Votare o non Votare? Alcune Considerazioni non Irrilevanti…

12 Settembre 2022 Pubblicato da 47 Commenti

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, navigando mi sono imbattuto in queste considerazioni che offro alla vostra attenzione, riportare da un blog, Cuori Ribelli, che ringrazio per la cortesia. Nell’imminenza delle elezioni sono ragionamenti non irrilevanti, anche se preferiremmo l’uso di parole meno irripetibili per esprimere i concetti. Buona lettura.

§§§

VOTARE O NON VOTARE?
In passato c’è chi ha lottato ed è morto per conquistare il diritto al voto.
E’ vero che a votare ci va anche il “popolo bue”, cioè persone ignoranti di ciò che accade davvero nel mondo, e fortemente iper condizionate dai media di Stato che raccontano falsità.
Costoro sarebbe meglio non votassero.
E’ vero che il sistema ha fatto sì che hai solo 2 scelte di m….: i sinistroidi e il centro destra (Berlusconi fu già fatto cadere e tutt’ora è tenuto per i c…. dai Banchieri della City di Londra, in grado di far fallire Mediaset in pochi mesi, Salvini lo hanno preso per le p…. sia per lo scandalo russo che per il processo per sequestro di persona e da anti-euro, anti europeista è diventato pro-Ue ed è un agnellino buono, la Meloni in cui anche io riponevo cuore e speranze è entrata nel gruppo di Aspen, cioè i Bilderberg).
Sì, è sempre meglio il centro destra che la sinistra. Ma questo centro destra porterà solo miglioramenti cosmetici perché è totalmente assoggettato al potere occulto che trama dietro ogni cosa (e vuole instaurare il Nuovo Ordine Mondiale almeno nella UE, visto che Putin ha rovinato i loro piani di dominio mondiale).
Tuttavia è importantissimo votare per due ragioni.
La prima: ogni “non” voto è un sostegno al sistema, al mondo di m…. che ci circonda, è una resa passiva.
La seconda: in parlamento ci sono pochissimi politici degni di questo nome, però ci sono. Sono persone oneste, coraggiose, che si ribellano alle ingiustizie e vogliono davvero il bene dell’Italia e degli italiani, che vogliono davvero opporsi a quei progetti criminali chiamati UE, Nato, BCE. Sono meno di una manciata, ma ci sono.
Col tuo voto puoi far si che questo sparuto gruppo raddoppi, o triplichi o di più. E’ pochissimo. Ma almeno all’interno del parlamento ci saranno più persone che si oppongono, che le cantano in faccia, che informano il popolo (incuso il popolo bue, e qualcuno sarà meno bue). E’ così che inizia e procede una rivoluzione sociale. C’è bisogno di persone che portino avanti idee di opposizione, di ribellione. Per la stampa, a sua volta “accusata” sarà più difficile fare la propaganda delle fake news di Stato.
Ecco perché votare è importantissimo.
Enrico Levantino, fondatore del blog Cuori Ribelli

§§§




I PADRONI DEI SOCIAL – E GOOGLE – CERCANO DI FAR TACERE STILUM

CURIAE.

SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

*

Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione, e di libera discussione e confronto costituito da Stilum Curiae, può farlo con una donazione su questo conto, intestato al sottoscritto:

IBAN:

IT79N0200805319000400690898

*

Oppure su PayPal, marco tosatti

*

La causale può essere: Donazione Stilum Curiae



viganò, tosatti,

Ecco il collegamento per il libro in italiano.

And here is the link to the book in English.

Y este es el enlace al libro en español


STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK

cercate

seguite

Marco Tosatti




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

*

Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione, e di libera discussione e confronto costituito da Stilum Curiae, può farlo con una donazione su questo conto, intestato al sottoscritto:

IBAN:  IT24J0200805205000400690898

*

Oppure su PayPal, marco tosatti, con questo logo:

*

La causale può essere: Donazione Stilum Curiae




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: ,

Categoria:

47 commenti

  • Astore ha detto:

    Voterò ma non so ancora per chi.
    Sono combattuto tra il votare PER o il votare CONTRO.
    Se dovessi votare per la formazione che sento più vicina sceglierei quella di Adinolfi, ma è difficile che possa superare l’1%.
    Sarebbe un voto di “testimonianza” non certo inutile, ma inutile a livello di presenza parlamentare. E se poi vincesse il PD? La legge Zan e tante altre leggi aberranti sarebbero approvate nel giro di un anno.
    Per cui contemplo seriamente di votare contro il PD, che è il male assoluto. Dei vecchi comunisti è rimasto solo il materialismo, cioè l’aspetto peggiore, che hanno portato a livelli di perversione mai visti prima.
    In questo caso voterei Fratelli d’Italia, sebbene non concordo che su poche cose.

