Mascarucci: Medjugorje e quel Prete più Nemico degli Atei.

20 Novembre 2021 Pubblicato da 42 Commenti

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, Americo Mascarucci, anche se non è un fan del fenomeno Medjugorje, è rimasto colpito dalle dichiarazioni di un presbitero. E ci offre questa riflessione. Buona lettura.

§§§

Medjugorje e quel prete più nemico degli atei

Don Francesco Tamponi chi era costui? Fino a ieri francamente ne ignoravamo l’esistenza, ma oggi scopriamo che si tratta del direttore responsabile dell’Ufficio beni culturali ecclesiastici della Sardegna, uno degli uomini più autorevoli e influenti della Chiesa isolana (così  viene presentato dai media).

Il quale si è lasciato andare a dichiarazioni davvero sorprendenti sul fenomeno Medjugorje. Partendo da un fatto di cronaca, ovvero il focolaio di covid che si è originato a seguito di un pellegrinaggio in Bosnia, il sacerdote in questione attacca Medjugorje e ne parla come di un luogo eretico, quasi satanico, dove sarebbe in corso un colossale imbroglio. E sebbene ad oggi la Chiesa sia stata sempre molto prudente nel pronunciarsi in merito alla validità di fenomeni sovrannaturali su cui permangono una serie di oggettive perplessità, è però altrettanto evidente come quel luogo non sia affatto considerato eretico dalla Santa Sede, che proprio con Papa Francesco ha deciso di inviarvi un delegato apostolico. In più una commissione teologica presieduta dal cardinale Camillo Ruini ha indagato sui fenomeni, stabilendo che al di là di aspetti controversi da chiarire, le prime apparizioni si presenterebbero come potenzialmente autentiche.

A leggere le dichiarazioni di Don Tamponi si resta interdetti. Ecco cosa dice: “Basta con la follia di questi madonnari e mammane senza scrupoli, da Medjugorje niente miracoli ma solo un’ondata di contagi Covid che da una settimana sta appestando la Gallura. Spero che la giustizia accerti la realtà dei fatti e persegua i responsabili di questa barbarie. Perché deve essere chiaro a tutti che siamo di fronte a una vera e propria rete che accomuna fondamentalisti cattolici, oscurantisti, negazionisti, complottisti, falsi predicatori e autentici mercanti che speculano e si arricchiscono con il business dei pellegrinaggi. Una rete ispirata da Radio Maria e dal suo direttore ideologo, Livio Fanzaga, l’uomo che detta la linea, cioè i messaggi della pseudo madonna di Medjugorje”.

E poi ancora: “Esiste questo network internazionale che è Radio Maria con un milione e 700mila ascoltatori ogni giorno e 158 libri scritti dal suo direttore, ma il messaggio radiofonico non può bastare ed ecco allora il business mondiale dei pellegrinaggi. Ecco allora Medjugorje, la Bosnia, la Polonia, cioè quei paesi dove frange ultracattoliche e oscurantiste predicano l’eresia nel tentativo di screditare l’ortodossia cattolica e pretendere poi di purificarla con l’affabulazione del miracolo. Dietro tutto questo c’è una gigantesca macchina da soldi che fa leva prima sulla teologia della paura, cioè la narrazione del Male che ha preso il sopravvento, poi sulla teologia dell’entusiasmo, alla Paolo Brosio, con la rassicurazione dei miracoli, prova provata dell’esistenza della madonna. In altre parole, un melting pot di emozioni, carburante per la macchina dei pellegrinaggi”.

Si può liberamente discutere sull’opportunità o meno di questo pellegrinaggio, ma che c’entra l’irresponsabilità di un gruppo di pellegrini con gli attacchi contro Medjugorje e contro tutti coloro che da trent’anni frequentano quel luogo di culto attratti dalla devozione mariana? E perché ridicolizzare chi come Paolo Brosio in quel luogo ha detto di aver ritrovato la fede? Chiaro ed evidente anche il livore nei confronti di padre Livio Fanzaga che evidentemente non gode delle simpatie di don Tamponi.

