PEZZO GROSSO STUPITO DA UN ARTICOLO DELL’O.R. DOVE SI PARLA DI UNA SOLA CASA PER TRE RELIGIONI. SENTE ODORE DI SINCRETISMO ROSACROCE…

Marco Tosatti

Stilum Curiae ammette che questo articolo a pagina 7 dell’Osservatore Romano del 31 gennaio 2018 gli era proprio sfuggito. Colpevolmente, forse, ma è così. Non è sfuggito però all’attentissimo Pezzo Grosso, che ha inviato un commento a spron battuto. Eccolo.

“Sempre più caro Tosatti, l’Osservatore Argentino, o come lo ha definito un simpatizzante americano “Myopic and partisan Observer”, ha pubblicato oggi (ieri per chi legge, N.d.R.) a pag. 7 un articolo: “Una sola casa per tre religioni” (soprattitolo: <A Berlino muove i primi passi il progetto House of One>). In pratica il progetto House of One consiste nel riunire in un unico tempio le tre religioni monoteiste. Come la sala di culto negli aeroporti internazionali (hall of religious worship). La definizione House of One ricorda un po’ la Città di Dio di Sant’Agostino, dove il grande santo auspicava si riunissero tutte le anime e le società. Leone XIII lo ricorda nell’Enciclica Humanum Genus. Dando per certo che i lettori di Tosatti sappiano già tutto e ben più di me (basta leggere i commenti), non darò tante spiegazioni sullo spirito della House of One che non è altro che il famosissimo sincretismo delle tre religioni monoteiste affinché si realizzi la “religione universale” progettata da secoli dalla gnosi esoterica. Si pensi che anche i mitici Rosacroce nel XVII secolo volevano fare il Concistoro Universale per generare la Chiesa Generale Comune, in un solo tempio, ove far confluire la chiesa evangelica di Roma, la chiesa mosaica di Gerusalemme e la chiesa maomettana di Medina.

Ma con quale obiettivo vero si progetta da secoli la realizzazione di questa specie di federalismo religioso? Ed ecco il punto chiave su cui riflettere e far riflettere quei (pochi) preti rimasti che hanno ancora fede: l’obiettivo unico e vero è L’ELIMINAZIONE DEI DOGMI CATTOLICI, altrimenti sarebbe impossibile creare una super religione universale adogmatica pronta a essere trasformata in religione esoterica. Qualcuno sostiene che all’interno dell’ONU ci sia un organismo segreto chiamato ORU (Organizzazione Religioni Unite) che si occupa da decenni di sostenere, anche finanziariamente, il convincimento che nel mondo globale si devono omogeneizzare, grazie al dialogo ecumenico, le fedi religiose, perché la tolleranza e   l’unità religiosa sono il vero bene da perseguire per poter arrivare pian piano alla “religione scientifica”. E sapete quale è l’indicazione ultimamente suggerita? Rivalutare e far studiare nei seminari Teilhard de Chardin, che oltre ad argomentare sulle teorie evoluzionistiche, pare sapesse far intendere la necessità di fare evolvere all’estremo anche l’ecumenismo, con l’intento di riunire tutti i fratelli separati, tutti, anche quelli di cui si occupa il card. Ravasi. Progetto da alchimista seicentesco che voleva fondere la croce con il triangolo… E tutto questo è roba vecchia; ciò che incuriosisce è: come mai oggi fa dei passi cosi giganteschi tanto che persino l’Osservatore Argentino lo degna di tanto riguardo?”.

Pezzo da novanta.


Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.

LIBRI DI MARCO TOSATTI SU AMAZON

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo.

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

33 commenti su “PEZZO GROSSO STUPITO DA UN ARTICOLO DELL’O.R. DOVE SI PARLA DI UNA SOLA CASA PER TRE RELIGIONI. SENTE ODORE DI SINCRETISMO ROSACROCE…”

  1. Inutile girarci intorno, cristiani, muslmani , induisti messi insieme a pregare nello stesso luogo, è chiaramente impossibile. In reltà se si crea un contenitore vuoto che si sa già non realizzabile per via spontanea, lo si fa solo per imporlo con la legge, con la scusa di salvaguardare la pace e la sicurezza ma in realtà solo per eliminare con la forza l’unica vera religione in grado di opporsi ai piani dei padroni del discorso.

