VAMOS A LA PLAYA. IL VESCOVO CELEBRA IN BERMUDA SEDUTO, SULLA SPIAGGIA. ARGENTINA.

3 Febbraio 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Cari amici d Stilum Curiae, un blog al volo. Un amico mi ha mandato il link di “Adoracion e Liberacion”, un sito che non conoscevamo e a cui vi rimandiamo, per darci notizia di una messa certamente molto particolare celebrata da mons. Oscar Eduardo Minarro vescovo ausiliare della diocesi argentina di Merlo-Moreno, nominato nel settembre del 2016 a questo incarico. Una messa in bermuda, con ragazze in tenuta certamente leggera, una tazza di mate come calice, bottiglietta di plastica per l’acqua minerale, aiutato da un concelebrante con una stola di un evento ecclesiale di Madrid 2011. 

Bastano le immagini, no? Buona domenica.



Oggi è il 155° giorno in cui il pontefice regnante non ha, ancora, risposto.

Quando ha saputo che McCarrick era un un uomo perverso, un predatore omosessuale seriale?

È vero o non è vero che mons. Viganò l’ha avvertita il 23 giugno 2013?

Joseph Fessio, sj: “Sia un uomo. Si alzi in piedi, e risponda”.


Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


Libri di Marco Tosatti

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….




UNO STILUM NELLA CARNE. 2017: DIARIO IMPIETOSO DI UNA CHIESA IN USCITA (E CADUTA) LIBERA

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás


Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

96 commenti

  • EA ha detto:

    San Pietro:
    “Gesù è la pietra che, scartata da voi, costruttori, è diventata testata d’angolo.
    In nessun altro c’è salvezza; non vi è infatti altro nome dato agli uomini sotto il cielo nel quale è stabilito che possiamo essere salvati»

    Bergoglio e l’Imam di al Azhar:
    “Il pluralismo e le diversità di religione ..sono una sapiente volontà divina, con la quale Dio ha creato gli esseri umani. “

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Caro Direttore e Eloisa:
    Quasi 20 anni fa, ho detto ad un gruppo di giovani sacerdoti che bisognava denunciare e portare ai tribunali civili ai chierici abusatori di minori e di maggiori, mi hanno risposto che non, che era scandalizzare e screditare alla Chiesa: Alla Chiesa…? A che Chiesa…?
    Saluti.

  • Vito ha detto:

    @ Eloisa
    Se “la Chiesa dei nostri tempi” è piena di sacerdoti:
    – omosessuali e pervertiti (alla MacCarrick, etc, etc. etc.);
    – miscredenti (alla don Fredo);
    – pagliacci e soubrette (a carnevale e non);
    – cantanti e ballerini (alla Staglianò);
    – c…ocche dalle stole arcobaleno (alla mons. Martin);
    – amanti dello starsystem (alla cardinala Ravasi);
    – artisti dalle “strane tendenze” (alla Paglia o alla Hermann Glettler);
    e se questa “Chiesa dei nostri tempi” ha per capo uno che si inginocchia ovunque, fuorché innanzi al Santissimo,
    la colpa non è di Tosatti o di chi, da giornalista, ci mostra una triste realtà.
    La “Chiesa dei nostri tempi” si scredita da sé.

    • Eloisa ha detto:

      Mi spiace per lei, caro Vito, ma mi fa capire, quando parla così, che non sa che nella Chiesa le brutture ci sono sempre state. Ben nascoste. Dunque, il problema non è della Chiesa odierna, che Tosatti ed altri vogliono inequivocabilmente addebitare alla Chiesa di oggi e, indirettamente, al Papa attuale.
      Si documenti, prego.

      E ancora una volta chiedo al dott. Tosatti di pubblicare tutti i miei interventi. Qualche mio commento infatti proprio non lo vede, chissà perché…

      • wp_7512482 ha detto:

        E lei vorrebbe che non le pubblicassi…perché scandalizzano. Lo stesso motivo per cui ogni tanto casso qualche commento. Sa ci sono le anime semplici…

        • Adriana ha detto:

          Gentile Tosatti ,
          lo dicevano del comunista tipo , ma va bene egualmente :
          ” Gratta il neo-modernista progressista e trovi il nazista ! ” :-))

        • Eloisa ha detto:

          “Modernista o neo-modernista” sono termini che non mi appartengono, signora Adriana; neanche “comunista” o “nazista”.
          Mi definisca, se vuole, “realista”. Sì, sono una cattolica realista, che vede il male dove è, ma anche il bene dove è; e si accorge dove c’è la mala fede e dove, al contrario, c’è la buona fede.
          Non mi sembra poco.

          • wp_7512482 ha detto:

            Crede lei. E continua con processi alle intenzioni, giudizi, ecc. ecc. Auguri.

          • Adriana ha detto:

            Ah ! Adesso mi è tutto chiaro . Bisogna SEMPRE dar ragione ai particolarmente sani di mente , mai sfiorati dal dubbio ( neanche da quello ” metodico ” ) . Altrimenti si ” turbano ” – gravemente -.

      • Vito ha detto:

        Cara Eloisa,
        perché non si pone una domanda?
        Come mai tutta questa gentaglia che prima, pur esistendo, stava ben nascosta (come anche lei ammette), è uscita allo scoperto proprio oggi, sotto questo pontificato, dando vita al Circo Bergoglio?
        Mah???
        Chissà???

  • Mac ha detto:

    A me sembra che sia un andazzo generale ed annoso nell’ambito del NOM specie nei mesi caldi e nelle località di villeggiatura.

    Solo una volta mi è capitato di sentire una bella reprimenda contro l’abbigliamento trasandato ( bermuda, ciabatte, shorts ecc..ec.. ) di molti presenti; a farla era un giovane sacerdote polacco di passaggio in una parrocchia dell’appennino reggiano: parlava benissimo l’italiano e spero proprio non abbia perso lo zelo per le cose di Dio.

    Per quanto mi riguarda, senza giudicare gli altri, mi sono dato una regola e se mi vesto decorosamente per incontrare un cliente, un dirigente, qualcuno d’importante, a maggior ragione devo farlo se incontro il Creatore dell’universo.

    Saluti.

