RVC E L’OMELIA CONTRO I RICCHI. PAPA, PORTI, “SOLDI” ALLA MESSA E ALTRE BESTIALITÀ.

18 Febbraio 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Cari amici di Stilum Curiae, apriamo questo Bestiario con un breve messaggio di Romana Vulneratus Curia, che ieri è andato a messa, e ne è tornato choccato. E poi seguiamo con qualche altra perla…

“Buongiorno dottor Tosatti, sarò brevissimo, ma durissimo. Ieri alla santa messa il Vangelo era sulle Beatitudini. Nella mia parrocchia, frequentata da borghesia e ciellini, il parroco è persona modesta, ma pia e non di parte. Stavolta ci ha sorpresi . Primo, davanti al leggio del Celebrante, campeggiava la scritta “Guai a voi ricchi!”. Secondo, tutta l’omelia si è fondata su un’invettiva sui ricchi, quasi un incitamento all’odio verso “i ricchi”. Inusuale per detto parroco. Ci  siam chiesti se non avesse adottato la solita velina CEI (come fu infinitamente volte sui migranti). Ci siamo anche chiesti se la CEI fosse stata lei a promuovere detta invettiva, oltre a sponsorizzare la nascita di un partito politico. E se, tante volte, voglia anche promuovere una specie di guerra civile. La preoccupazione cresce, caro Tosatti. suo RVC”.

Però tranquilli, il Pontefice non si immischia nella politica interna del Paese. Lo possiamo vedere da questo selfie, in cui ostenta la spilla di “Apriamo i porti”. Cioè chiede e incita l’Italia, di cui peraltro non è cittadino, ma è Primate, e dei cui interessi dovrebbe tenere conto, lasciando ai responsabili la possibilità di lavorare tranquilli, di fare quello che non chiede a nessun altro Paese. Grazie per l’onore. Solo i maligni possono pensare che ci siano interessi economici della Chiesa italiana dietro tutto questo. Ma perché farsi strumentalizzare in questa maniera? Quando vuole sa essere molto prudente, nei confronti degli interessi e dei gruppi di potere consolidati. Basta vedere come eviti di parlare di omosessualità, trattando di abusi sessuali, anche se dal 76 al 90 per cento degli abusi, a seconda delle valutazioni, sono commessi da maschi su maschi. E non vogliamo parlare delle rivelazioni pubblicate da Libero sugli incontri notturni con Renzi, e del via libera alle unioni civili, su cui, infatti la Chiesa italiana è stata silenziosissima. E che hanno costituito la punta del cuneo su altri sconquassi antropologici. Ma in che mani siamo?

Non c’è da stupirsi allora se a Mercogliano la messa (la messa!) si apre con il coro che canta “Soldi” diMahmood.

Vi riportiamo la cronaca di Ottopagine

<Lo aveva promesso Don Vitaliano Della Sala che avrebbe aperto la messa di stasera a Mercogliano con i ragazzi che cantavano la canzone di Mahmood e cosi è stato. Il testo del vincitore di Sanremo ha creato polemiche e divisioni anche nel mondo della chiesa ma oggi la risposta migliore nella splendida chiesetta di san Giovanni è arrivata dai ragazzi: quella di riportare una canzone nei ranghi giusti e senza sottovalutare il messaggio che da quel testo scaturisce. Solo perchè a cantarla è un ragazzo musulmano questo non può essere motivo di scontro, la chiesa non può dividere ma unire. “Mi sembra un esperienza bella – commenta don Vitaliano – con i ragazzi è stata l’occasione giusta per discutere di temi che probabilmente non sarebbero entrati nel nostro programma dell’oratorio. La vicenda è stata ingigantita, in fondo si tratta pur sempre di canzonette ma proprio perchè è stata caricata di ideologia è giusto che i ragazzi abbiano fatto questa scelta capendo profondamente il testo della canzone”. I fedeli, soprattutto i più giovani, hanno accolto la proposta di don Vitaliano con grande entusiasmo. “In tanti siamo anche fan di Mahmood, la proposta di don Vitaliano ci ha entusiasmato, abbiamo detto subito di si”>.

Scrive “Leggo.it”: “Vitaliano della Sala, parroco di Mercogliano in provincia di Avellino, fa cantare all’oratorio la canzone “Soldi” di Mahmood, recente vincitore di Sanremo. Il parroco aveva polemizzato con un sacerdote  che criticava la vittoria a Sanremo della canzone del cantante di orgine egiziana.  E per rispondere alla provocazione del sacerdote che si proclamava “Sovranista” ha fatto preparare i ragazzi dell’oratorio per accompagnare la Messa con le note della canzone vincitrice di Sanremo”.

Invece dal Messico ci arriva questa bella foto, con la didascalia:

Lo ha fatto di nuovo: il vescovo cattolico di Cohauila Rauel vera sfida ancora una volta la chiusura medievale del vaticano e celebra una messa in onore dei traguardi della comunità LGBT. Forte.



Oggi è il 169° giorno in cui il pontefice regnante non ha, ancora, risposto.

Quando ha saputo che McCarrick era un un uomo perverso, un predatore omosessuale seriale?

È vero o non è vero che mons. Viganò l’ha avvertita il 23 giugno 2013?

Joseph Fessio, sj: “Sia un uomo. Si alzi in piedi, e risponda”.


Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


Libri di Marco Tosatti

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….




UNO STILUM NELLA CARNE. 2017: DIARIO IMPIETOSO DI UNA CHIESA IN USCITA (E CADUTA) LIBERA

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

97 commenti

  • Chiamatemi pure TORQUEMADA (me ne farò una ragione) ha detto:

    Caro Tosatti, mi fa un po’, amichevolmente, pena vederlo attaccato con parole di una tale imbecillità che altrimenti meriterebbero il silenzio.
    E non è il solo che nel mare-web viene attaccato, a volte, in modo indegno. Aldo Maria Valli è uno di questi altri, Antonio Socci l’ha fatto per mesi, fino a che era diventato un bersaglio da colpire ad ogni costo. Ma potrei ricordare anche i vari Palmaro e Mattei, Livi e – non ultimo – Benedetto XVI.
    La voglio consolare con una consulenza volante.
    Sono un medico. Non sono un medico dell’anima, solo dell’animo e del corpo (ACCIDENTI!!! Anche qui esiste solo maschio e femmina. Non me n’ero mai accorto!!!)
    Comunque a qualcunA vorrei consigliare un buono psichiatra.
    Il mio non è un giudizio. È solo una diagnosi.
    Se quella qualcunA fosse un S.J. travestito ed infiltrato, sarebbe la stessa cosa.
    Voglia gradire un sacchetto di risate.

    • Vittorio ha detto:

      @ Torquemada errata corrige

      Quando la medicina e le sue linee guida sono in mano a lobby e Wall street c e poco da ridere. Lei deve applicare linee guida fatte su ricerche in conflitto di interessi. Le consiglio per iniziare i libri del dr Marco Bobbio. E se e’ esperto in statistiche ad es. quello di Even sul colesterolo. Così puo’ vedere con i suoi occhi come i calcoli molte volte non quadrano.

