Nobile. Covid, Lockdown e Conflitto Russo-Ucraino Hanno un Unico Scopo.

20 Giugno 2022 Pubblicato da 29 Commenti

 

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, Agostino Nobile porta alla vostra attenzione questa riflessione sugli eventi che stiamo subendo e vivendo da due anni a questa parte, e il loro rapporto. Buona lettura.

§§§

 

Covid, lockdown e conflitto russo-ucraino hanno un unico scopo

I politici lo nascondono e invitano i giornalisti – che dovrebbero essere i principali cani da guardia della democrazia – a raccontare balle. La gente che non conosce l’amara verità ripone la fiducia sui partiti, chi ha mangiato la foglia non vota più. Fatto sta che, fermando il lavoro con i lockdown, i personaggi che hanno programmato la Quarta rivoluzione industriale, strutturata sul “non possederemo nulla e saremo felici” entro il 2030, vedi: (https://www.marcotosatti.com/2021/12/10/nobile-la-fine-della-proprieta-privata-e-altre-chicche-al-cianuro/), hanno vinto la prima battaglia. Fino ad oggi nessuna potenza è riuscita a destrutturare la vita di miliardi di persone, tra l’altro, con spaventosa rapidità.

Sono riusciti a rendere gli esseri umani di tutti i ceti sociali e culture agnelli sacrificali. Attraverso sieri genici sperimentali obbligatori, di cui le case produttrici declinano ogni responsabilità in caso di effetti avversi, hanno realizzato il più grande trasferimento di ricchezza alle multinazionali. Con i lockdown sono andati oltre portando l’economia, soprattutto quella italiana, in una situazione che dovremmo definire drammatica.

Gran parte del popolo, pur turbato dai sospetti, ancora non riesce a dare una spiegazione a questo suicidio socio-economico. Pochi si chiedono perché i governi promuovono l’immigrazione irregolare a spese dei contribuenti, quando in Italia, secondo l’Istat, ci sono circa sei milioni di persone in povertà assoluta. Perché hanno bloccato il paese con i lockdown per una influenza curabile con farmaci esistenti? Perché tutte le parti politiche, da sinistra a destra, arrivate al Governo mettono in atto una politica socio-economica che mira al depauperamento dell’Italia? Perché dopo due anni di sacrifici e lockdown che hanno portato al fallimento centinaia di migliaia di piccoli imprenditori, senza contare i problemi psicologici a milioni di persone di tutte età e i non pochi suicidi, Draghi spende milioni di euro per un conflitto in Ucraina che sta mettendo ulteriormente in ginocchio l’economia italiana? 

Niente è casuale. Tutto indica alla Quarta rivoluzione, o Great Reset, programmato a Davos. 

La ricaduta economica causato dalla finta pandemia e dalla guerra porterà a un drammatico ridimensionamento della forza lavoro globale. Gli architetti del Grande Reset sfruttano questa turbolenza economica, creata a tavolino, per introdurre le tecnologie che altereranno radicalmente i modelli di affari e di lavoro tradizionali.

Un tema ricorrente nel libro Shaping the Future of the Fourth Industrial Revolution di Klaus Schwab è relativo alle innovazioni tecnologiche e scientifiche innovative che non saranno più relegate al mondo fisico che ci circonda, ma diventeranno estensioni di noi stessi, vedi i biochip e il controllo digitale di ogni singola persona.

Come scrissi a suo tempo, nell’incontro dei G30 del dicembre 2020 Mario Draghi ha espresso esattamente la stessa linea definita a Davos. Come Klaus Schwab, Draghi parla di “una nuova era nella quale saranno necessarie scelte che potrebbero cambiare profondamente le economie”. Il rischio è quello di creare “masse di imprese zombie”, che sopravviveranno a stento mantenendo in piedi un’inefficiente allocazione delle risorse. Draghi parlava anche della “scarsità delle risorse disponibili” (oltre un anno prima che la Russia invadesse l’Ucraina). Ma ne parlano già da anni. 