Ma quel che è sconcertante è leggere fra le righe il disprezzo per la devozione mariana, con i devoti descritti come “madonnari e mammane” “fondamentalisti cattolici” “oscurantisti” termini che francamente suonano stonati nella bocca di un sacerdote. Tralasciamo la propaganda pro vax alla Roberto Burioni, ma l’attacco contro Medjugorje, e ancora di più contro chi vi crede, è un qualcosa che desta sconcerto. Se quel pellegrinaggio ha provocato un forte aumento dei contagi, che motivo c’è di scagliarsi con tanta veemenza contro il fenomeno Medjugorje e chi lo promuove?

In realtà dietro l’attacco del sacerdote, si percepisce l’ostilità tipica dei cattolici progressisti contro tutto ciò che è considerato tradizionalismo, e lo si capisce anche dal disprezzo che costui manifesta contro quelle che definisce “frange ultracattoliche”, facendo riferimento non a caso a Paesi come la Polonia e la Bosnia dove c’è una forte prevalenza di un cattolicesimo conservatore, alimentato soprattutto dal culto mariano; Częstochowa in Polonia e Medjugorje in Bosnia. Quel culto che ha permesso ai popoli di mantenere viva la fiamma della fede anche durante i terribili anni del totalitarismo comunista e che per questi popoli ha rappresentato una forma di protesta contro l’oppressione.

Si può essere liberi di credere o non credere alle apparizioni della Madonna, ma perché offendere chi ci crede definendolo un eretico? Se Medjugorje fosse realmente un’eresia la Chiesa dovrebbe proibire i pellegrinaggi e scomunicare chi ci va. Invece non soltanto questo non è mai avvenuto, ma il Vaticano ha ben compreso l’importanza dei frutti prodotti, delle conversioni maturate, della fede ritrovata, indipendentemente dalla credibilità o meno che possano avere i veggenti. Ma la prudenza della Chiesa evidentemente non interessa a don Tamponi, che la sua verità l’ha già maturata arrivando alla conclusione che Medjugorje è tutto un imbroglio e chi ci crede un “madonnaro”.

Alla granitica certezza dell’imbroglio che alberga in don Tamponi rispondiamo con le parole dell’arcivescovo Henryk Hoser nominato da Bergoglio visitatore apostolico: “Questo è un luogo, benedetto da Dio, di incontro e di dialogo con il Signore attraverso la Vergine, marcato dal silenzio, dal Rosario, dalla meditazione, dalla catechesi, dalla celebrazione dei Sacramenti, in particolare l’Eucaristia e quello della Riconciliazione”.

Anche lui ingannato dal mito ereticale? Non sarà che l’unico ad essere stato imbrogliato in realtà è proprio questo sacerdote sardo. Lui sì  ingannato da una vocazione che lungi dall’ essere quella di un ministro di Dio si addice molto di più a quella del comiziante ateo alla Cecchi Paone con l’allievo che ha finito per superare il maestro.

 

Americo Mascarucci- giornalista e scrittore

§§§

 




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

*

Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione, e di libera discussione e confronto costituito da Stilum Curiae, può farlo con una donazione su questo conto, intestato al sottoscritto:

IBAN:  IT24J0200805205000400690898

*

Oppure su PayPal, marco tosatti

*

La causale può essere: Donazione Stilum Curiae




Ecco il collegamento per il libro in italiano.

And here is the link to the book in English.

Y este es el enlace al libro en español


STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK

cercate

seguite

Marco Tosatti




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

*

Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione, e di libera discussione e confronto costituito da Stilum Curiae, può farlo con una donazione su questo conto, intestato al sottoscritto:

IBAN:  IT24J0200805205000400690898

*

Oppure su PayPal, marco tosatti

*

La causale può essere: Donazione Stilum Curiae




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , ,

Categoria:

42 commenti

  • Mara ha detto:

    Qui è possibile dare uno sguardo, oltre che al video che sicuramente già conoscete, anche alle foto inserite nei commenti riguardante la presenza , in qualità di intrattenitrice, di una allegra star molto famosa in quel paese, al matrimonio della figlia di una veggente di Medjugorie

    https://gloria.tv/post/7oGFVhHAjSLH1C6DHvUTWUwtG/replies

  • Luciano M. ha detto:

    Caro Mascarucci, in che vespaio sei andato a mettere le mani!
    Dunque, riepiloghiamo.
    1) Ci sono cattolici bicefali che, come il buon Livio Fanzaga vive penzolando dalle labbra delle veggenti e allo stesso tempo idolatra Bergoglio, che ha definito lla Gospa “postina”. Il soggetto per altri versi non si risparmia dall’ erogarci quotidianamente, attraverso la sua emittente, catechesi ultraortodosse che sembrano scritte sotto il pontificato di Pio X.
    2)Ci sono i sedevacantisti antimedjugoriani che tengono dotte conferenze per sbertucciare i veggenti. Vedere la conferenza del prof. Matteo d’Amico tenuta nel 2019 (peraltro estremamente divertente)
    3)Ci sono altresì sedevacantisti medjugoriani che imputano al Papa impostore di mancare di rispetto alla Madonna.
    4)Ci sono i ratzingeriani di ferro, che, rifiutando Bergoglio e, non sapendo fare a meno di un Papa, affermano che BXVI non si sia mai dimesso. Di conseguenza, i messaggi della Gospa sarebbero validi fino a BXVI e diventerebbero un imbroglio all’avvento dell’argentino.
    5)Ci sono quelli che affermano che i messaggi siano veri a causa dei cospicui “frutti di conversione”. Tra questi cosiddetti “frutti” ci sarebbero molte vocazioni religiose. Ora qui nasce un problema: queste vocazioni sono vere o false?
    Per un Bergogliano se la vocazione produce un prete Vetus Ordo la vocazione è falsa o, quantomeno, sospetta, e quindi sarebbero false le apparizioni che l’hanno prodotta; se, invece, produce un prete alla Don Mazzi o alla Don Pozza allora sarebbero vere.
    Per un Tradizionalista, esattamente il contrario.
    Per un razingeriano di ferro….be’, lascio a chi legge, come esercizio, il compito di concludere.

    • MARIA MICHELA PETTI ha detto:

      Un vescovo c’è! A frenare i sogni di gloria e gli applausi a scena aperta ad un improvvisatosi castigatore di costumi sconci per anime che vuol condurre all’ovile della cattocultura pop.

    • Rosa Rita La Marca ha detto:

      Solidarizzo di vero cuore col sacerdote, che ha finalmente scosso la questione della “pattaya dello spirito”.

  • silvio Esposito ha detto:

    Scusate io prossimamente vado in pellegrinaggio in Gallura, se la nave affonda di chi sarà la colpa? Don Tamponi si faccia i tamponi perchè il siero genico sperimentale non ha fatto effetto e si vede!

  • Michele ha detto:

    I media hanno parlato di esplosione dei contagi, per la precisione: 4 contagiati, di cui 2 stavano bene e 2 trattati con ossigeno ma non in rianimazione.
    Allego intervista chiarificatrice all’organizzatrice del pellegrinaggio, la gran parte dei pellegrini era vaccinata e si sono rispettate le regole per i viaggi di Italia, Croazia e Bosnia.

    https://www.olbianova.it/vi-racconto-quello-che-e-successo-a-medjugorje/

  • Iginio ha detto:

    Caro Mascarucci, quanto da lei descritto chiamasi semplicemente invidia.

  • Sherden ha detto:

    Ho quasi il dubbio che l’astio di tale Tamponi conto i pellegrinaggi sia dovuto al fatto che i pellegrinaggi vorrebbe organizzarli lui. A Montecitorio, Palazzo Madama e Quirinale, con passaggio a casa Cirinnà, sosta a casa Zan e pranzo finale a Palazzo Giustiniani.