  • giorgio rapanelli ha detto:

    Porti “aperti”?
    10, 100, 1000 Oseghale, fatti entrare clandestinamente, senza controlli, per 10, 100, 1000 Pamele…

  • dfghjkl ha detto:

    Ma ‘sta Eloisa chi è?
    E’ quella Elisa che diceva: “…i fascisti e i nazisti erano cattolici, Mussolini era cattolico… i catto fascisti e i catto nazisti hanno sterminato gli ebrei… “? 😀 😀 😀
    [ http://www.marcotosatti.com/2018/08/14/i-cristiani-gli-ebrei-e-lalleanza-conversione-sostituzione-la-bomba-di-benedetto/#comment-51964 ]
    Se conosce il Vangelo come conosce la Storia, andiamo bene… 😀 😀 😀 😀 😀 😀

  • Mac ha detto:

    Agli occhi di Dio siamo tutti poveri !

  • deutero.amedeo ha detto:

    Domanda indiscreta

    I soldi che Mahmood ha incassato e incasserà per aver vinto il Festival e aver cantato SOLDI li ha dati e li darà tutti ai poveri ?

    Come fa Eloisa con lo stipendio che incassa per fare la rompiscatole nei blog ?

    Mah, posso dire mah?

    • Eloisa ha detto:

      Domanda (che non verrà pubblicata):
      Come fa il gestore del blog a far passare le sue cavolate mentre i miei commenti li blocca puntualmente?
      Perché vi danno tanto fastidio? Forse perché la verità vi fa male?

      • wp_7512482 ha detto:

        Ma se sono cavolate, perché le infesta di commenti su cui preferisco stendere un velo pietoso (e per bontà verso di lei non li pubblico)? Usi quel tempo per compiere azioni misericordiose, no?

      • virro ha detto:

        Con chi ha scommesso, che ci darà fastidio?

  • virro ha detto:

    “Disse allora Gesù: “”Forse anche voi volete andarvene?” Gli rispose Simon Pietro: “”Signore da chi andremo? Tu hai parole di vita eterna; noi abbiamo creduto e conosciuto che tu sei il Santo di Dio””….” (Gv 6,67-69)
    In questa chiesa idolatra, fatta di soldi, sesso, prepotenze, menzogne (perché la verità non deve parlare) proprio non trovo la mia collocazione.
    Santa Teresina di Gesù Bambino diceva: Non cerco le consolazioni di Dio, ma il Dio delle consolazioni.
    Ma qui il consolatore chi è?
    Il Dio di questa Chiesa chi è?
    Lo Spirito del Signore riempie l’universo, chi lo proclama?

    Dott. Tosatti non si stanchi

    W Gesù W Maria la Tota pulchra

    • deutero.amedeo ha detto:

      il consolatore chi è?
      Qui díceris Paráclitus,
      Altíssimi donum Dei,
      fons vivus, ignis, cáritas,
      et spiritalis unctio.

      Nihil amoris Christi praeponere
      et de dei misericordia numquam desperare.

      ciao.

      • deutero.amedeo ha detto:

        E intanto siamo arrivati a – 2 !
        Meno due giorni da quella che tutti speriamo sia l’inaugurazione di Via Papa Francesco in tutti i paesi dell’Orbe Terracqueo.

  • Boanerghes ha detto:

    A Ferrara, parrocchia di San. Giuseppe lavoratore, c’era un grande cartello con su scritto: BEATI I POVERI. GUAI A VOI RICCHI.
    Ho capito subito l’antifona, il vangelo di Luca riporta le beatitudini in modo diverso da Matteo, che dice: Beati i poveri in spirito.
    Omelia dal particolare sfondo sociale, con un riferimento allo sfruttamento degli africani nelle campagne di gioia Tauro ( 3 euro l’ora) dove è morto in una baraccopoli una persona a causa di un incendio.
    Il parroco sembra avere problemi di stomaco quando mangia ” la pasta alla pummarola”, pensando alla paga di 3 euro al giorno per questi immigrati.
    Tra me e me sinceramente pensavo: magari mangiassimo i pomodori del sud Italia, sono molto buoni, secondo me molti pomodori sono di importazione perché costano meno. (la piaga del lavoro nero e del caporalato non si affrontano in Chiesa).
    Il padre nostro viene recitato già da molto tempo secondo la nuova versione.
    Ma quello che più mi ha dispiaciuto, anzi scocciato, è la frase del parroco all’omelia: GESU’ SI È FATTO PECCATO.

    • carlone ha detto:

      Era solo un cartello di dura denuncia :

      BEATI I POVERI .GUAI A VOI RICCHI..oni

      Comunque se è rimasto sconcertato dalla frase dell’omelia , per lo meno saprà che viene dalla seconda lettera Tessalonicesi

      20In nome di Cristo, dunque, siamo ambasciatori: per mezzo nostro è Dio stesso che esorta. Vi supplichiamo in nome di Cristo: lasciatevi riconciliare con Dio. 21Colui che non aveva conosciuto peccato, Dio lo fece peccato in nostro favore, perché in lui noi potessimo diventare giustizia di Dio.

      • Boanerghes ha detto:

        Non mi risulta sia la lettera seconda si tessalonicesi.
        E mi ricordo invece la traduzione: Dio lo trattò da peccato.

      • Boanerghes ha detto:

        La citazione è 2 Cor, 5-20.
        Preferisco la traduzione precedente: Dio lo trattò da peccato.
        Avendo studiato in seminario, conosco bene le beghe ed i litigi dei biblisti sul fatto di tradurre in un modo o nell’altro.

      • Vittorio ha detto:

        Bisogna ricordare una cosa. Tutti siamo peccatori dinnanzi a Dio. Il fariseo e il pubblicano. Il giudizio ultimo spetta a Lui.

        @ A volte tornano (non so dove mi ha scritto)

        Non so cosa sono. Per grazia riesco ancora a credere in Dio. Senza paura. Ma senza merito. In fondo nella mia visione della vita esistenzialista e nichilista mi sembra un miracolo.

        https://www.ragusanews.com/2019/02/18/cultura/eucarestia-pescatore-fabrizio-andre/96728

  • Antonello ha detto:

    Credo che la mani che tiene la spilla sia quella del sacerdote e non di Bergoglio. In questo caso siamo di fronte non a un Papa che espone spillette varie, ma a un prete superficiale con manie di protagonismo.

    • Grog ha detto:

      Le cose sono due: o ci vedi male oppure il decerebrato ridens é l’uomo di gomma dei fantastici quattro sotto false spoglie.

    • Rafael Brotero ha detto:

      “E successo quando don Nandino Capovilla, parroco a Marghera (Venezia), si è avvicinato a Papa Francesco nel corso dell’incontro sulle Migrazioni a Sacrofano. «Ha visto la spilletta che tenevo in mano e gliene ho spiegato il significato», racconta don Nandino. «Così Francesco l’ha presa e si è fatto scattare una foto tenendola in mano». C’è scritto: “Apriamo i porti!”. Al pontefice, riferisce il sacerdote Veneto, «la spilla deve essere piaciuta perché ha chiesto di tenere per sé quella con cui ci ha regalato l’emozione di questa foto»”.
      (http://www.secoloditalia.it/2019/02/selfie-papa-bergoglio-la-spilla-apriamo-porti/)
      Nice try tho.