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Caro Direttore:
    Risposta:
    “Revisione della liturgia al fine di raggiungere l’inculturación creativa che permetta che il paese, e particolarmente i poveri, la sperimentino come linguaggio proprio per avvicinarsi a Dio”:
    61. Pbro. Oscar Miñarro (Merlo-Moreno):
    http://curasopp.com.ar/web/es/cartas-y-firmas/134-carta-de-presbiteros-a-la-conferencia-episcopal

    Estimado Director:
    Respuesta:
    “Revisión de la liturgia a fin de alcanzar la inculturación creativa que permita que el pueblo, y particularmente los pobres, la experimenten como lenguaje propio para acercarse a Dios”:
    61. Pbro. Oscar Miñarro (Merlo-Moreno):
    http://curasopp.com.ar/web/es/cartas-y-firmas/134-carta-de-presbiteros-a-la-conferencia-episcopal

  • Maria Cristina ha detto:

    Kafka, ebreo, non credente, a chi gli chiese: E Cristo?
    Rispose: E’ un abisso pieno di luce , bisogna chiudere gli occhi per non precipitarvisi.
    Questi vescovi invece, cattolici, pensano che Cristo sia come un drink sulla spiaggia…
    Io li prenderei a calci nel sedere coperto dai bermuda.

  • Gaetano2 ha detto:

    Vabbè, però, a ‘sta cena, (cena? pranzo o colazione?), dopo il concilio mi pare si chiama così, manca la cosa più importante: ‘na predica di don Ciccio.

  • Eloisa ha detto:

    Mi rivolgo a Vito.

    Forse, Vito, ti riferisci a questa frase del mio intervento:
    “Se per fare ridere, allora grazie assai: una bella risata ci sta pure bene. Se con scopo dimostrativo- detrattore di una Chiesa in degrado, allora va molto meno bene.”
    Cosa voglio dire? Semplicemente che quelle immagini fanno ridere, e anche molto. Sono quasi da film comico.
    Ma siccome io sospetto che siano state pubblicate per screditare la Chiesa del nostro tempo, allora non rido proprio.
    Disapprovo che certe scene vengano STRUMENTALIZZATE allo scopo preciso di colpire la Chiesa odierna.
    Io infatti non le avrei pubblicate. Tutto qui.

    • wp_7512482 ha detto:

      Ridere? Ridere? Ma ne è sicura? Chi scredita la Chiesa è quel vescovo o chi pubblica le immagini? Ma si rende conto di quello che dice?

      • to's ha detto:

        WP , ma non ha capito che è uno dei mille pseudonimi di Andrea ? una stupidaggine del genere la potrebbe scrivere solo lui camuffato…

        • zuzzerellone ha detto:

          Leggo spesso informazionecorretta. E’ una rassegna stampa elaborata allo scopo di dare una informazionecorretta sul popolo ebraico e sullo stato di Israele. Ora i palestinesi hanno impiantato una fiorente industria cinematografica che immortala ogni provocazione di qualche “figurante” (chiamiamoli così) nei confronti dell’esercito israeliano. E gli autori di informazionecorretta cercano di smascherare, di volta in volta queste bufale.

          Mi domando : prendere quattro amici che hanno deciso di passare una giornata alla playa e “recitare” una specie di Messa, fatta con il preciso intento di desacralizzare l’Eucarestia, non potrebbe essere anche questa una provocazione per noi, parrucconi da tastiera ? Siamo proprio certi che il tizio in bermuda fosse il Vescovo ?

          • wp_7512482 ha detto:

            Non ho notizia di smentite al sito argentino.

          • MASSIMILIANO ha detto:

            Ahahahahahahaha… I palestinesi hanno impiantato una fiorente industria cinematografica… Ahahahaha. Nomen omen caro Zuzzurellone. Evidentemente Le piace scherzare! Ora vado a cercare i nomi delle più importanti case cinematografiche di Holliwood, poi i nomi dei proprietari delle più importanti testate giornalistiche e quelli dei proprietari delle reti televisive… Poi magari ci risentiamo e proviamo a fare un discorso seguendo un’impostazione più veritiera… Che ne pensa…? saluti.
            Massimiliano.

    • Monica ha detto:

      Se si ride di una Messa é grave per chi é consapevole che si tratta del sacrificio incruento di NS. Chi la ridicolizza e la banalizza ne é responsabile e chi informa su questi abusi non crea scandalo, scandalo lo crea chi li fà. Al contrario, agisce per rendere consapevoli dell errore il celebrante e la comunità di fedeli. Sulla Nuova Bussola c é uno spazio proprio per informare di abusi liturgici e di uso improrio delle chiese. In caso di abusi la Chiesa invita a parlarne per gradi, inizialmente col celebrante, per infine informare il vescovo. Ma se il celebrante é il vescovo..

    • Eloisa ha detto:

      Chi scredita la Chiesa è quel vescovo, e non c’è dubbio, ma chi pubblica quelle immagini le strumentalizza screditandola ancora di più. E sinceramente non vedo quale bene ne possa venire alla Chiesa stessa.

      • wp_7512482 ha detto:

        Lei processa le intenzioni. Chi pubblica lo fa per screditare? Forse per farle cadere un po’ di fette di salame dagli occhi, no? Dovrebbe essere grata della conoscenza.

        • Eloisa ha detto:

          Di quale gratitudine parla, dott. Tosatti?
          Chi crede nella Chiesa di Gesù Cristo non ha bisogno di immagini simili. Sporcare la Chiesa pubblicando certe scene non fa bene alla Chiesa stessa. Caso mai induce ad allontanare dalla Chiesa i più deboli. Possibile che lei non se ne renda conto? Provi a rifletterci un po’.

          • wp_7512482 ha detto:

            Il suo è esattamente l’atteggiamento che permette gli abusi. Non dire non far vedere per timore degli scandali, che i più incerti si allontanano. Proprio questo. Grazie,no. La Verità vi farà liberi. Oportet ut scandala eveniant…le dice nulla?

          • Eloisa ha detto:

            Dott. Tosatti, ancora lei non vuol capire il senso delle mie parole. Forse le conviene così.
            Mi spiego con un esempio, allora.
            Se io, puta caso, nella mia famiglia ho un componente-genitore o figlio o fratello- che si comporta male per un motivo o per un altro, non vado a METTERE FUOCO sparlando a gran voce di quel familiare sicché gli altri se ne allontanino inorriditi. Anche perché spesso chi si comporta male, lo fa ma senza accorgersene; e chi crede di comportarsi bene e si mette A GIUDICARE, spesso non è, in realtà, uno stinco di santo. Proprio per niente.
            Dividere è sempre MALE; diabolicum est ( le dice qualcosa questo?).
            Lei purtroppo sta facendo questo gioco, e ritengo che, in coscienza, lo sappia bene.
            I detrattori della Chiesa attuale, conservatori incalliti, la seguono su questa strada e ci sguazzano pure.
            Questo blog infatti è frequentato quasi esclusivamente da chi ama vedere la CHIESA DIVISA.
            Non sarà così che le chiese si riempiranno, ne stia pur certo.
            Chiaro adesso il mio discorso?

