PEZZO GROSSO: I MIGRANTI SONO VITTIME DI CHI FAVORISCE LA TRATTA, NON DI CHI CERCA DI FERMARLA. ECCO PERCHÉ.

20 giugno 2018 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Pezzo Grosso prende spunto dalle difficoltà politiche che il problema migrazioni (invasioni?) sta creando in Germania alla traballante coalizione della cancelliera Merkel, e di cui potete trovare dettagli in questo articolo, consigliato da Pezzo Grosso in persona.  E propone – finalmente – di esaminare questo fenomeno più da vicino, lasciando perdere le banalità che troppo spesso si leggono e si sentono, anche da uomini di Chiesa, anche da vertici della Chiesa, anche dal Vertice della Chiesa sui fenomeni epocali incontrollabili, un po’ come le grandi glaciazioni. Razionalmente, e facendo uso del cervello. E buttandola, finalmente, in politica. Quella che cerca di risolvere i fenomeni, non di profittarne per fare soldi.

 

“Caro Tosatti, stavolta invece di considerazioni critiche, vorrei fare su Stilum Curiae, una proposta, ora più comprensibile dopo che anche in Germania il problema sta aggravandosi e diventando politico, dopo la ferma posizione dell’Italia in proposito. Ora si deve ribaltare la coscienza del problema. Se si continua a parlare di migranti che accogliamo o rifiutiamo, continuiamo a cadere in un errore che presta il fianco a mille considerazioni critiche di egoismo, indifferenza, mancanza di carità, solo economicamente giustificate. La realtà che sempre più si manifesta è che :

A- le migrazioni son state volute e pianificate per scopi e motivi che hanno provocato effetti di carattere umanitario che han reso possibile e giustificato il fenomeno. Le migrazioni nascono semmai per generare le premesse di multiculturalismo, sincretismo religioso, islamizzare l’Europa ecc. Spiegazioni illuminanti si possono trovare in vari documenti di Segretari Generali ONU. Ciò  andrebbe rilevato con due specifiche investigazioni : 1°- analizzando le specifiche guerre che han prodotto gli specifici problemi di rifugiati e 2°- analizzando le specifiche carestie che han provocato lo stato di povertà, originante il problema migrazione. Magari si scoprirebbero sorprese, sorprendenti….

B- i migranti sono conseguentemente vittime di chi ha voluto, organizzato, pianificato e gestito questo sfruttamento, non di chi cerca di fermarlo. Ciò detto, chi va incriminato è chi ha generato e gestito questo processo disumano, non chi oggi “rifiuta” il continuo afflusso insostenibile di migranti. Il vero problema “umanitario “, non è quello imposto fino ad oggi : aiutare, soccorrere accogliere esseri umani, bensì quello di poter interrompere subito il traffico di esseri umani e il loro sfruttamento. Pertanto fermare chi li “vende e compra”, chi si arricchisce trasportandoli, alloggiandoli e illudendoli. Si risolverebbe anche il problema geopolitico, perché con questa emigrazione di giovani (esclusivamente), si tolgono risorse ai paesi da loro abbandonati che in molti casi possono esser più facilmente acquisiti e controllati da chi vuole impossessarsene (magari per le materie prime che hanno). Si legga ciò che scrive e documenta da anni Anna Bono per intendere che la verità che ogni giorno sempre più si evidenzia è ben diversa da quella letta su Avvenire, Repubblica, La Stampa ecc.”.







Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.




LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo.



