PAPA FRANCESCO AL BERGAMO PRIDE. MI RACCOMANDO, NIENTE PREGHIERE DI RIPARAZIONE. LO VUOLE LA CURIA.

21 maggio 2018 Pubblicato da --

Marco Tosatti

A Bergamo ieri si è svolto il Gay Pride. Una preghiera di riparazione organizzata nella Chiesa dei cappuccini è stata ostacolata e alla fine stoppata dalla Curia diocesana. Avrebbe dovuto tenersi oggi. Al suo posto, questa sera, ma sul sagrato della Chiesa, avrà luogo un rosario di riparazione.

A fornire un minimo spunto alla riparazione ci hanno pensato alcuni del Gay Pride, come potete vedere dalle foto che alleghiamo.

Con buona pace del vescovo, e dell’assessore Angeloni, che quando è uscito il volantino per la preghiera di riparazione, ha detto, come riportato da La Nuova Bussola Quotidiana: “E’ stato infatti lo stesso Angeloni a dichiarare ai giornali durante la sua intemerata contro i riparatori: «L’uscita del volantino – aveva detto – rovina un clima di dialogo e rispetto reciproco instaurato tra la diocesi e le organizzazioni promotrici del Gay Pride, le quali si sono mostrate sensibili e attente nel valutare la data dell’evento, in modo da non creare sovrapposizioni con la peregrinatio del Papa Buono».

Quanto rispetto e dialogo (?) lo possiamo vedere dalle immagini. Non esiste più il reato di oltraggio a Capo di Stato estero, ma ci dispiaciamo che non esista, punito severamente, quello di oltraggio al buon gusto. Ma in quel caso i vari “pride” forse non sarebbero permessi. Notate il tocco delle labbra ritoccate con il rossetto…

Ancora una volta, a buona memoria dei cosiddetti Pastori e dei politici ad essi contigui, ricordiamo le parole di San Giovanni Paolo II: ““Un accenno – ha esordito Wojtyla affacciandosi alla finestra del suo studio privato per la tradizionale recita domenicale – ritengo di dover fare alle ben note manifestazioni che a Roma si sono svolte nei giorni scorsi. A nome della Chiesa di Roma non posso non esprimere amarezza per l’affronto recato al grande Giubileo dell’anno 2000 e per l’offesa recata ai valori cristiani di una città che è tanto cara al cuore di tutti i cattolici del mondo”.

E anche Bergamo, con il ricordo di Roncalli, a parecchi cattolici dovrebbe esserla. Proprio a quelli , in particolare, non rigidi, dialoganti e via dissolvendo.

Un aggiornamento. Mi era sfuggita, nella galleria del Bergamo Pride, questa vignetta. Che di sicuro la dice lunga sulla volontà di dialogo di cui sopra, e giustifica pienamente il tocco di velluto della Curia.







Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.


LIBRI DI MARCO TOSATTI SU AMAZON

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo.


UNO STILUM NELLA CARNE. 2017: DIARIO IMPIETOSO DI UNA CHIESA IN USCITA (E CADUTA) LIBERA

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

66 commenti

  • luciano badesso ha detto:

    il dialogante vescovo di Bergamo? semplicemente un povero prete fallito

  • Carrick91 ha detto:

    Propio Domenica abbiamo ascoltato la lettera di San Paolo Apostolo ai Galati:

    “Camminate secondo lo Spirito e non adempirete affatto i desideri della carne. Perché la carne ha desideri contrari allo Spirito e lo Spirito ha desideri contrari alla carne; sono cose opposte tra di loro; in modo che non potete fare quello che vorreste. Ma se siete guidati dallo Spirito, non siete sotto la legge.
    Ora le opere della carne sono manifeste, e sono: fornicazione, impurità, dissolutezza, idolatria, stregoneria, inimicizie, discordia, gelosia, ire, contese, divisioni, sètte, invidie, ubriachezze, orge e altre simili cose; circa le quali, come vi ho già detto, vi preavviso: chi fa tali cose non erediterà il regno di Dio.
    Il frutto dello Spirito invece è amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mansuetudine, autocontrollo; contro queste cose non c’è legge.
    Quelli che sono di Cristo hanno crocifisso la carne con le sue passioni e i suoi desideri. Se viviamo dello Spirito, camminiamo anche guidati dallo Spirito”.

