Ostracismo. La chiara e inequivocabile frase di Adolfo Draghi. Verso il Regime.

25 Novembre 2021 Pubblicato da 19 Commenti

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, con le decisioni prese ieri dal governo il nostro Paese ha compiuto un altro passo – inimmaginabile fino a qualche tempo fa – verso la fine della convivenza civile e politica come l’abbiamo vissuta dal 1945 in poi. Grazie a un’emergenza fittizia, creata sulla base di una malattia curabile, l’esecutivo ricatta i cittadini – e i bambini! – perché si sottopongano a un esperimento medico sicuramente pericoloso, dagli effetti incerti, e scarsamente efficace nel bloccare il “contagio”. Grazie alla servile complicità dei media, che rispondono a interessi diversi da quelli del bene comune e dell’informazione, e della magistratura, che mai come in questo caso ha rivelato e rivela quotidianamente nella sua ignavia e assenza il grado di corruzione che divora i suoi membri. Non possiamo che condividere quello che scrive qui sotto l’amico e collega Paolo Deotto. Buona lettura, e coraggio. Ne avremo bisogno.

§§§

 

Ostracismo. La chiara e inequivocabile frase di Adolfo Draghi

 

L’auspicio è che queste persone (chi non è in possesso di Green Pass – n.d.r.) attualmente penalizzate dalle misure adottate possano tornare a essere parte della società come tutti noi.

 

Non voglio annoiarvi con l’elenco delle nuove restrizioni che dovremo subire in virtù degli ultimi diktat governativi. Quando questo articolo sarà pubblicato, le avrete già apprese da giornali, radio e televisioni. Né voglio annoiarvi ricordando che questa imposizione de facto del “vaccino” è non solo illegittima, ma anche inutile e pericolosa, visto che il “vaccino” non immunizza, non impedisce di contagiare, ma in compenso ha già mostrato molti effetti avversi, sempre più difficili da tenere nascosti da parte del regime.

Il vero capolavoro operato dai cialtroni di governo è stato quello di creare un clima di suggestioni così diffuso e profondo, che ormai tanta gente salta come una molla se tentate di fare un minimo ragionamento sui dati di fatto. Niente da fare, tanti, troppi italiani, sudditi ex-cittadini, vogliono avere paura, perché in quella paura si sono avvolti come nella coperta di Linus, hanno chiuso gli occhi e aspettano che il papà romano, severo ma buono, li porti per manina alla salvezza. Un tale trionfo del rincoglionimento generale non ha paragoni nella Storia.

Ergo, lasciamo perdere e parliamo d’altro. Del resto, al più dal 6 dicembre se dovrò andare da Lambrate a Baggio non potrò più usare metropolitana e autobus. Certo, potrò scegliere se andare con la mia macchina o a piedi. Se vorrò bere un caffè, dovrò chiederlo da fuori, perché non potrò entrare nel bar. Non potrò mangiare al ristorante, non potrò andare al cinema o a teatro e così via. Insomma, non potrò fare più un sacco di cose, ognuna delle quali, e anche tutte messe assieme, non valgono un grammo della mia dignità di uomo libero. Non correrò certo a farmi inoculare un farmaco oscuro, che di danni ne ha già fatti tanti, perché andrò in crisi di astinenza da pizzeria. Ma non posso andare in crisi di astinenza da dignità.

Fatte queste considerazioni, vorrei sottolineare una frase molto interessante pronunciata da Adolfo Draghi nella conferenza stampa tenuta dopo il Consiglio dei ministri (vedi su https://www.adnkronos.com/super-green-pass-draghi-prudenza-per-difendere-normalita_1tKexWFj21U2JolZhRokiy?refresh_ce ):  L’auspicio è che queste persone (chi non è in possesso di Green Pass – n.d.r.) attualmente penalizzate dalle misure adottate possano tornare a essere parte della società come tutti noi.

Chiaro, no?

La “società” è costituita dalle persone che, allineate e con il deltoide disciplinatamente scoperto per ricevere la Magica Iniezione, hanno mostrato di essere brave e obbedienti.

Poi ci sono gli “altri”, gli stravaganti, ormai definiti dall’informazione di regime in mille modi (fanatici, topi, estremisti, deliranti, e chi più ne ha più ne metta). Questi sono così cattivi che Adolfo ha deciso che non fanno parte della “società”, la quale, peraltro, li riaccoglierà benevolmente tra le sue braccia una volta fatto il buchino di ordinanza nel deltoide, più ovviamente la seconda dose, la terza, la quarta, la quinta e via andando, tanto sappiamo già che non finirà mai.

