Il Generale Piero Laporta scrive ai Lettori di Stilum Curiae.

9 Settembre 2021 Pubblicato da 46 Commenti

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, ho ricevuta dal generale Piero Laporta un messaggio destinato a voi, e che mi ha realmente molto colpito e commosso. E mi ha confermato, se mai ce ne fosse stato bisogno, della profondità, della sincerità e del coraggio di questa persona. Un messaggio, come dicono gli inglesi, out of a blue sky, un qualche cosa di totalmente inaspettato. E dopo diverse settimane di silenzio. Buona lettura, e chapeau al generale.

§§§

Caro Marco. Devo chiedere scusa ai lettori di SC.
Ho sopravvalutato Draghi.
Sono stato tradito dalla mia abitudine a cercare ad ogni costo la presenza del bene.
Egli invece, come un qualunque ometto, è finito vittima di un satanico delirio di onnipotenza. Egli sa bene che l”intruglio impostoci – e che egli s”è guardato bene dall’iniettarsi – l’intruglio non è vaccino, altrimenti immunizzerebbe, ovvio.
S”è tuttavia convinto, dopo il flop nelle stazioni ferroviarie, d’avere il paese in mano.
Nel suo orizzonte invece non c’è altro che Norimberga, se sopravviverà alla guerra nucleare che, insieme ai suoi padroni, contribuisce a innescare.
Ora non posso scriverne perché sono assorbito da altro. Se vuoi puoi pubblicare queste righe con la promessa ai lettori di SC che tornerò non appena possibile.
Scrivo questo oggi, compleanno di Maria Santissima, nostra Madre, nata senza peccato originale. Facciamole gli auguri! Le fanno piacere come ad ogni Mamma che ama i propri  figli.
La festa della Natività di Maria, introdotta da papa Sergio I (sec VII) nel solco della tradizione orientale, è legata alla promessa della venuta del Messia. Non necessariamente la Sua venuta apocalittica, bensì il Suo intervento miracoloso per salvare, ordinare e pulire la Sua Chiesa, il Suo universo, i Suoi fedeli.
Noi sgraniamo il Santo Rosario, solo questo ed è più che sufficiente contro gli ometti.
Noi siamo orgogliosamente cattolici, né di destra né di sinistra.
Noi osserviamo tutti i Santi Comandamenti di Nostro Signore, noi ascoltiamo con devozione la santa Messa officiata da preti degni
Noi recitiamo il Santo Rosario.
Noi non odiamo né predichiamo odio,
 separazione, discriminazione davanti al dio virus.
Noi siamo la civiltà.
Lasciamo i pagani a sghignazzare nel loro letame, apostati, cicisbei e prostitute.
Non Praevalebunt.

§§§




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

*

Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione, e di libera discussione e confronto costituito da Stilum Curiae, può farlo con una donazione su questo conto, intestato al sottoscritto:

IBAN:  IT24J0200805205000400690898

*

Oppure su PayPal, marco tosatti

*

La causale può essere: Donazione Stilum Curiae




Ecco il collegamento per il libro in italiano.

And here is the link to the book in English.

Y este es el enlace al libro en español


STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK

cercate

seguite

Marco Tosatti




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

*

Chi desidera sostenere il lavoro di libera informazione, e di libera discussione e confronto costituito da Stilum Curiae, può farlo con una donazione su questo conto, intestato al sottoscritto:

IBAN:  IT24J0200805205000400690898

*

Oppure su PayPal, marco tosatti

*

La causale può essere: Donazione Stilum Curiae




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: ,

Categoria:

46 commenti

  • giorgio rapanelli ha detto:

    Prima di scrivere un commento, mi sono documentato chi fosse il generale Laporta. Sono d’accordissimo con lui sul rapimento di Aldo Moro. Chi conosce un poco le armi sa che quel conflitto a fuoco non fu opera di una banda di cialtroni come quelli delle Brigate Rosse. Erano tiratori di alta scuola: mercenari, o servizi segreti. Persone esperte che ho conosciuto l’hanno sempre pensata come me. Forse Moro era già da un’altra parte, come rivela il Generale. Il suo errore fu di sottovalutare la volontà politica di chi contava e che lo aveva avvisato. Serva di lezione a coloro che impropriamente sono definiti “no-vax”, ma che sono invece “No-Cavie”, ossia coloro che non vogliono partecipare ad esperimenti di cui non si sa.
    Oggi, il nostro errore è stato ed è di considerare Draghi come una persona al di sopra delle parti e degli interessi esterni. A parte critiche sulle sue operazioni bancaria, io sperano in lui. Invece, si è rivelato un uomo dello legge occulte anglo-americane di storica memoria, denunciate da Rudolf Steiner fin da quando foraggiarono Lenin per la conquista bolscevica della Russia zarista. Oggi sappiamo i nomi dei Padroni del Mondo, strumenti di Satana, a cui si sono aggiunti altri arricchiti smisuratamente, come Bill Gates, che ha partecipazioni in Big Pharma e foraggia abbondantemente l’OMS. Che poi diventa uno strumento felice nelle sue mani, avendo gli stessi obiettivi del ”filantropo” Gates: quello della schiavizzazione dell’intera umanità, per poi cambiarle i connotati genetici del DNA. E’ difficile che la gente comune possa capire dove sta andando, dopo essere stata terrorizza con una pandemia che fa ridere, in confronto al colera e alla Spagnola. Fin dal 1917 Steiner si dichiarava contrario ai vaccini, soprattutto se somministrati ai bambini e alle donne incinte, con motivazioni comprensibili solo a chi si interessa alle scienze esoteriche e conosce certi meccanismi dei vari corpi invisibili dell’uomo. L’obiettivo è quello di bloccare la spinta verso la spiritualità che l’individuo ha avuto con il nuovo corso solare instaurato dal Cristo. Dovrebbe diventare solo “materia”, con impulsi e basse emozioni.
    Draghi è solo un lacchè di alto livello del Potere Mondiale, superiore a quelli che lo hanno preceduto, e con i quali sono state bloccate le elezioni nazionali per timore che i non allineati alle strategie del Potere Mondiale conquistassero il potere in Italia. La quale è pure strategicamente importante nello scacchiere mediterraneo e mediorientale.
    Da questa schiavitù satanica può solo liberaci l’intervento delle Potenze metafisiche solari, superiori all’Arcangelo Michele e ai suoi, con un’Apocalisse simile a quella rivelata da San Giovanni, quando finalmente verrà diviso il grano buono (i molti) dalla zizzania (gli altri), che verrà smaterializzata da questo pianeta, eccetera… Purtroppo la zizzania non crede a questa fine, sentendosi simile a Dio. Comunque, l’odio che quelli della zizzania provano per il Cristo e per i “suoi”, che non sono i “tutti”, ma “i molti”, è talmente forte che li porta alla scelta di finire dove finirà la loro corsa insieme ai “loro” accoliti.

    • Tonino T. ha detto:

      No.
      L’errorre è quello di non comprendere che Moro e la sua scorta (e non solo loro) sapevano GIA’ allora chi fosse l’uno del 2 del codice 321 e che oltre quel giorno avere le carte in mano che inchiodavano Andreotti e votarne la sfiducia, avevano compiuto indagini anche su un tizio che era lì all’incrocio (prima con Prodi seduto all’esterno del bar lato Stresa dopo il torturamento di un testimone) (durante il fallimento dell’agguato con i sicari fino al momento della silenziatura di tutti gli agenti) e dopo anche in via Caetani, e all’incursione con B. alla presenza di Ratz , e al trascinamento di G. e altrove.

      Scena Casa Telefono G.F. 4
      https://t.me/PerIntercessioneDiMaria/106

  • Gian ha detto:

    Caro generale, questa sua correzione le fa onore e non fa che accrescere la mia stima nei suoi confronti. Nel suo breve messaggio odierno mi ha dato ancora una volta una lezione che mi impegnerò di mettere a frutto: di recitare il Santo Rosario più spesso di quanto non faccia ultimamente.

  • physicus ha detto:

    Carissimo generale, la sua tesi mi aveva convinto. Magari poteva avere un fondamento. Certamente-lo dico da insegnante- gli atti del governo non mi hanno aiutato nel perseverare in questa convinzione. Umanamente le cose potrebbero parzialmente mutare con un rientro di trump o un papa nuovo o vecchio, ma vero. Tutto improbabilissimo. Affidiamoci alla Madonna, che ci aiuti anche prima dei tempi prestabiliti.

  • Luciano Motz ha detto:

    Egregio generale, ho sempre apprezzato la sua acuta intelligenza e, leggendo i suoi precedenti giudizi su Draghi, mi sono sempre ricordato che cosa diceva un vecchio mio professore: L’errore maggiore lo commette sempre il più intelligente. Ma, l’intelligente sa anche riconoscere l’errore. I miei complimenti per averlo apertamente ammesso.

