UN LAICO SMARRITO: “ECCELLENZE, EMINENZE, SANTITÀ: POTRESTE DIRE QUALCHE COSA DI CATTOLICO, PER FAVORE?”.

18 Marzo 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Cari lettori di Stilum Curiae, un amico che non conosciamo ci ha inviato – e l’ha fatto anche a una nota testata, nelle lettere al Direttore – un commento-appello-preghiera accorati. Ci sembra interessante e appropriato farne partecipi a tutti. Dice cose che sembrano molto condivisibili.

Al direttore – Cos’hanno in comune la rozza e scomposta campagna dei soliti “gender-mi” del politically correct contro il Congresso mondiale delle Famiglie; la decisione dell’Agenzia del farmaco – supportata dal Comitato nazionale di bioetica ma non condannata apertamente dalla Pontificia Accademia per la Vita – a favore della somministrazione a cura del Sistema sanitario nazionale della triptorelina, farmaco antitumorale che blocca lo sviluppo ormonale nei bambini in attesa che decidano se sottoporsi a intervento chirurgico per cambiare i genitali; le polemiche con tanto di manifestazioni di piazza contro il ddl Pillon di riforma dell’affido condiviso (con l’immancabile fuoco amico di chi non t’aspetteresti); il via libera del governo alla legge delega sugli accordi prematrimoniali e, last but not least, la stravagante richiesta avanzata sul Monde da due attiviste sedicenti cattoliche di decanonizzare s. Giovanni Paolo II (vaste programme), reo a loro dire di aver teorizzato e sostenuto una visione della donna ispirata alla Vergine Maria, “figura di silenzio e obbedienza” e in quanto tale viziata da un’ideologia maschilista?

A unire tutto ciò (ma l’elenco potrebbe continuare) è il tentativo, che ha raggiunto e superato da un bel po’ il livello di guardia, di soppiantare e seppellire una volta per tutte la visione dell’uomo e della donna, della famiglia e della sessualità proprie del cattolicesimo. In una parola, l’antropologia che ha forgiato la civiltà occidentale, e che ora si vorrebbe sostituire a favore di una antropologia a essa diametralmente opposta e radicalmente individualista dove l’uomo è ridotto a un ammasso animalesco di bisogni da soddisfare.

Ora il punto non è tanto questo, ossia il fatto in sé di una guerra contro tutto ciò che anche lontanamente sa (puzza?) di cattolicesimo, e nel cui contesto rientrano le periodiche campagne moraliste contro la chiesa (a proposito: è oltremodo curioso che il brodo di coltura di certo prurito moralizzatore sia lo stesso della rivoluzione sessuale di sessantottarda memoria che, tra le altre cose, puntava e tuttora punta proprio alla “normalizzazione” della pedofilia.

Motivo per cui si avverte sempre un pungente odore di tappo di fronte ai ditini puntati di certi ambiti culturali che vorrebbero la pedofilia un orientamento sessuale come gli altri salvo poi stracciarsi le vesti quando questo orrendo peccato riguarda qualche uomo di chiesa).

Il punto è l’atteggiamento di chi, dentro la chiesa, non vede o fa finta di non vedere, per non dire di pensieri parole opere e omissioni che, spesso e volentieri, lasciano l’amaro in bocca oltreché provocare confusione e smarrimento. E’ chiedere troppo tornare a dire qualcosa di cattolico, magari prima che sia troppo tardi?

Luca De Pozzo



Oggi è il 191° giorno in cui il pontefice regnante non ha, ancora, risposto.

Quando ha saputo che McCarrick era un un uomo perverso, un predatore omosessuale seriale?

È vero o non è vero che mons. Viganò l’ha avvertita il 23 giugno 2013?

Joseph Fessio, sj: “Sia un uomo. Si alzi in piedi, e risponda”.


Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


Libri di Marco Tosatti

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Inchiesta sul demonio.

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

55 commenti

  • Gaetano2 ha detto:

    Piuttosto che chiedere che dicano qualcosa di cattolico (che ovviamente non sono in grado di dire), ringrazierei il Cielo che ci ha dato don Ciccio e così si sono manifestati per quello che sono e noialtri si è potuto intuire perlomeno in che situazione ci si trova.

  • Andrea ha detto:

    Ottima idea… anch’io ho appena scritto al ras della fossa per chiedergli di dirmi qualcosa di buono sull’inter. Attendo fiducioso!

  • Nel frusinate ha detto:

    Nel frusinate, cioè nella provincia di Frosinone c’è una monumentale certosa. la proprietà di questa è del MIBAC, cioè del ministero dei beni ambientali e culturali . Fino a qualche tempo fa la Certosa era abitata dai monaci e tutte le volte che le telecamere di Sereno Variabile cercavano di introdursi nell’antico monumento, le suddette telecamere venivano dirottate sull’antica e monumentale farmacia del monastero stesso, con le sue raccolte di libri di erboristeria delle epoche più lontane. Poi i monaci hanno lasciato l’Abbazia ed il proprietario, cioè il Ministero ha affittato la Certosa stessa ad una fondazione con cui ha stipulato un contratto che consente l’introito al ministero stesso di ben 100.000 euri l’anno. Da detta cifra sono però detraibili le spese fatte dalla Fondazione per la salvaguardia del monumento stesso. Questa fondazione credo faccia riferimento al cardinale Burke. Domenica, in TV hanno etto che questa fondazione è gestita da Steve Bannon (non hanno menzionato il cardinale) e hanno fatto vedere le processione di stralunati frusinati che biascicando slogan progressisti si opponevano alla concessione del monastero da parte del Ministero alla Fondazione.
    Se nella fondazione ci sono americani per davvero, forse capiranno per la prima volta cosa significa cercare di far qualcosa non di sinistra in Italia.