          • wp_7512482 ha detto:

            Chiaro, e totalmente sbagliato. Se penso che qualcuno faccia un errore, glielo dico; perché si corregga. E – trattandosi di cose pubbliche – lo dico pubblicamente. I detrattori della Chiesa attuale sono quelli che dividono nelle parole e nei fatti – ha per caso saputo di quel libro in cui sono elencati tutti gli insulti del Pontefice ai cattolici? Lo vada a cercare e vede chi divide, e chi giudica – e coloro che, come lei, preferiscono non vedere non sapere e non guardare; per comodità, per viltà, per interesse. E, comunque, non sta a me riempire le chiese; ci dovrebbe pensare chi invece contribuisce a vuotarle praticando ambiguità, non chiarezza, e dicendo una cosa e facendone un’altra. il mio mestiere è informare su ciò che succede. Chi non vuole saperlo non è obbligato a leggere. Come le dicevo: si tenga le sue fette di salame sugli occhi e sia felice.

          • Marco ha detto:

            Sig.ra Eloisa, non ho mai commentato un intervento di alcuno su questo blog perché non mi piace entrare nel merito di polemiche, ma non riesco in questo caso a mordermi web-almente parlando la lingua! Sta conducendo una crociata inutile e distorsiva. Nessuno dei lettori di questo blog la seguirà nel suo ragionamento. Chi sceglie di informarsi presso il blog del dr. Tosatti non lo fa per sentire i suoi pensieri o per confrontarsi, ma perché spinto dallo stesso sentire del dr. Tosatti nei confronti della crisi nella Santa Chiesa di Dio. Il ns dolore é comune e prego perché cada questo castello. Sono contro l’opera del Signore? Si sbaglia, Ratzinger nel 1967 in una trasmissione radiofonica in lingua tedesca quando era ancora un professore universitario profetizzò questo momento…. non può andare contro ne la storia ne gli eventi ne la verità. Il Signore sta usando questo momento per fare pulizia nella Sua Chiesa, sta togliendo tutta la polvere e l’immondizia che volontariamente o meno è stata messa sotto il tappeto! La verità ci farà liberi! Liberaci Signore Gesù. Vogliamo Te, solo Te! A Lui l’onore e la Gloria anche in questo momento duro e perverso. Non se l’abbia a male ma riveda i suoi pensieri. Io ho provato a farlo, onestamente, e mi sono convinto più di prima di queste cose. E’ un bene che venga rivelato il marcio. Se non scoppia il bubbone non si può pulire l’infezione.

    • Adriana ha detto:

      Ma perchè : “pubblicate per screditare la chiesa ” ? Santo cielo , sono proprio le immagini che devono piacere a chi – come lei – ama
      ” la semplicità e la spontaneità…. mentre il cristianesimo clericale è altra cosa ” – Perchè non si mette d’accordo con sé stessa ?

  • Caterina ha detto:

    Guarda caso… pochi giorni fa un’amica mi ha inviato il link di un video molto interessante sul modo di vestirsi in Chiesa, sulla modestia e il pudore. Parte dalla profezia di Santa Giacinta sulle mode che dovrebbero offendere molto il Signore e poi fa una catechesi approfondita sull’argomento insieme a un sacerdote. Glielo inviamo al Vescovo???

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    I COMPORTAMENTI sono rivelatori della fede o, almeno, sono indizi sullo stato di salute della fede.
    Io non posso dire se questo Vescovo sia eretico. O, meglio, se lui crede a delle eresie (per essere considerato eretico, le eresie le deve insegnare), ma i suoi comportamenti sono sospetti. Potrebbero rivelare una fede errata.
    E’ un dato di fatto che le eresie stanno infestando la Chiesa. Basti pensare che per molti (ad esempio CL) le unioni civili, anche di omosessuali, sarebbero lecite!
    Un errore tale da poter portare la società alla catastrofe.
    Così, sebbene io sia tra quelli che dicono che il Papa non è eretico, in quanto non INSEGNA eresie in modo CHIARO (accusarlo sarebbe diffamarlo!), tuttavia non metto la mano sul fuoco che lui, nel segreto, sia favorevole a qualche eresia.
    Mi ha colpito la sua risposta evasiva sul preservativo alla domanda di un giornalista sull’aereo di ritorno dal Messico.
    In pratica NON HA RISPOSTO.
    Ma se non dice che è lecito, che male c’è?
    Se non insegna che è lecito, è bene.
    Ma se si comporta come se per lui potrebbe essere lecito (ad esempio facendo diventare l’argomento TABU’), allora potrebbe favorire l’eresia col suo SILENZIO.
    Spero che questa mia ipotesi sia falsa, ma in ogni caso riesce a mettere in evidenza certe dinamiche.
    Ad esempio, che dai Vescovi che celebrano in spiaggia a torso nudo credo non ci si debba aspettare molto.
    Padre Pio non l’avrebbe mai fatto.

    • Astore da Cerquapalmata ha detto:

      Mi correggo: la domanda al Papa sul preservativo è stata fatta nella conferenza stampa sull’aereo di ritorno dal Centrafrica. Non dal Messico!

  • miserere mei ha detto:

    Un pensiero per noi che ci crediamo: stare con il Signore Gesù, durante la liturgia sacra, la Santa Messa o l’adorazione, è un momento di eternità. Il tempo è come sospeso. L’incenso profuma l’aria di un effluvio di eterno che sospende persino l’odor di pecora e qualsiasi altro olezzo più o meno banale e volgare. Il Signore Gesù è venuto a portare eternità nel tempo.
    Chi va regolarmente alla Santa Messa e non si fa mancare tempi di adorazione sta letteralmente con Dio per più di 300 ore l’anno, due settimane.
    Sursum corda, solleviamoci da queste miserie e ringraziamo Dio se possiamo dire: “una sola cosa ho chiesto al Signore, questa sola io cerco, abitare nella casa del Signore tutti i giorni della mia vita”.
    E’ come una salutare vacanza, disseminata nella fatica del quotidiano, in cui entrare nell’eternità. E’ il tempo del riposo in Dio. E se pensiamo alla lettera agli Ebrei, capitolo 4, viviamo fino in fondo questa immensa grazia, che non sia rivolta a noi la terribile sentenza , lì pronunciata. Infatti noi che abbiamo creduto possiamo entrare in quel riposo, secondo ciò che egli ha detto: Sicché ho giurato nella mia ira: Non entreranno nel mio riposo! Il rischio è reale. Come la Presenza di Gesù nel Santissimo Sacramento.

