Nobile: Great Reset, Politici e Giornalisti da Evitare come la Peste.

23 Novembre 2021 Pubblicato da 28 Commenti

Marco Tosatti

Carissimi StilumCuriali, Agostino Nobile ci offre questa riflessione lucida e appassionata sui tempi che stiamo vivendo, e in particolare sul ruolo giocato dall’informazione, dalla politica e dalla magistratura. Buona lettura, e condivisione.

§§§

 

GREAT RESET, POLITICI E GIORNALISTI DA EVITARE COME LA PESTE

Abbiamo già parlato dei giornalisti come Bruno Vespa che ancora credono a Babbo Natale. 

Oggi non vorrei sembrare irrispettoso con i pochi giornalisti scaltri che cercano di difendere la libertà individuale sancita dalla Costituzione. Ma c’è una cosa che non torna. Sembra che capiscano le finalità di certa politica quasi sempre quando i buoi sono scappati. 

Del programma contenuto nel Great Reset, di cui parlavo già a partire dal mese di febbraio di quest’anno, cominciano a darne voce solo in queste ultime settimane, dopo che il rullo compressore mediatico ha soggiogato milioni di italiani azzerandone la reattività.

Non parlano nemmeno, o quasi, delle incongruenze stratosferiche relative ai virus che hanno colpito l’Italia. Nella primavera dell’anno scorso e nel novembre 2020 su SC  (vedi: https://www.marcotosatti.com/2020/11/18/lideologia-di-gates-rockefeller-c-puo-essere-fermata)

ho pubblicato due articoli sull’influenza Hong Kong, che nell’inverno 1969 solo in Italia ha colpito 12milioni di persone, con circa 20mila morti. Col Covid-19, secondo Il Sole24ore, dal febbraio 2020 al novembre 2021 il numero totale di infetti sono 4.915.981. Una differenza abissale. Ormai dovrebbero saperlo tutti che il numero di morti da Covid-19 è stato gonfiato inserendo nella lista  migliaia di persone con patologie pregresse o deceduti per cause che non hanno niente a che fare col virus. A questi si aggiungono le vittime della “vigile attesa e tachipirina”, alle quali i governi Conte/Draghi hanno negato le terapie antibiotiche e antinfiammatorie che avrebbe potuto salvare decine di migliaia di persone. 

A parte questi numeri che dovrebbero svegliare tutte le Procure italiane, durante l’influenza Hong Kong (vedi RAIuno  https://www.youtube.com/watch?v=2HTV7sLjPg0), come potete ascoltare, il giornalista televisivo parla dell’influenza – 12milioni stesi a letto – con termini ironici. Mentre col Covid-19 hanno utilizzato un vero e proprio terrorismo mediatico che procura un’infinità di problemi psicofisici a milioni di italiani. Questi due criteri di valutazione dovrebbero bastare per rilevare l’immoralità e la disonestà intellettuale di governi e giornalisti del mainstream. 

Da gennaio 2021 a ottobre, gli effetti avversi gravi causati dal siero genico notificati in Svizzera sono 2978 (il 34 %) https://www.swissmedic.ch/swissmedic/it/home/news/coronavirus-covid-19/covid-19-vaccines-safety-update-7.html È possibile che in Italia gli effetti gravi siano solo il 13,8%? https://www.ilgiorno.it/cronaca/vaccini-reazioni-avverse-aifa-1.6786616 

Comunque basterebbero queste cifre per evitare i sieri e promuovere i farmaci esistenti che salvano dal Covid-19. Perché non lo fanno? Perché i giornalisti scaltri – sapendo che la verità detta dieci volte viene oscurata da diecimila menzogne – non lo ricordano in ogni trasmissione televisiva?

Tranne i pochissimi, che sono già stati puniti, gli intellettuali più conosciuti arrivano sempre tardi. Forse, per un imperdonabile pregiudizio verso tutto ciò che non è sostenuto dal mainstream? Da anni sulle pagine internet sono pubblicati i programmi dei resettisti (i quali parlano anche di depopolazione), che hanno approfittato del Covid-19 per segregare i popoli per poi imporre i sieri genici. Su Youtube possiamo sentire i loro discorsi e le interviste. Esistono libri scritti dagli interessati. Le loro manovalanze, ingegneri informatici, ricercatori sulle nanotecnologie sono sostenuti economicamente dai soliti miliardari come Bill Gates, i Rockefeller, Mark Zuckerberg e compagnia bella. Ma sui media solo in queste settimane si solleva qualche voce. Troppo tardi.

