Mons. Ics Propone la Lettura di “Golpe in Vaticano” di don Decorato.

24 Aprile 2021 Pubblicato da 35 Commenti

Marco Tosatti

Carissimi Stilumcuriali, mons. Ics in un breve periodo di vacanza lontano dagli usuali palazzi si è rilassato con una lettura che potrebbe essere “leggera” – un romanzo – se non offrisse inquietanti similitudini con i tempi che stiamo vivendo. Buona lettura…

 

§§§

Caro Tosatti, le propongo una “novità” almeno da parte mia, le suggerisco la segnalazione di un libro, anzi di un romanzo.

Anzi no, non di un romanzo, bensì della storia camuffata della vita della Chiesa che stiamo, ohimè, vivendo da qualche anno.

Ma è anche un romanzo sulla “resistenza” attuabile all’interno della Chiesa in una situazione tragica.

Il romanzo spiega che la “buona battaglia” si può condurre in silenzio e preghiera, ma anche agendo, smettendo di lamentarsi e attuando un piano strategico di reazione.

Il libretto-romanzo di cui parlo si titola <GOLPE IN VATICANO> e non è scritto sotto pseudonimo, come ci si potrebbe immaginare, bensì è firmato da un ben conosciuto coraggioso sacerdote, parroco di ben cinque parrocchie, Don Sabino Decorato.

Il libro è edito dalla benemerita casa editrice Fede & Cultura, di Giovanni Zenone.

In due righe: il romanzo racconta il rapimento e incarceramento del Papa.

Detto golpe viene attuato da sette cardinali ultraprogressisti che vogliono luteranizzare la chiesa cattolica.

Il luogo dove il Papa viene imprigionato è, curiosamente, proprio la Casina Pio IV, la sede della Pontificia Accademia delle Scienze, quella presieduta da mons. Sanchez Sorondo, luogo ove vengono concepiti i “golpe dottrinali” da qualche anno.

Un gruppetto di tradizionalisti concepirà un piano strategico e libererà il Papa.

I cardinali progressisti e golpisti con i loro seguaci fanno uno scisma, inevitabile.

Il capitolo del romanzo che spiega l’inevitabilità dello scisma: “Il grano e la zizzania” provocherà nel lettore riflessioni e sentimenti estremamente utili.

Gli scismatici probabilmente confluiranno con i luterani, chi resterà è perché era ed è cattolico e non si è lasciato influenzare dalla stampa che fiancheggia il progressismo filoluterano.

Il discorso del Papa liberato è un invito fatto a noi di convertirci, non all’ecologia, certamente.

I disegni di Dio vengono lasciati intuire al lettore. Poco dopo la liberazione il Papa muore e viene eletto il card…..Quello che accade dopo ve lo lascio leggere…e sognare.

Dio non perde battaglie. Ma vuole vederci combatterle.

Nella guerra della Verità contro ogni altro contendente non vi è dubbio chi vincerà.

Chi ha sposato tesi eretiche e scismatiche, chi è apostata, chi abiura, verrà aiutato a capire l’errore, a pentirsi e a convertirsi.

Ma non avrà necessariamente molto tempo.

L’inferno c’è, e come lessi, scritto da un intellettuale cattolico di cui ho grande stima, ma non voglio citare: <Son le anime, in crescita esponenziale ed imprevedibile, che finiscono a bruciare all’inferno, che han determinato il “riscaldamento globale”>.

Mons ICS

§§§

Questo è il link al libro.

 

§§§




Ecco il collegamento per il libro in italiano.

And here is the link to the book in English. 


STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK

cercate

seguite

Marco Tosatti




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA

OPPURE CLICKATE QUI




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: , , , ,

Categoria:

35 commenti

  • Astrolabio ha detto:

    Le questioni sono due: o chi e’ con la chiesa di Bergoglio o chi si fa scomunicare. Ridicolo minacciare gli dell inferno dietro pseudonimi. La domanda: ma gli ecclesiastici non saranno i primi? Noi laici almeno andiamo dietro a preti che fino a prova contraria, tutti i papi approvano. Quindi Dio sarà meno severo con noi. La verita’ si vede che e’ un valore non negoziabile con certi ma….immanenti. Tipo la tonaca.