  • marzio ha detto:

    Quand’anche fosse vero che il cdx farà le stesse cose del csx, esiste la dimensione della percezione della questione da non trascurare. Una vittoria del csx, perchè il cdx non è abbastanza “radicale”, perchè c’è Aspen, perchè sull’ucraina…., perchè sono tutti uguali eccetera, verrebbe strumentalmente sfruttata come la conferma dell’ineluttabilità della globalizzazione comunista in atto. Ve l’immaginate la prosopopea con la quale suonerebbero la grancassa della loro superiorità popolare, oltre che morale come ridicolmente sostengono; proprio loro, gli abortisti con le mani lorde del sangue di milioni di italiani dei quali piangiamo la mancanza e i propugnatori di ogni devianza per finire di distruggere la nostra gioventù. Al contrario, un successo significativo del cdx, soprattutto dopo il battage antifascista, pro invertitudine, pro EU, pro Nato, pro guerra della sinistra, verrebbe letto come la conferma che gli Italiani non ne possono più della retorica progressista che ha fatto passare i provvedimenti più bestiali e che ci ha ridotti in rovina. Voterò cdx (probabilmente FdI) per questo. Turandomi il naso, ma convintamente. Non ne avevo bisogno ai tempi di Almirante, ma non abbiamo altre munizioni. E senza munizioni le guerre non si vincono. Non si combattono nemmeno. E siamo in guerra, che ci piaccia o no

  • Dino Brighenti ha detto:

    BOMBE A MAN E CARESSE COL PUGNAL

  • FANTASMA DI FLAMBEAU ha detto:

    [1/2: 6000 battute]
    Il disilluso, il realista, l’idealista e il dottor Andrew Manson.

    Le posizioni consapevoli (da non morti-viventi davanti alla tv) si possono così riassumere:
    a) mi astengo perché ormai è più che palese -e dolorosa- la presa per i fondelli;
    b) voto i meno peggio col naso turato per impedire che vincano i peggiori;
    c) voto i piccoli ma buoni come atto di speranza nel granello di senape.

    Pro e contro.
    a) E’ provato oltre ogni ragionevole dubbio (dei non morti-viventi) che votazioni, parole e promesse valgono meno di nulla. Al dunque, di riffa o di raffa, di spread o poltrona, tutto va come deve andare/Altrove deciso. Rimane però da capire se il crollo della partecipazione/fiducia nelle forme democratiche sia per Essi pericolo (delegittimazione: fine dell’ipocrisia) o proposito (abdicazione: trionfo della passività di gregge).
    b) La molletta sul naso come male minore non è scelta illogica né da disprezzarsi: è il ripiego di buonsenso di chi, qui e ora, cerca di limitare i danni per sé e i propri cari. Sperando che nel tempo guadagnato venga fuori qualcosa capace di invertire la tendenza. A costoro andrebbe però rammentata l’importanza del meno “moderno” fra i cinque sensi: il più sperimentato e infallibile rilevatore della dissoluzione e del veicolo di morte.
    c) L’ultima risorsa di chi ancora crede nell’auto-riformabilità del Sistema. Mettere lì un seme, si spera non adulterato né adulterabile (nel senso di induzione al meretricio), che al momento opportuno germini dall’interno. Comunque, al netto di inevitabili protagonismi e infiltrazioni, un’occasione per ri-conoscersi, compattarsi e creare nuclei di resistenza. Contrappasso: accettare di essere guarnizioni sulla Loro torta.