UNO STILUM NELLA CARNE. 2017: DIARIO IMPIETOSO DI UNA CHIESA IN USCITA (E CADUTA) LIBERA

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

Padre Pío contra Satanás

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

40 commenti

  • vittime ? ha detto:

    Se ci sono carestie da qualche parte, in Africa, non sembra affatto che i giovanottoni atletici e muscolosi ed in età da lavoro, che approdano sulle nostre coste, ne abbiano sofferto.
    Da Israele giungono notizie strane : gli adepti di Hamas hanno trovato un nuovo modo per danneggiare l’agricoltura israeliana. Costruiscono degli aquiloni a cui attaccano bottiglie molotov od altri mezzi incendiari che spediscono oltre il confine, confine difeso con le unghie e con i denti dai soldati israeliani. Ora il danno provocato da questi mezzi incendiari quanto persisterà nel tempo ? Nel suo ultimo libro Socci parla dell’altopiano iberico ed afferma che, prima dell’invasione islamica, detto altopiano era coperto da foreste, e che lo stato in cui lo vediamo ora fu provocato dall’invasione islamica.
    Ma quanti secoli sono trascorsi da allora ?
    Se in Africa ci sono carestie, quanto queste carestie sono vere e quanto provocate dagli uomini ? magari da quelli stessi, belli, forti e robusti che ora passeggiano con telefonino di ultima generazione nelle nostre strade.
    Che l’ecumenismo cattolico sia sfruttato dal’astuzia dei musulmani sembra lampante. Già due anni or sono, IL GIORNALE , nel suo numero del 7 agosto 2016 titolava “L’ISLAM VUOLE CREARE UN PARTITO ED INTRODURRE LA POLIGAMIA”. oVVERO IL PROGETTO POLITICO DELL’ISLAM NON è L’INTEGRAZIONE, MA LA SOTTOMISSIONE delle nostre popolazioni. E la sostituzione del nostro codice, con la legge musulmana della sharia.

  • Claudius ha detto:

    Ennesimo sproloquio del Bianconiglio sorosiano sul tema: senza i migranti l’Europa “si svuota” e i populisti stanno creando una situazione allarmistica. http://www.ilgiornale.it/news/cronache/papa-francesco-sui-migranti-senza-loro-europa-si-svuota-1543084.html Questo qui e’ veramente da ricovero. Altro che merita rispetto, come dice il prete-fantasma affamato di otto per mille…

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Mi rendo conto che anche i cristiani ragionano per fazioni. C’è chi non tiene conto della situazione dei paesi africani, non facile, e vorrebbe chiudersi totalmente, e c’è chi non tiene conto della realtà di un’immigrazione provocata dai capitalisti massoni e mafiosi che impoverisce prima di tutti proprio gli africani, oltre che le classi più disagiate degli europei.
    Ideologie. Ma la verità deve tenere conto di tutto e chi ha soluzioni facili è chiaramente ideologizzato, anche se è un Vescovo.

  • Franco ha detto:

    Dimenticavo di aggiungere come suggerito.da Don Bosco W IL PAPA. …… Quale?

  • Elisa ha detto:

    Qualcuno sa dirmi cosa ne pensa il cardinal Robert Sarah sulla questione dell’immigrazione?

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Stimato Direttore:
    88 ego intervista a Francesco:
    https://es.reuters.com/article/topNews/idESKBN1JG18N-OESTP
    Saluti.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Molti dei Vescovi che dicono che abbiamo bisogno dei migranti perché l’Italia si sta invecchiando, sono gli stessi che col SILENZIO pavido e omertoso hanno taciuto sull’aborto e permesso che in Italia nascessero milioi di persone in meno.
    Che poi i migranti ci pagano la pensione è una BALLA spaziale, per il semplice motivo che 1) la mia pensione me la sto pagando da solo, 2) il lavoro NON c’è.
    A meno che per lavoro non si intenda lo sfruttamento a 3 euro l’ora (naturalmente in NERO).
    Strano che proprio la sinistra e tanti Vescovi, che una volta pur da opposte barricate, si trovavano d’accordo sul combattare lo sfruttamento dei lavoratori, ora vanno a braccetto difendendo lo sfruttamento.
    Come Caifa e Pilato: una volta nemici, oggi vanno d’accordo nel perseguitare Cristo

  • deutero.amedeo - biblista ha detto:

    Conoscete i cosiddetti Salmi imprecatori? Se avete una bibbia vecchia o nuova, non importa, purché sia CEI, prendetevi il gusto di andare a leggerli. Lì troverete tutto quello che ci sarebbe da dire in faccia ai sostenitori in malafede delle migrazioni di massa e di tante altre facezie della nuova dottrina stravolta dell’era post Bergolium papam.