  • Paolo ha detto:

    Egregio dr. Tosatti, seguo sempre i suoi arguti e graditi articoli e spero continui molto a lungo a proporceli.

    La prego di scusarmi se esco fuori tema, ma non avendo altro modo per scriverle approfitto di questo spazio, l’unico che ho trovato.

    So che non è un argomento tanto importante, ma oggi ho scoperto che esiste una squadra vaticana di cricket (purtroppo non posso allegare qui foto e fonti).

    Non so se sia giusto parlare di ambiguità o ipocrisia clericale, ma di poco buon gusto forse sì.

    Non conosco i preti che la compongono, saranno tutti santi, non li giudico proprio, ma magari non usano sempre il clergyman, però proprio quando forse farebbero meglio a non usarlo invece lo indossano.

    E’ da almeno 40 anni che in commercio esistono tute sportive molto eleganti e decorose, non potrebbero usarne una ben fatta anziché andare in giro con un clergyman… con una giacca color giallo canarino?

    Infatti, visto che parliamo di sport, tutte le squadre sportive hanno tute e scarpette sportive di rappresentanza, magari coi colori nazionali.

    Ho i capelli grigi e mi vengono in mente certi seminari e parrocchie dove fino ai primi anni ‘60 si giocava a calcio in abito talare!

    Non so se lo spettacolo era più ridicolo o più comico… comunque… pietoso era!

    Ma un paio di pantaloncini e di scarpette, come facevano le persone normali, non si potevano usare?

    O era già peccaminoso vedere le gambe di un seminarista (o chierichetto), anche se stava solo giocando a calcio?

    Non chiedo tanto, solo un po’ di normalità, di sana… normalità.

    O forse pretendo troppo dr. Tosatti?

    Lo sport ha un suo linguaggio e anche un suo abbigliamento che vanno rispettati, come pure un abito religioso, e le commistioni raramente sono di buon gusto.

    Che problema c’è se un religioso o un sacerdote nel luogo e momento opportuno vestono come si addice a degli sportivi?

    Purtroppo si continua ancora scherzare con le cose serie e a prendere sul serio le cose banali.

    Povera Chiesa di Dio, veramente solo il Signore può salvarci!

    Distinti saluti

    Paolo Mayer

    • gabriele ha detto:

      Anche nei seminari dei lefebvriani e tradizionalisti vari, i seminaristi giocano a calcio in talare, e pure i preti che giocano coi ragazzi… basta vedere le foto sui loro siti… in effetti trovo la cosa abbastanza pietosa, credono che indossare un paio di pantaloncini al ginocchio sia peccaminoso

  • Grog ha detto:

    Ho sempre trovato di pessimo gusto ironizzare sull’aspetto fisico delle persone, però in questo caso non riesco a trattenermi (il Signore mi perdoni): il tizio sghignazzante travestito (malamente) da prete, nella foto accanto al tenutario di S.Marta, mi fa pensare che il buon Darwin non aveva tutti i torti nel far discendere l’uomo dai primati.

    • Gian Piero ha detto:

      E poi fanno i convegni sui giovani per chiedersi perche la maggioranza dei giovani scappi a gambe levate dalle parrocchie dopo la Prima Comunione: con davanti facce simili…da commessi viaggiatori del sacro che ti vogliono vendere la loro merce…
      dei giovani sani non possono che scappare…Aiutoooooo! 😱

  • Eloisa ha detto:

    Caro Tosatti, lei ride alle scemenze del suo amico, ma non c’è niente da ridere.
    La domanda di Dio: “Caino, dov’è tuo fratello?” non è affatto una scemenza di cui ridere. Tutt’altro.
    In questo tempo dominato dalle scemenze e dall’indifferenza verso quelli ( e sono proprio tanti) che stanno male, fa bene il PAPA a ricordarci che quella domanda è rivolta a tutti noi. Molti se ne sono dimenticati, e sono proprio quelli che idolatrano i soldi. Ma si sentono a posto con la coscienza perché vanno in chiesa la domenica, ringraziano Dio biascicando preghiere che non servono a nessuno, criticano il prossimo che è diverso dal loro buonismo d’accatto, leggono qualche paginetta delle Sacre Scritture senza capirne un tubo.
    No, non c’è niente da ridere, caro Tosatti. Ci rifletta un po’.

    • wp_7512482 ha detto:

      Si rende conto di quante persone, peraltro a lei sconosciute, ha criticato accusato e giudicato in poche righe? Ha deciso che le loro preghiere non servono a nessuno. Non è che si prende per Qualcun altro?

      • Eloisa ha detto:

        No, Tosatti, sono più che convinta che le preghiere fatte in chiesa, se si resta indifferenti alle condizioni del prossimo in difficoltà, non servono a nulla.
        Si arriva al cuore di Dio passando per il prossimo. Lo ha mostrato in piena evidenza Gesù il Cristo. Lo ha detto bene san Giacomo.
        In questo nostro mondo la vita è data dalle relazioni interumane. Altrimenti non ci sarebbe senso per la nostra esistenza.
        Se in questa rete si crea una falla d’ Amore, a quel punto lì il flusso divino si interrompe. E il Regno di Dio tarda a compiersi.
        Hai voglia di rivolgere preghiere al Signore; resteranno vuote.
        Non sono Dio, io, ma il Vangelo lo conosco, eccome!

        • wp_7512482 ha detto:

          Posso dire che sono idee assolutamente sue? E che si comporta esattamente come se lei fosse Qualcuno? Conosce anime, intenzioni, situazioni, drammi? E giudica, giudica, giudica…Nolite iudicare, misi iudicamini…

          • suor agrippina ha detto:

            Scusi WP, se si riferisce all’ultimo intervento di Elisa, quello che ha scritto NON sono idee sue. Chi non è d’accordo può anche farsi buddista, che cristiano non è. Se invece sono idee sue i giudizi che da sugli altri, allora è vero.

          • Anima smarrita ha detto:

            E noi altri non conosceremmo il Vangelo??? Grazie, dott. Tosatti, per aver ricordato quel : “non giudicate, per non essere giudicati”. E ricordo bene l’ altro versetto da lei richiamato in una risposta di alcuni giorni fa, quell’ invito a liberare il proprio occhio dalla trave, prima di valutare la pagliuzza nell’occhio del fratello. Ma come è. difficile testimoniarlo…il Vangelo!!!

        • virro ha detto:

          NO Eloisa: si arriva al cuore dell’uomo passando per Dio (meglio dire passando per Gesù Cristo).
          Mt 26,11…. “i poveri infatti li avete sempre con voi, me, invece non sempre mi avete…”
          E se si perde Gesù cosa diamo al prossimo? i sogni dell’El Dorado?

          Si, aiutiamoci a conoscere bene il Santo Vangelo

          Mt 28,18 ….”Mi è stato dato ogni potere in cielo e in terra. Andate dunque e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro ad osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo”

          Ma Padre Bergoglio -Papa Francesco – ha già detto che Dio non è cattolico,
          che Gesù è un alieno,
          che Gesù si fatto peccato
          che Gesù è andato contro la morale (giustificando coloro che volevano lapidare la prostituta)
          quanto altro è stato detto………!