L’aumento dell’uso della tecnologia porterà massicce perdite di posti di lavoro, i blocchi pandemici e la perturbazione causata dalla guerra provocata dall’occidente, accelereranno questo processo. Molte aziende non avranno altra scelta che licenziare il personale e sostituirlo con soluzioni tecnologiche creative solo per la sopravvivenza delle loro attività.

I nostri governi ci dicono che la guerra tra Russia e Ucraina sta già causando interruzioni senza precedenti alle catene di approvvigionamento globale, esacerbando le carenze di carburante e inducendo livelli cronici di inflazione. In realtà lo stesso Putin, nel suo intervento al Forum economico di San Pietroburgo https://www.youtube.com/watch?v=rx4IN1d0Xf4, ha detto chiaro e tondo che l’occidente negli ultimi anni ha fatto errori che oggi cerca di addebitare al conflitto in Ucraina. 

«I politici europei – ha detto Putin – hanno già inferto un duro colpo alla loro economia: lo hanno fatto da soli, con le proprie mani. Vediamo come i problemi sociali ed economici si siano aggravati in Europa e anche negli Stati Uniti, come stia crescendo il costo di beni, cibo, elettricità e carburante per automobili, come stia peggiorando la qualità della vita degli europei e la competitività delle imprese si sta perdendo». 

Da parte nostra, dubitiamo che gli economisti europei siano così incapaci. Se non sono imbecilli fino alle ossa, sicuramente posseggono problemi di natura psichica e una cattiveria demoniaca verso il loro popolo. Basti pensare, come abbiamo detto, agli inutili lockdown, ai sieri sperimentali, ai soldi spesi per gli immigrati irregolari, mentre milioni di autoctoni si trovano nella povertà assoluta. Siamo altresí certi che Bruxelles ha aderito con risolutezza al Great reset. Il progetto ce l’hanno detto e scritto in tutte le salse, basta consultare i siti e i libri di Klaus Schwab. In sintesi, vogliono azzerare l’Europa eliminando milioni di persone per poi stabilire la “nuova era” strutturata sull’Intelligenza Artificiale. Schiavizzeranno anche il pensiero. Al confronto l’Unione Sovietica era un parco di divertimenti.

Per sopravvivere dignitosamente basterebbe ri-coltivare i nostri granai, riaprire le nostre industrie e aziende, ma non lo faranno. Da come stanno andando le cose, penso che solo i forconi salveranno i nostri figli da una non vita di schiavi.

Agostino Nobile

§§§




I PADRONI DEI SOCIAL – E GOOGLE – CERCANO DI FAR TACERE STILUM

CURIAE.

SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

*

Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione, e di libera discussione e confronto costituito da Stilum Curiae, può farlo con una donazione su questo conto, intestato al sottoscritto:

IBAN:

IT79N0200805319000400690898

*

Oppure su PayPal, marco tosatti

*

La causale può essere: Donazione Stilum Curiae



viganò, tosatti,

Ecco il collegamento per il libro in italiano.

And here is the link to the book in English.

Y este es el enlace al libro en español


STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK

cercate

seguite

Marco Tosatti




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

*

Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione, e di libera discussione e confronto costituito da Stilum Curiae, può farlo con una donazione su questo conto, intestato al sottoscritto:

IBAN:  IT24J0200805205000400690898

*

Oppure su PayPal, marco tosatti, con questo logo:

*

La causale può essere: Donazione Stilum Curiae




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , ,

Categoria:

29 commenti

  • Mimma ha detto:

    I commenti hanno aggiunto al quadro di Agostino Nobili colori forti, da sgomento.
    Ma questo è.
    Non solo, i demoni incarnati che hanno progettato il Reset mondiale sono riusciti a renderci egoisti come non mai, oserei dire delle monadi, preoccupati solo di salvare la pelle, la propria, s’intende.
    Riflettevo stamane con mio marito sulla espressione ” distanziamento sociale ” lanciata per la pseudopandemia.
    È diiventato uno slogan, usato dappertutto e produce ancora sguardi biechi nei confronti di chi ha dismesso la museruola, di chi osa avvicinarsi un po’ troppo, di chi si permette di porgere la mano per un saluto.
    Anche tra parenti , per evitare sgradevolezze, é bene ormai chiedere il permesso di abbracciare, baciare, sfiorare un braccio per una carezza.
    Le madri, quelle stesse che hanno condotto agli hub vaccinali i loro piccoli, li scostano sgarbatamente non appena intuiscano pericolo di effusioni .
    Che tristezza!
    Che cambiamento, direi genetico, del popolo italiano, da
    senpre distinto tra gli altri popoli per la giovialita e la cordialità dei rapporti umani.
    Pure questa disgregazione sociale, soprattutto questo hanno di mira i diavoli di Davos.
    Hanno trasferito il divide et impera dalla politica allambito della vita sociale e hanno fatto centro.
    Un insieme di individui spaventati, concentrati sul proprio ego profondo, attento soltanto ai suoi desideri e bisogni, non è più un popolo.
    Ogni uomo ha desideri individuali; in questa società liquida e relativista, ognuno ha anche una sua morale, una sua religione, una sua visione del.mondo che pretende sia rispettata e accettata perché unica é la sua persona…
    Costui non abbisogna neanche di educazione, perché essa presuppone regole sociali condivise, una cultura identitaria condivisa, un’etica che assicuri ordine e disciplina del vivere comunitario…
    Di questa monade, di questo solitario pellegrino di un deserto mai visto
    una volta pilotati i desideri o creati ex nihilo con un’astuta pubblicità, orientate le sue scelte politiche con un’ingannevole propaganda, i manovratori avranno accesso libero all’anima addirittura e alla mente, attraverso i chip che inoculeranno come hanno inoculato la miscela infame.
    Gentile Agostino, le nostre amare riflessioni non avrebbero senso se non mirassero a consolarci reciprocamente, nella speranza di non essere diventate le creature senza porte nè finestre che stanno creando fuori della porta di casa nostra.
    Grazie sempre. Preghiamo gli uni per gli altri.

    • Forum Coscienza Maschile ha detto:

      “sono riusciti a renderci egoisti come non mai, oserei dire delle monadi, preoccupati solo di salvare la pelle, la propria, s’intende.”

      Cara Mimma, che altro fare se la coesione tra cristiani è tale che neanche tra parrocchiani si conoscono, e appena ti avvicini ad ambienti sedicenti cattolici ti pugnalano alla schiena.
      Dopo fin troppi tentativi di ogni ordine e grado, e anni di lavoro fatti colare a picco col bacio di Giuda, ho deciso di “passare al bosco” e spero nella Giustizia Divina

      • OCCHI APERTI! ha detto:

        @FCM

        come la capisco…! E manco su Stilum ci si riposa…ha ha ha!

        • Forum Coscienza Maschile ha detto:

          Il mio sogno (ed anche lo scopo di questi commenti) è che nascano aggregazioni spontanee e libere da comitati e altre strutture para-ecclesiastiche purtroppo “eterodirette”

          • OCCHI APERTI! ha detto:

            Questa sua affermazione, per certi versi, mi ricorda la posizione assunta sull’argomento “aggregazioni” da Simone Weil. Forse estremistica ma necessaria in tempi come questi, che vedono le istituzioni ad un grado tale di corruzione da rendere necessario o uno smantellamento pubblico o un rigetto individuale. In conseguenza di tale presa di coscienza forse avverrebbe anche ciò che lei auspica.
            E d’altro canto risuonano già da un pò nelle mie orecchie: “Ma è giunto il momento, ed è questo, in cui i veri adoratori adoreranno il Padre in spirito e verità; perchè il Padre cerca tali adoratori.” Gv 4,23

          • OCCHI APERTI! ha detto:

            E comunque la mia “aggregazione spontanea” la ha ottenuta…hahaha!
            Anche se non l’ho nominata esplicitamente (perchè potrebbe non condividere il mio commento) in una digressione che ho aperto sulla pagina che promuove il nuovo libro di Porfiri, le confermo l’utilità di certi suoi commenti benchè mi riservi, ostinatamente ha ha ha!, maggior ottimismo, che da sempre fondo sulla Santissima Trinità e non già sulla “carne”.