  • Raffaele Vargetto ha detto:

    Mi consenta il gen. La Porta di puntualizzare che Maria SS., unica creatura, è stata concepita, non solo nata, senza il peccato originale che accomuna tutti gli uomini, con la sola eccezione della Madre del Signore. Giovanni Battista è nato senza il peccato originale, ma è stato concepito nel peccato originale. Vorrei, poi, porre al generale due domande e desidererei che mi desse una risposta in base alla sua preparazione ed esperienza: la Cina è responsabile della diffusione della pandemia in modo colposo o, addirittura, doloso per fini di egemonia mondiale? Se sì, ritiene che qualche ministro italiano abbia taciuto la verità e sia da considerarsi complice di un certo disegno di dominio della Cina?

  • Milly ha detto:

    Chapeau Generale! Mi fa veramente piacere il suo “ripensamento” ! All’inizio della nomina di Draghi, a Presidente del Consiglio, mentre tutti i giornali e le TV pubbliche e private, lo esaltavano e glorificavano, non so perché, mi vennero in mente (e successivamente inviai a S.C.) alcune strofe di una canzone di Lucio Battisti dal titolo “Il fiocco rosa” che più o meno faceva così ” ..Chissà, chissà chi sei,
    Chissà che sarai
    Chissà che sarà di noi
    Lo scopriremo solo vivendo
    Comunque adesso ho un po’ paura
    Ora che quest’avventura
    Sta diventando una storia vera
    Spero tanto tu sia sincero!
    Ecco, adesso che un po’ di tempo è passato dalla nomina a Presidente del Consiglio, la “maschera” è caduta e finalmente i nostri occhi si sono aperti ed è con grande piacere che vedo che anche i suoi occhi non sono rimasti chiusi.
    Con tanta stima!

  • 👀 ha detto:

    Sig. Generale, la sua confessione mi sollecita qualche Parola della Sacra Bibbia:
    1) “Guai a chi è avido di lucro (sostituiamo con “potere”)
    sventura per la sua casa”
    2) “Guai a chi costruisce una città sul sangue e fonda un
    castello sull’iniquità (quanti morti e bugie!!!!!!!!!!!!!!!)”

    Nostro Signore Gesù Cristo, Re dell’Universo, E’ VERITIERO.

  • Michele ha detto:

    Generale: solo ammirazione per la sua onestà intellettuale e la sua rettitudine volta alla ricerca del bene e, soprattutto, per la sua fede.
    Che Dio la benedica.

  • Ermo ha detto:

    Sono un Alpino, finalmente un Generale! Grazie!

  • Virro ha detto:

    sembra inverosimile che ci sia ancora un pensiero intellettuale ONESTO (che sa chiedere scusa).
    Da oltre Tevere, meglio dire da S. Marta, passando per il Quirinale ed arrivare a Montecitorio , con i suoi labirinti ministeriali,
    Andreuccio da Perugia riconquisterebbe il suo bottino contro questi malfattori, esperti, nell’arte inganno

  • giovanni ha detto:

    Generale, Lei non ha nulla di cui scusarsi perche’ mi tornano in mente le parole del Divin Maestro / chi e’ senza peccato scagli la prima pietra. Quanti di noi , io in testa, durante la vita e in buona fede han fatto scelte poi rivelatesi non giuste. Penso tutti. Per cui facciamo fronte comune contro gli adepti del menzognero con l’aiuto della preghiera e della forza che Dio elargira’ ad ognuno di noi, mi unisco al Suo NON PRAEVALEBUNT .

  • Luca Francesco PERSICO aka Pesce d'Acqua Dolce ha detto:

    Ben tornato tra noi, Generale, finalmente; il suo ritorno e l’immenso esempio di umiltà e amore per la realtà e la Verità che ci offre con questo suo scritto ci scalda il cuore e infonde nuovo coraggio e speranza. Ho letto tutti i suoi precedenti contributi riguardo al Sig. DRAGHI senza riuscire a condividerli per quanto provassi a sforzarmi, perchè troppi fatti palesi ostavano e ostano, ma ho preferito non estendere commenti e considerazioni, ho preferito attendere; io non ho la fortuna e il piacere di conoscerla di persona, purtroppo, ma dall’idea che ho potuto farmi di lei attraverso i suoi scritti sapevo che sarebbe bastato attendere e il momento sarebbe giunto in cui ella con limpida e chiarissima onestà intellettuale avrebbe preso atto e riconosciuto di essersi sbagliato su questo figuro e ce lo avrebbe comunicato. Ella è un vero soldato, Generale, uno di quelli di fronte ai quali i civili come me volentieri e con rispetto massimo si inchinano e ai quali vorrebbero venisse affidato questo sciagurato Paese, non come il Generale Figliuolo, purtroppo per giunta Alpino… Un vero soldato, sì, perchè i veri soldati sanno analizzare e riconoscere la sostanza e la realtà delle situazioni senza edulcorarle e prendendole e affrontandole per ciò che sono; un vero soldato, sì, perchè i veri soldati sanno anche ammettere i propri errori e correggerli essendo dotati di una qualità ormai purtroppo rarissima: il senso dell’onore. Grazie di vero cuore.

  • Maria Michela Petti ha detto:

    Le Sue precedenti, Signor Generale, mi sono sembrate la descrizione realistica di una situazione per come appariva ai Suoi occhi e ad altri spettatori che, nell’impotenza a cambiarla secondo il proprio metro di giudizio, bisogni e desiderata, si sforzano di vedere il classico bicchiere mezzo pieno per non soccombere allo scoramento mortale. Essendo per giunta impossibile sondare la mente e l’animo umano specialmente degli attori che si muovono nel teatrino della politica nostrana, tanto più in presenza di un primo ministro “cooptato”. E sospetto che la musica non sarebbe cambiata di molto se fosse stato eletto in regolari consultazioni.
    L’Italia è ridotta in servitù, a mio avviso, per l’assoggettamento al potere dei padroni del mondo – attraverso i loro bracci destri e sinistri, in odore di potenza messianica – dei sedicenti impegnati nel servizio alla res pubblica che, a giustificazione del loro operare, adducono emergenze e urgenze a discarico. Specularmente alla motivazione espressa dal papa nell’intervista alla radio spagnola COPE circa il suo operato che altro non sarebbe se non l’esecuzione del mandato ricevuto nel pre-conclave: «non c’è nulla che ho inventato io. Sto obbedendo a ciò che è stato deciso in quel momento. Forse alcuni non si rendevano conto di quello che stavano dicendo o pensavano che non fosse tanto serio, ma alcuni temi provocano prurito, è vero. Ma non c’è originalità mia nel piano».
    Ai governati non resta che prodigarsi in atti di amore, quotidiani, per il bene comune. Per allontanare lo spettro di sensi di colpa. E la giostra continua ad andare, azionata da chi ha in mano la leva del comando. A chi invece gira la testa, nel vortice di una vita che non accenna ad imboccare una direzione più lineare, non resta che rassegnarsi ad un’impaziente attesa, come per “Il cambio della ruota”:
    Mi siedo al margine della strada.
    Il guidatore cambia la ruota.
    Non sono contento di dove vengo.
    Non sono contento di dove vado.
    Perché guardo il cambio della ruota
    con impazienza? (Bertolt Brecht)

  • alessio ha detto:

    Generale , guardi che lo schema
    è sempre il solito per ogni
    presidente del consiglio ;
    quando arrivano esprimono
    amore (!) per i cittadini ,
    ma poi cambiano ,come è
    stato per quello di Santa
    Marta , che si crede
    infallibile.
    Non si preoccupi ,tutti
    sbagliamo prima o poi.
    Saluti.

  • Davide Scarano ha detto:

    Anch’io come gli altri lettori sono lieto non tanto delle scuse, quanto del suo cambiamento di opinione che le rende merito. PS Lei parla di “guerra nucleare”, di questi tempi verrebbe da dire: “solo quella?”, e, con amara ironia, tirar fuori un sospiro di sollievo.

  • Luca Antonio ha detto:

    Onore a Lei Generale, Hombre Vertical, ci vuole coraggio morale nell’ammettere l’errore.
    Chapeau.

  • miserere mei ha detto:

    Grazie generale.
    Le fa onore.
    La sua stima per Draghi mi aveva addolorato.
    Eppure bisogna pregare per lui.
    Cioè per il nemico. L’ha detto Nostro Signore.
    Ha detto di amarlo, non di stimarlo.
    Infatti non lo stimo affatto.
    Ma mi sforzo di amarlo.
    Unico antidoto al disprezzo, che è un peccato.

  • Alessandro ha detto:

    Il Generale dimostra con questo di essere una persona intelligente: grazie e una preghiera con lei (e PER lei).