Dobbiamo pensare che quelli fuori dal coro sono ingenui? Qualcuno mi ha detto che forse fungono da ruolo di scarica-rabbia per dare speranza ai cittadini e tenerli buoni fino a quando saranno lessati come la famosa rana. Non voglio crederci. 

Con le censure mediatiche e i divieti di manifestare stiamo vivendo uno dei peggiori totalitarismi della storia occidentale, ma con l’attuale non ci sarà ritorno.

Gridare al lupo non serve più quando la maggioranza di cittadini è stata lobotomizzata dalla paura. Le manifestazioni e gli incontri non serviranno a niente, creano solo frustrazione. Le recenti guerriglie di Rotterdam e Bruxelles lo dimostrano. Se non vogliamo che le teste calde mettano a ferro e fuoco i paesi occidentali, magari colpendo i diretti responsabili, gli unici che possono evitare la “nuova normalità” stabilita da Klausl Schwab & C. sono i magistrati. Negli USA i repubblicani stanno mettendo sotto torchio il principale responsabile della diffusione del virus e delle menzogne, Antony Fauci. Le menzogne e le mancanze che hanno causato sofferenze immani le abbiamo anche in Italia, ma ad oggi nessuno si muove con determinazione. 

Ci sono prove inconfutabili che smontano le politiche coercitive dei governi Conte/Draghi, dei loro pupari e dei proprietari dei giornali. Come sappiamo, John Elkann, presidente e amministratore delegato della Exor N.V., una holding di investimento controllata dalla famiglia Agnelli, che ha tra i suoi investimenti anche PartnerRe, Ferrari e Juventus, nell’agosto 2020 negli stabilimenti di Torino Mirafiori e Pratola Serra ha attrezzato 44 linee di produzione di mascherine inserite in 16 mila metri quadrati su cui impiegare almeno 600 lavoratori. Evidentemente contano di protrarre il giochetto della pandemia ad libitum. I furbetti come lui sono tanti, e fanno sempre parte delle lobby legate al famigerato Klaus Schwab che vogliono imporre il Great Reset.

Perché la Giustizia tace? Gli hanno promesso qualcosa? Credono alla balla che sostiene di non esserci altra scelta per salvare l’economia? Pensano di salire sul carro dei vincitori lasciando la plebaglia nel suo inferno? Ingenui. Le Forze dell’ordine, giudici, magistrati, avvocati, giornalisti e servi vari sono già nella stessa pentola della rana, insieme ai loro figli e nipoti. 

Un ultimo appunto ai politici. 

Da quando il mondo è mondo, comanda sempre chi possiede più soldi. Ma i politicanti, che rappresentano la classe politica più infima dal dopoguerra, non hanno mai pensato che con la vendita di vaccini semestrali le Big Pharma stanno facendo tanti di quei miliardi da permettersi di cancellare definitivamente le democrazie. Tant’è vero che comandano già loro e decidono quello che vogliono senza che i governi osino opporsi, basterebbe leggere i contratti modello Paperon de’ Paperoni che le Big Pharma hanno imposto. Non solo i politici di tutti gli schieramenti non difendono i loro elettori, stanno seguendo alla lettera la politica aberrante del Credito sociale di Xi Jinping (perché questo è il progetto Great Reset). Chi crede a Babbo Natale lo negherà, ma vogliono cancellare definitivamente l’unica cultura del pianeta dove la libertà aveva più valore della vita. 

Agostino Nobile

§§§




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

*

Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione, e di libera discussione e confronto costituito da Stilum Curiae, può farlo con una donazione su questo conto, intestato al sottoscritto:

IBAN:  IT24J0200805205000400690898

*

Oppure su PayPal, marco tosatti

*

La causale può essere: Donazione Stilum Curiae




Ecco il collegamento per il libro in italiano.

And here is the link to the book in English.

Y este es el enlace al libro en español


STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK

cercate

seguite

Marco Tosatti




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

*

Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione, e di libera discussione e confronto costituito da Stilum Curiae, può farlo con una donazione su questo conto, intestato al sottoscritto:

IBAN:  IT24J0200805205000400690898

*

Oppure su PayPal, marco tosatti

*

La causale può essere: Donazione Stilum Curiae




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , , ,

Categoria: ,

28 commenti

  • Gian ha detto:

    Stavo cominciando a dubitare delle mie convinzioni, ma la puntuale esposizione di Agostino Nobile, che mette il dito in tutte le piaghe di questa povera Italia, venduta nel modo più ignobile da politicanti che sarebbe meglio non fossero mai nati, mi dimostra che non stavo sbagliando: avevo visto giusto fin nei minimi particolari di quanto da lui efficacemente descritto. Intanto la situazione va peggiorando, ma nonostante la vistosa contraddizione di vittime con doppia dose, che certifica l’inefficacia di “vaccini” annunciati e ricevuti come la pozione miracolosa, mentre le cure efficaci venivano proibite e chi le praticava subiva l’onta della radiazione, la narrazione non è cambiata, ma continua ad essere supportata con le trombe e i tromboni dai media asserviti, nazionali e provinciali, perché tutti lautamente comprati con soldi pubblici, sottratti a interventi più urgenti che non quello di sostenere le copie invendute o la riduzione degli introiti pubblicitari. Manca in questo desolante quadro l’appoggio blasfemo di una Chiesa che in totale stato confusionale, dopo aver chiuso le chiese, in ossequio alle direttive sbagliate avrebbe fatto meglio a chiudere anche la bocca e tacere, invece si è accodata, ingannando il gregge che aveva ricevuto in affido.

  • Mimma ha detto:

    Gentilissimo professor Nobile,
    Grazie per le parole di conforto.
    Lei conferma il detto nomen nomen.
    Preghiamo gli uni per gli altri.

  • Mimma ha detto:

    Ridurre a percentuale gli effetti avversi dei sieri genici contro la Corona è immorale, specialmente se d’effetto letale.
    I vaccini, nell’ordine scientifico, servono a salvare la vita, non a sopprimerla. E l’evento mortale prevedibile dovrebbe essere zero.
    Zero.
    Altrimenti si tratta di frode. Di intrugli.
    Altri eventi avversi devono essere curabili.rimediabili.
    Almeno nelle previsioni.
    L’imprevedibile può essere ammesso, certo.
    Perché gli scienziati non sono Dio , unico vero Medico e Medicina. Ma come rarissimi o rari. E soprattutto non obbligatorio.
    In modo che ciascuno sia responsabile del proprio destino.
    Perciò trovo cinico e assolutamente intollerabile ciò che si sente attorno a noi in questi sciaguratissimi giorni.
    Una mia conoscente ha perso l’unico figlio dopo il vaccino.
    Subito dopo la seconda dose.
    Nessuno lo ha provato, naturalmente. Perché il mondo dei sanitari é in questo momento controllato e sopraffatto dai satana . Ma era sano, sportivo, amante della vita e si era illuso di avere libertà dal cosiddetto vaccino.
    Poiché il buon senso e la logica di tutti ancora non sono spariti, non c’è chi non deduca la verità amara.
    Anche coloro che si sono affidati al siero magico si svegliano dalla ipnosi quando stanno male o perdono i loro cari.
    Ricordiamoci sempre che ogni persona è unica e insostituibile. Questa semplice costatazione è irrilevante per la nuova ideologia capitalmarxista e liberalmassonica.
    I padroni del mondo, che la professano e la applicano, disprezzano il prossimo, catalogato come massa.
    Quando ancora eravamo Cristiani, i Cattolici non usavamo manco per sbaglio questa parola…
    Abbiamo assunto il linguaggio, il cibo, l’abbigliamento che questi neo aristocratici, che si definiscono illuminati, ci hanno imposto in questi ultimi 60 anni senza che ce ne accorgessimo.
    Sparite le sartine che ci rendevano tanto eleganti , noi iItaliane, da farci distinguere nel mondo intero.
    Ora siamo ridotte a straccione indecenti ; sformate da cattive abitudini alimentari e da totale assenza di gusto, mettiamo in mostra ciò che andrebbe nascosto.
    Le mogli dei nuovi padroni sono però snelle e vestono alta moda italiana.
    Le donne , se non siamo streghe, siamo puttane sicché, poveretti, i pochi giovani normali rimasti scappano a gambe levate dal matrimonio.
    Poi però tutte profuse in geremiadi per i femminicidi.
    Oscurata l’autorità del maschio, indebolita la figura paterna, rammollita la virilità dei nostri ragazzi da ormoni e da una aggressiva propaganda femminista.
    Mentre si esibisce una falsa virilità con corpi sfigurati da tatuaggi che un tempo erano vanto esclusivo degli inquilini delle patrie galere.
    Tutto ciò perché ci siamo allontanati dalle Leggi di Dio.
    Non siamo più un popolo, ma una tribù di trogloditi pagani.
    Ah! Amici cari tosattiani, sono talmente sconfortata e delusa, che quasi quasi penso che meritiamo di essere uccisi come mosche o come topi.
    Infatti, ” loro ” staranno ridendosela di questi rimedi anti covid come di moschicidi o topicidi… con lugubre assonanza col sostantivo caro alle femministe…
    Che il Sigbore ci perdoni e ci salvi!