    LA MISERICORDIA DI DIO SI ATTUA NELLA GIUSTIZIA DELLA SUA LEGGE E QUANDO UNA PERSONA DECIDE DI CONVERTIRSI E NON PER GIUSTIFICARE IL SUO PECCATO.
    COME PUÒ DIO PERDONARE UNA PERSONA SE QUELLA STESSA SI TROVA ANCORA NEL PECCATO MORTALE E NELL’IMPURITÀ. QUESTE PERSONE SANNO BENISSIMO DI ESSERE NELL’ERRORE E LO SAPRANNO, GESÙ A SUOR FAUSTINA KOWALSKA DISSE: “ LA MIA MISERICORDIA HA STABILITO CHE NESSUNO SI DANNI SENZA SAPERLO”. E BASTA CON QUESTA FALSA MISERICORDIA DI NON GIUDICARE, STOLTI, DIO CHIAMA IL VERO CRISTIANO ALLA DIFESA DELLA SUA VERITÀ, SE NON LA SI DIFENDE QUELLA NON È OBBEDIENZA A DIO, GESÙ STESSO È MORTO IN CROCE PER AVERLA DIFESA. 12 UOMINI HANNO ROVESCIATO L’IMPERO ROMANO, MILIONI DI CRISTIANI INVECE STANNO UCCIDENDO IL CRISTIANESIMO, PROPIO PERCHÉ SCAMBIANO LA VERITÀ DI DIO CON LA MENZOGNA, E SERVONO PA CARNE ANZICHÉ IL CREATORE. SULLA DIFESA DELLA VERITÀ SAN FELICE HA SCRITTO: “L’ERRORE CHE VOI NON CONTRASTATE, VOI L’APPROVATE, LA VERITÀ CHE VOI NON DIFENDETE, VOI L’UCCIDETE”.

  • Carrick91 ha detto:

    “MANDA PIÙ ANIME ALL’INFERNO LA MISERICORDIA DI DIO CHE LA SUA GIUSTIZIA” ( SANT’ALFONSO MARIA DE’ LIGUORI)
    C’è da riflettere su queste terribili parole!!!

  • Carrick91 ha detto:

    Sant’Agostino dice che il demonio inganna gli uomini in due modi: con la disperazione e con la speranza. Dopo il peccato, tenta il peccatore alla disperazione con il terrore della divina giustizia; ma prima di peccare spinge l’anima al peccato con la speranza nella divina misericordia. Perciò il Santo ammonisce: «Dopo il peccato, spera nella misericordia, prima del peccato, abbi timore della giustizia». Infatti non merita misericordia chi si serve della misericordia di Dio per offenderlo. Dio usa misericordia con chi lo teme, non con chi si serve di essa per non temerlo.
    È difficile trovare una persona così disperata, che voglia veramente dannarsi. I peccatori vogliono peccare senza perdere la speranza di salvarsi. Peccano dicendo: «Dio è misericordioso; farò questo peccato e poi mi confesserò». «Farò ciò che mi piace, tanto Dio è buono»: cosi parlano i peccatori, come scrive sant’Agostino. Però tanti con questo modo di pensare sono finiti male. Dice il Signore: Non dire: «La sua misericordia è grande; mi perdonerà i molti peccati» (Sir 5,6). Non dire: «Per quanti peccati io possa commettere, con un atto di dolore sarò perdonato!» E perché? Poiché ci sono presso di lui misericordia e ira, il suo sdegno si riverserà sui peccatori. Dio pur essendo misericordioso, è anche giusto… Dio promette la sua misericordia a chi lo teme, non a chi abusa di essa. La sua misericordia si stende su quelli che lo temono (Lc 1,50), cantò la Madre di Dio. Agli ostinati Dio minaccia la giustizia. […]
    Insomma, dice San Paolo, non ci si può prendere gioco di Dio (Gal 6,7). Non si può offenderlo continuamente con proposito e poi pretendere il Paradiso. Ciascuno raccoglierà quello che avrà seminato: chi semina peccati non ha motivo di sperare altro che il castigo da scontare nell’inferno. La rete con la quale il demonio trascina le anime all’inferno e l’inganno sibilato attraverso le parole: «Peccate pure liberamente, perché vi salverete nonostante tutti i peccati». Dio detesta la speranza di chi si ostina al peccato poiché la loro speranza è abominio. Una tale speranza provoca Dio al castigo, meritato da chi, abusando della sua bontà, lo ha offeso in tutti i modi.

  • Carrick91 ha detto:

    Misericordia, misericordia misericordia!!!
    Un vero perdono è qualcosa del tutto diverso da un debole ‘lasciar correre’.
    Il perdono è esigente e chiede ad entrambi – a chi lo riceve ed a chi lo dona – una presa di posizione che concerne l’intero loro essere. Un Gesù che approva tutto è un Gesù senza la croce, perché allora non c’è bisogno del dolore della croce per guarire l’uomo.
    Ed effettivamente la croce viene sempre più estromessa dalla teologia e falsamente interpretata come una brutta avventura o come un affare puramente politico.
    La croce come espiazione, la come come “forma” del perdono e della salvezza non si adatta ad un certo schema del pensiero moderno.
    Solo quando si vede bene il nesso fra verità ed amore, la croce diviene comprensibile nella sua vera profondità teologica. Il perdono ha a che fare con la verità e perciò esige la croce del Figlio ed esige la nostra conversione. Perdono è appunto restaurazione della verità, rinnovamento dell’essere e superamento della menzogna nascosta in ogni peccato.
    Il peccato è sempre, per sua essenza, un abbandono della verità del proprio essere e quindi della verità voluta dal Creatore, da Dio”.

    • perplesso ha detto:

      ma chi paga tutta l’operazione ?
      Il Beppe Grillo che ci tiene tanto ai soldi, è a conoscenza delle follie della sua sindaca preferita ?

