Boccacci, Russo. Un Evento Straordinario nel Cielo. Nel 2022.

14 Gennaio 2022 Pubblicato da 34 Commenti

 

Marco Tosatti

Carissimi StilumCuriali, Rosanna Boccacci e Sergio Russo ci offrono questo articolo, che certamente farà molto discutere. Non aggiungo altro, e vi lascio alla lettura e alla riflessione. 

§§§

 

NEL 2022 ACCADRÀ UN EVENTO

– SECONDO GLI ASTRONOMI –

CHE AVVIENE SOLTANTO OGNI DIECIMILA ANNI!

 

«… la sua coda trascinava giù un terzo delle stelle del cielo

e le precipitava sulla terra.» (Ap 12,4)

 Circola in questi giorni, in internet su diversi siti, una notizia che, a definirla perlomeno sensazionale, sembrerebbe persino riduttivo, poiché infatti, sempre secondo questi stessi astronomi “tali eventi avvengono solo in media ogni diecimila anni.”

E quindi, questo scoop, stranamente passato quasi inosservato, noi lo prendiamo da uno dei tanti notiziari che trattano simili argomenti:

«NEL 2022 UN’ESPLOSIONE FRA DUE STELLE CHE FARÀ GIORNO.

   Gli scienziati ne sono certi: nel 2022 si verificherà un’esplosione fra due stelle che farà giorno.

Un’esplosione gigantesca, così forte che sembrerà pieno giorno anche di notte.

Questo è quello che gli scienziati hanno predetto per il 2022, data in cui ci sarà una collisione fra due stelle che genererà una deflagrazione immensa. La rivelazione è stata fatta dai ricercatori del Dipartimento di Fisica e Astronomia del Calvin College, nel Michigan, che sono riusciti a predire con anni d’anticipo questo spettacolare fenomeno.

“È la prima volta che un tale fenomeno viene previsto con tanto anticipo – ha spiegato l’astrofisico Gianluca Masi, che si occupa del Virtual Telescope Project. L’esplosione, nella costellazione del Cigno, darà origine ad un vigorosissimo aumento di splendore di queste stelle, fino a 10.000 volte l’attuale, e promette di diventare, quando sarà al culmine della potenza, uno dei corpi stellari più luminosi del cielo, paragonabile alla stella Sirio. E noi, nel nostro emisfero, saremo in prima fila per goderci lo spettacolo.”

Le due stelle fanno parte di un sistema binario denominato KIC 9832227 che, secondo gli ultimi calcoli degli astronomi, a breve si scontreranno. Le ricerche iniziarono già nel 2013, quando gli studiosi osservarono come l’orbita delle stelle si stesse stringendo sempre di più, facendo avvicinare i corpi celesti.

L’esplosione provocherà un’emissione di luce tale che, per qualche minuto, queste stelle saranno l’oggetto più brillante in cielo.

La collisione, che avverrà presumibilmente nel 2022, causerà appunto una fusione binaria, originando così una “nova rossa.” Nel frattempo, gli appassionati e gli studiosi di tutto il mondo, si preparano ad ammirarne l’esplosione.

Potrà essere vista ad occhio nudo quand’essa si verificherà, mentre al momento si potrà valutare solo l’evoluzione dei corpi celesti, grazie però ad un’attrezzatura adatta.

“Potranno osservarla – ha svelato Gianluca Masi – utilizzando un telescopio con un’apertura di almeno 150 millimetri di diametro”.

Qualche tempo prima lo stesso Masi aveva annunciato la scoperta di un’esplosione spaziale 200 volte più potente della supernova: “ASASSN-15lh è la più luminosa supernova mai scoperta nella storia dell’uomo – aveva svelato lo studioso – ma i meccanismi dell’esplosione restano avvolti nel mistero, e considerate l’immensa quantità di energia che essa ha riversato nello spazio!”»

 

E noi altri dunque, che siamo sì scrutatori del Cielo, ma non di quello (con la “c” minuscola) che permette di sapere se farà più o meno bel tempo, domani o dopodomani, quanto piuttosto, secondo gli insegnamenti del nostro Divino Maestro, quel Cielo che ci offre la possibilità di conoscere i cosiddetti “segni dei tempi”, per conformarci ad agire spiritualmente, nei prossimi, più o meno immediati, tempi futuri.

Le “preziose indicazioni” – che vanno sotto il nome di Avvertimento – pertanto, in questo caso, le attingeremo da ciò che si è potuto conoscere attraverso le straordinarie Apparizioni Mariane di Garabandal (1961-65), la “Fatima spagnola”, apparizioni tenute in gran conto da diversi uomini e donne di Dio, fra i quali, spicca senza dubbio san Padre Pio da Pietrelcina.

In un’apparizione, il 1° Gennaio 1965, trovandosi Conchita da sola ai Pini, la Madonna le parlò dell’AVVERTIMENTO che verrà. Ne parlò scrivendo il 19 Giugno 1965 al P. Laffineur, presente in casa di Conchita a Garabandal a motivo del secondo messaggio, ricevuto il giorno prima.

Dice così il suo scritto:

         “L’Avvertimento che la Vergine ci invierà. Sarà come un castigo, per avvici-  nare i buoni ancora di più a Dio e per avvisare gli altri che si convertano o         altrimenti avranno quello che si meritano. Che cosa sarà l’Avvertimento non posso dirlo.          La Vergine non mi disse di dirlo. Volesse Dio che, grazie all’Av-   vertimento, possiamo correggerci e peccare di meno contro di Lui!”