    • deutero.amedeo ha detto:

      Miserere, per quel poco che può valere, mi compiaccio con lei per due cose: la citazione di un salmo (26/27) e della Lettera agli Ebrei.

      L’ultimo a parlare di Salmi con una bella serie di catechesi fu Benedetto XVI. Il Papa attuale li ignora e con lui tutti i suoi epigoni che parlano solo di vangelo.
      E la stessa cosa dicasi delle lettere degli apostoli.
      Luteranamente si predilige la Lettera ai Romani, anche se non va molto d’accordo col pragmatismo e il primato delle opere rispetto alla fede di Bergoglio (ma questo lo esige l’ecumenismo pratico). Inoltre non è chiaro per certi teologi che vanno bene a Bergoglio che lo scritto che più di ogni altro spiega quale sia stata la vera missione di Gesù è proprio la Lettera agli Ebrei.

      Ad meliora.

  • Francisca ha detto:

    Io ricordo quando andai 3 anni fa ad Atene con gli alunni, passeggiando in strada affianco a una chiesa ortodossa, sentivamo canti meravigliosi dall’interno e si vedeva la luce delle candele e sembrava davvero che lì ci fosse il Paradiso… i ragazzi sono voluti entrare calamitati da tanta bellezza.

  • Alessandro2 ha detto:

    Vedo solo io nell’ultima foto gli sguardi lubríchi di chi non vede l’ora di mescolare gli odori, pecore con pastori e pastori con pecore? Quanto zelo nell’applicare i dettami del capo…

  • EA ha detto:

    Come mai non è ancora stato fatto cardinale?
    Questa chiesa bergogliana mi sembra sempre più una commedia di Almodovar.

    • fox ha detto:

      stavo pensando esattamente lo stesso. Sembra un film di Almodovar , pornoblasfemo

      • EA ha detto:

        Beh, certi personaggi bergogliani superano anche l’immaginazione di Almodovar: ad esempio Tucho Fernandez, il ghost writer di amoris laetitia, autore dell'”Arte di baciare”. O quel vescovo promosso da B. che si è fatto ritrarre nudo con la mitria in un amplesso sulla controfacciata della sua cattedrale. E il vescovo di Roma stesso, che celebra la Bonino, e gli esempi si sprecano…
        La situazione è tragica ma non seria!

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Due considerazioni.
    Che io sappia, le norma della Chiesa in fatto di liturgia sono PRESCRITTIVE, cioè tutto ciò che è al di fuori di quanto espressamente permesso è PROIBITO.
    Cioè: non c’è bisogno di specificare ciò che è proibito perché si può fare solo ciò che è espressamente scritto.
    Certo, ci sono le emergenze, ma se si va in spiaggia e si intende celebrare, almeno un tavolinetto e gli arredi sacri il celebrante li deve portare.
    Non sono un esperto, ma penso che il Vescovo abbia disubbidito alle norme della Chiesa.
    Quanto gravi sono queste disubbidienze? Non lo so, ma so che non ha dato un buon esempio.
    Non mi voglio stracciare le vesti, ma, al di là del rispetto o meno delle norme della Chiesa, mi chiedo se il Vescovo, col suo esempio, abbia favorito la devozione verso l’Eucaristia o no.
    Essere un Pastore alla mano, come lo sono molti Pastori sudamericani, è una bella cosa. Pastori del popolo e per il popolo. Ma un Pastore deve condurre il popolo ad un rapporto profondo con Dio.
    Il commento di Cosimo Epicoco, di per se giusto, non ci azzecca nulla. Qui non si sta giudicando il cuore un Vescovo, che Dio solo conosce, ma un’azione.
    Estremizzando la logica di Epicoco, parlando del male del razzismo, si potrebbe dire: se Hitler avesse agito col cuore puro e in perfetta buona fede, sarebbe comunque meglio di un eremita che non ha mai fatto del male a nessuno, ma che nel suo cuore non riesce a perdonare il nemico.
    Giusto, ma che cvi azzecca? Vuole essere un modo equivoco per giustificare il razzismo?
    Il problema è: il Vescovo ha fatto bene o no? E se non ha fatto bene, in non indossare i paramenti sacri, è una disubbidienza importante o è una quisquilia?

  • deutero.amedeo ha detto:

    Dicono che i vecchi sono dei nostalgici. Ma come si può non essere nostalgici se si confrontano certi ricordi con i fatti di oggi?
    Una quindicina e forse più di anni fa (era ancora vivente G.P. II) un 2 di agosto (festa del Perdono di Assisi) mi è capitato di vedere quel cardinale oggi ultraottantenne che dicono di aver sentito urlare a Papa Francesco: – ti abbiamo eletto per riformare la Chiesa, non per distruggerla- mentre era assorto in preghiera. Era in talare classica, inginocchiato per terra, a mani giunte, a fianco di un vescovo missionario (suo compaesano) , nella cella di un convento francescano (a pochi chilometri dal suo borgo natale) dove visse il Beato Innocenzo da Berzo. Era talmente assorto che nemmeno si accorse della mia presenza. Aveva un’espressione che non ho dimenticato nemmeno dopo tanti anni: sembrava che veramente stesse vedendo Colui a cui stava rivolgendo la sua preghiera.

    Guardate un po’ la faccia ( e l’abito) di mons. Oscar Eduardo Minarro mentre eleva l’Ostia appena consacrata e poi ditemi se non ho ragione di essere nostalgico.

    • Lucy ha detto:

      Deutero , è proprio quello che dicevano i giovani di Papa Wojtyla :” basta guardarlo i viso oer capire che ha Fede”, come si inginocchiava davanti al Santissimo e anche nell’ultimo venerdī santo a quanti facevano resistenza a che , malatissimo , si inginocchiasse davanti all’Ostia disse :” ma lì c’è Gesù “.