      • Nicola ha detto:

        Paga Pantalone come al solito……

        • roberto ha detto:

          scusate, Firenze è amministrata da sempre dal PD eppure è piena di buche da anni, ma tutto tace.Le buche esistono in tutte le città del mondo.Forse le buche di Roma hanno una forma particolare ed interessante ?.

          • Leo ha detto:

            Hanno annullato la tappa del Giro d’Italia nella capitale d’Italia a causa delle buche… Può bastare per descrivere il livello di degrado al quale è arrivata la città di Roma ?!

  • Nicola ha detto:

    Alla cortese attenzione del Dott Tosatti e dei lettori. Navigando nel web ho trovato questi due contributi ( a voi il giudizio) tratti dal Progetto Gionata…..In uno c’è un video di 24 minuti sulla ” manifestazione “nella Chiesa di Reggio presieduta da Camisasca e l’altro contributo con una foto e le parole di Camisasca:” Siete tutti figli miei……….” . Lascio al Dott Tosatti ed ai lettori, gli eventuali commenti.

    https://m.facebook.com/progettogionata/posts

    https://www.gionata.org/voi-siete-tutti-figli-miei-le-parole-del-vescovo-camisasca-alla-veglia/

  • Nicola ha detto:

    Piccola ripassata del Catechismo della Chiesa Cattolica per i laicisti. Peccati che gridano vendetta al cospetto di Dio , e quindi particolarmente gravi di fronte a Dio:

    1) Omicidio volontario ( e quindi anche aborto)

    2) Peccato Impuro contro natura……

    3) Oppressione dei poveri

    4) Defraudare gli operai della giusta mercede

    E questi 4 peccati in molti li hanno aboliti. Dio non li ha aboliti però…..

    P.S. se qualche eterosessuale sia anche un sodomita parli SOLO per se stesso e non per gli altri. Non faccio parte di quella parrocchia io. E adesso basta che mi sono rotto.

    P.S. chiedo gentilmente al caro Dott Tosatti di moderare i troll che hanno i mal di pancia ed usano linguaggio da scaricatori di porto nei confronti degli altri utenti. Glie ne sarò molto grato.

  • Franco ha detto:

    Si vede che la maledizione della curia vescovile di Bergamo e.’ Destinata a colpire ancora. A suo tempo con la chiusura delle apparizioni di Ghiaie di Bonate ora con la chiusura a chi vuole pregare contro questi autentici abomini.
    Qualche riflessione il vescovo e la curia dovrebbe farla perché questa non mi pare sia la Chiesa della misericordia ma quella della confusione e della dissoluzione creando gravi dubbi tra i fedeli.

  • Nicola ha detto:

    I laicisti che scrivono su questo blog si sono fatti un loro Dio tutto personale che approva i loro vizi ( capitali) e li perdona senza che i peccatori si pentano (perdono attraverso il Sacramento della Confessione), senza che i peccatori riparino al male fatto ( quando è possibile, ovvio) , e senza che i peccatori smettano per sempre di offendere il Signore con i loro peccati gravi. Insomma un Dio buonista e bonaccione che approvi tutto e tutti , senza se e senza ma, senza che ci sia dolore per il male fatto, senza accusa del male fatto e senza assoluzione dei peccati,senza riparazione e SOPRATTUTTO senza farla finita con i peccati per sempre. E si sono inventati poi soprattutto il fatto che dopo essere morti impenitenti, vengano pure accolti nel Regno Eterno. Beh tutto questo non esiste , e se ne accorgeranno dopo. Se non c’è giustizia su questa terra, c’è dopo……p.s. mi rendo conto che i termini PECCATO, DOLORE, RIPARAZIONE, PERDONO, GIUSTIZIA ETERNA siano stati ormai coscientemente eliminati dalle coscienze e quanno riemergono fanno venire i mal di pancia. P.S. leggersi TUTTA la BIBBIA prego, non solo le frasi dove è riportata la parola misericordia..

    • Ras Tafari I ha detto:

      Fariseo guardi la pagliuzza nell’occhio del tuo fratello ignorando la trave che è nel tuo disse Gesù .
      Credi che gli etero sessuali siano tanto meglio degli omosessuali ? Il sesso sodomita viene fatto anche da noi etero così come il sesso orale, tradiamo anche noi la nostra donna e anche noi siamo violenti con i nostri figli, la misericordia serve tanto a loro quanto a te, perché stai condannando invece di pregare affinché un tuo fratello si salvi dalla dannazione, quindi tu che non sei Dio a li stesso condanni cosa ti aspetti da Lui? Il demonio ha sedotto l’uomo debole e vuole portarlo a morte eterna, il Rosario è l’unica arma contro le insidie del maligno e per salvare più anime possibili

  • Giuseppe ha detto:

    Non posso non commentare chi invoca sciagure apocalittiche in conseguenza a una manifestazione. È peggio vuol trovare collegamenti tra atti umani e catastrofi naturali avvenuti nella storia. Perché se vogliamo giocare a “TROVA IL COLLEGAMENTO” allora gioco pure io, e ne trovo a migliaia CONTRO la chiesa. Tipo: chiese distrutte dai terremoti?… Oppure uragani durante le processioni… Diluvi ai battesimi. YouTube è pieno di questi video. Allora che dobbiamo pensare che Dio è contro i cattolici?!…. E poi è il Dio dell’Occidente o è il Dio del medio Oriente?… O è uno dei Dio degli animisti?! O è un Dio degli indu?… No forse è un Dio dei nativi americani o australiani….. No ma forse sono solo le energie negative Delle religioni cinesi… O giapponesi. Aspettate ho dimenticato i buddisti… Gli dei Mongoli, i zaraustri, quelli del Pavone… E sicuramente qualcun’altro!
    Quindi come potete immaginare le religioni sono solo un fattore ambientale, in base a dove nasci ti ritrovi il Dio di turno. Quindi queste apocalittiche vendette divine da quale Dio nascono???

  • pier luigi Tossani ha detto:

    Bell’intervento del “Popolo della Famiglia” di Bergamo:

    http://www.ilpopolodellafamiglia-bergamo.net/lettera-aperta-del-pdf-di-bergamo-al-vescovo-locale/

  • Nicola ha detto:

    Questa “gente” che offende la Santa Chiesa nella persona del Papa, si dimentica i Castighi di Dio ( a cui non credono più anche tanti ” cattolici “) che sono molto spesso conseguenti alle rappresentazioni blasfeme e sacrileghe. Un caso famoso avvenne a Messina poco prima del famoso terremoto. Una processione massonica blasfema e sacrilega. Inoltre furono trovati in una stamperia locale DOPO il terremoto migliaia di foglietti massonici che invitavano Gesù Bambino, se esisteva, a mandare un bel terremoto su Messina…Un altro caso lo riporta lo scrittore cattolico Rino Cammilleri riguardo le manifestazioni sacrileghe e blasfeme che hanno di poco preceduto l’uragano Katrina a New Orleans….chi vuole capire capisca……mi riferisco ai numerosi difensori dei peccati che sono particolarmente gravi di fronte a Dio.

    http://web.archive.org/web/20080516032855/www.rinocammilleri.it/beyondengine/frontend/exec.php?id_content_element=404

  • Andrea ha detto:

    Non si giudica il peccatore ma si deve giudicare il peccato. Un vero e sincero cattolico non solo non dice ma neanche pensa di essere migliore di queste persone… perchè non esistono giusti agli occhi di Dio. Di fronte a Lui siamo tutti eternamente in debito e difetto. Ma è a questo punto che arriva il nodo cruciale, diabolicamente cammuffato e ignorato dall’elite massonica: siamo sì tutti ugualmente peccatori ma diversi nel modo in cui ci poniamo di fronte a questa condizione. C’è chi lotta con molta fatica contro i suoi mali e con sofferenza cerca di portare la sua croce e c’è chi non vuole sapere di cambiare ed usa l’alibi del “siamo tutti peccatori” per giustificare le sue scelte. Questi ultimi in realtà non si riconoscono peccatori e non ne vogliono sapere di ascoltare lo spirito ma sono concentrati solo sul mondo terreno e sul tentativo di omologare la società: se tutti gli esseri umani nobilitano il peccato questo non esisterà più. E’ questo il desiderio di chi è creatura ma non figlio di Dio. Non ho detto nulla di grandioso nè mio naturalmente… la storia millenaria della Chiesa e i suoi santi ci avverte insistentemente sulla necessità del pentimento per ottenere il perdono. Ma quelli non sono minimamente pentiti al contrario si vantano spavaldamente della loro giustizia. Una Chiesa che difende ciò è pacificamente prostituta che va a braccetto con satana. Totalmente serva dell’elite massonica e mondialista. La parte di clero che si è prostrata a questo disegno è abominevole e scandalosa. Se non ci fosse la certezza del trionfo di Maria e del regno finale di Cristo… se non ci fosse la fede che va oltre il pensiero dell’uomo,.. ci sarebbe davvero da disperare per la ridicolaggine e la corruzione in cui la chiesa terrena sta sprofondando. Comunque tutto questo è segno che l’anticristo è davvero molto vicino a rivelarsi.

