Mons. Viganò: un Novizio Argentino Allievo di Bergoglio mi Ha Parlato di Abusi…

1 Giugno 2024 Pubblicato da 26 Commenti

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, offriamo alla vostra attenzione questo articolo pubblicato da Life Site News, che ringraziamo per la cortesia. Buona lettura e diffusione.

§§§

 

Mercoledì, in un post sui social media, l’arcivescovo Carlo Maria Viganò ha accusato Papa Francesco, a cui si riferisce con il cognome Bergoglio, di aver commesso “gli stessi abusi” del famigerato cardinale Theodore McCarrick, ora laicizzato.

Viganò non ha dichiarato esplicitamente gli “abusi” di cui ritiene colpevole Francesco ma dice che mi sono stati “confidati personalmente da uno dei suoi ex novizi”. La sua accusa, pubblicata su X, non contiene altre prove a sostegno delle sue affermazioni.

LifeSiteNews ha contattato l’arcivescovo Viganò per determinare di cosa nello specifico stia accusando Francesco di fare, ma non ha ancora ricevuto risposta.

«Il 23 giugno 2013 quando incontrai Bergoglio alla Domus Sanctæ Marthæ – come già ampiamente riportato nel mio Memoriale del 22 agosto 2018 – egli mi chiese ex abrupto: ‘Com’è il cardinale McCarrick?’” scrive mons. Viganò.

Il 23 giugno 2013 quando incontrai Bergoglio alla Domus Sanctæ Marthæ – come già ampiamente riportato nel mio Memorial del 22 agosto 2018 – egli mi chiese ex abrupto: «Com’è il cardinale McCarrick?»

Gli risposi: « Santo Padre, non so se conosce il cardinale McCarrick, ma se…

https://t.co/Oea6E7hCnN

«Gli ho risposto: ‘Santo Padre, non so se conosce il cardinale McCarrick, ma se chiede alla Congregazione per i vescovi, c’è un dossier così grosso. Ha corrotto generazioni di seminaristi…’”, ha continuato l’ex nunzio apostolico americano, aggiungendo che “Bergoglio è rimasto impassibile e ha cambiato completamente discorso”.

“La sua reazione non è sorprendente”, ha scritto mons. Viganò. “Lo stesso Bergoglio ha commesso gli stessi abusi quando era maestro dei novizi della Compagnia di Gesù in Argentina, come mi ha confidato personalmente uno dei suoi ex novizi”.

Concludendo, l’arcivescovo ha affermato:

Bergoglio non vuole estromettere seminaristi e preti omosessuali: vuole piuttosto completare l’opera di infiltrazione e corruzione del clero attraverso l’omosessualità e la pedofilia, affinché declassificando la grave peccaminosità della sodomia e della corruzione dei minori si apra la porta sul fronte civile alla depenalizzazione di questi reati. (Il corsivo è incluso nell’originale)

D’altronde, la stessa terminologia scurrile tipica degli ambienti che il gesuita argentino deplora a parole tradisce la sua familiarità con persone corrotte abituate a parlargli in questo modo.

La protezione e le promozioni concesse a innumerevoli cardinali, vescovi e preti corrotti e pervertiti; gli autobus dei travestiti invitati più volte in Vaticano; udienze private per coppie transessuali e omosessuali in concubinato; lo scandaloso riflettore mediatico LGBTQ+ concesso a James Martin, SJ; la vergognosa promozione di Tucho Fernandez a Prefetto del Dicastero per la Dottrina della Fede; le recenti nomine di due Canonici di Santa Maria Maggiore, conosciuti in tutta Roma come omosessuali, confermano l’appartenenza di Bergoglio alla lobby alla quale deve la sua nomina (e non la chiamo volutamente la sua ‘elezione’).

Quanto a McCarrick, un tempo era uno dei prelati più influenti degli Stati Uniti. Ordinato dal cardinale di New York Francis Spellman nel 1958, fu infine nominato arcivescovo di Washington nel 2000 e cardinale nel 2001. Dopo essersi ritirato, l’allora cardinale mantenne la sua influenza come raccoglitore di fondi in giro per il mondo.

