha detto:

    L’articolo dal titolo “Evasione immunitaria SARS-CoV-2 per variante B.1.427/B.1.429” in realtà analizza e valuta la riduzione di efficacia da parte di una nuova variante del Coronavirus SARS-CoV-2 (variante B.1.427/B.1.429) rispetto all’utilizzo di terapia a base di anticorpi monoclonali.
    Nello specifico viene riportato che “La mutazione RBD L452R ha ridotto o abolito l’attività neutralizzante di 14 su 35 anticorpi monoclonali RBD-specifici (mAb), inclusi tre mAb in fase clinica” (mAb = anticorpo monoclonale).
    L’unico riferimento ai vaccini e riportato nella frase “Alcune di queste mutazioni portano a riduzioni significative della potenza di neutralizzazione di mAb specifici per NTD e RBD, sieri convalescenti e sieri suscitati da Pfizer/BioNTech BNT162b2 o Moderna mRNA-127”. Pertanto il lavoro di ricerca non ha come scopo principale la riduzione di efficacia dei vaccini, ma quella degli anticorpi monoclonali.

    • Sacha ha detto:

      Sì è vero quanto commentato. Ciò non toglie che nell’articolo si indica che vaccini elencati diminuiscano la loro efficacia. C’è da chiedersi se il rischio beneficio sia ancora sostenibile.

      • roberto fiori ha detto:

        Finché i contagi aumentano ad opera delle varianti, ma le ospedalizzazioni ed i decessi si riducono sulla popolazione vaccinata la so può ritenere sicuramente di s

  • Paoletta ha detto:

    Comunque basta solo la tragicomica vicenda di Astrazenenca (prima vietato agli over 60, poi reso fruibile a tutti, poi di nuovo vietato agli under 60 ed abbinato con un altro farmaco a caso per quelli che hanno fatto solo una dose) per rendersi conto che si naviga a vista (altro che scienza). In più c’è il fatto delle sperimentazioni che finiranno nel 2023…normale che ci sia un folto gruppo di recalcitranti. Mi chiedo invece come abbia fatto tanta gente a vaccinarsi (o meglio a sottoporsi a questo trattamento farmacologico).

  • andreottiano ha detto:

    Ogni virus muta naturalmente e i virus a RNA lo fanno con maggior facilità. Questo virus in particolare non è nemmeno mai stato isolato, ma muta. I cosiddetti vaccini, prodotti riferendoli a un virus che non è già più lo stesso, istruiscono (ammesso che lo facciano, perché il Prof. Scoglio ne dubita) l’organismo ospite a produrre anticorpi per antigeni datati. La risposta anticorpale non neutralizzante, causata dalla presenza delle quasispecie, innesca dei seri problemi immunitari nei vaccinati. Il fatto è che i sintomi somigliano a quelli della malattia dovuta al virus, difficilmente distinguibili soprattutto se fa comodo non distinguerli.
    Così le varianti naturali e la vaccino resistenza favorita dal vaccinare ad epidemia in corso concorreranno a reiterare le condizioni di allarme, certificate da un massiccio ricorso ai tamponi, artatamente amplificati per etichettare positivi anche molti asintomatici.
    Vaccinati e non avranno a che fare con i virus circolanti e gran parte della popolazione sconterà l’aver confuso il proprio sistema immunitario, riempiendosi di fattori proinfiammatori e innescando fenomeni autoimmuni.
    Paradossalmente i non vaccinati rivivranno solo gli stessi rischi che si corrono dal 2020 (per cui è bene cautelarsi), mentre per gli altri, oltre a non avere alcuna protezione contro le varianti, ci saranno gli effetti a medio termine della vaccinazione fino al loro esaurimento (se si esauriranno) e all’ennesimo richiamo vaccinale per reinnescare anche i rischi immediati e a breve termine. C’è chi aizzerà ad incolpare i meno contagiabili e contagiosi, ma soprattutto c’è chi continuerà a vaccinare i più manipolabili e fiduciosi. Fino a quando? Finché risulterà chiara la messa in scena, smascherata dall’evidenza, che già sarebbe tale senza la narrazione. Tra un paio di mesi però potrebbe non essere più possibile narrare e barare, perché la realtà si paleserà anche ai più ingenui. A che prezzo? Chi vivrà lo vedrà.