  • Alessandro ha detto:

    ATTENZIONE,QUI NON SI TRATTA DI BERGOGLIO O DI BENEDETTO XVI, QUI SI TRATTA CHE SE NE FEVONO ANDARE VIA TUTTI E LASCIARE IL TRONO DI PIETRO A UNA PERSONA VERAMENTE DEGNA, ATTENZIONE NON SCORDIAMOCI CHE ANCHE IL CARDINALE SARAH E L’ARCIVESCOVO GAINSWEIN SONO DELL’OPUS DEI…. E CHE BENEDETTO XVI HA PREVILEGIATO E HA CAMMINATO A BRACCIETTO CON L’OPUS DEI, QUI CE UNA GUERRA FRA FAZIONI DI MASSONERIA, SE NE DEVONO ANDARE VIA TUTTI, PREGHIAMO IL SIGNORE CHE CI MANDI PRESTO IL SUO VERO UOMO “PIETRO IL ROMANO” CHE GIÀ E’ PRESENTE , MA LA NASCONDONO E LO DEMIGRANO PERCHE’ NON GLI DARANNO MAI LA GUIDA, IL VERO ERODE D’ BERGOGLIO OGGI.

    • zuzzerellone ha detto:

      che ci sia una guerra tra l’ordine gesuita e l’opus dei mi sembra abbastanza evidente. Anche Ganswein si dice sia dell’Opus Dei e stava per essere messo in disparte, come già altri. Però sembra che Bergoglio ci abbia ripensato e che Ganswein rimanga per il momento al suo posto. Ma il governo della Chiesa non si esaurisce tutto qui. Ci sono anche i francescani che dalla lettura di questo blog sembra combattano con accanimento contro gli ordini diversi dal proprio … e poi dove mi collocate Bertone, che, anche se quasi scomparso dalla scena, resta però sempre una potenza nell’ombra ?

      • marcus ha detto:

        scusi, non per polemica,ma solo per informazione, dove nota una guerra tra Gesuiti e Opus Dei,oggi , con Bergoglio ? mi ha incuriosito .

  • Lucy ha detto:

    Le pagliacciate della chiesa bergogliana in Italia e all’estero ormai non si contano più. Metto nel novero anche la messinscena dell’Annunciazione alla presenza di Bergoglio che risponde in pieno all’auspicio di padre Raniero Cantalamessa del “cercare altre vie al culto sconsiderato della Madonna, ostacolo all’approccio con i protestanti “.
    Ma come è certo l’alternarsi del giorno e della notte è altrettanto certo che simili ” performances” sarebbero impossibili dentro e/ fuori le cerimonie della chiesa ortodossa , cerimonie tutte improntate al decoro, onore, rispetto, devozione e amore verso Dio, Gesù Cristo e la Santa Vergine.

    • GMZ ha detto:

      Per gli ortodossi è tutto facile: loro mica hanno il concilio, i padri del concilio, i documenti del conciliio, lo spettro del concilio e tutti i clericalisti osannanti!
      Provassero loro ad andare avanti col decoro dopo il papa massone, il papa clericalista, il papa ecumenico, il fine emerito e il papagliaccio…!

  • Luisa S. ha detto:

    È stranoto quello che lo stesso Gesù disse a padre Pio in un’apparizione riguardo al modo con cui alcuni sacerdoti celebravano la S. Messa ” MACELLAI” e ancora non si celebrava N. O.

  • Valeria Fusetti ha detto:

    Penso che il papa abbia preso i classici due piccioni con una sola fava : 1) fare un affronto al card. Sarah, così impara a fare il santuomo, quell’ insopportabile bacchettone ! 2) promuovere uno che ha una notevole disinvoltura ecclesiastica, con un bel sorriso da bucaniere. Nessun pericolo di “eccessi di clericalismo”, magari solo di eccessi … ma poi Dio perdona tutto. Anche di più. Dissacrazione dell’ Eucarestia ? Ma siete proprio dei farisei ignoranti ! Ma non lo sapete che il Kasper ha fortunosamente ritrovato un quaderno di appunti di Henri de Lubac (o di Rahner, ma ancora ci sono dubbi in merito) dal titolo : ” Se Gesù è veramente misericordioso non può essere anche permaloso” È un esplosivo studio esegetico, tratto dagli appunti inediti di Maria Maddalena, ritrovati in Mongolia da Tailhard de Chardin durante le sue ricerche. La post- nouvelle-theologie ha basi storico-critiche ineccepibili cari miei ! Esattamente come l’ ecclesiologia, la liturgia e la morale di una buona fetta della chiesa neomassonica.

  • lacrima ha detto:

    non è questione di volgarità, falsità , mi pare proprio una grande bestemmia!
    “…i suoi discepoli gli dissero: “”dove vuoi che andiamo
    a preparare perché tu possa mangiare la Pasqua?….””
    (Mc 14,13 – 14) ”
    con quanta cura è descritta questa santa Cena!
    Cena e salvezza per l’intera umanità per tutti i secoli,
    e questo sacerdote (consacrato alla carriera), come tratta Dio Salvatore?
    Questa fetta di chiesa pare essere una associazione di ladri, pronti a prendersi tutto ciò che non gli appartiene, che non hanno faticato a costruire, che hanno trovato già tutto fatto, e quindi è tutto per loro.
    Ma questi sono diavoli che scimmiottano il Dio Vivente!

    • dicevano i santi ha detto:

      Eutimio il Grande (377 – 473 ) insegnava ai suoi monaci l’amore per il lavoro dicendo : “Se voi mangiate del pane che non proviene dal vostro lavoro significa che state consumando la fatica altrui”.

      • GIORGIO VIGNI ha detto:

        Grande, Eutimio il Grande, io lo definirei profeta.
        Aveva visto i politici, i portaborse, i parassiti, il 90% degli statali .
        Amen, amen.

        G.Vigmi

  • gabriele ha detto:

    Bisogna dire che alla consacrazione stanno in ginocchio, è già una bella cosa.

  • Elisa ha detto:

    Purtroppo, stiamo cadendo sempre più in basso. Il problema non sono solo i preti da spiaggia, ma anche gli impiegati preti, che hanno confuso il lavoro di pastore del gregge con l’impiegato amministrativo. Poi dicono di essere professoroni, che insegnavano nelle università più prestigiose cattoliche. Per poi chiudere in faccia, porte e finestre al popolo, in questo caso parrocchiale. E sono preti giovani. Molti rimpiangono i preti di vecchio stampo, e anch’io. Mi chiedo perché uno diventa prete, se poi tratta male i parrocchiani. Ma hanno capito o no che rappresentano Cristo? Prima della carega, c’è un popolo da pascere, invece questi sono diventati preti perché speravano di fare carriera amministrativa, non dell’Eucarestia. Che Dio ci salvi.