    • Diego B. ha detto:

      @Andrea: la certezza che Dio non abbandona la Sua Opera non solo dona Speranza ma anche impedisce che noi, “piccoli peccatori”, si diventi “grandi peccatori”.
      Se avessimo la certezza che Dio non intervenisse e ci lasciasse “al nostro destino” tu pensi che molti di noi non saprebbero reagire e che tale reazioni non possa rovesciare governi e seminare la morta tra i “grandi peccatori”?
      Non tutto il popolo di Dio è fatto di agnelli e a riprova di ciò sull’Arca salirono anche belve feroci e animali pericolosi. Ma per comando di Dio essi stettero mansueti.
      Il compito di mietere è già stato affidato alle Legioni Celesti, un esercito umano (per quanto santo e ispirato) non potrebbe che cadere in ultima negli stessi peccati e nelle stesse atrocità (ma in forma diversa e a parti invertite) dei servi dell’Avversario.
      A noi spetta una lotta quotidiana, una resistenza secondo il Vangelo ed una testimonianza della Fede che ci è stata donata. Al “redde rationem” ci pensa il Proprietario della Vigna…

  • Silvano ha detto:

    A me pare che si sia perso il senso di rispetto …che non è condividere….ma sicuranente rispettare l’altro e le sue idee a meno che commetta un delitto …e qui in questi fatti delitti non ne scorgo…

    • anonimo verace ha detto:

      scherza coi fanti , ma lascia stare i Santi…
      e oltre ai santi, anche tutto ciò che è sacro…

  • Orietta ha detto:

    Vergogna, vergogna, vergogna. Chi scrive è così ignorante che sia che sia battezzato o no,non sa che alla fine della sua corsa terrena sarà sottoposto al giudizio di Dio e allora…..per sempre la sua fine sarà segnata e per sempre dal dolore il più atroce perché PERENNE. Per sempre. Vergogna. Il Santo padre è il rappresentante di Dio in terra e merita solo amore e rispetto.

    • wp_7512482 ha detto:

      Se parla di me, temo che non abbia capito il senso di indignazione dell’articolo.

    • Ira Divina ha detto:

      Che ci vuole fare Dott. Tosatti, anche gli asini ragliano pensando di parlare! Ma non sanno gli asini che non basta ragliare, ma ci vuole anche intelligenza per capire. 😉

    • Paolo Giuseppe ha detto:

      Cardinale Ratzinger, anno domini 1997, dixit: “Ci sono troppi esempi di Papi che evidentemente lo Spirito Santo non avrebbe scelto”.

  • Luciano Motz ha detto:

    Imitiamo Gesù, che disse: Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno.
    Gli omosessuali che partecipano a tali vergognose manifestazioni sono per lo più porcaccioni ignoranti che si inorgogliscono per la definizione “gay”, pensando che significhi unicamente “gaio, allegro”. Non sanno che il vocabolo può propriamente avere il significato di “dissoluto” e che nello slang americano è usato per “sfrontato, impertinente”.

  • Claudius ha detto:

    Questi poveri imbecilli della diocesi di Bergamo che avevano cercato il mitico “dialogo” con i pederasti, adesso hanno imparato (sulla propria pelle) che le nosre azioni hanno conseguenze. Naturalmente, una persona di normale intelligenza apprende questa semplice verita’ appena si affaccia all’eta’ della ragione. Ma la chiesa bergoglionide-buonista soffre di infantilismo incurabile (vedere i vari fantasmi di prete e affini che girano qui dentro) e questi mentecatti ci devono ancora arrivare, anche se anagraficamente sono molto piu’ vicini alla tomba che alla puberta’.
    Tutto sommato gli sta bene.

    • franco vr ha detto:

      Franco risponde:
      Scusa Claudius ma il male non sta mai bene a nessuno perché il male non è mai relativo ma un assoluto.
      Il desiderio che sento di esprimere è quello che i componenti della Curia di Bergamo si ritirino magari in mezzo al deserto per meditare quello che hanno fatto e quello che dovrebbero fare per riparare la Chiesa dei fedeli che si sentono umiliati e vilipesi da tanta superficialità

      • Claudius ha detto:

        Claudius risponde:
        Prendere un ceffone da mamma o papa’ per aver fatto qualcosa che non si doveva fare potra’ anche fare male, ma la lezione e’ salutare e aiuta il bambino a diventare adulto. Qui siamo sullo stesso piano. Questi clericali attuali, di cui i prelati della diocesi di Bergamo sono un esempio luminoso, sono paragonabili al bambino che si comporta in modo infantile e che non riesce a valutare le conseguenze delle proprie azioni. Come ho scritto, non rendersi conto che le nostre azioni hanno conseguenze e’ uno dei tratti piu’ caratteristici della personalita’ infantile. Che si cura a suon di ceffoni, quindi ben vengano queste sberle a questa gente. Probabilmente non servira’ a rendere questi gerontocrati meno infantili di come sono, visto che oramai sono piu’ vicini al loculo che non all’eta’ della ragione, ma e’ giusto che ognuno abbia quel che si merita.

  • Adriana ha detto:

    Tosatti gentile ,provi a esaminare il nick name del nuovo arrivato.
    Metta la s come iniziale e anagrammi un poco il resto. Io ho qualche dubbio sulla ” purezza “del nome . Ma sono ignorante e molto ,molto cattiva…

    • Nicola ha detto:

      Per Adriana. Hai perfettamente ragione per quanto riguarda il nickname del nuovo arrivato. È evidentissimo l’intento osceno e provocatorio del suo nickname e quanto il suo intervento qui abbia lo scopo di difendere volgarmente la causa lgbt . Poteva mettere TROGUOLO come nickname, definisce meglio l’ambiente dove vive.