  2. Ho letto con interesse, senza, però, riuscire a mettere a fuoco molto di ciò che ho letto, gli scritti di Cesare Baronio. Sono scritti per gli addetti ai lavori, non per il grosso pubblico dei fedeli. Vorrei dire a chi guarda all’esoterismo con sospetto che io, partendo dalla parapsicologia, proseguendo con Scientology, i Rosacroce, la Teosofia, Aleister Crowley e l’Ordo Templi Orientis, e con studi sulla magia e sulle sue regole, non sarei giunto ai sacramenti del Battesimo e dell’Eucaristia, vedendo che quelli antichi (tipo il Tridentino) erano sostenuti da una notevole conoscenza della scienza esoterica, mentre quelli del post concilio sono di una penosa semplificazione. E neanche rispettati. Danno battesimi fasulli e ed Eucaristie prive dell’effetto dovuto. Temo che abbiano volutamente voluto annullare gli effetti salvifici di quei Sacramenti, oltre ai dogmi. Poiché i fedeli non conoscono i Vangeli, gli Atti, le lettere, eccetera, né conoscono le regole occulte affinché i Sacramenti del Battesimo e dell’Eucaristia possano creare l’effetto dovuto, l’opera di questi demoni incarnati, di questi malvagi fin nel ventre della madre, ed anche prima, avrà un effetto positivo ed una vittoria. Ossia, distruggerà al Chiesa Cattolica di Cristo. Le cose da sapere sono pochissime e rendono reali i Sacramenti… Come mai questi pochi aspetti esoterici che abbattono i piccoli paraventi del Mistero non sono stati detti prima, quando la massa dei cattolici era fedele?
    Perdonatemi la superbia, ma a me qualsiasi teologo e papa potrebbe dirmi di cambiare la “tecnica”, la “formula”, la “chiave”, la “password” di un Sacramento come l’Eucaristia ed io gli farei la risata in faccia. Se si cambia la “password”, la formula scritta, il contatto del sacerdote non avviene e il Cristo non arriva. Tutto qui. Ed è ciò che vogliono questi accoliti di Satana, poiché dove il Cristo non occupa quello spazio conquistato con la sua morte e risurrezione, quello spazio viene rioccupato da Satana.
    Per rimettere ordine dovremo gridarlo sui tetti e con uno scisma, e vcon la scomunica del Papa. E’ possibile ciò?

    1. @ giorgio rapanelli
      Un papa eretico manifesto é giá decaduto, poiché non é
      piú cristiano (S. Roberto Bellermino e autorevoli canonisti fino ad oggi).
      Poi si pone la domanda: scisma o attendere l’implosione
      della neo-chiesa a causa delle sue contraddizioni interne,
      che giá adesso la stanno privando del suo futuro (seminari vuoti e ordini religiosi in caduta libera, col papocchio che si
      congratula per ambedue i fatti come dimostrazione sublime di “discernimento”, come se il nulla fosse la
      dimostrazione piú alta di coerenza)?
      Il saggio cinese si siede sulla riva del fiume e aspetta,
      calmo e fiducioso, perché sá che avverrá, il passaggio del cadavere del suo nemico (la neo-chiesa, per intenderci).
      Suggerisco di fare lo stesso, occupando il tempo d’attesa
      con la recita del Santo Rosario (in latino) e la lettura delle Sacre Scritture.

  3. Sebbene siano tentativi subdoli a mio avviso non riusciranno a unire le religioni. Esse non nascono a tavolino, anche dal punto di vista semplicemente naturale esse nascono da processi sociali e culturali, non da decisioni di intellettialoidi. Allo stesso modo non sono mai riusciti a imporre l’esperanto come lingua universale.