    I salmi sono 9, 10, 11, 12, 14, 28, 52, 58, 59, 62, 64, 75, 82, 83, 94.

    In quanto poi al santo padre, che di tanto in tanto si diletta di commentare creativamente qualche passo dell’Antico Testamento, vorrei consigliargli di andare a rileggere e commentarci gli strazianti capitoli delle Lamentazioni e del libro di Ezechiele, avendo ben chiaro che quelli che lui chiama migranti in realtà sono dei deportati: gente ingannata, che magari ha lasciato una casetta, l’orticello, una piccola ma decente situazione economica e famigliare e tribale e che ora, qui, con l’inospitale ospitalità che la nostra ipocrisia offre loro, non possono che rimpiangere.

  • Maria Cristina ha detto:

    Ho fatto un sogno che si potrebbe intitolare
    “ I migranti al contrario”
    Partiva una nave dall’ Italia diretta in una zona deserta e selvaggia dell’ Africa , a bordo Jorge Mario Bergoglio attorniato dai suoi fedelissimi, dalla sua corte , padre Antonio Spadaro, I cardinali del G9, Il direttore e la redazione di Avvenire, frate Enzo Bianchi, i teologi in ginocchio, il liturgista Andrea Grillo, Il’ esimio biblista Ravasi, ed altri nani e ballerine.
    Tutti costoro esiliati , sotto condanna di non rimettere piu’ piede in Italia per venti anni, soprattutto sotto l’ obbligo di stare zitti, non rilasciare interviste, dichiarazioni, conferenze.
    La nave attraccava in Africa e finalmente i prelati a bordo scendevano e potevano vivere nel deserto quello che avevano predicato agli altri: poverta’ , umilta’ , silenzio, distacco dalla mondanita’ , concordia, misericordia, pane e acqua , E MANCANZA DI POTERE MEDIATICO.
    Dopo venti anni gli si mandava una altra nave a riportarli in Italia. NON NE E’ rimasto piu’ nessuno. Le condizioni pratiche
    li hanno decimati. Non il clima o l’ alimentazione ha abbattuto gli esimi prelati ma soprattutto la mancanza di potere mediatico li ha stroncati , e il silenzio e’ stato per loro insopportabile. Nessuno li ha intervistati per venti anni!
    Nessuno li ha fotografati! E non avevano neppure il cellulare!

  • Adriana ha detto:

    Vediamo un po’…il direttore della Caritas di Como-Roberto Bernasconi- a proposito di Salvini ,cristianamente dice :”Mi fa ribrezzo…allontanerei queste persone dal genere umano” ! L’Illuminato Bergoglio : “Senza i migranti l’Europa si svuota”. Quesito :” Cosa si svuota ? l’Europa o le casse della Caritas ?” Le difendono con l’accanimento di Fafner-il drago- quando custodiva l’Oro del Reno …

  • anonima ha detto:

    Nel piccolo centro in cui vivo esiste una struttura di accoglienza i cui ospiti vagano (a piedi o in bicicletta, cuffie alle orecchie, smartphone in mano) dalla mattina alla sera senza nessuna meta. Dunque mi domando: -E’ azione caritatevole “accogliere” queste persone, giovani fra l’altro, ragazzoni robusti pieni di forze, costringendole a un ozio forzato? “Ozio padre dei vizi”, si diceva un tempo. E quale danno per i paesi da cui provengono ai quali vengono tolte giovani forze lavorative in salute e piene di vigore.

