I Motivi per cui il Cristianesimo è Osteggiato dai Signori del Mondo. Agostino Nobile.

25 Maggio 2024 Pubblicato da 16 Commenti

 

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, Agostino Nobile offre alla vostra attenzione queste riflessioni sul perché il cristianesimo è sotto attacco da parte dei Signori del Mondo (occidentale, soprattutto…). Buona lettura e diffusione.

§§§

 

I motivi per cui il cristianesimo è osteggiato

Da anni dovremmo sapere che l’occidente si trova sotto un potere economico – chiamatelo massoneria e/o mafia kazara – che mira alla cancellazione del cristianesimo. Oggi le prove sono schiaccianti. Basti ricordare che in questi giorni il Parlamento della Germania, grazie alla maggioranza socialista, liberale, ambientalista con l’appoggio delle sinistre ha depenalizzato la pornografia infantile. Il possesso e la distribuzione di materiali pedopornografici sono stati declassati da reato grave a reato minore. Ovviamente è solo l’ultimo passo per arrivare alla normalizzazione degli abusi psicofisici sui minori.

Che i pedofili siano al potere lo scrivo da anni. Non è un caso se ne faccio un resoconto dell’introduzione del mio nuovo libro Postcristianesimo pubblicato lo scorso mese di marzo.

Riporto alcuni stralci:

Dopo duemila anni di cultura e morale cristiana potrebbe essere difficile immaginare la straordinaria e benefica evoluzione realizzata dai grandi santi, teologi e filosofi fedeli al messaggio cristiano. Per avere un’idea di cos’era il mondo antico prima e durante la vita pubblica di Gesù Cristo, così come le società non cristiane, facciamo un breve riassunto.

Lo schiavismo era praticato in tutte le culture. Nell’induismo come, sei secoli dopo Cristo, nell’islam possedere e commerciare schiavi era un diritto divino. Il Buddha proibì ai suoi seguaci di guadagnarsi da vivere con il commercio di schiavi, i quali potevano far parte della Sangha, comunità, ma era loro vietato diventare monaci.

Nel cristianesimo papi come Pio Iº e Callisto Iº erano stati schiavi. San Paolo ai Galati scrive che “non c’è più schiavo ne libero, ma tutti sono uno in Cristo Gesù”. Dopo aver ricordato ai padroni i loro doveri di umanità e di rispetto, invita i servi a non usare la violenza, ad essere obbedienti, nei limiti nei quali l’obbedienza e richiesta ad un credente e nei limiti degli ordini che sono leciti ad un padrone.

[…]

Gli schiavi e le servitù rappresentavano la colonna portante dell’economia, tant’è che nell’Atene classica, considerata la più evoluta socialmente, costituivano il 30 – 40% dell’intera popolazione. Il diritto romano conferiva il potere assoluto al pater familias. Lo ius vitae ac necis attribuiva al pater familias il potere di condannare a morte il figlio per gravi infrazioni, cosi come per i figli deformi, gli anziani ritenuti inabili al lavoro produttivo e, dato che il parto plurimo era ritenuto un crimine, per i gemelli. Nemmeno il neonato se la passava bene. Se non desiderato era nella condizione di expositus o di vulgo quaesitus, ovvero, abbandonato nella strada. Se un’anima pia non lo accudiva, moriva di stenti. In Grecia vigevano leggi simili.

[…]

Nella Roma imperiale lo spettacolo più apprezzato dal popolo era il combattimento dei gladiatori. “Al mattino – scrive Seneca – gli uomini vengono gettati in pasto ai leoni e agli orsi; dopo mezzogiorno, vengono gettati in pasto agli spettatori”. Considerando che il popolo amava le atroci violenze come oggi si può apprezzare una partita di calcio, possiamo avere un’idea di cosa fosse il senso di empatia e di umanità in una società che oggi viene ricordata esclusivamente per l’indubbio potere militare, organizzativo e per lo sviluppo delle infrastrutture.

I sacrifici di bambini offerti agli dei era prassi in molte culture. Sacrifici umani sono documentati nella storia religiosa inca, azteca, maya, slava, sumera, assira, egiziana, indiana, polinesiana. Non era sconosciuto neppure ai Dori, agli esordi della civiltà greca.

[…]

Per Platone “I bambini non appartengono tanto ai genitori quanto alla città”. Sotto la protezione della legge nel mondo antico la pedofilia era largamente diffusa. In Grecia, la corruzione sessuale dei ragazzi, ovvero, la pederastia era una pratica legalizzata. Ogni maschio adulto che non fosse uno schiavo aveva il diritto di praticarla. Tale era l’usanza in Persia, a Roma e in altre culture dove fu mantenuta per secoli. Molti imperatori romani si procurarono adolescenti maschi come amanti. Se erano stati rapiti o venduti dai genitori, potevano essere mutilati per alimentare il traffico di eunuchi. Capitava che anche i figli della nobiltà facessero la stessa fine.