    • Non siamo gli ultimi di ieri ma i primi del domani ha detto:

      In tutta franchezza, dei sinistrorsi frosinati che improvvisamente riscoprono il valore religioso della Certosa, mi frega assai poco. Me ne frego dei presunti “sovranisti” – borghesi caricature dei gloriosi nazionalisti in camicia azzurra – pronti a leccare gli speroni di due cow boys.
      Personalmente andrei a marciare tenendo tra i denti il coltello da ardito di mio nonno – che la mia famiglia non ha lasciato arrugginire – perché i due americani (Burke e Bannon) devono capire che lezioni di politica americana in Europa non devono venire a darne, men che meno nella Patria dei miei avi.
      Se Burke vuole calpestare il suolo italico per fare il prete nulla da dire; se Bannon vuole fare il turista, anche. Se ce l’hanno col Papa, problemi del Papa. Se vogliono mangiare hamburger e chips, trigliceridi loro.
      Se invece pensano di “esportare” le loro idee da grassi americani per trapiantarle da noi – un brutto vizio degli yankee – provino a mettere la testa fuori dalla Certosa per dire solo una parola e scopriranno che nella Penisola scorre ancora, fiero e rovente, il glorioso sangue latino.

      • giuseppe Schieppati ha detto:

        Ah!

      • Iginio ha detto:

        Mi piace il richiamo alle camicie azzurre, che gli storici ufficiali non menzionano mai o citano solo per denigrare il nazionalismo, visto – erroneamente – come anticamera del fascismo. Anch’io penso che il nazionalismo italiano di inizio secolo vada rivalutato (aveva persone di prim’ordine e molto serie). Bisognerebbe fare qualcosa al riguardo.
        Però eviterei le accuse generiche. La Fondazione ha come punto di riferimento il card. Martino, che non è americano. Le polemiche sono chiaramente pretestuose: se a Trisulti ci avessero fatto un centrosociale, che so una roba tipo “Monastero occupato”, nessun bempensante si sarebbe scandalizzato. Per non parare del ridicolo di un tale Fratoianni, sorta di comunista, il quale ha strillato contro i cattivoni che vogliono tornare al Medioevo: cioè proprio l’epoca in cui il monastero sorse.

  • Lucy ha detto:

    Non credo che l’ottimo giornalista Luca del Pozzo ( scrive spesso sul Foglio) possa minimamente sperare di avere una risposta al suo appello .È consapevole di aver sbagliato indirizzo .L’indirizzo vero è la comunità dei fedeli che delusa, frastornata ,incredula , ma non ancora anestetizzata nelle sue facoltà raziocinanti ,ha
    un bisogno vitale di sentire voci laiche , che sono più libere rispetto a quelle religiose,voci che nel generale sconquasso morale , dottrinale , religioso , l’aiutino a”discernere” il vero dal falso ( questo è il senso giusto del verbo).
    Oggi un altro ottimo giornalista ha fatto un pezzo che prendeva tutta una pagina su un giornale, Libero , a tiratura nazionale , così intitolato
    “TUTTI GLI UOMINI DEL PONTEFICE ” e sotto
    ” In Vaticano fanno carriera gli amici del prete pedofilo”. Cioè la verità.
    Insomma parlare , diffondere con i mezzi che ciascuno ha a disposizione serve , eccome !

  • Antonio Cafazzo ha detto:

    Domani 19 marzo è la festa dei papà (che tempo fa erano solo “uomini”).
    Spero, quindi, che domani l’instancabile twittero Card. Ravasi – per bilanciare il tweet pro-femmine dell’8 marzo – “cinguetti” su Twitter qualcosa di “maschio” cavandolo dalla sua poliedrica ed enorme cultura. Temo, però, che non lo farà perché è “catholic incorrect”. Perciò suggerisco a qualche “fallower” dei suoi 100000 followers di “provocarlo” con qualche cinquettio “maschio”. Tipo questo: “Adamo, dopo la pietanza della mela di Eva, si scoperse nudo (ingenuo) e per difendersi da altre cadute diventò machista”. Oppure: “La dilagante omofilia di monsignori e monsignorini è la risposta al femminismo aggressivo”.

  • M. Virginia ha detto:

    Estimado Marco. le ruego alguna difusión al grave asunto de la próxima beatificación del marxista Angelelli, de quien puede obtener más informes en la página ligacatolica.org
    Aprovecho para agradecerle su testimonio en favor de la fe de la Iglesia.
    Cordialmente, en María Reina,
    M. Virginia G.