Trovandosi ancora sotto l’impressione del contenuto dell’Avvertimento, Conchita glielo dice a sua zia e madrina Maximina, che racconta:

         “Mi disse che qualche giorno soffriremo un disastro orribile dappertutto nel    mondo. Di questo ormai niente ci può scampare. I buoni, per avvicinarli di più   a Dio. I cattivi, affinché si correggano. Dice che sarebbe preferibile morire      anziché soffrire solo cinque minuti questo che verrà. Dice che è orribile, una     cosa che è chiaramente del Cielo. Lo sperimenteranno ovunque nel mondo.     La Madonna disse pure che quando soffriremo questo castigo, non dobbiamo          sopportarlo per i nostri dolori e pene, ma che dobbiamo sopportare tutto per amore di suo Figlio, per tanto come Lo abbiamo offeso, perché non immagi-     niamo quanto abbiamo offeso il Signore. Quanto sarà orrendo! Se io potessi dirlo come Conchita lo disse a me, che, se io non sapessi del Castigo, quale   castigo maggiore di questo!”

   Conchita in quel tempo guardava il firmamento, perché l’Avvertimento, che verrà prima del Miracolo per purificarci, prima si vedrà nel firmamento come un segno celeste che Dio ci darà e poi passerà nel nostro interno.

 

   Domanda: L’Avvertimento sarà una cosa visibile o qualcosa che sentiremo interiormente, o entrambe le cose?

   Risposta: L’Avvertimento è una cosa che viene direttamente da Dio e che si potrà vedere in tutto il mondo, dovunque ognuno si troverà.

  1. L’Avvertimento rivelerà i peccati di ognuno nel mondo, qualunque sia la sua fede, e persino agli atei?
  2. Sì, l’Avvertimento sarà come una rivelazione dei nostri peccati, e sarà visto e sperimentato sia dai credenti che dai non credenti e dalle persone di ogni religione.
  3. È vero che l’Avvertimento farà sì che molte persone si ricorderanno dei morti?
  4. L’Avvertimento sarà come una purificazione per prepararci al Miracolo. Sarà anche una sorta di catastrofe. Farà pensare ai morti, cioè, preferiremo morire piuttosto che sperimentare l’Avvertimento.
  5. Riconoscerà il mondo e accetterà l’Avvertimento come un segno mandato direttamente da Dio?
  6. Non c’è dubbio; per questo credo impossibile che il mondo sia così indurito da non cambiare. (14 Settembre 1965).

 

  1. Alcune persone dicono che è possibile che l’Avvertimento sia un fenomeno naturale, sebbene Dio se ne servirà per rivolgersi all’umanità. È vero questo?
  2. L’Avvertimento sarà una cosa soprannaturale, che la scienza non potrà spiegare. Lo si potrà vedere e sentire.
  3. Conchita, puoi spiegare l’affermazione che durante l’Avvertimento conosceremo noi stessi (quello che siamo) e i peccati che abbiamo fatto?
  4. L’Avvertimento sarà la correzione della coscienza del mondo.
  5. E che puoi dire dei tanti che non conoscono Cristo; come comprenderanno l’Avvertimento?
  6. Quelli che non conoscono Cristo (che non sono cristiani), crederanno che è un Avvertimento di Dio. (Ottobre 1968).

 

  1. Che succederà il giorno dell’Avvertimento?
  2. La cosa più importante quel giorno sarà che tutte le persone del mondo vedranno un segnale, una grazia o un castigo nel loro interno, vale a dire, un Avvertimento. Ognuno si troverà totalmente solo nel mondo in quel momento, indipendentemente da dove stia, solo con la propria coscienza e davanti a Dio. Vedranno allora tutti i loro peccati e quello che i loro peccati hanno causato.
  3. Lo sentiremo tutti allo stesso tempo?
  4. Sì, allo stesso tempo.
  5. Quanto durerà: mezz’ora, un’ora?
  6. Sinceramente, non so. Credo che solo cinque minuti sarebbero sufficienti.
  7. Come lo sentiremo?
  8. Tutti lo sentiremo in modo diverso, perché dipenderà della coscienza di ognuno. L’Avvertimento sarà qualcosa di molto personale, perciò tutti reagiremo in modo diverso. La cosa più importante sarà riconoscere i nostri propri peccati e le loro funeste conseguenze. Avrai una visione dell’Avvertimento differente dalla mia, perché i tuoi peccati sono differenti dai miei.
  9. Mi accadrà qualcosa a motivo dei miei peccati? Voglio dire, subirò dei danni fisici e causa dei miei peccati?
  10. No, a meno che non sia conseguenza dell’impressione prodotta, per esempio, un attacco al cuore.
  11. Cioè, non produrrà danni fisici, ma sarà un comparire davanti a Dio, solo con i miei peccati. E le mie buone opere, le vedrò anche?
  12. No. Sarà soltanto un Avvertimento per vedere le conseguenze dei nostri peccati. Sarà anche come una purificazione prima del Miracolo, allo scopo di vedere se con l’Avvertimento e con il Miracolo ci convertiamo.
  13. Allora questo Avvertimento può accadere in qualsiasi momento?
  14. Sì, ma non so in quale data avverrà. (1973).