  • Alessandro ha detto:

    Esiste il documento (REDEMPIONIST SACRAMENTUM) della congregazione della disciplina dei sacramenti e del culto divino del quale d’ prefetto il cardinale Sarah , che condanna ogni singola cosa e’ stata fatta da questo “signore” il documento li chiama “ABUSI LITURGICI” e sono condannati dalla chiesa, sia il suo vestiario offensivo nei confronti di dio, sia gli oggetti liturgici usati non consoni e non degni della situazione, sia il luogo scelto non degno “una messa può essere celebrata fuori da una chiesa solo in caso di estrema necessità e solo se non esistono altre alternative( non esisteva una chiesa nei paraggi? Oppure un locale piu idoneo? praticamente questo signore ha commesso minito 7-8 abusi liturgici, sul documento e’ scritto che bisogna rendere sl corrente il vescovo della diocesi del posto, il quale poi dovra prendere i provvedimenti del caso.

    • miserere mei ha detto:

      Il problema è che il vescovo è … lui!
      Ausiliare fin che si vuole, ma vescovo.
      Ironie a parte, oggi la liturgia ci propone l’inno alla carità, di San Paolo. Tutt’altro dalla filantropia, smascherando ogni caritativo darsi da fare… Ma per avere la carità, non secondo il mondo, ma secondo Dio (che lo è, carità), bisogna sopportare e aver pazienza. Dio ha lanciato un SOS universale: scelta/offerta/segno. Se scelgo di amare come ci ha insegnato Gesù, allora offro me stesso per la redenzione e la salvezza dei peccatori, anche se mi offendono e mi contrastano. Scelgo di offrirmi ogni giorno, non una tantum, e perciò divento segno di contraddizione. Segno di croce. Stoltezza per i greci e scandalo per i farisei… Solo quella (mi) salva. Ma che immensa pena, come Maria sotto la croce, nel vedere trattato in questo modo Suo Figlio!

      • Rafael Brotero ha detto:

        No, il vescovo non è lui. Deo gratias. Tutte le nomine vescovili fatte dal cardinale Jorge non sono valide, come non sono validi tutti i suoi atti da (anti) Pontefice. Deo gratias! Deo gratias!

  • Alessandro ha detto:

    Tutto il Sud America è allo sbando almeno quanto il Nord Europa.
    In Brasile la Messa viene celebrata con i massoni in alta uniforme e viene data loro la Santa Comunione ovviamente in mano. Vedi link sotto dove le foto sono di un eloquenza sconcertante e DOLOROSISSIMA.

    https://santaipecadora.blogspot.com/2012/09/la-iglesia-catolica-en-brasil-celebra.html

    • Alessandro ha detto:

      A proposito di massoneria, ma possibile che noi abbiamo un segretario si stato vaticano (parolin) che e’ andato alla riunione del club BIELDENBERG in giugno 2018 e nessuno dice miente? Parolin e’ andato alla riunione del club di massoneria più potente del mondo, fondato e capeggiato da Rockefeller e Rothschild e tutti quanti stanno zitti. Tutto fanno finta di niente, ma siamo in Italia o in nord corea? Perché nessun giornalista ha messo in prima pagina questa notizia, la gente le deve sapere queste cose, così la prossima volta quando Bergoglio si affaccia in finestra e dice che lui d’ contro la massoneria la gente gli può rispondere con una risata in faccia, invece di cadere nelle sue menzogne ed essere ingannati, perché la gente stupidamente ci crede alle parole che di questo uomo, e i giornalisti che sono peggio dei giornalisti dei paesi sotto dittatura nascondono la verità, sono tutti massoni dentro al vaticano, ci sono interi ordini e congregazioni massone dentro al vaticano, OPUS DEI, CAVALIERI DI MALTA, ORDINE SANTO SEPOLCRO, PAROLIN AL BIELDENBERG, stanno tutti zitti, stanno prendendo in giro tutti quanti. I giornalisti gli fanno solo le domande preparate e concordate, nessuno gli fa le domande importanti e nessuno gli fa da contraddittorio rimarcando dove sta dicendo cose che non sono esatte e che non sono vere, ci prendono in giro a tutti quanti

      • anonimo verace ha detto:

        consiglio anche qui l’articolo di Marcello Veneziani apparso qualche giorno fa sulla Verità . Ecco il link
        http://www.marcelloveneziani.com/articoli/camerata-bergoglio/
        Diceva un domenicano conosciuto mezzo secolo fa, e che aiutava in cucina ad asciugare i piatti, che gli idoli, per abbatterli, bisogna conoscerli. [conversazione filosofica tra un piatto e l’altro]. Lui parlava del marxismo, ma se pensiamo che la papolatria di cui è stato fatto oggetto Bergoglio sia un tantinello esagerata, forse è il caso di leggere Marcello Veneziani.
        E a proposito di marxismo c’è un meraviglioso articolo di Antonio Socci sul suo blog, in data odierna.
        http://www.antoniosocci.com
        Sembra che oggi cada il centenario del primo gulag sovietico, sistema concentrazionario che ha caratterizzato tutto lo scorso secolo. Ma Socci scrive meglio di me. Andate a leggere, please…

  • Gian ha detto:

    Prima in uscita, poi ospedale da campo ed ora ecco la chiesa in vaccanza.

  • sergio ha detto:

    E che sarà mai ?

  • deutero.amedeo ha detto:

    Ma almeno questi qua non danno scandalo ai giovani come invece fanno quelle centinaia o migliaia di imprenditori ipocriti che la domenica vanno a messa e poi non pagano la tredicesima.