    • perplesso ha detto:

      Domanda: i Paesi da cui provengono i nerboruti ragazzoni, lamentano danni e li richiedono indietro?

      • Lucia ha detto:

        Gentile Perplesso in Africa varie conferenze episcopali sono fortemente preoccupate per la fuga di migliaia di giovani.In Etiopia 1o 2 anni fa i vescovi di una zona di quel Paese dissero che.la fuga di tanti giovani dalle campagne inseguendo il mito dell Europa , in alcuni casi di intere famiglie aveva portato la carestia perche nessuno coltivava piu la terra .Alcune conferenze episcopali d accordo con le autorita locali hanno fatto campagne pubblicitarie choc per far capire ai giovani che cosa li avrebbe aspettati in Europa , e cioe mendicare, prostituirsi .Il presidente mi pare della Nigeria ha fatto approvare una legge che prevede anni di carcere per chi affida i propri figli minorenni agli schiavisti.e lo stesso ho letto tempo fa stavano facendo altre nazioni perche l opinione pubblica e le autorita sono preoccupate per quello che considerano una nuova forma di colonialismo.Ciao

  • La Samaritana ha detto:

    Caro Tosatti, le dispiace se parliamo anche degli “effetti collaterali” di questo traffico umano di cui,a quanto pare, anche il nostro ineffabile papa è un mirabile artefice? Dunque mio figlio lavorava nel settore alberghiero come maitre, con un buon stipendio. A causa di un grave incidente d’ auto è rimasto invalido. La pensione di invalidità è di E. 280.000, che integriamo io e mio marito per permettergli una vita dignitosa. Ringrazio il Signore che possiamo farlo, con un po’ di fatica ma ancora ce la facciamo. Solo l’ anno scorso ha trovato un lavoro stagionale. Quest’ anno, dopo 50 domande di lavoro- cinquanta- inoltrate attraverso un’ agenzia regionale, nulla. Semplicemente perché per molti lavori si preferisce assumere persone del Bangladesh, per E. 3,00 (tre euro) all’ ora. Nominalmente pagati secondo il minimo delle tariffe vigenti,in realtà visto che lavorano 12/14
    ore invece di 8 …è facile vedere qual’ è il salario reale di questi poveretti. Per la sua compagna, separata con 3 figli a carico. L’ ex marito era un piccolo imprenditore, ed è fallito 5 anni fa, per cui non è in grado di contribuire al loro mantenimento. Per poter mantenere il lavoro come capo sala, è passata da contratti annuali,che le garantivano E.12,00 all’ ora, ai contratti di 4 mesi in 4 mesi che le “garantiscono” E. 6,50…! Quando leggo che il papa ci rimprovera di non essere accoglienti e di essere poco generosi mi viene, letteralmente, il vomito.So che il Signore mi comanda(e anche questo non mi sembra negoziabile) di amare i miei nemici, ma arrivare a sentire tale il Papa mi creda, mi addolora e sconvolge in modo indicibile. Comunque prego per la sua conversione e per quella degli altri sciroccati di cui si è circondato.
    Non mi sembra di esagerare se penso che anche questa feroce speculazione faccia parte del traffico umano, e che il Presidente Conti, il Ministro Salvini e il Sottosegretario Fontana conoscano bene la realtà in cui viviamo e l’ hanno veramente a cuore, e la gente che li ha votati, e molti ormai di chi non li ha votati, lo capisce. Sta rinascendo un sentimento nazionale, che la propaganda partigian-rivoluzionaria propagata ad arte dalla fine della II guerra mondiale era quasi riuscita a distruggere. Ed anche questo viene considerato molto pericoloso dai mondialisti, persino di più di tutto il resto. Fusaro cover. E questo mi preoccupa, perché per il “nostro bene”, che noi non conosciamo ma loro si, sono capaci di tutto.

