Sondaggio di Pro Vita & Famiglia: 80% di Italiani Dicono “No” al Gender nelle Scuole

22 Settembre 2022 Pubblicato da 5 Commenti

Marco Tosatti

Carissimi StilumCuriali, riceviamo  ben volentieri pubblichiamo questo comunicato di Pro Vita & Famiglia. Buona lettura, e condivisione. 

§§§

Ciao Marco,

il prossimo Governo non avrà scuse.

Ieri ho presentato in Senato il sondaggio nazionale commissionato da Pro Vita & Famiglia su cosa pensano gli italiani dell’ideologia gender e del suo impatto sulla società, sulla scuola e sui minori.

I risultati sono molto incoraggianti e premiano il lavoro instancabile che portiamo avanti da anni, grazie al tuo sostegno.

Dal sondaggio emerge innanzitutto che solo il 32% degli italiani si dice d’accordo con le teorie gender.

Il 60% ritiene che un uomo che ‘si sente’ donna non possa competere negli sport femminili, e il 51% che non possa usufruire di bagni, spogliatoi, docce e luoghi riservati alle donne.

Per quanto riguarda l’impatto della teoria gender in ambito scolastico, il 58% degli italiani considera sbagliato sostituire le parole padre e madrecon genitore 1 e genitore 2 sui documenti.

Adesso arriva il bello.

Ben il 79% degli italiani difende il diritto dei genitori di scegliere come educare i figli su temi inerenti sessualità e affettività.

Addirittura l’81% ritiene che le scuole debbano preventivamente informare e coinvolgere le famiglie in caso di corsi o progetti su questi temi.

Troppe volte questo non avviene, ed è intollerabile.

Il Ministro dell’Istruzione del prossimo Governo dovrà far rispettare le normative vigenti e potenziare i diritti dei genitori.

Rispetto alla cosiddetta “carriera alias” (una procedura illegale con cui la scuola tratta uno studente o una studentessa sulla base della cosiddetta identità di genere auto-percepita e non in base al sesso biologico), la conoscenza da parte degli italiani è ancora molto limitata (16%).

Tra chi la conosce, tuttavia, il 44% si dichiara contrario e il 37% a favore (il 19% non sa).

Dovremo quindi intensificare l’informazione delle famiglie in particolare su questo fronte. 

Infine – dato importantissimo – la netta maggioranza di italiani (66%) si esprime contro la possibilità che un minore confuso sulla propria identità sessuale possa iniziare terapie di transizione di genere (cioè di cambio di sesso) assumendo farmaci ormonali che interferiscono col suo naturale sviluppo sessuale o addirittura subendo interventi chirurgici che possano irreversibilmente menomare la sua integrità fisica.

Anzi, il 75% ritiene che, in questi casi, il minore dovrebbe poter ricevere assistenza psicologica per riconciliarsi con il sesso biologico.

Siamo sulla strada giusta, Marco.

Dopo le elezioni del 25 settembre (mi raccomando, vai a votare!) dovremo assicurarci che il nuovo Parlamento e il nuovo Governoprendano atto della volontà popolare e agiscano di conseguenza con interventi specifici.

Il tuo aiuto nel sostenere e rilanciare le nostre campagne sarà determinante.

Ti ringrazio sin da ora per ciò che farai.

Un caro saluto!

In alto i cuori,

Jacopo Coghe
Portavoce Pro Vita & Famiglia Onlus

§§§




I PADRONI DEI SOCIAL – E GOOGLE – CERCANO DI FAR TACERE STILUM

CURIAE.

SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

*

Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione, e di libera discussione e confronto costituito da Stilum Curiae, può farlo con una donazione su questo conto, intestato al sottoscritto:

IBAN:

IT79N0200805319000400690898

*

Oppure su PayPal, marco tosatti

*

La causale può essere: Donazione Stilum Curiae



viganò, tosatti,

Ecco il collegamento per il libro in italiano.

And here is the link to the book in English.

Y este es el enlace al libro en español


STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK

cercate

seguite

Marco Tosatti




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

*

Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione, e di libera discussione e confronto costituito da Stilum Curiae, può farlo con una donazione su questo conto, intestato al sottoscritto:

IBAN:  IT24J0200805205000400690898

*

Oppure su PayPal, marco tosatti, con questo logo:

*

La causale può essere: Donazione Stilum Curiae




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , ,

Categoria:

5 commenti

  • Corrado Bassanese ha detto:

    “…la netta maggioranza di italiani (66%) si esprime contro la possibilità che un minore confuso sulla propria identità sessuale possa iniziare terapie di transizione di genere (cioè di cambio di sesso) assumendo farmaci ormonali che interferiscono col suo naturale sviluppo sessuale o addirittura subendo interventi chirurgici che possano irreversibilmente menomare la sua integrità fisica.”
    Possibile che il 34% sia in favore delle terapie per il cambio sesso di minori?
    Andiamo bene 😢

  • Stefania Malvaso ha detto:

    Grazie a Dio,non sibè ancora perso il lume della ragione. I bambini non si toccano,devono vivere la loro infanzia serenamente e i genitori affermare la propria libertà educativa.

  • Claudio Gazzoli ha detto:

    sconvolgente che “solo” l’80% degli Italiani dica NO a questa PORCATA GIGANTESCA !

  • piergiorgio buglioni ha detto:

    ASSOLUTAMENTE NO AL GENDER SPECIE NELLE SCUOLE

  • Farmaci ormonali ? ha detto:

    Ma costano !
    Vorrebbero prescriverli a chi non ne ha bisogno ?
    Siamo fuori di testa ?

Lascia un commento