UN APPELLO. AIUTIAMO MONS. ANTONIO LIVI, MALATO E IN DIFFICOLTÀ.

25 Gennaio 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Cari Stilumcuriali, volevo scrivere di tante cose – il vergognoso linciaggio mediatico dei ragazzi di Covington, basato su uno stravolgimento incredibile dei fatti, a cui hanno partecipato un po’ di anime belle – le solite, come sbagliarsi – cattoliche americane; la caduta della maschera dalla realtà dell’aborto volontario a New York, festeggiata con la luce rosa del grattacielo, perché a tre trimestri di vita la balla del “grumo di cellule” viene clamorosamente smentita: diciamo che se si vuole si può ammazzare un essere umano, sicuramente senza colpa; l’incredibile silenzio di quella che in altri tempi era ritenuta la massima autorità morale del pianeta, e che trova sempre il modo di parlare dei muri degli altri, e non della legittimizzazione dell’infanticidio; ma l’influenza me lo impedisce. Però voglio condividere con voi un appello giuntomi da amici firmato da Silvana De Mari.

Monsignor Antonio Livi ha bisogno di noi. Monsignor Antonio Livi è uno dei leoni della dottrina di Cristo, che deve essere difesa ogni istante perché non sia tradita, uno dei leoni dei valori non negoziabili, la sacralità della vita dal concepimento, della dualità riproduttiva della sessualità, dei dogmi senza i quali il cattolicesimo si spampana e smette di essere cattolicesimo. Qui il sito dove potete trovare le sue battaglie e notizie delle sue condizioni.
www.fidesetratio.it
Raccomando i suoi video oltre ai suoi scritti: per tutti coloro che si stano domandando cosa sta succedendo, dove stiamo andando, questo sito può aiutarvi.

Monsignor Livi è gravemente malato, in condizioni di indigenza. il suo conto corrente bancario è questo.
Intestatario: Antonio Livi
conto:
Intesa San Paolo
Filiale di Tolfa
IT35 P030 6939 4610 0000 0051 122

Silvana De Mari


Oggi è il 148° giorno in cui il pontefice regnante non ha, ancora, risposto.

Quando ha saputo che McCarrick era un un uomo perverso, un predatore omosessuale seriale?

È vero o non è vero che mons. Viganò l’ha avvertita il 23 giugno 2013?

Joseph Fessio, sj: “Sia un uomo. Si alzi in piedi, e risponda”.


Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


Libri di Marco Tosatti

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….




UNO STILUM NELLA CARNE. 2017: DIARIO IMPIETOSO DI UNA CHIESA IN USCITA (E CADUTA) LIBERA

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

Tag:

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

22 commenti

  • angelo di marzo ha detto:

    Caro don Antonio,

    mi ricordo di lei come di una mente lucida, e molto disponibile: ciò che si dice dei suoi libri (chiarezza, apertura ai lettori) era vero, molti anni fa, anche nella guida personale, ed ebbi modo una volta di commentare questo aspetto della personalità con suo fratello, che apprezzò – piacevolmente sorpreso – il mio commento.
    Nel desiderare che la sua salute migliori (io sono medico pneumologo) sono certo che non gli manchi qualche santo a cui chiedere un miracolo.
    Forza, don Antonio, so che è difficile che io possa vederlo (abito sempre a Roma), ma in ogni caso faccio il tifo per Lei, perché decisamente migliori.

    Angelo Di Marzo

  • GG30 ha detto:

    Buongiorno, segnalo questo post datato 29/01 apparso su Chiesa e Post Concilio.
    http://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2019/01/aggiornamento-su-mons-livi.html
    Anche io ho aderito all’appello di Tosatti, con cui mi complimento per il coraggio e la lucidità.
    Su questo specifico argomento, le chiederei cortesemente un supplemento di verifica e di informazione.
    Grazie anticipate.

