E’ TORNATO L’ABATE FARIA. HA PROVATO A ENTRARE NEL VATICANO DEI PONTI NON MURI. SENZA MOLTA FORTUNA.

MARCO TOSATTI

Come ben sapete il nostro Stilum Curiae non ha esitato a seguire le indicazioni magistrali che ci vogliono accoglienti e accettanti, e ha aperto le sue piccole porte ad almeno due ospiti. Uno è Romana Vulneratus Curia (RVC per gli amici) e l’altro è l’abate Faria, uomo di mondo, anzi di mondi anche lontani da Roma. Che però ogni tanto visita. E di questo ha voluto informarci oggi…

Mentre camminavo per il centro di Roma, impegnato a difendermi ogni tre minuti dall’assalto di gente che mi chiedeva soldi in tutte le lingue del mondo, riflettevo su quanto molti politici vanno dicendo sul tema dell’immigrazione in questi giorni, subodorando la rabbia della gente: siamo al collasso. Eppure dalla Chiesa Cattolica, di cui sono figlio e sacerdote, continua a venire l’invito ad accogliere: accogliete, accogliete, qualcosa resterà (ma non di voi).

Allora, essendo confuso e tormentato dalla distanza fra quello che la mia Chiesa insegna e quello che i miei occhi vedono, mi sono recato in Vaticano per chiedere delucidazioni, sicuro che, grazie alla loro politica sull’accoglienza, anche in Vaticano mi sarebbe stato possibile accedere facilmente. Ma invece no. Prima il controllo degli svizzeri che vogliono sapere esattamente dove sarei andato e perché. Poi, dopo molta fatica, ecco la gendarmeria a cui devo ripetere la mia ragione per essere lì. Poi, ancora spiegazioni ad altre guardie svizzere e gendarmi sparsi a presidiare il territorio Vaticano. Quindi…perché si vuole imporre a dei poveri cittadini italiani (e agli stessi stranieri regolari), indifesi e in balia di una immigrazione selvaggia (il problema non sono gli stranieri, il problema è che il sistema non regge più), di vivere ogni giorno in una situazione sociale insostenibile quando invece in casa propria (e giustamente) ci si guarda bene da tenere le porte aperte? Il poveraccio che si deve difendere quotidianamente da nomadi, vagabondi, umanità varia, non ha le guardie svizzere e la gendarmeria che lo difende. Vale ancora “fare agli altri quello che vorresti fosse fatto a te”?

Amen.

 

L’ARTICOLO IN SPAGNOLO E’ QUI



Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.

96 commenti su “E’ TORNATO L’ABATE FARIA. HA PROVATO A ENTRARE NEL VATICANO DEI PONTI NON MURI. SENZA MOLTA FORTUNA.”

  1. @Andrea
    Se non lo ha ancora letto mi permetto di segnalare l’articolo “Gli ultimi giorni di Costantinopoli”, lucida quanto sconsolante analisi di R. Pecchioli

    1. Grazie Serena per la segnalazione, ho appena finito di leggerlo. Tristemente impeccabile. Devo dire che non mi spaventa ciò che sta arrivando. Ciò che mi infastidisce è il capovolgimento del bene e del male e il fatto che sarà considerato malvagio chi cercherà di opporsi a questa nuova tirannia moderna. Questa è una mossa davvero astuta del maligno.

      1. @Andrea
        Concordo e condivido, ma ricordati che è già scritto.
        ” Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi”
        Non c’è null’altro da poter fare che cercare di resistere e mantenere la fede.

  2. Oggi il partito meno anticristiano e più chiaro riguardo al rapporto con l’Europa è casapound. Fermo restando che non credo nella politica perchè l’uomo deve confidare in Dio e non nelle azioni umane, però due son le mie scelte. O votare CP o non votare. Partiti cattolici non ne esistono. CDX e CSX neanche a considerarli. Il M5S sono progressisti e state tranquilli che finiranno per essere funzionali al potere massonico che vuole distruugere la famiglia e far invadere il paese. Tutto ciò che è sx naturalmente non lo considero nemmeno. Rimane poca scelta…

    1. @Andrea
      Conosco poco, e quel poco che conosco non mi piace, di quel partitino.
      Ma anche prescindendo da quanto sopra, come per qualunque altro partitino (ricordate la IMHO lodevole iniziativa di Giuliano Ferrara una o due elezioni fa?) un voto dato lì rimarrebbe giusto un voto di protesta, con quasi nulle possibilità di ottenere almeno un parlamentare che faccia un po’ di folklorismo di ispirazione cristiana… insomma giusto per far risultare statisticamente che il Macron del momento non ha preso il mio voto.

      1. Mah piacermi no… è la politica che proprio non mi piace a prescindere. Diciamo che se fossi obbligato a votare probabilmente sceglierei loro. Ma pensò che alla fine mi asterrò. Meglio pensare a salvarsi l’anima tanto dal punto di vista terreno credo che sia piuttosto difficile invertire la rotta. A me paiono quasi tutti atei ormai. E un ateo oggi che non sia stato conquistato dal modernismo mi pare piuttosto raro…

        1. Caro Andrea , astenersi vuol dire favorire gli altri . I satanassi votano sempre e votano quello che a noi non piace . Si sta affacciando un nuovo partito che mette davanti a tutto i ” valori non negoziabili ” e viene zittito e ostacolato in tutti i modi . Il Popolo della Famiglia . Per noi è l’ultima speranza.

          1. Ah Non sapevo che avesse proprio fondato un partito Adinolfi. Va bene valuterò. Grazie per l’informazione Luigi.

  3. Siamo entrati nell’apostasia e probabilmente, come mi ha detto un caro sacerdote, siamo solo all’inizio. Il diavolo è scatenato e sta manovrando i suoi servi (l’élite globalista) per la costruzione del nuovo mondo, che non è altro che il suo regno.
    Mi pare che ci sia un accanimento soprattutto contro il nostro paese perché è la culla del cattolicesimo. Io prego per non finire vittima di questo seducente relativismo. A volte l’apostasia cerca di conquistarmi ma le resisto, però riesco per qualche istante ad immaginare più o meno cosa frulli nelle menti di coloro che l’hanno accolta completamente. E ció che verrà fuori da essa sarà solo “morte spirituale”. Cecità e abbandono totale. Quanto mi spaventa. Prego.