 

  1. Quando hai saputo dell’Avvertimento, per la prima volta, e chi te l’ha detto?
  2. La sola cosa che ricordo chiaramente è che fu la Madonna che me ne parlò.
  3. Vuoi ripeterci quello che sai dell’Avvertimento?
  4. Quello che adesso ricordo è che la Madonna mi disse che, prima del Miracolo, Dio ci invierà un Avvertimento per purificarci o prepararci a vedere il Miracolo, affinché in questo modo possiamo ricevere la grazia sufficiente per cambiare la nostra vita, indirizzandola verso Dio. Mi disse ciò che sarà l’Avvertimento, ma non la data. Non mi è permesso di dire che cosa sarà, ma sì, posso dire come avverrà più o meno. È un fenomeno che sarà visto e avvertito dappertutto nel mondo; sempre faccio l’esempio di due stelle che si scontrassero. Tale fenomeno non produrrà dei danni fisici, ma ci spaventerà, perché proprio in quel momento vedremo le nostre anime ed il danno che abbiamo fatto. Sarà come se fossimo in agonia, ma non moriremo a causa di ciò, sebbene sarà possibile morire dalla paura o dallo sgomento di vedere noi stessi. Voglia perdonarmi la Madonna se non ho saputo spiegarlo così come è, ma sto cercando di dire, per quanto ne so, come sarà quel giorno l’Avvertimento.
  5. Hai visto o sentito dire qualcosa circa l’Avvertimento?
  6. La Madonna mi disse che avverrà.
  7. Se l’Avvertimento durerà solo alcuni minuti, lo ricorderà il mondo come una cosa che viene da Dio o semplicemente sembrerà un sogno o un’illusione?
  8. Mai ho detto che l’Avvertimento durerà soltanto un istante. Quello che ho detto è che, anche se fosse un momento, sarà molto impressionante e terribile. Nessuno avrà il benché minimo dubbio che viene da Dio e che non è qualche cosa di umano. Io, che so di che si tratta, temo molto quel giorno.
  9. Tanti anni fa ci dicesti che l’evento che accompagnerà l’Avvertimento inizia con la lettera “A”. Siccome la Madonna non ti ha mai vietato di dirlo, potresti dirlo adesso?
  1. Non lo ha vietato, ma non so perché non l’ho detto e mi sembra che non debbo dirlo adesso.
  2. Una volta dicesti al padre Marcelino Andreu: “Quando si vedrà l’Avvertimento, si saprà che siamo giunti alla fine dei tempi.” Ci puoi spiegare che cosa intendevi dire?
  3. La Madonna ci disse che l’Avvertimento e il Miracolo saranno gli ultimi richiami o eventi pubblici che Dio ci darà. Per questo credo che dopo saremo vicini alla fine dei tempi.
  4. Puoi dare qualche consiglio alla gente affinché si prepari a questo evento?
  5. Sempre dobbiamo essere pronti, in modo da avere pace nell’anima, e non ci attacchiamo tanto alle cose di questo mondo. Dobbiamo invece pensare molto spesso che qui stiamo per prepararci per andare in Cielo e diventare santi. (Febbraio 1977).

 

  1. Ci farà male o ci ferirà l’Avvertimento?
  2. No, per me è come se due stelle… si scontrassero, facendo un enorme rumore e sprigionando una grande luce, ma senza cadere. Non saremo feriti fisicamente, ma lo vedremo. In quel momento, vedremo la nostra coscienza. Vedremo tutto il male delle nostre azioni.
  1. Vedremo tutto il male delle nostre azioni?
  2. Sì, vedremo anche il bene che abbiamo tralasciato di fare. (Agosto 1980).

 

  1. Hai detto che sai l’anno in cui avverrà l’Avvertimento. Ci puoi dire se succederà nei prossimi anni o se è riservato per un futuro più lontano?
  2. No, non posso dire niente.
  3. La Vergine SS.ma ti ha vietato di parlare dell’Avvertimento?
  4. No, ma siccome l’Avvertimento e il Miracolo accadranno nello stesso anno e “lo stesso anno” significa un periodo di dodici mesi, credo nel mio interno che sia meglio non dire niente.
  5. Come sai che l’Avvertimento e il Miracolo avverranno nello stesso anno?
  6. Durante un’apparizione, non ricordo esattamente quando, la Santissima Vergine me lo disse.
  7. Hai detto un’altra volta che quando ci sarà l’Avvertimento tutto si fermerà, persino gli aerei che saranno in volo nell’aria. È vero?
  8. Sì, ma solo per pochi minuti.
  9. Vuol dire che tutto si fermerà ad un certo punto e che in quel momento si produrrà l’Avvertimento?
  1. .
  2. Quando ti fu rivelato questo particolare?
  3. La Santissima Vergine me lo disse nel corso di un’apparizione.
  4. Tutte queste notizie le hai avute in una sola apparizione o la Madonna te ne parlò nel corso di diverse apparizioni?
  5. Me lo disse in una sola apparizione. Non ricordo adesso se mi parlò dell’Avvertimento in altre apparizioni.
  6. Sai quanto tempo durerà l’Avvertimento?
  7. Alcuni minuti.
  8. Hai paura dell’Avvertimento?
  9. Sì. Come chiunque, ho dei difetti e mancanze, e l’Avvertimento me li farà vedere. Questo mi fa temere.
  1. Che altro puoi dirci sull’Avvertimento?
  2. Tutto quello che posso dire è che il giorno è molto vicino e che è molto importante che ci prepariamo, perché sarà qualcosa di terribile. Ci farà essere coscienti di tutto il male che abbiamo fatto. (Mari Loli, 27 Luglio 1975).