  4. L’ eresia gnostica, la piu’ profonda ed ” intelligente” fra tutte le eresie anti cristane, serpeggiante sempre fin dall’ inizio della predicazione cristiana come ” antagonista” alla vera fede,combattuta ma mai del tutto scomparsa , come un serpe che cambia pelle ma non muore, nel Medioevo incarnatasi sotto vari nomi, catari, patarini, e poi nel XVI e XII secolo nei vari
    Illuminati, rosa-croce, esoterici di ogni ordine e grado e poi nel XVIII negli iniziati” di ogni priorato di Sion o di ogni Loggia, e nel XX secolo nei teosofi , antroposofi, oggi e’ piu’ che mai attiva sotto il travestimento del ” sincretismo religioso” .
    Facile scoprire, disse una volta Vittorio Messori, se una sedicente spiritualita’ viene da Dio o da Lucifero.
    Vi e’ contemplato il culto della Vergine Maria?
    Se la risposta è’ no allora vuol dire che non viene da Dio.
    Se in questa House of One , non e’ contemplato il culto della Santa Vergine , allora e’ certo che e’ una iniziativa LUCIFERINA.

    1. E al fedele comune come noi siamo basta solo rifugiarsi sotto il Manto della Santa Vergine per essere liberi ed immuni da ogni tentazione gnostiche e luciferina.
      Auxilium cristianorum ora pro nobis.

  5. Gresham, XVI sec. teorizzò : moneta cattiva scaccia moneta buona.
    Ulteriore conferma empirica dell’assunto.
    Se le religioni sono tutte uguali, c’era poi bisogno di far tanto casino con una Crocifissione ?
    Qui una lapide, di 2000 anni addietro, per un cane, sì per un cane, della legione romana:
    “raedarum custos, numquam latrauit inepte;
    nunc silet et cineres uindicat umbra suos.”*
    Credo che pochissimi possano meritarsi una tal meraviglia.
    Nel nostro caso, disgraziato, potrebbe essere:
    “raedarum custos, semper latrauit inepte;
    multa effutit et cineres foedat umbra suos.”°
    Per nostra fortuna c’è sempre un ” μὴ μεριμνᾶτε “.

    G. Vigni

    * guardiano dei cariaggi, mai abbaiò per niente;
    ora tace e l’ombra fa la guardia alle sue ceneri.
    ° guardiano dei cariaggi sempre latrò a …zzo ;
    sparò molte str…..zate e l’ombra insozza le sue ceneri.

  6. Ecumenismo ma con chi e in nome di chi?

    Qualche giorno fa avevo scritto:

    L’avere in comune il canone del nuovo testamento non è di per se una piattaforma sufficiente per l’unità’ di tutti i cristiani sognata da papa Francesco, perché l’ermeneutica cattolica e quella protestante su molti punti sono nettamente divergenti e contrastanti.

    Ora aggiungo:

    Nei rapporti con i musulmani il discorso è ancora più difficile.
    Prima di fare aperture sul piano religioso con loro occorrerebbe affrontare il problema dell’unità, dell’unicità, della canonicità e dell’ispirazione divina della Sacra Scrittura in rapporto al Corano.
    L’avere in comune l’idea di un Dio Creatore e Misericordioso e il patriarca Abramo non è sufficiente per mischiare cattolicesimo e Islam.

    Discorso simile con gli ebrei non cristiani con i quali abbiamo in comune solo una parte di quello che per noi cattolici e’ l’Antico Testamento. E assolutamente nulla del Nuovo.

    Ma almeno con protestanti ed ebrei abbiamo in comune la preghiera dei Salmi. Con i musulmani non abbiamo nemmeno quello.

    A monte e quindi prima dell’ermeneutica vengono le problematiche relative alla canonicità, alla storicità e alla divina ispirazione della Bibbia.
    E dal punto di vista culturale e’ qui dove c’è molto da lavorare: e’ inutile andare a spiegare il Vangelo a gente che non crede nell’esistenza di Dio uno ma in tre Persone, nella Rivelazione e nella Redenzione.

    La salvezza dell’umanità non passa attraverso il minestrone ai migranti, e nemmeno dipende dal fatto che i cattolici pregano in chiesa, gli ebrei nella sinagoga e i musulmani in moschea.
    La differenza delle religioni non risiede nei fabbricati, ma nella fede delle persone.