    1. @peter

      A spanne, per il contribuente medio italiano l’8 PER MILLE significa circa 50-100 euro l’anno (che comunque il fisco si prende): non è tanto ma non è demagogia dire che con la brutta aria che sta tirando ci sono molte famiglie modeste come risorse economiche che non ce la faranno ad aggiungere all’oboletto domenicale e ad altre solite piccole beneficenze altri 50-100 euro.

      Chi può fare il fioretto di una beneficenza aggiuntiva però la faccia: prima ci abitueremo a mantenere direttamente quella manciata di preti, frati, monaci e suore che per non poter accettare in coscienza i “pasticci” (eufemismo) dottrinali e pastorali introdotti dalla neo-chiesa si troveranno “buttati fuori”, senza stipendio e senza abitazione, meglio sarà.
      Prima ci renderemo conto che tutti i beni materiali della Chiesa Cattolica rimarranno legalmente di proprietà della neo-chiesa, meglio sarà.
      Ci sarà da affittare garage e capannoni per far celebrare cattolicamente ai pochi ministri cattolici, ci sarà da fare collette per comprare quel minimo di arredi liturgici perché all’Onnipotente si mostri anche esteriormente rispetto, ecc. ecc.
      Se disgraziatamente continuerà lo scivolamento della chiesa istituzionale verso il baratro sulfureo, consideriamo che il piccolissimo gregge che vorrà cercare di non essere trascinato dovrà logisticamente arrabattarsi come da noi da 30-40 anni si arrabattano i lefreviani o, meglio ancora, le minuscole comunità sedevacantiste o come si son sempre arrangiate le pseudo-chiese protestanti fai-da-te.

  4. Il vero pericolo politico x Italia è il PD con la sua cultura;. Ma non so come si faccia votare: indifferenza altezzosa verso le persone normali (devono votare e non pensare, a quello pensa il PD x loro). Lo stesso accade nella Chiesa: il pontefice dimostra fastidio x i sacerdoti fedeli, che secondo lui non sono misericordiosi ed accoglienti (la gente finisce x credergli) …sono un po’ stufo ma si vede che devo pregare Fatima x amare di +Gesù

    1. Caro don Eraldo, il pontefice è “misericordioso” infatti attaccato sulla sua porta è scritto:
      “Vietato lamentarsi”
      “Lo dice un cartellone appeso alla porta dell’appartamento del Papa a Santa Marta
      Il cartello, con la consueta scritta rossa su campo bianco, che si presenta come la “legge n° 1 sulla tutela della salute e del benessere”, spiega ai visitatori che “i trasgressori sono soggetti da una sindrome da vittimismo con conseguente abbassamento del tono dell’umore e della capacità di risolvere i problemi”
      https://it.zenit.org/articles/vietato-lamentarsi/

  5. Personalmente, è da due anni che non verso l’8X1000 a favore della Chiesa italiana.
    Ma come si può continuare a foraggiare una gerarchia che tradisce gli interessi degli italiani.
    Come è possibile continuare ad ascoltare un Galantino, che di cattolico ne ha perduto la semenza!
    Si sveglino gli italiani!!! Questi preti predicano male e razzolano peggio!

    1. @peter

      Anni fa, schifato dallo Stato Italiano, ero tornato a darlo alla CEI.
      Quest’anno è il mio primo di SCIOPERO dell’8 PER MILLE alla CEI (sto aspettando il bigliettino di ringraziamento da Putin … ooops da S.E. Antoniy Sevryuk 😉 ) e con qualche fioretto ho raccolto più dell’equivalente per darlo DIRETTAMENTE a un parroco che almeno per il momento continua a comportarsi da prete cattolico, abbastanza moderno in tanti aspetti accessori, e sembra che gli piaccia anche Papa Francesco (de gustibus …) ma qualche settimana fa pieno di sacro furore contro gli imbecilli blasfemi che abbondano fra i suoi parrocchiani, sentito il brusio durante l’inizio della consacrazione si è fermato in tono controllato ha spiegato che quella era l’EPICLESI, spiegandone il significato e scongiurando di stare zitti ad adorare rispettosamente.
      Ho rivalutato istantaneamente di molti livelli il mio parroco: è la prima volta in vita mia che sento un prete in chiesa spiegare l’epiclesi al volgo nominalmente cristiano cattolico.

      Quel poco che possiamo fare per beneficenza diamolo di persona a chi si mostra ancora fedele lavoratore nella vigna del Signore.

      1. @Acchiappaladri
        Grazie per il suggerimento: ottima l’idea di destinare una somma equivalente a chi veramente merita! Rimane però il fatto che l’8 per mille dei nostri soldi viene equamente distribuito anche se non vogliamo e a chi non vogliamo. Almeno potessimo riprendercelo…
        Grazie a Dio esiste ancora qualche sacerdote credente e che celebra in modo degno anche in N.O. Ne ho trovato uno recentemente molto giovane ma altrettanto coraggioso: peccato che al momento è ridotto ad “aiuto” in una parrocchia di sì e no 5000 anime!

        1. @Serena

          amica mia! 🙂 perché mai secondo lei il vescovo di fiducia di Putin in Italia mi manderà gli auguri di Natale, ovviamente il giorno dell’ Epifania???? 😉 😉

          Il problema (o meglio, la truffa legalizzata) da lei segnalato deve essere ben noto a tutti:
          per NON foraggiare mons. Paglia e compari per l’appunto BISOGNA SCEGLIERE esplicitamente una destinazione per l’8 PER MILLE.

          E qui si pone un grave problema di coscienza: CHI? Uno dei diversi gruppi protestanti che hanno fatto la convezione con il nostro stato? I buddisti? Gli ebrei? ??? 🙁

          Io, in mancanza di meglio, ho scelto gli Ortodossi: mi sarebbero piaciuti ad esempio i Romeni ma gli unici disponibili quest’anno sono i Russi.
          La loro chiesa è afflitta dall’antico cancro di una certa superbia nazionalistica e dall’asservimento allo zar di turno. Però i sacramenti li celebrano con grande rispetto per l’Onnipotente e (con tutte le porcate che qualche loro ministro potrebbe combinare personalmente) come chiesa continuano a predicare le Sacre Scritture senza censure politically correct per compiacere gli attivisti omosessuali o i bestialisti alla moda.