Nel V secolo a. C. il grande commediografo Aristofane biasimava in modo feroce i rapporti tra maschi adulti, perché attraverso la rilassatezza e la dissolutezza gli ateniesi avevano perso il vigore necessario al cittadino della polis. Tuttavia le Accademie erano luoghi in cui gli studenti fin da bambini diventavano vittime dei predatori. Greci come Solone, Eschilo, Sofocle, Senofonte, Tucidide ed Eschine praticavano ed esaltavano la pederastia. In Grecia qualsiasi ragazzo poteva diventare bersaglio dei desideri di uomini adulti. […] In pratica, le donne erano considerate alla stregua di contenitori produttrici di umani.

Possiamo immaginare l’orrore provato in queste società, quando hanno sentito dire ad un falegname della Galilea che siamo tutti figli di un Dio Padre! Oppure lo sgomento nell’udire: “Chi invece scandalizza anche uno solo di questi piccoli che credono in me, sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina girata da asino, e fosse gettato negli abissi del mare”. I predatori di bambini avranno avuto come minimo attacchi d’orticaria da stress.

Sono infatti convinto che l’evangelica uguaglianza di tutti gli esseri umani davanti a Dio, dal concepimento alla morte naturale e il citato passo del Vangelo di San Matteo siano i motivi principali per cui il cristianesimo non e mai stato visto di buon occhio in occidente e in tutte le culture passate e presenti.

[…]

L’essere umano e stato sempre molto sensibile al sesso, e chi glielo permette senza troppe clausole e tabù aumenta notevolmente le probabilità di accalappiarlo. Non è un caso se nell’attuale religione mondialista le piattaforme internet oscurano le ingiurie anti-gender, reali o meno, mentre la pornografia va a gonfie vele. Non viene vietata, è gratis ed anche i bambini minimamente consapevoli possono accedervi. Oltre all’alta percentuale di giovani sesso dipendenti e omosessualizzati, solo negli USA, secondo il C.D.C. health, coloro che hanno cambiato sesso chirurgicamente sono aumentati di oltre il 20%. In Europa non sono state fatte stime, ma non meraviglierebbe se risultassero le stesse percentuali.

Lo schiavismo e la pedofilia, legalmente o meno, sono tutt’oggi praticati in tutti i continenti. In Giappone – dove nei secoli i cristiani hanno subito svariati massacri fino ad azzerare la loro presenza – un adulto ha il pieno diritto di avere rapporti sessuali con un ragazzino a partire dai tredici anni. La maggior parte dell’adescamento sessuale è tollerato grazie a questa scappatoia legale. La rappresentazione di minori coinvolti in attività sessuali e stata messa al bando negli anni ‘90. Fino a quel momento erano disponibili molti tipi di fumetti porno, anche omoerotici, che producevano per i minori. […] Anche se sessualmente attenuato, esiste ancora oggi. E non si tratta di usanze laiciste. La storia del Giappone è inscindibile dal buddismo. Dunque non meravigliamoci se il Dalai Lama, quasi ottantenne, in risposta a un bambino che gli chiede un abbraccio, dice: “Succhiami la lingua”, come è accaduto il 29 febbraio 2023.

Se il Cristianesimo avesse sostenuto lo schiavismo e il sesso libero, molto probabilmente avrebbe avuto una storia meno complicata e meno nemici. Il mondo sarebbe rimasto nelle mani dei potenti e, non essendoci il timore di Dio e l’amore per il prossimo, lo sviluppo a beneficio dell’umanità non sarebbe forse avvenuto. Senza la compassione e la carità cristiana non avrebbe nessun motivo la ricerca tecnologica e medica per migliorare la vita dei popoli. Inoltre, in una società dove è lecito lo schiavismo, le teste pensanti e acculturate sono molto meno di quanto possono esserci nei paesi dove tutti nascono liberi ed educati ai valori cristiani.

[…]

Nessuno di mente sana può pensare che l’aborto legalizzato possa giovare alla società e all’ecosistema quando si accolgono migliaia di immigrati illegali perché, dicono, mancano braccia lavorative. Se fosse vero che la sovrappopolazione danneggia la biosfera, perché, invece di premiare l’occidente per aver provocato l’inverno demografico, i governi aprono le porte a milioni di immigrati irregolari che creano caos sociale, divisioni e ulteriore inquinamento? Tra l’altro la stragrande maggioranza sono giovani musulmani, rimunerati dai governi occidentali.