  7. Pezzo Grosso scrive :”A Berlino muove i primi passi il progetto “La casa dell’Unico -House of One “.
    Un art. del Foglio del 10/6/2014 , quindi quasi quattro anni fa,riporta questa notizia “A Berlino Dio è multiculty ; posta la prima pietra della Casa dell’Unico ( che quindi non è un progetto ma ormai un edificio in costruzione)” L’art. prosegue “L’edificio sorge presso Alexander Platz al posto della chiesa cattolica di san Pietro danneggiata dai bombardamenti e poi rasa al suolo dai comunisti della DDR.Il costo dell’edificio interreligioso è di 44 milioni di euro .Ognuna delle tre religioni che lo hanno voluto , cristiani(cattolici e protestanti ), islamici , ebrei , avrå uno spazio uguale per la preghiera e una stanza comune , un grande atrio per la ” comprensione e il confronto ” dove le congregazioni potranno riunirsi.
    Quella di Berlino non è la prima cattedrale multifaith in Europa , un’altra è in costruzione in Francia a Bussy-Saint-Georges con al centro “la spianata delle religioni “.
    Fine dell’articolo del Foglio.
    Tutto si spiega , ecco perchè la conversione e la missione non hanno più senso .Chissà quante vocazioni multiculty , quante masse di persone in queste cattedrali del Nulla!!!

  8. Ieri ho dedicato ore a cercare di capire qualcosa della nuova costituzione apostolica “Veritatis Gaudium” .
    Stamattina mi sto rompendo il capo per capire l’articolo messo in discussione da Stilum Curiae.
    O io sono diventato demente o il mondo è finito in mano ai pazzi. Il fatto sta che non ci capisco più niente.

      1. Allora aveva ragione Sant’Antonio il grande (250-356 d, C.)

        il Padre Antonio (ilGrande) disse: – Verrà un tempo in cui gli uomini impazziranno, e al vedere uno che non sia pazzo, gli si avventeranno contro dicendo: – Tu sei pazzo! – a motivo della sua dissomiglianza da loro.

        Che questo tempo sia arrivato?

        1. Il problema nel coacervo attuale e’ discernere chi sono i corpi estranei alla chiesa e pertanto chi va espulso e chi va conservato. I corpi estranei siamo noi carttolici vecchio stampo, o sono i cattolici senza tradizione, Innovatori, tanto per innovare? Questo è il problema!