  • FRANJO ha detto:

    Sarà di estrema importanza vedere cosa succederà quando a maggio ci sarà la rivoluzione “rosa” di parte del clero tedesco. Dalla reazione di Roma si capiranno molte cose, sarà un necessario di svelamento di cose finora tenute nascoste.

  • Enrico Nippo ha detto:

    Piccola comparazione:

    Dibattito sul Concilio (Cionci): accapigliamento generale tramite 148 commenti.

    Genocidio armeno: 0 commenti.

    Molto, moooooolto significativo!!!!!!!!!!!!!!

    • Parix ha detto:

      Ci sarebbe da fare una riflessione…se ne valesse la pena

    • Michele ha detto:

      Evidentemente non abbiamo la sensibilità di certi appassionati di sincretismi orientalieggianti.

      Vede, pur non avendo partecipato alle discussioni sul Concilio Vaticano II, apprezzo le discussioni sulla dottrina e sulla pastorale: se adulteriamo la Verità rivelata e la Chiesa non è più strumento di Salvezza, gli avvenimenti della storia possono solo svolgersi in tragedia.

      Vuole salvare il mondo con le filosofie e le religioni fatte dall’uomo? “Maledetto l’uomo che crede nell’uomo ” è urticante per l’uomo d’oggi e i modernisti al rimorchio, ma tragicamente vero.

      Vuole che aggiungiamo commenti retorici, conosce qualcuno che non condivida la condanna del genocidio Armeno?
      Io ho sempre letto con interesse gli articoli al riguardo, ma non essendo uno storico, li apprezzo e non posso aggiungere niente di significativo.

      Tale mio commento vale nel caso lei sia il tale che ci martella regolarmente con il suo sincretismo sofisticato ma vacuo. Non ricordo come si chiama perché non intervengo regolarmente come lui.
      Com’è buono lui! (Citaz)

      • Enrico Nippo ha detto:

        “… nel caso sia lei che ci martella regolarmente…”

        Ebbene sì, sono io, reincarnazione di Thor, figlio di Odino, di cui uno dei tratti distintivi è il suo martello incantato Mjöllnir.😂😂😂

        • Michele ha detto:

          Che cosa avrebbero voluto significare il suo intervento?
          Che chi non fa minestroni sincretisti autosalvici non avrebbe sensibilità per essere solidale col popolo armeno?
          Com’è buono e sensibile lei! Mica come noi popolino semplice che ci preoccupiamo di amare Gesù Cristo seguendo le sue leggi e non la via larga del mondo.

          Contento lei…il Dio trinitario che si fa uomo non ha niente a che fare col panteismo, la resurrezione non ha niente a che fare con la reincarnazione, se pensa di salvarsi senza Gesù Cristo o adulterando le Sue leggi, peggio per lei: il suo libero arbitrio di credere a tutto è intangibile anche per l’Onnipotente.

          • Enrico Nippo ha detto:

            Non sembra che il Suo senso dell’humor sia molto elevato.😉

            Vede, altro è la serietà e altro è la seriosità.

            A me sembra che Lei sia serioso.

            Ma mi auguro di sbagliarmi.

            La saluto cordialmente.

  • VLASIO3 ha detto:

    VORREI INTRODURRE UNA NOTA ALLEGRA IN MEZZO A TANTA DOLOROSOA ANALISI – SE VI FA PIACERE ECCO UN LINK CON UNA STORIA SCRITTA OR SONO PIU’ DI VENT’ANNI FA – VI SORPRENDERA’ IL TITOLO, LA LINGUA, LA VICENDA – BUONA LETTURA
    http://xoomer.virgilio.it/blasius2/FANTASTIK.html

  • Maria Michela Petti ha detto:

    Dal momento che lo stesso Bergoglio ripetutamente si dichiara “ingabbiato” nelle varie postazioni dello Stato (di cui è sovrano) da cui parla – nonostante abbia scelto di risiedere in una residenza aperta ad un ampio contatto umano – e la terminologia privilegiata ruota intorno a tutto ciò che ha una certa attinenza con il carcere e i suoi “ospiti”, non sarebbe il caso di cambiare la denominazione del Vaticano in “prigione di Stato”?
    …tanto per fare un po’ di ironia… sempre che mi sia consentito e… sorriderci su… sfruttando l’assist offerto dal romanziere, senza osare ovviamente di pormi al suo ragguardevole livello di acume interpretativo.