 

  1. Hai parlato qualche volta con Conchita delle date dell’Avvertimento, dal momento che tu sai l’anno, e del Miracolo, che lei conosce?
  1. Mai ho parlato con Conchita di quelle date.
  2. Hai qualche consiglio da dare alla gente affinché si preparino all’evento?
  3. Che facciano molta penitenza, che offrano sacrifici, che vadano a visitare il Santissimo Sacramento tutti i giorni, se possono, che recitino il Santo Rosario ogni giorno. (Febbraio 1977).

 

  1. Dal momento che tu sei la persona che sa di più sull’Avvertimento, ci puoi dire se questo evento accadrà prima del Miracolo che è stato promesso?
  1. Tutti lo sperimenteranno, dovunque si troveranno e qualunque sia la loro condizione o la loro conoscenza di Dio… Sarà un’esperienza personale ed interiore. Sembrerà come se il mondo si fosse fermato…, ma di questo nessuno sarà cosciente, perché tutti saranno interamente assorti in loro stessi e vivendo ognuno la propria esperienza.
  2. Parlando adesso della natura dell’Avvertimento, in che modo lo sentiremo?
  3. Sarà come un sentimento interno di pena e di dolore per aver offeso Dio. Dio ci aiuterà a vedere chiaramente il danno che Gli abbiamo procurato e tutte le nostre cattive azioni. Ci aiuterà a sentire quel dolore interiore, perché molte volte quando facciamo il male, ci accontentiamo di chiedergli perdono solo con la bocca, ma adesso, grazie all’Avvertimento, ci aiuterà a sentire fisicamente quel profondo dolore. (29 Settembre 1978).

 

  1. Ricordi quello che la SS. Vergine ti disse circa la tribolazione comunista che verrà prima dell’Avvertimento?
  1. Sembrerà che i comunisti si saranno impadroniti del mondo intero e sarà molto

difficile praticare la religione, che i sacerdoti possano celebrare la Messa o che il popolo possa aprire le porte delle chiese.

  1. È questo ciò che volevi dire quando hai affermato che sembrerà che la Chiesa sia scomparsa?
  1. Sì.
  2. Sarà a motivo delle persecuzioni religiose e non al fatto che la gente lasci di praticare la religione?
  3. Sì, ma penso che molta gente lascerà di praticarla. Chi la praticherà dovrà farlo

clandestinamente.

  1. Ciò accadrà soltanto in Europa oppure anche negli altri continenti?
  2. Non lo so, perché quando mi fu detto, l’Europa era per me il mondo intero. Semplicemente pensai che doveva essere così. La Madonna non specificò il posto. A me sembrò che sarebbe stato dappertutto.
  3. Al presente, il comunismo domina all’incirca il 67% del pianeta. Credi che sia sufficiente perché si avveri la profezia della Madonna?
  1. Sinceramente, non lo so. La mia impressione fu che sarebbe stato più grave.
  2. Detto in altre parole, credi che la situazione diventerà peggiore dell’attuale?
  3. Così ho creduto, secondo le parole della Vergine, ma non so esattamente come sarà in realtà. A me sembrò piuttosto che dovevano essere tutti i paesi del mondo, i luoghi che vidi mentalmente. In molti paesi europei ancora si può praticare la religione.
  4. Allora, la situazione mondiale non è ancora abbastanza cattiva perché succeda l’Avvertimento?
  5. Non sta per succedere ancora, quindi è probabile che le cose peggiorino.
  6. Hai detto che per i sacerdoti sarà molto difficile poter dire la Messa. Te lo disse la SS.ma Vergine o lo hai pensato tu stessa, come conseguenza dell’annunciata tribolazione comunista?
  7. Secondo ricordo, me lo disse la Madonna.
  8. Disse la Madonna che sembrerà come se la Chiesa fosse scomparsa?
  9. Sì.
  10. Disse la Santissima Vergine che il Santo Padre si vedrà costretto ad andare via da Roma quando arriverà l’Avvertimento?
  1. No, ma così a me sembrò; forse in quel momento facevo nella mia mente confusione tra quello che io vedevo e quello che diceva la Santa Madre, perché sono passati tanti anni: fu che nemmeno il Papa avrebbe potuto stare a Roma apertamente, mi comprende? Anche lui sarà perseguitato e dovrà nascondersi come tutti gli altri.
  2. Hai detto che quando verrà l’Avvertimento, gli aerei si fermeranno per aria e tutti i motori si fermeranno. Ti disse questo la Santa Madre?
  3. Disse che tutte le cose, ovunque, si fermeranno per un momento e che tutti avremmo pensato e riflettuto dentro di noi.
  4. Ci saranno dei rumori che accompagneranno l’Avvertimento, come sarebbe per esempio il rumore del vento?
  5. Nel modo come io lo vidi allora, era piuttosto come un profondo silenzio, come un senso di vuoto. Tutto risultava immerso nel silenzio. È così come io lo vidi.
  6. Sette anni fa hai detto che l’Avvertimento doveva arrivare presto. Molte persone pensarono che sarebbe accaduto in quel periodo. Oggi che cosa diresti?
  7. È presto. Tutto mi sembra presto, perché il tempo passa molto in fretta.
  8. Tu sei la sola persona che conosce l’anno dell’Avvertimento. Lo hai detto qualche volta a qualcuno, per esempio, a qualche sacerdote?
  9. No.
  10. Il mondo sarà in guerra quando arriverà l’Avvertimento?
  11. [Non c’è risposta]. (19 Ottobre 1982).