    • Gian Piero ha detto:

      Si portano avanti per la seconda vita: all’ Inferno infatti eanche in alcuni gironi del Purgatorio pare faccia molto molto caldo, e i bermuda sono piu’ adatti dei pesanti paramenti sacri ….
      scherzo naturalmente , e per chi mi voglia dare del giustizialista:auguro a tutti loro un bel seggio in Paradiso vicino a San Pietro e Paolo, del resto San Giovanni Battista era mezzo nudo e si vestiva con pelli di cammello, loro invece in bermuda e ciabatte, ad ognuno il suo stile!
      Le style c’ est l’ homme,diceva Pascal .
      A ciascuno il suo stile. In una pala d’ altare avremo santi in tonaca, altri con vesti da eremita, altri con armatura da guerrieri. E poi avremo i santi in bermuda e ciabatte e una lattina di birra in mano…santi fricchettoni..😹😹😹

    • deutero.amedeo ha detto:

      Voi non sapete di quanta sapienza, intelletto e consiglio lo Spirito Santo riempia la mente di un Santo Padre che ha perfettamente individuato la ragione per la quale la gioventù odierna si allontana dalla Chiesa.
      Perbacco! Al mare si va per celebrare la messa, non per trascorrere una settimana di ferie all’anno, per di più, avendo dimenticato di pagare la tredicesima, prima di partire.

    • Alessandro ha detto:

      Eccone un altro che parla parla senza nemmeno rendersi conto di cosa dice, ma lo sai quante tasse si pagano per un dipendente in Italia? Hai mai letto una busta paga? Hai letto che il datore di lavoro per dare 1200 euro al dipendente ne deve dare altri 700 allo stato? Secondo te i datori di lavoro assumono in nero perché vogliono fare i furbi? Oppure assumono in nero perché i soldi per tutte quelle tasse non ci sono? Non ti viene in mente che quel datore se i soldi li aveva li spendeva volentieri per il dipendente, ma che se non lo fa’ e’ perché non ce li ha perché d’ lo stato che rubando tutti quei soldi di tasse non lo mette in condizione di poter lavorare in regola? Che deve fare quel datore di lavoro? Deve fallire? Deve chiudere? Non deve dare da mangiare ai suoi figli? Ma ringraziate il cielo che vi danno un lavoro anche se in nero, e prendetevela con lo stato, che ESTORCE i soldi sia ai dipendenti che ai datori per la sanità,la scuola, le pensioni, e poi vai nelle scuole e non hanno nemmeno la carta igienica ai bagni e i gessetti per la lavagna, vai in ospedale a fare le analisi e il ticket costa poco meno che se le analisi le facevi privatamente(praticamente le paghi già come analisi private) la pensione te la danno a 67 anni quando ormai stai per morire, la benzina,il gas,la luce li paghi il doppio dehli altri paesi, la spazzatura e’ quasi un affitto e nemmeno la raccolfono. Poi dopo che ti hanno rubato i soldi in questo modo fanno il tocco di classe , i tuoi soldi che ti hanno estorto per scuola,pensioni,ecc. Invece di spenderli in quello li DANNO ALLE BANCHE, E LE BANCHE RIDANNO I TUOI SOLDI CHE TI HANNO APPENA RUBATO ED ESTORTO AL DOPPIO, e come se io Prima ti rubo 10 euro e poi dopo ti dico se rivuoi i tuoi 10 euro me ne devi ridare 20, e non ancora ce la prendiamo con i datori di lavoro? Quei poveracci, quegli eroi che ancora hanno il coraggio di andare avanti?

      • alessandromagno ha detto:

        e dai ! tutti ce l’hanno con sti poveri banchieri . Ma che volete tornare agli usurai di Moliere ?

    • amedeod'aosta ha detto:

      a fanno bene ! perchè devono pagare un tredicesimo stipendio se lavorano undici mesi ?

    • deutero.amedeo ha detto:

      Visti i commenti, ritengo necessario precisare che col mio post intendevo ironizzare sia sul fatto del vescovo che va a celebrare la Messa in bermude sulla spiaggia, sia sulla risposta data dal Papa al giornalista Javier Brocal, che, durante il volo di ritorno da Panama, gli aveva chiesto quale fosse, secondo lui, la causa dell’allontanamento massiccio dei giovani dalla Chiesa.

      http://w2.vatican.va/content/francesco/it/speeches/2019/january/documents/papa-francesco_20190127_panama-volo-ritorno.html

  • Antonella ha detto:

    Dobbiamo probabilmente prendere atto fino in fondo dello sfacelo umano che sta abusando del nome di Cristo, del suo Altare …. Ma che sacralità potrà mai avere una messa del genere? Quando finalmente avremo il coraggio di affrontare fino in fondo il tema della nullita’ nei sacramenti, della profanazione nella liturgia con l’ abuso vergognoso che si sta facendo della Parola.
    Un problema che ci riguarda e come perché interpella proprio noi Chiesa!!!
    Sotto la Croce c’erano quelli che nel dolore la partecipavano, altri guardavano, alcuni probabilmente continuavano ad imprecare….
    Oggi, quelli che si ritengono rappresentanti eletti dell’ordine ministeriale vogliono farci credere che nel clima della riforma tanto sbandierata si possa arrivare a mutare la celebrazione eucaristica in un pranzo a sacco, un falò sulla spiaggia con gli amici!!!
    Chiesa indignati, non tacere!!!!

  • Nunzia ha detto:

    Purtroppo, in questi ultimi tempi,il materiale su cui riflettere e piangere non manca!Non trovo altre parole.

  • Adriano ha detto:

    Si nota dalle foto che il vescovo si copre i cosciotti con la stola. Ipocrisia? Oppure flebile, forse inconscia, consapevolezza di una dissacrazione da nascondere? Diamogli una possibilità…

  • giandreoli ha detto:

    Ripeto nuovamente una citazione. “Ora a voi questo monito, o sacerdoti. Se non mi ascolterete e non vi prenderete a cuore di dar gloria al mio nome, dice il Signore degli eserciti, manderò su di voi la maledizione e cambierò in maledizione le vostre benedizioni. Anzi le ho già maledette, perché nessuno tra di voi se la prende a cuore. Ecco, io spezzerò il vostro braccio e spanderò sulla vostra faccia escrementi, gli escrementi delle vittime immolate nelle vostre solennità, perché siate spazzati via insieme con essi.” (Malachia 2,1-3)

  • GMZ ha detto:

    La chiesa in uscita, no?!
    Certo che pubblicare queste foto è una tortura doppia: allo sconcerto per questa pagliacciata si aggiunge l’invidia per quella spiaggia.
    Anche qui in Italia non ci facciamo mancare simili iniziative: io stesso ho avuto il piacere, in gioventù, di partecipare a Messe improvvisate su cucuzzoli di montagne – col prevosto elitrasportato e altare improvvisato sulla pioda più orizzontale. Ma chi non è stato novusordiano, ai tempi della stupidera?
    Buona domenica a tutti!