  • Carrick91 ha detto:

    Quando vescovi e istituzioni cattoliche solidarizzano con gruppi di militanti gay e lesbiche tradiscono il loro compito fondamentale, che è di annunciare a tutti e in ogni momento il Vangelo.
    La condanna morale dell’omosessualità fa parte della legge di Dio. Non è una dottrina della Chiesa transitoria o derivata: : è la verità innegabile della legge di Dio, presente già nella coscienza di tutti gli uomini (sono i principi del diritto naturale, colti infallibilmente dal senso comune) e poi promulgata da Mosè con il Decalogo e perfezionata da Gesù con le Beatitudini.
    Certamente la carità e la giustizia ci inducono a rispettare ogni persona, ma non il suo comportamento dichiarato e ostentato quando è contro la legge di Dio

    • Cosimo ha detto:

      Concordo pienamente con quanto dici.
      Chissà perché non sbeffeggiano così i musulmani che provvedono metodicamente alla loro eliminazione fisica…

      • Adriana ha detto:

        @ COSIMO ,
        perchè , se dici la tua sull’Islam ,sul Corano , su Maometto , sui figli di Allah “diventi razzista e xenofobo e blasfemo e compi una discriminazione razziale “. ( Scritto da Oriana Fallaci ma ora sottoscritto ,accettato e benedetto dalla neochiesa bergogliosa )

  • g.vigni ha detto:

    Papa francesco ? Chi ?
    Nullum crimen sine lege.
    Allora dov’è il problema ?
    Noctem quiétam et finem perféctum concédat nobis Dóminus omnípotens. Amen.

    G. Vigni

  • Isabella ha detto:

    Il “Chi sono io per giudicare” è già roba vecchia.
    “Cruz ha confermato che hanno parlato di omosessualità, e che ha spiegato al Papa che non è una persona cattiva e cerca di non ferire nessuno.

    “Lui mi ha detto: ‘Juan Carlos, che tu sia gay non importa’. Dio ti ha fatto così e ti ama così e a me non importa. Il Papa ti ama come sei, devi essere felice con quello che sei”, ha ricordato Cruz.”

    http://www.sabinopaciolla.com/cruz-papa-detto-accettare-omosessualita-dio-ha-fatto-cosi/

  • Asuch ha detto:

    Ma non era Gesù che diceva “chi è senza peccato, scagli la prima pietra”? Come vi potete voi, stolidi rappresentanti della “vera dottrina bimillenaria della chiesa cattolica” di giudicare? Siete solo dei farisei ed ipocriti… Chi non capisce la dottrina di Papa Francesco e la novità del suo pontificato, non capisce nemmeno le parole di Gesù Cristo…

    • Lucy ha detto:

      Le parole di Gesů sono chiarissime , ha salvato l’adultera dalla lapidazione perchè voleva che cambiasse vita , infatti le ha detto :”VA’ E NON PECCARE PIÙ.

      • Santo ha detto:

        Lucy
        A proposito della questione “va e non peccare più”, tengo a precisarle che la “pericope dell’adultera” è un episodio che la maggior parte degli storici non ritiene appartenere ai manoscritti originali. Ergo Gesù non ha mai detto quella frase.

    • deutero.amedeo ha detto:

      Ma le pare Sig. ASUCH?
      Vangelo per Vangelo, ricorda che Gesù in un momento in cui forse aveva perso la trebisonda ha detto:- non date ai cani le cose sacre, né gettate davanti ai porci le vostre perle, perché non le calpestino con le loro zampe e si rivoltino a sbranarvi-.
      Qui ci hanno messo nientemeno che la faccia del Papa…..
      E poi un’altra volta che forse era un po’ su di giri ha detto: -Guai al mondo per gli scandali! Guai all’uomo per colpa del quale viene lo scandalo!-
      Ecco forse è qui dove ci siamo sbagliati: per noi quello che hanno fatto con quel cartello è uno scandalo.

    • Moira ha detto:

      La dottrina appartiene alla tradizione bimillenaria custodita dalla Chiesa e non a papafrancesco,caro sig. Asuch

    • Ira Divina ha detto:

      Ma era lei vestito da Papa Cecco con tanto di tettone e mutandine? A me non ha dato fastidio. E visto il personaggio imitato, mi sa che le è venuto anche bene.

      Firmato un fariseo rigido rigido

    • Carrick91 ha detto:

      Spiega questo allora: Ecco le dichiarazioni ufficiali: Domanda:”Esiste davvero l’inferno? E dove vanno a finire le anime cattive?”.’E qui le sorprese non mancano, Risponde Bergoglio:
      “Non vengono punite – risponde il Pontefice – quelle che si pentono ottengono il perdono di Dio e vanno tra le fila delle anime che lo contemplano, ma quelle che non si pentono e non possono quindi essere perdonate, scompaiono. Non esiste un inferno, esiste la scomparsa delle anime peccatrici”.

      Papa Francesco:”Non esiste un inferno, le anime peccatrici scompaiono”

      “Poi dirà a quelli alla sua sinistra: Via, lontano da me, maledetti, nel FUOCO ETERNO preparato per il diavolo e per i suoi angeli”
      (Mt 25,41).