 

  1. Ti ha parlato la Madonna qualche volta dell’Avvertimento?
  2. Sì, me ne parlò, ma non mi disse mai in quale anno sarà. (Jacinta, 17 Agosto 1975).

 

  1. Puoi dirci come sarà l’Avvertimento?
  2. Si vedrà prima nell’aria, in tutto il mondo, e subito dopo si trasmetterà all’interno delle nostre anime. Durerà un tempo molto breve, ma ci sembrerà molto lungo, a motivo di quello che produrrà dentro di noi. Sarà per il bene delle nostre anime, affinché possiamo vedere dentro di noi stessi, nella nostra coscienza, il bene e il male che abbiamo fatto. Sentiremo un grande amore verso nostro Padre e nostra Madre del Cielo e domanderemo perdono di tutte le nostre offese.
  3. Ogni persona sperimenterà l’Avvertimento, indipendentemente dal suo credo religioso?
  4. L’Avvertimento sarà per tutto il mondo, perché Dio desidera la nostra salvezza. Il suo scopo è farci avvicinare di più a Lui ed avere più fede. Perciò, dobbiamo tenerci pronti per quel giorno, ma non si tratta di attenderlo con timore, perché Dio non invia le cose per provocare terrore, ma lo fa con giustizia e amore, per il bene di tutti i suoi figli, affinché raggiungano la gioia eterna e non siano dannati. (Febbraio 1977).

 

  1. Ricordi qualche cosa su una grande tribolazione, il comunismo?…
  2. Sì, era un’invasione, insomma, qualche cosa che mi sembrava come una sorta d’invasione; qualcosa di molto brutto, nella quale il comunismo aveva un ruolo molto importante, ma non ricordo quali nazioni o regioni si vedevano coinvolte. La SS.ma Vergine ci disse con insistenza di pregare. Questi gravi fatti avranno luogo prima dell’Avvertimento, che accadrà quando la situazione sarà nel momento peggiore. (Agosto 1979).

 

  1. Nel 1979, in un’intervista, parlando tu della tribolazione comunista dicesti “mi pareva come un’invasione”. Hai visto scene di quell’invasione?
  2. Delle volte faccio confusione tra invasione e persecuzione.
  3. Dicesti anche che quando tutto sarà nel momento peggiore, accadrà l’Avvertimento. Come lo sai? Te lo aveva detto la Madonna o lo avevi visto in una visione?
  4. La Madonna disse che l’Avvertimento arriverà quando la situazione raggiungerà il momento peggiore. E neppure si tratterà soltanto della persecuzione, perché molti avranno già lasciato di praticare la religione.
  5. Quando arriverà l’Avvertimento, lo sentiranno e lo vedranno tutte le persone nel mondo intero. Persino i bambini piccoli che non hanno ancora l’uso di ragione?
  6. Sì, per questo provammo tanta pena per loro, perché sarà un’esperienza terrificante.
  7. Puoi dirci qualche cosa sulla situazione mondiale quando arriverà l’Avvertimento?
  8. Sarà cattiva. (16 Aprile 1983).

 

Rosanna Maria Boccacci e Sergio Russo

§§§




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

*

Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione, e di libera discussione e confronto costituito da Stilum Curiae, può farlo con una donazione su questo conto, intestato al sottoscritto:

IBAN:  IT24J0200805205000400690898

*

Oppure su PayPal, marco tosatti

*

La causale può essere: Donazione Stilum Curiae




Ecco il collegamento per il libro in italiano.

And here is the link to the book in English.

Y este es el enlace al libro en español


STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK

cercate

seguite

Marco Tosatti




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

*

Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione, e di libera discussione e confronto costituito da Stilum Curiae, può farlo con una donazione su questo conto, intestato al sottoscritto:

IBAN:  IT24J0200805205000400690898

*

Oppure su PayPal, marco tosatti

*

La causale può essere: Donazione Stilum Curiae




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , ,

Categoria:

34 commenti

  • Eufrosine ha detto:

    Pare che già nel 2018 gli autori della previsione rispetto allo “scontro stellare” abbiano ammesso di avere fatto un errore di calcolo. Temo che dovremo attendere ancora. https://www.news.com.au/technology/science/space/how-just-one-typo-had-us-expecting-a-supernova-in-2022/news-story/72bddd7b344b64a8b66fc61bb7936d94

  • Enrico Nippo ha detto:

    Potrei sbagliarmi, ma un paio di risposte del signor Sergio (una a me e una a SE) sembrano abbastanza piccate. Ciò potrebbe essere il segno che per lui la situazione è diventata insopportabile malgrado ostenti una serenità da “bambini tranquilli e fiduciosi nelle braccia del Padre e della Madre”.

    Non è, questa, un’osservazione polemica: il fatto è che un eccessivo profetismo guasta il vivere presente, quasi che il tempo presente non sia l’unico reale.

  • Enrico Nippo ha detto:

    Ma non è meglio vivere il momento presente ottemperando ai propri doveri spirituali e civili, invece di stare sempre con la mente al “futuro” e, alla lunga, sopravvivere in un’attesa ansiosa che non porta nulla di buono?

    • miserere mei ha detto:

      Il Signore Gesù ha insegnato a rispondere in modo secco: si o no (Mt 5,37). Perciò alla domanda rispondo: sì.
      E’ meglio vivere bene il tempo presente, adorando Dio (tutto il resto serve solo a portare luce e sostanza), scrisse Amerio.