      • Maria Cristina ha detto:

        Eloisa una buona notizia Dio esiste!
        E una cattiva notizia: non sei tu!
        Ridicolo il giudicare della importanza o meno preghiere degli altri, ridicolo per non dire meschino, suppongo che Eloisa in chiesa spii il vicino che prega e sghignazzi tra se’ :tanto le tue preghiere non servono a nulla!

      • deutero.amedeo ha detto:

        Mi sa che questa conosce il Vangelo dei Testimoni di Geova.

    • Ioannes ha detto:

      Mi dispiace per lei, ma questa cosa poteva funzionare una volta, non di certo oggi… “È la nuova ipocrisia: un tempo i disonesti tentavano disperatamente d’esser considerati onesti. Oggi gli onesti tentano disperatamente d’esser considerati disonesti” Il Cristo dell’altar maggiore di un prete, che molti di voi conoscono. Quello che voglio dire è che per essere considerati brave persone è inutile pregare e andare alla Messa. Per essere considerate brave persone oggi è necessario insultare quelli che pregano dicendo che molto spesso si disinteressano delle cose concrete, della carità ecc… Questi sono i veri pregiudizi (come quello che il padrone è sempre lo sfruttatore che abbiamo ereditato dal nostro amico Carlo Marx). Che uno che prega debba essere caritatevole con i fratelli (è in primis con il prossimo che il Signore gli ha mandato, ovvero i familiari, anche se non va di moda come aiutare gli immigrati) mi sembra abbastanza logico e ragionevole e anche il dott. Tosatti credo che possa convenire con me. O sbaglio? Deus Caritas est

      • Eloisa ha detto:

        Scusi tanto, secondo lei gli immigrati non sono “prossimo”?
        E poi le chiedo: se lei avesse davanti due persone che chiedono pane, una facente parte della sua famiglia o del suo condominio, l’altra non conosciuta o nera, a chi darebbe il pane di cui lei dispone? Lo darebbe solo al suo familiare lasciando l’altro a grattarsi la pancia vuota?
        Risponda, prego. Chi è il suo prossimo?

        • iuytr ha detto:

          Se avesse 35 euro al giorno, li darebbe a una famiglia che fino a ieri ha pagato le tasse e ora, perso il lavoro, si è ridotta a vivere in macchina (che le viene anche sequestrata perché non ha pagato il bollo) o al primo giovanotto africano che ha deciso di cercare la fortuna in Italia tanto, nel mentre, lo mantengono gli italiani?
          Non risponda prego, non ce ne importa

        • Ioannes ha detto:

          Sono molto contento di risponderle… Prima di tutto potendo lo darei ad entrambi (se come ha detto lei sono realmente bisognosi) e non come molti di quelli che vengono alla Caritas (e parlo perché vedo e non per dare aria ai denti) per ogni minima cosa. Ho visto persino una famiglia chiedere della legna per l’inverno e dopo che un signore che ha voluto rimanere anonimo gliel’ha donata gliel’hanno rimandata indietro perché brutta.A parte il fatto che per me stesso (che me la taglio da solo) prendo su sia quella bella che quella brutta e che se uno mi fa un regalo lo ringrazio di avermi dato quello che aveva. Vedo che da questo punto di vista lei abbia il pregiudizio che i cattolici che non sono proprio d’accordo con la linea di Bergoglio siano razzisti. Infatti mi ha subito fatto L’esempio dell’immigrato nero e non dell’anziano per esempio. Mi sembra ovvio, ma di questi tempi bisogna ripetere persino le cose più banali, che tutti gli uomini siano capaci di Dio quanto me e quindi anche “l’immigrato nero” del suo esempio. Quello che voglio dire è che spesso ci si scorda che il nostro prossimo più vicino è la nostra famiglia. Madre Teresa diceva a chi voleva venire con lei che prima di tutto L’India è a casa propria. Se uno scappa dalla guerra o da una situazione disastrosa nessuno ha mai detto di lasciarlo dov’è. Noi parliamo in primis delle migrazioni economiche che spesso gli stessi vescovi locali scoraggiano perché privano quelle terre dei giovani. Non vedo l’ora che questo falso buonismo passi e ci si ricordi che “Deus Caritas est”, e che l’Amore è fatto di misericordia e di giustizia. Il resto è ideologia. Mi chiedo perché questo baccano lo fa qui e non per esempio quando si parla per esempio dell’aborto o degli abusi di cui Bergoglio si è rifiutato di rendere ragione. Ideologia, solo ideologia non carità cristiana.

  • Marco Matteucci ha detto:

    Ha ragione Renato Zero: “VIVA LA RAI CHE CI FA CRESCERE SANI!!!!” … E ANCHE LA CHIESA, AGGIUNGO IO!!!

  • Catholicus ha detto:

    Apriamo i porti, ci raccomanda papa Francesco, facendo bella mostra della spilla propagandistica. mi vien da pensare “ma quanti porti vanta lo stato Città del Vaticano?” (analogamente a quanto disse quella volta Stalin “su quante divisioni può contare il papa?”). A questo mia angosciante dubbio risponde l’Ammiraglio in capo del Vaticano, su precisa richiesta di Aldo Maria Valli :
    https://www.aldomariavalli.it/2019/02/18/intervista-allammiraglio-del-vaticano/
    Non c’è che dire, Kafka o Freud non avrebbero saputo far di meglio, complimenti.

  • Anima smarrita ha detto:

    In punta di fioretto l’ironica intervista di A. M. Valli “all’ammiraglio del Vaticano”, Touché!
    https://www.aldomariavalli.it/2019/02/18/intervista-allammiraglio-del-vaticano/

  • Gene ha detto:

    Vi invito a leggere l’articolo di Nino Spirli sul suo blog de Il Giornale…interessante e armiamoci di santa pazienza….disobbedienza… Saluti dalla Sardegna…”a chentannos mezzus”

  • deutero.amedeo ha detto:

    Amico Tosatti,
    lo so che il suo non è un blog umoristico, ma le notizie serie che lei spesso riporta inducono a farlo diventare tale.
    Oggi a seguito della meditazione mattutina di S.S. su Caino e Abele mi sono ricordato una storiella raccontatami tanti, tanti anni fa da un mio collega e amico zenese di Zena.
    Eccola:
    L’umanità si divide in due gruppi: i discendenti di Caino — i caininati– e i discendenti di Abele — gli abelinati– . Questi ultimi sono in grande maggioranza.

    Good afternoon! Deutero.

    • wp_7512482 ha detto:

      :-))))

      • Vittorio ha detto:

        La battuta e’ buona. 🤣 Ma dato che oggi non sono ancora intervenuto approfitto…😎 Nelle mie disordinate letture dovute anche a mia moglie emerita, mi sono imbattuto nei CAINITI. Ma non ricordo chi potessero essere, sempre siano esistiti e non siano inventati da Dan Brown et similia.

  • a mano e in lavatrice ha detto:

    La sala stampa vaticana ha scritto che spretano mccarrick per “sollecitazione in Confessione e violazioni del Sesto Comandamento del Decalogo con minori e adulti”, http://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino/pubblico/2019/02/16/0133/00272.html

    il 14 settembre 2018 Andrea Tornielli scriveva “No, McCarrick did not have homosexual relations.”
    https://www.lastampa.it/2018/09/14/vaticaninsider/mccarrick-case-abuse-and-clericalism-doubts-on-his-appointment-u1ESkTTuDckA5ldvKTiXeN/pagina.html

  • deutero.amedeo ha detto:

    Per il corrente Carnevale.
    Parrocchia di Vattelapesca.
    Ex teatro dell’ex oratorio.