    • Lo spettro del fegato dello Spettro di QC ha detto:

      Tanti auguri per tuo figlio e la compagna e tutti quelli distrutti da questa INVASIONE vera e propria, con relative DISTRUZIONE non meno grave di quelle subìte durante la II guerra mondiale.
      La colpa sarà tanto più grave tanto più si è in alto ed in potere di fermarla. Dio chiederà conto DI TUTTO. Anche di questo.

    • Astore da Cerquapalmata ha detto:

      A me pare che al Papa, forse perché male informato, manchi proprio quel REALISMO a cui lui tiene tanto e proceda per PRINCIPI generali. I Principi cono come una luce, ma vanno concretizzati.
      Il principio dell’accoglienza non significa mettere a disposizione un servizio di traghetti per gli africani che vogliono trasferisrsi gratis in Italia. Accoglienza significa pensare al BENE COMUNE! Far passare 10 anni in albergo a dei giovani, senza lavoro, senza famiglia, rendendoli dipendenti e perciò schiavi e bisognosi della nostra elemosina, è fare del bene?
      Mentre nel frattempo tanti italiani stanno male?
      E chi muore di fame in Africa? Perché la Chiesa non parla più dei MISSIONARI ma solo di IMMIGRAZIONE? Non vorrei pensare alla speculazione, ma un sospetto non posso fare a meno di averlo

      • 'o consigliori ha detto:

        Astore, se Lei pensa che il Papa non parli di missionari è solo perché é un po’ disinformato. Vada sul sito del Vaticano e spulci un po’. Troverà quello che Le manca

        • Astore da Cerquapalmata ha detto:

          Sig. O Consigliori: mai detto che il Papa non parla di Missioni. Il Papa ne parla, come parla di preghiera, di salvezza dell’anima, ecc. Non ne parla più la Chiesa, cioè molti pastori. Nelle Chiese si sente parlare GIUSTAMENTE di immigrati, ma mai o quasi mai di missioni. E’ tempo di comunioni: lei ha sentito parlare dei Primi 9 Venerdì del Mese? Forse sì, ma io no. Siamo a giugno: non ho sentito nemmeno un accenno sul Sacro Cuore di Gesù. Non dico che non bisogna parlare di problemi sociali, ma la Chiesa (i pastori) qualche volta dovranno pur parlare di SPIRITUALITA’! In fondo il Cristianesimo è, o è anche, una religione.
          Io sempre ho difeso il Papa, anche se non tutto ciò che dice è magistero infallibile, altrimenti anche la bolla di indizione delle Crociate lo sarebbe. Dico però che la Chiesa, almeno la Chiesa italiana, ad esclusione del Papa e di pochi altri pastori, più che annunciare la salvezza, sembra annunciare un galateo

        • Astore da Cerquapalmata ha detto:

          Preciso: quando io per brevità dico che la Chiesa, ad esempio, non parla mai di aborto, non intendo che nel Catechismo non si parla di aborto! Il Magistero infallibile della Chiesa ne parla eccome! Intendo però dire che nella Chiesa di aborto ne parlano in pochi e se ne parla troppo poco.
          Mentre una volta la predicazione era sbilanciata sull’intimismo e su una religiosità spesso non accompagnata dalle opere, oggi è l’opposto.
          Parlando delle mancanze della Chiesa non mi riferisco mai alla Chiesa Corpo di Cristo, una santa e cattolica. Mi riferisco ai cristiani e anche ai pastori che rimangono peccatori

      • GMZ ha detto:

        Il papa sarebbe “male informato”? Non si balocchi con questa (pia) illusione: egli sa bene quel che dice, sa bene chi sono le bonino e i soros cui presta orecchio e di cui si circonda.

        Non credo ci sia nulla di grave nell’accettare l’idea che Bergoglio sia un pessimo papa; da Roncalli in poi, del resto, dovremmo averci fatto l’abitudine ai pessimi papi…
        Preghiamo.