    • Agostino Nobile ha detto:

      Carissima MIMMA, condivido il suo commento e capisco molto bene il suo sconforto. Sono anni che viaggio sulle montagne russe, tra delusioni, sconforto e talvolta soddisfazione per aver portato sulla strada razionale del cattolicesimo anche una sola persona. Sappiamo che da quando il mondo è mondo le persone di buon senso, che non si fanno sedurre dalle immancabili sirene mondane, sono chiamate a cercare di difendere la vita, la dignità e la razionalità. Senza questo piccolo gruppo di persone l’occidente con la sua fede in Cristo sarebbe già collassato da secoli. È questa certezza che mi dà la forza di non arrendermi anche quando sembra tutto perduto. Non dimentichi che i primi responsabili delle decadenza sono individui in seno alla Chiesa. Senza una guida preparata e scaltra non va avanti nemmeno una squadra di calcio. Quindi non addossiamo tutta la colpa al popolo cattolico. Diffondiamo le parole dei difensori dell’umana ragione, consapevoli che Dio ci aiuta quando agiamo con la razionalità della nostra fede.

  • FANTASMA DI FLAMBEAU ha detto:

    Né Medioevo (da non confondere assolutamente con la caricatura dei manuali scolastici) né alcuna delle ricette politiche del ‘900. Questa è una minestra molto più vecchia. Riscaldata col microonde. “Gli uomini ragionano per anni, le famiglie per decenni, le caste per generazioni”.
    Quattro puntini da unire.

    (Avete presente la staccionata di Tom Sawyer?)
    https://twitter.com/PLDC09710726/status/1462093502326714370
    -L’assenza di tempo libero è il nuovo status symbol-
    -L’esperta della Columbia Business School: “In passato l’ozio era un privilegio, ora essere molto impegnati significa avere un alto valore sul mercato”-

    (Il lupo perde il pelo ecc.)
    https:/www.treccani.it/export/sites/default/scuola/lezioni/storia/LAVORO_PRIMA_INDUSTRIALIZZAZIONE_lezione.pdf
    -Fatica, lunghi orari (12-16 ore giornaliere), ritmi lavorativi estenuanti, turni continui, disoccupazione ricorrente, infortuni, malattie, epidemie di colera o tubercolosi, reddito insufficiente, assenza di ogni forma di tutela (indennità di disoccupazione, pensione, assicurazione…), ambienti malsani fuori e dentro la fabbrica caratterizzano un’esistenza operaia specificatamente segnata dalla precarietà e dallo sradicamento dai tradizionali riferimenti culturali e che oscilla fra la pura sopravvivenza e la miseria e l’indigenza più nere-

    -Verso il 1830, in Inghilterra le donne rappresentano quasi il 60% e i fanciulli o i ragazzi sotto i 18 anni il 46% dei lavoratori di fabbrica-

    -Solo nel 1831 viene introdotta in Inghilterra una legge che limita la giornata lavorativa a 12 ore giornaliere per chi ha meno di 18 anni; è il faticoso inizio di una legislazione sociale che per lungo tempo più che modificare le disumane condizioni lavorative rivela i terribili costi sociali del sistema di fabbrica-

    -Nonostante la politica repressiva del governo inglese (pena di morte, divieto di associazione, di rivendicazioni e di sciopero), nascono anche nuove forme di organizzazione, dalle società di mutuo soccorso finalizzate al sostegno e alla solidarietà reciproca (in caso di malattie, morte, disoccupazione) ad associazioni che rivendicano migliori condizioni di lavoro, una legislazione che non tuteli solo gli interessi industriali (nel 1825, i lavoratori inglesi ottengono il diritto di associazione) e ben presto anche obiettivi di democrazia politica (ad esempio, l’estensione del diritto di voto a tutti gli uomini adulti). Sta emergendo, insieme alla questione sociale, la possibilità del tutto nuova per i lavoratori di avere e di far valere il proprio punto di vista sulla realtà-

    (L’imbiancatore di cervelli 3.0/Arma finalen del doktor Goebbels)
    https://www.youtube.com/watch?v=fDHYKD1SCUE