    (Inizio opinioni opinabili; liberamente ispirate a Edmond Hamilton e A.J. Cronin.)
    Tre quasi-amici vanno a zonzo in astronave. A turno, ciascuno si siede ai comandi e vede con terrore che la rotta è clamorosamente sbagliata, che stanno puntando dritti e a velocità esponenziale verso una zona che è le Scogliere della Morte, il Triangolo delle Bermude, le Isole dei Cannibali dello spazio. Anzi, molto peggio. Senonché il pensiero non arriva a concretizzarsi in azione che viene rimosso, eradicato da una forza esterna. Solo per pura casualità uno dei tre riesce a trattenere, dietro un fragilissimo schermo mentale, la consapevolezza del destino incombente. Assieme alla certezza che a bordo con loro c’è la più temuta tra le mostruosità dell’universo: un alieno col potere di leggere e manipolare i cervelli. Pochi pianeti davanti, pochissimo tempo ancora e un’unica possibilità, disperata, apparentemente folle e necessariamente repentina, sono ciò che resta prima del punto di non ritorno.

    Mappa in milionesimi e titoli del luogo dove l’Alieno ci sta portando.
    https://www.maurizioblondet.it/lagenda-educa-i-bambini/
    https://twitter.com/libsoftiktok/status/1560305333104361472 (Bibbiano era un pogrom di ciò che verrà)
    https://www.maurizioblondet.it/gender-orrore-senza-fine-allospedal-dei-bambini-di-boston/
    https://twitter.com/libsoftiktok/status/1560139021451333632 («i bambini di TRE anni»)
    https://twitter.com/chil_q/status/1568195570421927937 (a vista d’occhio: transgender «fin dalla nascita»; 9 settembre 2022)
    https://www.americanthinker.com/blog/2022/07/canadas_expert_panel_recommends_the_mentally_ill_be_candidates_for_euthanasia.html (Aktion T-2030)
    https://twitter.com/ReviewsPossum/status/1558624091439042562 («L’eutanasia è ora la sesta causa di morte in Canada»)
    https://www.aldomariavalli.it/2020/06/19/olanda-tutto-lorrore-delleutanasia-senza-il-consenso-del-paziente/
    https://www.maurizioblondet.it/un-magistrato-ce/ No.
    https://twitter.com/MetalHe69092042/status/1559994073976606720 (maltusiano e omicida fin dal principio)
    https://www.maurizioblondet.it/vaccinazione-11-15-anni-in-canada-raddoppia-la-domanda-di-bare-per-i-giovani/
    https://www.aldomariavalli.it/2022/08/29/vaccinazioni-anti-covid-e-calo-della-fertilita-il-caso-di-germania-e-svizzera-solleva-molte-domande/
    https://infertilitymovie.org/infertilita-unagenda-diabolica-italiano/ (Mein Kampf – Hitler + Malthus = “Agenda”)
    https://twitter.com/valeangelsback/status/1550160470107201543 (Wef 2015: l’mRNA per modificare i caratteri ereditari)
    https://twitter.com/valeangelsback/status/1552274628525047809 (la Bestia e i suoi profeti)
    https://lanuovabq.it/it/il-vaticano-suona-il-sachs («fanatico neo-malthusiano, abortista convinto e teorico del controllo della popolazione»)
    https://www.maurizioblondet.it/il-vaticano-rinnova-la-spinta-del-papa-per-la-vaccinazione-contro-il-covid-come-atto-damore-in-un-nuovo-video/
    https://andreacecchi.substack.com/p/il-petrolio-e-la-carta?utm_source=substack&utm_medium=email (tanto tuonò che arrivò il diluvio)

    La prima volta che sentii un esponente del Partito di Davos (all’epoca PDS; più esplicito) parlare di “matrimoni gay” fu alle elezioni del ’94. Pochi cenni en passant per intiepidire l’acqua.
    Per tutto quanto sopra e sequitur è questione di tempo. Se la cottura andrà secondo ricette e tempi previsti.
    L’una salus che resta è alzare la fiamma, precipitare la situazione, adesso; come il dottor Manson, far saltare il sistema fognario da cui inesorabile e mortifera promana l’infezione.
    Oggi/26 settembre un governo a guida PD sarebbe nitroglicerina, il programma Letta-Bonino-Soros l’innesco.
    Lo schianto combinato-disposto con quello economico tale da (forse) svegliare in extremis i ranocchi irretiti dal serpente.
    https://www.maurizioblondet.it/il-wef-world-economic-forum-ha-rimosso-larticolo-collegato-a-questo-tweet-su-il-controllo-mentale-tramite-le-onde-sonore/
    https://scenarieconomici.it/il-ceo-di-pfizer-a-davos-se-potessimo-far-ingerire-un-chip-immaginate-il-grado-di-obbedienza-che-otterremmo/
    https://www.maurizioblondet.it/il-world-economic-forum-ci-sono-ragioni-solide-e-razionali-per-microchippare-i-bambini/
    https://www.renovatio21.com/il-brave-new-world-di-bill-gates-e-big-telecom/
    https://twitter.com/levie/status/1558833945059344384

  • FANTASMA DI FLAMBEAU ha detto:

    [2/2: 2200]
    Per sincerità. A questo mondo tutto ha un limite. Machiavellismo compreso.
    Io non voterei PD nemmeno se mi prendessero a martellate sulle dita o per evitare l’Apocalisse.

