Studio USA Finanziato dal CDC: Inoculati non meno Infettivi degli Altri.

22 Novembre 2021 Pubblicato da 11 Commenti

 

Marco Tosatti

Carissimi StilumCuriali, ci sembra interessante offrire alla vostra attenzione questo studio pubblicato nei giorni scorsi da medRxiv.org, compiuto negli Stati Uniti e finanziato dal Center for Disease Control, (CDC) un ente pubblico statunitense. Qui sotto potete leggere l’abstract del lavoro, nella nostra traduzione. Ci sembra importante farlo conoscere, dal momento che il governo i giornali, le tv e i politici del partito vaccinale di Big Pharma assumono atteggiamenti sempre più isterici e slegati da ogni base fattuale e scientifica nella caccia e nell’esortazione al linciaggio sociale di chi preferisce non fare da cavia a Pfizer & C. Buona lettura.

§§§

Abstract

Non è chiaro fino a che punto le persone vaccinate che si infettano con la SARS-CoV-2 contribuiscano alla trasmissione. Durante un’epidemia di SARS-CoV-2 variante Delta tra persone incarcerate con alti tassi di vaccinazione in una prigione federale, abbiamo valutato i marcatori di diffusione virale nelle persone vaccinate e non vaccinate.

Metodi.

Persone incarcerate consenzienti con infezione confermata da SARS-CoV-2 hanno fornito campioni nasali medio-turbinati ogni giorno per 10 giorni consecutivi e hanno riferito dati sui sintomi tramite questionario. Su questi campioni nasali sono stati eseguiti la reazione a catena della polimerasi con trascrizione inversa in tempo reale (RT-PCR), il sequenziamento dell’intero genoma virale e la coltura virale. La durata della positività della RT-PCR e della coltura virale è stata valutata utilizzando l’analisi della sopravvivenza. Risultati Un totale di 978 campioni è stato fornito da 95 partecipanti, di cui 78 (82%) erano completamente vaccinati e 17 (18%) non erano completamente vaccinati. Non sono state rilevate differenze significative nella durata della positività RT-PCR tra i partecipanti completamente vaccinati (mediana: 13 giorni) rispetto a quelli non completamente vaccinati (mediana: 13 giorni; p=0,50), o nella durata della positività della coltura (mediane: 5 giorni e 5 giorni; p=0,29). Tra i partecipanti completamente vaccinati, la durata complessiva della positività della coltura era più breve tra i destinatari del vaccino Moderna rispetto ai destinatari del vaccino Pfizer (p=0,048) o Janssen (p=0,003). Conclusioni

Mentre questo campo continua a svilupparsi, i medici e i professionisti della salute pubblica dovrebbero considerare che le persone vaccinate che si infettano con la SARS-CoV-2 non sono meno infettive delle persone non vaccinate. Questi risultati sono di importanza critica, soprattutto in ambienti congregati dove la trasmissione virale può portare a grandi epidemie.

 

Dichiarazione di interesse concorrente

Gli autori non hanno dichiarato alcun interesse concorrente.

 

Dichiarazione di finanziamento

Questo studio è stato finanziato dai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie.

 

Dichiarazioni degli autori

Confermiamo che sono state seguite tutte le linee guida etiche pertinenti e che sono state ottenute tutte le necessarie approvazioni dell’IRB e/o del comitato etico.

§§§




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

*

Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione, e di libera discussione e confronto costituito da Stilum Curiae, può farlo con una donazione su questo conto, intestato al sottoscritto:

IBAN:  IT24J0200805205000400690898

*

Oppure su PayPal, marco tosatti

*

La causale può essere: Donazione Stilum Curiae




Ecco il collegamento per il libro in italiano.

And here is the link to the book in English.

Y este es el enlace al libro en español


STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK

cercate

seguite

Marco Tosatti




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

*

Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione, e di libera discussione e confronto costituito da Stilum Curiae, può farlo con una donazione su questo conto, intestato al sottoscritto:

IBAN:  IT24J0200805205000400690898

*

Oppure su PayPal, marco tosatti

*

La causale può essere: Donazione Stilum Curiae




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , ,

Categoria:

11 commenti

  • Giovanni B. ha detto:

    Va ricordato che alla demonizzazione del “diverso”, da Lei menzionata nella introduzione, non si sottraggono, ahimè, i media sedicenti cattolici, tg2000 tanto per non fare nomi, graniticamente dalla parte della narrazione dominante.

  • Gigia ha detto:

    Footnotes
    Disclaimer. The findings and conclusions in this report are those of the author(s) and do not necessarily represent the official position of Centers for Disease Control and Prevention (CDC).

    Perché non avete aggiunto la traduzione delle note a piè di pagina? Mi sembrano fondamentali. I risultati e le conclusioni sono quelle degli autori e non rappresentano la posizione del CDC. Non è un dettaglio da poco.

