ALFIE. PERCHÉ “DEVE” MORIRE, E LA VERGOGNA DEI MEZZI DI INFORMAZIONE LAICA

23 aprile 2018 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Stilum Curiae si è occupato varie volte di Alfie Evans e della lotta dei suoi genitori per dargli una chance in più di vita. Oggi molto probabilmente verrà ucciso; in modo tremendo, permettendo ai suoi genitori – grazie – di assistere alla sua fine. Potete vedere i dettagli dell’esecuzione – barbara, meglio una fine rapida con un’iniezione, o la decapitazione stile Arabia Saudita – nell’articolo de La Nuova Bussola Quotidiana.

Oggi provo vergogna per la mia categoria e per i colleghi dei grandi mezzi di comunicazione, che hanno contribuito a soffocare Alfie con il loro incredibile silenzio. Ma come! Sono sempre alla ricerca di casi umani, storie patetiche (meglio se di cani e gatti, però…) e due genitori ventenni, di umile origine, che si battono come leoni per dare una piccola, misera chance al loro figlio di due anni non è abbastanza commovente? I lacrimisti e gli indignati di professione non si mobilitano? Già, ma quella di Alfie è una storia che va contro la corrente di morte ed eutanasia in cui navigano i padroni della politica e dell’informazione, una storia che profuma di cattolici che non si limitano a fare i cappellani comprensivi del braccio della morte. Potrebbe persino essere – Dio ne guardi – una storia di destra, un po’ populista…E allora, naturalmente indifferenza. Meglio trovare spazio per un gatto ferito che torna a camminare contro ogni aspettativa, e l’indignazione per la mancata querela a chi lanciò un cane dal settimo piano.

Oggi pubblico tre lettere, tre contributi di persone che seguono Stilum Curiae. La prima mi ha aiutato a capire alcuni aspetti che mi risultavano ostici del caso Alfie, e in particolare l’ostinazione a non volerlo lasciare partire. Eccola.

Sono un Inglese di origine Italiana che segue il Suo blog da tempo.

Sono rincuorato da come si stanno battendo i cattolici Italiani per Alfie, e mi fa riflettere su come si comporta una società forse meno efficiente di quella Inglese ma tuttavia più umana. Però vorrei raccontare da oltremanica la ragione per cui nessun membro dell’ ‘establishment’ Inglese (vescovi Cattolici inclusi) si sbilancerà mai a favore di Alfie.

L’Inghilterra ha perso la fede in Dio molto tempo fa, nella politica pure, l’impero è sparito e la famiglia reale ha perso molto nella faccenda Lady Diana, il rispetto per l’esercito, la polizia e le istituzioni è crollato sotto accuse di corruzione e razzismo. Allora, cosa ci resta di ‘morale’, di intoccabile di cui essere veramente fieri? Ci rimane solo il nostro sistema sanitario il ‘National Health Service’ (NHS). Questa istituzione con i suoi milione e mezzo di dipendenti può solamente essere osannata e ricoperta d’oro da ogni governo e partito politico, ed i suoi impiegati lodati come santi e taumaturghi dei nostri giorni. A quale potenza possiamo affidare la nascita dei nostri figli e chi può celebrare i riti finali dei nostri genitori? L’NHS! Criticare questa religione di Stato, questa chiesa nazionale è l’ultima blasfemia proibita. Suggerire qualche mancanza (tranne che di soldi) è suicidio politico.

Quindi per proteggere l’onore di questo idolo ed il primato immaginario di un sistema sanitario pubblico mediocre, si dice qualsiasi menzogna.

L’idea che un bambino dichiarato incurabile dagli arcipreti dell’NHS, possa essere curato altrove (addirittura in Italia) è un rischio troppo grosso da correre. Quindi Charlie Gard, Alfie Evans e chissà quanti altri verranno sacrificati sull’altare del NHS perché se no rischierebbe di crollare l’ultimo idolo di un paese ormai smarrito.

Siamo nelle mani del Signore perché cadere nelle mani dell’NHS non lo auguro a nessuno.

Yours F.P.


La seconda è la lettera che Alfie potrebbe scrivere all’Alder Hey Hospital.

“Cari dottori, voi, che mi avete in cura, avete fatto tutto quello che potevate per curarmi ed avete ammesso nei fatti che non siete capaci di fare di più. Nello stesso tempo avete valutato che la mia vita non fosse degna di essere vissuta. Io non vi ho chiesto questo PARERE, né voi siete abilitati a dare pareri, ma cure. Ma anche questo parere non è ponderato. Dite che la mia vita non è degna di essere vissuta perché mi vedete come un PESO per papà e mamma. Io sono la GIOIA, il CORAGGIO dei miei giovani genitori. Io dò loro la voglia di vivere, lottare e soprattutto di vivere e lottare con me e per me. Voi avete qualcuno che vi ama tanto e vi dà un così grande coraggio? Vi vedo molto soli e tristi perché non avete intorno a voi qualcuno che vi assorbe totalmente e vi spinge ad avere un grande scopo ed una grande passione nella vostra vita. Ma se proprio sono un peso per voi e per chi la pensa come voi, ricordatevi che il mondo non si esaurisce nell’isola britannica. Se non avete la forza di sopportare il mio peso lasciate che il mio peso lo portino altri, che sentono di avere le forze e che vogliono come unica gioia vedermi vivo finché Dio lo vorrà. Grazie per tutto quello che avete fatto per me e non fate ciò che non vi ho mai chiesto. Nemmeno il giudice vi chiede di ammazzarmi, dice solo che potete, non che dovete. Passate questo peso a chi a voglia e forza di prendermi tra le proprie braccia. Con affetto Alfie

La terza è centrata sul messaggio che abbiamo riportato della Pontificia Accademia per la Vita, e che riproduciamo di seguito:

La drammatica vicenda di Alfie Evans continua a suscitare una profonda risonanza emotiva. Considerando gli sviluppi di cui siamo testimoni non possiamo sfuggire a un forte disagio, dovuto soprattutto alla sensazione di trovarci in un vicolo cieco in cui tutti rischiamo di rimanere sconfitti. Date le soluzioni comunque problematiche che si prospettano nell’evoluzione delle circostanze, riteniamo importante che si lavori per procedere in modo il più possibile condiviso. Solo nella ricerca di un’intesa tra tutti – un’alleanza d’amore tra genitori, famigliari e operatori sanitari – sarà possibile individuare la soluzione migliore per aiutare il piccolo Alfie in questo momento così drammatico della sua vita.

Ed ecco un commento sul blog:

Il messaggio di SE mons Paglia è “fake ” ? Prego fare attenzione alle seguenti espressioni : 1°- ” Risonanza emotiva ” (solo emotiva ?) – 2°-” sfuggire a un forte disagio ” (Disagio?) ; -3°- “tutti rischiano di rimanere sconfitti ” ( chi?) : -4° “procedere in modo più possibile condiviso ” ( da chi?) – 5° -“ricerca di intesa fra tutti , alleanza d’amore fra genitori e medici ” ( boh ?) – 6° “soluzione migliore ” ( ?) – 7°- “momento drammatico della SUA vita ” ( tutto li ? non c’è di mezzo il valore della vita ?)


Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.

LIBRI DI MARCO TOSATTI SU AMAZON

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo.

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

Tag: , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

83 commenti

  • Nicola ha detto:

    Continuiamo a pregare tutti.

  • Marco Matteucci ha detto:

    Caro direttore;
    Anch’io come lei e tanti altri milioni di cattolici e laici ho pregato affinché il piccolo Alfie non venisse staccato dalle macchine che finora lo hanno tenuto in vita, di fatto “uccidendolo per il suo bene” e questa è senz’altro cosa buona, una giusta battaglia nonché atto di Misericordia sicuramente gradito a Dio. Da persona di modesta cultura però mi chiedo e le chiedo:

    Perché il Santo Padre, di cui ho molto apprezzato quanto ha fatto e detto in questi ultimi giorni, non si è recato a Londra a tuonare contro questo sciagurato provvedimento, a urlare al mondo e alle tante famiglie che si trovano nella medesima situazione: “Non siete soli, imploro l’Europa…”, magari anche cercando di riportare in Vaticano questa sfortunata famiglia affinché potesse andare incontro al disegno di Dio con maggiore serenità e dignità, come fece al ritorno da Lesbo, quando riportò con se tre famiglie di musulmani, che certamente anche loro avevano bisogno di essere aiutati?

    A voler pensar male si potrebbero anche fare “cattive” congetture, ricordando le parole del Card. Vincenzo Paglia, Presidente della Pontificia accademia per la vita, che sebbene oggi si stracci le vesti contro questo barbaro provvedimento della magistratura inglese, nei sui precedenti interventi dava sostanzialmente ragione alla “linea dura” adottata dall’ospedale che sta deliberatamente uccidendo il bambino e, cosa ancor più grave, con la sostanziale approvazione dell’episcopato britannico.

    SECONDO ME SI DOVREBBE GUARDARE PIÙ ALLA SOSTANZA CHE ALLA CONVENIENZA!

    Cordiali Saluti
    Marco Matteucci

  • EquesFidus ha detto:

    L’Inghilterra ormai è da secoli che è ferocemente anticattolica; quello che molti non hanno capito (anche all’interno della Chiesa) è che il protestantesimo non ha come obiettivo quello di innalzare Cristo al posto degli “idoli” (cioè della Divina Liturgia e dell’arte sacra cattolica), ma di proclamare l’uomo stesso come Dio (decidendo quali sacramenti vanno bene e quali no, quali libri della Scrittura vanno bene e quali no). Da questo poi non può che conseguire l’ateismo prima ed il nichilismo poi. Oggi, la Gran Bretagna è un Paese nichilista ed ateo, schiacciato da un’immigrazione islamica selvaggia (me le ricordo bene le donne islamiche col burka integrale in pieno centro di Londra), un politicamente corretto ed un liberalismo di chiare origini massoniche (l’Inghilterra, lo ricordo a tutti, non a caso è patria della Massoneria e dell’eresia liberalista, oltre a quella anglicana e puritana s’intende) ed un feroce odio verso il cristianesimo in generale ed il cattolicesimo in particolare (che deriva proprio dal protestantesimo). Questo bambino è bianco, di sesso maschile, figlio di cattolici, ricade in tutte le categorie dell’odio di cui sopra; per di più i genitori sono borghesi, quindi senza appoggi nell’aristocrazia britannica. Infine, da quanto ha scritto un altro utente, la sua stessa esistenza mette in dubbio l’ultimo idolo pubblico (il sistema sanitario britannico) degli inglesi, per questo deve morire. Che il Cielo abbia pietà di chi ha preso la decisione di uccidere questo bambino, perché verrà il giorno in cui né la massoneria, il liberalismo, la nobiltà di sangue o Lutero conteranno niente rispetto alle proprie azioni.

    • Adriana ha detto:

      @ EQUES FIDUS,
      non solo in Burqa ma anche con maschere di cuoio e guanti! E “grappoli” di figli attaccati alle “gonne” di papà. (Di giorno: di notte
      i padri affidavano i pulcini alle madri e si “distraevano” con altre gallinelle variamente abbronzate ma “sburquate”).Ma ricordo
      soprattutto le gigantesche banche con gigantesche insegne arabe.
      In pieno centro ,si.

      • EquesFidus ha detto:

        Me le ricordo bene, ne era pieno nei presso dello zoo (che tra l’altro ha nelle vicinanze la moschea più grande del Regno Unito). Nessuno faceva o diceva niente, in compenso. In compenso, c’è malcelato compiacimento da parte delle autorità civili quando un cristiano convertito dall’Islam viene perseguitato dai suoi ex correligionari.

  • Adriana ha detto:

    12 min. fa h.7,25 reapirava ancora nonostante le certezze mediche !
    Ma il solenne giudice deciderà dopo le 9. Perfino quando la corda si spezzava agli impiccati essi venivano salvati . Mondo di SATANA.

  • denaromy ha detto:

    Incredibile che un Governo vieti ai genitori di portare il proprio figlio in un altro ospedale o in un altro paese. E questo sarebbe un paese civile e democratico? Pare siano stati commessi errori gravissimi nella cura del bambino, forse è per questo che non vogliono farlo visitare da altri medici. Non hanno fatto nemmeno una diagnosi. Pazzesco!

    L’unica cosa che preoccupa gli inglesi è dover spendere per mantenerlo in vita. Un medico americano ha detto che hanno fatto errori grossolani fin dall’inizio, avrebbero dovuto fargli una tracheotomia. La sanità inglese è un disastro mentre quella italiana è una delle migliori al mondo, classifica della Organizzazione Mondiale della Sanità ma da noi si parla solo di malasanità e gli italioti sempre pronti a sputare sul loro paese.

  • Adriana ha detto:

    A richiesta dei genitori,NON danno l’ossigeno.I genitori fanno la respirazione bocca a bocca a questo minuscolo guerriero che
    secondo l’ospedale non doveva esser in grado di respirare autonomamente ! Medici macellai! Mi pare che siamo nelle viscere dell’Inferno. Siamo al livello delle “120 Giornate di Sodoma” nel XXI secolo. Se questo non è un sacrificio diabolico ammantato di finta scienza …Il mondo capovolto.

    • Crisbiagio ha detto:

      Ha ragione:trattasi di sacrificio umano.e questi beoti che oggi scriono che e’quasi morto e che e’giusto farlo fuori chissa’se si ricordano dei sentimenti provati quando al liceo ci spiegavano del getto dei neonati spartani non perfetti dalla rupe.come sia cambia eh?da adolescenti a porci…

  • malibu stacy ha detto:

    w il papa gelataio, ma dava i coni o le coppette? se erano coppette vedi andrea ke venivano buoni i tuoi cukkiai ke pieghi. oh, andrea c’è il cane della vicina ke abbaia sempre di notte, vedi un pò se mi rimedi un twitt aggiustatutto

  • Adriana ha detto:

    Tosatti ,le estremità gli diventano blu ma non vogliono dargli l’ossigeno.Non gli danno più niente MA è costretto a rimanere PRIGIONIERO dell’Ospedale .Tra le bracccia della madre. E’una
    scena INFERNALE che spezza il cuore. Più di 30 poliziotti a sorvegliare il bambino. Fa più paura di un terrorista :.Fa paura
    al Diavolo questo Innocente .