  • stilumcuriale emerito ha detto:

    Lasciando da parte i romanzi ragioniamo sui fatti.
    Ci sono due eventi certi : le dimissioni di Benedetto XVI e l’elezione di Francesco. Dire che le dimissioni di Benedetto, avendo preceduto nel tempo l’elezione di Bergoglio, siano state la causa dell’elezione di Bergoglio è evidentemente un errore. Se mai è vero il contrario : la volontà di alcuni di eleggere Bergoglio Papa, è stata la causa di tutta una serie di azioni finalizzate a mettere in difficoltà Benedetto e indurlo, non necessariamente con minacce, a dimettersi per l’impossibilità di governare la Chiesa secondo le sue intenzioni.
    Quindi: le dimissioni di Benedetto sono una condizione necessaria per la rimozione di un ostacolo all’elezione di Francesco, ma l’elezione di Francesco non è una conseguenza necessaria delle dimissioni di Benedetto. Avrebbe potuto essere eletto chiunque altro ne avesse avuto le necessarie condizioni. La responsabilità del malpapato di Francesco ricade tutta su Francesco e su chi ha ordito tutta la trama per farlo eleggere.

    • don Z ha detto:

      Finalmente ! Bravo stilumcuriale emerito . Qualche anno fa un giornalista americano mi chiese opinione sia sulla rinuncia sia sulla successione. La risposta che diedi più o meno era che per capire la rinuncia di Benedetto si doveva aver inteso la necessità di un Bergoglio. E per capire la nomina di Bergoglio si doveva aver capito perché Benedetto doveva andarsene , subito.

      • stilumcuriale emerito ha detto:

        Salvo poi giustificare il tutto come opera dello Spirito Santo !

        • Antonella ha detto:

          Grande Stilumcuriale Emerito, senza tergiversare arriva all’obiettivo e ne spiega l’evoluzione guardando alla storia nuda e cruda dei fatti che si raccontano da soli, ormai prove inconfutabili di un golpe ordito da tempo, supportato dalla più infame delle alleanze.
          Un castello dell’Horror che vuole ingabbiare tutti e con cui bisogna fare i conti prendendo posizione, lottando….
          No, non è un film.

          • frama ha detto:

            Io so che Benedetto non avrebbe voluto essere Papa.
            Da Cardinale voleva tornare in Germania ma gli fu impedito da Papa Woytjla che lo blindo’ trattenendolo in Vaticano.
            Nel frattempo l’amata sorella è morta da sola in Germania e non l’ha potuta salutare come ha fatto recentemente col fratello. I tre fratelli erano molto affiatati e lui sognava una vecchiaia assieme. Per questo aveva comperato una casa che poi ha venduto.
            Non lo so se ha subìto pressioni ma lui non vedeva l’ora di andarsene. Poi dicono che gli avevano promesso di eleggere Scola che gli era amico e vicino nella dottrina.
            Ha dichiarato di avere sentito come un bisogno di preghiera e di ritiro e l’ha presa come una vocazione nella vocazione. Inoltre era convinto di essere prossimo a morire.
            Tutte le volte che glielo hanno chiesto ha risposto di non essere stato costretto da nessuno e di essersi ritirato con piena lucidità.
            Io dico, ma nel caso di brogli i Cardinali, tutti tutti, sarebbero stati unanimi nell’accettare la cosa? Qualcuno ogni tanto si dissocia sulla dottrina, ma nessuno, proprio nessuno, che riveli di avere assistito a brogli nel Conclave.
            Ne consegue che Bergoglio, ci piaccia o non ci piaccia, è il legittimo Papa.

  • Matteo ha detto:

    Tutto molto bello ma se posso permettermi lei scrive sotto pseudonimo e fino a qualche post fa incensava Draghi…
    Naturalmente nessuno è perfetto però il mondo ha bisogno di testimoni prima che di maestri, ricorda?

  • Paoletta ha detto:

    Ma esiste, il gruppetto di cardinali che vogliono liberare Benedetto?