    (Covid 2020-Agenda 2030: chi ci fa caso è complottista)
    https://www.pensierocritico.eu/files/Aldous-Huxley-Il-mondo-nuovo-Ritorno-al-mondo-nuovo.pdf
    -Ma la civiltà industriale è possibile soltanto quando non ci sia rinuncia. Concedersi tutto sino ai limiti estremi dell’igiene e delle leggi economiche. Altrimenti le ruote cessano di girare-
    -la civiltà non ha assolutamente bisogno di nobiltà e di eroismo-
    -La massima cura è posta nell’impedirci di amare troppo qualsiasi cosa-
    -Siete condizionati in modo tale che non potete astenervi dal fare ciò che dovete fare-
    -Adesso si mandano giù due o tre compresse di mezzo grammo, e tutto è a posto-
    -Si continuava a parlare della verità e della bellezza come se fossero dei beni sovrani. Fino all’epoca della Guerra dei Nove Anni. Questa li obbligò a cambiare il loro tono, ve lo dico io. Qual è il senso della verità o della bellezza o del sapere quando le bombe ad antrace scoppiano intorno a voi? Fu allora che la scienza cominciò ad essere controllata, dopo la Guerra dei Nove Anni. La gente allora era disposta a lasciar controllare anche i suoi appetiti. Tutto, pur di vivere tranquilli-

    “Il mondo nuovo” (Brave New World), 1932. Non diciamo che non ce l’avevano detto.
    Stile e traduzione sono un po’ datati, surtout non fatevi ingannare dall’etichetta “distopia”. Leggendolo con attenzione, con un occhio al film dei 90 anni scorsi da allora e ogni tanto al mondo lì fuori, vi sembrerà di avere davanti il Manuale di assemblaggio della Macchina (“Metropolis” è del ’27, “Tempi moderni” del ’36: anni decisamente interessanti quelli).

      • Davide Scarano ha detto:

        Caro Fantasma, a conferma di ciò vorrei riportare due piccole storie del Nostro mondo che sembrano invece dell'”altro mondo”, cioè quello in cui vivono quelli “brutti-sporchi-cattivi-e-ignoranti”.
        1) Un amico si reca alle 14.30 di domenica nel pronto soccorso di un grande ospedale, sede di cliniche mediche universitarie. Dopo le prime cure riceve la segeunte risposta: “non c’è posto, torna domani per la visita”.
        2) Altro amico, assunto da colui ha venduto la propria attività commerciale (un exracomunitario), mi ha detto che non ha fatto un giorno di ferie in un anno.
        PS In fondo” l’integrazione” è un processo biunivoco, “A” può divenire simile a “B” oppure il contrario. Sempre integrazione è..

        • FANTASMA DI FLAMBEAU ha detto:

          Se permette, dedico il suo intervento a chi ancora non ha capito senso e scopo dell’ideologia no-border.

          In tema. Giusto per sapere quali marciapiedi non calpestare nemmeno per sbaglio.
          Ho sentito un pezzo grosso del sindacalismo 25 aprile-bellaciao schierarsi a spada tratta per l’obbligo vaccinale. Arrivando a sostenere che è giusto discriminare e lasciare senza stipendio chi si ribella (al padrone) e relative famiglie. Stroncarli al più presto, per scongiurare il pericolo che una fascia crescente di malcontento (chissà perché) si aggreghi attorno a uno zoccolo duro di irriducibili. Perché allora sarebbero casualità amare. Per chi paga e chi riceve rendite di posizione a quattro zeri.

          Le parole sono pietre e vanno soppesate. Bene.
          Pensando al personaggio in questione, ai suoi consustanziali e a Giuseppe Di Vittorio, la più leggera che mi viene in mente è quella sotto le scarpe da lavare.

  • roberto fiori ha detto:

    Egregio Nobile, vorrei segnalarle che il dato che lei riporta del 34% di reazioni avverse gravi riferito al database di sorveglianza Swissmedic non corrisponde al valore percentuale rispetto al totale delle vaccinazioni effettuate (10.763.264 dal primo gennaio 2021 al dodici ottobre 2021, che risulterebbe pari a 3.659.510 reazioni avverse serie, dato assolutamente inverosimile), ma alla percentuale degli eventi gravi rispetto al totale degli eventi avversi (8.757 di cui il 66% non gravi ed il 34% di gravi). Pertanto l’incidenza di eventi seri rispetto al totale delle somministrazioni risulta essere pari allo 0,08%. Il dato di sicurezza dei vaccini viene peraltro riconosciuto nelle considerazioni successive riportate nel database che testualmente riporta“…In 150 casi gravi le persone sono decedute a differenti intervalli di tempo dalla vaccinazione. Nonostante un’associazione temporale con la vaccinazione, non vi sono in nessun caso indizi concreti che la causa del decesso sia stata la vaccinazione”. Ed anche “Le notifiche di effetti indesiderati finora ricevute e analizzate non incidono sul profilo rischi-benefici positivo dei vaccini anti-COVID-19 utilizzati in Svizzera”.