  9. Egregio Dott. Tosatti,
    rispetto al commento di P.G. sull’articolo dell’O.R. mi meraviglio come ancora ci sia poca o nessuna consapevolezza del ruolo di soggetti che spingono alla luce del sole il progetto sincretista-esoterico:
    https://www.lucistrust.org/it
    http://templeofunderstanding.org/
    http://www.un.org/depts/dhl/dag/meditationroom.htm
    Altre notizie, più o meno colorite si possono trovare agevolmente in giro per la rete sulle ascendenze del Luci(fer)s trust e le sue affiliazioni nelle Nazioni Unite.
    Non c’è nessun progetto segreto.
    E’ tutto alla luce del sole.
    E’ troppo grosso per essere visto da vicino, solo la fede e la ragione, sostenute da una retta coscienza ben formata possono porci nella condizione di vederne il complessivo piano e le singole attuazioni.
    Ciò che mi consola è che diversamente dai piani del Maligno – che per quanto complessi e micidiali sono comunque da noi individuabili – i piani di Dio sono imperscrutabili.
    E’ Lui il Signore della Storia, l’Eterno immutabile che tutto è e tutto può, nessun altro.
    L’inganno è sempre il medesimo, viene quasi a noia. o Gesù senza la Croce o la Croce senza Gesù. Le conseguenze per l’anima sono sempre devastanti qualora non si ponga riparo.
    A mio modestissimo avviso (sono un semplice laico, convertito) non vi sarà mai sufficiente condanna di queste aberrazioni, ed è proprio per questo che stupisce come la Chiesa tramite un organo di informazione con il “crisma” dell’ufficialità oggi sia potuta arrivare a pubblicare la notizia del progetto di una casa comune delle tre religioni monoteiste e rinnegare il salutare (nel vero e proprio senso etimologico del termine) principio “Salus extra Ecclesiam non est”.
    Se si tuona contro lo sfruttamento degli esseri umani – giusto
    – se si tuona contro l’aborto – giusto,
    – se si tuona contro la povertà – giusto,
    – se si tuona contro lo sfruttamento della terra – giusto,
    – se si tuona contro l’oppressione e la violenza – giusto,
    – se si tuona contro le discriminazioni – giusto.
    Ma perché non si tuona contro la devastazione della salus animarum? Il vero e celato genocidio di questo tempo.
    La Chiesa, (ed intendo chi ha la responsabilità di ricordarlo al gregge) ha forse dimenticato il monito di Gesù: “E non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo, ma non hanno potere di uccidere l’anima; abbiate paura piuttosto di colui che ha il potere di far perire nella Geènna e l’anima e il corpo.”(Mt 10,28).
    Io come essere umano soffro la decadenza fisica, l’oppressione, la fatica, la debolezza, il dolore e la malattia ed è giusto che la Chiesa si preoccupi delle cause del mio malessere. Ma non si deve preoccupare anche delle cause della sofferenza della mia anima? O c’è chi pensa che siccome non ne abbiamo percezione, la sofferenza dell’anima non esista? O qualcuno pensa che la cura dei mali dell’anima è definitivamente ricompresa nella cura della mia sofferenza fisica? Mah.
    Io mi sento molto fortunato perché il Signore mi ha donato la Fede proprio in questo tempo arido, ma se la perdessi potrei facilmente risolvere il problema di veicolare le mie energie attraverso il ricorso ad una Organizzazione assistenziale agile e moderna, perché di una Chiesa così non saprei che farmene.
    Un cordiale saluto a lei ed anche all’illustre Cesare Baronio che leggo sempre con piacere nel suo blog.

    1. Grazie Stefano !

      Sono sempre più convinta che i “convertiti” (e di questi tempi ringrazio il Signore di queste conversioni, tanto più straordinarie quanto più consideriamo un contesto nel quale vanno perdendosi anche, se non soprattutto, i cattolici della domenica) forse perché “operai dell’ultima ora”, sanno riconoscere meglio di tanti cattolici quali sono gli aspetti fondamentali e irrinunciabili della fede che vedono rifulgere nell’opaco grigiore (e nel fetore) di questi tempi.

      Devo confessare che da sempre sono stata sensibile a quei “valori” che progressivamente ho visto sempre più disattesi intorno a me: la vita umana, sempre e comunque, e la sua culla (la famiglia).

      Ma ora un’idea me la sono fatta: dovevamo ancorarli al Trascendente, alla Fede.
      Avremmo dovuto sempre vedere alla base di essi, prima e più delle considerazioni umane, Lui: la Via, la Verità, la Vita; e Cristo ci ricorda che a nulla vale salvare questa vita se perdiamo quella eterna.

      “Ma perché non si tuona contro la devastazione della salus animarum?” Quanto è vero! Purtroppo tanti hanno progressivamente smarrito il senso trascendente della vita … e non se ne sono accorti.

      Se, per una particolare Grazia, ho potuto rafforzare la mia fede in questi tempi calamitosi, lo devo alla scoperta della Santa Messa fedele alla tradizione apostolica, la Messa che veniva celebrata ancora quando sono nata, ma che non posso ricordare… eppure credo di averne conservato come una reminiscenza lontana, un rimpianto inconscio, e che forse spiegavano una certa insofferenza per la faciloneria e la sciatteria (ora lo so: posso confrontarla con la “bella copia”) della Messa in italiano.

      Che grande grazia! Sempre ne ringrazio il Signore e la invoco per quanti si sentono smarriti e vedono “tradire” quei valori perfino nei discorsi di gente di Chiesa.

      Lì abbiamo la più formidabile arma, lì c’è la preghiera più forte, la preghiera sacrificale perfetta che il Figlio offre al Padre per noi, per le nostre necessità, perché ci sia offerta la certezza di “sperare contro ogni speranza”… ed essere esauditi.