      Tuttavia il Signore Gesù ci ha avvertito di che cosa sarebbe successo (Matteo 21,31 e paralleli) dicendo state pronti, perché nell’ora che non immaginate, il Figlio dell’uomo verrà.

      La Madonna, come ogni mamma, ha avuto il permesso di avvertire i figli. Il problema è: siamo figli? Ovvero, ragioniamo da figli di quella madre, da figli nel Figlio di quel Padre? Se così fosse, l’avvertimento, i richiami e tutto il resto hanno grande valore. Viceversa l’adulto emancipato e benpensante liquida tutto come “la solita solfa”, facendo spallucce e pensando al futuro secondo un nuovo modo di pensare insofferente al passato.

      Questo articolo non dice di non vivere bene i doveri presenti. Anzi: forse lo dobbiamo fare come no mai.
      Resta il fatto che nel 2022 è previsto (scientificamente) un evento astronomico inedito in tempi storicamente attestati. Questo evento, la cui portata non è nota (se fosse solo la lucina di Sirio, verrebbe da dire nulla di che) bene si attaglia a ciò che Conchita (incapace di dargli un nome) disse molti decenni fa dopo averlo sentito in visione a Garabandal. Liberi di non credere che fosse la Madonna, né là, né a Fatima, né altrove. Liberi di pensare che i vangeli non volessero dire per noi quel che c’è scritto. Liberi di pensare di cavarcela con le nostre mani, da uomini.

      Liberi anche di costruirsi l’arca, come Noè, avvertito.
      Non ci sarà un altro diluvio: l’ha detto Dio.
      A Lui la fantasia del come, a noi di prepararci.
      Ascoltando la Mamma! Sempre.

    • Sergio Russo ha detto:

      L’attesa ansiosa magari potrà prendere tipi come lei, noi siamo invece come bambini tranquilli e fiduciosi nelle braccia del Padre e della Madre…

    • BARTOLOMEO ha detto:

      Quello che, forse, le sfugge, è che è possibile vivere nel presente e nello stesso tempo pensare anche al futuro, ma senza l’ansia che lei postula.

    • Sergio Russo ha detto:

      Che avvenga o non avvenga nessuno al mondo lo può sapere con certezza… A noi premeva che sempre più lettori si informassero adeguatamente sull’Avvertimento!

  • Forum Coscienza Maschile ha detto:

    Le cosiddette apparizioni di Garabandal sono state da tempo sconfessate dalla Chiesa, a differenza di quelle di Fatima e La Salette che pure parlano, e non sono le uniche, di apostasia diffusa (“in Portogallo si conserverà il dogma della fede ecc.”)
    Il messaggio di Garabandal è vago nella sostanza e si differenzia nettamente dagli altri nella forma.
    Mai la Madonna aveva usato termini come “avvertimento” (non si diceva segno nel Cielo?)
    L’espressione dei cd. “veggenti” (oggi emigrati, sposati e disillusi sulla vicenda) durante quei fenomeni è agghiacciante, come inquietante e diabolicamente grottesca è la vicenda di quel sacerdote che, prima di morire improvvisamente, commenta banalmente i fatti: “E’ stato il più bel giorno della mia vita”. No, il Cielo non agisce così

  • Silvia ha detto:

    Io e mio marito siamo stati a Garabandal ad aprile 2011. È un luogo di grande pace. Crediamo alle apparizioni avvenute lì ed è sicuramente un luogo benedetto.

  • Tonino T. ha detto:

    Estratto dall’articolo:
    1. No, ma così a me sembrò; forse in quel momento facevo nella mia mente confusione tra quello che io vedevo e quello che diceva la Santa Madre, perché sono passati tanti anni:
    —> fu che nemmeno il Papa avrebbe potuto stare a Roma apertamente, mi comprende? Anche lui sarà perseguitato e dovrà nascondersi come tutti gli altri. <—-

  • luca ha detto:

    potresti chiarire la fonte.? non per sfiducia ma per approfondire l articolo…..perchè io non ho trovato niente…grazie

  • stilumcuriale emerito ha detto:

    Evento straordinario perchè avviene una volta ogni 10000 anni? Straordinario per noi che al massimo viviamo 100 anni ma non per l’universo che di anni ne ha circa 13,7 miliardi. Se eventi simili si verificano ogni 10.000 anni , ne sono già avvenuti 1.370.000. L’ho calcolato col pallottoliere di Scarpe Grosse.

    • Sergio Russo ha detto:

      Noi non crediamo a Darwin, ma in Gesù Cristo e nella storia sacra: si tenga pure le favole, ché noi ci teniamo la Verità!

      • stilumcuriale emerito ha detto:

        Darwin, Gesù Cristo, le favole? Che c’entrano con banali osservazioni su eventi fisici conosciuti? Secondo lei quanti anni ha l’universo fisico che conosciamo? E se lei mi dice che un certo evento accade una volta all’ora e io le rispondo :OK adesso sono le 13:10 quindi oggi è già avvenuto 13 volte che ragione ha di prendersela con me?

  • Grog ha detto:

    Ho i miei dubbi che una collisione stellare possa illuminare a giorno la terra. Comunque, come in tutti questi casi, chi vivrà vedrà.