  • cesare bin ha detto:

    ho anch’io fatto un versamento, ma anch’io vorrei a questo punto essere aggiornato sulle condizioni del Monsignore e sulla evoluzione dei fatti
    comunque grazie per l’occasione che mi è stata data di poter obbedire ai comandamenti del Signore Gesù

  • Giovanni ha detto:

    Ho fatto un versamento che è andato a buon fine, per dire che i dati diffusi sono esatti.
    Sono però preoccupato e molto interessato a conoscere le condizioni, specie di salute, del monsignore.
    Infine spero che chi lo può contattare gli faccia sapere del nostro sincero affetto e della nostra assidua vicinanza.

  • Alain ha detto:

    Buon giorno. Ho provato a fare bonifico sul conto indicato, ma il sito della mia banca non lo registra. Ci sarebbe per caso un errore nello IBAN? Grazie molte per la verifica e la risposta. Con le mie preghiere per Mons. Antonio Livi.

  • Giovanni Cerbai ha detto:

    Mons. Livi è una delle persone maggiormente radicate nella Fede che io conosca (purtroppo non di persona, ma tramite i suoi scritti). Farei veramente di tutto, per lui. Nell’ inviargli una mia offerta vorrei conoscere, tuttavia, qualcosa di più sulle sue condizioni (economiche, di salute, dove abiti, da chi sia assistito, ecc.), anche perché di ciò mi è stato chiesto da amici e conoscenti ai quali ho girato la notizia e l’appello. E non ho saputo, sinceramente, cosa rispondere. Chi lo conosce personalmente e può informarci, lo faccia.

  • Grazia ha detto:

    carissimo Marco Tosatti, anche io invito a ci può (secondo possibilità) ad aiutare monsignor Antonio Livi. ma le chiedo, se possibile di tenerci aggiornati sulle condizioni di questo santo sacerdote, che ha dato e continua a dare la vita per la VERITA’.Grazie di cuore per i suoi articoli. FORZA MONSIGNOR LIVI siamo con lei, che Dio le doni altri 10 anni di vita e la guarisca da questa malattia per salvare altre anime con lo zelo e l’amore che ci ha dimostrato sino ad ora.

  • Adele Magnanini ha detto:

    Si occorre aiutarlo con tutto quello che possiamo. E,’ un Maestro per cio’ che ha scritto e prodotto , mente chiara , illuminata; ha aiutato a formarsi tante persone ,me compresa. Spero che ora possiamo rendere almeno un parte di cio’ che abbiamo ricevuto. Un bonifico postale puo’ andare? Prego IL SIGNORE CHE ce LO conservi ancora.

  • PC ha detto:

    Magari per chi non può con il bonifico può acquistare i suoi libri direttamente dal sito della sua casa editrice http://www.editriceleonardo.net/ credo che i metodi di pagamento siano diversi….

  • franz ha detto:

    attenzione ! c’è in giro un “buontempone” (diciamo così) che ha messo in giro la voce che mons.Livi è morto. Non è vero , è una fake news , che gli regalerà qualche decennio di vita…

  • Gian ha detto:

    Con tutto il cuore se potessi. In un recente video ho notato che mons. Antonio Livi parlava con tono affaticato. Per ora lo posso ricordare nella mia preghiera. Caro monsignore Le sono vicino con lo spirito e la ricordo nelle preghiere.

  • Francesco Franco ha detto:

    E’ possibile fare un versamento diverso da quello elencato, tipo postepay?

    • Nicola B ha detto:

      Mi associo al Sig. Franco nella richiesta di una modalità diversa per far pervenire gli aiuti ( postepay come detto, bollettino di c/c postale , ecc )

  • Zuzzerellone ha detto:

    Dottor Tosatti, si è vaccinato?

  • Sconsolata ha detto:

    Auguri anche a lei, dott. Tosatti, di pronta guarigione.

  • egt ha detto:

    Si , anch’io invito tutti i lettori di StilumCuriae ad aiutare ,secondo possibilità , mons.Antonio Livi che ha dedicato tutta la sua vita alla salvezza delle anime . Uomo e teologo grande, coraggioso e libero . Ora dimenticato o ignorato , e magari anche perseguitato, proprio ora che ha maggiormente bisogno di avere figli, fratelli, amici, che gli permettano di vincere una malattia spietata . Grazie Tosatti per questo contributo. Ettore Gotti Tedeschi