  • zuzzerellone ha detto:

    Gianni Riotta a Tagadà, invitato dalla conduttrice Tiziana Pannella a commentare l’incontro delle famiglie a Verona : “la famiglia deve essere qualcosa che include, non che esclude, perché se esclude non è una famiglia, ma una galera”.
    (ovviamente dopo aver commentato il Vangelo e l’episodio dell’adultera, come esempio del fatto che Nostro Signore non condannava, avendo affermato , come tutti noi sappiamo “chi è senza peccato scagli la prima pietra”.)
    Dopo le interpretazioni estemporanee della gerarchia dovremmo sorbirci anche le interpretazioni del Vangelo da parte di giornalisti che cercano solo di portare l’acqua al proprio mulino ?

    • Il veritiero ha detto:

      Si, però poi “omettono” di dire sempre la parte più importante del Vangelo, quando gesu’ si è vero che perdona ma poi dici la frase più significativa ” VA’ , E NON PECCARE PIU’ ” questa parte chissa’ perche la omettono sempre. Gesu’ ti perdona, ma il tuo peccato va’ ripudiato e allontanato da te, gesu’ non dice “Ti perdono continua a commettere il tuo peccato”

    • GIORGIO VIGNI ha detto:

      Il Riotta mi provoca una struggente nostalgia del grandissimo omileta conte Mascetti: come se fosse antani anche per lei soltanto in due oppure in quattro anche scribai con cofandina, come antifurto, per esempio”. Che pregnanza, profondità, concisione . Torneranno mai simili valori, mah !?

      G.Vigni

  • Davide ha detto:

    Forse alcuni di voi non sapranno che in Internet c’è un sito, gestito da un sacerdote cattolico, che si vanta di ‘sforzarsi di NON essere catholically correct’.
    Per ovvie ragioni, evito di nominare sia il sito che il blog.
    Cordiali Saluti

  • deutero.amedeo - ha detto:

    Io, nella mia semplicità, finché non vedrò nascere un cane con le corna o un toro con le mammelle, continuerò a credere che in tutte le specie viventi, una certa percentuale nasce con gli attributi maschili, una certa percentuale nasce con gli attributi femminili, e che la stragrande maggioranza dei maschi è attratta dalle femmine e viceversa. Poi se c’è gente che si diverte a costruire teorie diverse e a perdere il tempo a rincorrerle, sono affari loro e di quelli che li stanno a sentire.

    Non so quanto alla gente comune possano interessare le discussioni filosofiche. Alla fine prevarrà, come sempre, il buon senso.

    • GIORGIO VIGNI ha detto:

      C’erano, una volta, i Cardinali .
      Biffi, il quinto evangelo, quesito imbarazzante, anche per l’autore: se gli uomini e le donne devono fare le stesse identiche cose (come ormai dicono tutti, anche i preti), perché il Signore li ha creati diversi ?

      G.Vigni

      • deutero.amedeo ha detto:

        Guarda che si ti prendono sul serio le donne non si chiameranno più donne ma “diversamente uomini”.

        • Davide ha detto:

          Forse, visti i tempi, sarà è più facile che noi uomini saremo chiamati “diversamente donne”. (SIC !!!)

      • dario ha detto:

        Vigni, l’importante è che l’uomo e la donna si ricordino di fare in modo diverso quella cosa per cui entrambi sono stati creati diversi. Quello è difficile che lo facciano alla stessa maniera, hai presente vero? :-)))))

  • Il veritiero ha detto:

    Oggi a Napoli alle ore 17:30 c’è il servo di Dio PEDRO REGIS che è venuto dal Brasile per evangelizzare e dirci la verità, se volete sentire parole cattoliche andate al suo incontro di preghiera. Questo veggente è in confidenza anche con il CARDINALE BURKE, il CARDINALE più di una volta si è incontrato con lui, il VESCOVO BRASILIANO DI PEDRO REGIS lo difende a spada tratta perché lui sa’ che è in vero servo di Dio. Il vaticano ha cercato di metterlo a tacere diverse volte ma non ha potuto perché non aveva niente sul quale potersi aggrappate per metterlo a tacere. QUESTO UOMO HA PREFETTO LE “DIMISSIONI DI BENEDETTO” CON 5 ANNI DI ANTICIPO L, HA PREDETTO CHE AVREMMO AVUTO 2 PAPI CON 5 ANNI DI ANTICIPO, HA PREDETTO UN FALSO PAPA IMPOSTORE GESUITA CON 5 ANNI DI ANTICIPO, QUANDO NESSUNO POTEVA IMNAGINARE TUTTO QUESTO, ED É SCRITTO E DOCUMENTATO TUTTO NERO SU BIANCO, CARTA CANTA. andate da PEDRO REGIS se volete sentire qualcosa di cattolico e SE VOLETE SAPERE LA VERITA’ CHE IL VATICANO VI NASCONDE SULLE RIVELAZIONI PRIVATE E SEGRETI CHE HANNO IN MANO E NON DICONO A NESSUNO, pedro è in Italia per 3 giorni di seguito, oggi Napoli, domani Pescara e dopo domani Cosenza. PERCHE’ QUESTI PSEUDO GIORNALISI non ci parlano di “PEDRO REGIS DI ANGUERA” E di “ALESSANDRO DI STEFANO DI ROMA” che anche egli ha dato rivelazioni private importanti che si sono compiute come “Lo scisma della chiesa ortodossa” E “la crisi e lo scandalo vigano della chiesa cattolica” e ne ha date anche altre, e che “SAN PIETRO GLI HA CHIESTO DI SALVARE LA CHIESA” perché i giornalisti e i cardinali non ci parlano di queste 2 persone? no… loro ci parlano di PELL e ci dicono di schierarsi o con l’opus dei o con la mafia di San gallo….E I VERI ELETTI E UNTI DA DIO CE LI NASCONDONO, perché altrimenti il potere deve andare ai veri UNTI di Dio e no a 4 cialtroni che ci sono ora.