  • don Z ha detto:

    Caro Generale LaPorta , dopo aver letto i commenti entusiastici ed esaltanti il suo legittimo e condividibile ( ma prevedibile ) ripensamento su Draghi , ho pensato che grazie a questo colpo di teatro potrebbe ora pensare a un militarissimo colpo di stato con un drappello di stilumcuriali . Ma la prego ,non come fece il generale Tejero in Spagna nel 1981 ….

  • Giuseppe ha detto:

    Caro LaPorta grazie a Dio mi ha anticipato, Infatti volevo scrverle per chiedere come una persona per bene come lei avesse potuto fare un endorsement al Draghi 2021.Accetto le sue scuse, che Dio la benedica .
    Giuseppe

  • Tonino T. ha detto:

    O Maria CONCEPITA senza peccato prega per noi!
    Maria Sempre Vergine prega per noi.

  • Valeria Fusetti ha detto:

    Caro generale, come sono felice di essermi sbagliata su di lei ! La sua dimostrazione di umiltà cristiana, per cui la verità ( che ci viene dall’amore per la Verità) viene sempre dopo l’io, è edificante ed anche rallegrante ! Che il Signore la benedica, le dia merito e la protegga sempre. In cordibus Jesu et Mariae.

  • Chiara ha detto:

    Grazie Generale!

  • g.vigni ha detto:

    Precisazione: non intendo assolutamente, metter al livello dei draghi e dei gran marabutti mastro Titta.

    G.Vigni

  • paolo deotto ha detto:

    Grande, grandissimo Generale Laporta!

  • g.vigni ha detto:

    Generale non si crucci. Prendiamo la voce “compito” in modulo o valore assoluto, quindi senza positivo o negativo. Senz’altro gli Hess, gli Eichmann, i mastro Titta …..sono delle eccellenze nel loro compito. Draghi è un’ eccellenza, come il gran marabutto del colle, come il generale omerico de noantri, figliuol di Troia……….Chiaramente, d’accordo per il Rosario, ma io per le eccellenze, in modulo, suggerisco di pregare col Salmo 108: venerdì in moschea, sabato in Sinagoga e domenica in Chiesa, quelle poche rimaste.

    G.Vigni

  • Rosa Rita La Marca ha detto:

    “In verità vi dico: I pubblicani e le prostitute vi passeranno avanti” (Matteo 21:28-32)
    In questo momento le ritrovo a predicare con amore, l’amore. Mentre i prelati si azzuffano tra loro e i loro cicisbei ci vanno dietro pronti a dare il culo, meglio se quello altrui, per farsi strada risultando più santo, e tomista, degli altri. Al seguito? Le immancabili de jure “signora” che invece di servire il proprio marito vivacchiano a fare le concubine dei preti medesimi.

    Correggerei solo il luciferico “orgogliosamente”. Umiltà, questa sconosciuta?!

  • Veronica Cireneo ha detto:

    Che meraviglia l’obiezione di coscienza e l’obiettivita’ della coscienza!

    Noi sgraniamo il rosario. SÌ e con le stesse intenzioni per cui Maria e Gesù pregano e supplica o Dio Padre.

    Grazie.

    Veronica Cireneo

  • luca ha detto:

    un pugno allo stomaco…..la stupefacente dignitá di uomo
    che sa chiede scusa rovescia le montagne e svuota gli oceani…
    onore a lei

  • Creazionista ha detto:

    Alla buon’ora, ero molto irritato dai precedenti post sul cialtrone del G30

  • Milli ha detto:

    Carissimo generale La Porta, grande onore a Lei che ha il coraggio di cambiare idea e ammettere l’errore di valutazione. Sicuramente conosce la storia recente italiana meglio di noi che l’abbiamo conosciuta attraverso i giornali, per questo un briciolo di speranza ce l’avevo, ma ormai è chiaro che sia Draghi che Mattarella stiano cercando di portare avanti la dittatura senza guardare in faccia a nessuno .
    Non so se il mancato blocco delle stazioni sia stato un flop , personalmente mi sembrava un trappolone per accusare ancora di piu i gruppi di protesta e metterli contro Il gregge .. l’opinione pubblica, di fatto i vari gruppi su Telegram si sono sganciati dal gruppo Basta-dittatura, fin troppo violento negli intenti, accusato di essere creato da infiltrati (della Digos?).