    • alessio ha detto:

      A me risulta dagli schemi rinvenuti
      sul sito Americano cogforlife che
      sono fatti tutti con feti di bambini
      abortiti , l’ unico etico sarebbe
      quello della Sanofi fatto con
      gli insetti ,ma sono in ritardo
      e spero che non abbiano
      cambiato idea .
      Per quanto riguarda il sistema
      M-rna da quanto ho caplto
      si chiama così perchè agisce
      sul Dna .
      Bisognerebbe che una cara
      persona che conosco lo
      spiegasse meglio e bene.
      Tutte le volte che mi faccio
      una puntura d clexane
      penso a lei.

  • Nicola Buono ha detto:

    Una vecchia canzone diceva ” è come l’anno scorso…’ . Ed infatti è come l’anno scorso. Ieri solo 177.000 tamponi e vedrete che per tutta l’estate sarà così con un numero basso di tamponi come l’anno scorso poi come l’anno scorso a settembre si ritornerà a salire fino a 300.000 tamponi al giorno. E come l’anno scorso NON si chiudono GREEN PASS , CERTIFICAZIONE DI VACCINAZIONE, NON SI FANNO TAMPONI NEGLI AEROPORTI ITALIANI. E come l’anno scorso vedrete che a Settembre risaliranno i contagiati e quindi dà Settembre/’Ottobre si richiederà il Paese. Ecco una testimonianza di un ragazzo arrivato a Ciampino dall’estero a cui non è stato fatto ( come agli altri passeggeri in arrivo dall’estero) NESSUN CONTROLLO. A QUESTO PUNTO PENSO CHE LA COSA SIA VOLUTA.

    https://youtu.be/9OmDDkWZoGE

  • Valeria Fusetti ha detto:

    Un sito creato da medici generalisti e pediatri, che offrono buoni consigli per chiunque voglia informarsi, per se e per i propri figli, è Ippocrate.org
    Mi sembra che sia una necessaria prudenza, sia che si decida di vaccinarsi che di non farlo, essere ben informati . E sapere, se e quando fosse necessario, cosa rispondere.
    Questo per chi decide di perseguire principalmente la via della scienza, poi esiste quella della moralità nell’accettare vaccini, creme di bellezza ed altro con prodotti sperimentati e/o fatti con cellule di bimbi innocenti.

  • giovanni ha detto:

    In autunno, con il probabile aumento delle persone infette specialmente i ” vaccinati ” si aprira’ la caccia all’ untore ” non vaccinato ”. Si prepara un tempo gia’ visto nel corso della storia.

    • ANSELMO DALLE FIANDRE ha detto:

      Alcuni giorni fa la “Verità” riportava la proposta del virologo Bassetti di chiudere in casa da ottobre i non vaccinati.
      Se ne deduce, prendendo alla lettera la proposta, senza dunque nemmeno possibilità di andare al supermercato.
      Fossi stato il giornalista gli avrei chiesto di precisare.

  • Donna ha detto:

    Non ammetteranno mai una cosa simile!
    in ogni questione di potere serve sempre aver pronto un capro espiatorio,in questo caso i non vaccinati…
    Ogni colpa/fallimento proviene da chi non si vaccina….e chi tenta di ragionare con la propria testa ,secondo scienza( che non sia la loro) e coscienza, ( che non sia quella prevista dal NOM. ) risulta “mina vagante” ergo a cui dare la caccia….per usare aggettivi e verbi diventati di uso quotidiano.
    Trattasi di “democratica imposizione”…triste ossimoro?

  • ANSELMO DALLE FIANDRE ha detto:

    Non forniscono i dati… ma quei dati si suppone li abbiano, quindi a quale titolo non li forniscono, visto che è prevista una procedura per accedere ai dati stessi ?

    http://www.commissioneaccesso.it/media/31998/istituto%20superiore%20di%20sanità.pdf

  • Milli ha detto:

    Io sono un allevatore e so da sempre che non si vaccinano gli animali quando è in corso una viremia perché si producono le varianti.
    È il caso di dire che lo sanno anche i polli!