  • MARIA GIULIA SCACCHI ha detto:

    Anch’io ho maturato il convincimento che quest’evento celeste sia strettamente connesso a Garabandal ma quando se ne parlò sul web uscirono subito le smentite che asserivano che i calcoli erano sbagliati e che gli stessi che li avevano fatti li avevano ritrattati riconoscendo l’errore: non sarebbe accaduto nel 2022. Se queste “smentite” avevano zampino malefico tutto si spiegherebbe, in considerazione del fatto che quest’anno “contiene” il 6/6//6 (2022=2+2+2) e mi pare che tra gli altri eventi preveda anche il congresso delle religioni mondiali a Nursultan (già Astana)

  • Tutus ha detto:

    In Daniele XII
    11. Et a tempore cum ablatum fuerit iuge sacrificium, et posita fuerit abominatio in desolationem, dies mille ducenti nonaginta. 12. Beatus, qui expectat, et pervenit usque ad dies mille trecentos trigintaquinque.
    8 marzo 2020, 3 novembre 2023. Dopo Ognissanti e il Giorno dei morti. Soffermatevi sulla parola “ablatum”.
    Interessante anche la grande congiunzione del 18 marzo 2020 in riferimento alle immagini di Bergamo.
    Al di là di tutto, De die autem illa, et hora nemo scit…veniet dominus servi illius in die, qua non sperat, et hora, qua ignorat… dixit ei: Serve male, et piger, sciebas quia meto ubi non semino, et congrego ubi non sparsi… Et inutilem servum eiicite in tenebras exteriores: illic erit fletus, et stridor dentium (Matth.XXIV,36,50.XXV,26,30).

    • Rosanna Maria ha detto:

      Sì Totus a proposito di quello che dici, colgo l’occasione per ribadire a tutti che i segni dei tempi ci sono tutti, anche se gli scienziati si fossero sbagliati e le due stelle citate non fossero quelle il segno che aspettiamo prima dell’Avvertimento, c’è sempre la Grande Tribolazione che è iniziata: la grande apostasia, il comparire della figura del Falso profeta, le leggi iniquie contro la legge di Dio(aborto, eutanasia, sconvolgimento della famiglia naturale ecc, teoria dei gender) ,l’azione della Massoneria che vuole distruggere la religione cattolica.
      I segni ci sono tutti, siamo nella seconda settimana dei Daniele, la Chiesa è al Venerdì Santo. e allora non sarà importante sapere se è oggi o domani questa fine dei tempi, ma sarà importante fare una buona confessione e mantenerci in grazia perchè tra poco il Signore viene.
      Mc 13,24-32 [In quel tempo] Gesù disse ai suoi discepoli: «In quei giorni, dopo quella tribolazione, il sole si oscurerà, la luna non darà più la sua luce, le stelle cadranno dal cielo e le potenze che sono nei cieli saranno sconvolte. Allora vedranno il Figlio dell’uomo venire sulle nubi con grande potenza e gloria. Egli manderà gli angeli e radunerà i suoi eletti dai quattro venti, dall’estremità della terra fino all’estremità del cielo. Dalla pianta di fico imparate la parabola: quando ormai il suo ramo diventa tenero e spuntano le foglie, sapete che l’estate è vicina. Così anche voi: quando vedrete accadere queste cose, sappiate che egli è vicino, è alle porte. In verità io vi dico: non passerà questa generazione prima che tutto questo avvenga. Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno. Quanto però a quel giorno o a quell’ora, nessuno lo sa, né gli angeli nel cielo né il Figlio, eccetto il Padre.»

  • Rugiada ha detto:

    fonti spirituali in cui si parla dell’Avvertimento :

    https://www.garabandal.it/it/rss-it/91-che-cos-e/1353-l-avvertimento

    ne parla dell’Avvertimento , La misericordia divina nella mia anima Libro di Maria Faustina Kowalska

    ( lo cita ne ) Avvisi dall’altro mondo sulla Chiesa del nostro tempo Libro di Bonaventura Meyer

    ma sopra tutto ne parla Il Libro della Verità che si trova in italiano nel sito : https://messaggidagesucristo.wordpress.com/tutti-i-messaggi/

  • Che dolore ha detto:

    “La situazione mondiale sarà cattiva”.
    Cattiva più di questa? Può darsi, anche se questa è davvero insopportabile. Dobbiamo essere pronti, abbandonare i nostri peccati, anche se, pensando a me, ne commento certi mai prima commessi, per i quali chiedo continuamente perdono, ma che poi, nella mia grande fragilità, puntualmente ripeto. In che consistono? Nella rabbia della sopraffazione che subiamo, nel sentimento di rancore verso questa gente che ci schiavizza, nel non amare questo “prossimo” che mi è così avverso, così contrario, nell’essere così distante dalla serenità del cuore che il Vangelo mi chiede. E mi domando continuamente come si fa a non provare tutto questo nel clima che respiriamo, fra i vapori solfurei che ci avvolgono, nella consapevolezza dell’abbandono di chi doveva difenderci e si è invece alleato col mondo. Ecco, rabbia anche verso costoro, rabbia per i loro tradimenti, le mancanze, i divieti…
    Mai fatti in tutta la mia vita peccati così. “Prega, ché bisogna pregare in questo momento di persecuzione” mi dice il mio caro umile prete da cui mi confesso ultimamente con sollievo dell’anima mia. E aggiunge: “persecuzione per tutti” sottintendendo i sacerdoti come lui, lui, che per grazia ho trovato e grazie al quale, almeno una volta a settimana posso ricevere degnamente il Corpo di Cristo. Che la Madonna mi soccorra e mi ottenga la grazia della tranquillità anche in mezzo alla terribile prova e alla tempesta e se dovessi ancora vivere quando l’Avvertimento avverrà, possa io provare il minor dolore possibile.