        • Forum Coscienza Maschile ha detto:

          La ringrazio, anch’io leggo con molto interesse i suoi commenti.
          La mia speranza è nel Signore, non in un genere umano “da diluvio” né in strutture corrotte e in via di dissoluzione.
          Sono certo che la Chiesa sulla Terra sopravviverà, e probabilmente rinascerà. Quello di cui sono molto meno certo, date le evidenti circostanze, è la sorte del cattolicesimo in Italia e del nostro stesso popolo.
          Non mi preoccupa Nerone ma l’apostasia (quasi) invisibile del popolo di Dio che non attira il favore Divino

          • OCCHI APERTI! ha detto:

            Condivido le sue preoccupazioni. Oltretutto penso quelle evidenti siano solo la punta dell’iceberg….

  • Maria Michela Petti ha detto:

    Un’emissione numismatica del Vaticano, per compensare – si legge al link di seguito – chi soffre i danni causati dal “vaccino”, promuovendone però nel contempo la sua efficacia.
    La monetain questione, da 20 euro, raffigura un medico e un infermiere nell’atto di iniettare ad un paziente il siero anticovid.
    Non un cenno, in verità, al progetto che sarebbe stato ideato per destinare i proventi della vendita al “nobilissimo” proposito…
    https://gloria.tv/post/ETMkkacwxHmj4h69Qf3n9nNEe

  • Slave of JMJ ha detto:

    A pope that loves.

  • giovanni ha detto:

    Le cose , qui in europa si dispongono su un piano molto inclinato. La guerra in ucraina si allarghera’, ormai e’ chiaro pure ai non vedenti. Vi sono, qui’ in italia, rivolte giornaliere ed aggressioni al personale nelle carceri. Tutto questo puzza lontano chilometri di preparazione ad una amnistia. Essa renderebbe ancora piu’ problematica la gestione dell’ordine pubblico unita all’ondata migratoria in arrivo e alla gia’ precaria situazione nella societa’ e nelle strade. Lo stato perderebbe ulteriori fette di territorio che finirebbero contese dai criminali. I razionamenti energetici e non autunnali, potrebbero ulteriormente peggiorare la situazione, Le cose potrebbero andare selvaggiamente in tutta europa ed avvolgerla nel caos. Dopo questo periodo, ristabilito l’ordine senza mezze misure, si potranno adottare quei provvedimenti draconiani di controllo sui superstiti, come da agenda 2030. Questo, secondo me’, lo scenario prossimo futuro.

    • Januensis ha detto:

      Qui a Genova sembra che si sia iniziato a sperimentare una certa riduzione dei consumi.
      Black out in mattinata, problemi ai computer compresi quelli della banca…

  • LUCIANO MOTZ ha detto:

    La saggezza di un tempo, purtroppo andata perduta, insegnava che i conti bisogna farli con l’oste.
    Capisco che anche le osterie sono andate perdute, ma un Oste sussiste ancora. Mi perdoni, il Signore, se, retoricamente, ho l’impertinenza di chiamarlo Oste. Ma è con Lui che si fanno i conti e li dovranno fare anche i signori del cosiddetto great reset. E saranno conti salati.
    Noi, da umili servi della vigna del Signore, dobbiamo, ora e subito, preparare gli elementi utili per presentare quel conto. Iniziamo con l’istituire un soggetto che operi sul piano della politica.

  • unaopinione ha detto:

    Il ministro tedesco dell´economia e dell´ambiente, Robert Habeck, (partito dei Verdi) avrebbe dichiarato durante l´incontro del WEF in Davos, che (mia traduzione – questo é quello che ho capito io – e poi che ci faceva lui lá?) per lui non é immaginabile revocare le sanzioni verso la Russia anche se una parte della popolazione (tedesca – centomila, dice lui) muore di fame (“starving to death”). https://vk.com/video-134310637_456253978 (parlato in inglese – con sottotitoli in tedesco)
    Nello stesso filmato viene riprodotta la famigerata dichiarazione di Madaleine Albright secondo cui imporre le sanzioni economiche contro l´Iraq hanno giustificato la morte di cinquecentomila bambini iracheni. Per questo motivo alcuni pensano (io sono fra loro) che la defunta signora Albright sia una criminale di guerra.
    Quanto affermato dal ministro tedesco Habeck é una dichiarazione cosciente che una delle “ricadute negative” che derivano dal mettere (e mantenere) delle sanzioni alla Russia é senz´altro quella di far morire dei connazionali di fame (fino a centomila, dice lui – ma io mi chiedo se sia stato conservativo nelle stime). Ora, se é prevedibile per lui che a seguito delle sanzioni contro la Russia, vi saranno centomila morti per denutrizione, ci si deve aspettare, cosí come é nelle guerre, che vi sia almeno un multiplo che se la passeranno molto peggio di prima. E siamo in Germania dove ancora é rimasta un poco di ricchezza.
    E mi sono incuriosito di vedere se qualcuno in Italia abbia fatto dichiarazioni simili. E mi sono imbattuto nella dichiarazione del sig. Antonio Tajani (vicepresidente e coordinatore unico di Forza Italia, leggo in Wikipedia): “Sapevamo bene che infliggere delle sanzioni alla Russia avrebbe provocato delle ricadute negative. Ci sono, però, dei valori da difendere: la libertà, la democrazia, il diritto internazionale”
    https://www.imolaoggi.it/2022/05/28/tajani-con-ucraina-valori-delloccidente/
    E quindi in Italia, dove le sanzioni verso la Russia sono fondamentalmente le stesse che ha adottate la Germania, allora forse ci si puó aspettare, a causa della maggiore povertá della popolazione (provocata principalmente dall´attuale governo stesso e quello che lo ha preceduto, di questo ne sono pienamente convinto), che a causa di queste sanzioni, muoiano molte piú di centomila persone.
    Il signor Tajani parla di conseguenze di azioni volute e ben pianificate („sapevamo bene“) e in fase di attuazione („avrebbe provocato“), giustificandole con dei valori da difendere
    E quindi mi chiedo: il signor Tajani era conscio al momento della decisione, che fra le “ricadute negative” di infliggere delle sanzioni alla Russia vi sarebbe stata anche quella di far morire per fame dei cittadini italiani. E se non era conscio allora, é forse conscio adesso che questa sará una delle “ricadute negative”? (la dichiarazione del ministro Habeck, dovrebbe essere sufficiente a non avere alcun dubbio – ora non puó dire: “Non lo sapevo” o “non lo immaginavo”).
    Naturalmente tutto questo varrebbe solo se questo non é uno dei veri obiettivi di queste sanzioni (appunto di far appositamente morire di fame la popolazione italiana ed europea piú povera – e qui credo che vengano soprattutto le persone piú anziane, che guarda caso sono stati i primi ad essere vaccinati contro l´influenza nel 2019, poi contro il Covid-19 nel 2020 e 2021 e che ora sono anche nella lista per il vaccino del vaiolo delle scimmie). Infatti chiunque che si prenda tempo a valutare la situazione puó vedere che, come consequenza delle sanzioni, molti poveri non avranno piú da mangiare a causa del divieto (ma anche delle prevedibili misure di ritorsione – od anche reciprocitá – della Russia verso l´Italia) di importazione dalla Russia di grano a costo contenuto (e poi come la mettiamo con il divieto di importare concimi che impedirebbe la produzione agricola sul suolo italiano)?
    Quindi mi chiedo se il sig. Tajani abbia la volontá, in quanto politico attualmente in attivitá (o che comunque fa delle dichiarazioni pubbliche), di fare tutto quanto in suo potere, sempre se non abbia agito appositamente per raggiungere questo risultato, tra gli altri, affinché le “sanzioni” vengano revocate o quanto meno questi effetti vengano annullati (es: introdurre le sanzioni solo quando si é sicuri che si sfamerá la gente in altra maniera – e non certamente con la farina di scarafaggi che tanto piace al WEF –quella la possono mangiare loro stessi e darla da mangiare a chi pensa di essere un rettile). Credo che il sito “imolaoggi.it” sia sempre disposto a ricevere una dichiarazione in tal senso.
    E tanto per richiamare quanto successe a suo tempo con l´Iraq: “Nel 1998, Denis Halliday, all’epoca coordinatore umanitario dell’ONU nonché responsabile della supervisione delle sanzioni, rassegnava le proprie dimissioni disgustato, affermando che non poteva più essere complice nel crimine delle “ininterrotte sanzioni genocide” imposte agli “innocenti dell’Iraq” [ii].
    “Nel 1995, tre anni prima delle dimissioni di Halliday, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura stimava che le sanzioni avevano già causato la morte di oltre 550.000 bambini, dovuta a grave malnutrizione, mancanza di accesso ai farmaci e a un generale declino delle strutture sanitarie del paese [iii].”
    https://www.ottobre.info/2021/03/31/la-pluridecennale-distruzione-delliraq-da-parte-delloccidente/
    E mi chiedo: il sig. Tajani sceglie di agire come il signor Halliday (che altro mezzo non aveva che quello di dimettersi – ma con il sig. Tajani le cose stanno diversamente, avendo la capacitá di prendere/influenzare le decisioni politiche) o come la signora Albright? (presumo che anche lei fece il tutto in nome della “libertà, della democrazia, del diritto internazionale”; cos´altro se no?). In particolare la domanda al sig. Tajani e a tutti i politici che la pensano come lui: le sanzioni alla Russia giustificano cento – centocinquantamila morti per fame in Italia? (piú tutti gli altri che cadono ulteriormente in povertá). Questa domanda, facile facile, la rivolgo a lui e a tutti i politici (“abbiamo preso”) che hanno preso la decisione con lui. Sí, perché visto che sono loro che hanno preso la decisione, vuol dire che loro stessi sono anche i responsabili di tale decisione.
    A me, personalmente, mi pare di vedere una ripetizione di quanto fu fatto in Iraq e quindi un genocidio in nome di valori che ognuno puó interpretare a modo proprio.
    Ed io comunque se fossi un politico, e visto che ogni politico viene eletto per servire il popolo, farei un poco di autocritica in questo senso e difenderei ad ogni costo la vita di queste centomila e piú persone di nazionalitá italiana, garantendo cosí la loro libertá, la loro gioia di vivere in una democrazia ed allo stesso tempo il diritto interno ed internazionale.
    E l´ultima cosa che mi chiedo é: si vuole forse “ricalibrare” la libertá di parola non solo per propinare alla gente delle menzogne sulla Russia (almeno per quanto riguarda la guerra in Ucraina), ma soprattutto per nascondere ai popoli europei la veritá sulle “ricadute negative” delle decisioni della UE, della Nato e degli USA?
    Questo significa in realtá essere “fortemente atlantisti ed europeisti”?
    https://www.imolaoggi.it/2022/06/19/di-maio-rivendico-con-orgoglio-di-essere-atlantista-ed-europeista/

