Stilum Curiae ha Raggiunto e Superato Quota 22 Milioni.

30 Marzo 2021 Pubblicato da 19 Commenti

 

Marco Tosatti

Carissimi Stilumcuriali, l’abbiamo fatto di nuovo. Domenica scorsa il nostro Stilum Curiae ha toccato un altro traguardo: ventidue milioni di visualizzazioni dal giorno della sua nascita, nell’ottobre del 2016. Cioè meno di quattro anni e mezzo fa. So che ormai voi ci siete abituati, ma io non riesco a non stupirmi. Tanto più se ripenso a quanto ero incerto, e dubbioso, una volta terminata – non per volontà mia – l’esperienza di San Pietro e Dintorni a La Stampa; non avevo nessuna esperienza, a parte la scrittura, della gestione di un blog, in autonomia. E mi chiedevo se ne sarebbe valsa la pena. Adesso sono molto felice di aver vinto la mia congenita pigrizia; e di vincerla ancora, ogni giorno, che il carico di lavoro è cresciuto in un modo che non avrei mai immaginato.

Nel corso di questi quattro anni sono stati moderati oltre centoventicinquemila commenti; una cifra considerevole, e una non piccola parte del lavoro quotidiano. Ma sono determinato a continuare a farlo, perché mi sembra importante, tanto più in questa fase, in cui il fragore delle voci di regime si fa più forte, dare a tutti la possibilità di esprimersi. Mi scuso se talvolta sono stato di manica troppo larga, permettendo espressioni che potevano ferire qualcuno. Cercherò – lo sto già facendo – di limitare al massimo gli scambi diretti fra commentatori, in modo da evitare una personalizzazione eccessiva.

 

Un altro elemento che ho potuto rilevare, e che mi fa molto piacere, è questo. Naturalmente Stilum Curiae ha il suo bacino di utenza maggiore in Italia. Ma è interessante constatare che esiste una platea di lettura consolidata, con poche variazioni, in molti Paesi stranieri: Stati Uniti, Spagna, Gran Bretagna, diverse nazioni dell’America Latina, Francia, Svizzera…una lunga lista che arriva fino a piccole presenze in luoghi veramente all’altro capo del mondo. Questo è un elemento che ci fa piacere e che possiamo riscontrare anche sui social, Twitter in particolare, dove le interazioni con utenti di altre nazionalità sono cresciute. E dal momento che lo scopo unico e principale di Stilum Curiae è fare informazione rendersi disponibili anche a chi non parla la nostra lingua è importante. Questa base costante è stata anche il frutto della decisione di avvalersi della professionalità di collaboratori che potessero tradurre non tutto, ma alcuni articoli particolarmente significativi. Chiaramente questo ha rappresentato un impegno ulteriore per Stilum, ma ne vale veramente la pena; almeno a mio giudizio.

Stilum è una barchetta che via via, nel corso dei mesi e degli anni, ha imbarcato sempre nuovi amici e collaboratori. Giusto e doveroso ringraziarli: quelli che possono firmarsi con nome e cognome, e quanti invece – i tempi sono difficili, lo sappiamo – devono ammantarsi sotto un pseudonimo. Un grande grazie va anche a chi presta la sua opera, con dedizione e amore, a tradurre e rendere disponibili gli articoli di Stilum in altre lingue, e, nel percorso inverso, in italiano, davvero grazie di cuore. Lo so che è scontato; ma anche se sentirsi dire grazie è previsto e atteso, è sempre una carezza all’anima.

 

Cari Stilumcuriali, vi ringrazio davvero. Per la vostra amicizia, per l’attenzione, e anche – talvolta – per gli scatti d’ira; per la pazienza con cui sopportiamo irruzioni spesso provocatorie e insultanti. Ma è normale, credo, ed è il segnale che per quanto piccola e scritta sulla sabbia una traccia la stiamo lasciando. Rudyard Kipling in una delle sue opere poetiche scrisse una serie di epitaffi, dedicati ai vari cammini di vita. Per i giornalisti l’epitaffio era: “We served our day”, Abbiamo servito il nostro giorno. Questo è quello che, ogni giorno, con l’aiuto di Dio, cerchiamo di fare. E perdonateci gli errori, che certo non mancano.

§§§




Ecco il collegamento per il libro.


STILUM CURIAE HA UN CANALE SU TELEGRAM

 @marcotosatti

(su TELEGRAM c’è anche un gruppo Stilum Curiae…)

E ANCHE SU VK.COM

stilumcuriae

SU FACEBOOK

cercate

seguite

Marco Tosatti




SE PENSATE CHE

 STILUM CURIAE SIA UTILE

SE PENSATE CHE

SENZA STILUM CURIAE 

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA

 AIUTATE STILUM CURIAE!

ANDATE ALLA HOME PAGE

SOTTO LA BIOGRAFIA

OPPURE CLICKATE QUI




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina

Condividi i miei articoli:

Libri Marco Tosatti

Tag: ,

Categoria:

19 commenti

  • Sherden ha detto:

    A kentu (milliones)!

  • Milli ha detto:

    Congratulazioni per i risultati del suo duro lavoro, la ringrazio perché ci tiene continuamente informati, ci permette di esprimere le nostre opinioni, di confrontarci, anche se a volte siamo intemperanti.
    Un saluto ai vari trollini, la loro presenza ci fa comprendere quanto un argomento sia importante e da non trascurare.