  • Donna ha detto:

    Ciò che dice le fa solo onore, pochi sanno riconoscere l’errore.
    Davanti a questa realtà, ormai in balia dell’inquilino dei piani caldi e solforosi e di coloro che lo seguono, è più che mai necessario ricordare le “istruzioni” di Nostro Signore Gesù Cristo:

    “Ecco: io vi mando come pecore in mezzo ai lupi; siate dunque prudenti come i serpenti e semplici come le colombe. Guardatevi dagli uomini, perché vi consegneranno ai loro tribunali e vi flagelleranno nelle loro sinagoghe; e sarete condotti davanti ai governatori e ai re per causa mia, per dare testimonianza a loro e ai pagani. (MT 10,16)”
    Ma anche :
    “…Voi avrete tribolazione nel mondo, ma abbiate fiducia; io ho vinto il mondo! ( Gv 16,33)

  • VITMARR ha detto:

    Avrei voluto contestare le affermazioni del Generale Laporta nel precedente suo post a favore di Draghi, con questi argomenti :
    1) Gioele Magaldi si è sempre riferito a Draghi con l’appellativo di “maestro venerabile” e recentemente ha anche dichiarato che è stato Draghi a far eleggere l’attuale Pdr. Colui cioè che in una occasione dell’apertura di un congresso del GOI non ha mancato di inviargli un messaggio di auguri. Tutto questo si trova da tempo su Internet e non mi risultano smentite.
    2) Ho fatto il servizio militare in tre città della Toscana e nell’ultima delle tre ho potuto notare che tutti gli ufficiali . e dico tutti tranne quelli di complemento, erano ben accolti in “Villa”.
    Ora mi pento di aver solo pensato la pesante allusione contenuta nel punto 2 ed è un sollievo leggere che il Generale si sia reso conto della reale situazione in cui Draghi, stretto alleato di Macron, ci sta portando.. Grazie Generale.

    • Quale villa ? ha detto:

      Forse Wanda ?
      P. S. ci sono dei disinformatori di professione.
      Ovvero dei contaballe che parlano a vanvera di cose che non conoscono. Lo fanno solo per la vil pecunia e per sentirsi importanti. La mia opinione è che Magaldi possa essere uno di questi.

  • Cleonide ha detto:

    Draghi è più sottile di Monti, che a suo tempo Maurizio Blondet definì “un solennissimo cretino”. Ma non di molto. A causa delle posizioni di rilievo che ha ricoperto nel sistema bancario e del ridicolo aplomb con cui si pavoneggia, il rischio di attribuirgli più intelletto di quello che ha in dotazione è piuttosto elevato. * Così quando se n’è uscito con quel “morire o far morire”, qualcuno ha pensato che Draghi non fosse così sprovveduto da riferirsi a ripercussioni sanitarie (come ha fatto, per esempio, Bassetti), ma avesse in mente ritorsioni di altra natura (del tipo: se non ci vacciniamo, il gruppo di interessi dietro alla campagna vaccinale ce la farà pagare). E invece Draghi aveva in mente proprio ripercussioni sanitarie e intendeva dire, papale papale, che il non siringato si ammala e muore, oppure contagia e fa morire persino chi dovrebbe essere diventato invulnerabile grazie al miracoloso intruglietto. * I Draghi, i Monti, gli Amato, i Prodi, i Dini, i Ciampi, nonché l’innominabile e il suo predecessore, arrivano a godere, sia pur per breve tempo, di ampio credito popolare perché è gente che parla a bassa voce, come a mostrare di non aver bisogno di gridare per farsi ascoltare e obbedire; e sulla massa tale atteggiamento esercita un fascino irresistibile: combinato con le cariche altisonanti cui costoro sono approdati (sappiamo bene per quali vie), esso trasmette alla massa l’impressione di trovarsi davanti a uomini di ordine superiore, tecnici che sanno il fatto loro e che sono perfettamente in grado di risollevare le sorti del Paese e del suo popolo. Mica idioti (nel senso etimologico) o deficienti (nel senso etimologico)! Poi di fronte agli esiti della presunta competenza, le scaglie cadono dagli occhi. * Comunque, caro La Porta, scuse accettate. Il fatto di averle presentate, anzi, Le fa onore.

    • Alessandro Azimonti ha detto:

      Magnifico commento, Cleonide! La propongo senz’altro al Dott Tosatti, perché possa deliziarci con altre stilettate, in un suo spazio giornalistico su Stilum Curiae.
      Alessandro Azimonti.

Lascia un commento