    Cartellone della stagione 2019 :

    – Così fan tutte

    – La Traviata

    -La Vedova allegra.

    Buon divertimento.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Il parroco è stato duro coi ricchi? E’ Gesù che non scherza.
    Secondo Vangelo e Catechismo la ricchezza è lecita solo quando il ricco non la considera come propria, ma la mette al SERVIZIO degli altri. A cominciare dalle NECESSITA’ della propria famiglia, naturalmente, ma ciò non giustifica l’accumolo esagerato di beni e i lussi.
    Su questo ha ragione il Papa.
    Chi guadagna molto è solo un amministratore dei beni di Dio.
    Altrimenti Gesù avrebbe dichiarato beati i ricchi.

    Non parlo della CEI, ormai votata alla politica e di conseguenza agli affari.
    Mi è stato riferito di un Vescovo che sebbene abbia ricevuto una grande eredità da parte di qualche fedele, ha licenziato varie persone che lavoravano per la diocesi.
    Spesso i Vescovi si comportano come imprenditori senza scrupoli. Per questo quando parlano di poveri e di migranti non sono credibili, anzi, spesso sotto c’è il trucco per fregarti.

    Riguardo al selfie del Papa: pura ideologia.
    Certo, nell’incontro personale, i migranti che si incontrano vanno aiutati, se hanno vero bisogno. Collaboro con la caritas e ne so qualcosa.
    Ma incentivare le partenze è un atto criminale.
    Forse il Papa non lo sa, ma da quando è andato a Lampedusa gli integralisti islamici, favoriti dalle multinazionali, hanno aumentato le azioni di guerra e più gente è emigrata.
    Cioè: più morti ammazzati, decine di migliaia di morti nella traversata del deserto e miugliaia in mare.
    Che il Papa, certamente non volendo ma, anzi, volendo aiutare i poveri, stia contribuendo ad una carneficina?
    Di fatto, con gli stessi soldi spesi per l’accoglienza, promuovendo pace e sviluppo in Africa, si sarebbero potute salvare forse milioni di persone da povertà, malattie, guerre, deserto e mare.

    • Anima smarrita ha detto:

      E non sarà che con il suo “martellamento” a senso unico stia contribuendo ad incattivire gli animi di un popolo, quello italiano- il mio, il nostro- ben noto per la sua generosità e solidarietà (senza trascurare quell’ “accoglienza” sempre praticata senza lesinare risorse) che risponde ai tanti appelli in ogni occasione e per ogni necessità? E non occorre stilare la lista delle varie iniziative e campagne promosse al solo scopo di contribuire, ciascuno nei limiti delle proprie disponibilità, ad alleggerire il peso delle “nuove povertà” ai poveri che sono davanti ai nostri occhi.

    • alcuino ha detto:

      “Ma incentivare le partenze è un atto criminale”.

      hai ragione, infatti nel selfie non c’è scritto “incentiviamo le partenze”. Ottima osservazione. Grazie.

      • wp_7512482 ha detto:

        No, incentiviamo gli arrivi. Quanto è diverso…

        • suor agrippina ha detto:

          Se uno è partito, da qualche parte deve pur arrivare. La soluzione compatibile con la morale cattolica non è sicuramente lasciare delle persone in mare, ma agire con arte politica per evitare che avvengano gli imbarchi o che siano almeno regolamentati. Pare molto strano che l’Europa non abbia muscoli sufficienti per fare braccio di ferro con popolazioni e/o governi nordafricani.

          • Vittorio ha detto:

            Vi posso dare una testimonianza “de visu” essendo alla frontiera con la Francia. Ora non staro’ a vedere PERCHE si e’ attaccato Gheddafi , tanto non sembra importare molto.
            Molti migranti vogliono andare in Francia, per poi andarechissa’ dove. Vengono respinti. Quando c era Gheddafi non se ne vedeva uno!
            Io non so cosa facesse Gheddafi ma penso che le diplomazie (compreso quella vaticana magari) lo sapessero……Per rispondere…bisognerebbe mettere un altro Gheddafi . Ma poi non bombardato per motivi umanitari. E poi chiudere la frontiera francese a quemotivi umani troppo umani. Mah

            Sulla immigrazione pure io sono contro Bergoglio però son pure perplesso sulla mancata contraccezione in Africa.

          • Vittorio ha detto:

            Non c e piu un governo nordafricano in Libia . Mi pare. E’ come in Iraq. Portano le democrazie. Per me molto dell’ Isis erano ex militari di Saddam rimasti disoccupati . Attendiamo un altro attacco intelligente 😉

  • Donna ha detto:

    Anche nella chiesa ove sono andata ieri a messa campeggiava la scritta “beati i poveri,…guai ai ricchi” , era su quei “poster” giganti che penso diramano le diocesi…ergo…
    A me ha dato parecchio fastidio…esempio di come estrapolare dal contesto una frase a proprio uso e consumo

  • Valeria Fusetti ha detto:

    Carissimo dr Tosatti, perchè stupirsi ? Amareggiarsi e lanciare un grido di AIUTO ! magari a Maria Santissima, come fa Matteucci si, ma stupirsi no. Infatti basta fare qualche giro in Internet per avere alcune informazioni, magari da un “Uomo giusto al posto giusto” ! Ha presente il famoso eresiarca Leonardo Boff, ex francescano, ex teologo, ex cristiano. Almeno questo non è gesuita … ma è molto, molto amico di papa Francesco, e lo cita spesso. Dunque tempo fa ho deciso di seguire questo signore che, per carità, ha un’aria simpatica È un vecchio signore, pieno di verve e di vitalità, evidentemente la sua ultima invenzione, che lui ha definito “Ecoteologia” lo stimola e lo rende felice. Così l’ho seguito anche sul canale you tube UNA Multimedia, che è gestita da Alberto Salom, Rettore dell’Università Nazionale del Costa Rica, dove il 26 gennaio 2018 è stata postata un’intervista al nostro ecoteologo (a proposito anche lui di origine italiana. Ma va?). Il titolo, per chi volesse documentarsi è “Incontro con Leonardo Boff- Teologo y Ambientalista Brasileno”. Filmato molto bello anche dal punto di vista naturalistico, la Madre Terra, nella versione Amazzonica (ricorda qualche cosa?) è veramente accattivante, con gli immancabili balli e canti in costumi tradizionali. E qui a quanto pare la Tradizione è portata in palma di mano… Infatti la foto di copertina ritrae il nostro felice papa regnante, sorridente e con un agnello sulle spalle, nella tenuta ecologica del nostro ecoteologo. Nell’intervista, oltre spiegare al dr. Salom, estasiato, cos’è l’Ecoteologia de la Liberaciòn , ribadisce che ciò che lo rende felice è che: anche il papa è andato dalla sua parte, che il papa l’ha assunta tambièn”. Invece in due scritti dell’ 11 e il 13 c.m.firmati da Nathalia Tolodo Urban uno e Roberto Malvezzi l’altro da leonardoboff.wordpress.com, riporto solo alcune frasi, che compendiano la “ricchezza” di questa Ecoteologia de la Liberaciòn, consigliandone la lettura (in spagnolo, inglese, italiano, francese) a chi potrebbe essere interessato/a ad approfondire l’argomento, qualsiasi possa essere la ragione. Dunque: Il Movimento (NOTA che fa capo a questa Ecoteologia) non è basato sull’interpretazione della realtà dal punto di vista ecclesiastico, ma dalla realtà della povertà e dell’esclusione. I teologi che l’hanno elaborata hanno un’interpretazione analitica e antropologica della fede Cristiana. Ma, occorre aggiungere, nel tempo alcune altre correnti si sono aggiunte al Movimento, che ha assorbito le credenze della religione Umbanda (un tipo di religione afro-brasiliana), dello Spiritismo, dell’Islam, e anche dello Sciamanesimo.” Naturalmente il Movimento è estremamente favorevole alla lotta delle donne e degli omosessuali per la loro liberazione. Ecco qua, mi sembra proprio che il dr. Boff possa avere un buon posto nella graduatoria de “Gli uomini giusti al posto giusto”. Cosa ne dite ?