  • L ha detto:

    mi auguro che il numero aumenti ancora e spero che la piattaforma sia sicura e non dipenda da altri che potrebbero oscurararla da un momento all’altro.

  • stefano raimondo ha detto:

    Anch’io ringrazio Tosatti per il blog. (Come fa Tosatti a sopportarci?)

  • Antonelle ha detto:

    E la vedranno salire ancora! Auguri Tosatti.

  • Adriana 1 ha detto:

    Per aspera ad astra…continui così, con la sua pazienza e il suo coraggio.

  • * ha detto:

    “… avviare processi, tracciare percorsi, allargare orizzonti, creare appartenenze…”
    (dal discorso del Papa agli economisti e ricercatori)

  • Pedro ha detto:

    Desde españa: ¡Felicidades¡ y siempre GRACIAS

  • Antonio Cafazzo ha detto:

    Domenica delle Palme a.D. 2021.
    • Messa di Francesco: dentro la Basilica della religione “universale” 120 “anime” e un po’ di Cardinaloni concelebranti. Il cardinale Zen piangeva altrove. Nella piazza che può contenere circa 300000 “anime”, desolante deserto.

    • Blog di Tosatti: Milioni di “anime” (incidenza accumulata) affollano il suo sito SC.

    Perché?
    Per entrambi è l’effetto Bergoglio. Comprovato.

  • : ha detto:

    Lunga vita al suo blog (e a Lei ancora di più).

    Grazie di cuore.

  • giovanni ha detto:

    Sono veramente molto contento per la quota raggiunta e colgo l’occasione per esprimerLe la mia stima per questo blog che tiene su, sicuramente, con sacrificio e molto rischio. Puo’ essere giustamente orgoglioso e vantarsi di consentire a noi frequentatori e commentatori, di vedere la realta’ da una angolazione diversa rispetto al coro delle voci bianche dei media, Grazie di tutto cuore Dott, Tosatti.

  • io ha detto:

    segnalo un intervento sulle fonti di Bergoglio (Teilhard de chardin: il padre del transumanesimo, di cui non si parla mai)
    https://www.cremascolta.it/saggio/evoluzione-cattolica/

  • stilumcuriale emerito ha detto:

    Amico Tosatti faccio un’eccezione per lei per rivolgerle i miei complimenti e i più sinceri auguri.
    Mi permetto però, dato che per l’età potrei essere il suo fratello maggiore di dirle due paroline.
    Lei purtroppo sa per quella sua dura esperienza quanto sia pericoloso volare troppo basso. Stia attento! Perchè tra i suoi millantati ammiratori e commentatori ci sono troppi falchi travestiti da colombe che fanno fuggire le vere colombe. Buona Pasqua a Lei e famiglia.

  • paolo deotto ha detto:

    Grande grandissimo Marco! Le voci libere come Stilum Curiae sono le luci in questa epoca di tenebre. Non ti dico “Tieni duro!” perchè sono sicuro che lo farai. Ti dico “Complimenti” con vero affetto e stima

    • stilumcuriale emerito ha detto:

      Motivazione e impegno umano sono i suoi combustibili, la pazienza il comburente. Speriamo che non si esauriscano mai…. ma c’è troppa gente che continua a portare acqua per spegnere la fiamma.

  • Enrico Nippo ha detto:

    L’epitaffio di Kipling : “We served our day”, Abbiamo servito il nostro giorno, rispecchia esattamente il nipponico “Ichi go ichi e”: Solo in questo momento”, “mai più”, “l’opportunità di tutta la vita”, “una volta una vita”.

    La dicitura è generalmente associata alla Cerimonia del tè (Cha no yu) o Via del tè (Chadō) ed è spesso dipinta sui rotoli appesi nelle sale da tè.

    Nel contesto della Cerimonia del tè, Ichi-go ichi-e rammenta ai partecipanti che ogni incontro per la cerimonia è unico. Sebbene il rituale possa essere ripetuto, questo momento è un unico incontro da vivere intensamente, esso non si ripeterà mai più; esso è la tua intera vita, ora.

    Mi piace pensare a Stilum Curiae come ad una Sala da tè (Chashitsu), ove i partecipanti danno il loro contributo con la Benevolenza (Jin) del samurai 😊.

    Omedetō!!!! (Congratulazioni!!!!)

  • Victoria ha detto:

    Grazie per il tuo lavoro e il tuo impegno.
    Saluti dalla Spagna

  • Maria Michela Petti ha detto:

    Ahi! Ahi!, dott. Tosatti, il verbo “stupirsi” non è riservato ad altre “emozioni”? So che avrà colto… l’amara ironia di sottofondo.
    Che bella coincidenza: nella Domenica delle Palme, di questo anno così tristemente incerto e confuso, una notizia certa e comprovata!
    Grazie a Lei e al Suo encomiabile impegno percorreremo insieme le stazioni di una Via Crucis che tutto lascia supporre sarà ancora dolorosa, anche dopo il Venerdì Santo della settimana in corso.
    Grata per l’ospitalità che mi concede, Le auguro ogni Bene e, fin d’ ora, “Buona Pasqua” insieme ai Suoi Cari e ai membri della famiglia allargata di Stilum Curiae.
    Ad maiora! E: Buona giornata a tutti.

Lascia un commento