    • Agostino Nobile ha detto:

      Gentile Roberto Fiori, probabilmente la percentuale è esagerata ma, come ha visto, la fonte riferisce questa cifra. Ovviamente bisogna considerare che non tutte le vittime di effetti avversi gravi hanno denunciato alle autorità sanitarie. Così come in Italia. Diciamo che stiamo vivendo in un caos creato dai governi e dai media totalmente assoggettati. Come dovrebbe sapere, quando un governo crea confusione e dispone leggi incostituzionali la democrazia è morta.

      • roberto fiori ha detto:

        Egregio Nobile, é più probabile che tra gli eventi avversi vengano sottaciuti quelli lievi, che non comportano particolari limitazioni e sono di tipo transitorio, rispetto a quelli seri. Un caso grave, proprio per la sua definizione e complessità, è più verosimile che venga denunciato piuttosto che negato, sia dal medico che dal paziente. La considerazione che “non tutti gli effetti avversi non vengono denunciati alle autorità sanitarie” rimane però nel campo della pura ipotesi, non suffragata da alcuna verifica reale e potrebbe essere applicata indistintamente in un ampio campo di situazioni. Rimane il fatto che tra dichiarare che gli effetti avversi gravi delle vaccinazioni sia del 34% rispetto ad un dato riscontrato dello 0,08% comporta una sostanziale e netta differenza. Mi permetta anche di dissentire rispetto alla dichiarazione che “i governo ed i media sono totalmente assoggettati”. Il complottismo rimane un valido alibi per giustificare comportamenti che non vengono accettati per diversità di vedute e valutazioni soggettive.

        • Agostino Nobile ha detto:

          Gentile sig Fiori, per motivi di spazio, quando scrivo articoli in cui affronto fatti che richiedono spiegazioni più meno lunghe riporto spesso la fonte, dando la possibilità al lettore di verificare e chiarire. Quando scrivo che “Da gennaio 2021 a ottobre, gli effetti avversi gravi causati dal siero genico notificati in Svizzera sono 2978 (il 34 %)”, significa che il numero non è relativo all’intera popolazione svizzera ma alla percentuale realtiva al numero degli effetti avversi.
          Poi, con nonchalance, lei aggiunge che “l’incidenza di eventi seri rispetto al totale delle somministrazioni risulta essere pari allo 0,08%.”, come se fosse una percentuale risibile. Nel nostro caso la percentuale rappresenta 2978 persone, non numeri. Ora, non so se lei lavora in Borsa, è in politica o altro, ma dovrebbe convenire che la percentuale dei casi gravi relativi alle vaccinazioni dovrebbe perlomeno preoccupare chiunque abbia un minimo di senso di Stato e di quello che chiamiamo compassione. Se tra questi casi gravi, per esempio e non glielo auguro, ci fosse sua figlia deceduta o, peggio, costretta tutta la vita in un letto, parlerebbe ancora di quel 0,08%?
          Commenta inoltre il suo dissenso sul fatto che considero il governo e i media totalmente assoggettati. Lei, come da protocollo utilizza la parola magica “complottismo”. Potrebbe avermi apostrofato come fascista, oscurantista, e per questo le sono grato. Però. Quando aggiunge “un valido alibi per giustificare comportamenti che non vengono accettati per diversità di vedute e valutazioni soggettive”, mi dà la certezza di trovarmi davanti a qualcuno che non ha letto gran parte dei miei articoli pubblicati su SC. Infatti negli ultimi due anni li ho descritti con documenti alla mano inoppugnabili, riportando i filmati e i documenti dei diretti interessati. Se lo desidera glieli potrò indicare.Voglio concludere con la domanda che riporto nell’articolo: perché è stata negata la cura con farmaci esistenti? Ho amici e conoscenti, medici inclusi, in tutte le parti del mondo che mi hanno confermato la validità delle cure. Perché imporre la roulette russa dell’ago?