  • Nicola ha detto:

    Dott Tosatti, Le confermo quanto detto nel post dal cittadino inglese di origine italiana. Stasera infatti su Rainews 24 ( purtroppo ho visto l’intervista già iniziata) un esperto ha dichiarato che il Sistema Sanitario Nazionale Inglese è un totem intoccabile che nessuno può criticare anche se è assai mediocre.Ecco perché vogliono ammazzare Alfie. Consiglio poi di leggere poi l’importante articolo sulla Nuova Bussola Quotidiana in cui si documenta come l’eugenetica sia nata in Inghilterra, e non sia stata quindi fatta nascere dal Nazismo che ha SOLO continuato l’opera degli inglesi…..

  • Adriana ha detto:

    Tosatti, dalle 22 hanno staccato il respiratore. Finora il bimbo ha
    continuato a respirare . Ma fino a quando ? Preghiamo tutti.
    Confusione all’ospedale .Pare che il console it. stia arrivando…

    • Lo spettro di QC ha detto:

      Ad ore 6 italiane sembra stia sopravvivendo con un po di aiuto (resp. Bocca-bocca).

      • Lo spettro di QC ha detto:

        Alle 9 dovrebbe esserci una nuova udienza. D’altra parte l’assunto medico era che dopo il distacco il bambino sarebbe morto nel giro di pochi minuti…

  • Lo spettro di QC ha detto:

    Staccato il ventilatore…

  • Sempliciotto ha detto:

    I media stanno lavorando per far passare tutto il merito della faccenda a Francesco, grazie al suo intervento forzato di tre paroline all’Angelus.
    Il bello è che non ha fatto niente, quel niente che ha fatto l’ha fatto controvoglia, e pure contro la sua visione delle cose, ed ora è il trionfatore, il paladino della giustizia, il clemente, il misericordioso!
    Lui che ha dedicato la giornata a festeggiare se stesso, al posto che combattere la buona battaglia escatologica!
    Non ho parole…

    • Adriana ha detto:

      @ SEMPLICIOTTO,
      bene direi…”Il Clemente ,il Misericordioso “è Allah ! Ma poichè
      da qualche tempo le religioni o anche le non-religioni sono tutte eguali ,il titolo di Chief in commander ,può “transitare” da un dio all’altro ,anche a quell ‘IO che c’è (e che si vede quotidianamente in T.V. ed è SICURAMENTE REGISTRATO ) . Cosa VUOI di più ?
      Retrivo !

      • Lo spettro di QC ha detto:

        A proposito di Allah…sui vari gruppi facebook/twitter che seguono la vicenda ci sono messaggi di solidarietà e preghiera anche di utenti musulmani.

        • Adriana ha detto:

          @ Spettro.
          GIUSTO , OVVIO e… avranno un’altra ragione per disprezzare questa degenere civiltà occidentale. Leggi Amin Ma’aluf ( se non lo hai fatto), molto istruttivo, come pure gli scritti su Rabi’a.

        • Sempliciotto ha detto:

          @Spettro

          “Una volta innalzato attirerò tutti a me”!
          Bellissima notizia!

    • Adriana ha detto:

      @ SEMPLICIOTTO,
      perdona :dovevo chiarire : “Retrivo , Nontarmato ( usi la naftalina), ma soprattutto STANZIALE , PENINSULAZIONISTA , NON-MITICO.
      E con queste credenziali OSI parlare di escatologia? Roba vecchia ,dimenticata , oggi ti accuserebbero di parlare di scatofilia .
      En marche ,amico mio, in marcia . 30 km. al giorno di “accompagnamento”, 5 h. di “discernimento , sonno di piombo e
      colazione in Basilica . Il giorno dopo :variante con 5 h. di “accoglienza”.
      Abbiamo un Papa “elettrico” ,vuoi mica prender la scossa? Che poi ti buttano tra gli scarti .

  • Adriana ha detto:

    Mi ha colpito soprattutto lo sdegno , l’insofferenza delle infermiere alle parole di padre Gabriel . Neanche lavorassero in una catena di s-montaggio di polli. Si ri-materializzano gli spettri dei “custodi” di
    lager e gulag. Ha fatto benissimo Isabella a ricordare la “Banalità del Male “osservata da H.Arendt. Non è scomparsa ma si è diffusa -sotto il pelo dell’acqua- in modo nuovo e soft. Un modo che coincide in maniera inquietante con i principi di tolleranza e misericordia da subire passivamente . Principi a cui non sottostanno i ricchi e potenti ma a cui la base dei poveracci DEVE credere per un proprio fasullo bene .
    Proprio la storia dei topi e del pifferaio di Hamelin.

  • Lo spettro di QC ha detto:

    Sembra sia stata concessa la cittadinanza italiana alla famiglia Evans (l’unica cittadinanza che serve visto che l’ospedale è in italia).

  • malibu stacy ha detto:

    http://www.repubblica.it/esteri/2018/04/23/news/alfie_respinto_ricorso_alla_corte_europea_dei_diritti_dell_uomo-194615407

    E l’Italia concede la cittadinanza al bimboAlfie, respinto ricorso alla Corte europea. Ma slitta il distacco dalle macchine.
    La Farnesina annuncia l’iniziativa dei ministri Alfano e Minniti e l’auspicio che “l’essere cittadino italiano permetta al bimbo di essere trasferito in Italia”. (ANSA)

    grandissimo gesto del governo italiano ke ha fatto quello ke non ha voluto fare il vaticano, grandissima figura di m. di ciccio primo, picciu picciu, pagliaefieno e piegakukkiai, ora vediamo come north korea insider se la caverà.

    • Lo spettro di QC ha detto:

      Malibu Stacy, tenga presente alcune cose.
      Oggi, ALFANO E MINNITI ERANO A TORONTO e GENTILONI A BUCAREST.
      L’istanza della Meloni è delle 15,15 e tre quarti d’ora dopo è stata concessa la cittadinanza, ASSENTI i Ministri e il Presidente del Consiglio.
      Un’altra ora dopo si è attivata l’ambasciata italiana.

      Non ci crede nessuno che in due ore si è partorita l’idea, si è provveduto e si è passati all’attacco diplomatico, senza un minimo di istruttoria da parte dei Ministeri. E’ EVIDENTE a chiunque che questa iniziativa era già stata preparata e non a caso è stata messa in esecuzione mentre la Enoc faceva perdere tempo all’ospedale inglese, dando la possibilità ai genitori di contestare l’orario dell’esecuzione e far sospendere la procedura.