          1. @Acchiappaladri
            Anch’io sono stata tentata di fare la medesima scelta, se non altro perchè mi farebbe molto più piacere ricevere auguri dalla Russia all’Epifania piuttosto che a Natale dal Vaticano…ma sono ancora incerta, a causa di informazioni ricevute da bene informati che mi dicono esserci tutt’altro che rose e fiori anche da quelle parti. Forse però, come dice lei, è il male minore. Buona serata!

          2. Io ho già fatto. Turandomi un po’ il naso, certo, ma senza grossi rimorsi, quest’anno ho dato il mio contributo al Patriarcato della Terza Roma.

          3. Anch’io ho firmato per gli ortodossi. Ho fatto una lunga ricerca, e sono gli unici che destinano i soldi al culto, alle chiese e ai sacerdoti e non agli immigrati.
            Sono stata anche sollevata perché è la chiesa che sento più vicina alla nostra.

      2. @ Acchiappaladri
        “e con qualche fioretto ho raccolto più dell’equivalente per darlo DIRETTAMENTE a un parroco che almeno per il momento continua a comportarsi da prete cattolico, ”
        Ottimo. è il modo giusto di sostenere la “Chiesa”, bisognerebbe abolire il versamento alla C.E.I e darlo direttamente alla parrocchia o almeno l’opportunità di poterlo fare.

  6. @flora

    Il tuo commento sullo sbarco dei figli in Italia, no alla 194, è monumentale!!!

    Sono queste le cose che dovrebbe urlare la CEI, ed ereticheria bella!

  7. Notizie dal Cile!
    E’ veramente desolante che il Santo Padre non dica una parola contro l’aborto.
    Mi sorprende il dovere constatare che i pastori, in molti casi, vengano meno al loro dovere di difendere la Verità. Sono convinto che non credano più nei comandamenti di Dio, nella Legge del Signore, nell’autorevolezza della Legge naturale.
    Sono paurosi e sottomessi ai poteri mondani!
    Se non è vero ciò che penso, ditemi perché il papa e i vescovi non pronunciano più parole forti e decise contro aborto, nozze gay, immigrazione clandestina?
    Hanno paura, perché hanno perduto la fede in Dio e nella Sua Parola!!!

    1. Caro peter, hanno apostatato, che è diverso. Perché certe omissioni le teorizzano proprio, dando del fondamentalista a chi se ne scandalizza.

  8. Penso che non consola quello detto di “cattivo di molte consolazione di stupidi”, perché qui in Spagna passa la stessa cosa.
    Così per esempio, nell’urbanizzazione di lusso dove vive Cristiano Ronaldo e altri con uguali o più euro che egli, non fa molto emisero un reportage per la televisione, e dall’aria tecnici in sicurezza dicevano che era quasi impossibile un furto.
    Voi gli italiani l’hanno molto facile: tutti – terroristici islamici compresi – al Vaticano vogliano o no, essi e quelli del Vaticano, e vedranno già come si prepara quell’in meno di un mese.
    Ora più sul serio, il problema è che non possa aiutarsi a chi in realtà ha bisogno di lui per i molti che vengono e non hanno bisogno di lui ma vengono ad un’altra cosa.
    Saluti, e non rispondo né allo stesso Direttore.

  9. Fa ancor più rabbia che troppa gente”benedirà” se la spassa e pontifica di qua e di là dal Tevere, con i nostri soldi, vuoi che li chiami tasse oppure 8 x mille. Sempre soldi nostri sono. E c’è chi (Galantino dixit!) Con 30 milioni del nostro 8 x mille si prodiga x salvare navi straniere. Che importa se poi va a picco la nave Italia?
    “Quel giorno Gesù uscì di casa e sedette in riva al mare…” “….in attesa di profughi da salvare!”
    Versetto del Vangelo di ieri e proseguo di un’omelia (più o meno) Il senso era quello.

      1. Spesso anch’io esco all’omelia, rientrano solo ad omelia terminata; a volte ‘sti pretacci sono proprio insopportabili. Se il massone biancovestito dovesse abolire la Consacrazione e la Transustansazione, per fare ammuina con i luterani, allora sarà veramente inutile andarci alla messa, che messa più non sarà; ma forse Maria SS.ma interverrà prima, speriamolo.

  10. sta attento abate faria a fare critike ke se i turiferari i leccacalzini o le guardie della rivoluzione capiscono ki sei ti cacciano come ai tre impiegati della dottrina della fede cacciati xkè critici verso il Sommo Pontefice regnante
    hai letto il cartello ke i turiferari leccacalzini hanno inventato il Sommo Pontefice regnante s’è messo fuori dall’ufficio? vietato lamentarsi, altrimenti GUAI ma tanta misericordia sempre

  11. Dire che l’Italia è messa male è un non senso, non perché le cose stiano andando bene, al contrario. L’immagine dell’orchestrina che suona mentre il Titanic si sta inabissando è la più attinente a quanto stiamo vivendo. I TG nazionali, fotocopia l’uno dell’altro, mostrano le spiagge affollate di bagnanti, mentre il centrosud brucia per allietare gli spettatori, che ammirano le cabrate dei Canadair, tra uno sbarco di clandestini e l’altro, tutta gente “che scapa da le guere e perssecuzioni”… Oggi hanno arrestato il solito 24enne romeno che, invece di provocare l’ennesimo incidente senza patente e su auto rubata, stava appiccando un incendio. Una variazione sul tema. Il bravo Antonio Socci spiega molto bene, come suo solito, che i nostri governanti si distinguono per essere gli unici in Europa che hanno in disdegno gli interessi nazionali. Basti vedere come da anni stanno gestendo l’invasione, prevalentemente maomettana, tanto cara a Bergoglio… Davanti ad un Paese, il nostro, che a parte le categorie protette (tutta la gente sistemata in politica o nell’amministrazione dello stato, oppure impiegata nell’industria della raccoglienza) ha visto in questi anni crescere il numero di indigenti e disperati che guardano ad un futuro senza speranza, il “boss della chiesa della missericordia” ha puntigliosamente evitato di spendere una mezza parola di compassione per i poveri italiani. Lui e il suo cerchio magico di buffoni gaiamente gaudenti, a cominciare dal ruffiano impudente Galantino, sono a ripetere a noia l’insopportabile ritornello: avanti c’è posto. No, ne sono certo: costui può solo essere un impostore.