  • Gianfranco ha detto:

    Mah, a quanto pare è una balla:
    https://www.reccom.org/anno-2022-collisione-stellare/

    • Massimiliano ha detto:

      Che sia una balla o meno stia tranquillo perché l’avvertimento presto o tardi ci sarà. Che piaccia o meno. Saluti.
      Massimiliano

    • Cercatore ha detto:

      In ogni caso ovviamente l’avvertimento se dovrà essere ben visibile non sarà un incontro di stelle, che darà vita ad un evento di luminosità poco maggiore di Sirio. Come a dire che chi non guarderà almeno con un binocolo nemmeno se ne accorgerà…

  • Lucia Buttaro ha detto:

    Confermo tutto quanto compreso che quella “A” è da riferire alla parola ASTEROIDE. Ci sarà una luce strabiliante ma subito dopo un terribile buio, terremoto e sotto il pavimento striscerà Satana. Avverrà un cataclisma e sarà orrendo sentire i demoni girare per le strade e bussare alle porte. Tre giorni di buio, fame,sete, freddo, angoscia e poi il grande esame di coscienza. L’asteroide starà poi per colpire la terra e Gesù lo schiverà per dimostrare alla scienza che nulla è impossibile a Dio. Ci saranno diverse prove che l’umanità dovrà affrontare per questo motivo ci sarà una convergenza tra l’Avvertimento di Garabandal e i 10 castighi di Medjugorje. Io sarò in vita e anch’io penso che avverrà presto. Nel 2022? È possibile perché nei miei ricordi c’è che il Papa, Francesco proclamerà il dogma di Maria Corredentrice dopo aver SCOMUNICATO la Chiesa di Germania. Nelle visioni la Madonna ,a seconda di come la”anima espiatrice corrisponde al piano di salvezza, può anche ridurre oppure eliminare o prorogare i castighi. Qualche ora prima della esplosione di Iroscima e Nagasaki la Madonna mi tenne con sé tutta la notte dicendo che il mondo Satana lo voleva distruggere. Tra lacrime, suppliche mi addormentai rassegnata alla fine. La mattina mi sorpresi di essere ancora in vita su questo pianeta ma avevano gettato l’atomica su Iroscima. In fede.

    • EMANUELE ha detto:

      Mi scusi in che senso “È possibile perché NEI MIEI RICORDI c’è che il Papa, Francesco…” e “Qualche ora prima della esplosione di Iroscima e Nagasaki la Madonna MI TENNE CON SE’ tutta la notte…”???

    • Alda ha detto:

      Ma chi è che parla? Non si capisce chi ha avuto queste visioni…

  • arrendersi all'evidenza ha detto:

    Su un articolo del 2017 che tratta dell’argomento ho letto che la data stimata dell’evento è 2022,2 +/- 0,7 anni.
    Si va dal 2021,5 (giugno/luglio 2021) al 2022,9 (novembre 2022).
    Se fosse proprio preciso-preciso cadrebbe nella prima metà di marzo, puntuale per l’inizio della quaresima… Quest’anno le ceneri saranno meno simboliche?

    Quella di Garabandal è un’apparizione tra le più indigeste per il modernismo ecclesiale: capitò in corrispondenza del Concilio e dopo la decisione di non rivelare il messaggio di Fatima (nel 1960), alludendovi a proposito dei “profeti di sventura”.

    Adesso che siamo decisamente sventurati, ai massimi livelli e con complicazioni imminenti, la Madonna consegna il sollecito del mancata presa in carico dei messaggi precedenti.

  • Marasciulo Vitantonio ha detto:

    Dico subito grazie a Russo e Boccacci per il coraggio di sollevare temi che sgomentano ma aiutano. Da persona di fede che sono in quanto peccatore, mi sento di far eco a quanto letto. Che l Avvertimento è un fatto reale che si attende entro l’anno. Chi segue Cristo in Maria, pur peccatore, ha dentro di sé la convinzione che vi sarà un evento straordinario, soprannaturale, anke grz alla presa di coscienza dei 10 segreti di Medjugirje, di Fatima, di Garabandal. Dio non ci abbandona mai, così come oggi, quando tutto sembra perduto. Ci vuole svegliare e prendere coscienza del male del peccato, a significare k l’anima appartiene a Dio. L’avvertimento ci farà ritornare a ciò k siamo : creature di Dio. Lo scritto ci invita a vivere Cristo nella preghiera, Eucaristia, nella carità. Con nell’animo la preghiera del Magnificat che quell’avvertimento illuminerà.

  • SOLDATO AGLI ORDINI DI CRISTO ha detto:

    ‘Subito dopo la tribolazione di quei giorni, il sole si oscurerà, la luna non darà più il suo splendore, le stelle cadranno dal cielo e le potenze dei cieli saranno scrollate’ Mt 24, 29

    Seppure l’Avvertimento di cui si parla nel post sia ‘leggermente’ diverso, più ‘forte’ a livello emozionale e di intelletto, a dicembre 2019 si è potuta osservare, nel cielo, una luna alquanto angosciante di colore rosso scuro (e non erano previste eclissi o altri fenomeni) mentre a novembre 2021 la luna era circondata da un ben distinto, perfettamente circolare, luminoso alone rosso che poi si allungava fino a raggiungere la forma di un’ellisse irregolare… Preghiamo!

Lascia un commento