  10. Ho dimenticato di citare l’ultimo libro di Valli “Come la Chiesa finì” uscito da poco che è un romanzo di fantasia solo nella forma. Nella chiesa del futuro c’è la chiesa del presente ;l’immaginaria enciclica ” Delenda doctrina” non è altro se non la certificazione di ciò che sta avvenendo adesso : la distruzione del cattolicesimo fino a dissolvere la chiesa entro un ‘unica religione umanitaria e globale , come chiede il Nuovo Ordine Mondiale (Onu in testa).

    1. Non credo proprio, perlomeno in Europa. Anzi, l’idea che le tre religioni siano in realtà una sola è titpicamente musulmana. Per l’islam infatti la rivelazione è unica, Mosè e Gesù erano devoti musulmani e sono i loro seguaci che si sarebbero allontanati dalla pura religione, ripristinata dal profeta Maometto.
      Ovviamente questa pretesa non ha alcun fondamento storico, ma è molto ben spendibile contro il cristianesimo, per negarne l’essenza, soprattutto in situazione di minoranza.
      Papa Francesco, invece di assecondare questa pretesa, dovrebbe insistere sulla libertà di coscienza e di critica nei paesi islamici.
      Ma Bergoglio ha già pubblicamente affermato che crede nella super-religione, esposta nel video dell’intenzione di preghiera di papa Francesco per il mese di gennaio 2016:
      https://www.youtube.com/watch?v=l6nW-pE6hTY
      Per il papa la super-religione è già una realtà. Occorre solo mettere in pratica la Rivoluzione Culturale della teologia cristiana per renderla operativa in modo capillare.

      http://ecclesiaafflicta.blogspot.it/2017/03/dio-budda-allah-pannella-cosa-cambia.html

  11. QUO USQUE TANDEM BERGOGLIO TU ABUTERE PATIENTIAM CATTOLICAM
    “Certamente il termine conversione ha qualcosa di sciocante per i nostri fratelli separati; lei ha fatto bene a dimostrare nel suo intervento che allo sforzo richiesto ai fratelli separati perché si riuniscano, deve corrispondere lo sforzo, altrettanto mortificante per noi, di purificare la chiesa romana nei suoi riti, perchè diventi desiderabile e abitabile, come l’aveva auspicata il moi predecessore. Ma se si considera che tutte le chiese si equivalgono e che devono convergere verso l’unica Chiesa futura che ancora non esiste, allora siamo maggiormente nella vera prospettiva cattolica. Non dico che non ci sia una via giusta, un’intuizione profonda in questa idea di convergenza (che ho trovato nei scritti di p.Teilhard). Ma la convergenza non deve togliere al cattolicesimo la sua essenza: “tu sei Pietro e su questa Pietra.” (Jean Guitton: Paolo VI segreto, Edizioini Paoline 1959,59). Enormità poco cattoliche di qualcuno che di pretende esse il Vicaro di Nostro Signore e a chi un’altro che pure pretende di essere il Vicario di Nostro Signore ha riconosciuto gl’onori dell’altare.

  12. Eliminazione dei dogmi cattolici…..ostacolo a una religione universale adogmatica “.
    Questo percorso verso una religione universale solo umanitaria , pacifista , ambientalista senza dogmi , senza Tradizione, senza morale certa , senza sacramenti identitari è da tempo in cammino.Qual è allora la differenza tra il prima 2013 e l’oggi ?Che prima ci furono gli ultimi due grandi Papi che cercarono , erigendo MURI , di ostacolare il percorso perchè CREDEVANO nella religione cattolica.
    Ora invece Bergoglio non solo non è di ostacolo ma davanti al percorso mette PONTI per il semplice motivo che non crede nella religione cattolica.Le prove ? Infinite , basta leggere i documentati libri che le segnalano :Socci ” Non è Francesco ” ( e siamo appena nel 2014) e Valli ” 266.” del 2016 e quindi più aggiornato.
    Ma la prova più chiara è aver “accompagnato” con cura e “discernimento ” tutte le esternazioni di Bergoglio dal ” buonasera ” ad oggi.