  • marilia gatti ha detto:

    bisognatrovare il modo di far sapere le morti sempre più frequenti x gli eventi avversi …a tutti … ..o veramente puntano all obbligo ed è la fine …

  • stilumcuriale emerito ha detto:

    Giuro che non ho capito niente. Non vi sembra un po’ deplorevole l’esagerato uso di acronimi e di simboli che a chi non è addentro non dicono niente? Cosa capireste se io vi dicessi che in anamnesi ho : un AAA seguito da ANMT con IP, Successivamente ho subito un EMCSx per AC del CD di grado C3 seguito da CT con FUFA ? E due anni dopo a seguito di IMA sono stato sottoposto a CABG (LIMA –>IVA e D1 ; RIMA –> Int e Ao –> PL) e poi a seguito di BAV parossistico mi è stato inserito un PM bicamerale e che essendo stata riscontrata una BPCO mi è stato prescritto un CPAP ?????
    Oggi per dire malattia si dice patologia, per dire cura si dice terapia, per dire morte si dice decesso, per dire raddoppio si dice incremento del 100% , per dire misurare la pressione del sangue si dice rilevare i parametri. Ma la malattia rimane malattia, la cura rimane la cura, la morte rimane la morte, il raddoppio rimane il raddoppio e il controllo della pressione rimane il controllo della pressione.
    Ad meliora !!!

  • Acido Prussico ha detto:

    VAC-Friday il 26 novembre in Valencia (Spagna).
    “La Comunità Valenciana (Spagna) lancia il “Black Friday dei vaccini” (e non è uno scherzo)
    Vaccinazione massiccia e disperata nel cosiddetto “Vac-Friday”.
    https://adoracionyliberacion.com/2021/11/21/vac-friday/
    ….
    Nero… nerissimo…corvino… demoniaco…

  • Rosa Rita La Marca ha detto:

    Stamane il Presidente Musumeci, in Sicilia, propone il vaccino obbligatorio.
    Mio commento da cittadina:
    Ritengo che l’attuale Presidente, rischiando grosso facendo scelte anti-scientifiche, certamente in buona fede, perchè non lo ritengo un serial killer dittatoriale, debba consultare un numero più ampio di personale specializzato, magari di varie origini nazionali e anche che ha il coraggio di riportare dati sui decessi e sui contagi che si ispiri ad una lettura non assolutistica come i si-vax.
    Prego di sottolineare che qualunque mia opinione contraria a qualunque personalità, vip e o in vista non ha alcuna intenzione nello spingere gli altri a compiere atti inconsulti, o aggressioni volgari verbali contro chi la pensa diversamente, nè accetto che si infami il prossimo per motivi ideologici o pareri diversi. Mai.
    Signori si nasce, non si diventa. E io, modestamente, bellissima non ci devo diventare, lo sono ontologicamente.

  • Incredibile ha detto:

    Il colmo; stamattina mi è toccato litigare col giovane nuovo medico di base per via del “vaccino” che non voglio fare. Alteratissimo, mi ha minacciato di non poter più entrare in ambulatorio se non dietro presentazione del green pass.
    “Siamo arrivati a questo, dunque” ho protestato, ma si è indispettito di più. C’è mancato poco che mi cacciasse a pedate.
    È una vera vergogna, sono più che disturbata e mi chiedo se si può sopportare tutto ciò.

  • Davide Scarano ha detto:

    Che dire? Il celebre proverbio che ricorda che ogni giorno una gazzella si alza e sa che dovrà fuggire dal Leone è divenuto, nel civilizzato Occidente: “ogni giorno, se vuoi rimanere veramente libero, nel corpo e nell’anima, sai che dovrai faticare sempre di più”. Gli studi scientifici che dimostrano i limiti dei cosiddetti “vaccini” sono sempre più numerosi, eppure, fuori da alcune “riserve indiane”, come questo blog, vengono semplicemente ignorati. Perché? Perché la Verità chiede di essere riconosciuta, e riconoscerLa significa accettare i limiti della condizione umana. L’osservazione delle attuali vicende politiche, economiche e sociali, mostrano che i limiti, e con essi la prudenza che dovrebbe accompagnare le decisioni umane, non sono più di moda.
    Del resto nulla di nuovo sotto il Sole accade: nel prologo del Vangelo di Giovanni si afferma che: “Egli era nel mondo…eppure il mondo non lo riconobbe”.
    In sintesi: il Covid ha messo in luce la profonda crisi dell’Occidente che, di fronte all’Essenziale, ha rivelato l’accettazione di una visione falsa ed ipocrita del vivere. Ricordo che ciascuno di noi, in virtù della chiamata universale di Cristo, non è nato per sopravvivere, ma per essere “sale della terra e luce del mondo”. Qualcuno mi può spiegare come ciò sia compatibile con il “distanziamento sociale” o con la “presunzione di malattia” (imposta ai sani) che sta dietro all’imposizione di misure quali il green pass?
    PS Stupisce come coloro che hanno scelto la sopravvivenza non si accorgano che tale garanzia vada ogni giorno diminuendo ed i costi di tale assicurazione aumentino sempre di più. Spero, senza crederci troppo, che arrivino quanto prima al giorno in cui si accorgeranno di essere stati fregati.

  • Nuccio Viglietti ha detto:

    Purtroppo certi risultati di ricerche vengono del tutto ignorati da coloro che ogni giorno diramano normative proprio in punta di presunta Scienza… conferma se ce ne fosse bisogno che loro sono decisioni esclusivamente volte a limitare libertà di cittadini… a prescindere da conseguenze sanitarie…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

Lascia un commento