    1. Ho esposto le sue stesse argomentazioni in un blog locale della città in cui vivo e mi sono sentito dare del retrogrado, da alcuni persino del mentecatto. “I popoli si muovono e tu non puoi farci niente. Fattene una ragione, fascista!”. Ora vi chiedo: cecità? Masochismo? Lavaggio del cervello a scuola e/o in famiglia? Comunque sia, ne ho tratto la sconsolata conclusione che ci meritiamo quello che sta succedendo.

      1. Sicuramente chi ti dà del fascista è un sinistronzo caro Alessandro2, ma non cambia la realtà delle cose, che sono esattamente come le vediamo. Che i popoli si muovano è una bugia, gli stati sovrani esistono da sempre e anche i confini di stato e da che mondo è mondo la gente gira con i documenti di viaggio che attestano l’identità del titolare. Anche nel più scassato paese dell’Africa non entri se non hai i documenti, un visto temporaneo e il biglietto di ritorno. E’ ora di finirla con le favole da vispa teresa o andrà a finire male. Dimenticavo: chi ti attacca in quel modo o lo fa per fede ideologica da terzomondista snob (sine nobilitate) o è attivamente coinvolto nel lurido mercato della raccoglienza e la sera a casa conta i soldi di nascosto, quelli che ha insaccato sulla pelle degli italiani.

      2. @Alessandro2

        Potrebbe ad esempio suggerire all’idiota che le ha dato del fascista di provare a “muoversi” senza documenti e senza soldi con una barchetta per provare a sbarcare in qualche bel posto dove gli piacerebbe andare per affari o per turismo:
        che ne so, Gran Bretagna, California, Bahamas, Australia, Tahiti, Nuova Zelanda, Cile, Sud Africa, ecc.
        e poi DOPO che ci venga a raccontare a noi “fascisti retrogradi” che effetto gli ha fatto 😉

      3. #Ci meritiamo quello che sta succedendo #,si è’ vero!,caro Alessandro2,perche’l’Italia ha voltato le spalle a DIO.

        1. Sottoscrivo … Beh, forse non proprio tutti tutti, ma il male provocato da alcuni poi viene sofferto anche da chi ha cercato di non accodarsi al malcostume dilagante.
          Poveri pero’ quei sacerdoti che hanno giustificato il disastro attuale assecondando l’egoismo di tanti: “A volte la famiglia viene prima della legge di Dio” … gia’, ma chi l’ha creata la famiglia? Non e’ questione di numeri ma di cuore e di Fede (=fiducia in Dio) … Anche qui dalle esigue situazioni eccezionali si e’ passati al “tana libera tutti”e cio’ che ne risulta e’ il castigo che tocchera’ a tutti.

      4. Parole sante le tue. Noi ci meritiamo tutto quanto ci sta succedendo e non è solo colpa dei politici di turno che ci governano, ma sempre ed esclusivamente colpa della stragrande maggioranza di noi cittadini.

  12. Quanta confusione! Una società allo sbando! Una Chiesa che si allontana sempre più dalla realtà. Una situazione sociale esplosiva che la politica italiana non riesce più a controllare.
    Povera Italia, poveri italiani, avviati come agnelli al macello, vittime e autori, forse inconsapevoli, della loro rovina.
    Come non denununciare l’inefficienza di uno stato che, dopo decenni di incendi dolosi, non riesce a trovare un solo autore di questi continui disastri; governi che non riescono a fare decollare l’economia italiana, determinante per sviluppo economico e per la creazione di posti di lavoro per le giovani generazioni;politici che non riescono a risolvere il problema della immigrazione, ma che di fronte alla loro incapacità, presentano come priorità le nozze gay e lo jus soli.
    Ma di cosa stiamo parlando!!!

    1. Certo,#Oggi le cose vanno diversamente e le conseguenze le abbiamo sotto gli occhi…chi dobbiamo ringraziare(eufemisticamente parlando)?Si chiede Mari;sapete chi?E’ presto detto:il CVII.Ma guai a dirlo ai nostri ambientiecclesiali,che preferiscono darsi la morte che ricorrere alle cure efficaci…!!!

      1. Anche se un monsignore mio stimato professore, persona onesta, di grande cultura e conoscenza teologica, trenta e passa anni fa, per giustificare le storture che si facevano di giorno in giorno più evidenti nella Chiesa asseriva che “il CVII doveva essere ancora capito”.

        Ma ormai son quasi certa che su questo avesse torto: il CVII aveva in se qualcosa si profondamente sbagliato.

        Con gli anni, l’esperienza e la riflessione io un’idea me la sono fatta: hanno voluto spostare il baricentro da Dio all’uomo.

        Hanno voluto portare la Chiesa a incontrare il mondo, a comprenderlo: ma la Chiesa, realtà divina, non può rientrare nelle categorie umane: era, e doveva restare qualcosa di “altro”, al di fuori e al di sopra di ogni struttura sociale.

        Solo così avrebbe compiuto la sua sublime missione di “collegamento” tra Dio e l’uomo.

        E l’uomo ubriaco dei suoi “diritti” ha finito col calpestare quelli di Dio: la creatura si è ribellata al suo Creatore e se ne fa un vanto… e le conseguenze le pagheremo tutti ma, forse, il capire perchè accadono ci aiuterà a tornare nelle giuste prospettive : noi le creature e Lui il Creatore.

        1. Mi spiace dissentire sul CVII perchè posso dire: “io c’ero”, ho seguito i lavori preparatori, i dibattiti tra i padri conciliari e, a concilio concluso, ho partecipato a decine di incontri sui documenti conciliari. Il mio parroco ere quanto di più tradizionalista si può immaginare, ma ha sempre spiegato i documenti conciliari con un taglio positivo. Quel concilio, pur essendo riformatore, non ha toccato un bel niente del “depositum fidei”.
          E’ stato il post concilio che, pian piano, senza peraltro riuscirci, ha cercato di cambiare il bambino nella culla.
          C’è riuscito, approfittando di una breve distrazione dello Spirito Santo, nel 2013.