Ci sono i membri della “società”, “tutti grigi, come grattacieli, con la faccia di cera”, come li avrebbe definiti Adriano Celentano nella canzone “Un albero di trenta piani”. Per loro, non mancheranno mai panem et circenses. E poi ci sono i non-membri della società. Gli ostracizzati.

Certo, un tempo era più semplice, nell’antica Atene, che inventò appunto l’ostracismo. Il cittadino che veniva considerato un pericolo, semplicemente veniva buttato fuori, mandato in esilio. Oggi come si fa a esiliare qualcuno? E allora lo si tiene benevolmente in Patria, ma si fa il possibile per farlo morire, chiudendogli via via tutti gli spazi.

A quando il “Green Pass” anche per andare al supermercato? Esagero? Forse. Ma considerate, cari amici, che tutto quello che sta accadendo da quasi due anni e che ormai viene accettato passivamente da troppi italiani, era impensabile solo, appunto, due anni fa.

E a quando il “Green Pass” per essere ricoverati, per essere operati? Pazzesco? Speriamo. In questi giorni comunque è circolata una notizia che ha un sapore di umorismo assai macabro: nel Regno Unito, non so quale associazione che garantisce assistenza agli aspiranti suicidi per suicidarsi bene, offre i suoi servizi solo a chi è munito di certificazione analoga al nostro “Green Pass”.

Vedremo i prossimi provvedimenti che Adolfo, nella sua inarrivabile saggezza, riterrà opportuni. Tanto, Vidkun Mattarella firma tutto e i buffoni che si definivano di “destra” e sono corsi ad accucciarsi ai piedi di Adolfo, ormai gareggiano con il PD per essere i primi ad approvare. Giorno dopo giorno, passo dopo passo, sulla strada per l’inferno.

Insomma, il Presidente del consiglio ha un nuovo potere che non conoscevamo: può definire chi “fa parte”, e chi no, della società. Tanti, ma tanti anni fa, mi sono laureato proprio con una tesi in Diritto Costituzionale, con l’onore di avere come relatore un grande giurista come il prof. Giorgio Balladore Pallieri. Questa prerogativa del Presidente, non ce l’aveva mai insegnata…

A parte gli scherzi, i traditori che siedono tra Palazzo Chigi e il Quirinale stanno lavorando con lena per distruggere ciò che resta dell’Italia. Hanno tradito il popolo, hanno tradito la Patria, non hanno la minima dignità.

E vorrei chiudere con una domanda, non retorica, ma fatta molto seriamente. Gli uomini delle Forze di Polizia e delle Forze armate – tra l’altro, tra i nuovi destinatari dell’infame obbligo vaccinale – fino a quando sporcheranno la dignità delle loro divise e la memoria dei loro Caduti facendo da stampella a questo infame regime?

Dio salvi l’Italia.

§§§




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

*

Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione, e di libera discussione e confronto costituito da Stilum Curiae, può farlo con una donazione su questo conto, intestato al sottoscritto:

IBAN:  IT24J0200805205000400690898

*

Oppure su PayPal, marco tosatti

*

La causale può essere: Donazione Stilum Curiae




Ecco il collegamento per il libro in italiano.

And here is the link to the book in English.

Y este es el enlace al libro en español


STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK

cercate

seguite

Marco Tosatti




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

*

Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione, e di libera discussione e confronto costituito da Stilum Curiae, può farlo con una donazione su questo conto, intestato al sottoscritto:

IBAN:  IT24J0200805205000400690898

*

Oppure su PayPal, marco tosatti

*

La causale può essere: Donazione Stilum Curiae




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , ,

Categoria:

19 commenti

  • giovanni ha detto:

    Dar ragione a Paolo Deotto e’ il minimo sindacale, con il materiale che producono il varano e i suoi sodali dell’ex arco costituzionale, col Quirinale che funge da studio notarile ci va’ giu’ facile, ha solo l’imbarazzo della scelta.

  • clesinger63 ha detto:

    La frase finale di Paolo Deotto va letta senza ambiguità. E’ un appello preciso a un colpo di stato militare

    • paolo deotto ha detto:

      Ci tengo a precisare: non ho fatto un appello a un colpo di stato militare, che probabilmente non risolverebbe nulla e per il quale comunque non credo che le nostre FFAA siano preparate.
      Il discorso è molto più semplice: se da parte principalmente delle Forze di Polizia ci fosse un rifiuto ad obbedire a ordini ingiusti e/o palesemente illegittimi, tutto il castello di Lorsignori inizierebbe a tremare.
      Del resto, c’è già grande malcontento tra gli uomini delle FFAA e di Polizia. È vero che purtroppo abbiamo dovuto assistere anche a comportamenti arroganti e autoritari, ma sono eccezioni. Non credo davvero che la gran parte dei poliziotti, agenti e militari siano contenti di tormentare la gente perbene, quando si trovano spesso le mani legate nel combattere il crimine.
      Sono convinto che uno, due, tre episodi di rifiuto di obbedienza a ordini assurdi e spesso puramente persecutori manderebbe in confusione la banda dei cialtroni romani e i loro datori di lavoro internazionali, che per adesso si reggono sulla grande suggestione di massa. Potrebbe essere la prima carta che cade in un castello di carte che per ora si regge, ma che non nessuna vera base solida.
      Tra l’altro, tra le Forze dell’ordine ci sono ancora sindacati liberi, non integrati nel sistema politico-truffaldino, che potrebbero giocare un ruolo molto importante.

      • Miserere2 ha detto:

        ….anche perché un colpo di stato militare potrebbe vaccinare a forza tutti e poi fargli smaltire il vaccino con l olio di ricino così veramente si capisce sulla propria pelle Auschwitz.

    • ex : ha detto:

      Veramente il colpo di Stato l’hanno fatto quelli che hanno ridotto a carta straccia la Costituzione (a detta non mia ma di autorevoli giuristi, anche costituzionalisti).

      Pertanto una reazione che riporti sul binario della legittimità (nessuno si augura spargimento di sangue, ma…) non potrebbe essere considerata colpo di Stato visto che ad esso si opporrebbe, e quindi non sarebbe cosa riprovevole, anzi, benemerita.

  • Alberto Speroni ha detto:

    ecco dove non riesco più a dire qualcosa a ………….: Oggi 25/11/21
    Un’amica
    1 “ Alberto, sono nei guai. Io credo, spero che Il Signore faccia qualcosa prima del 15 di Dicembre. Oppure i miei figli non mangeranno più?”
    2 Un’altra amica
    “Io non faccio altro che pregare. Gesù in questo momento è l’unico in cui credere è che mi da la forza di andare avanti. Purtroppo anche io come tanti ho mutuo e tante spese da pagare ma credo che la mia vita sua più importante di ogni altra cosa.”
    3 ed ecco un amico anche lui resistente irriducibile ,è da gg ospite momentaneo in una casa ormai in disuso senza nient’altro che l’acqua corrente e attrezzatura da campeggio in attesa imminente di luogo più idoneo
    4 ……………………………………………………………………..
    5 ……………………………………………………………………………………..
    NB: sofferenza per loro e impotenza sono ulteriori croci da portare invocando che non succeda che …………!

  • Maria Grazia ha detto:

    Oltretutto Draghi & C. sono stati così vigliacchi da introdurre il super green pass dal 6 dicembre al 15 gennaio per impedire ai non vaccinati di raggiungere i parenti , nel periodo natalizio, se non con mezzi privati, sapendo che in un periodo in cui le nevicate abbondanti e la fitta nebbia farebbero ritenere più prudente far ricorso ai mezzi pubblici. Neanche i più biechi regimi della Storia erano stati così perfidi da impedire anche il minimo spostamento coi mezzi pubblici ai propri cittadini. A questo si è arrivati perchè sono riusciti ad inoculare nel cervello della gente che i non vaccinati siano gli untori, la causa unica della permanenza del covid. Se non si riesce scientificamente ad opporsi ai ragionamenti sensati nei no vax allora si ricorre alla forza, a limitare la loro libertà di azione e di movimento. Non c’è dubbio, vista la situazione in cui siamo arrivati, che Draghi possa, impunemente, stringere ancora di più la corda impedendo ai non vaccinati anche il rifornimento di cibo: la strada è ormai aperta.

  • Luciano Motz ha detto:

    Ecco, io vi mando come pecore in mezzo ai lupi, siate dunque prudenti come serpenti e semplici come le colombe. (Mt 10, 16).
    Da alcuni dati che ho letto di sfuggita, le dosi di vaccini somministrate sinora nel mondo superano i nove miliardi. Fate un conticino su quale è il prezzo di una dose, moltiplicatelo per nove miliardi e avrete la somma che i Big Pharma hanno sinora incamerato grazie al Covid19, nonché un’idea di che cosa incasseranno nel prosieguo. Ecco, perché siamo in mezzo ai lupi.
    E Draghi (che io più che Adolfo soprannominerei Josif, poiché Hitler era uno psicopatico ma Stalin lucidissimo), lo sappiamo, è un esponente della grande finanza mondiale.
    Che cosa significava Gesù? Ce lo spiega san Giovanni Crisostomo, guarda caso nella seconda lettura dell’Ufficio di oggi.
    Finché saremo pecore, con la nostra mansuetudine, saremo invincibili per tutti, ma se diventeremo lupi, saremo sconfitti, perché saremo privi dell’aiuto del Pastore.
    E come il serpente abbandona tutto, anche il corpo, e non si oppone, pur di risparmiare la testa, anche noi abbandoniamo tutto, pur di salvare la fede. La dignità, scrive Paolo Deotto, ma la ragione principale del nostro rifiuto del vaccino è la fede.
    Inoltre, la semplicità della colomba, perché non dobbiamo vendicarci di chi ci offende e ci toglie ogni diritto, anche quelli garantiti dalla Costituzione.
    Draghi svolge il suo mandato, è per questo che l’hanno paracadutato al governo. Ma è il cattolico Mattarella che avalla i provvedimenti. Tanto per significare in che tempi viviamo.
    Quindi, non aspettiamoci, né invochiamo un pronunciamento delle Forze Armate, non lasciamoci andare a reazioni, che non sarebbero risolutive e accrescerebbero la confusione. E’ proprio questo che vogliono i burattinai che muovono politici e governanti, magistrati e giornalisti, scienziati e medici.
    Abbandoniamoci nel Signore con piena fiducia, lasciamo che ci pensi Lui.
    Ricordate come implose l’invincibile Unione Sovietica?
    E’ Gesù Cristo il Signore della storia, non i finanzieri del Great Reset!

  • stilumcuriale emerito ha detto:

    Che il vaccino indebolisca le facoltà mentali è ampiamente provato dal fatto che Matterella, Draghi, Berlusconi e Papa Francesco siano stati tutti e quattro completamente vaccinati.

    • Luciano Motz ha detto:

      Purtroppo, hanno vaccinato anche il Santo Padre benedetto XVI!

    • Creazionista ha detto:

      Illusi, tutti i criminali di stato NON sono vaccinati, LORO si fanno il placebo, come dimostra la totale assenza di effetti collaterali

    • MARIO ha detto:

      Certo certo… se lo dice un vaccinato c’è proprio da crederci.
      Ma non lo dica ai Nopapa-Bergoglio, perché se vengono a sapere che anche il loro Papa… addio una-cum.

  • MARIA MICHELA PETTI ha detto:

    Solo chi è in grado di rispettare la propria dignità di uomo-donna libero-libera – e lottare con le armi della non-violenza in proprio possesso – è maestro/a del paradigma dei diritti umani e testimone autentico del rispetto ad esso dovuto.

    • Rosa Rita La Marca ha detto:

      ed anche della dignità altrui.

      • MARIA MICHELA PETTI ha detto:

        Se conoscesse l’esatto significato del termine “testimone” si sarebbe risparmiata tale risposta… Prevale l’istinto di dettare LENZIOCINE… Da “maestrina”. Faccia pure!!!

  • Andrea Mancinella ha detto:

    Caro Deotto, Lei ha perfettamente ragione, su tutto ciò che ha scritto. Ho solo un’obiezione da muoverle:
    Draghi e i suoi lacché non sono solo cialtroni, ma CRIMINALI.
    In confronto a loro, gente come Totò Riina è quasi rispettabile…
    Cari saluti in Gesù, Maria SS.ma e San Giuseppe!
    Che ci salvino e salvino l’Italia!
    don Andrea Mancinella, eremita della Diocesi di Albano

  • Creazionista ha detto:

    Dio non salverà l’italia (minuscolo) perché è diventata un paese di merda

  • Chedisastro ha detto:

    Come sempre Deotto non sbaglia una virgola e soprattutto dice il vero quando con accento accorato difende la dignità umana, proprio quella che ogni dittatura che si rispetti si prefigge di annientare. Purtroppo la maggior parte della gente è entrata in uno stato d i tale accondiscendenza nei confronti delle imposizioni governative che ha barattato la propria dignità (che non riconosce più) col misero piatto di una sanità intermittente e condizionata come la stessa libertà che in realtà ha perso. Privati persino del lavoro, come reagiranno gli scarti della società che il serpente a sonagli desidera così benignamente riaccogliere nel consesso sociale da cui si sono volontariamente e ostinatamente staccati?

    • GIOPAV ha detto:

      approvo i commenti di STILUMCURIALE EMERITO
      e ANDREA MANCINELLA.

      Personalmente sono rimasto quasi estasiato dal
      complimento fattomi da persona che mi conosce.
      Pensando di giudicarmi male mi ha definito
      ‘EREMITA in famiglia’.

Lascia un commento