    • Matteo ha detto:

      Occhio al profeta di Anguera…orientato verso una visione di tipo millenarista e catastrofista. Andiamoci piano prima di affidarci a questi veggenti. Con tutto il rispetto possibile.

  • Il veritiero ha detto:

    Eh , abbattere bergoglio… Non è che quelli che sono dall’altra parte sono migliori. L’altro giorno non ricordo esattamente chi ha detto una parola che ha riassunto la situazione “È una guerra in stile cosche mafiose” ha usato un paragone che purtroppo rende fin troppo bene l’idea della “verita’” ma la colpa di questo di chi è prima di tutto? Prima di tutto la colpa é anche dei media, giornalisti della carta stampata, della tv e anche di internet. Che sono schierati anche loro in questo conflitto dalla parte dell’uno e dell’altro, e usano i loro mezzi di informazione per cercare di dare più forza o a uno o all’altro. Invece di attaccarlo frontalmente tutti quanti e dire la verità. E poi ci ritroviamo che speriamo in “opus dei” per combattere la “mafia di San gallo” , noi davvero vogliamo questo? E poi dentro gli ordini religiosi ci sono i SANTI VERI, quello che hanno DONI CHE DIO GLI HA DATO che vengono ignorati e nascosti. Anche questi giornalisti dovranno rendere conto a Dio delle loro azioni.

    • Diana ha detto:

      Mi permetto di dissentire in parte. La colpa è nostra, non dei media. Ognuno di noi ha il dovere (e l’eroica opportunità concessa dal Padre, che ci ha voluti in questo tempo) di santificarsi, di sacrificarsi e pregare molto per i nemici interni ed esterni della Santa Chiesa.

  • Adriana ha detto:

    Luca Pozzo chiede oggi di dire qualcosa di cattolico alle gerarchie ecclesiastiche , così come ieri Nanni Morettti chiedeva di dire qualcosa di comunista alle gerarchie laiche di riferimento .
    E non si sono accorti che tutte queste gerarchie – da Adulte – sono state cooptate dal mondialismo finanziario e ad esso rispondono nei loro atti .
    Una volta esisteva il ” Piccolo Chimico ” …
    ora c’è il ” Chimico Adulto “, che oculatamente dosa il sesso altrui e realizza le nascite , in provette di vario tipo ,
    di creature ” scelte ” e comprate . Eh , si ! Diventare Adulti è molto facile . Basta mandare al macero alcune tonnellate di moralità inutile , ormai preda delle tarme . Ed è soprattutto straordinariamente ” redditizio “.

    • GIORGIO VIGNI ha detto:

      C’erano, una volta, i Cardinali .
      Biffi, il quinto evangelo, quesito imbarazzante, anche per l’autore: se è vero che sono stati creati a immagine e somiglianza di Dio, perché gli uomini sono così stupidi ?

      G.Vigni

  • GIORGIO VIGNI ha detto:

    Eppure sarebbe così facile ( dire qualcosa di cattolico) !
    Con la media giornaliera di 100 cristiani assassinati, basterebbe un “requiem”, andrebbe bene anche in italiano, “l’eterno riposo”, meno di un minuto.

    G.Vigni

  • Alessandro2 ha detto:

    L’unica è abbattere questo pseudo papa ed eleggere un vero papa, cattolico e santo. Un Sarah, per dire.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Qualcuno ha detto che se il sale perde il suo sapore non serve a nulla, neanche come concime. Serve solo ad essere CALPESTATO.

    • ? ha detto:

      ….il sale può perdere il suo sapore?

      • deutero.amedeo ha detto:

        E’ il linguaggio simbolico e a volte paradossale del Vangelo. E c’è chi approfitta di questo fatto, per interpretarlo a modo suo stravolgendone il senso.

  • Fabio ha detto:

    brrgoglio è stato eletto grazie alle tresche della Mafia di San Gallo col supporto esterno dei potentati per avallare l’agenda mondialista : la sta attuando.
    Perciò come possiamo aspettarci altro ?
    Occorre un intervento divino…….