      Ora, ognuno fa il proprio lavoro e Lei fa il suo; ma le consiglierei di non insultare l’intelligenza di chi la legge con le barzellette sui piegakukkiai e le tazzine di caffè avvelenate. Lasci perdere quando si sta parlando di una vicenda drammatica. Abbia un minimo di decoro. Grazie.

      • malibu stacy ha detto:

        Ma quanto ti rode andrea? senti all’alfie hanno dato la cittadinanza ITALIANA, non quella vaticana. ci sei? perché non gli hanno dato quella vaticana? chiedi a chi ti paga che si inventi una bella scusa per questo dato di fatto, poi vieni qua, ce la dici e noi ti ridiamo sul muso.

        • Lo spettro di QC ha detto:

          Spargi pure veleno e calunnie Malibu Strazio. Fai solo pietà, ancora di più davanti a una situazione come questa.
          Intanto il Papa – che è l’artefice delle novità di oggi, non certo la Meloni in mezz’ora – vola alto e dall’alto cinguetta ancora:
          ”Commosso per le preghiere e la vasta solidarietà in favore del piccolo Alfie Evans, rinnovo il mio appello perché venga ascoltata la sofferenza dei suoi genitori e venga esaudito il loro desiderio di tentare nuove possibilità di trattamento”.
          Ciao ciao e rosica in pace!

          • Adriana ha detto:

            @ SPETTRO,
            ma che fai ? Paragoni il Sommo Pontefice a Titti -il canarino di
            Gatto Silvestro?- Meglio : a TWITTI .

      • Lo spettro del fegato dello Spettro di QC ha detto:

        Lo sai che esistono i telefonini cellulari, vero?

        • Lo spettro di QC ha detto:

          E secondo te basta fare drin drin al cellulare perché una postfascista convinca un senza quid e un postcomunista (esponente di un partito che almeno in buona misura considera legittima l’eutanasia) a prendere un provvedimento come questo? Con l’unico organo di cui sei dotato – un fegato – arrivi a comprendere il significato politico di una mossa come questa? Un governo straniero che si mette di traverso a delle (ahimè) legittime sentenze di giudici stranieri, per di più con un intervento a gamba tesa come questo, lo fa perché la Meloni (che comunque va ringraziata insieme agli altri) gli fa uno squillo sul telefonino?
          Un governo interviene in una vicenda del genere, senza che i responsabili non abbiano almeno studiato l’incartamento, con le sentenze, i pareri medici, le regole applicabili, ecc.? Senza essersi consultati coi rispettivi uffici giuridici ministeriali? Arrivi a capire anche soltanto lontanamente che tutta questa convergenza di fatti all’ultima ora ha una regia o devi sposarti con lo spettro del Cervello per unire le forze e fare 2+2? Suvvia…

          • Lo spettro del fegato dello Spettro di QC ha detto:

            invece se lo fa il papa (di malavoglia) tutti scattano sull’attenti, ve’?

    • Sconsolata ha detto:

      Sta gustando il gelato con 3.000 “ospiti”, per non offendere ulteriormente una categoria svantaggiata!
      Per la serie : «non sappia la tua destra quel che fa la sinistra…», ecco, di buon mattino, addirittura il comunicato – stampa direttamente dall’Elemosineria Apostolica.
      Senza parole! Qualcuno già insinua la strumentalizzazione politica della vicenda da parte dell’Italia, chiedendosi come mai la “mossa” sia arrivata in extremis. E, mentre si rivolgevano da settimane ripetuti appelli al Vaticano, col seguito di qualche intervento, incontro immortalato da foto, come mai alle parole non è seguita la concessione del passaporto diplomatico che avrebbe – forse, forse – smosso qualcosa ad alti livelli?
      Ecco il link del comunicato: gelati per…3.000
      https://ilsismografo.blogspot.it/2018/04/vaticano-lonomastico-di-papa-francesco.html

  • scarpe grosse ha detto:

    Certo se il cavallo non ha fame, non tira. Tu il fieno glielo devi dare dopo che ha lavorato, non prima, perché se glielo dai prima, lui non lavora più. Se glielo dai dopo, lui “impara” che per mangiare deve lavorare. Questo me lo ha sempre detto il mio papà, che era ignorante come me, ma era mica stupido.

    • deutero.amedeo ha detto:

      Il senso di questa citazione di scarpe grosse è il seguente:
      negare che esista la possibilità che un uomo o un essere superiore sia in grado di controllare il comportamento di un altro uomo mediante il binomio premio-punizione o piacere-dolore o promessa-minaccia spostando l’attenzione su concetti antitetici a questi come misericordia e amore è una delle astuzie utilizzate da Bergoglio per esercitare il suo potere sulla gente in modo schiacciante ma apparentemente dolce e amorevole.

    • Adriana ha detto:

      @ Scarpe Grosse,
      mi pare che Qualcuno disse:” Quando dunque fai l’elemosina,non suonare la tromba davanti a te come fanno gli ipocriti nelle sinagoghe e nelle strade per esser lodati dagli uomini .In verità vi dico che essi hanno già ricevuto la loro ricompensa.”(Mtt.6.2-3).
      per l’altro argomento appena possibile . Vale

      • Sempliciotto ha detto:

        Brava!

      • deutero.amedeo ha detto:

        Se alludi alla sceneggiata del gelato, certamente non è stata fatta per autentico amore per i poveri. Ma c’è di più: proprio pochi giorni fa il santo padre ha tuonato contro chi si finge cristiano per interesse, e ha ricordato come Gesù avesse rimproverato coloro che lo seguivano non per ascoltare la sua parola ma per vedere o magari beneficiare dei suoi miracoli e dei suoi prodigi (come ad esempio la moltiplicazione dei pani e dei pesci).
        Io sto trattando questo argomento (ma ne avrò ancora per un pezzo ) nel mio vecchio forum. Se ti interessa ti dò le coordinate:
        http://www.apostolicamactuositatem.forumfree.it
        vai nella sezione “discussioni a tema libero” e clicca sulla discussione “un libro che tutti dovrebbero leggere”.
        Se vuoi prova, poi mi dici.

        • Adri ha detto:

          Fin dall’inizio ho avuto l’impressione che Bergoglio parlasse come uno che ha seguito un corso intensivo di P.N.L. avanzato adattandolo alla pastorale. Era troppo evidente che non c’era nulla di spontaneo né in quello che faceva né in quello che diceva.

          • deutero.amedeo ha detto:

            Finalmente ho trovato una persona che su questo punto mi dà ragione. Io non ho parlato espressamente di PNL ma suppergiù di tecniche similari ce ne sono più d’una. E il santo padre mostra di conoscerle e di applicarle, forse anche più di quanto non conosca ed applichi i dieci comandamenti.

  • Flora ha detto:

    Basta ai vari Spettri col difendere questo papa. La Enoc? E che importa a loro della Enoc! Dov’è il papa? NON È LÌ! NO! Perché Liverpool non è Lampedusa! Basta a difendere l’indifendibile. Altrimenti vi toccherà andare su a difenderlo anche davanti al Giudizio di Dio!