  13. Analogamente, perché Pio XII non scomunicò Montini, dopo aver scoperto il suo tradimento (le spiate che faceva ai sovietici sui sacerdoti introdotti clandestinamente da papa Pacelli in Urss per aiutare la Chiesa del silenzio) ? Ancora, perché Ottaviani e Siri non denunciarono il golpe del 26 ott 1958, cioè le pressioni e le minacce su Siri finché rinunciasse all’avvenuta (ed accettata) elezione al soglio petrino? (dopo che aveva già scelto il nome di Gregorio XVIII). Infine, perché Roncalli permise che i documenti preparatori del CV II (predisposti da Ottaviani) venissero cestinati e sostituiti da quelli predisposti dai prelati massoni e dai loro periti (incluso Ratzinger) ?
    Tutto ciò evidentemente rientra nel cd misterium iniquitatis e rivela l’appoggio di Lucifero di cui godevano questi falsi prelati, fossero o meno esponenti della massoneria, del comunismo sovietico, del luteranesimo carbonaro. Ma il potere preternaturale (di satana, cioè) niente può contro il potere sovrannaturale (di NSGC); così, quando Dio vorrà, distruggerà in un attimo tutte queste opere del diavolo, ricacciandolo nell’abisso infernale assieme a tutti i suoi sporchi collaboratori, laici o (finti) religiosi che siano, e il colmo per tutti loro, superbi ed arroganti, è che a sconfiggerli sarà l’Umile Ancella del Signore, la “serva” del Signore che, però, è anche Debellatrice di tutte le eresie, Fortezza inespugnabile, Vergine potente contro il male e Regina delle vittorie (de Maria numquam satis, come recita l’antico motto mariano).

    1. Perfetto il quadro tracciato da Catholicus 1febbraio,credo corrisponda alla verita’.Gia’,il misterium iniquitatis:Tutto si spiega.Ma,come egli dice,i traditori non hanno fatto i conti con la debellatrice di tutte le eresie:MARIA SANTISSIMA!

  14. Viene quasi da dire meno male: meno male che stanno cominciando a dichiarare esplicitamente le vere idee che hanno in testa, anche se per il momento solo su giornali che non legge più nessuno. Mi chiedo però se questi sogni millenaristici non siano lo sfogo di chi ha fallito nelle cose concrete che in teoria poteva fare (chi si ricorda più ad esempio la riforma della curia vaticana?).

  15. Caro Direttore:
    Alla fine dei 70 conobbi un sacerdote che stava in una chiesa di una zona molto turistica, e mi ha detto che la chiesa era preparata di forma “ecumenica”, e che quando egli finiva di celebrare la Messa cattolica dopo poteva celebrare un anglicano o un luterano. Molti anni dopo, vidi un reportage per televisione di quella chiesa, dove rimaneva di manifesto quello che prima anni mi dissero quello sacerdote.
    Anche alcuni anni fa, in un reportage di televisione tiravano fuori la cappella da un aeroporto, ed il sacerdote cattolico giustificava che la cappella era decorata di tale forma affinché qualunque cristiano potesse andare a pregare senza che sentisse che stava in cappella altrui.
    Se per il giudaismo Gesù tutto il più fu un semplice profeta fallito ed ancora il Messia non è venuto, e per l’islam Gesù era un profeta inferiore a Maometto e che verrebbe alla fine dei tempi: allora, a quanto sostenuto per il Signore in Matteo 18: 20 toglia la maschera nuovamente alla falsa Chiesa del profetizzato “Pastore stolto e falso profeta” Francesco.
    Saluti.

    1. Buongiorno. Il suo articolo mi lascia un po’ perplesso. Mi spiego:
      – se i Papi preconciliari sapevano esservi soggetti di alto rango che avrebbero potuto inquinare il concilio con istanze moderniste, perchè non li hanno scomunicati? Lei parla di setta quindi si tratta di soggetti almeno in parte individuati…
      – se il concilio avrebbe richiesto l’approvazione papale sulle decisioni e comunque il controllo del papa sul suo andamento, convocarlo non avrebbe comportato approvazione di documenti eretici. Anzi avrebbe permesso di far uscire allo scoperto eretici ancora non identificati.
      Come spiega queste incongruenze?

I commenti sono chiusi.