    Per stupidità. Sorella siamese della “banalità”. Punto interrogativo.
    https://www.aldomariavalli.it/2022/08/27/il-covid-i-lockdown-e-quella-passione-per-la-cina-del-compagno-speranza-cosi-tutto-incomincio-in-italia/
    “Se” ci crede davvero è l’incarnazione calzata, vestita e sinistrata dell’utile idiota. Il bambolino voodoo di Bill.
    Più che “utili” però bisogna essere “irrecuperabili”, per non vedere come ha ridotto -lui- la sanità pubblica.
    E “totalmente incapaci di intendere e di volere” per non capire di cosa è stato l’esecutore materiale.

    Per scelta. Di che partito prendere. Uno dei due.
    https://www.liberoquotidiano.it/articolo_blog/blog/andrea-cionci/32891537/monsignor-paglia-messinscena-bergolgio-aborto-papa-benedetto-xvi.html
    Piccola integrazione: «sull’agenda dei poteri forti anticristiani» alla voce “inservienti alle docce di Malthus”.
    http://www.centrodiaiutoallavitadicassino.it/da-sapere/i-numeri-dell-aborto-in-italia/
    1978-2019. Cemento e sangue del “pilastro”: 6.040.946.
    https://www.marcotosatti.com/2017/03/03/gli-elogi-a-pannella-per-le-sue-lotte-chieste-le-dimissioni-di-mons-vincenzo-paglia-dallaccademia-per-la-vita/
    Altre perle di bipensiero/”verità situazionale” degne del suo dante causa. 3 marzo 2017.
    https://www.lastampa.it/vatican-insider/it/2013/05/20/news/paglia-francesco-papa-non-per-caso-il-suo-messaggio-e-il-nostro-programma-1.36095546
    L’esultanza dei vincitori. I giannizzeri che dopo lungo assedio irrompono in Santa Sofia.

    Per salvarci.
    https://www.aldomariavalli.it/2022/09/06/quattro-esperimenti-psicosociali-piu-uno-che-spiegano-come-funziona-la-mente-umana-e-come-il-potere-ne-approfitta/
    «Ricordiamo: i responsabili, l’élite, il Partito, i poteri – in qualunque modo vogliate chiamarli – conoscono questi meccanismi psicosociali. Li hanno studiati e probabilmente li hanno replicati innumerevoli volte su larga scala e in modi non etici che possiamo a malapena immaginare. Essi sanno come funziona la mente umana.»
    «E l’hanno fatta diventare una scienza. Ricordalo sempre.»

  • Nicola ha detto:

    https://lanuovabq.it/it/principi-non-negoziabili-si-no-forse-i-partiti-alla-prova-del-programma

    Un contributo per il voto dalla NUOVA BUSSOLA QUOTIDIANA che ha esaminato i programmi di tutti i partiti alla luce dei PRINCIPI NON NEGOZIABILI.

  • Adriana 1 ha detto:

    aut

  • giorgio rapanelli ha detto:

    Mi sentirei quasi in accordo con CREAZIONISTA e sarebbe giusto e auspicabile il voto per mandare in Parlamento un certo numero di politici antisistema – che non potrebbero essere silenziati dalla stampa antidemocratica.
    Purtroppo, ci siamo accorti che il popolo antisistema delle piazze è stato tradito e che sta mollando la presa. L’ultima manifestazione sindacale a Roma lo dimostra. Evidentemente nei gruppi antisistema hanno operato provocatori infiltrati dal Potere. Insieme a personaggi in cerca di un posticino al sole e ben pagato. Costoro hanno premuto “il bottone dell’importanza di sé”…
    Quindi si è evitato che il popolo delle piazze votasse per una unica formazione, che lo rappresentasse in toto con almeno un 5-6 per cento in Palamento. Ma a votare bisogna andare tutti. Sia a votare per la Meloni e per il centrodestra, per il motivo che un governo di centrodestra si troverà ad affrontare situazioni probabilmente spaventose, per cui tutte le genuflessioni all’Europa, alla Nato, all’Ucraina e così via, dovranno essere riviste e mediate. Per evitare l’”Uomo della Provvidenza”, che sia Draghi, o un altro non importa…E intanto andiamo avanti. In attesa che la Meloni faccia eventualmente la fine di Salvini.
    Ma occorre votare pure per tutte le liste antisistema, a piacere. Poiché dovremo vedere quanti voti antisistema queste esprimeranno per poi fare previsioni per il futuro. E al di là di quanti andranno in Parlamento. Adesso si parla di sigle senza consistenza. Domani avremo la consistenza da parte dell’elettorato su quanti si sono mobilitati per un reale cambiamento politico. E per una resa dei conti tra le sigle, e tra le sigle e la piazza.

  • Politica estera ha detto:

    Dove ci conducono i partiti che si presentano alle elezioni in politica estera ?
    Sembra che l’unico argomento sia l’Ucraina ovvero essere favorevoli all’uno o all’altro dei due contendenti.
    Ma la politica estera non si limita all’ Ucraina ed un pericolo ancora maggiore viene dall’invasione islamica dell”Europa.
    L’Europa islamizzata viene indicata talvolta col nome di Eurabia. Ora , anche se le televisioni non ne parlano, a Doha , gli eurocrati guidati da Charles Michel ci hanno appena consegnato all’ Emiro del Qatar . Emiro che finanzia l’islamismo in Europa (1 miliardo di euri), sostenitore di ogni organizzazione islamica dai talebani ad Hamas. E

  • Politica estera ha detto:

    Dove ci conducono i partiti che si presentano alle elezioni in politica estera ?
    Sembra che l’unico argomento sia l’Ucraina ovvero essere favorevoli all’uno o all’altro dei due contendenti.
    Ma la politica estera non si limita all’ Ucraina ed un pericolo ancora maggiore viene dall’invasione islamica dell”Europa.
    L’Europa islamizzata viene indicata talvolta col nome di Eurabia. Ora , anche se le televisioni non ne parlano, a Doha , gli eurocrati guidati da Charles Michel ci hanno appena consegnato all’ Emiro del Qatar . Emiro che finanzia l’islamismo in Europa (1 miliardo di euri), sostenitore di ogni organizzazione islamica dai talebani ad Hamas.

  • Adriana 1 ha detto:

    sic

  • Primavera Europa ha detto:

    Sulle note della primavera di Vivaldi c’era, quando avevo 10 anni circa una trasmissione che faceva intravedere un futuro radioso nella costruzione di una unione europea.
    Ma quello che si e’ venuto a creare non e’ quel sogno , ma una gabbia in cui le fiere più forti cercano di sbranare le più deboli. E l’Italia, purtroppo e’ debole. Perché ? Difficile da capire.
    Negli uffici dell’unione trovano ascolto non i migliori, ma i più cortigiani che, per salvare là loro pochezza non fanno altro che denigrare la nostra patria.
    I discorsi alla Paragone possono trovare ascolto ma vanno contro lo scorrere della storia.
    Che fare ?

  • Adriana 1 ha detto:

    Sarà – è probabile -tutta una farsaccia…ma è ancor più probabile che sia l’ultima occasione per poter votare…altrimenti non resta che soggiacere al coperchio tombale, oppure tentare una rivoluzione armata… da parte di bravi cittadini che non sanno neppure come funziona un tosaerba elettrico.

  • Adriana 1 ha detto:

    salvete

  • Discorso sul metodo ha detto:

    La legge elettorale attuale ci ha regalato 4 anni e mezzo di governi privi di consenso e di credibilità.
    C’è chi ricorda che l’autore di questa legge fu un certo Rosato dei DS, che sperava di sbarazzarsi così degli invadenti ma soprattutto incompetenti grillini.
    Ma la legge ha funzionato come un boomerang : i grillini invece di scomparire hanno dettato legge.
    L’invenzione di collegare il candidato nell’uninominale agli schieramenti prefissati mi sembra deleteria.
    Almeno ci fossero le primarie per scegliere i candidati nell’ uninominale

  • Con chiarezza ha detto:

    L’amato da noi tutti Roberto Speranza per gestire nel peggiore dei modi possibili la pandemia si e’ ispirato alla Cina.
    Talvolta qui ricordiamo il cardinale Zen, ottimo cristiano, che non accetta che la Cina metta sotto le sue ali Hong Kong che, sotto il dominio britannico aveva conosciuto la liberta’.
    Se stai col cardinale non votare la coalizione di sinistra.