          1. Facciamo dal 1969, quando si è cambiata la liturgia, poi nel 1985 con l’ecumenismo a tutti costi, e nel 2013 con il demolitore, sempre “misericordioso”.

          2. Sa che cosa mi ha fatto cambiare idea su questo concilio?

            “L’albero si riconosce dai frutti”
            E una cosa, anche se al concilio io non c’ero, l’ho scoperta sulla mia pelle.

            La formazione dei cristiani seguita a questo concilio fa RIDERE!
            Mia nonna, formata col catechismo di San PioX, a 9 anni ne sapeva più di me fino a 18!

            Ma la cosa che mi fa riflettere è che chi mi aveva “catechizzato” a 18 anni sarebbe poi stato l’unico italiano fra gli autori del CCC: siccome ne avevo parlato con la nonna, posso garantire che ciò che io avevo potuto apprendere solo all’ università coincideva con quanto lei aveva imparato dal catechismo di Pio X.

            San Pio X era stato parroco, aveva fatto catechismo, lo sapeva fare bene e aveva trasfuso la sua esperienza nel catechismo, e chi ha voluto metterlo in soffitta sapeva che avrebbe privato i cattolici dalla sicura difesa contro chi cercava di adulterare i contenuti bimillenari della fede.

            La Chiesa, come giustamente dice Francesco, ha subito questa “mutazione” soprattutto con la Messa in volgare, nel 1969 .

            Un cambiamento la cui storia è tutta da scoprire, e oggi ne abbiamo i mezzi: su questo posso anche essere d’accordo con chi ha detto che Internet è un dono del Signore (anche se modificherei l’affermazione con “può essere”… perchè, purtroppo spesso non lo è affatto)

  13. @Flora
    Il suo commento (e il recente episodio della furibonda reazione degli immigrati di un centro di accoglienza contro l’ondata dei nuovi arrivati) mi ha fatto venire un’idea da sottoporre ai nostri cosiddetti governanti che non sanno che pesci pigliare (o meglio:non vogliono proibire la…. pesca dei migranti). L’idea è quella di formare un bell’esercito di mercenari con i robusti giovani e spedirli a presidiare porti e coste per evitare altri arrivi. Risolto il problema della disoccupazione di quelli che ci sono già! E si rendono utili…

    1. @ Serena
      “L’idea è quella di formare un bell’esercito di mercenari con i robusti giovani e spedirli a presidiare porti e coste per evitare altri arrivi. Risolto il problema della disoccupazione di quelli che ci sono già! E si rendono utili…”
      Ottima idea, qualcuno dovrebbe farla pervenire al parlamento, possibilmente in incognito, causa spie d’oltre Tevere.

      1. Francesco ,Renato Baron è stato ricevuto solo da Giovanni Paolo II. In visione ha visto come sarà la purificazione però non ha voluto che gli altri stessero male come è stato male lui per averla vista.

  14. Aggiungo un P.S
    E se invece facessimo sbarcare i nostri figli in Italia? Direttamente dall’utero materno!
    No alla 194.
    Anche per questo!

    1. Il punto è proprio questo : con l’aborto abbiamo ucciso 6 milioni di Italiani in 30 anni . La Madonna dice : …” i posti lasciati vuoti a causa dell’aborto saranno presi da fratelli che vengono da lontano…” 1998 . E’ un castigo . Madre Teresa diceva : .”..finchè ci sarà l’aborto non ci sarà pace.. “. La parola aborto non l’ho mai sentita dire nelle omelie della domenica da 20 anni in qua.

      1. @LUIGI CAZZOLA

        Sono più di uno gli avvertimenti che per decenni ci sono arrivati in questo senso dalle rivelazioni private.

        Intere nazioni scompariranno: vaticinio in corso di avveramento e senza bisogno di bombe atomiche e di asteroidi ammazza-dinosauri. Basta lasciar fare al tempo … 50 anni o poco più.
        Come utile esempio (il mondo mica finì … solo che continuò in modo molto più misero, instabile e illegale di prima, e anche allora il “prima” mica era il paradiso terrestre) studiare l’ampia bibliografia sul crollo (in Occidente sopratutto) dell’Impero Romano.

        1. Dopo la necessaria purificazione col conseguente castigo profetizzato a Fatima ci sara’ il trionfo del Cuore Immacolato di Maria. Gli avvenimenti avranno inizio dopo che sarà legalizzato quello che manca perché la torta sia completa: l’eutanasia.

        2. @ acchiappaladri
          Come sempre fai commenti che firmo con due mani.
          Inoltre, per chi conosce un po’ di storia, il crollo dell’impero romano, da te citato, presenta analogie impressionanti con la situazione odierna dell’Italia e dell’intero Occidente.
          C’è però una differenza importante: l’impero romano iniziò la sua decadenza subito dopo Marco Aurelio (200 d.c. circa) e crollò a metà del 400 circa, quindi nell’arco di 200 anni.
          L’occidente, per ragioni che chi ha un minimo di naso riesce a cogliere, crollerà in tempi molto più brevi: 50/60 anni.

      2. @ Luigi
        “La Madonna dice : …” i posti lasciati vuoti a causa dell’aborto saranno presi da fratelli che vengono da lontano…” 1998

        Luigi potresti dirmi di quale rivelazione privata si tratta?
        Grazie

      3. @ Luigi Cazzola
        Condivido in pieno. Paghiamo i nostri crimini con l’estinzione, fisica e culturale, abbiamo ucciso i nostri figli e apostatato alla Verità. Dio abbia misericordia di noi.

        1. Caro Francesco , San Martino di Schio , Vicenza . “La Regina dell’Amore”, una delle apparizioni più importanti di questi tempi . Documentati su internet . Io abito a 10 Km. ed ho assistito a circa 100 apparizioni

          1. @ Luigi
            Grazie Luigi, avevo già letto del veggente Renato Baron, mi pare che sia stato ricevuto da due papi, di Giovanni Paolo II sono sicuro dell’altro non lo ricordo, un grande uomo di fede, almeno gli è stata risparmiata la sofferenza di vivere in questi giorni, più bui della pece.