  • deutero.amedeo ha detto:

    –Come a Caino, il Signore rivolge anche a noi oggi la domanda: “Dov’è tuo fratello?”. — (Papa: omelia del 18/02/2019)

    https://www.vaticannews.va/it/papa-francesco/messa-santa-marta/2019-02/papa-francesco-messa-santa-marta-fratelli.html

    Benissimo, come dire :–Francesco, dov’è tuo fratello Viganò?–

    Per avere la risposta andare al link su riportato.

    • alcuino ha detto:

      Risposta necessitata: “E’ mio fratello Viganò ad essersi nascosto”. 🙂

      • wp_7512482 ha detto:

        Avrà i suoi motivi…certe volte è opportuno non farsi trovare da certi “fratelli”…:-)))

        • deutero.amedeo ha detto:

          Beati i perseguitati per causa della giustizia,
          perché di essi è il regno dei cieli.

          • Paolo ha detto:

            Quindi ci sono speranze pure per Marcinkus 🤣 ok che il Vaticano lo protesse ma la giustizia italiana lo perseguitava.

          • deutero.amedeo ha detto:

            Precisiamo:
            Perseguitati per causa della giustizia, non significa perseguitati dalla Giustizia ( quella che dovrebbe essere uguale per tutti e che invece per alcuni è più uguale che per altri), ma per la loro giustizia, per il loro essere giusti. E’ diverso.

        • Alessandro ha detto:

          Caino ha risposto “sono forse io il custode di mio fratello?” Bergoglio inveve vorrebbe essere il custode del fratello vigano’, un custode in stile Castel Sant’Angelo piano segrete 😂

  • Maria Cristina ha detto:

    se volete un consiglio, non fatevi prendere dalla disperazione e come dice il mitico father z “keep calm and go to the Tridentine Mass ” Cercate nella vostra città o nei dintorni una chiesa dove venga celebrata la Santa Messa VETUS ORDO. (io a Milano vado a quella in piazza Cairoli a Santa Maria della Consolazione
    per chi volesse informazioni :
    https://it-it.facebook.com/messatridentina/ )

    ormai l’abuso liturgico e le omelie aberranti nelle parrocchie sono la norma non l’eccezione. Forse quando i parroci troveranno le chiese vuote del tutto(, già sono mezze vuote) ritorneranno alla ragione e si accogeranno di avere a lungo delirato Ll’impazzimento collettivo dei preti , anche dei parroci anziani e cosiddetti pii , è ormai un fenomeno talmente eclatante da dover essere materia di studio psichiatrico.
    Ripeto unica salvezza : frequentare la Santa Messa Vetus Ordo dove le omelie , come minimo, iniziano e terminano con Laudetur Jesus Cristus

    • Catholicus ha detto:

      “Ll’impazzimento collettivo dei preti , anche dei parroci anziani e cosiddetti pii” .: condivido con dolore queste sue parole, cara Cristina, poiché ho un amico sacerdote, ultraottantenne, cordiale, serio, professorale, non fa omelie sfacciatamente moderniste (cattocomuniste, pro Lgbt, pro migranti), ma guai a esporgli dubbi su Bergolgio: dribla le domande, depista, propone articoli elogiativi (da decerebrati) del papa, oppure tace. Che tristezza, e questo è uno dei migliori dei tanti preti che conosco !

      • deutero.amedeo ha detto:

        Che sono poi quei preti che scoprono oggi che la Chiesa ha sempre pregato al plurale e anche gli ebrei prima di Gesù (vedi ad esempio i Salmi di lamentazioni e implorazioni collettive) .

        Prega per noi peccatori dell’Ave Maria, l’ora pro nobis delle litanie dei santi e delle litanie lauretane, dona eis domine nel requiem. Te Deum laudamus, Salve Regina.. spes nostra…, sono tutte scoperte di questo papa d’importazione.

        Allora ti dicono, conformemente al Bergoglio docet , che il pane lo devi chiedere per tutti, ma dei peccati devi preoccuparti solo dei tuoi, non di quelli degli altri. Quindi pregare e agire per la conversione degli altri ….nisba! non è cristiano. Soprattutto se gli altri sono cardinali, vescovi , sacerdoti e il sommo sacerdote.

  • MASSIMILIANO ha detto:

    Ma che bello!!! Abbiamo utenti che si scandalizzano per l’uso della parola f……i e poi manco una parolina su queste performance “straordinarie”…Chesterton:”La grande marcia della distruzione intellettuale proseguirà. Tutto sarà negato. Tutto diventerà un credo. È una posizione ragionevole negare le pietre della strada; diventerà un dogma religioso riaffermarle. È una tesi razionale quella che ci vuole tutti immersi in un sogno; sarà una forma assennata di misticismo asserire che siamo tutti svegli. Fuochi verranno attizzati per testimoniare che due più due fa quattro. Spade saranno sguainate per dimostrare che le foglie sono verdi in estate. Noi ci ritroveremo a difendere non solo le incredibili virtù e l’incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Combatteremo per i prodigi visibili come se fossero invisibili. Guarderemo l’erba e i cieli impossibili con uno strano coraggio. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto.” Parliamone… Saluti.
    Massimiliano.

  • Marco Matteucci ha detto:

    Nel frattempo chiude la Cattedrale di Santa Caterina a Utrecht: in Olanda la Chiesa Cattolica è in svendita, la secolarizzazione è finalmente riuscita ad espugnare il cattolicesimo.
    …AVANTI TUTTA VERSO LA FINE!