  • Carmelo G. ha detto:

    … sta forse parlando di ITALEXIT ?

  • acido prussico ha detto:

    Senza parole..

  • Lazzarella ha detto:

    La propaganda russa e’ riuscita a convincervi che il Bildelberg e soci vari siano il più grande male per l’umanità.
    Ma nel frattempo si consolida il patto strategico tra i BRICS che hanno una importanza economica e strategica pari se non maggiore dei convegnisti di Davos.
    Col tuo voto decidi con chi stare
    Semplice no ?

  • FG. ha detto:

    perchè non fa anche i nomi delle persone su cui possiamo contare ? per esempio di Maurizio Lupi che pensa ?

  • Mimma ha detto:

    Sono d’accordo con questo cuore ribelle.
    Bisogna votare, e votare uno dei gruppi antisistema.
    Magari poi si riveleranno deludenti, ma ora bisogna sbarrare la strada, per quanto è possibile, ai traditori che ci hanno ucciso i concittadini, che ci hanno tenuto prigionieri in casa, che hanno multato noi e licenziato i nostri figli perché non ci siamo fatti sierare.
    Sono misfatti e onte che non dobbiamo dimenticare vita natural durante.
    Questo ricordo costante, giornaliero, deve rincalzare la nostra dignità e darci forza e coraggio per difendere i nostri diritti e pretendere rispetto.

  • Daouda ha detto:

    Le fazioni sono presenti wnche nei groppuscoli oppositivi. Diverse ed arbitrarie concezioni di giustizia, medicina, economia, media, educazione, religione et cetera.

    Rov’è in nuce la differenza visto che nessuno indaga cerca e vuole affermare la realtá ma la propria visione ideologica?

  • Luciano Motz ha detto:

    Sono d’accordo: votare è necessario. Ma è indispensabile votare da Cattolici e non da sedicenti tali. Perciò mi pare utile ricordare la «Nota dottrinale circa alcune questioni riguardanti l’impegno e il comportamento dei cattolici nella vita politica» del 24 novembre 2002, firmata dall’allora cardinale Joseph Ratzinger. Essa, tra l’altro, dice: «In questo contesto, è necessario aggiungere che la coscienza cristiana ben formata non permette a nessuno di favorire con il proprio voto l’attuazione di un programma politico o di una singola legge in cui i contenuti fondamentali della fede e della morale siano sovvertiti dalla presentazione di proposte alternative o contrarie a tali contenuti».
    Quindi, per l’elettore cattolico di coscienza ben formata, come ritengo sia la maggioranza dei lettori di Stilum Curiar, il voto va dato a chi presenta un programma politico che non sovverte i contenuti della fede e della morale e che, in particolare, aderisce ai principi non negoziabili. Dai programmi esaminati, l’unico soggetto politico che presenta tali requisiti è Alternativa per l’Italia.

    • OCCHI APERTI! ha detto:

      Sig. Luciano, mi perdoni ma oggi mi vien da chiederle:
      per caso esiste anche una «Nota dottrinale circa alcune questioni riguardanti l’impegno e il comportamento dei politici che si proclamano cattolici e che i cattolici poi dovrebbero votare»?

      Il problema non è da poco, perbacco!
      Pensiamo al “cattolicissimo” Bidet…tanto per volare oltre i nostri confini…
      I cattolici americani che lo hanno votato potranno anche essere stati – il più possibile?! – ligi alla Nota Dottrinale da lei citata ma hanno preso un terribile abbaglio, non trova?
      Trump non avrebbe fatto tanto danno.

      Allora, con tutto il rispetto per Adinolfi – e forse sbagliando -, mettendo un pò di cose insieme, fatico molto a trovarlo credibile come leader cattolico, mi spiace. Soprattutto dopo lo sfogo su Stilum.