  15. Una volta c’erano le Olgettine, adesso c’è la menata dell’immigrazione e dello Ius Soli ma la sostanza non cambia : solo fumo negli occhi per mascherare la tragica realtà di una casta di dementi e derelitti che pensa che il fatto di non avere ne arte e ne parte e di essere ignoranti enciclopedici li possa candidare alla guida del Paese e delle Istituzioni. Perchè nel libro “scritto” (ahahahah) da Renzi non si parla del dilagare del sistema mafioso in tutti i livelli ed i gangli della PA e della totale incapacità della Casta anche solo di parlarne ? Mera incompetenza ? Collusione ? Complicità ? Ai posteri l’ardua sentenza, certo poi che da Oltretevere ecco venirci in soccorso i soliti uomini in sottana che ultimamente hanno fatto del “Predicare bene e razzolare male” il loro leit-motiv. Comunque, per finire, vorrei ricordare a tutti i miei, ahimè, concittadini che gli stranieri regolari in Italia sono poco meno di 300.000 (dati ISTAT) e contribuiscono al PIL per il 6% !!!! Inoltre, cari e smemorati italiani e uomini in sottana, prima della follia della Bossi-Fini in Italia, come nel resto d’Europa, la legge naturale dello “Ius Soli” è sempre esistita. Meditate gente, meditate.

  16. Questa è enorme massa di sbarchi quotidiani non sta facendo altro che sbarcare sul suolo italico un esercito. Sì, proprio un Esercito. Gente quasi totalmente di sesso maschile, forte, giovane, vale a dire ABILE ALLA LEVA. Ma non la nostra. È un esercito straniero che sta oltrepassando non solo il Piave ma tutte le nostre coste, tutti i punti di approdo più utili e comodi. E noi invece di gridare a gran voce “Non passa lo straniero!” Lo accompagliamo, lo foraggiamo, lo aduliamo perché continui ad arrivare e ad ingrossare le sue fila.
    Ecco, ci stiamo preparando in casa nostra un esercito straniero. Guardiamola così. Una massa di divise, di militari stranieri pronti per l’uso. Già posizionati in terra nemica e pronti all’attacco appena uno dei suoi “generali” darà l’ordine di combattimento.
    Fantascienza? Magari!

  17. Fino a parecchi anni fa moltissime famiglie cattoliche accoglievano tutti figli come dono di Dio, e si impegnavano in una loro educazione cristiana seria e senza sconti.

    Ho presente una famiglia con sette figli: quasi tutti divennero religiosi, chi sacerdote-missionario, chi suora.

    Il sogno e poi il grande impegno di essere missionari e di andare a aiutare i fratelli poveri dell’Africa (aiuto prima di tutto spirituale ma che permetteva anche di uscire dalla miseria e dall’ignoranza) era connaturale all’essere cattolico: la fede è un dono che ci impegna a darci da fare per offrirne gli immensi vantaggi anche a chi ne è privo.

    Questo era l’aiuto che gli africani ricevevano e che hanno continuato a ricevere fin tanto che la Chiesa è stata assolutamente convinta che doveva prodigarsi per la salvezza delle anime: anime per le quali entrare a far parte della Chiesa era “condizio sine qua non” per potersi salvare.

    Oggi le cose vanno diversamente e le conseguenze le abbiamo sotto gli occhi… chi dobbiamo ringraziare?

    1. @Mari

      “anime per le quali entrare a far parte della Chiesa era “condizio sine qua non” per potersi salvare.”

      In realtà lo è ancora, visto che “extra Ecclesiam nulla salus” è un dogma.

      Solo che si è compreso che l’essere dentro la Chiesa non equivale necessariamente ad esservi dentro “visibilmente”, perciò si è compreso che gli ortodossi, i protestanti, gli ebrei, gli islamici ECC possono salvarsi anche se “formalmente” non sono entrati nella Chiesa Cattolica, perché se il loro rifiuto di entrare in essa non è dovuto a malizia ma a buona Fede, e fanno la volontà di Dio come la conoscono e come detta la loro coscienza, possono salvarsi perché di fatto sono nella Chiesa, anche se non visibilmente.

      Il dogma extra Ecclesiam nulla salus è rimasto come è ovvio che sia, è impossibile che venga riformato, pero si è compreso che i confini della Chiesa Cattolica sono più ampi di quelli “visibili”.

  18. Come tanti (studiosi specializzati e semplici commentatori con buon senso ancora funzionante) hanno fatto notare da almeno 20 anni, e sempre più spesso negli ultimissimi anni in corrispondenza della PROMOZIONE (attualmente in corso da parte di Papa Francesco /CEI insieme alla Boldrini e al loro partito trasversale dei conniventi di fatto del commercio di carne umana e degli istigatori al suicidio per annegamento) dello SVUOTAMENTO dell’Africa (e altre zone lontane, meglio se islamiche e/o di brutale sottosviluppo) dentro l’Italia, in linea di principio NON è che il numero di immigrati a cui siamo arrivati (o persino quello a cui arriveremo con estrapolazioni a 4-5 anni dei flussi attuali) in Italia di per sé sia un problema economico e di ordine pubblico.

    Abbiamo esempi concreti come quello della Svizzera che dimostrano che PERCENTUALI, sul totale dei cittadini residenti, di immigrati anche doppie o triple di quelle attuali dell’Italia non distruggono la società di quel paese ma anzi contribuiscono al suo sviluppo economico.

    Però parliamo in quei casi di scuola di:
    – paesi DIVERSI,
    – immigrati DIVERSI,
    – gestione dell’immigrazione DIVERSA (appunto pianificata e gestita, NON subìta).

    Per l’Italia, con la sua attuale:
    – decadenza economica;
    – decadenza culturale, morale e demografica;
    – povertà degli indigeni italiani in disastroso aumento;
    – mancanza di risorse naturali sviluppabili con manodopera senza qualificazione;
    – mancanza di capacità di governo politico a medio termine;
    – attitudine di piccole mafie a sfruttare, a spese del rimanente 99% degli Italiani, l’importazione di carne umana;
    – ecc. ecc.