    • lo Spettro di Paolo ha detto:

      Gent.ma Flora o lei è molto ingenua oppure trova particolare giovamento ( come del resto molti altri in questo blog) nell’ insultare e denigrare la figura del Papa. Io non lo difendo perché sa benissimo farlo da solo. Lo critico quando fa delle figure barbone nella speranza che non le ripeta e possa, come ciascuno dii noi, imparare dai propri errori. Ora imputare qualsiasi nefandezza mondiale al sommo Pontefice mi sembra francamente esagerato, soprattutto nell’ambito di questa tristissima vicenda.

  • Lucia ha detto:

    Sono vicina alla famiglia del piccolo Alfie ma in fondo c era da aspettarselo .Una volta varati protocolli e leggi in una determinata direzione c e poco da fare.Che vegogna pero anche in Italia si protesta per il cane maltrattato e la gente si mobilita per la giornata della terra e non una parola non dico di protesta per la storia di Alfie ma neanche una frase del tipo’ poveri genitori che sfortuna” . No a loro e capitata la disgrazia e se la sbrighino loro.Altro che sciopero della fame del politico di sinistra cattolico(?).Adesso essere cattolici significa essere pro- immigrazione e fare gli amici dei movimenti lbgtq.Ieri in parrocchia il sacerdote ha invitato a pregare per le vocazioni , io invece ho pensato che se i sacerdoti dovessero essere come quelli inglesi allora e un bene che le vocazioni sono poche .Lo so non e bello da dire ma questo e stato il mio pensiero .Per quanto riguarda la Chiesa cattolica in Inghilterra secondo me il Beato Domenico Barberi il grande missionario passionista e il Cardinale Newman che si converti davanti a Barberi segnando cosi la ri –
    nascita del Cattolicesimo nell Ottocento si
    vergognano dei loro successori Saluti a tutti.

  • Enrico66 ha detto:

    Voglio provocare un poco.
    Un’oretta fa tutti i notiziari hanno dato l’annuncio che è nato il terzogenito di William e Kate.
    Se fosse malato (e non lo auguro al bimbo né ad altri) applicherebbero anche al nipote della Regina il “protocollo Alfie Evans” nel suo “best interest” o quest’ultimo vale solo se sei figlio di due figli di proletari come Tom e Katy Evans?

  • Sempliciotto ha detto:

    Intanto Francesco la faccia c’è la mette per le cose che gli interessano, oggi, in mondovisione, ha pubblicamente regalato i gelati ai poveri per festeggiare il suo onomastico e via tutti i mezzi comunicazione ad osannarlo, che grande papa, e che tempismo, che coerenza, che coraggio davanti a Gesù che Muore in Croce!

    • Sempliciotto ha detto:

      “ce”

    • deutero.amedeo ha detto:

      E’ un errore anche questo.
      “Scarpe grosse” che non ha studiato, ma ha imparato tutto da suo papa’, sa benissimo che il premio non va mai dato prima che uno faccia qualcosa di buono ma dopo.
      Il suo gelato è un premio all’essere povero e nullafacente.
      Non solo. Da adesso tutte le volte che il papa vorrà un applauso dovrà distribuire gelati.

  • lo spettro di Paolo ha detto:

    Ció che mi stupisce (si puó ancora parlare di stupore?) in questa vicenda assurda é anche “l’assordante silenzio” della famiglia reale inglese e del suo entourage. Forse troppo presi a festeggiare i 92 anni della regina e la gravidanza di “Pippa”? Eppure sono sempre pronti a visitare ospedali e a fare opere (pubblicitarie?) di beneficienza. Non so se Lady Diana (pace all’anima sua) sarebbe riuscita a mantenere il silenzio.
    Preghiera, Preghiera ed ancora Preghiera.

    • Lo spettro di QC ha detto:

      Ciao Collega,
      la famiglia ha comunicato ieri di avere inoltrato una richiesta formale di intervento direttamente alla Regina.

      • Lo spettro di QC ha detto:

        La Enoc dell’Ospedale Bambin Gesù in questo momento dovrebbe essere all’ospedale inglese.

        • Lo spettro di QC ha detto:

          «Il Santo Padre mi ha fatto sapere di fare il possibile e l’impossibile perché Alfie Evans venga al Bambino Gesù. Questo è quello che il Papa mi ha fatto sapere subito dopo il colloquio con Thomas», sono le parole di Mariella Enoc, presidente del Bambin Gesù di Roma. Per questo, nonostante ieri, dopo estenuanti trattative e interventi da parte del Vaticano, l’Alder Hey Hospital abbia rifiutato ai medici dell’ospedale vaticano di portare Alfie a Roma o almeno di entrare nella sua stanza durante il processo di estubazione (un vero e proprio protocollo di esecuzione), Enoc ed un medico anestesia sono partiti alle 6 di questa mattina dall’aeroporto di Fiumicino, per fare scalo a Monaco ed atterrare a Manchester. Da lì si sono diretti a Liverpool.
          Pur sapendo che non potranno intervenire durante l’estubazione di Alfie, la Enoc ha deciso di essere presente a nome dell’ospedale vaticano per esprimere almeno il dolore e manifestare disaccordo per l’omicidio di un bambino che è persino meno grave di tanti altri ricoverati al Bambin Gesù.
          Ad accogliere la Enoc e l’anestesista che ha volato con lei è padre Gabriele Brusco. Il sacerdote è partito ieri sera da Londra per entrare nella stanza del piccolo questa mattina, come già aveva fatto lunedì 16 aprile impartendogli il sacramento dell’unzione degli infermi a cui Alfie aveva risposto aprendo gli occhi e muovendo le braccia.
          Abbiamo chiesto a don Gabriele di domandare a Dio che lo usi per compiere l’impossibile che è possibile solo a Lui e che dalle sue mani si sprigioni la potenza guaritrice di Gesù Cristo. E gli abbiamo promesso che dalle 13 italiane avremmo fatto pregare cominciando a domandare questo con lui. Chiedendo al Signore il miracolo, per intercessione della Madonna, di san Giuseppe, del cardinal Caffarra e di San Giorgio, il patrono dei martiri inglesi.

          • Lo spettro di QC ha detto:

            nel frattempo

            Judges at the European Court of Human Rights have rejected an appeal by Alfie Evans’ parents to intervene in the 23-month-old’s case.

            An ECHR spokesman said on Monday: “The European Court of Human Rights has today rejected the application submitted by the family of Alfie Evans as inadmissible.”

          • Lo spettro di QC ha detto:

            Sembra che i medici abbiano finito di parlottare tra loro e che si procederà alle 14,30 ora italiana.
            Questa notte la madre è stata costretta a dormire per terra…

          • Lo spettro di QC ha detto:

            Gira voce che a causa del ritardo nella rimozione della ventilazione, l’ospedale debba tornare dal giudice Hayden per farsi rifissare una data…..

          • Mari ha detto:

            “Rifissare” la data?