      Di ognuno di noi resta l’immagine interiore di un volto che va oltre le parole e che appartiene a quelle impressioni personali difficili da smantellare. Ma, le dico, sono in fase di autocontestazione selvaggia e accolgo volentieri ogni parere diverso dal mio, in merito alla questione, se onesto e NON di partito (preso).

      Intanto in questa vecchia intervista parla la Signora Adinolfi, sposata a Las Vegas in seconde nozze:

      https://www.lettera43.it/adinolfi-pardolesi-non-e-sessista/?refresh_ce

      Per me, poi, è stato istruttivo leggere Fedele che del Popolo della Famiglia ha fatto esperienza…

      Per votare bene, è anche essenziale pregare con impegno – questo, stranamente, non lo si sente dire mai; o sì? – al fine di operare un discernimento il più possibile “illuminato” e che non si può limitare alla sola Nota Dottrinale da lei riportata.

      Vogliamo poi ricordare le simpatie di Francesco I in fatto di politica? Pannella e Bonino, Conticino prima e Draco poi!!! E mi fermo.

      Il “Papa” non rispetta la Nota Dottrinale!!!
      Abbiamo un problema, sig. Luciano…

      Ringrazio e saluto cordialmente.

  • Signor Brega ha detto:

    Grazie, ora sono ancora più persuaso (di prima).

  • acido prussico ha detto:

    Sia per divertirvi un po’… (ne avete proprio bisogno!!!)
    sia per farvi ponderare in questi tempi di “discernimento”…
    vedetevi questo filmatino… profetico.

  • Alessandro ha detto:

    Buongiorno,

    seguo con stima il suo canale. Io non voterò, per scelta, e lo dico con amarezza.

    Purtroppo, se fino a qualche anno fa erano necessarie diverse letture e approfondimenti per raggiungere una certa consapevolezza, ad oggi dovrebbe essere chiaro ai più che assistiamo ad un Truman Show dove il parlamento è un’organo svuotato della sua identità, il quale, mantenendo una facciata di rappresentatività democratica, segue in realtà direttive imposte in altre sedi, a perseguire interessi diversi e contrari al benessere del propri paese.

    Il gioco è truccato, lo abbiamo visto con Berlusconi spodestato a forza di speculazioni finanziarie nel 2011, e con il ritorno al recinto di M5s e Lega, i quali, dopo la tornata elettorale più anti-sistema della storia italiana, hanno portato al governo il cameriere dei nostri nemici-padroni, a ultimare la liquidazione della nostra povera Italia.

    Chiunque vincerà – anche se si sa già chi – il copione di questa storia è già stato scritto, spero almeno questo sia evidente. A tal merito andrei riascoltarmi le ultime dichiarazioni di fedeltà della Meloni alla Nato senza se e senza ma, e di fare uno sforzo nell’immaginarne le infauste conseguenze per il nostro paese.

    Ce lo stanno dicendo, e ora ne chiedono l’approvazione “democratica” dal popolo. Chiunque andrà a votare ammetta almeno a se stesso che sta legittimando una farsa ai propri danni, e che si astenga dignitosamente nei prossimi anni dal lamentarsi della miseria che si abbatterà su di se ed i propri cari.

    • Domenico ha detto:

      Concordo in toto con la tua disamina, Alessandro! Neanch’io, personalmente, voterò. PS: i vari Toscano, Paragone, Ingroia, Rizzo, Cunial, ecc sono Finta Opposizione. Sono un altro contenitore del Sistema per adescare il consenso “democratico”.
      Mark Twain disse saggiamente: “se votare servisse davvero a qualcosa, non ce lo lascerebbero fare”. Taaaac.

  • andrea cionci ha detto:

    Vi prego basta con questa menata di Aspen. La Meloni è un politico di rango internazionale e inevitabilmente a volte deve sedere a tavola coi grandi se non vuole finire lepenizzata. Se avesse preso posizione dura sui vaccini e sull’ucraina oggi l’avrebbero fatta a polpette. Unica spes, plebiscito per Meloni con augurio di prossima alleanza con Italexit in modo da mandare al diavolo i traditori di Forza Italia, che passeranno al nemico per un casco di banane.

