Bestiario Straordinario di un Massacro Estemporaneo a Rafah.

27 Maggio 2024 Pubblicato da 11 Commenti

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, offriamo alla vostra attenzione una veloce raccolta di immagini dal web, sulla più recente nefandezza compiuta dall’esercito israeliano, oltre ad altre immagini di contorno. Sarebbe interessante sapere cosa ne pensa la signora a cui non si sa perché paghiamo con le nostre tasse migliaia di euro per l’inutile carica di senatore a vita e che disserta in genocidi e bestemmie. Che pena! 

Qui sotto pubblichiamo un post pubblicato su X (già Twitter) dal prof. Alessandro Orsini. vittima di una persecuzione che non ha precedenti in quella che una volta era una democrazia. E da parte di persone che si fanno scudo di orrori antichi per avere mano libera a compierne di freschi. 

La riquerela. Sono stato querelato per avere detto (prima di tutti) che Netanyahu avrebbe sterminato il popolo palestinese, il 7 ottobre 2023, quando scrissi su X: “Fino a quando ci saranno uomini come Netanyahu, lo sterminio di un popolo sarà sempre possibile”.

Ora che persino la Corte internazionale di giustizia dell’Onu riconosce che Netanyahu sta sterminando il popolo palestinese – ordinando addirittura a Israele di fermare l’offensiva a Rafah – sarò ri-querelato per avere fatto una previsione corretta. Ma la cosa più comica è che sono stato querelato per avere “diffamato” lo Stato d’Israele: “Diffamazione plurima”.

Capito? Io avrei diffamato uno Stato terrorista che si diffama da solo compiendo un genocidio ritenuto tale da tutti i Paesi del mondo a parte un manipolo di governi corrotti concentrati prevalentemente nell’Unione europea.

Immagino il dibattimento: “Abbiamo querelato il professor Orsini per avere detto che Israele sta compiendo un genocidio. Condannatelo! Arrestatelo! Chiudete tutti i suoi social! Imbavagliatelo! Impeditegli di parlare!”.

Ora aspetto una querela per avere detto che la Russia avrebbe sventrato l’Ucraina.

Nel mio ultimo libro, ho spiegato perché Israele sia uno Stato terrorista. Si può querelare un libro nella nuova società libera?

Un’ultima domanda: si è capito che non ho nessuna paura delle querele e delle minacce?

Si è capito che dopo le querele ho continuato a scrivere le stesse cose su X sulla pulizia etnica a Gaza?

Si capisce che non mi faccio intimidire da nessuno?

paperfirst.it/libri/ucraina-

 

§§§

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

§§§

Aiutate Stilum Curiae

IBAN: IT79N0200805319000400690898

BIC/SWIFT: UNCRITM1E35

§§§

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , , ,

Categoria:

11 commenti

  • Giampiero ha detto:

    Come sarebbe questo mondo se veramente i suoi Principati e Potestà fossero quelle menzionate da san Paolo?..

  • nuccioviglietti ha detto:

    Rafah mattatoio a cielo aperto!…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  • Bartolomeo ha detto:

    Ci sta poco da commentare, a monte di tutto ci sta satana che vuole distruggere l’umanità e tanti, credendosi immuni l’assecondano.

  • Balqis ha detto:

    Non riesco a credere che non vi sia modo per fermare questa follia (non c’è altro modo per definirla). Anche io sono arrabbiata con la senatrice Segre e delusa dal fatto che non usi l’autorevolezza morale, riconosciutale in quanto vittima, per far sentire la sua voce, che forse potrebbe avere un peso (forse).

    • Paoletta ha detto:

      La Segre è un burattino messo lì per dire esattamente quello che dice. Più parla e più perde autorevolezza però.

      • Balqis ha detto:

        Non sono d’accordo sul “burattino”. È, piuttosto, una che poteva parlare diversamente. Questa storia dei “burattini” comincia ad apparirmi falsa, perché rischia di oscurare la questione della responsabilità. La senatrice Segre aveva una ben precisa responsabilità, quella di essere testimone affinché l’orrore non accada di nuovo. È lei che ha scelto – non un oscuro burattinaio – di eludere la missione affidatale dal miracolo di essere sopravvissuta. È lei, in prima persona, che ha sbagliato. Troppo comodo il “burattinaio”. È la senatrice Segre che deve rispondere – prima di tutto a se stessa – del suo grave deludente errore.

        • Paoletta ha detto:

          se inizia a parlare diversamente perde i suoi sponsor…

          • Balqis ha detto:

            Non c’è sponsor che tenga di fronte alla propria coscienza. Davvero il mondo sta impazzendo. La vittima che diventa carnefice. Pazzesco. Trovo gravissime le parole della senatrice Segre, anche – paradossalmente – rispetto allo stesso Stato di Israele, contribuendo alla sua perdita di legittimità.

  • Paoletta ha detto:

    sul corriere di oggi c’era un breve scritto di uno scrittore israeliano che descriveva la triste sorte di sua figlia, costretta a indossare una divisa e sapere usare un mitra a 19 anni, e che alla sua giovane eta’ aveva gia’ tre compagni di classe morti. L’articolo evidenziava che molti dei suoi coetanei con il doppio passaporto stavano pensando di tornare da dove sono venuti i loro nonni, per potresi costruire una vita migliore. Credo che il progetto di avere uno stato ebraico sia fallito, e che la favoletta raccontata agli ebrei che avrebbero avuto un posto in cui vivere in pace dopo gli orrori dell’olocausto sia stata, appunto, una triste favoletta.

    • Giovanni ha detto:

      I sionisti stanno facendo un grande male al popolo Ebraico. Purtroppo tutta l’ umanità si divide in coloro che cercano il bene ( non tanti ) e coloro che cercano il male ( molto più numerosi ). Nel mezzo una immensa platea di ignavi che si lascia strumentalizzare senza capire. Attingendo dalla Bibbia : hai occhi e non vedi e orecchie e non senti……. Bisogna anche ammettere che in il male è estremamente efficiente nella manipolazione e di questi tempi ha a disposizione mezzi mai visti nella storia.

  • Adriana 1 ha detto:

    Gentile Tosatti,
    su Instagram qualcuno ha fatto vedere scene atroci di bambini fatti a pezzi dal fuoco israeliano che colpisce innocenti con la scusa di voler fare fuori due (!!!) terroristi.
    E’ l’Inferno.

Lascia un commento