LEGGI: ​​Vescovo argentino precedentemente difeso da Papa Francesco dichiarato colpevole di aver abusato sessualmente di seminaristi

La sua carriera ecclesiastica si è conclusa definitivamente solo nel 2017, dopo che l’arcidiocesi di New York ha ricevuto un’accusa credibile di aver molestato sessualmente un adolescente. L’opinione pubblica ha poi scoperto che le voci sul suo comportamento predatorio circolavano da decenni negli ambienti della Chiesa e che erano stati stipulati risarcimenti con le vittime.

McCarrick è stato laicizzato nel 2019 dopo che un’indagine vaticana ha concluso che aveva abusato sessualmente sia di bambini che di adulti, compresi giovani preti e seminaristi.

Eric Sammons, redattore capo di Crisis Magazine, ha reagito al post di Viganò, dicendo: “[t]accusare il papa di abusare sessualmente dei seminaristi senza prove è altrettanto spregevole quanto il prete gesuita che affermava che John Henry Newman era gay”.

«Se avete delle prove, Eccellenza, portatele avanti. Altrimenti tenete la bocca chiusa”, ha concluso Sammons.

Nota dell’editore: questo articolo è stato aggiornato il 30 maggio 2024.

§§§

Aiutate Stilum Curiae

IBAN: IT79N0200805319000400690898

BIC/SWIFT: UNCRITM1E35

§§§

 

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , ,

Categoria:

26 commenti

  • dario ha detto:

    bergoglio non mi é mai piaciuto gtià dal primo giorno che eletto disse”buonasera?”con una voce ed un viso non di una persona ma da essere sicuro di poter gare quello che ota voi sostenete e questo é molto grave la Madonna spero che ci salvi tutti

  • Mario ha detto:

    Viganò è credibile perché riporta una testimonianza di prima mano, non un chiacchiericcio da seconde o terze parti. Ad ogni buon conto, non è l’unico né il primo a rendere note simili accuse, come il seguente articolo dimostra:

    “Had Viganò’s detractors performed due diligence before publicly shutting down Viganò’s report, they would have discovered that Viganò is in fact not the first to accuse Francis of abusing seminarians. Just as a case is strengthened when additional witnesses can substantiate the allegation, so too is Viganò’s claim already corroborated by a separate report that Francis abused a Jesuit novice in Córdoba. In 2015, on the occasion of Francis’ visit to the United States, an Argentine Jesuit disclosed at dinner with two priests in Chicago that he had knowledge of allegations describing how Francis sodomized a novice positioned on a chair. Investigators who later contacted the Jesuit and the others present at that dinner confirmed the graphic details of the abuse allegation.”

    Traducendo e riassumendo, Bergoglio avrebbe abusato anche di un novizio gesuita in quel di Cordoba, sodomizzandolo mentre il poveretto era “posizionato su di una sedia”. Tali accuse sarebbero emerse nel 2015 in occasione della visita di F negli Stati Uniti, durante una cena a Chicago, da parte di un gesuita argentino. E sarebbero state verificate da degli investigatori.

    Cf https://www.complicitclergy.com/2024/06/03/keep-your-mouth-shut/

  • Mario ha detto:

    I giardini vaticani sono tutti un pullulare di attività omo. Basta farci un giro per rimanerne schifiti. Stessa cosa dicono i giardinieri, costretti a lavorare ad occhi chiusi, facendo finta di non vedere i tanti prelati che si accompagnano a ragazzotti dall’ormone esuberante e look da tronista. Che il boss dei boss sia lui stesso così è abbastanza credibile… Quantomeno si trova decisamente a suo agio in quegli ambienti, visti i personaggi monsignor-riccheschi di cui si è circondato. E vista anche la sua agenda LGBT++++ che sta progressivamente portando la Santa Chiesa sempre più lontana dal Suo fondatore Gesù Cristo e sempre più sprofondata nell’abisso dell’eresia e della perversione.

  • Silvio ha detto:

    Viganò sa bene che Bergoglio è ultraprotetto, e bisogna agire con i piedi di piombo, iniziare a fare il buco nella diga, e poi lentamente verrà tutto giù. “Ci sarà pure un giudice a Berlino…” Queste cose richiedono che ci sia almeno un giudice coraggioso disposto a dare la vita per affermare la verità. A quel punto a Bergoglio converrà fare i bagagli.