  • Rob ha detto:

    Grazie mons.ICS , questo libro deve esser letto e divulgato . Come si può acquistare ? Rob

  • anonimo ha detto:

    Da Fb ha detto…
    Il Professor Alberto Zangrillo (prestigioso primario presso l’Ospedale San Raffaele di Milano) chiarisce che, nella c.d. “terza ondata”, solo il 13% (rispetto a quelli dichiarati come tali) sono stati i “decessi effettivi da Covid”.
    L’87% dei decessi è imputabile ad altre patologie.
    E, procede: “I dati sui morti Covid19 vanno sicuramente rivisti. Se, ad esempio, una persona ha un infarto, viene portata nel mio ospedale, sfortunatamente muore, ma poi risulta anche positiva al virus, viene catalogata come “decesso Covid”, anche se la vera causa della morte è l’infarto. Questo le persone lo devono sapere”.
    Dall’amico Umberto Fortunati che ringrazio copio perché molto esplicativo e fortemente significativo del periodo drammatico e tormentato che stiamo vivendo!
    “In altre parole mi pare che, proprio in base a quanto chiaramente esposto dal Professor Zangrillo, si confermi che sul Covid sia in atto una colossale speculazione, al fine di stimolare il sentimento della paura, attraverso la comunicazione di “dati non veritieri”. Ciò genera ovviamente allarmismo e l’allarmismo, automaticamente, genera la paura e la conseguente ghettizzazione di coloro i quali cercano di riportare le persone alla realtà delle cose, tacciandoli di essere nemici del bene comune e della salute pubblica.
    Perché accade tutto ciò? Penso che ciascuno sia in grado di darsi da solo le risposte che ritiene più giuste e corrette.
    La paura è l’origine di ogni dittatura, perché sulla paura del popolo cresce la violenza dei dittatori”.
    E ricordo, anche, la esauriente risposta data da Hermann Göring, noto gerarca nazista, ad uno psicologo americano, Gustave Mark Gilbert, che gli chiedeva in che modo il nazismo si fosse facilmente affermato, con così largo consenso popolare.
    “È facile” rispose, “tutto quello che c’è da fare è dire alla gente che sta per essere attaccata, denunciare chi non ci crede per mancanza di patriottismo e perché, non credendoci, mette in pericolo il Paese. Funziona dappertutto allo stesso modo”.
    23 aprile 2021 21:53

    Se lo dice Zangrillo, cari amici, è meglio dargli fiducia e non darla a Speranza, che di speranza ha solo il nome, ma che in realtà inganna gli italiani (e Mattarella si è impuntato su di lui, lo ha blindato, assieme alla Lamorgese, i due elementi di punta per la rovina dell’Italia: invasione musulmana e dittatura sanitaria. Mattarella, lo stesso che non volle Paolo Savona ministro dell’economia nel primo governo Conte, quello giallo-verde)

    • Filomena ha detto:

      Senta anonimo , Zangrillo ci ha abituato a sentire dichiarazioni smentite , riproposte e rismentite . Lo lasci perdere , uno scienziato che ha illuso Berlusconi di poter vivere , in attività sex, fino a 120anni ,che credibilità ha ?

      • Michele ha detto:

        Senta Filomena, lei è molto male informata.
        Chi convinse Berlusconi di poter vivere 120 anni fu il fondatore del San Raffaele (sacerdote molto lodato e adulato quando si schierò a favore della presunta necessità della ricerca sugli embrioni, ma abbandonato e denigrato quando il San Raffaele entrò in crisi e lui non serviva più).

        Chi ha dato previsioni, e dati ondivaghi e falsi, è un famigerato virologo sessanttottino maoista che aveva dichiarato, da primario, di aver il reparto completamente occupato da malati covid per essere immediatamente smentito dalla dirigenza del suo stesso ospedale.
        Lo stesso primario si schierò contro il diritto democratico di votare perché pericolosissimo per la salute pubblica, mentre si votava, e si vota, in tutta Europa e nel mondo.

        Il prof Zangrillo non presenzia continuamente in tv, ha da lavorare, non ha mai dato i numeri come chi prevedeva 150.000 ricoverati causa irresponsabile apertura del paese nel maggio 2020.

        • Renato P. ha detto:

          chi è il virologo di cui lei parla ? grazie

          • Michele ha detto:

            Di solito preferisco dare visibilità alle persone che stimo, il virologo citato e la sua affermazione sulla corsia occupata da malati covid e smentita dal suo stesso ospedale è stato un caso nazionale abbastanza clamoroso. Stesso atteggiamento quando riteneva pericoloso andare a votare (da bravo sessantottino che vietava vietare, ma simpatizzava per un benefattore dell’umanità come Mao).
            Prestigioso Ospedale milanese.
            Può arrivarci da solo su internet.