    • Marco Matteucci ha detto:

      Il Catharijne convent, il museo d’arte religiosa adiacente al plesso ecclesiale è già pronto a subentrare nella gestione dell’immobile dopo la sua sconsacrazione.
      La chiusura dell’edificio religioso è considerata da molti cattolici una catastrofe, perché la cattedrale di Santa Caterina oltre ad essere la più importante ed imponente delle chiese olandesi è anche la sede dell’arcivescovo di Utrecht, il più alto esponente della Chiesa Cattolico Romana nei Paesi Bassi. Per questo motivo Utrecht dovrà trovare al più presto una nuova cattedrale e questa è la prima volta che il problema si presenta dal lontano 1853, quando Santa Caterina venne ceduta ai cattolici dai protestanti dopo che questi l’avevano usata fin dal 1636.
      Il cardinale Wim Eijk, arcivescovo di Utrecht, oggi sta chiudendo casa sua a causa della selvaggia secolarizzazione del paese che in Olanda causa una perdita di oltre il 5% di fedeli cattolici ogni anno.
      E tanti di coloro, a cominciare dal papa, che oggi si preoccupano escklusivamente di INTEGRAZIONE non riescono, non dico a contrastare, ma nemmeno a scorgere questo squallido e minaccioso deserto della fede che avanza indisturbato e inesorabile. COMPLIMENTI!!!

    • Marco Matteucci ha detto:

      Dismissione St. Caterina

      A nome dell’Unione del personale delle parrocchie cattoliche di Utrecht si informa di quanto segue:

      La posizione finanziaria delle tre parrocchie, Ludgerus, Martinus e Salvator, mostra un deficit di bilancio annuale di oltre 4 mln. Gli edifici e i costi salariali sono gli elementi che maggiormente gravano su questo disavanzo. Questo fatto ci costringe a formulare piani alternativi che alla fine porteranno al loro sano funzionamento.

      All’interno della parrocchia di Salvator non è possibile mantenere in vita entrambe le chiese. Il PU ha inventariato un certo numero di aspetti di entrambe le chiese, come la vitalità della comunità di fede; la visita della chiesa; la posizione della chiesa; l’accessibilità; i costi operativi come luce, riscaldamento, assicurazione, ecc., così come i contributi dei fedeli e le spese di manutenzione.

      Tutti gli aspetti insieme rendono il Catharinakerk sostanzialmente più costoso della Chiesa di Sant’Agostino. Di conseguenza, il PU in linea di principio ha deciso di indicare il Catharinakerk al vescovo per poterlo dismettere, a tempo debito, dal servizio di culto.

      A tal fine, sono in corso colloqui esplorativi con il Museum Catharijneconvent come possibile nuovo proprietario. Dopo tutto, la cattedrale fa parte dello stesso complesso monastico medievale del museo. Se il Catharinakerk verrà alla fine dismessa dal culto, ciò implica anche che la funzione di cattedrale venga assunta dalla chiesa di Sant’Augustino. Questo è un processo in cui la Santa Sede deve essere coinvolta.

      Al momento tutto è ancora in una fase preliminare di esplorazioni, ma vorremmo coinvolgervi in questa fase iniziale. Non appena avremo maggiori informazioni, ne sentirete parlare e ovviamente le procedure previste dalle leggi della comunità saranno osservate con la comunità.

      Questa “sala riunioni” dovrebbe diventare la nuova cattedrale …INCREDIBILE!!! E POI SI LAMENTANO SE LE CHIESE SONO SEMPRE VUOTE!!!
      http://www.rkamsterdamwest.nl/locaties/augustinus

      Afstoting St. Catharina

      Namens de Personele Unie van de samenwerkende parochies van katholiek Utrecht informeer ik u over het volgende:

      De financiële positie van de drie parochies, Ludgerus, Martinus en Salvator, toont een jaarlijks begrotingstekort van meer dan 4 ton. De gebouwen en de loonkosten zijn daarin de grootste kostenposten. Dat dwingt ons om plannen te formuleren die op termijn leiden tot een gezonde exploitatie.

      Binnen de Salvatorparochie is het niet mogelijk beide kerken in gebruik te houden. De PU heeft een aantal aspecten van beide kerken geïnventariseerd zoals de vitaliteit van de geloofsgemeenschap; het kerkbezoek; de ligging van de kerk; de bereikbaarheid; de gebruikskosten zoals licht, verwarming, verzekering e.d., alsook de bijdragen van de gelovigen en de onderhoudskosten.

      Alle aspecten samen maken dat de Catharinakerk substantieel meer kost dan de Augustinuskerk. Dat heeft ertoe geleid dat de PU in principe heeft besloten op termijn de Catharinakerk aan de bisschop voor te dragen om aan de eredienst te onttrekken.

      Daartoe worden op dit moment verkennende gesprekken gevoerd met Museum Catharijneconvent als mogelijk nieuwe eigenaar. De kathedraal is immers onderdeel van hetzelfde middeleeuwse kloostercomplex als het museum. Mocht uiteindelijk de Catharinakerk aan de eredienst worden onttrokken, dan houdt dat tevens in dat de kathedrale functie naar verwachting in de Augustinuskerk zal worden ingericht. Dat is een proces waarbij de Heilige Stoel dient te worden betrokken.

      Op dit moment is alles nog in een voorfase van verkenningen, echter we hechten er aan u in een vroeg stadium hierin te betrekken. Zodra we meer informatie hebben, hoort u daarover en natuurlijk zullen ook de Kerkrechtelijk voorgeschreven processen met de gemeenschap in acht worden genomen.

  • Adriana ha detto:

    Questa neo-chiesa fa troppa ingerenza politica nella politica di casa nostra e mostra assai poca attenzione alla pulizia morale in casa propria. Chi sogna un trasferimento della Sede ( Peccatrice ) ad Avignone si rallegri ! Come ho già scritto , la sede del governo sotto il sole dell’avvenire sarà assai presto Napoli . Ggiggino de’ Magistris propone un referendum per render la città AUTONOMA , https://www.ilgiornale.it/news/politica/napoli-de-magistris-faremo-referendum
    A quale politica si ispira l’attuale pontificato ? Ma , a quella di certi teologi – de sinistra – bannati da Giovanni Paolo II .https://www.ilgiornale.it/news/mondo/ adesso-papa-francesco-riabilita-cardenal…
    ” Porti Aperti ” ! Il signore della foto mi ricorda i signori di Capalbio in maglietta rossa che “onorano” le risorse abbronzate con un monumento-barcone ma non le vogliono nel loro feudo

    • Lucia ha detto:

      L ‘ ingerenza e SOLO in Italia , non in Francia dove adesso sui treni diretti in Italia adesso per stanare i migranti usano gli spray urticanti intossicando anche i passeggeri (italiani in primis )paganti ….., non in Olanda quando le autorita scandalizzate dal fatto che i migranti sulla SUA nave ong potessero andare li …., non a Malta dove i migranti sono stati su una nave ong per 3 settimane davanti alle sue coste….Credo che dipenda dal fatto che molti continuano a dare soldi , soldi , soldi come ha detto il parroco di Mercogliano….La saluto

      • Lucia ha detto:

        Preciso che riguardo al parroco di Moiano sono lontana dal suo pensiero, se avessi sentito la canzone ” Soldi , soldi , soldi ” sarei scappata subito dalla chiesa e non ci sarei piu tornata ! Intendevo dire che quella canzone e il motivo principale dell ‘ ingerenza del vaticano e cei nelle vicende italiane .Buona serata a tutti.