    • Rosa Rita La Marca ha detto:

      Come mai se attaccate qualcuno che voi reputate un falsario è parresia, mentre se lo fa un prete contro delle persone che è doveroso chiarificare essere come minimo dichiarati “madonnari” per andarci leggeri, lo ingiuriate, qui sotto, persino offendendo il suo cognome?
      Un commercio ingannevole su pellegrinaggi mariani, che si badi bene, dovrebbero avere lo scopo espiatorio e non di villeggiature a scopo emozionale, nè di andarsi a confessare in luoghi esotici al posto della propria parrocchia o di altri luoghi vicini come se la propria purificazione dipendesse da dove o da chi ci confessa… deve ricevere le parole dure e forti anche a causa dell’anarchismo che parte dal basso, con tutti i fedeli che vogliono imporre a forza di approvare delle sceneggiate che stanno mettendo in ridicolo la Chiesa cattolica davanti al mondo intero. La fede dei beoni, i quali, qualunque ragazzina, può darla a bere a Vescovi e Papi per decenni.

      • FRANJO ha detto:

        In base a quali approfondite analisi è giunta a tali conclusioni, di grazia? “Pellegrinaggi emozionali “ “Confessioni in luoghi esotici” … Mi limito ad invitarla a pensare a cosa significasse essere presi “in trattamento” dalla polizia politica comunista di Sarajevo nel 1981 per 6 ragazzini. Bisognerebbe evitare di parlare di ciò che non si conosce. Ci si potrebbe comunque accontentare che si eviti di insultare gratuitamente.

        • Rosa Rita La Marca ha detto:

          Ha ragione sull’nsultare gratuitamente, ma anche a pagamento. La mia volontà è quella di esprimere il disappunto, dei dubbi, in base alla mia esperienza personale.
          Nessuno ha mai preteso che un commento, o più di uno, costituiscano un agguato contro chi ha intenzione di continuare a prestare fede alle apparizioni. Anche perchè, noto, suscita ancora più accanimento, come si trattasse di fan di una squadra o di una band musicale. Non si procede così, penso. Dileggiare la Madonna è peccato grave, ma anche appoggiare eventuali false apparizioni distrae l’attenzione sui messaggi già accreditati come credibili.
          Ho visto alcuni video delle veggenti, e le chiedo se si è mai pensato di farli analizzare a degli studiosi del linguaggio non verbale per vedere se mentono, come si fa negli interrogatori di terroristi o criminali seriali.

  • Lc 11,23 ha detto:

    dei tamponi non mi interesso, Medjugorje però resta problematica.

    qui una riflessione in merito
    https://www.youtube.com/watch?v=6XSoyhv3IUM

    buona e Santa Domenica.

  • Antonio ha detto:

    Da non dimenticare il caso Cavalcoli tra gli altri….

  • nipass39 ha detto:

    Caro Mascarucci, forse la risposta alla sua domanda “che motivo c’è …?” sta semplicemente nell’anelito del “don” ad andare oltre il misero incarico di “responsabile dell’Ufficio beni culturali ecclesiastici della Sardegna”. Per “uno degli uomini più autorevoli e influenti della Chiesa isolana” (povera chiesa isolana!) quanto meno ci starebbe un copricapo rosso. E don Timpone ha capito bene (Padre Cantalamessa docet!) che per conquistarlo deve gridare ai quattro venti che è contro la tradizione, contro la Madonna, nonchè a favore del vaccino anti-covid. Mi aspetto presto una sua uscita a favore dei migranti!

    • Rosa Rita La Marca ha detto:

      Non ho udito l’intervento di cui si tratta qui. Reputo, dalle parole riportate, che si voglia mettere fine alla parodia della Madonna, che infatti genera parodie di cattolici.

  • Rosa Rita La Marca ha detto:

    Concordo col sacerdote Don Tamponi. Ha avuto finalmente il coraggio di far smadonnare i madonnari.