  • pier luigi Tossani ha detto:

    Quella dell’invasione dell’orda migratoria è una guerra in piena regola, che il Sud e l’Oriente fanno all’Occidente, e come tale dovrebbe essere considerata… ma nessuno, nell’Occidente ormai sfibrato dal consumismo e svuotato di Cristo, è in grado di combatterla. Anzi, l’abbiamo già persa senza nemmeno combatterla… anche favorendo i nostri nemici. Stiamo già soccombendo… il nemico più temibile, cioè i massoni che manovrano le nostre finte democrazie, finte perché prive di sussidiarietà, e hanno decerebrato il popolo, era già dentro la città.

    Quanto a Bergoglio, ben gli si adattano le parole di Silvana De Mari, qui

    http://www.imolaoggi.it/2017/08/30/introdurre-in-un-territorio-centinaia-di-migliaia-di-maschi-e-un-crimine/

    “…Introdurre in un territorio centinaia di migliaia di maschi oltretutto nullafacenti, senza la dignità e la stanchezza che dà un lavoro, sradicati dal proprio contesto, privi di controllo sociale, mantenuti in una situazione di irresponsabilità, di impunibilità e di non rintracciabilità , è un crimine che può portare solo in una direzione: l’annientamento di un popolo. Sono tutti maschi in età militare, 15/45 anni, senza donne, coesi dall’appartenenza a una stessa religione, una religione che vieta la convivenza pacifica, che ordina l’aggressione agli infedeli, che permette ufficialmente lo stupro delle loro donne. (Il Corano nella sura 4:24 E vi sono vietate le mogli sposate di altri popoli a meno che non siano cadute nelle vostre mani (come prigioniere di guerra o schiave comprate)”.

  • Pierluigi ha detto:

    Tutto estremamente semplice, direi lapalissiano.
    Ma non è facile parlare con chi ha la mente obnubilata dall’ideologia e dal pregiudizio e a questi non si vergogna di piegare anche il vangelo.
    Io sono del parere del compianto magistrato Giovanni Falcone. Per capire i fenomeni criminosi (e la tratta di schiavi che alcuni si ostinano a qualificare come “migrazione epocale”) e colpirli occorre anzitutto verificare da dove vengono e dove vanno i flussi di denaro ad essi collegati e, successivamente, cercare di verificare anche le lobby che traggono vantaggi, non solo economici ma anche politici e ideologici dalle disgrazie altrui: non scordiamoci che qualche falso amico dei migranti sperava -durante la vicenda della nave Aquarius- per propria ammissione che qualche bambino morisse per mettere in difficoltà il governo. Chi ragiona così (leggere qui: http://www.ilgiornale.it/news/cronache/aquarius-frasi-choc-dello-scrittore-ho-desiderato-morisse-1541011.html) secondo me non è certo migliore dei peggiori criminali che sfruttano e schiavizzano i migranti per i loro sporchi fini.

    • Franco ha detto:

      Caro Pierluigi
      Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire ne peggior cieco di chi non vuol vedere.
      Certo tutto è lapalissiano come dice lei ma con certe persone rimbambite dall’ideologia del politicamente corretto, come si suo dire, non cavi il ragno dal buco: continuano imperterriti a costo di sbattere la loro faccia contro il muro.
      Ho provato anch’io a far ragionare certe persone allineate e mettere loro sotto il naso fatti su fatti. Risultato? tempo perso!
      Ci manca solo che i soliti spettri ci bombardino con le solite citazioni tirate in ballo ad “usum delphini” (a supporto della causa) che hanno il sapore di una vera e propria presa in giro.
      Fino a prova contraria per far fronte a questa vera e propria invasione programmata gli italiani stanno pagando di tasca loro il conto di finanziarie che si rovesciano di anno in anno in maniera sempre più insostenibile andando così ad aumentare il numero degli italiani che entrano, loro malgrado, nella cosiddetta fascia di povertà.
      Ma se questo è quello che vogliono coloro che continuano a parlare a sproposito pensando di avere trovato la formula magica per risolvere una situazione divenuta oramai insopportabile forse è il caso di ricordare che questa si chiama istigazione e la premessa per uno scontro sociale.
      Quando la gente non ne potrà più sarà legittimata a prendere a calci (lo dico in senso figurato) quei predicatori di turno che sulla propria pelle non rischiano nulla?