            Forse si teme lo sgradevole contrasto tra la gioia che porta un principino che viene al mondo e il dolore di due genitori “del popolo”, il cui bimbo viene rispedito al mittente, avvenimenti che potrebbero contrassegnare lo stesso identico giorno?

            Poco fine, non è vero?

  • Serena ha detto:

    Inutile ogni commento al messaggio di Paglia. Se fosse stata un messaggio diplomatico in vista di altri passaggi per la liberazione di Alfie dal braccio della morte sarebbe giunta prima e ne avremmo visto i benefici effetti. Ma Alfie deve morire: i poteri forti hanno lo hanno decretato, e chi è mai Paglia per “giudicare”diversamente? Monsignor è un titolo che non gli compete, perciò non lo premetto al cognome. E’ un titolo dato ad alcuni nella Chiesa Cattolica, ma questo non è un sacerdote appartenente alla Chiesa Cattolica, avendo abiurato a favore della neo chiesa.
    Alfie è un detenuto in uno di questi nuovi lager, detenuto e condannato a morte da chi detiene il potere con la complice collusione anche di questa neo chiesa che si avvia a diventare la chiesa di stato del padrone del mondo, ossia di satana, “principe di questo mondo”. E allora non resta che dire con Giovannino Guareschi queste parole tratte da Diario clandestino, conversazione “Baracca 18”, lager di Beniaminovo, 1944, con l’unica variante del nome:
    SIGNORA INGHILTERRA: “Signora Inghilterra, tu mi hai messo fra i reticolati e fai la guardia perché io non esca. È inutile signora Inghilterra: io non esco, ma entra chi vuole. Entrano i miei affetti, entrano, i miei ricordi. E questo è niente ancora, signora Inghilterra: perché entra anche il buon Dio e mi insegna tutte le cose proibite dai tuoi regolamenti. Signora Inghilterra, tu frughi nel mio sacco e rovisti fra i trucioli del mio pagliericcio. È inutile, signora Inghilterra: tu non puoi trovare niente, e invece lì sono nascosti documenti d’importanza essenziale. La pianta della mia casa, mille immagini del mio passato, il progetto del mio avvenire. E questo è ancora niente, signora Inghilterra. Perché c’è anche una grande carta topografica al 25.000 nella quale è segnato, con estrema precisione, il punto in cui potrò ritrovare la fede nella giustizia divina. Signora Inghilterra, tu ti inquieti con me, ma è inutile. Perché il giorno in cui, presa dall’ira farai baccano con qualcuna delle tue mille macchine e mi distenderai sulla terra, vedrai che dal mio corpo immobile si alzerà un altro me stesso, più bello del primo. E non potrai mettergli un piastrino al collo perché volerà via, oltre il reticolato, e chi s’è visto s’è visto. L’uomo è fatto così, signora Inghilterra: di fuori è una faccenda molto facile da comandare, ma dentro ce n’è un altro e lo comanda soltanto il Padre Eterno. E questa è la fregatura per te, signora Inghilterra”.

    • Adriana ha detto:

      @ Serena ,
      grazie per aver ricordato Giovannino Guareschi che ho avuto la fortuna di conoscere . La sua prosa sapeva indagare i più delicati moti dell’animo senza se e ma ,in quel suo modo apparentemente brusco ma tenero, senza bisogno di “misericordite”né di etichette.
      Un onesto uomo di Fede mai prono ai potenti.

    • Mari ha detto:

      ” In verità vi dico: ogni volta che non avete fatto queste cose a uno di questi miei fratelli più piccoli, non l’avete fatto a me. E se ne andranno, questi al supplizio eterno, e i giusti alla vita eterna”

      Cari dottori, cari magistrati, è da 2000 anni che sappiamo le cose funzionano così, anche per voi inglesi…
      Peccato che i vostri vescovi sembra non se ne ricordino più… (e su alcuni dei nostri che si sono espressi in merito, stendo un velo pietoso).

      Ciò non toglie che, per quanto vi accingete a fare, non esistono né condoni, né amnistie perché la giustizia definitiva, non aggirabile, di cui Dio è il garante, è definitiva e “perdona” solo dopo un pentimento sincero e una giusta espiazione.

      Come un Papa ha fatto con i mafiosi, vi si può ricordare ” Convertitevi! Una volta, un giorno, verrà il giudizio di Dio”

      Poi sta a voi…

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    1. Ho appena scritto alla PAV. Chi vuole, questa è l’e-mail:
    pav@pav.va

    2. “…. Potrebbe persino essere – Dio ne guardi – una storia di destra, un po’ populista…E allora, naturalmente indifferenza”.

    Caro Marco, ho dovuto ricordare tante volte che, in Italia, le leggi peggiori fatte dal PD su vita umana, gender e famiglia, non sarebbero mai passate senza il sostegno della destra liberale:

    http://www.lacrocequotidiano.it/articolo/2018/02/12/politica/pdf-la-discontinuita-del-voto

    3. sono senz’altro lodevoli tutte le iniziative “spirituali” in favore di Alfie, preghiere, rosari, appelli, eccetera; devo dire che manca però totalmente il fatto politico costruttivo, ovvero, nessun dice che, per risolvere problemi come questo, non c’è che il “popolo delle famiglie” (JPII dixit!..) si prenda la sovranità che gli spetta, e questo può avvenire solo con quella turbo-sussidiarietà che è la “Società partecipativa” secondo Dottrina sociale, vedi estesamente, qui:

    http://www.rassegnastampa-totustuus.it/cattolica/wp-content/uploads/2015/09/LA-SOCIETA-PARTECIPATIVA-P-L-Zampetti.pdf

    …il percorso, che a questo punto sarebbe davvero negligente non fare, da parte del popolo delle famiglie, è quello suggerito dal grande e misconosciuto intellettuale Pier Luigi Zampetti:

    “…È giunto il momento storico di erigere il
    popolo a soggetto e di realizzare quanto finora sul
    piano istituzionale non è stato ancora possibile. Si
    tratta, infatti, di fare diventare il popolo sovrano,
    vivificando la nozione di sovranità popolare. Questo
    obiettivo si raggiunge tramutando il sostantivo
    «sovranità» in aggettivo «sovrano» e l’aggettivo
    «popolare» in sostantivo «popolo» (popolo sovrano).
    La soggettività della famiglia dalla quale lo Stato trae
    la sua soggettività è il punto di partenza per ottenere
    questo strabiliante risultato.
    Si può così passare dal governo a nome del
    popolo, proprio della democrazia rappresentativa, a
    un governo di popolo prendendo i termini popolo e
    democrazia nella loro accezione completa ed
    integrale. Il popolo non è inteso, infatti, in senso
    individualistico, come quando si manifesta come
    «corpo elettorale», ma in senso personalistico, cioè
    nell’unità delle sue dimensioni realizzata secondo un
    processo continuo e costante dalla democrazia
    partecipativa.
    Di qui l’importanza storica della dottrina sociale
    della Chiesa i cui principi, se applicati, sono destinati
    a risolvere la crisi del mondo.
    48
    Dalla soggettività della famiglia e della società,
    attraverso la democrazia partecipativa, arriviamo
    pertanto alla comunità organizzata dove risiede la
    vera e autentica sovranità popolare e nella quale si
    manifesta in tutta la sua maestà il popolo delle
    famiglie, che è il vero e autentico popolo.
    Lo Stato attraverso la comunità organizzata
    riprende il ruolo che oggi, con il tramonto dello Stato
    nazionale, sta gradualmente perdendo, anche se in
    un’ottica del tutto nuova. E uno Stato che interpreta la
    volontà popolare in grado di manifestarsi con la
    comunità organizzata a tutti i livelli. Lo Stato
    sorregge ed è sorretto dalla comunità organizzata che
    esprime la volontà del popolo, la quale, attraverso le
    istituzioni politiche partecipative, diviene volontà
    dello Stato. Questa concezione cambia altresì l’assetto
    della comunità internazionale. Passiamo dalla
    comunità delle nazioni alla comunità dei popoli,
    passaggio questo che imprime un volto nuovo
    all’organizzazione delle Nazioni Unite nella quale
    entrerebbero non più gli Stati «nazionali», ma gli Stati
    «dei popoli», in grado per questa ragione di aiutare e
    coordinare, anche se gradualmente, le comunità
    organizzate di tutti i Paesi membri. La comunità
    organizzata esercita così un ruolo anche economico
    che permette di legare l’economia alla società e non
    viceversa. Si tratta di un’economia reale che non può
    diventare economia speculativa, come per diversi
    aspetti è diventata oggi l’economia finanziaria.
    49
    Prendono in tale modo vita e forza insieme le
    comunità locali con le proprie strutture che non
    permettono di essere assorbite dal fenomeno della
    globalizzazione economica. Anzi esse sono in grado
    di trasformare il processo di globalizzazione da
    economico prevalentemente finanziario, quale oggi si
    presenta, a processo di elevazione dell’uomo e della
    sua dignità in tutti i Paesi del mondo”.
    (La Dottrina Sociale della Chiesa, per la salvezza dell’uomo e del pianeta, SanPaolo, 2003, estratti da pagg. 44-49)…

    questo secondo libro, che una sintesi del precedente, è leggibile anch’esso integralmente in rete, qui:

    http://www.rassegnastampa-totustuus.it/cattolica/wp-content/uploads/2015/09/LA-DOTTRINA-SOCIALE-DELLA-CHIESA-P-L-Zampetti.pdf

  • Flora ha detto:

    Che strana, e in qualche modo terribile coincidenza, nella Grande Inghilterra, quella della Magna Carta Libertatum! Oggi due vite di due bimbi (casualmente?) si intersecheranno in due opposti destini. Da una parte il piccolo Alfie, dall’altra il royal baby. Stranamente, per uno strano scherzo del destino, oggi proprio pare che nascerà il “piccolo principe”. Ma non so se sia davvero uno scherzo del destino o un lampo del Cielo perché noi per un attimo riflettessimo sul destino degli uomini lasciati in balia del mondo senza più nessun Dio che sovrasta e dirige le nostre vite. Ma Lui c’è e a volte si fa sentire. A Lui ricorriamo, a Lui preghiamo “per noi e per il mondo intero”, come ha insegna Gesù a Santa Faustina.

  • Lucy ha detto:

    Ha ragione Cascioli ” la radice del male sta in Inghilterra “.Ci furono poche cose capaci di far infuriare Chesterton che si vantava di aver discusso futta la vita senza litigare , ma ci fu una cosa che lo fece incollerire : le dottrine abortiste ed eugenetiche che godevano di grande seguito nell’Inghilterra del primo novecento tramite il cugino di Darwin, Francis Galton , il nipote Edward Darwin e altri della Società Eugenetica .Hitler non inventò nulla ma trovò tutto su un piatto d’argento.Erano le conseguenze delle teorie ” moderne ” e “progresssiste ” dell’evoluzionismo di Darwin e in particolare della selezione della specie che è – dicevano – ” lo scopo principale con la quale la natura mantiene nette e sane le razze animali ; se nel caso dell’uomo interferiamo con la natura – es.genitori che amano e curano figli difettosi – dobbiamo intervenire con una selezione di altra specie ,CON LE LEGGI “.
    Chesterton così commentò :” i mezzi che cercarono di usare per farle approvare erano di renderle familiari introducendole a poco a poco nella coscienza delle persone attraverso EUFEMISMI ( es.oggi ” il miglior interesse “) e AMBIGUITÀ perchè il male trae sempre maggior vantaggio dall’ambiguità “.
    Un primo gruppo di leggi -blande perchè non si doveva spaventare l’opinione pubblica -fu approvato intorno al 1910 ,poi scoppiò la guerra e Chesteron commentò :” la cosa morì e il suo fetore salì al cielo.Si poteva pensare che il ricordo di un così tremendo aroma non avrebbe mai più abbandonato la memoria degli uomini.Ma può darsi che costoro si radunino di nuovo …..”.
    Sì , si sono di nuovo radunati e sono tornati piů forti e agguerriti di un secolo fa grazie a tante cause tra cui la perdita del senso religioso e l’avanzata delle nuove ideologie .

  • Isabella ha detto:

    Com’era quella storia delle meraviglioserrime sorti delle nazioni protestanti tipo l’Inghilterra contrapposte allo squallore di nazioni cattoliche corrotte come l’Italia?
    Ciao fenomeno (cit.)

    Tornando seri e guardandola da una prospettiva “laica”, c’è una ragione precisa per cui su questa vicenda i massmedia hanno fatto calare il silenzio, ovviamente per compiacere chi siede nella plancia di comando. Come spiegò bene Hannah Arendt, la banalità del male per funzionare ha bisogno di tante anonime rotelline che girino tutte nel verso giusto e funzionino all’unisono per non inceppare l’ingranaggio. Ed è la stessa ragione per cui il cattolicesimo non potrà mai andare a braccetto del mondo: perché i cattolici, se realmente tali, sono destinati a essere le rotelline che renderanno più difficile il funzionamento dell’ingranaggio.

  • deutero.amedeo ha detto:

    *
    *********
    *
    *
    *
    Requiem

  • Chiara ha detto:

    Scusate se non sono teologicamente preparatissima, scusate se ho una fede semplice, ma aiutatemi a capire in che tempi stiamo vivendo. Come fare a crescere i figli? Sono angosciata, non oso neanche immaginare cosa stiano provando quei due ragazzi, i valorosi genitori di Alfie. Organizziamo anche noi un Rosario in Italia come in Polonia e in Gran Bretagna! Lì ne hanno un gran bisogno, ma anche noi. Aiutiamoci tra noi a rimanere saldi, soprattutto per chi come me ha avuto una conversione del cuore in questi tempi bui. Grazie dottor Tosatti, grazie davvero.

