Pro Memoria: Sanzioni Flop, Recessione in Europa: Chi lo Vuole?

31 Agosto 2022 Pubblicato da 2 Commenti

pro memoria

Marco Tosatti

Carissimi StilumCuriali, mi  sembra interessante portare alla vostra attenzione questo articolo pubblicato dal sito Pro Memoria, che ringraziamo per la cortesia. Buona lettura.

§§§

 

 

un conflitto economico di ferocia e portata mai visto dagli anni ’40

… Preoccupante, finora la guerra delle sanzioni non sta andando come previsto

… Dietro obiettivi così ambiziosi si nasconde una nuova dottrina del potere occidentale

… Il momento unipolare degli anni ’90, quando la supremazia americana era incontrastata, è scomparso da tempo

… Le sanzioni sembravano … esercitare il potere attraverso il suo controllo delle reti finanziarie e tecnologiche

… Ma l’embargo russo porta le sanzioni a un nuovo livello mirando a paralizzare l’undicesima economia più grande del mondo

… uno dei maggiori esportatori di energia, grano e altre materie prime

… il colpo ad eliminazione diretta non si è materializzato

… Le vendite di energia genereranno un surplus delle partite correnti di 265 miliardi di dollari

… il secondo più grande al mondo dopo la Cina

… il sistema finanziario russo si è stabilizzato e il paese sta trovando nuovi fornitori per alcune importazioni

Nel frattempo in Europa, una crisi energetica può innescare una recessione

… gli embarghi totali o parziali non vengono applicati da oltre 100 paesi con il 40% del PIL mondiale

… Il petrolio degli Urali sta scorrendo in Asia

… Dubai è piena di contanti russi

… puoi volare con Emirates e altri a Mosca sette volte al giorno

la maggior parte dei paesi non ha alcun desiderio di far rispettare la politica occidentale

… come con la Russia, è improbabile che l’economia cinese crolli

Pechino potrebbe reagire, ad esempio, affamando l’Occidente di elettronica, batterie e prodotti farmaceutici

… lasciando vuoti gli scaffali di Walmart e scatenando il caos

… Dato che più paesi dipendono dalla Cina che dall’America come loro più grande partner commerciale

Più i paesi temono le sanzioni occidentali domani, meno saranno disposti a far rispettare gli embarghi sugli altri oggi

Nessuno può contrastare l’aggressione solo attraverso dollari e semiconduttori

                                  Traduzione automatica

                      The Economist

§§§

pro memoria




I PADRONI DEI SOCIAL – E GOOGLE – CERCANO DI FAR TACERE STILUM

CURIAE.

SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

*

Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione, e di libera discussione e confronto costituito da Stilum Curiae, può farlo con una donazione su questo conto, intestato al sottoscritto:

IBAN:

IT79N0200805319000400690898

*

Oppure su PayPal, marco tosatti

*

La causale può essere: Donazione Stilum Curiae



viganò, tosatti,

Ecco il collegamento per il libro in italiano.

And here is the link to the book in English.

Y este es el enlace al libro en español


STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK

cercate

seguite

Marco Tosatti




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

*

Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione, e di libera discussione e confronto costituito da Stilum Curiae, può farlo con una donazione su questo conto, intestato al sottoscritto:

IBAN:  IT24J0200805205000400690898

*

Oppure su PayPal, marco tosatti, con questo logo:

*

La causale può essere: Donazione Stilum Curiae




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag:

Categoria:

2 commenti

  • Sherden ha detto:

    E meno male che l sistema delle sanzioni (secondo le oniriche previsioni dei suoi ideatori) avrebbe portato la Russia al collasso economico e alla sconfitta militare…

  • gsk ha detto:

    In Italia vine attuata la “distruzione creatrice” del novello Joseph Alois Schumpeter

    Joseph Alois Schumpeter ( tedesco: [ˈʃʊmpeːtɐ] ; 8 febbraio 1883 – 8 gennaio 1950) [3] è stato un economista politico di origine austriaca . Ha servito brevemente come ministro delle finanze dell’Austria tedesca nel 1919. Nel 1932 emigrò negli Stati Uniti per diventare professore all’Università di Harvard , dove rimase fino alla fine della sua carriera, e nel 1939 ottenne la cittadinanza americana.

    Schumpeter è stato uno degli economisti più influenti dell’inizio del XX secolo e ha reso popolare il termine ” distruzione creativa “, coniato da Werner Sombart . [4] [5] [6]

Lascia un commento