          • roberto fiori ha detto:

            Egregio Nobile, la mia correzione era relativa al dato percentuale da lei riportato che, nella sua esposiziine, non dava il senso esatto della proporzione reale del rapporto tra vaccinazioni ed effetti collaterali gravi riconducibili a queste. È chiaro che il dato numerico riflette una situazione umana personale di grave difficoltà; nessuno lo mette in dubbio. Ma pare che neanche lei tenga in considerazione il dramma di migliaia di morti, per me reali, dovuti alla diffusione della pandemia. Nel momento in cui io mi sono sottoposto alla vaccinazione ho valutato le possibili conseguenze di tale atto, come fa chiunque di noi nel momento in cui assume un farmaco, poiché nessun prodotto è scevro da effetti collaterali. È una valutazione di rischio/beneficio, che viene sempre applicata in campo medico. “Preferisco correre il rischio di essere intubato in rianimazione con potenziali esiti fatali o preferisco correre il rischio che si verifichi un affetto collaterale?” Ognuno valuta secondo le proprie convinzioni. Però, visto che la situazione riguarda storie personali, le chiederei se lei ha mai parlato con parenti di persone decedute o ricoverate in terapia intensiva (di queste io qualcuna l’ho conosciuta) . Provi a porre loro la domanda: “Ma se avessi avuto a disposizione il vaccino l’avresti fatto o avresti avuto timore dei potenziali effetti collaterali?”. Quanto alla sua domanda posta “perché è stata negata la cura con farmaci esistenti?” le faccio notare che non è stata negata nessuna terapia: da tempo le associazioni mediche hanno adottato protocolli di cura che affiancano le indicazioni del Servizio Sanitario Nazionale. Queste linee guida prevedono il ricorso a farmaci previsti per la terapia domiciliare quali paracetamolo, amoxicillina, azitromicina, levofloxacina desametasone, enoxaparina nel caso di malattie lievi e moderate, ricovero in ospedale nel caso di malattia grave (“Raccomandazioni per la gestione domiciliare del paziente con COVID-19” della Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie, aggiornamento del 25/11/2020). Il dato di fatto è che in alcuni casi il ricorso alle cure domiciliari non è stato sufficiente ad impedire il ricovero in ospedale. È peraltro singolare che, al pari della problematica costantemente sollevata per i vaccini, degli effetti avversi dei prodotti impiegati per la terapia domiciliare nessuno si ponga alcun problema….
            P. S. per quanto riguarda i suoi documenti pubblicati ed “inoppugnabili” non ho alcuna difficoltà a visionarli qualora le interessasse inviarli alla mia mail (il gestore della chat gliela può benissimo fornire), anche se ne ho già letti alcuni su SC e non mi pare che le conclusioni siano proprio così solide. E poi perché mai avrei dovuto definirla fascista? Cordiali saluti.

  • miserere mei ha detto:

    Oggi abbiamo ascoltato il profeta Daniele: una pietra si stacca dalla montagna senza intervento di mano umana.
    Rotola e centra i piedi della statua nella quale si è articolato il potere, dalla sua testa aurea fino ai piedi in cui sono mescolati fango e ferro. Incrinatasi questa mescolanza innaturale e priva di amalgama, tutto il simulacro si frantuma e si sfracella finendo in polvere, mentre la pietra diventa una grande montagna.
    Daniele la sapeva lunga e Nabucodonosor lo teneva in grande considerazione. Chi forma oggi i piedi fragili del potere incapace di autorità e valore, ma soltanto di menzogna sui valori (anche finanziari) che millanta? Un potere che comanda non eletto, chiamandola democrazia. Che racconta il falso chiamandola informazione. Che trucca i dati e la dice scienza. Che uccide e si dice garante della vita? Chi è mai uno Schwab che va a braccetto con i primattori degli Stati, facendosi beffe di chi schiaccia sotto i piedi? Un potere basato su codici binari, onde elettromagnetiche, soldi finti e digitazioni, virtualità ed ologrammi, virus e tecniche di persuasione. Potenze dell’aria, fanghiglia e ferraglia, lontana parente di un potere che sia attribuito a certi uomini da Dio. Allora si stacca una pietra.
    Rotola. Colpisce. E questi vanno in polvere. La pietra resta, cresce, solida come una montagna.

  • Slave of JMJ ha detto:

    Please consider consecrating yourself to the 2 United Hearts of Jesus and Mary.

    Please consider this fruitful devotion addition to add to your lay order. I truly believe it is approved and endorsed by Heaven, (therefore, by St. Veronica of the Cross, St. Theresa Little Flower, Padre Pio, and more). It is the fastest road to Heaven, a supplement to St. Louis DeMontfort’s True Devotion to Mary, although more elevated I believe, more fruitful and disclosed.

    https://www.holylove.org/wp-content/uploads/2020/07/How-to-become-a-Confraternity-Member-Excerpt-Confraternity-Member-Handbook.pdf

    https://www.holylove.org/lay-associations-and-memberships/

  • alessio ha detto:

    Guarda un po’ strano ,
    il record dei contagiati è in
    Olanda ,dove i novax hanno
    messo a ferro e fuoco le città ,
    così in tanti da essere ricoverati
    nelle intensive in Germania ,
    lo stesso accade in Australia ,
    e a Trieste per l’ Italia dove però
    le manifestazioni sono pacifiche ;
    mentre su i giornaloni e
    telegiornali da due anni mostrano
    il quadrato magico, loro lo chiamano grafico , sui malati covid .