  • Forum Coscienza Maschile ha detto:

    Tutto conferma la tesi del prof. G. Guarino nel suo “Il Governo del Mondo Globale” in cui affermava che già allora, un governo globale era “esistente ed EFFETTIVO”.
    La cosa tuttora non recepita, malgrado sia evidente, è che questo governo non si limita all’élite ma controlla i più minuti gangli della società. Ne abbiamo avuta la prova con i medici di famiglia, al 99% allineati con le menzogne vacciniste. Non parliamo poi degli insegnanti ma anche degli impiegati nel settore privato, delle forze dell’ordine ecc.
    A questo punto il lettore con due neuroni ancora connessi non potrà non porsi la domanda: se medici, insegnanti, dirigenti ecc. sono quasi tutti conniventi, cosa dire del clero e degli stessi fedeli? Tutti “immuni”, è il caso di dire, da questo controllo a distanza? Ho le prove del contrario…

  • Marco ha detto:

    A cosa mirasse davvero la cosiddetta Unione Europea era chiaro da prima della pseudo-pandemia, ma per i sudditi della repubblica delle banane italy-ota è dura da mandare giù : https://bibliotecafascista.org/?s=Stati+Uniti+d%27Europa&submit=Cerca

  • Nicola ha detto:

    https://lanuovabq.it/it/siamo-vittime-del-vaccino-vogliamo-una-commissione-di-indagine

    Il congresso di ASCOLTAMI a Milano con medici e vittime del ” vaccino ” miracoloso.