[…]

Prima che il movimento lgbt assurgesse a “giudice inappellabile”, gli omosessuali non erano perseguitati. Facevano e fanno milioni nel campo dell’arte, della letteratura, della musica e della moda. Ma il Sistema ha imposto il neologismo omofobia per poter svilire l’etero e promuovere l’omosessismo fin dalle scuole d’infanzia. La formula funziona sempre. Se i nemici non esistono si costruiscono a tavolino attraverso calunnie e neologismi, per poi darli in pasto ai mezzi di comunicazione che, come sappiamo, appartengono ai lacchè della Cupola finanziaria.

In occidente stanno relativizzando i concetti di donna e uomo e, per istituzionalizzare la pedofilia, di bambino e adulto. Il ragionevole e il demenziale, il bello e il brutto, la libertà e la tirannia sono diventati concetti obsoleti. Mezzi di comunicazione, politici e capi di governo chiamano democrazie paesi che con i lockdown e i sieri hanno tradito le Costituzioni occidentali. Tutto questo perché pochi signori del Sistema possano governare facilmente milioni di schiavi convinti di essere liberi, privi di appartenenza e di legami affettivi stabili che potrebbero indurre alla procreazione. Infatti, la priorità del Sistema, oltre a instaurare un neo schiavismo e la pedofilia, è la depopolazione. L‘ecologismo, la pornografia, l’aborto, l’eutanasia i movimenti omosessualisti e i valori liquidi hanno questo fine.

[…]

Agostino Nobile

§§§

Aiutate Stilum Curiae

IBAN: IT79N0200805319000400690898

BIC/SWIFT: UNCRITM1E35

§§§

 

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , ,

Categoria:

16 commenti

  • Giovanni ha detto:

    Fa benissimo a ricordare, in questo poderoso articolo, l’infame storia di una umanità traviata e mai paga delle profondità abissali del male. Vi sarà Giudizio su tutti e ad ognuno verrà accreditato il suo. Vedremo applicata finalmente la Giustizia, quella vera, non la robaccia che spacciano per tale in questo mondo.

    • Rolando ha detto:

      Non è possibile ed è incredibile, caro Giovanni, che l’uomo creato da Dio, abbia creato tanto Male senza la complicità di Dio. Dello stesso Dio. Me lo insegna Is 45,7 illuminato dallo stesso Dio. E non solo Isaia.
      Me lo insegna anche il delitto di Caino provocato dalla predilezione del Dio. Ma Dio ha bisogni di preferenze? Assurdo.
      E sono gli stessi uomini di Dio che mi fanno sospettare che siano con Lui cooperatori in questa faccenda tragio-farsesca.
      A pensar male si fa peccato, secondo alcuni; ma per altri spesso si va vicino al vero!

      • giovanni ha detto:

        Mai sentito parlare di libero arbitrio ? Dio ci ha fatti liberi e ci ha dato la Sua Legge, essa e’ nel nostro interesse e se ben usata, lascia trascorrere il tempo terreno in pace. Ognuno e’ libero di rispettarla o meno. Alla fine si andra’ a giudizio, piaccia o meno.

  • Goffredo ha detto:

    Io ho una convinzione circa il perché dell’odio esagerato, feroce , sia contro l’occidente ‘ancora’ cristiano, nonostante i tradimenti e il laicismo e modernismo da ubriachi, e contro Israele , odio promosso dalla cancel culture e dall’associazionismo LGBTQis -gender. Gesù e’ Giudeo, a Roma e in Europa più in generale si diffonde il verbo di un figlio di Giuda e discendente di Re Davide. Perfino la Grecia accoglie la teologia , la filosofia , l’ordine sociale del Re dei Re (da San Paolo).. Gerusalemme, Roma, Atene, le Città che accolgono il compendio della fede e la professione della Fede in Cristo Gesù. Il Giudeo Gesù. Mi chiedo quindi chi oggi vorrebbe fermamente deridere e violentemente cancellare l’unica Verità che si erge contro la volontà di distruggere l’Occidente e lo stesso mondo giudaico, da cui il cattolicesimo ha attinto non poco. Mi pare che la risposta sia ovvia: il fondamentalismo islamico, il turbocapitalismo liberale e ateo (tra cui Cina e parte dell’establishment Russo) la massoneria universale , che ha conquistato molti dei 200 Paesi del mondo. Il piano per far cadere il mondo nella rete del totalitarismo cancellando le uniche religioni in cui Dio si è rivelato, per me C’è . Tra l’altro non riuscirei a giustificare la presenza da settembre 1981 di Nostra Santa Madre, che più volte ha voluto dire ‘sono qui perché l’azione satanica vuole distruggere Voi e il mondo in cui vivete’. Questa non e’ una teoria come tante, anche perché Santi e Sante ci hanno trasmesso parole e profezie sui fatti e l’epoca che stiamo vivendo (la grande tribolazione).