    Il minuscolo stato di Città del Vaticano giustamente non fa entrare nemmeno l’Abate Faria perché per le sue dimensioni anche solo accumulare qualche centinaio di immigrati clandestini probabilmente lo farebbe andare al collasso: sfugge alla ragione umana rettamente ispirata perché mai la Repubblica Italiana non dovrebbe fare in proporzione lo stesso per difendere il suo traballante equilibrio economico/sociale.

    Anche se i numeri fossero molto minori di quelli attuali, il TIPO culturale/sanitario della importazione di carne umana attualmente in corso in Italia è esattamente quello che NON serve a una società italiana che voglia cercare di rimanere nel primo mondo.

    L’esempio concreto di quello che può praticamente fare l’Italia nella congiuntura attuale per non suicidarsi con lo svuotamento dell’Africa ce lo sta dando da 2-3 anni un nostro vicino mediterraneo: la SPAGNA.

    Anche la società spagnola ha tanti problemi, però NON ESISTE PIù il problema di ritrovarsi ogni anno centomila o più immigrati clandestini arrivati per mare.

    Suppongo che la grande maggioranza dei cittadini italiani sarebbero disposti a dirottare i miliardi di euro che stiamo spendendo per finanziare la mafia dei profittatori dello “SVUOTAMENTO AFRICA” per opere IN LOCO (possono andare a lavorare là anche gli assistenti italiani con vera vocazione umanitaria) di assistenza allo sviluppo sociale e sanitario di alcuni dei paesi africani che forniscono la carne umana alla tratta, e per un buon inserimento in Italia di quella minuscola percentuale di immigrati che, in conformità ai trattati internazionali sottoscritti dall’Italia, hanno lo status legale di rifugiati.

    1. Concordo pienamente con te Acchiappaladri. Paesi diversi ed immigrati diversi. È il famoso discorso del Card Biffi di Bologna che invoco’ l’immigrazione da paesi ” compatibili” ovvero una immigrazione da paesi europei con la nostra stessa cultura e fede oppure dal Sudamerica con cultura e fede compatibili. E stigmatizzo’ ( tra le righe) quell’immigrazione che non si sarebbe mai integrata e che anzi avrebbe distrutto la nostra civiltà e fede ( tra le righe attacco all’islam ed ai paesi asiatici). Venne massacrato dai media SINISTROIDI e da quella parte di clero che vuole l’INVASIONE senza se e senza ma.

      1. Piano Kalergi??? Adesso mi tirerete fuori pure il premio Charle Magne al Sommo Pontefice. INTEGRATEVI, o cocciuti apocalittici commentatori, smettetela di costruire barriere di filo spinato! “L’unico filo spinato per il cristiano, infatti, è quello della corona di spine che Cristo ha in capo” (crf http://www.laciviltacattolica.it/articolo/fondamentalismo-evangelicale-e-integralismo-cattolico/ ). Cercate di svanire, in silenzio, o al massimo usando parole-orticaria, come misericordia, solidarietà, ponte, povertà, ponteppì, tapperugia.

      2. Purtroppo i nostri (si fa per dire) governanti assieme ai media SINISTROIDI e a quella parte del Clero modernista non sono solo idioti ed essendo tali non sanno governare,ma anche satanicamente superbi perché non permettono agli altri di avere idee diverse dalle loro.E allora?Allora andrebbero processati perché attentano alla nostra Costituzione e fucilati.

        1. #non sono solo idioti ed essendo tali non sanno governare,ma anche satanicamente superbi#

          E tanto è vero, questo, che non si rendono neppure conto di star segando il ramo su cui anch’essi sono seduti.

          Certo, prima “cadranno” i poveracci che stanno alla base della scala sociale ed ecclesiale. Ma poi toccherà anche a coloro che stanno in alto. La Storia è chiara in tal senso… e molte profezie pure.

    2. @ Acchiappaladri
      “Il minuscolo stato di Città del Vaticano giustamente non fa entrare nemmeno l’Abate Faria perché per le sue dimensioni anche solo accumulare qualche centinaio di immigrati clandestini ”

      Condivido tutto il tuo post, solo sul Vaticano non sono molto d’accordo, vero è che piccolo, ma che dici nell’appartamento del Card. Bertone di 700 mq vi entreranno più di qualche famiglia, e come quello ve ne sono molti, inoltre la “Stato del Vaticano” possiede in Italia come extraterritorialità moltissimi immobili, senza contare seminari, conventi, regolarmente vuoti, ed altre strutture in nazioni adiacenti, ebbene che li trasferiscano nelle loro strutture, ovviamente passandogli anche il vitto, televisione e obolo giornaliero, per questa sarebbero sufficienti per almeno un po di tempo i 13 Milioni di € che un cardinale (al momento non ricordo il nome) tiene nelle banche svizzere.
      Se tutto ciò non fosse possibile che almeno il Vaticano stia zitto, che di guai ne ha fatti già fin troppi.

      1. Il cardinale in questione è tra i 5 elevati alla porpora cardinalizia nell’ultimo Concistoro, il 28 giugno scorso. Si tratta di Jean Zerbo, arcivescovo di Bamoko nel Mali.
        L’affaire del deposito in Svizzera era già stato rivelato dal quotidiano Le Monde alcuni mesi fa. Però, la misericordia non ha fatto alcun passo indietro.

      2. @Francesco

        Vero, considerando gli immobili (non ad uso liturgico) di cui la lo Stato del Vaticano direttamente od indirettamente dispone sul territorio italiano, qualche decina di migliaia fra i (pochissimi) rifugiati e i clandestini potrebbe ospitarli: però così facendo sarebbero ospiti che costano (e spesso rovinano l’infrastruttura) e se usi l’8 per mille per quello gli affreschi sodomitici di mons. Paglia poi come fai a pagarli????

        P.S. non ho statistiche precise, comunque c’è già un po’ di accoglienza di questo tipo in atto.

  19. La domanda che mi faccio continuamente : il PD e la Chiesa continuano a salvare,salvare,salvare,ogni giorno 1000,2000,5000,10000 quasi tutti maschi neri giovani e forti. Che futuro è previsto per loro ??? Alloggio ? Lavoro? Bisogni fisiologici/famigliare ? DITECI CHE PROGRAMMA AVETE PER LORO ( I clandestini ), perché inviarli a casa sarà quasi impossibile !! Sono circa 500.000. E intanto i nostri giovani cercano qualsiasi lavoro e tante famiglie nella povertà. Non pensano i nostri politici che questo potrebbe essere fonte di disordini interni ?