  • Mazzarino ha detto:

    La parte istituzionale (umana) della Chiesa Cattolica è in fase di crollo finale. Nel post Concilio l’edificio pur gravemente lesionato era stato pericolosamente puntellato. Oggi se ne accorgono anche i poveri conciliaristi “in buona Fede”. Bergoglio, è onesto, a differenza dei suoi mandanti crede alla sua opera distruttrice, lo ha sempre detto apertamemnte e lo dice. Ha eliminato tutti i puntelli aao scopo di radere al suolo completamente l’istituzione Chiesa Cattolica Romana come voleva Dossetti. Come da cinquecento anni voluto da Lutero e dai Vescovi tedeschi. Siamo al dunque. E’ il momento delle scelte. Decidere di farla finita e restare sotto le macerie per fede nel CVII oppure allontanarsi un poco e uscire sul Sagrato per Fede in NSGC. E cominciare a ricostruire. Seguendo sua Madre, i suoi Apostoli, i Martiri ed i Santi. Secondo la Fede naturalmente ordinata che le famiglie cristiane ci hanno tramandato per 2000 anni. Sarebbe stato impossibile nei primi anni 70. L’informazione mancava, tutti i libri ante 1958 erano stati accuratamemte eliminati, in gran parte bruciati. Una nebbia fittissima agevolava il richiamo delle sirene post-conciliari. Oggi nel 2019 grazie ad internet è tornata la luce. Seguire Cristo ignorando Bergoglio è possibile. Sursum Corda. Non prevalebunt.

  • Marco Matteucci ha detto:

    Gli estremi di un cerchio inevitabilmente sempre si toccano. Riecco il rovescio della “Santa Inquisizione”: Se un tempo erano le teorie considerate contrarie all’ortodossia cattolica a infuocare la chiesa, oggi purtroppo sono la troppa ortodossia, il disprezzo del benessere economico e il potere dei soldi a farla “deragliare” dalla verità.
    Il guaio è che in mezzo a questo terremoto ci siamo tutti noi …. AIUTO!

  • Fabio ha detto:

    Buongiorno Tosatti,
    come sarebbe a dire ‘sfida ancora una volta la chiusura medievale del vaticano e celebra una messa in onore dei traguardi della comunità LGBT’ ?
    Semmai ASSECONDA il vaticano che attualmente fa di tutto, ma proprio di tutto, per sdoganare e nobilitare l’omosessualità al punto che sembra diventata una ‘conditio sine qua non’ per godere della stima e fiducia del misericordioso ed essere promossi ad alti incarichi.
    Sorge il dubbio che, quando scelse il nome da pontefice, capirono ‘Francesco’ ma in realtà abbia detto un’altra cosa.
    Sa com’è, sarà magari per via della pronuncia ma a volte proprio non ci si capisce……

  • Fabrizio Giudici ha detto:

    il parroco è persona modesta, ma pia e non di parte.

    Non rimarrà un gran che nella terra di mezzo: i parroci pii o prenderanno posizione netta contro questo scempio, oppure finiranno per adeguarsi. E ovviamente questo vale anche per i fedeli (in basso) e per i vescovi (in alto), dove ancora in molti tentano di barcamenarsi.

    La gente deve rendersi conto che di questi tempi è chiesta una scelta di parte netta: o di qua o di là.

  • Alessandro ha detto:

    È assolutamente vietato intonare nella chiesa o durante una celebrazione canti non liturgici o religiosi, ricordo che una volta durante un funerale il figlio del defunto voleva far intonare la canzone “volare” perché suo padre defunto era molto legato a quella canzone, allora il parroco si rifiutò e gli rispose ” dentro la chiesa e’ vietato, fuori la porta della chiesa potete cantare quello che volete, ma dentro non si può. Ma tanto ormai qui fanno tutti come gli pare, nessuno rispetta più nessuna regola, ormai la chiesa è diventata una giungla, ognuno celebra come gli pare, e poi proprio quelli che non rispettano nessuna regola hanno il coraggio con un ipocrisia disarmante di dire agli altri che vogliono seguire le regole sono “ribelli” sono contro la chiesa solo perché voglio seguire “La legge della chiesa” , è come se il poliziotto che vuole far rispettare la legge viene accusato di essere un criminale da un rapinatore di banche, abbiamo superato l’assurdo.

    • deutero.amedeo ha detto:

      Parrocchia di Vattelapesca.
      Programma per domenica prossima. Ore 11.
      Nell’ex salone delle celebrazioni liturgiche si reciterà la commedia “Ricordando l’Ultima Cena”.

      La recita sarà preceduta da avanspettacolo con racconti di barzellette piccanti sui cornuti sposati ed esibizione di
      24 ballerine nude 24.

      Al termine: Farsa.

      • Adriana ha detto:

        Deutero ,
        perchè non 24 ballerini/e nudi/e ? Pensa alla cattedrale di Vienna !

        • Paolo ha detto:

          @ Adriana

          Perché come dice il 13′ apostolo le donne devono essere sottomesse anzi propongo a fra Tosatti da Genova che tacciano nelle assemblee pure virtuali. San Paolo non aveva previsto il web.🤗

        • Paolo ha detto:

          Ballerini nudi? A me non piacciono. L’ uomo nudo e’ridicolo. La donna la guardo, dal punto di vista artistico , ovviamente.

        • Valeria Fusetti ha detto:

          Concordo con Adriana, è anche una questione di parità, di democrazia…Comunque mi par di ricordare che in una Messa presieduta dal card Marx tra i ballerini (non ricordo bene se erano uno o più), c’ era un bellissimo uomo di colore. C’era da chiedersi: va bene per gli spettatori (o fedeli visto che doveva essere una Messa) gay o donne, ma perché penalizzare in modo così poco democratico gli uomini ? Dove sarebbe la par condicio di questi ecclesiastici ? A me sembrano piuttosto di parte, per cui quel che va bene a loro… gli altri si aggiustino ! Questo si potrebbe chiamare “clericalismo”.

    • gabriele ha detto:

      Ma non paragoniamo Volare a Soldi e Modugno con Mahmood per favore…

      • Boanerghes ha detto:

        A Ferrara, parrocchia di San. Giuseppe lavoratore, c’era un grande cartello con su scritto: BEATI I POVERI. GUAI A VOI RICCHI.
        Ho capito subito l’antifona, il vangelo di Luca riporta le beatitudini in modo diverso da Matteo, che dice: Beati i poveri in spirito.
        Omelia dal particolare sfondo sociale, con un riferimento allo sfruttamento degli africani nelle campagne di gioia Tauro ( 3 euro l’ora) dove è morto in una baraccopoli una persona a causa di un incendio.
        Il parroco sembra avere problemi di stomaco quando mangia ” la pasta alla pummarola”, pensando alla paga di 3 euro al giorno per questi immigrati.
        Tra me e me sinceramente pensavo: magari mangiassimo i pomodori del sud Italia, sono molto buoni, secondo me molti pomodori sono di importazione perché costano meno. (la piaga del lavoro nero e del caporalato non si affrontano in Chiesa).
        Il padre nostro viene recitato già da molto tempo secondo la nuova versione.
        Ma quello che più mi ha dispiaciuto, anzi scocciato, è la frase del parroco all’omelia: GESU’ SI È FATTO PECCATO.

        • Daniele ha detto:

          Opera omnia. Sant’Alfonso Maria De Liguori.
          Considerazioni ed affetti sovra la Passione di Gesù Cristo.
          Oltre al catechismo.
          Studiare e agire.