  • Sempliciotto ha detto:

    Come duemila anni fa il Figlio dell’Uomo viene crocifisso e come duemila anni fa Pietro se la da a gambe…

  • Gian ha detto:

    Mentre sto stendendo questo mio pensiero si stanno, forse, consumando gli ultimi minuti di esistenza terrena del piccolo Alfie Evans, che la superbia umana ha stabilito debba venire soppresso, per non scoprire le troppe mancanze e la non scusabile sciatteria indolente che, nel caso venisse concesso il suo trasferimento in altre strutture sanitarie, diverrebbe conclamata davanti agli occhi del mondo intero.

    Ne va del buon nome del NHS, l’unica istituzione innalzata a simulacro di idolo in una ex grande nazione a cui è rimasto solo il ricordo di un passato trapassato.

    Non che altrove siamo messi meglio, ma almeno resiste ancora qualche timido accenno di coscienza, prima del buio totale verso cui siamo incamminati se dall’Alto non arriva un liberatorio e definitivo BASTA!

    Il Signore non sembra ascoltare le incessanti preghiere che si alzano a Lui. Perché Signore non ascolti la disperata supplica di Thomas e Kate e la preghiera di un indegno peccatore che deve farsi perdonare troppo, ma sa che per Te non esiste alcun troppo? Sai che lezione sarebbe, per tutti… E sarebbe meglio di un definitivo BASTA! Ti prego ascoltaci Signore e perdonaci.

  • Matteo ha detto:

    Un Papa che rinuncia alla Verità, un Papa che favorisce l’anarchia spirituale ( Discernimento), un Papa che esalta la coscienza individuale che compie il male solo se va contro quello che Lei ha liberamente deciso ( Scalfari), un Papa che sceglie il silenzio di fronte al fratello che sbaglia ( numero 115 EG), non poteva che scegliere un signor nessuno, privo di eticità, amore per la fonte della vita e soprattutto di CORAGGIO! Siamo al nichilismo ecclesiale mascherato da psicologismo narrativo! Non praevalebunt! Alfie ha vinto loro hanno perso!

    • Lo spettro di don Ezio ha detto:

      Matteo,
      il Papa è intervenuto, ma è non è il sovrano del Regno Unito, che per più ha come religione di stato l’anglicanesimo.
      Ricordiamo che l’Inghilterra è quel paese dove le donne italiane (che avevano i soldi) e volevano abortire in un ospedale prima che in Italia ci fosse la legge sull’interruzione volontaria della gravidanza, prendevano l’aereo e andavano ad abortire a Londra.
      Pensiamo che dagli anni Settanta ad oggi sia migliorata il senso etico della Gran Bretagna?

      • Matteo ha detto:

        Io mi riferivo alla scelta di Paglia ed alle sue parole! E di certo non sono un famoso dialogatore con il laicismo che sgorga dalla sinistra della Croce! Non ho letto parole che riprendessero la Conferenza episcopale inglese ( su quella ha giurisdizione il Papa?), non ho visto nessun Vescovo fuori dall’ospedale, non ho visto gesti sconvolgenti da chi DEVE per VOCAZIONE essere scandalo e follia per giudei e greci. Non ho visto il mobilitarsi di parrocchie per organizzare incontri di preghiera e non solo. In merito al Papa ribadisco quando detto. E’ il Papa dell’anarchia spirituale, il Papa che nega la Santità della Chiesa ( EG n° 62), il Papa che odia il sacro, mettendolo nel cassetto della scrivania, ed esalta il profano, il Papa della rinuncia alla Battaglia contro il mondo …! MI fermo! E’ il momento della supplica per la vita di Alfie, per il Miracolo …

      • Maria Cristina ha detto:

        Ma siamo seri don EZIO , se davvero al papa fosse importato tanto di questa vicenda tanto quanto gli importano i migranti avrebbe dato una bella strigliata alla Conferenza Episcopole Inglese, e vedi se quelli non scattavano sull’ attenti per non perdere la “ cadrega” , avrebbero sgomitato per STARE VICINO agli Evans. Non le fa problema che un unico prete, Don Gabriele, sia stato FISICAMENTE vicino e di conforto ai genitori e somministrato i sacramenti? Dove sono tutti quei demagoghi, quei vescovi che hanno l’ odore delle pecore? Pensano di cavarsela coi “ comunicati” e con le “ dichiarazioni” . Hanno lasciato SOLI questi genitori . Quando Gesu’ chiedera’ anche a loro conto della vita del piccolo Alfie si difenderanno dicendo: ma noi abbiamo fatto un comunicato!

        • deutero.amedeo ha detto:

          Perfetto!
          Noi qui continuiamo a fare congetture sul comportamento del Papa, mentre dovrebbe essere lui a dirci perché in questo come in tanti altri casi ha deciso di comportarsi in un certo modo. Un modo che per noi che davvero crediamo nell’esistenza dell’amore e della misericordia risulta incomprensibile e di cattivo esempio.

  • Fabio ha detto:

    Non da oggi la falsa chiesa ha decretato che non esistono princìpi non negoziabili. Non le importa seguire la legge di Dio ma compiacere il mondo ed il suo padrone.
    Bergoglio è stato preso in contropiede dalla reazione dei genitori di Alfie e dai fedeli che li hanno appoggiati ed ha fatto il minimo sindacale per fingere una parvenza di cattolicità ma lasciando nei fatti che il boia potesse agire indisturbato.
    Perché esiste il diritto di emigrare per gli extracomunitari ma non quello dei genitori di sottrarre il proprio bimbo da morte certa?
    A meno di improbabili pentimenti di questi anticristi, dovremo andare a Roma a gridare VERGOGNA all’inquilino di santa Marta

  • Flora ha detto:

    Avete sentito per caso della Cirinna’ che si sia strappata le vesti come per il cartellone, quello sì fatto strappare dalla solerte sindaca Raggi? Avete sentito di un Del Rio che faccia lo sciopero della fame per Alfie? Avete visto come stia lottando Repubblica per questo problema, che persino l’incontro di Bergoglio con Thomas Evans ha taciuto? Eppure avrebbe fatto buon gioco per loro il solo guardare la faccia del papa in quell’occasione. Avete visto l’assalto ai social come per l’orsa ammazzata tempo fa a gridare alla crudeltà di quell’uccisione? Avete udito parlamentari tuonare davanti a Fico o alla Casellati? Letto niente da parte dei 5 Stelle? E il Papa che farà, andrà con un traghetto a gettare in mare nel canale della Manica una corona di fiori, gridando “VERGOGNA, VERGOGNA, VERGOGNA!”?

  • Maria Cardarelli ha detto:

    Grazie per questo blog, che dà corpo alla voce di chi crede in Dio Creatore e donatore della vita!…a lui solo spetta toglierla! tutto il resto è OMICIDIO più o meno consapevole o travestito da buona azione! SIC!

    • giulia anna meloni ha detto:

      si dr.Tosatti,grazie a lei di queste sue ultime riflessioni,che condivido pienamente.Esprimono tutto l’orrore e la desolazione del tempo attuale,un tempo senza Dio. Continuiamo a pregare per Alfie.