  • IMMATURO IRRESPONSABILE ha detto:

    L’uomo, con la sola ragione naturale puo’ conoscere il bene ( il conseguirlo e’ un altro discorso), ci vuole pero’ la Fede per conoscere l’ “ottimo”. Ora, dal momento che noi siamo fatti per l’ottimo, siamo scontenti del bene, che e’ l’ordine naturale della Creazione, ma vulnerato dal peccato originario. Qui sta, a mio modestissimo parere, la crisi della cultura cattolica; seguendo i protestanti, volendo elevare, cioe’ la “sola Fede”, si e’ mortificata la ragione, ripudiando le virtu’ naturali nella morale, e il diritto naturale in politica. Eseguendo questa sciagurata manovra gli intellettuali cattolici(laici e preti), hanno sommato le loro forze a quelle del pensiero nichilista contemporaneo, odiatore, piu’ che negatore di ogni realta’ “oggettiva”, “essenziale”, cioe’ naturale. La sapienza cattolica tradizionale, prima e dopo la riforma protestante, sapeva e insegnava che le Virtu’ Teologali, soprannaturali, hanno bisogno, finche’ l’uomo e’ “in via”, di tutte le virtu’ naturali. Insomma, il danno del neo-modernismo consiste nel mettere una volonta’ fideista al servizio di una volonta’ anti-teista. Individualismo, relativismo, scetticismo, non fanno paura ai modernisti perche’, sbagliando di grosso, essi pensano che la Fede basti,intesa, per di piu’ come “sentimento”. Il passo ulteriore, perfettamente conseguente, sara’(ma leggendo le novelle germaniche, meglio dire ” e””) l’attacco ai Sacramenti, che sono la comunicazione tra la natura e la sovra-natura, cioe’ la Grazia. La Chiesa visibile sara’ considerata ,necessariamente, inutile. In questo senso gia’ si rispolverano vecchie formule, antistoriche e antiscientifiche, ma ancora efficaci, come Chiesa costantiniana, imperiale, gerarchica….ec ec.

  • Mazzarino ha detto:

    E’ chiedere troppo tornare a dire qualcosa di cattolico, magari prima che sia troppo tardi?
    Si è chiedere troppo. La Chiesa Cattolica è stata venduta a massoni e comunisti sessant’anni fa da un papa “buono” . Oggi un papa “misericordioso” esegue lo sfratto. Ed inevitabile è la disperazione di chi non se ne era ancora reso conto.
    E’ già troppo tardi. I termini di ricorso, più volte riaperti, sono definitivamente scaduti il 13.10.2017.
    Certo la Chiesa di Cristo non muore anzi, proprio oggi rifiorisce. Ma inevitabilmente, per Legge, può farlo solo lontata dai nuovi padroni.

  • Donna ha detto:

    Non ci si può aspettare risposte, se non il peggio, per il semplice fatto che già Bergoglio ha affermato :”Io Credo in Dio. Non in un Dio cattolico, non esiste un Dio cattolico. Esiste Dio e basta. ”
    …ergo non resta che guardare oltre, oltre il pusillanime atteggiamento di molti del clero, oltre i numerosi anticristo che stanno prendendo sempre più piede, oltre i numerosi giuda con brama di potere e denaro…quell’oltre in cui ancora risuona la voce vera di Cristo, ormai un gruppo sempre più sparuto di coraggiosi religiosi e laici che, anche a rischio di sofferenze, non Lo tradisconoe sono piccole luci al nostro cammino.

    • Matteo ha detto:

      Presumibilmemte tutto ciò che sta accadendo ha il volto sovrumano della povera scimmia di Dio. Preghiamo e resistiamo ad oltranza

  • Anna Maria Cremonesi ha detto:

    La Chiesa modernista non prega lo Spirito Santo per esserNe illuminata e sostenuta con la Grazia nella sua missione evangelizzatrice. No , la Chiesa postconciliare progressista pretende di fare corsi di aggiornamento a Dio perche’ adegui I suoi comandamenti alle esigenze moderniste soggette alla rivoluzione permanente.

  • Sulcitano ha detto:

    Grazie dottor Tosatti per averci resi partecipi di questo potente “grido di dolore” di Luca Pozzo.
    È un grido che condivido e faccio mio in toto. Come in tanti e sempre di più, mi sento come un naufragho abbandonato in un mare tumultuoso e terribilmente minaccioso e oscuro di una notte senza fine, senza alcuna speranza di essere soccorso da chi potrebbe e dovrebbe. Prego, ricordando che la salvezza e solo e sempre in Dio.
    SIA LODATO GESÙ CRISTO!

  • Enrico66 ha detto:

    Già, ma per dire qualcosa di cattolico, bisogna essere cattolici.
    Questi lo sono?