    • Sergio ha detto:

      Cosa si intende per “smadonnare i madonnari?
      Un’espressione poco felice di sicuro.
      Chi può avere la certezza di cosa accade a Medjugorie? Di certo in un Paese comunista ed antiCristiano non sarà stato facile per 6 ragazzi resistere alla polizia Jugoslavia. Di certo non sarà stato facile per gli abitanti di Medjugorie, scegliere di credere ed appoggiare i ragazzi. Vedo tanto eroismo in questo. Eroismo da ammirare, mentre molti vedono solo i soldi… Che comunque nel mondo hanno la funzione di permettere lo scambio dei beni con un prezzo. Bisogna guardare se il denaro sia un mezzo o un fine. Se rimane uno strumento non è peccato usarlo bene. Infine la Madonna appare anche indipendentemente dal comportamento umano, altrimenti nessuna apparizione sarebbe stata possibile poiché nessuno è degno. Infine ci sono tanti segni. Cosa si vuole di più Cattolico? Eucarestia, Confessione Santa Messa, Rosario, digiuno. Ed anche miracoli. Tanti. “Abbiamo suonato il flauto e non avete ascoltato”….

  • Don Ettore Barbieri ha detto:

    Non dimentichiamoci che anche il signor Stefano Luciani, in arte Din Ariel Levi di Gualdo, ha attaccato in modo sguaiato e colmo di livore tanto Medjiugorie quanto Padre Livio e Radio Maria.
    Come dice bene Mascarucci tutto si può criticare, però c’è modo e modo.
    Invece alcuni, nella Chiesa, si sentono investiti da non si sa bene quale missione “moralizzatrice”, senza che nessuno gli abbia chiesto nulla.

  • Donna ha detto:

    …e poi riducono allo stato laicale Don Minutella!….la Chiesa bergogliana è la fotocopia di questo governo, entrambi alla deriva, entrambi senza più principi non negoziabili,entrambi rinnegati la radice,ognuno con i loro “degni”rappresentanti… Verrà il giudice Giusto!

    • Lucia ha detto:

      Per Minutella giustizia è fatta per Tamponi aspettiamo la Cirinnà!!

    • Lucia ha detto:

      Minutella ha sempre disprezzato Padre Livio per la sua obbedienza al Papa Francesco e alla Chiesa mentre si è mostrato molto comprensivo con Luxuria e i Gay a cui ha dispensato “consigli” per costringere i Gay ad attaccare il Papa e la Chiesa. Finalmente è stato ridotto allo stato laicale e semmai c’è da chiedersi perché hanno aspettato così tanto. Invidioso dei più Santi Pastori della Chiesa Cattolica Apostolica Romana come Viganò, Burke,Bux, Comastri, Morselli merita di bruciare nel fuoco dell’inferno per il male che ha fatto alla Madre della Chiesa, UNA Santa Cattolica e Apostolica, insieme al Tampone suo degno compare! Tutte le accuse contro la Chiesa mosse da Minutella sono state frutto di sua vendetta per essere stato SCOMUNICATO. Non ha rispettato Dio la Chiesa i Consacrati per vendetta. È ancora poco ciò che è successo perché morirà impenitente se non si pente e non fa penitenza

      • Luciano M. ha detto:

        Mi alleghi, per favore, un link o uno straccio di documento dove Don Minutella abbia aizzato i gay contro Bergoglio.

  • Maria Grazia ha detto:

    Forse qualcuno dovrebbe spiegare a Don Tamponi che il virus circola ovunque e, di conseguenza, non risparmia i santuari. Al Tamponi in questione forse serve qualche altro incarico prestigioso da parte della CEI in quanto ha già ricevuto, dalla stessa, la funzione di responsabile del patrimonio ecclesiastico della sua diocesi. Sappiamo, dalla cronaca, che ci sono stati anche incidenti stradali che hanno provocato la morte di passeggeri, su pullman, provenienti da santuari: una mia amica, partita sana, è tornata con fratture multiple ad una gamba in seguito ad un incidente stradale verificatosi nel centro di Lourdes, ma non per questo ha inveito contro le apparizioni a Lourdes nè a perso la fede. Oltre a tutto, come dimostra l’allegato, il Sacerdote in questione è un pro – gay e, in tale veste, si è anche permesso di criticare il Card. Ruini.
    https://musicasacra.forumfree.it/?t=7508702