    • Lucia Buttaro ha detto:

      Ah!! Bèh! Se lo dice Cionci ci dobbiamo proprio fidare! Certamente l’ha saputo da quel grandissimo visionario di Minutella che normalmente ispira il contorsionisti del VOSTRO! Ebbene! Avrete ciò che meritate perché vi prometto che né Meloni Salvini Berlusconi né il nuovo ordine mondiale né italexit riusciranno a fermare Giuseppi! Viva Trump che caccerà Meloni viva Putin che non dimenticherà nessuno di quelli che gli hanno mosso guerra! Interessante vedere che il falsario ha deciso di uscire allo scoperto! Provo a spiegarmi: Il ❤️❤️ Immacolato di Maria Corredentrice Mediatrice Avvocata Nostra Trionferà che che ne dica tal Cionci alias Minutella! Voto GIUSEPPI adesso che Cionci ha parlato, con maggiore convinzione!

      • Corrado Bassanese ha detto:

        Io concordo con Cionci.
        Se non altro se vince il CDx, votandolo magari “turandocisi il naso” (© Montanelli), si rimanderanno di 5 anni: ius soli, eutanasia, droga libera, porti aperti, scuola di gender lgbtq+++, e chissà quali altri “diritti civili” che si inventerebbero a Sx. (Almeno posso sperare sia così).

      • Stilobate ha detto:

        Invece a me pare che questa riflessione di Cionci non sia sciocca. Anche se personalmente darei il voto a una delle due forze dichiaratamente antisistema che hanno maggiori probabilità di raggiungere il quorum (Italia Sovrana o Italexit).

    • votantonio ha detto:

      Per un casco?! Ma per mezza banana!

  • acido prussico ha detto:

    Stilum Curiae da un po’ di tempo è “sito impedito”.
    Il suo “pontifex”, stanco, ha in animo di “dimettersi”.
    Andrea Cionci ci ragguaglierà fra una decina di anni.

    • Votantonio ha detto:

      HA già lavorato alacremente a “Codice Tosatti”, che appena arriverà l’imprimatur di don Minutella sarà disponibile in tutte le edicole di periferia (e in qualcuna del centro).

  • Nuccio Viglietti ha detto:

    Ecco amletico dubbio su… essere o no essere?… voltato in più prosaico… votare o non votare?… ogni epoca ha dubbi che si merita…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  • Creazionista ha detto:

    Il sistema non si combatte votando nani e ballerine.
    Il sistema ha anticipato le elezioni in estate perché non vuole i partiti antisistema.
    Il sistema per chi vota all’estero ci è riuscito visto che era impossibile per i partiti antisistema raccogliere le firma nei consolati in pochi giorni.
    Il sistema ha sguinzagliato molti servi e utili idioti che invitano ad astenersi per non legittimarli, come dire che un mafioso non vi spara se no le palle superano il limite di velocità.
    Conclusione:
    1) Chi è all’estero dovrebbe astenersi perché se no conferma i servi che ci hanno portato fin qui
    2) Chi è in itaglia deve votare i partiti antisistema (VITA, Italia Sovrana e popolare) perché i criminali di stato temono solo quelli. Gli altri sono asserviti, e lo si è visto negli ultimin anni, sono un partito unico. Inutile prendersi in giro

  • andreottiano ha detto:

    Umilmente dissento.

    A-In passato sono morti per poter votare…
    Adesso dovrei votare chi vuol farmi morire.

    B-In pratica ci sono solo due alternative…
    Siamo così sicuri che siano “alternative”?
    Quel che è sicuro è che i partitini non contano.

    C-Ogni non voto è un sostegno al sistema.
    Eh no, ogni voto è un sostegno a questo sistema.
    Un sistema che non ti fa votare per anni e poi organizza le elezioni a cavallo di ferragosto…

    D-ogni non voto è una resa passiva
    Ma chi lo dice? Non è mai stato così attivo!

    E-qualche politico degno in Parlamento c’è
    Ammesso e non concesso che lo conosca, come lo voto, lui/lei proprio lui/lei?

    F-con il mio voto non triplico affatto quegli sparuti, ma accredito un sistema decrepito che merita solo d’essere ignorato.

    G-io mi glorio di essere nel popolo bue, se dopo tutto quello che sta succedendo c’è chi preferisce ancora il vitello d’oro di questo sistema finito.

    H-sono un po’ ribelle. Non so dove andremo a finire, ma di sicuro non acconsento di metterci una X e nemmeno un voto annullato. Altri sono attaccati agli avanzi andati a male, tra il frigorifero e il freezer.

Lascia un commento