          • Mix ha detto:

            Per la precisione: il fatto è avvenuto in inverno e il primario che ama presenziare regolarmente in tv disse che aveva la corsia occupata dalla variante inglese del covid, l’ospedale smenti`immediatamente (immagino con grande imbarazzo, ma si comportarono correttamente).

          • Boanerghes ha detto:

            Si parla del virologo Galli, del Sacco di Milano

        • Mons ZETA ha detto:

          E dagli con sto 68ini.

          Invero non 68ini son tutti nella tomba. Gli altri possono essere pure lefebvriani son tutti ex 68ini voltagabbana. Anzi forzitalia e’ stato l approdo di lottacontinua. Guardi su internet.

      • Michele ha detto:

        Aggiungo, la credibilità è data dal divulgare dati reali e verificabili; i dati del prof Zangrillo citati da Anonimo sono veri o sono falsi?

        L’agenzia federale USA che si occupa di malattie infettive ha certificato che solo il 6% dei decessi classificati come covid sono realmente morti per il covid, la parte restante è morta per altre cause: sono anch’essi privi di credibilità (danno una percentuale ancora più bassa di quella fornita dal prof Zangrillo)?
        Come mai nel caso dei morti dopo aver ricevuto il vaccino si adotta il criterio opposto (tutti deceduti causa età e gravi patologie pregresse)?

        Etichettare apiditticamente una professionista che cerca di analizzare criticamentei dati (senza alcun documento concreto da parte sua), è un atteggiamento scientifico e, soprattutto, cristiano?
        Dobbiamo essere scettici verso la Verità rivelata, ma fideistici verso il pensiero unico?

      • Boanerghes ha detto:

        Purtroppo la notizia che molti, troppi, vengono annoverati tra i morti di Covid pur essendo morti di altra causa, è vera. Ne ho avuto prova da testimonianze di persone che hanno avuto richiesta di poter inserire il loro deceduto come morto di Covid, in quanto avrebbero avuto un sussidio di circa 2.000 euro di rimborso spese.

  • Don Z ha detto:

    Ho letto anche io questo libro di don Sabino, ne avevo tratto alcune considerazioni che si integrano con quelle di mons.ICS. Ve le propongo.
    – -Di fatto, questo romanzo assimila il rapimento e incarceramento del Papa, con le “RINUNCIA” di Papa Benedetto XVI . Implicitamente dicendo che NON si tratta di rinuncia ma di coercizione .Pertanto non valida. Infatti nel romanzo si ignora un successore , anzi nel romanzo non c’è il successore , Perché invalido .

    –Ignorando il successore , implicitamente don Sabino lascia pensare, nel caso reale di oggi , che non ci sia stato affatto un vero successore , c’è un fantasma vestito di bianco manovrato dai sette cardinali golpisti che spaventa tutti . Chi ha scritto il libro rifiuta di considerarlo PAPA , e il libro si occupa piuttosto dei veri artefici del golpe , i sette cardinali ultraprogressisti . Sette , come erano sette i cardinali della famosa “mafia di san Gallo”. Che vogliono luteranizzare la chiesa cattolica apostolica romana .Ciò corrisponde perfettamente a ciò che è avvenuto.
    Nel 2011 si tentò più volte di forzare papa Benedetto ad aprire al luteranesimo per il bene dell’Europa ( credo ci abbia provato anche lo pseudo-premier di allora il filogermanico Mario Monti) .Benedetto si rifiutò . Venne isolato e poi “imprigionato” e la prima cosa che fece il suo cosiddetto “successore” ( ignorato nel romanzo di cui stiamo parlando ) fu di mettere la statua di Lutero in Vaticano. Da quel momento gli è stato concesso tutto… Ed ha effettivamente luteranizzato la chiesa cattolica apostolica romana ,

    • mons .YJK ha detto:

      esatto .Sono testimone .
      Caspita ! ci voleva un romanzetto per finalmente far nascere il dibattito sul punto chiave ? Cioè La luteranizzazione della Chiesa Cattolica . Finalmente , questa è la spiegazione di tutto , ma che non si vuole proporre come spiegazione perché troppo pericolosa ,ma soprattutto perché è quella vera. Il mondo luterano-calvinista però , attenzione, non è solo quello tedesco-olandese. E’ anche quello britannico e americano.

Lascia un commento