  • marzio ha detto:

    Intanto per un Tamponi che sbraita sguaiatamente ed impunemente contro i cattolici, c’è un Don Minutella che è stato ridotto allo stato laicale. All’anatema dei Tamponi seguirà certamente una presa di posizione di Bergoglio. Non può permettersi di farsi superare a sinistra da un pretino qualsiasi, anche se con un nome così significativo per i tempi correnti. La vedo male per Mediugorje

    • Lucia ha detto:

      Tamponi e Minutella pari sono nella volontà nelle intenzioni nella volgarità. Il loro pio esercizio quotidiano consiste proprio nel denigrare la Chiesa e quelli che in essa si conservano Santi. Ariel, Minutella, Tamponi, tutti cc

  • MARIA MICHELA PETTI ha detto:

    La polemica in questione, senza contraddittorio, è stata riproposta pari pari dal “don” – comparso qualche giorno fa all’ora di cena su un canale della TV di Stato – con eloquenza castigatrice del costume corrotto che tradisce l’obbligo morale del “non potestis Deo servire et mammonae” (della Vulgata), tradotto in italiano a beneficio dell’eterogenea fetta di teleutenti e per risultare più incisivo.
    Alla domanda tendenziosa della conduttrice del preserale, che offre assaggi accuratamente selezionati dal panorama dell’attuale situazione sociopolitica – nell’occasione cercando una “sponda” nella credenza religiosa della cultura pop – ha suggellato i suoi rimbrotti con l’affermazione declamata dal suo “superiore” di sdegno dei messaggi telegrafici inviati alla stessa ora, tutti i giorni, dalla “Madonna-postina”.
    Con buona pace del visitatore apostolico nominato allo scopo di verificare quanto di positivo possa cogliersi in un luogo di meditazione e preghiera, «luogo, benedetto da Dio, di incontro e di dialogo con il Signore attraverso la Vergine».
    Tanto per far gradire il: “ma anche”. Come sempre e nelle situazioni di criticità, che si presentano a rotta di collo. Nulla di nuovo sotto questo cielo, sotto questo sole quando illumina e riscalda, e che talvolta trasmette la sua luce pure alla luna che ci regala qualche traccia di gradevole luminosità nel cuore della notte…
    Tutto al “doppio” delle aspettative: doppio binario, doppio registro, con “frutto” multiplo.

  • Milly ha detto:

    Ben detto!
    Condivido tutto, specialmente l’ultimo paragrafo!

  • Valeria Fusetti ha detto:

    Il signor Tamponi è, come lo definisce Deotto, un cattoprogressista, che tradotto in un termine filologicamente più esatto ( non me ne voglia il buon Deotto !) è un cattocomunista. Un esponente di quella fauna ibrida, intimamente schizofrenica, che si è appropriata della gerarchia ecclesiastica. Questo signore sta facendo il suo mestiere. Non in senso vocazionale, ma nel “giusto” senso mondano. Come per i personaggi che hanno colonizzato vari Governi occidentali, in modo più o meno simile ad un colpo di Stato strisciante, anche costui fa una operazione tipicamente luciferina. Lucifero, come si sa, è detto la “scimmia di Dio” perché compie degli atti che sembrano avere lo stesso fine degli atti divini, mentre nella realtà tendono a sovvertirli. Per cui il “nostro” sembra dividere il grano dal loglio, eretici di qua buoni di là, l’umano dal divino, la Santa Vergine
    descritta come una donnetta divinizzata, a scopo strumentalizzazione, sputando veleno sui dogma mariani. C’è l’ha con Maria Santissima il buon uomo ? Si è no. Come tutti i membri della sua parte in realtà c’è l’ha con l’ Incarnazione del Verbo e, ovvio, con la Sua morte di Croce e Resurrezione. D’altra parte, se non si sa per quale ragione Dio ha mandato Suo Figlio a morire in quel modo, è ovvio che tutto il resto scompare. È un “mito”. Scompare il peccato originale che ha reso necessario il Sacfificio Espiatorio che è fonte di Salvezza dell’umanità. Per cui è una logica conseguenza che compaiano, quali grandi sacerdoti locali, Draghi e Speranza che offrono (si fa per dire) il sacro vaccino, per la cui costruzione sono fatti i doverosi sacrifici umani, che non dà la vita eterna ma comunque qualche cosa fa. È la religione della morte, bellezza!