  • un frate ha detto:

    Posso affermare che sto sapendo da prima fonte, degna di ogni credibilità, da attività sodomitiche da parte di Jorge Mario Bergoglio (+) in Vaticano, dopo il 2013.
    Però, come Mons. Carlo Maria Viganò non posso assolutamente fare precisazioni senza mettere in grande difficoltà le persone coinvolte. Perciò ritengo altamente affidabili le parole di Monsignore, che ha pubblicato ciò che Dio voleva che anch’io sapessi senza poter fare riferimenti ad personam et tempus.

  • Gianfranco ha detto:

    Be’, debbo dire che il titolo è un po’ fuorviante. Pare che il “focus” sia accusare Bergoglio di abusi.
    No: in pratica si legge che Viganò non è stato sorpreso dalla reazione del papa, dal momento che aveva ricevuto una confidenza da una persona che evidentemente considerava credibile.
    Non vuole certo sostenere un’accusa su quella base!

  • Tamina ha detto:

    https://www.youtube.com/watch?v=42X6-beP20Q
    Qui, nei minuti 34-39, c’è un accenno al fatto che Bergoglio non solo ha coperto ogni abuso a Buenos Aires come vescovo, ma che lui stesso potrebbe aver commesso degli abusi contro i seminaristi a Cordoba. Questo spiegherebbe l’ agenda del falso papa.

  • Physicus ha detto:

    Mons. Viganò non è il primo che accenna alla sodomia ( presunta ma plausibile) di Bergoglio. Sugli abusi non so che dire: sarebbe meglio portare delle evidenze. Resta il fatto che si tratta di un personaggio squallido,eretico e burattino delle elites anglo cazzate sataniste. Che lo hanno messo lì per distruggere la Chiesa. Attendiamo sviluppi

  • Carlo ha detto:

    Che viviamo in un mondo sotto l’ assoluto controllo di Satana è lapalissiano, e Bergoglio sulla cattedra di Pietro, sotto l’ applauso dei conservatori legittimisti, ne è il segno più chiaro.

    • Davide Scarano ha detto:

      Per Carlo:
      Se è vero che la Chiesa ed il mondo ogni giorno affondano in una crisi sempre più grave, contesto l’idea di osservare esclusivamente il pesce “dalla testa”, cioè limitandosi alle parole ed ai gesti del pontefice regnante dimenticando la profonda crisi della Chiesa post conciliare ed in particolare le gravi responsabilità di laici e consacrati durante la pandemia, che hanno accettato senza scandalo alcuno la rinuncia ai Sacramenti ed ai funerali religiosi. Un virus che aveva tassi di mortalità inferiori al 3% ha letteralmente paralizzato la vita di ciascuno di noi ed ha evidenziato come la “vita terrena” sia stata preferita alla “vita eterna” nel silenzio e nell’indifferenza dei più.
      Ciò rappresenta l’antitesi della Fede in Dio onnipotente e
      nega, di fatto, l’insegnamento di Gesù che, in molti passi del Vangelo evidenzia che l’anima è più importante del corpo.
      Può un sol Uomo aver prodotto da solo questo disastro? Credo di no. Evidentemente le radici erano danneggiate da tempo, solo che la malattia era silenziosa ovvero riguardava “gli altri”.
      Considero necessario ripetere queste evidenze affinchè ciascuno, io per primo, si prenda le proprie responsabilità nella crisi della Chiesa.
      Circa l’esistenza di “conservatori legittimisti”, credo che non sia né utile né opportuno attendere un improbabile “ribaltone”, che non arriverà ed invece sia necessario leggere i segni dei tempi e fare l’unica cosa possibile, cioè pregare maggiormente. Come è scritto nel Vangelo: “se il padrone sapesse quando viene il ladro, si farebbe trovar pronto”. Ecco: nostro compito è svegliare coloro che dormono e/o non capiscono.

  • Giovanni ha detto:

    L’amaro calice degli scandali nella Chiesa che vanno da quelli economici alle perversioni sessuali più invereconde, va bevuto fino in fondo. La necessaria purificazione va , ineludibilmente perseguita. Ciò restituirà la fede a Chierici e fedeli autenticamente Cattolici.