      • Pierluigi ha detto:

        Concordo con lei, Franco, e aggiungo che per risolvere certi problemi occorre utilizzare un approccio pratico che non si vergogni, tra l’altro, di alzare la voce con quei paesi -quali la Francia- che si ostinano a far finta di nulla facendoci la morale nonostante che, alla prova dei fatti, si comportino, loro sì, in modo veramente inumano, anche considerando che le bombe sulla Libia le hanno sganciate in primo luogo loro.

    • deutero.amedeo ha detto:

      Concordo e ricordo che i punti da analizzare per capire i comportamenti sia dei mandanti, sia degli esecutori, sia delle vittime sono quattro: motivazioni- stimoli- risposte- rinforzi.
      Questo insegna la psicologia sperimentale del XX secolo facente capo a B.F. Skinner. Criticata e osteggiata da chi non l’ha capita, ma fondamentale.

  • Mary ha detto:

    A me risulta che gli Italiani, al tempo del colonialismo in Africa, abbiano costruito strade, ponti, ospedali, scuole…… altro che sfruttamento. Certo, forse in queste costruzioni saranno stati coinvolti i locali, ecchediamine, mica si poteva lasciarli a guardare no?
    Ma.. questo Savagnone mi pare sia responsabile di qualche associazione ma non ricordo quale, me lo dite per favore?
    Se fosse una di quelle che chiedono sostegno, chiudo il rubinetto. Dopotutto si sa che a radio Maria, devi solo leggere un copione già scritto, altrimenti non ti fanno parlare.

  • Natale ha detto:

    “Dalle periferie si vede meglio” è uno dei tanti slogan di papa Bergoglio.
    Cosa vedono dunque i vescovi africani sul tema emigranti?
    O per l’Africa lo slogan non vale?

  • Claudio ha detto:

    Sono davvero dispiaciuto e deluso perché il Dottor Giuseppe Savagnone ha fatto – dai microfoni dell’ascoltatissima Radio Maria – propaganda contro la Lega e contro Salvini, e si è sentito che lo faceva pregiudiziale e su tutta la linea. Ha detto che è contrario al voto del 17% di coloro che hanno votato Salvini, facendo una lettura ideologica e dicendo che noi abbiamo sfruttato e devastato il terzo mondo. Ma chi, noi italiani? Insomma mi sembra la sua una visione manichea, per cui noi saremme il male incarnato e i paesi del terzo mondo sarebbero esenti dal peccato originale. Ha anche detto che l’aiutiamoli a casa loro non è mai stato concretizzato, mentre non è assolutamente vero! Che poi questa grande quantità di denaro dato dalla cooperazione internazionale non sia ben gestito dalla corruzione locale, è un altro fatto.
    Ha poi detto che anche Hitler è stato votato democraticamente, creando così un parallelo con Salvini. Riguardo al controllare quanto succede nei campi rom lui ha dato per scontato che sarà una schedatura, “e questo – dice – è pericolosissimo”.
    Insomma, questa volta, Savagnone si è messo in un bel ginepraio, e lo si è sentito dalle risposte contrariate di molti ascoltatori.
    Insomma, una conduzione non equilibrata, come cerchi di fare tu nella tua lettura dei fatti e della storia, ma la lettura che si sente fare dalla maggioranza dei media main stream. Una lettura che non tiene conto della complessità del problema immigrazione e del fatto che tutti gli altri paesi d’Europa stanno chiudendo le frontiere. del fatto che vi sia una vera e propria tratta degli schiavi, non certamente voluta dal popolo italiano, e nemmeno da quello che ha votato la Lega. Per lui non c’è un governo diretto dal presidente del Consiglio Conte, ma da Salvini. Insomma ci manca poco che lo consideri una personificazione del Diavolo.
    Spiace che, approfittando dei microfoni di Radio Maria, che è principalmente una radio di evangelizzazione, ha assunto una posizione pregiudizialmente partigiana. Ma Radio Maria non è Radio Capital o Radio Radicale o Radio Padania!
    Questo episodio ci fa capire quanto sia pericoloso avventurarsi su un tema tanto scottante, senza la dovuta prudenza e conoscenza! Poi ognuno naturalmente ha le sue convinzioni politiche, come si è sentito dagli interlocutori.
    In molte altre trasmissioni ho apprezzato quanto il dott Savagnone diceva, e per questo sono molto dispiaciuto.
    Un caro saluto.
    Claudio di Trento