  • Flora ha detto:

    Un nome un programma..

  • Donna ha detto:

    Leggendo le esternazioni di questo “don”, viene da chiedersi chi stia veramente servendo, anzi, l’astio e la violenza verbale che esprime danno già la risposta.

    Attacca Radio Maria e Medjugorje, e siccome l’albero di vede dai frutti, e Medjugorje porta tanti frutti di conversione …forse al Don in questione da fastidio anche questo…ergo altra conferma alla domanda iniziale
    Il Covid, è solo strumentale per esternare la sua avversione a Medjugorje,pellegrinaggi, devozione fede a Maria….forse farebbe bene a chiedersi da dove gli deriva tanto livore misericordina, …non certo da Cristo.

  • Gabriela Danieli ha detto:

    Premetto che io ho ritrovato la fede dopo aver letto i primissimi messaggi della Madonna di Medjugorje, dove sono andata in pellegrinaggio almento un 6-7 volte nei primi anni. Devo dire che non ho avuto segni ma è sempre stata un ‘esperienza sofferta e di grande combattimento spirituale.
    Poi, avendo scoperto che anche a Schio di Vicenza la Madonna appariva, e avendo ricevuto qui grandi segni e aiuti spirituali non sono più andata a Medjugorje.
    A mio parere la Madonna da almeno 8 anni non appare più a Medjugorje e quindi non credo affatto ai suoi ultimi messaggi.
    Anche perché se la Madonna apparisse ancora, come minimo rimproverebbe certi veggenti e Padte Livio che non riconoscono il vero PAPA STABILITO DA CRISTO e sopratutto ammomirebbe Padre Livio per il grave scandalo di campagna pro-siero genico prodotto con feti abortiti che sta sopprimendo centinaia di vite umane ed è portata avanti in una RADIO che si capisce essere ULTIMAMENTE in mano alla MASSONERIA ECCLESIASTICA insediatasi ai vertici in vaticano, anche per gli interventi scandalosi di altre persone non conformi alla Dottrina Cristiana.

    • Iginio ha detto:

      Sì, buona sera. Adesso la Madonna dà i messaggi solo se dicono quello che pensiamo noi. Attaccare poi Radio Maria perché sarebbe in mano alla massoneria va oltre il ridicolo.

  • Fabio ha detto:

    Don Tamponi……. nomen open!
    Attendiamo con ansia le esternazioni di Don Fiala, Mons. Siringa, sua eccellenza il Vescovo Siero, sua Eminenza il Card. Dosi………..

  • Elia ha detto:

    Preghiamo per questo don Tamponi perché ne ha tanto bisogno. Preghiamo per i parrocchiani di don Tamponi perché hanno tanto bisogno, considerato che hanno il don Tamponi come parroco. Tamponi Tamponi, mi ricorda qualcosa questo Tamponi. Tra l’altro fa anche rima con…

  • Elia ha detto:

    Preghiamo per questo don Tamponi perché ne ha bisogno. Preghiamo anche per i parrocchiani di don Tamponi, perché ne hanno bisogno considerato che hanno come parroco il don Tamponi. Tamponi, Tamponi… mi ricorda qualcosa questo Tamponi. Tra l’altro fa anche rima con…

    • Giorgio ha detto:

      Sono sardo (in questo caso forse bisogna dire purtroppo?) ma cattolico tradizionalista (con piena, pienissima cognizione di causa!) e concordo totalmente con ELIA che ha avuto anche la possibilità di fare il bis!
      Per me questo Tamponi, è semplicemente uno scandalo, oltreché. dato il periodo che viviamo, sentire un certo ribrezzo alla semplice pronuncia di questa parola!

Lascia un commento