  • nicola ha detto:

    Arcivescovo Viganò, colpisca senza pietà. La verità sanificherà la chiesa. Cristo è verità.

  • Virro ha detto:

    Bergoglio sedicente Francesco, ogni cosa, parola, fatti che portano come riferimento al suo ministero, la considero sempre una persona particolarmente ipocrita priva del “Santo Timore di Dio” altrimenti sarebbe coerente con la Parola di Gesù e con rispetto alla Tradizione bimillenaria della Chiesa Cattolica ricca di Sapienti Dottori -che sapevano pensare- e di santi Martiri

  • Adriana 1 ha detto:

    Sicuramente per lanciare una simile accusa ad personam ci vogliono prove certe. E’ curioso, però, che l’ex sacerdote Francesco Lepore, un latinista di vaglia chiamato a S. Marta, quando decise di spretarsi, avendo preso coscienza della sua condizione di omosessuale, inviò una lettera cortese e molto rispettosa a Bergoglio
    ( che gli telefonò, ringraziandolo e chiedendogli il permesso di benedirlo ). Ebbene, in questa lettera Lepore aveva aggiunto alle proprie motivazioni per lasciare l’abito anche la lagnanza per il numero eccessivo di promossi ad alte cariche unicamente per il “merito” dell’appartenenza al gruppo omo.

  • Dino Brighenti ha detto:

    Non c’è bisogno delle prove di Viganò basta vedere da Cattolici il comportamento non cattolico del sedicente in questi undici sofferti anni

  • Lucia Buttaro ha detto:

    A questo punto attendiamo che Valli rivolga al Mons. Viganò le stesse domande argute che ieri ha rivolto al Papa : non faccia allusioni generiche ma dica esattamente di cosa e contro chi accusa il Santo Padre perché poi, Valli si preoccupa dell’ umore dei destinatari di tali affermazioni.
    Certo Valli Viganò Gulisano sono moooolto sconvolti dal turpiloquio del S.Padre e dal fatto che lanci accuse di corruzione sulla diocesi Romana…..
    Povere donne discriminate perché apostrofare pettegole dal Santo Padre, si scandalizza Valli.
    Vediamo se Valli avrà altrettanto zelo nel redarguire Viganò per le sue volgari , generiche, fuorvianti, calunniose, diffamanti insinuazioni nei confronti del Santo Padre!
    Tosatti censura anche questo intervento?

    • Federico ha detto:

      Ma di che parla? Secondo lei chi avrebbe mai potuto VIETARE (si ha capito bene: V I E T A R E !!!) a parroci, preti, religiosi e fedeli di celebrare a Roma con processioni la solenne festa del Corpus Domini il giovedì scorso (due giorni fa). E non venga a dire che non è vero perché è un fatto che conosco direttamente.

      • Balqis ha detto:

        Mi scusi, forse sono io che non ci arrivo: nell’articolo si parla di gravissime quanto generiche accuse di abusi, non corredate da uno straccio di prova. Lei risponde parlando di una processione. Non capisco.

        • Adriana 1 ha detto:

          Cara Balqis,
          un “qui-quo-qua”…: “Il buonsenso c’era, ma stava nascosto per via del senso comune. ” (Promessi Sposi, cap. XXXII- a proposito della peste-). Vero è che il Cardinal Federigo Borromeo,- fautore delle affollate, controindicate processioni per eliminare il contagio- fu “vittima” della ignoranza del secolo riguardo alle cause della pestilenza: non fu vittima dei Diktat dell’OMS e degli interessi della Pfitzer.

  • Terminus ha detto:

    De quoi faut-il encore s’étonner ? N’est-il pas écrit (en vérité) :
    Apoc 17/7 : ”Mais l’Ange me dit : ” Pourquoi t’étonner ? je vais te dire, moi, le mystère de la femme et de la Bête qui la porte, aux sept têtes et aux dix cornes.”
    Mathieu 10/26 : ”N’allez donc pas les craindre ! Rien, en effet, n’est voilé qui ne sera révélé, rien de caché qui ne sera connu.”
    Luc 12/2 : ”Rien, en effet, n’est voilé qui ne sera révélé, rien de caché qui ne sera connu.”