    1. Non interni, esterni!
      Nelle loro ville e yacht, palazzi apostolici è tutto tranquillo, tutto ok, tutto fila liscio, è fuori, esternamente che ci sono i disordini… Ma a loro sai che gliene frega?

    2. Caro Sig. Luigi, il futuro previsto da queste RISORSE boldriniane è quello di SOSTITUIRE il popolo italiano. È l’attuazione del piano Kalergi. E di SOSTITUIRE anche i popoli europei,ovvio. Non per niente Madame Merkel che ne ha ” chiamati” un milione con il suo famoso discorso, ha ricevuto il Premio Kalergi dalla UE.

      1. E Soros, il sedicente filantropo ebreo naturalizzato americano, gran finanziatore delle Ong immigrazioniste , è stato ricevuto da Gentiloni, e non mi stupirei se avesse
        finanziato anche qualcosina Oltretevere.

        1. @ Maria Cristina
          Non trovo i riferimenti ma ricordo che la proiezione sulla Basilica della Simia Dei etc era finanziata da ong ambiental abortiste anche sue. Dove c’è fumo spunta soros.

        2. Mio padre, che non era un veggente, soleva dire che i preti hanno per motto: “Fate quello che dico, non quello che faccio”. Che avesse previsto, sessant’anni fa, i comportamenti del Papa oggi regnante?

    3. @LUIGI CAZZOLA

      rimanendo fra il serio e il FACETO 😉 trattando del dramma (per la maggioranza degli Italiani e per tanti dei clandestini che stanno arrivando) in oggetto, applicando il noto metodo interpretativo di Giulio Andreotti, provi un po’ a considerare che cosa verrebbe fuori da:

      import di decine di migliaia di maschioni giovani e robusti e ragazzini ancora delicati, tutti ricattabili e mezzi morti di fame;
      +
      derubricazione dai peccati mortali di quanto connesso alla sodomia;
      +
      crescita di numero e di potere del partito omosex fra il clero formalmente cattolico;
      =
      ……….. 🙁

      P.S. Tralasciando il faceto, già da decenni l’importazione (anche legale: molte arrivavano e arrivano in aereo con visto turistico) di giovane carne umana femminile (prima sopratutto dall’Est Europa, ora molto da Nigeria e altri paesi extraeuropei) per il business della prostituzione è una vergogna per noi Italiani.
      Fra l’altro la fascia più bassa della prostituzione è alimentata proprio da un numero crescente di clienti fra i maschi single giovani e attivi di recente importazione i quali, in un modo o nell’altro, hanno disponibili degli euro per sfogare certi loro desideri.

      Il grande don Benzi ed altri come lui (anche in associazioni umanitarie non cristiane) hanno fatto e stanno facendo cose ammirevoli ma sono una goccia dentro quel grande business illegale.

    4. Credo che anche le società umane siano soggette alle leggi fisiche del cambiamento di stato. Ora in Italia la pentola sta cominciando a bollire e qualcuno ogni tanto ci aggiunge dell’altra acqua per ritardare il punto di ebollizione mentre aumenta il fuoco sotto la pentola che produce il contrario. Quanto durerà questo equilibristico tira-e-molla nessuno può dirlo, ma prima o poi la pentola giungerà a ebollizione e il cambiamento di stato non potrà più essere trattenuto. Allora sarà tardi per tutti e nessun ambiente della società sarà al riparo. Neppure la Nuova Chiesa inclusiva di tutto e di tutti e perciò anonima, snaturata e insignificante si salverà.

    5. Non è che abbiano un programma per loro, caro Cazzola; come vede, l’esperienza del nostro caro Abate Faria ne è la conferma più lampante: a loro (Bergoglio, Gentiloni, Renzi, Galantino, ecc.) dei migranti non glie ne frega un bel nulla, loro seguono solamente le istruzioni dei loro mandanti, i massoni adoratori di Satana, che vogliono la nostra rovina, economica, sociale, culturale (le nostre belle radici cattoliche), religiosa. Questi “sacerdoti di Giuda” (come li ha chiamati esplicitamente la Madonna) sono il braccio religioso, il governo PD è il braccio secolare: entrambi stanno lavorando per distruggere l’Italia; se finisce in una guerra civile non glie ne può fregar de meno, come dicono a Roma. Sta a quei pochi che ancora ragionano ed hanno una fede ben salda (alla maniera di Lepanto) insorgere, ribellarsi, por fine a questo supplizio di Tantalo, prima che sia troppo tardi per tutti. Pace e bene.

    6. @ Luigi Cazzola
      Ma ché salvare! “Salvare” vorrebbe dire riportarli alla vicina costa africana e non attraversare il Mediterraneo per portarli in Italia. E’ un gioco da cretini. Gli slepper li pigiano a centinaia sui gommoni dando loro un telefonino per chiedere aiuto alle varie navi che si aggirano sulla costa libica per “salvare” i poveretti.
      Costoro vengono trainati a mala pena oltre le acque territoriali libiche e qui loro fanno la telefonata (numero giá inserito dai trafficanti sul telefonino) :”Siamo in pericolo, veniteci a salvare.”
      E di fatti in pericolo lo sono su quei gommoni che non terrebbero mai in mare aperto. Ed é giusto che una nave li venga a salvare, gli accordi internazionali lo richiedono, togliendoli dal gommone e portandoli in salvo alla costa più vicina, cioé la libica, dove costoro scendono sani e salvi!
      Ció che stá succedendo adesso é il trasporto gratuito di illegali dalle coste libiche a porti italiani. Poi gli italiano danno loro un permesso di soggiorno temporaneo, sperando se ne vadano al più presto per i paesi del nord, Svezia, Germania, Inghilterra etc., che assolutamente non li vogliono. Ho visto molti profughi africani qui in Germania, giovani allegri, ben nutriti, ben vestiti, con telefonini ultima moda …. davvero il ritratto classico dei perseguitati politici e dei morti di fame.

I commenti sono chiusi.