    • Nicola ha detto:

      Padre Livio con questo intervento politico dalla sua emittente si è giocato tantissimi ascoltatori e sopratutto donazioni. Chissà per chi avrebbero dovuto votare gli ascoltatori….per Berlusconi che ormai ha imbarcato in FI una marea di laicisti che poi votano per il divorzio breve e le unioni civili oppure per il PD o addirittura per il M5S……gli unici due partiti decenti che cercano di difendere ( non sempre ma la maggior parte delle volte) la legge morale naturale sono Lega Nord e Fratelli di Italia…..

      • Pierluigi ha detto:

        Concordo.

        • La Samaritana ha detto:

          Sempre più convinta che l’8 x 1000 va bene dato alla Chiesa Ortodossa, mi dispiace non poterlo dare alla Società di S. Martino di Tours e S. Pio da Pietralcina, ma pazienza.

          • GMZ ha detto:

            Io li darò allo stato: con Salvini al governo, almeno mi illudo che non tutti i soldi siano usati per pagare la vacanza ai nigeriani.
            Ossequi.

          • Lucia ha detto:

            Cara Samaritana pero alla societa san Martino puo dare il 5 per mille.Ciao

      • Franco ha detto:

        Della morale naturale (non mi riferisco a padre Livio tanto per intenderci) a questi non gliene frega niente. Sono coloro che continuano ad assicurare il voto a quei gattolici che hanno rottamato ciò che rimaneva ancora in piedi della morale naturale quella che noi “poveri visionari” continuiamo a chiamare legge di Dio. Sono coloro che per partito preso odiano il Salvini di turno perché ( ….. gli epiteti preconfezionati si sprecano) a loro continua a star bene che lo cose rimanessero così come erano.
        Viva i progressisti, i loro adepti ed i loro supporter; abbasso noi che abbiamo una visione ottusa del mondo perché abbiamo il coraggio di opporci alla tracotanza del loro pensiero politicamente corretto. Ma noi abbiamo la speranza che il mondo prima o dopo sarà ben diverso.

      • deutero.amedeo - biblista ha detto:

        Con molta amarezza devo dire che il Padre Livio di oggi è soltanto l’ombra del Padre Livio dei primi anni 2000. Che cosa gli sia successo non lo so, ma forse anche lui è condizionato, costretto e limitato dal clima opprimente, dittatoriale e poliziesco creatosi nella chiesa ufficiale di oggi. In sostanza, non è più un uomo l i b e r o.

        • Franco ha detto:

          Ha solamente attaccato il cappello dove voleva il padrone del vapore per non subire la liquidazione di Radio Maria. Prima d’ora è infatti noto che ha dovuto mettere alla porta noti collaboratori rei di aver pronunciato solamente opinioni contrarie al misericordiosissimo. La nuova stasi che vigila sul non politicamente corretto non perdona il dissenso anche se a parole è stato detto che la critica è doverosa. Forse per questo ci sono bocche cucite per non essere sospese a divinis.