  • Enrico66 ha detto:

    Sono certo che Francesco, appena saprà, provvederà….. promuovendolo a vescovo titolare.
    Già lui non si inginocchia mai davanti al Santissimo, questo mons.Minarro gli offre una nuova opportunità.
    Battute a parte, che sconforto, ogni giorno la Chiesa pare scivolare verso il baratro.

  • Ira Divina ha detto:

    Non ho letto, ma solo a vedere le foto mi viene da dire: siamo alla fruttaaaaa!!! Ma che chiesa è mai questa dove si commettono tali nefandezze dissacratorie? Ma che fedeli sono, poi mi chiedo, quelli che partecipano a tali pagliacciate? Uno del genere andrebbe ridotto allo stato laicale, che gli sarebbe più consono. Ridicoliiiiiiiii!!!

  • guy ha detto:

    se aprite il link e scendete fin in fondo , il commenttaore conclude con l’espressione ( in spagnolo) : ” DE DIOS NADIE SE BURLA ! ” ( in pratica nessuno si burla di Dio) . Potremmo suggerire al titolare del sito di venire a Roma , piazza S.Pietro, domenica mattina…

  • boh !! ha detto:

    ma che bello ! visi felici sorridenti pieni di amore ! questo è la gioia , risultato della messa. Come SanFrancesco si son spogliati di tutti gli indumenti e son rimasti in mutande e bikini , questa è caritò e distacco . Mentre voi farisei falsi e ipocriti continuate a voler celebrare con il vetus ordo , chiusi in tristi e grigie cappelle gotiche , che puzzano d’incenso , insieme a tanti parrucconi con dentiera ad ascoltare musica d’organo. Bah !

  • franz ha detto:

    ma che bello ! visi felici sorridenti pieni di amore ! questo è la gioia , risultato della messa. Come SanFrancesco si son spogliati di tutti gli indumenti e son rimasti in mutande e bikini , questa è caritò e distacco . Mentre voi farisei falsi e ipocriti continuate a voler celebrare con il vetus ordo , chiusi in tristi e grigie cappelle gotiche , che puzzano d’incenso , insieme a tanti parrucconi con dentiera ad ascoltare musica d’organo. Bah !

  • I cannot ha detto:

    Ma Tosatti , è bellissimo ! ricorda l’incontro di Gesù risorto, con i suoi discepoli , sulle rive del lago di Tiberiade , Hanno poi festeggiato anche loro con una grigliata di pesce ? Ora giro queste foto al mio amico Tornielli perche le faccia vedere a Bergoglio e le faccia pubblicare in prima pagina sull’Osservatore Romano. Magari gli suggerisco anche il titolo : “Portare l’Eucarestia al mare a prendere il sole , Summorum balnearium !”

  • Cosimo epicoco ha detto:

    Non vedo niente di male,se l’occhio e’ puro….se l’occhio e’ impuro: anche un vescovo con piviale, mitra, velo,omerale guanti ,mitra, pastorale,canto gregoriano….se pensi ad una donna…nuda serve a niente!

    • wp_7512482 ha detto:

      Evito di pubblicare insulti, in genere.E lei non li fa mancare…

      • Davide ha detto:

        Caro Signore, non facciamo i Luterani. L’Uomo è impuro perchè è macchiato dal peccato originale. Se poi la “purezza” per lei significa vincere sempre e comunque gli istinti, anche sfiorandoli, racconti questa favola a dei bambini e vediamo se loro ci credono.

  • miserere mei ha detto:

    Chiesa in uscita: la santa messa sul litorale…
    D’altra parte, se è una mensa, perché non un pic-nic?
    Merita menzione l’elevazione stando seduti…
    Il sacro da spiaggia…
    E non un prete d’oratorio, ma un vescovo!
    Però almeno qualche laico era inginocchiato sulla sabbia.
    E si era messo persino la maglietta.
    Giusto per vedere “il positivo”…
    Dimenticavo: posto da favola!
    Quello infatti l’ha messo Dio. Realmente Presente.

  • Isidoro D'Anna ha detto:

    La ringrazio, caro Marco, per questa foto in bermuda di un soggetto che si dice sia un Vescovo. Per i patiti dei bermuda segnalo che a Città di Castello, in Umbria, il mio parroco e viceparroco d’estate vestono ordinariamente in maglietta e bermuda, anche in chiesa, come del resto anche i loro affezionati parrocchiani. Poi organizzano spettacoli durante la S. Messa, sempre che celebrata da loro sia valida, e sempre che loro si possano ancora considerare membri vivi e non morti della Chiesa Cattolica. Qualcuno, come me, se n’è andato per non tornare, ma che importa? Senza i pochi che vogliono essere fedeli a Cristo si sta benissimo. Aspetto che il Signore torni a fare pulizia, prima che l’immondizia ci sommerga completamente.

    • Eloisa ha detto:

      Esagerato! Lì doveva fare molto caldo e quelli hanno celebrato vicino al mare in tenuta estiva, un po’ trascurati nell’abbigliamento :-D…pronti ad entrare in acqua subito dopo la Messa…
      Bisogna guardare alla sostanza, non all’ apparenza…
      Piuttosto, perché far circolare foto di quel genere? A quale scopo?
      Se per fare ridere, allora grazie assai: una bella risata ci sta pure bene. Se con scopo dimostrativo- detrattore di una Chiesa in degrado, allora va molto meno bene.

      • Luisa S. ha detto:

        Ma quale sarebbe la sostanza se non il rinnovarsi del sacrificio della croce? E questo le sembra un modo degno? Ma il timor di Dio, il timore di offenderlo non esistono più? Forse che Dio è diventato un compagno di giochi a cui va tutto bene basta che vada bene a noi?

      • Vito ha detto:

        Ma che dici???
        Io vivo in Sicilia e anche qui d’estate fa un gran caldo, ma non andiamo a messa seminudi e riusciamo tranquillamente a stare in piedi o in ginocchio.

        • Eloisa ha detto:

          Ma voi non capite il linguaggio ironico?…

          • Vito ha detto:

            Sulla prima parte del tuo intervento potremmo esserci sbagliati.
            Sulla seconda parte ritengo che dovresti rivedere il tuo modo di strutturare le tue frasi ironiche.

    • Stefano ha detto:

      Sono di Castello e non ho mai visto gli spettacoli che dici.