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Caro Direttore:
    Satana è il Gran Peccatore perché non si pentì all’inizio non si pente ora e non si pentirà mai.
    E non si pente perché sta cercando sempre di dare lezioni a Dio e giocare ad essere come Dio.
    Se Dio creó all’uomo e la donna, Satana “dimostra” a Dio che può fare una bella “donna” da un orribile uomo – il processo contrario per il momento sta riuscendogli molto male -.
    E chiaro, come la scienza satanica è “progressista” gioca ad essere dall’inizio Dio da quando siamo cellule.
    La Misericordia di Dio è infinita ma lo stesso Dio mise un limite: Apocalisse 6:10-11. E il limite sta in che Dio è il Signore della vita e non tollera per molto tempo l’ultima dimostrazione di Satana.
    Satana “dimostra” a Dio che per ogni innocente non nato che va al Cielo egli come minimo si porta all’Inferno alcuni ed aveces cientos, e gli dice: a Dio: “Per quel motivo mai ti servirò, non sei tanto intelligente non sei tanto Dio, e come vedi la maggioranza degli esseri umani mi preferiscono e vengono con me”.
    È chiaro che Satana preferisce la brutta quantità alla poca ma buona qualità.
    Saluti.

    Estimado Director:
    Satanás es el Gran Pecador porque no se arrepintió al principio no se arrepiente ahora y no se arrepentirá jamás.
    Y no se arrepiente porque siempre está intentando dar lecciones a Dios y jugar a ser como Dios.
    Si Dios creó al hombre y a la mujer, Satanás “demuestra” a Dios que de un feo hombre puede hacer una bella “mujer”- el proceso contrario por el momento le está saliendo muy mal-.
    Y claro, como la ciencia satánica es “progresista” juega a ser Dios desde el principio desde que somos células.
    La Misericordia de Dios es infinita pero el mismo Dios puso un límite: Apocalipsis 6:10-11. Y el límite está en que Dios es el Señor de la vida y no va a tolerar por mucho tiempo la última demostración de Satanás.
    Satanás “demuestra” a Dios que por cada inocente no nacido que va al Cielo él como mínimo se lleva al Infierno unos cuantos y aveces cientos, y le dice: a Dios: “Por eso nunca te serviré, no eres tan listo no eres tan Dios , y como ves la mayoría de los seres humanos me prefieren a mí y conmigo se van”.
    Está claro que Satanás prefiere la mala cantidad a la poca pero buena calidad.
    Saludos.

  • Gian Piero ha detto:

    Per dire qualcosa di cattolico bisogna credere , avere la fede, fede che le eccellenze, eminenze, santita’ hanno perso gia’ da un pezzo. Non ci si puo’ aspettare nulla di buono da loro,cresce forse il frutto fra gli spini, gli alberi cattivi possono forse dare frutti buoni?
    No inutile , inutili le lettere firmate, le correzioni fraterne e filiali, gli appelli, tutto inutile: il loro cuore e’ indurito da anni e anni di ipocrisia e di non-fede. Non aspettiamoci nulla di diverso da quello che abbiamo sperimentato in questi sei anni e che e’ pero’ stato preparato ben prima , da circa sessanta anni. Il fedele cattolico non speri e non si aspetti piu’ nulla dai vertici della Chiesa cattolica . Sarebbe come aspettarsi la salvezza di Cristo da Giuda che lo ha venduto.
    La nostra salvezza puo’ venire solo da Dio, Cristo e’ risorto , e’ veramente risorto!

    • Eloisa ha detto:

      Lei confonde la fede con la religione cattolica. Sbaglia alla grande.
      La fede è molto più della religione, e in questo senso la fede in Dio non può essere prerogativa di chi professa la religione cattolica. Perciò il Papa ha detto giustamente che “Dio non è cattolico”. Anche molti altri personaggi ecclesiastici, di alto spessore, lo avevano già detto. E molti non lo sanno.
      Se lei, Gian Piero, non riesce a capire questo, vuol dire che lei ha capito poco del Vangelo di Gesù.
      La sua cattolicità è solo dottrinale, cioè è ben poca cosa. È superficiale. Come lo è quella di molti cristiani che anziché partire dal Vangelo, cioè dal Cristo, partono dalla dottrina catechistica, che è altro dalle parole di Gesù. La dottrina è opera di uomini che hanno sovraccaricato di moralismo ( il loro moralismo!) il messaggio semplice e chiaro di Gesù.

      Anche lei, caro Tosatti, appartiene a questo genere di cattolici fuori tempo; lo dico con la solita sincerità. Io non ho paura di dire in faccia la verità perché sono libera( “la verità vi farà liberi”).
      Ed è inutile che lei si prenda la briga di cancellare i commenti che la disturbano.
      Farebbe meglio ad aprire la mente, e soprattutto il cuore, alla Fede che esige un cammino continuo con la vita che fluisce in un perenne rinnovarsi. Vada in profondità nella sua coscienza. Legga meglio i sacri testi( ammesso che li abbia mai letti).
      Un consiglio ( che lei non seguirà): la smetta di contare i giorni delle non-risposte del Papa magnificamente regnante.
      Quelle risposte non arriveranno mai, e lei-se posso permettermi- si rende alquanto ridicolo. Senza offesa.

      • wp_7512482 ha detto:

        Sarò forse ridicolo, ma mai quanto chi non vuole vedere la realtà. E come chi fa prediche e giudica gli altri continuamente, come Lei. Cancello i suoi post, talvolta, perché sono insulsi e offensivi, puri sfoghi di bile. Lo faccio per Lei.