      Serve altro a quegli stolti che lo seguono?

      “Guardatevi dai falsi profeti che vengono a voi in veste di pecore, ma dentro son lupi rapaci. Dai loro frutti li riconoscerete”
      (Mt 7,15-16).

  • Nicola ha detto:

    ” non rigidi, dialoganti e via dissolvendo….” Ovvero calabraghe……

  • deutero.amedeo-Osservatore brembano ha detto:

    Se di fronte ad un simile scandaloso oltraggio il papa ( o chi per lui) non dice niente, dimostra non solo di non aver capito niente di quello che sta accadendo, ma di essere complice del degrado morale di cui siamo tutti spettatori esterrefatti e impotenti.
    Mi spiace molto che questo sia avvenuto proprio a Bergamo, in altri tempi nota come la città dei paolotti o bigotti.

    • Nuns have no fun ha detto:

      Anche Papa Benedetto è stato oggetto di caricature analoghe e forse anche peggiori. Non mi risulta abbia reagito.
      Forse, come l’attuale,aveva meno tempo di te da perdere in robetta da sottobosco come questa.
      O forse anche lui ”dimostra non solo di non aver capito niente di quello che sta accadendo, ma di essere complice del degrado morale di cui siamo tutti spettatori esterrefatti e impotenti”.
      O forse anche lui avrà detto ”chi sono io per giudicare”.
      Tra tanti forse, una sola certezza: tu e gli altri non ne azzeccate mai una….che tristezza

      • deutero.amedeo-Osservatore brembano ha detto:

        Sarebbe bello che Francesco seguisse l’esempio di Benedetto in tante altre cose ben più importanti e non solo in questo caso.
        In quanto al fatto dello scherzo dei gay, incoraggiati dal silenzio papale, stia pur certo sig. intelligentone, che la prossima volta faranno anche di peggio. E lo scandalo aumenterà.

      • Adriana ha detto:

        @ Nun suorine allegre ,
        veda : neanche Luigi XVI l’aveva “azzeccata” accettando di indossare il” berretto frigio” dei Rivoluzionari del popolo. La sua testa finì maluccio nonostante e/o a causa del berretto frigio indossato.
        La manovalanza del LGBT è quella che fa valere la sua ignoranza
        enciclopedica come un diritto e una virtù : non è portavoce della
        sofferta voce di Oscar Wilde. Il guaio è che certi alti quadri clericali
        soffrono della medesima ignoranza . I simili amano i propri simili.

  • Paolo Giuseppe ha detto:

    Dunque, per sommi capi, viene indetta una preghiera di riparazione per il gay pride di Bergamo in una chiesa, la Curia (cioè il Vescovo) la annulla, si ripiega su un rosario di riparazione sul sagrato della Chiesa.
    Ragazzi, siate ottimisti, c’è stata un’epoca nella quale si pregava nelle catacombe perchè i cristiani erano perseguitati dagli “altri”.
    Adesso vi lasciano il sagrato della chiesa. Cosa volete di più?
    Evviva! Ma vedrete che il Papa sgriderà il Vescovo di Bergamo, ne sono certo. E sapete perchè? Perchè ha concesso il sagrato per recitare un rosario. Come dice il Conte Zio al Padre Provinciale: “sopire, troncare, padre molto reverendo, troncare, sopire”.
    Non vorrete che un Vescovo proclami ad alta voce che l’omosessualità è un disordine? Non sia mai!
    Sapete che mi viene un dubbio? Mi sono sposato, ho avuto due figli, ma forse ho sbagliato tutto. Forse se mi giravo indietro scoprivo il bello della vita.

  • Grog ha detto:

    Il Papa truccato da checca é un’immagine blasfema? Boh, chi sono io per giudicare?

  • Diego ha detto:

    concordo con Virro ma a me piace pensare che il Signore stia chiamando tanti “grandi peccatori” a far parte della Sua Chiesa per tenerli meglio “sotto controllo” ed evitare che vadano in giro anche a metter su famiglia (in realtà a spargere dolore e separazioni visto le loro tendenze reali).
    D’altronde mentre loro “maneggiano” il Corpo ed il Sangue di Cristo, Cristo è la presente che tutto osserva…
    Loro sono convinti di essere “liberi” mentre in realtà sono in regime di libertà vigilata…

  • mirko ha detto:

    Be’, sexy è sexy, non c’è che dire! Dio lo ama così com’è…lo ha detto lui, il Bergoglio a un gay, no? O meglio, chi siamo noi per giudicare? Ma è proprio sexy….speriamo la veda questa foto: fate di tutto per farla avere all’interessato, vi prego!

  • giulia anna meloni ha detto:

    questa è la tragedia:pastori senza credo, ingannatori di anime ,venduti al potere e ai sensi.

    “Fratelli, camminate secondo lo Spirito e non sarete portati a soddisfare il desiderio della carne. La carne infatti ha desideri contrari allo Spirito e lo Spirito ha desideri contrari alla carne; queste cose si oppongono a vicenda, sicché voi non fate quello che vorreste.