    Bien sûr, Monseigneur Vigano s’est déjà trompé plusieurs fois en ce qui concerne l’Antéchrist et le katechon. Mais il n’a jamais tenu des propos calomnieux à l’égard de Bergoglio ni à l’égard de McCarrick. Quel intérêt aurait-il à mentir de la sorte ?
    Sa présente dénonciation est certainement fondée et constitue un avertissement à Bergoglio qui, récemment, a encore été pressé de démissionner.

    https://www.lifesitenews.com/news/prominent-catholics-urge-bishops-cardinals-to-declare-francis-has-lost-the-papal-office-if-he-refuses-to-resign/
    03/05/24
    D’éminents catholiques exhortent les évêques et les cardinaux à déclarer que François a « perdu la charge papale » s’il refuse de démissionner.
    ( LifeSiteNews ) — Un groupe de 17 universitaires et militants ont publié une longue déclaration appelant à la démission du pape François ou à ce que le Collège des cardinaux lui demande officiellement de démissionner. 

    La longue déclaration présente un résumé des interactions et des relations du pape François avec un certain nombre de personnalités de premier plan de l’Église, telles que les cardinaux Godfried Danneels, Reinhard Marx, Theodore McCarrick, Wilton Gregory et Víctor Manuel Fernández.

    Déclarant que François a « provoqué une crise sans précédent dans l’Église catholique » par ses paroles et ses actes, les 17 signataires ont attesté que le Pape a « fait un grand mal à l’Église et au monde entier » depuis son accession au trône papal en mars 2013. ( La déclaration complète est dans l’article).

    Dans un communiqué publié le 2 mai, les signataires ont déclaré que « les membres de la hiérarchie de l’Église ont le devoir d’agir afin d’empêcher François de causer davantage de tort ». Ils ont ajouté :

    Nous appelons donc le pape François à démissionner de ses fonctions papales, à se repentir et à faire pénitence pour ses actes. S’il ne le fait pas, nous demandons aux cardinaux et aux évêques de l’Église catholique de demander au pape François de démissionner de ses fonctions de pape.
    Si cela ne devait finalement pas avoir lieu, les signataires appelleraient les cardinaux et les évêques à déclarer que François a perdu la papauté d’une manière ou d’une autre.

  • Gabriela Danieli ha detto:

    “La sua reazione non è sorprendente”, ha scritto mons. VIGANÒ. “Lo stesso Bergoglio ha commesso gli stessi abusi quando era maestro dei novizi della Compagnia di Gesù in Argentina, come mi ha confidato personalmente uno dei suoi ex novizi”.

    «Se avete delle prove, Eccellenza, portatele avanti. Altrimenti tenete la bocca chiusa”,

    E sopratutto, che aspetta a riconoscere Benedetto XVI quale ultimo legittimo Vicario di Cristo che MAI HA REVOCATO IL MINISTERO PETRINO (MUNUS?)
    (Se non mi crede ascolti con attenzione le sue parole.
    https://youtu.be/jdHXf5jUV1M?si=Bk_6rwG3MtQfSpX1

    Ma il Catechismo di San Pio X insegna:

    -105. CHE COS’È LA CHIESA ?
    _ La CHIESA è la società dei VERI CRISTIANI, cioè dei battezzati CHE PROFESSANO LA DOTTRINA DI GESÙ CRISTO … E UBBIDISCONO AI PASTORI STABILITI DA LUI.
    ——————————
    ◾Che cos’è la chiesa dell’anti-Cristo?
    R. La chiesa dell’anti-Cristo é costituita da coloro che riconoscono l’antipapa stabilito dalla massoneria ecclesiastica (sinagoga di satana).

    Realtà confermata dello stesso JMBergoglio:
    “LA MIA CHIESA È COSTITUITA BLASFEMI, APOSTATI E PERSECUTORI DEI CRISTIANI” ⬇️

    https://www.sabinopaciolla.com/papa-francesco-i-blasfemi-gli-apostati-e-i-persecutori-dei-cristiani-fanno-parte-della-comunione-dei-santi/

Lascia un commento