        • dario ha detto:

          Scusi Dottore, veramente temo che la realtà, talvolta, non la veda Lei qualche volta ed Eloisa ha ragione. A Lei e a Viganò il Papa non risponderà mai e se io fossi al suo posto farei lo stesso.
          Credo che appartenga alla Sua difficoltà di intendere qualche volta la realtà, il fatto che Lei non si renda conto della gravità – per uno che si professa cattolico – sia della richiesta di dimissioni che Lei ha veicolato, sia della pretesa che il Papa distrugga il primato petrino per sottoporsi al giudizio di chiunque.
          Preferisco mille volte un Papa reticente – e magari anche in parte colpevole di una certa situazione o sospettabile di esserlo – che un Papa che si fa processare, in tribunale o sui media, rispondendo alle accuse. Nessuno ha titolo per accusare un Papa, nessun Papa ha il dovere né il diritto di difendersi da accuse. E’ paradossale, ma da parte Sua e dei suoi affini, c’è quasi più modernismo che nei vostri nemici.

          • wp_7512482 ha detto:

            Temo che Lei non si renda conto di quello che afferma. Lei è d’accordo sul fatto che quella che dovrebbe essere la massima autorità morale – se non altro per Lei – possa essere un mentitore, un complice di pervertiti, un cinico manipolatore di persone che hanno rovinato seminaristi e giovani preti pur di non infrangere l’idolo del “primato petrino”? Per non turbare la Sua tranquillità? Meglio un ciuccio o una copertina di Snoopy, non crede? Un’autorità morale ambigua, reticente, che mente, si autodistrugge da sola. E distrugge la credibilità della Chiesa.

          • deutero.amedeo ha detto:

            Amico Tosatti, mi scusi se mi intrometto in una discussione che non mi riguarda direttamente, ma appartenendo alla categoria degli affini, vorrei dirne quattro a questo signore.

            Papa Francesco ha fatto di tutto e di più per far capire alla gente che lui E’ UN UOMO COME TUTTI GLI ALTRI. Ha fatto persino sapere al mondo intero in diretta TV che anche a lui scappa la pipì.
            Allora perché invece di chiamare al telefono le vecchiette che gli mandano le letterine piene di amore per lui, non risponde a chi DA UOMO A UOMO gli domanda conto delle cose sbagliate che ha fatto e che fa?

          • Tradizionalista ha detto:

            Mi permetto di dissentire. Il Romano Pontefice è anzitutto il Vicario di Cristo e in quanto tale intoccabile e sacro per definizione. Solo in subordine può essere (bruttamente) definito ”massima autorità morale”.
            Ma essere autorità morale non significa avere una condotta morale: significa avere il potere di dire a tutti i sudditi cosa sia morale e cosa no. Autorità è comando e questo comando è esercitato per conto di Dio.
            Se poi lo stesso Romano Pontefice dà il buon esempio, meglio. Ma essendo anch’Egli un.peccatore, la sua condotta morale non potrà mai essere perfetta quanto la sua autorità che è piena.
            Inoltre, se si pretende di giudicare una condotta morale, oltre all’autorità occorrerebbe avere uno standard morale superiore a quello del giudicato. Chi può affermare di averlo, visto che la condotta morale è data anche dai pensieri (che nessuno vede) ed il cuore di ogni uomo è un baratro?
            in ogni caso è vero che il Papa non può nè deve lasciarsi giudicare, nemmeno se fosse candido come la neve: la sua reputazione personale è nulla rispetto al suo Ufficio e il suo Ufficio non può essere intaccato da una sovversione dell’ordine divino.

        • Abelardo ha detto:

          Tosatti, Gian Piero… Abbiate pazienza

          • Mazzarino ha detto:

            “Il Romano Pontefice è anzitutto il Vicario di Cristo e in quanto tale intoccabile e sacro per definizione”
            E’ già. Il problema è che Bergoglio non vuol esserlo e dunque non lo è. Lo fa. E solamente per distruggere il papato. Ed è proprio grazie a chi crede di poter separare la figura del Papa da quella del non cattolico Bergoglio che lo incarna che la distruzione del papato è ormai compiuta.

          • Valeria Fusetti ha detto:

            Caro Tradizionalista, lei è furbo ma non tiene conto che il diavolo fa le pentole ma non i coperchi… per cui lei fa finta di non vedere che il lato immorale “riposa” sullo scempio che viene fatto alla Sacra Scrittura, alla Tradizione che contiene i Padri, i Dogmi, il Magistero… Ma lei sa perfettamente che tutto ciò che dice il papa regnante tende a distruggere una parte della Fede della Chiesa : dal “correggere” gli insegnamenti del Signore stesso, come nel caso del Padre Nostro, al distruggere i dogmi che riguardano Maria Santissima, al distruggere i Sacramenti, visto che, ad esempio, il matrimonio è un Sacramento, a distruggere la sacralità della SS Trinità: il card Sarah dà indicazioni di non prendere l’ Ostia in mano e stare in ginocchio ? E lui dice il contrario… e questi sono solo alcuni esempi, come lei ben sa. In quanto ad edificare non è meno solerte, ma nel fare a rovescio di ciò che ha fatto il Magistero precedente. Con buona pace di San Vincenzo di Lerins… Ad esempio: San Giovanni Paolo II ha, per così dire, messo “fuori legge” la Teologia della Liberazione ed i suoi corifei ? Ebbene lui li riporta in auge e li santifica, di conseguenza anche quella massima, somma schifezza della gesuitica TdL ora è stata ” ripulita”, ha cambiato nome ed è stata rimessa all’ onor del mondo , arricchita da un po’ di panteismo… ! Le basta ? Dovrebbe … È il papa legittimamente eletto ? Sino a prova contraria si ! Devo accettare la distruzione della Chiesa Cattolica Apostolica Romana che sotto questo papato la “quasi” defunta Mafia di San Gallo sta portando avanti ? Davanti a Dio Padre, Figlio e Spirito Santo, alla Santa Theotokos, a tutti i Santi del Cielo, agli Arcangeli ed agli Angeli di ogni Ordine, le dico MAI ! La Chiesa è di costituzione divina ed è il Corpo di Cristo, che ne è il Capo, di cui il papa è il vicario, NON il sostituto. Per farle un esempio alla sua portata : è un funzionario di 1 grado, non il Padrone. Un importante funzionario, sicuramente, ma a cui viene sempre chiesto conto della gestione, a lui e a tutti i capufficio della ” Azienda”. Come a San Paolo verrà chiesto “Perché mi perseguiti ?”, perché perseguitare la Chiesa, e stravolgerla vuol dire perseguitarla , perseguitarla dicevo significa perseguitare Nostro Signore. Almeno se si vuol prendere sul serio Nostro Signore, il Re dei Re, il Signore dei Signori : l’ Alfa e l’ Omega. E lei cosa vuol fare ?

      • Monica ha detto:

        É un errore già conosciuto dai protestanti separare le parole di Gesù dall’insieme della dottrina cattolica poiché questa é composta da scritture e tradizione. Le scritture si accompagnano alla tradizione (ovvero “trasmissione”), la quale non é in contraddizione con esse, né tantomeno le appesantisce, né é una invenzione umana, ma parte viva dell’insegnamento per la salvezza.
        Io non mi permetto di giudicare chi ha fede e chi no, poiché non lo so e non posso saperlo. Ma ci sono errori che possono essere indicati, come possono essere visibili attitudini più o meno edificanti (spiritualmente) che ci colpiscono ed attirano oppure no. Chi é vicino a Dio esprime carità anche nei rimproveri fatti per il bene di un altro.

  • Monica ha detto:

    Ma se per alcuni fedeli neanche Dio é cattolico, come si può pretendere di ascoltare cose cattoliche? Dire cose “secondo l’universale?”. Infatti il corso attuale é dire diverse cose secondo la circostanza o il luogo, secondo la nazione e il momento storico in cui ci si trova, o secondo l’auditorio.
    Universale significherebbe che la dottrina é valida ovunque, ma invece vediamo, con l’esempio della dottrina sul matrimonio e l’accesso all’Eucaristia, l’anticipazione di una chiesa particolare, nazionale, dove la conferenza episcopale decide linee guida dottrinali camuffate dalla parola “pastorale”.
    Pare che invitato dal card. Daneels a firmare la legge sull aborto, il re Baldovino abbia detto :”non la firmerò neanche se me lo chiedesse il Papa”. Oggi e forse per un prossimo futuro, spetterà ai laici dire il “Non possumus”

  • joedimaggio ha detto:

    male non farà questa lettera. Ma come tutti gli appelli e le suppliche verrà ignorata. Paradossalmente , ma dovremmo rifletterci su, per esser realmente provocatori , dovremmo indirizzare questi appelli , che so , a Rabbini, a Imam , al Priore di Bose, al DalaiLama, , a Cacciari , a DiMaio … Ma non più a “loro” .

    • fox ha detto:

      legga il blog di Magister di oggi : l’appelllo di un Missionario . Veramente interessante , a volte penso che stiamo rafforzando la nostra fede confrontandoci con questo pontificato .Altre volte penso che , grazie a sto pontificato stiamo trsformando la nostra fede in cultuta cattolica. Leggendo questo missionario ho intuito che per capire i disastri di questo cosiddetto pontificato, bisogna esser missionari, evangelizzatori .

      • anonimo verace ha detto:

        Letto. veramente interessante. Ma, accanto allo scritto di Magister c’è una lista di altri blog. C’è anche quello di Rod Dreher… ho cliccato, così per curiosità e con l’aiuto del traduttore di google, ho visto a quali aberrazioni si sia arrivati nei paesi anglofoni verso le famiglie che cercano di opporsi al cambiamento di sesso dei loro figli… poichè sembra che noi italiani si imiti spesso non il meglio ma il peggio delle altre culture vi prego di andare a leggere per studiare, tutti insieme come prendere qualche possibile contromisura.