    Ma se vi lasciate guidare dallo Spirito, non siete sotto la Legge. Del resto sono ben note le opere della carne: fornicazione, impurità, dissolutezza, idolatria, stregonerie, inimicizie, discordia, gelosia, dissensi, divisioni, fazioni, invidie, ubriachezze, orge e cose del genere. Riguardo a queste cose vi preavviso, come già ho detto: chi le compie non erediterà il regno di Dio.

    Il frutto dello Spirito invece è amore, gioia, pace, magnanimità, benevolenza, bontà, fedeltà, mitezza, dominio di sé; contro queste cose non c’è Legge. Quelli che sono di Cristo Gesù hanno crocifisso la car­ne con le sue passioni e i suoi desideri. Perciò se viviamo dello Spirito, camminiamo anche secondo lo Spirito” dalla lettera di san Paolo apostolo ai Gàlati 5,16-25-

    più chiaro di così…

    • Carrick91 ha detto:

      Esatto. E Gesù dei Profeti e dei Santi ha affermato: “ Chi ascolta voi ascolta me, chi disprezza voi disprezza me. E chi disprezza me disprezza colui che mi ha mandato”.
      (Lc 10,16)

  • Ira Divina ha detto:

    Di cosa ci si può più scandalizzare! È questa oggi la gerarchia cattolica! È quella immagine la compendia tutta! Non hanno più vergogna e stanno facendo il loro coming aut schierandosi a fianco di quel mondo. Il “chi sono io per giudicare” ha dato l’imput per mostrare quanti gay friends erano nascosti e che ora vengono alla luce. Stiamo rovinatiiii! Quella parte di chiesa che ha ancora un po di pudore deve camminare prescindendo da questa Sodoma e Gomorra e dichiarare la sua identità separandosi da questa falsa chiesa. Dio lo vuole! E non è la prima volta che accade nella storia che i rami secchi siano tagliati, anche se ora sembra che sono rimasti pochi virgulti da una pianta che si sta marcendo. Più che riparare c’è da contarsi e capire chi ancora è veramente cattolico secondo la vera dottrina bimillenaria della chiesa apostolica.

    • Adriana ha detto:

      @ Ira divina ,
      in fondo aveva ragione Eco quando rilevava -Nel nome della Rosa-
      la pericolosità della risata .Intesa come “irrisione” dell’autorità
      e dei principii (umani e divini) e tremendo boomerang contro
      qualsiasi tipo di civiltà .Anche se Eco ,come individuo ,probabilmente ,intendeva
      stigmatizzare il potere dell’autorità stessa e incitare a combatterlo.
      Di cosa dobbiamo ancora scandalizzarci ? Oh !,di tante cose . Arriverà l’apertura all’incesto , ai pedofili considerati benefattori dei minori ,ai minori considerati detentori di una sessualità di cui sono responsabili e per cui sono felici seduttori. Arriverà la necrofilia legalizzata (già ci provano) , e in nome della libertà ,anche l’amore antropofago (casi già numerosi). cit. :” Semiramìs lussuriosa ,che libito fe’ licito in sua legge”. Insomma verranno legalizzati tutti e tutto : immagino che le minoranze “normali ” (?)
      mangeranno banane e noccioline chiuse nelle gabbie degli zoo
      col patrocinio misericordioso del WWF , perchè ormai “illegali”.

  • Anna ha detto:

    Chissà se il vescovo indira’ una preghiera di riparazione per l’ oltraggio al papa, forse no, sempre in nome di quel tanto decantato dialogo e rispetto sempre pronto a sacrificare la Verità sull’altare del relativismo.

  • Adriana ha detto:

    Tosatti :complimenti per il ” dialoganti e via dissolvendo”. Degno
    di Tacito . Le avevo segnalato la veglia omofila a Reggio. ” La primavera in fior porta K-ul-andre or com’è d’uso “…

    • deutero.amedeo ha detto:

      Cambio di consonante. Scopo della chiesa era inculturare la gente e adesso invece è ilculturare alla gente. E anche la bocca.

  • virro ha detto:

    ogni commento pro o contro a questo incontro mi pare di insultare l’intelligenza umana

    • Carrick91 ha detto:

      Quando vescovi e istituzioni cattoliche solidarizzano con gruppi di militanti gay e lesbiche tradiscono il loro compito fondamentale, che è di annunciare a tutti e in ogni momento il Vangelo.
      La condanna morale dell’omosessualità fa parte della legge di Dio. Non è una dottrina della Chiesa transitoria o derivata: : è la verità innegabile della legge di Dio, presente già nella coscienza di tutti gli uomini (sono i principi del diritto naturale, colti infallibilmente dal senso comune) e poi promulgata da Mosè con il Decalogo e perfezionata da Gesù con le Beatitudini.
      Certamente la carità e la giustizia ci inducono a rispettare ogni persona, ma non il suo comportamento dichiarato e ostentato quando è contro la legge di Dio