    • Rolando ha detto:

      La grande rivelazione del medesimo Dio conosce nella storia umana tre momenti condensati in un patto antico, in un nuovo patto e nel coronamento dei precedenti!
      Magistrale la novella dei tre anelli dell’unico Padre del Boccaccio!
      Ovviamente per una parte della Terra! Cina, Americhe, Australia escluse. Quando poi i Gesuiti sono venuti a conoscenza che in Cina si venerava il Signore del Cielo…. Apriti cielo!

  • Pierluca Codeluppi ha detto:

    Questione di tempo: Cristo tornerà vincitore su tutto e tutti. Tempi e modi non li conosciamo, nel frattempo aiutiamoLo a lastricare la strada della Sua vittoria con la testimonianza pubblica, l’evangelizzazione, l’esempio, la controbattuta agli elucubratori da salotto di cui Lui non sa che farsene. I cattolici comprendano che siamo chiamati a testimoniare e a lottare. L’assenza di costi / rischi per il Cristianesimo è impensabile. E’ al contrario pensabile per tutto il resto, ovvero per le false religioni. E si abbandoni il sincretismo religioso una volta per tutte: un po’ di coerenza per favore!!

    • Rolando ha detto:

      La questione di tempo è una questione umana. Ognuno ha il proprio tempo, così come Gesù! La funzione (Cristo) è come il vestito; non è più tale quando diventa indistinguibile dall’unica realtà del Tutto. En kai pan.

  • Rolando ha detto:

    “quando hanno sentito dire ad un falegname della Galilea che siamo tutti figli di un Dio Padre!”
    Sicché questo falegname che non ha scritto una sola parola nella sua lingua… aveva sentito dire che nella grande civiltà greca geni del pensiero avevano già scritto da secoli che Dio è Padre.
    Peccato che questo falegname sia arrivato tardi a dire che “la casa del Padre di me” (Gv!) è solo quella di YHWH ed io brucio per il suo zelo!
    Stando alle parole scritte, ovviamente! Poi uno pensa e crede quello che vuole. Senza la cultura greca non esisterebbero cristianesimi! Naturalmente tutta mimica del Diavolo, per i santi Padri e Dottori della Chiesa!

  • E.A. ha detto:

    Bellissimo articolo! A fronte del quale chiunque, penso, vorrebbe non corrispondesse a realtà, ma si trattasse solo di un romanzo distopico! Tuttavia mi chiedo anche per un non credente come si possa pensare o sperare che un sistema così degenerato e degenerativo possa e quanto ancora reggere, o quale tipo di società o di Umanità ( se così può ancora definirsi) può mai resistere o sopravvivere ad una tale Menzogna, perversione ed involuzione! È vero che la Storia è fatta di cadute di imperi, di ribellioni, di rivoluzioni e controrivoluzioni, ma quando la Menzogna domina e viene imposta a livello Universale, e con obiettivi del genere, forse qualche domandina in più sarebbe il caso di farsela…! Per un credente dovrebbe essere altrettanto ovvio e naturale iniziare a comprendere i segni… se e quali frutti sono ormai maturi… quale stagione si sta approssimando… quale tempo si avvicina… quello della semina o quello della raccolta…! Un’attenta lettura della Parola serve d’altronde anche a questo! Nel Vangelo si fa continuo richiamo all’ora… “ Non è ancora giunta la mia ora” …, quando Gesù viene catturato: “ Siete usciti con spade e bastoni come contro un brigante? Ogni giorno ero con voi nel tempio e non avete steso le mani contro di me; MA QUESTA È LA VOSTRA ORA, È L’IMPERO DELLE TENEBRE “. “ Verso mezzogiorno, quando il sole si eclissò e si fece buio su tutta la Terra fino alle tre del pomeriggio, il velo del tempio si squarciò nel mezzo “. A nessuno certo è dato sapere l’ora e il giorno, sappiamo però di certo che “ il cielo e la terra passeranno”, e che il Signore farà nuove tutte le cose… arrivati a questo punto c’è solo da sperare e pregare che avvenga il più Presto possibile!

