Ma che Diritti! Il Governo Regala Milioni alla Lobby LGBTQIA. Senza Motivo.

11 Novembre 2021 Pubblicato da

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, vi ricordate del DDL Zan, quella legge liberticida, inutile e dannosa che è stata per il momento respinta? e per cui hanno strillato grandi giornali e commentatori di regime, quelli i cui cognomi finiscono in Ini Llo, oltre  tutti i parlamentari pseudo sinistri? Diritti, diritti lesi gridavano; ma in realtà il problema che stava a cuore a tutta la nota Lobby erano i soldi, come si è subito dimostrato con buona pace della Ministra Bonetti, scout cattolica e filo unioni omosessuali…come ci dice bene Jacopo Coghe qui sotto. Un altro gesto da ricordare del governo dai comportamenti malavitosi, che ricatta i cittadini e fa rientrare dalla finestra quello che il Parlamento ha cacciato dalla porta. Buona lettura.

§§§

Pro Vita & Famiglia: «Pioggia di soldi alla comunità LGBTQIA dall’UNAR. Completamente immotivata!»

Roma, 10 novembre 2021

«Una vera e propria pioggia di soldi arriva alle associazioni LGBTQIA che, nonostante la bocciatura del ddl Zan, trovano il modo di ricevere finanziamenti e sostegno per un’emergenza nazionale che non esiste!» è il commento di Antonio Brandi, presidente di Pro Vita & Famiglia, alla notizia dei 4 milioni di finanziamenti assegnati dal Dipartimento per le Pari opportunità della presidenza del Consiglio – Unar ai “progetti per la costituzione di centri contro le discriminazioni motivate da orientamento sessuale e identità di genere”.

«I dati Oscad (Ministero dell’Interno) – aggiunge Jacopo Coghe, vicepresidente della Onlus – parlano di 212 reati d’odio in circa otto anni per motivi legali all’orientamento sessuale e all’identità di genere. Poco più di 26 ogni anno. Servono quindi addirittura 4 milioni di euro per questo? Circa 150.000€ per ogni caso di discriminazione? In più è sempre più palese come l’Unar, nata per contrastare le discriminazioni razziali, stia progressivamente cambiando il suo raggio d’azione».

«Inoltre, spunta nuovamente l’identità di genere mascherata sotto le discriminazioni e il tutto viene avallato dal Ministro della Famiglia Elena Bonetti, mentre per le famiglie italiane, a poche settimane dalla legge di Bilancio, non si trovano i fondi necessari per provvedimenti di sostegno ad hoc».

 

§§§

(Cortesia La Nuova Bussola Quotidiana)

§§§




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

*

Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione, e di libera discussione e confronto costituito da Stilum Curiae, può farlo con una donazione su questo conto, intestato al sottoscritto:

IBAN:  IT24J0200805205000400690898

*

Oppure su PayPal, marco tosatti

*

La causale può essere: Donazione Stilum Curiae




Ecco il collegamento per il libro in italiano.

And here is the link to the book in English.

Y este es el enlace al libro en español


STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK

cercate

seguite

Marco Tosatti




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

*

Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione, e di libera discussione e confronto costituito da Stilum Curiae, può farlo con una donazione su questo conto, intestato al sottoscritto:

IBAN:  IT24J0200805205000400690898

*

Oppure su PayPal, marco tosatti

*

La causale può essere: Donazione Stilum Curiae




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , ,

Categoria:

6 commenti

  • Januensis ha detto:

    complimenti a tutti coloro che hanno collaborato per fare in modo che questa notizia vedesse la luce.
    Ma quelli pubblicizzati sono solo una parte dei finanziamenti complessivi che vengono assegnati alle molteplici associazioni, di cui una parte è stata inclusa nell’elenco precedente.
    Se ho capito bene, quelli elencati sono i finanziamenti assegnati dal potere centrale. E gli enti locali, dove li mettete ?
    Ricordo , dopo un gay pride, qui a Zena, i partecipanti al corteo rampognarono il Sindaco Bucci perchè non aveva concesso il Patrocinio. E, se ho capito bene, il patrocinio era un finanziamento comunale.
    E se ricordo bene, l’anno dopo il patrocinio ci fu. Altrimenti il Sindaco Bucci sarebbe stato probabilmente sommerso da critiche, in quanto classificato come omofobo.

  • Luciano Motz ha detto:

    Domanda da cinquemilionicentoventimila lire, direbbe il Mike Bongiorno di “Lascia o raddoppia?”: Ma che cosa ci fa la Lega al governo? La bella statuina?

    • Dalla tintoria ha detto:

      La lega ha deciso di diventare nostra cliente.
      Infatti le camicie della lega in quel di Verona hanno un colore obsoleto. Afferma di fronte a Giorgio Zanchini, che le camicie dei leghisti veronesi sono tutte nere il giornalista di Repubblica Paolo Berizzi che ha scritto per Rizzoli un libro sull’argomento . Dopo la nostra prestazione professionale si spera che il colore delle suddette camicie diventi meno evocativo.
      Se comunque dopo il nostro professionale intervento non ci dovessero pagare il conto, saremmo costretti a inviarlo al suocero del segretario leghista, ovvero il senatore Verdini.

  • Veronica Cireneo ha detto:

    Quindi è stata respinta agli occhi del mondo, ma sotto banco le mazzette passano comunque.
    Anzi meglio
    Come se ci avessero detto di stare tranquilli, proprio per potersi sfrenare più liberamente e senza occhi indiscreti addosso.
    🤪

    • Televisionario ha detto:

      Forse è solo una speranza quella di passare inosservati : ieri sera a Piazza Pulita il conto della fondazione OPEN cioè quella che finanzia Renzi è stato analizzato nei minimi dettagli e successivamente i giornalisti Fittipaldi Formigli Padellaro con la collaborazione di un politico fuori dal Parlamento cioè Crosetto e di una bionda giornalista Annalisa Chirico. Terminata l’analisi dei conti di Renzi si è passati all’analisi degli acquisti immobiliari del sottosegretario leghista che ha sostituito l’impresentabile Durigon. Vi assicuro che l’analisi è stata dettagliata e precisa.