  • Chedisastro ha detto:

    Passato quasi sotto silenzio l’inquietante, anzi inquietantissimo incontro Schwab-Draghi. D’altronde qual è la percentuale di italiani che sa chi sia Schwab? Ridotti tutti in stato ipnotico, non pensano ad altro che a salvarsi dal virus. Mi è capitato di passare stamani dinanzi a un centro vaccinale e, non riconoscendolo, per la folla assiepata sotto un freddo pungente, ho pensato per un attimo che fosse apparsa la Madonna.

  • Davide Scarano ha detto:

    Caro Viglietti, a mio parere i tempi che ci attendono non sono paragonabili a quelli dell’alto medioevo ma saranno peggiori. In primo luogo perchè adesso l’Occidente è divenuto post cristiano, quindi sono sempre più labili quei principi e quei vincoli che hanno permesso due millenni di sviluppo alla nostra civiltà; in secondo luogo perchè lo sviluppo tecnologico avulso da scopi che lo regolino e lo imbriglino può realizzare forme di dominio e di controllo ad oggi solo immaginabili. Infine ricordo quanto scritto circa la “grande tribolazione” da numerosi mistici, dal Catechismo della Chiesa Cattolica e, non ultimo, dai messaggi della Madonna a Medjugorje.

  • Rosa Rita La Marca ha detto:

    “Uno dei miei colleghi romani nel 1980 va a trovare Frank Coppola, appena arrestato, e lo provoca: ‘Signor Coppola, che cosa è la mafia?’. Il vecchio, che non è nato ieri, ci pensa su e poi ribatte: ‘Signor giudice, tre magistrati vorrebbero oggi diventare procuratore della Repubblica. Uno è intelligentissimo, il secondo gode dell’appoggio dei partiti di governo, il terzo è un cretino, ma proprio lui otterrà il posto. Questa è la mafia.”
    (Giovanni #Falcone)
    Fonte: Scena Criminis.

  • Grog ha detto:

    Il problema non è vespa che crede a babbo natale ma sono gli italiani che credono a vespa.

  • Nuccio Viglietti ha detto:

    Saranno finalmente contenti ciarlatani che hanno sproloquiato anni su Medio EVo… ecco ora siamo davvero precipitati in Medio Evo… per precisione Alto Medio Evo… quello più buio più scuro più freddo… cinquecento anni tremendi prima di inizio rinascita… auguri!…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  • laura cadenasso ha detto:

    Pochissime le persone -mosche bianche- come Lei che vedono la realtà e ragionano lucidamente. Inascoltate ! Grazie complimenti

  • Pablo ha detto:

    Quello che non capisci, mio caro amico, è che il capitalismo ha scoperto il suo vero volto. È sempre stato il dominio dei plutocrati e del capitale concentrato e finanziarizzato, guidato dalla famosa libertà e “coscienza” (la Riforma e il nominalismo sono stati i suoi sintomi come ha mostrato Weber e, allo stesso tempo, le sue sovradeterminazioni) La quarta rivoluzione industriale è stata la fattura del capitalismo vittorioso. Ora sono a loro agio. E noi siamo rimasti!

    • Agostino Nobile ha detto:

      Gentile Pablo, non è vero che il capitalismo, come scrive lei, “ha scoperto il suo vero volto”. La “nuova normalità” programmata nel Great Reset non è altro che il copia e incolla della politica socio-economica di Xi Jinping. Quindi oggi stiamo vivendo sotto la fusione capital-marxista. Col suo errore di valutazione sta facendo un favore a chi vuole cinesizzare dell’occidente. Marco Respinti ha pubblicato il seguente articolo che chiarisce quello che scrivo da oltre due anni: https://www.liberoquotidiano.it/news/politica/29518428/cina-parlamentari-ordini-dragone-dossier-nomi.html

      • wisteria ha detto:

        Giustissimo. Il cspitalismo può essere cattivo ma anche buono. Il comunismo è solo cattivo. Il connubio poi…

        • MASSIMILIANO ha detto:

          Il capitalismo basato sulla finanza tutto può essere tranne che buono… E ormai è solo speculazione finanziaria. Senza voler entrare troppo nello specifico diciamo che questo connubio era previsto fin dal principio da chi muove davvero i fili. Saluti.
          Massimiliano

Lascia un commento