    • Rolando ha detto:

      Un concetto di tenebre/oscurità esiste nel nostro cervello solo e soltanto perché abbiamo la sensazione della luce di cui non conosciamo tutto il mistero.
      Quindi l’oscurità è tale in virtù della luce.

    • La Signora di tutti i popoli ha detto:

      Da Marco 13: “Dalla pianta di fico imparate la parabola: quando ormai il suo ramo diventa tenero e spuntano le foglie, sapete che l’estate è vicina.
      Così anche voi: quando vedrete accadere queste cose, sappiate che egli è vicino, è alle porte.”

      Il tuo post E.A. completa molto bene ciò che mancava all’articolo che comincia con:
      “Che i pedofili siano al potere lo scrivo da anni. Non è un caso se ne faccio un resoconto…”
      che poi -più o meno- prosegue con una lista di vecchie e nuove schiavitù che vincono sempre di più sulla libera esistenza di uomini dimentichi di essere fratelli, eguali davanti a Dio.

      Rispetto alle constatazioni di Nobile, quando cioè vediamo “accadere queste cose”, occorre davvero aggiungere alcuni elementi che per sopportare il peso di questa vita di follia che ci assedia quotidianamente. Per questo cara E.A. è stato saggio suggerire come un promemoria, un vademecum, per chi specie se credente in Cristo, smarrito per la pericolosità di questi tempi, non sappia come agire.

      La cosa mi coinvolge molto perchè proprio oggi stavo sistemando il fico in giardino rammentando il Vangelo e mi rivolgevo a Lui chiedendoGli impunemente: “fino a quanto, dovremo sopportare?… e quando finalmente verrai mio Signore??” E il mio Angelo se la rideva per la mia impazienza.
      Mi suggeriva che se i segni dei tempi sono importanti, ed è gia una grazia per me di avere occhi per riconoscerli, ora serve che io alimenti la Fede con la Speranza nella Sua venuta pregando e amando.
      Di fronte alla mia inevitabile fine personale, la morte e quella che il mondo combatte, più in grande, come eterna battaglia fra male e bene, la Speranza assume un ruolo essenziale per resistere allo sconforto e alla rinuncia per sfinimento fino a ciò che sarà, la fine. Per questo ti ringrazio cara amica per la tua semplice ma essenziale saggezza nel ricordare a me e un po’ a tutti di aspettare desti, col lume acceso e con tanta speranza nel piccolo vaso del cuore. Lo sposo verrà e le porte saranno chiuse.

      • Rolando ha detto:

        Lo Sposo verrà quando non ci saranno più porte da chiudere; quando non ci saranno più egoistici pensieri di gretta esclusione che tradiscono il più gretto e carnale Amor di sé.
        Ho nel campo tante piante di fico e mi dicono tutte sempre la stessa cosa: eccoti i miei buoni fichi! Ogni anno a tempo opportuno!
        Quid est in-cestum? Oh, eccellenza, vedrà che buoni quando li mangerà!

      • E.A. ha detto:

        Grazie a lei cara Signora di tutti i popoli, le cui parole innanzitutto mi trasmettono vicinanza ed un sincero senso di “compartecipazione “ fraterna in tutto quello che purtroppo stiamo vivendo e che solo attraverso “un’ Altra/Alta” prospettiva e con l’Aiuto del Signore, può essere affrontato e superato! È l’ora delle Tenebre che proprio dal Soglio Pietrino, di cui si sono impossessate, possono con la Menzogna regnare sul mondo, a livello “Universale”… basterebbe questo a far destare un credente, per “rivestirsi di luce” e poter andare incontro, senza indugio, allo Sposo che non Tarderà…! Un caro e fraterno abbraccio.

  • Nicoletta Trotta ha detto:

    Perché è l’unica vera fede. Gli odiatori della Verità combattono quest’ultima, non la menzogna! Invito tutti a leggere “Mazzini all’origine della dissoluzione” di Elena Bianchi. Chi pensa di sapere tutto sulla massoneria (la vera osteggiatrice del Cristianesimo) si sbaglia.

    • Rolando ha detto:

      Sarebbe stato meglio che tu avessi scritto: perché è l’unico vero credo.
      La fede è una costante comune della condizione umana.
      Perfino il suicida ha fede di metter fine alla propria condizione.

    • Rolando ha detto:

      Mi spieghi, ,Nicoletta cara, come può uno che ha potuto concepire una melodia ineffabile per accompagnare e cantare “Ave, verum corpus natum de Maria virgine….immolatum in cruce pro homine…. esto nobis….”, abbia potuto concepire Die Zauberflote?

Lascia un commento