  • arrendersi all'evidenza ha detto:

    Lavorano alacremente i satanisti.

    Nel 2021 i bambini nati in Italia sono scesi al di sotto dei 400000.
    Nel 1964 ne nacquero più di un milione.
    Nel 1971 erano ancora oltre 900000 e sono scesi al di sotto degli 800000 nel 1984.
    I fiocchi azzurri e rosa sono stati più di 500000 fino al 2014.
    Evito qualsiasi commento su questi numeri, basta guardarsi in giro, ma c’entra anche con certi referendum.

    Intanto il tasso di mortalità in Italia nel è salito a un livello che era sconosciuto dal 1946.
    Il saldo demografico nazionale è negativo di oltre 100000 unità ininterrottamente dal 2015.
    Ultimamente si perdono oltre 300000 vite l’anno (tra nati e morti): accadde solo nel 1917-18!

    Sono numeri che meriterebbero qualche titolo e qualche approfondimento, e invece se ne disinteressa persino la pastorale ordinaria della Chiesa, tutta presa dall’ambientalismo à la page.

    Si salda con l’ultima malefatta vaccinale a danno dei bambini, con l’approvazione “emergency use” rilasciata da FDA di vaccini anti-Covid dai 6 mesi in poi.

    Sono molte le perplessità sulla sicurezza di questi vaccini per gli adulti, ma quelle relative alla somministrazione sui bambini sono ancora più forti e motivate.
    I bambini vaccinati (fascia di età 10-14 anni) infatti stanno mostrando una mortalità generale che è pari al 30200% (per i tri-vaccinati arriva ad essere oltre trecento volte maggiore) dei bambini non vaccinati! Si stanno “proteggendo” i piccoli da una malattia che per i loro ha una mortalità bassissima e per farlo gli si rovina l’immunità subito e per gli anni a venire.

    • arrendersi all'evidenza ha detto:

      Da un punto di vista meramente demografico, nel 2020 e 2021 abbiamo visto scomparire dal totale l’equivalente dei residenti di Catania e di Bari.
      Nel 2022 il saldo negativo varrà quelli di Firenze? Nel silenzio generale?
      Vuoi vedere che c’è circolazione un virus che colpisce chi fa informazione provocando cecità cognitiva mirata?
      Servirà un vaccino, con tanto di obbligo vaccinale per operatori del settore?

      • stilumcuriale emerito ha detto:

        Caro arrendersi, mi permetti di raccontarti una barzelletta sugli scienziati?
        Uno scienziato sta facendo esperimenti sugli stimoli condizionati con un cavallo. Dice:-salta!- poi gli dà una frustatina e il cavallo prende la rincorsa e salta l’ostacolo. Allora prova a dirgli soltanto :-salta- e il cavallo, senza attendere la frustatina prende la rincorsa e salta. Cadendo malamente si azzoppa. Lo scienziato gli dà una frustata ma il cavallo non si muove. Gli dice:- salta- ma il cavallo non si muove. Allora scrive nei suoi appunti : il cavallo azzoppato non avverte più la frusta e diventa sordo .

        • arrendersi all'evidenza ha detto:

          Comunicazione fondamentale del CTS

          Avete caldo? Per abbassare la temperatura della casa mettere una tachipirina in ogni stanza.

    • ex : ha detto:

      Tranquilli! Tempo ancora qualche anno e la popolazione “italiana” (cioè “in Italia”) tornerà ad aumentare. In compenso gli “italiani” avranno una carnagione molto più abbronzata, del tipo di quella dei partecipanti al recente raduno di Peschiera del Garda.

  • Nuccio Viglietti ha detto:

    Bagatelles pour un massacre…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

Lascia un commento